Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Il Barbaro e il Monaco

Articolo di Ben Petrisor, con Dan Dillion e F. Wesley Schneider - 15 Agosto 2019
Nota: le traduzioni dei nomi delle meccaniche citate in questo articolo sono non ufficiali.
Questa settimana due Classi, il Barbaro e il Monaco, scoprono nuove possibilità da playtestare. Il Barbaro riceve un nuovo Cammino Primordiale: il Cammino dell'Anima Selvaggia (Path of the Wild Soul). Nel frattempo il Monaco ottiene una nuova Tradizione Monastica: la Via del Sè Astrale (the Way of the Astral Self). Vi invitiamo a dare una lettura a queste Sottoclassi, a provarle in gioco e a farci sapere cosa ne pensate. Tenete d'occhio il sito di D&D per un nuovo sondaggio e fateci sapere in quest'ultimo cosa ne pensate dell'Arcani Rivelati di oggi.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
Arcani rivelati: il barbaro e il monaco
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/barbarian-and-monk
Read more...

Intervista a Massimo Bianchini di Asmodee Italia su D&D 5e

Massimo Bianchini, Country Manager di Asmodee Italia e dal 1997 una delle principali teste dietro alla traduzione dei manuali di D&D, ha di recente rilasciato un'intervista al sito Tom's Hardware, grazie alla quale possiamo farci un'idea più chiara sul modo in cui la Asmodee Italia gestisce la localizzazione di D&D 5e in italiano e su cosa possiamo aspettarci per il prossimo futuro.
L'intera intervista è disponibile sul sito Tom's Hardware, mentre qui di seguito potrete trovare alcuni estratti riguardanti specificatamente D&D 5e.
Grazie a @Checco per la segnalazione.
 
In questa epoca di ritorno in auge del gioco di ruolo Asmodee si è “portata a casa” uno dei prodotti più noti e diffusi sul mercato: Dungeons & Dragons. Come sta andando la linea editoriale?
Sta andando molto bene, e anche Wizards of the Coast e Gale Force 9 sembrano molto contente di quanto stiamo sviluppando sul mercato. Non c’è la certezza assoluta, ma in base alle informazioni di cui siamo in possesso, l’italiano è la seconda lingua in cui vengono venduti più manuali al mondo (dopo ovviamente l’inglese)!
La domanda più “pressante” e diffusa nella community dei giocatori di D&D è: “quando esce il modulo X?” “qual è la linea editoriale per raggiungere le pubblicazioni USA?”. Cosa possiamo rispondere in merito? Wizards of The Coast ha “ingranato la quinta” nella velocità di lancio di prodotti… come riuscirete a stare al passo?
L’accelerazione da parte di Wizards of the Coast si è verificata nel corso dell’ultimo anno e al momento stiamo cercando delle contromisure per riuscire a stare al passo. L’idea iniziale era quella di seguire la schedule di uscite originale con l’inserimento in semi-contemporanea delle novità più importanti dell’anno. Ed effettivamente, almeno inizialmente, eravamo riusciti a recuperare “tempo”: la nostra frequenza di uscite era più alta rispetto a quella delle uscite americane.
Purtroppo ora non è più così: il successo world-wide di D&D ha dato un impulso pazzesco alle produzioni americane e stiamo cercando con tutte le nostre forze di tenere il ritmo. Occorre anche dire che alcuni accessori prodotti da Gale Force 9 (come gli schermi del DM dedicati alle campagne o le carte incantesimo, oggetti magici e dei mostri) sono produzioni aggiuntive che portano via risorse, e che vanno ad aggiungersi alla realizzazione dei manuali. (E bisogna anche aggiungere che il gioco da tavolo del Dungeon del Mago Folle, in uscita a fine anno, è andato in coda alla produzione: lo staff che se ne occupa, per ovvie esigenze di coerenza, è lo stesso).
Il discorso generale è che è molto difficile lavorare su prodotti in maniera che non presentino errori di traduzione, e come si può immaginare ciò porta via molto tempo. In ogni caso, pur essendo partiti in ritardo rispetto alle edizioni di altri paesi (Francia, Spagna o Germania, per nominarne qualcuno) siamo comunque in linea con il numero di uscite di questi ultimi.
Il mercato USA gode di numerose versioni “collector” dei vari volumi. Sarà possibile vedere qualcosa anche per il mercato italiano o i numeri attuali sono ancora lontani da permettere stampe di manuali in edizioni diverse?
Siamo in attesa, ormai da molti mesi, dell’autorizzazione alla pubblicazione di questi magnifici manuali “collector”, che sono molto richiesti e che speriamo prima o poi di riuscire a portare nei negozi.
D&D ricopre un posto particolare nella tua evoluzione sia di appassionato sia lavorativa. Da quanto segui il prodotto come “giocatore” e da quanto come “addetto ai lavori”? Quando hai saputo di avere “in casa” il gioco quali sono state le tue reazioni? Felicità o “terrore” per la fan base che avresti dovuto affrontare?
Considerando che il primo manuale che ho editato risale al 1997 (Manuale del Giocatore di AD&D Seconda Edizione) direi che la fase del “terrore” l’ho passata da un pezzo. Diciamo che per la Quinta Edizione ero un po’ preoccupato perché non avevo seguito molto le uscite in inglese dal 2014 in poi… Quando abbiamo ottenuto i diritti, nel 2017, ho dovuto rispolverare glossari e terminologie che non toccavo da molti anni (dal 2009, ultimo manuale che ho seguito per la Quarta Edizione), ma alla fin fine crediamo di avere svolto un buon lavoro.
Attualmente siamo arrivati alla sesta stampa, che consideriamo un bel traguardo! C’è da dire che ho curato solamente la pubblicazione del Manuale del Giocatore, per tutte le altre uscite mi sono avvalso di una mia collaboratrice storica molto in gamba, Chiara Battistini, che sta seguendo tutta la produzione, lavorando sulla traduzione di un’altra pietra miliare del settore, Fiorenzo Delle Rupi.
Quanto del tuo bagaglio culturale e di esperienza troviamo nella attuale versione del gioco? Ti sei “portato dal passato” qualche glossario o elemento che avete utilizzato per mantenere una coerenza con le vecchie edizioni?
Ho una cartella “Glossari” creata più o meno nel millennio scorso, che ho (abbiamo) utilizzato nel corso di tutte le edizioni. In origine, cercammo di mantenere coerenza con la vecchia scatola rossa di D&D, pubblicata da Editrice Giochi, come ad esempio il mitico Dardo Incantato.
In linea di massima abbiamo sempre cercato di mantenere il massimo della coerenza possibile tra un’edizione e l’altra, anche nei termini più ricercati. Per esempio, nella Guida degli Avventurieri alla Costa della Spada, di prossima uscita, i termini geografici sono esattamente gli stessi della scatola base di Forgotten Realms di AD&D Seconda Edizione, pubblicata più di vent’anni fa!
Attualmente Asmodee attraverso Gale Force 9 detiene i diritti per la pubblicazione dei manuali cartacei e non quelli PDF. Il mercato sempre più sembra richiedere la vendita in bundle o anche singola per le versioni digitali… se si aprisse la possibilità secondo te il mercato italiano sarebbe una piazza interessante per questa tipologia di distribuzione?
Devo dire che nutro forti dubbi in merito, da noi la pirateria è ancora ampiamente diffusa, anche se capisco che sarebbe molto comodo avere la versione in pdf dei manuali per facilità di consultazione durante le sessioni di gioco. C’è da dire che è un problema che non si pone, dal momento che questa non è una decisione che spetta ad Asmodee Italia ma bensì a Wizards of the Coast.
Qualche numero sulla vendita di D&D in Italia? Siamo rimasti alle 10.000 copie del Manuale del Giocatore, qualche aggiornamento?
Al checkpoint di metà luglio siamo arrivati a 14.000 copie, ma il periodo migliore dell’anno è da settembre in poi.

Fonte: https://www.tomshw.it/culturapop/asmodee-dungeons-dragons-e-giochi-di-ruolo-intervista-a-massimo-bianchini/
Read more...

Le prime Anteprime di Pathfinder 2e: diversi mostri, la scheda del PG e altro

Pathfinder 2e uscirà in lingua inglese l'1 Agosto 2019, ovvero all'incirca fra una settimana (come vi avevamo scritto in un articolo, invece, la versione italiana dovrebbe arrivare intorno all'Aprile del 2020). Per l'occasione, dunque, la Paizo ha deciso di mostrare alcune anteprime tratte dai due manuali base, il Core e il Bestiario: la scheda del PG, alcuni estratti dalle sezioni per il DM, e le statistiche del Goblin, dello Scheletro, del Gremlin, del Gogiteth, e di numerose altre creature.
Troverete le anteprime infondo all'articolo: per ingrandire le immagini cliccate su di esse. Due versioni ad alta definizione della Scheda del PG, tuttavia, una delle quali progettata appositamente per la stampa, sono disponibili ai seguenti link:
❚ Scheda del PG di Pathfinder 2e colorata
❚ Scheda del PG B/N pensata per la stampa
Per visionare, invece, diverse altre anteprime sui mostri di Pathfinder 2e rispetto a quelle pubblicate in questo articolo, potete visitare questa pagina del sito della Paizo (anche in questo caso, cliccate sulle immagini per ingrandirle).











Read more...

Keith Baker annuncia Project Raptor: un nuovo supplemento per Eberron

Keith Baker, originale ideatore di Eberron, ha annunciato l'intenzione di rilasciare su DMs Guild un supplemento pensato per espandere l'ambientazione per la 5a Edizione di D&D. All'interno di Project Raptor (Progetto Raptor), infatti, nome che al momento identifica questo misterioso nuovo manuale, l'autore vuole sviluppare il mondo di Eberron, andando a presentare regioni mai esplorate fino ad ora. Il supplemento è previsto per la fine del 2019.
Qui di seguito potete trovare la traduzione dell'annuncio ufficiale:
Sempre nella pagina dell'annuncio Keith Baker aggiunge:

Read more...

Pausa Estiva degli Articoli

Vi annunciamo che visto l'arrivo dell'estate le rubriche regolari di articoli e news che vi vengono presentati dalla D'L saranno sospesi fino a Settembre, così da dare allo Staff possibilità di godersi delle meritate vacanze.
Una buona estate e buon gioco a tutti quanti.
Lo Staff D'L.
Read more...

Recommended Posts

Oppure potresti mettere gruppetti di GS 4 e 5. A volte gruppi di creature sanno essere più ostici di creature singole o appaiate.

E aggiungo che possono essere anche combattimenti più tattici. Un paio di livelli da avventuriero al capo, un gruppetto di scagnozzi, puoi preparare scontri molto interessanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo, tienici aggiornati! Mi emoziona sempre sentire le esperienze dei novizi, mi fa sentire nuovamente bambino... :)

sebbene con un po' di ritardo ho cominciato la campagna e ho cominciato a scriverne!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti!

Uno dei miei pg dell'ultimo minuto si è tirato fuori un background potenzialmente interessante, ma ho bisogno di aiuto.

Spesso si ritrova a sognare una donna, l'immagine di una sorella di cui non ricorda nulla (a parte nome/aspetto) ma di cui si fida istintivamente. Solitamente segue i consigli o le cose che gli vengono dette in sogno, ma soprattutto perché queste non sono mai andate contro il suo interesse/istinto.Non ha avuto tempo/voglia di andare oltre, mi ha detto che se voglio si impegna a completare anche questa parte, altrimenti ho liberissima scelta di decidere chi c'è dietro, motivi o quant'altro. Quindi ora mi chiedo se c'è qualcosa, qualche creatura con la capacità o con un incantesimo che possa intromettersi costantemente nei sogni di questo bardo umano neutrale con pochi ricordi di una vita fino ad ora mediocre e normale.

La quest principale è di stampo draconico, pg in maggioranza LB, qualche NB e il bardo neutrale al seguito. Abbiamo draghi cattivi e chierici malvagi che adorano Tiamat contro draghi buoni e chierici di Bahamut. I draghi sono quasi semi scomparsi dall'ambientazione, le religioni relegate a sette semi-sconosciute che stanno tornando in auge con la minaccia del ritorno di Tiamat sul piano dei pg. I pg si sono appena fatti ingannare ridicolmente da png malvagi, hanno fatto una quest per loro, oggi scopriranno la verità (sì, questa sera si gioca).

Se riuscissi a collegarlo alla trama principale anche solo minimamente sarebbe perfetto.

I manuali con cui giochiamo sono minimi, perché la maggior parte dei giocatori è alle prime armi e hanno preferito limitare (Mostri I II e III, Master, Giocatore e ovviamente i miei amatissimi Draghi che introduco poco per volta vista la trama). Si discute ogni intromissione da altri manuali (ma meglio evitare ove possibile).

Grazie in anticipo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

penso che il tuo giocatore abbia fatto bene a lasciare a te questo sviluppo ed il motivo è abbastanza semplice, hai così la possibilità di creare una bella storia o campagna.

Lo spunto ti offre più chiavi di lettura, ti lancio alcuni spunti senza per forza svilupparli:

1) l'entità è effettivamente sua sorella ed ha intenzioni buone, ma come mai non ricorda nulla?

Con l'utilizzo dell'ipnosi praticata da un saggio si potrebbe parlare direttamente con la sorella e capire come mai lei esiste ancora e il pg non si ricorda di lei.

Hai un ampio spettro di possibilità per esempio lui ha una sorella gemella e sono connessi telepaticamente a livello di subconscio, pertanto non è proprio possibile comunicare liberamente a distanza ma solo in condizioni di stress particolari (ecco spiegato gli aiuti che riceve quando è in difficoltà). In seguito ha subito un lavaggio del cervello per escludere sua sorella che era una maga di Luskan ed ora è prigioniera e cerca una soluzione per fuggire senza attirare troppo l'attenzione.

Il lavaggio del cervello non gliel'hanno fatto i custodi della sorella, ma gliel'ha fatto la sorella stessa, per proteggerlo dal suo retaggio e sangue.

Una variante alla versione precedente è che i due gemelli siano stati separati alla nascita e per tale motivo il pg non ha ricordo della sorella.

2) l'entità non è la sorella , ma è frutto della schizofrenia del PG.

Il pg pertanto soffre di schizofrenia ed ha una seconda personalità che fuoriesce nei momenti di stress.

L'aspetto femminile della sua doppia personalità è legato ad un trauma infantile.

Qui il gioco è più psicologico, infatti potrebbe essere che la sua doppia personalità prenda sempre più il sopravvento e tenda ad annullare l'attuale.

3) la sorella gemella è morta alla nascita ed è un tutt'uno con lui nel piano etereo

In questo caso l'anima della sorella non è trapassata ma è legata da un filo al fratello e risiede nel piano etereo o delle ombre.

Per darle pace il pg dovrebbe viaggiare fino a tale piano e pertanto parlarci bene assieme e come mai la sua anima è in pena e non trova pace.

4) l'invasione degli ultracorpi

Presente i mind flyer come fanno a riprodursi? Impiantano un girino nel cervello di un ospite.

Il tuo PG ha qualcosa di simile solo che invece di svilupparsi è rimasto piccolo in stato letargico.

Il girino aiuta il PG poiché la morte del corpo del pg equivale anche alla sua morte.

Lo potresti vedere come un simbionte, che sfrutta l'idea di una sorella defunta o mai avuta per farsi accettare dal PG... per esempio se il pg sapesse di avere un girino di un mind flyer nel cervello proverebbe sicuramente a farselo togliere o ad ucciderlo.

Ma una sorella, in forma di spirito o di coscienza sarebbe già un'idea più accettabile, per tale motivo il simbionte ha ideato questo piano per comunicare.

Ecco penso di aver messo un pò di carne sul fuoco,

ciao ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille :D sono tanti e ottimi spunti!

Sto pensando ora se collegare il tutto alla quest draconica (la sorella gemella parte di una qualche setta) o magari se è possibile collegarla a qualche culto dei non-morti (il paladino si è trovato con una particolare maledizione per cui quando morirà automaticamente rinascerà come non-morto, per toglierla inizierà a breve una caccia al lich o qualcosa del genere (appena presa, sto ancora definendo tanto hanno altri compiti molto più urgenti adesso) almeno ne sistemo due con una quest sola :lol:

Magari la gemella è stata offerta come sacrificio o qualcosa del genere a qualche signore lich ed ora, prigioniera, sfrutta il loro legame per chiedere aiuto...

ps: mi spiacerebbe l'espediente della schizofrenia perché il giocatore stesso ha proposto la sorella, liquidare tutto con un futuro "no, a dire il vero non esiste" è un po' cattivello.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grande idea quella di questo post, è davvero utile per chi come me, ha tanto da imparare su come si masterizza il gioco ...

Il mio problema riguarda la campagna che sto gestendo, che a mio parere sta degenerando in una maniera paurosa...

Ma partiamo dall'inizio

I miei PG sono neofiti, a parte mio fratello è la prima volta che giocano a D&D, ma adesso hanno più o meno imparato come si gioca... nell'ordine sono

A.I Guerriero Umano liv 4 è il PG che vedo meno presente nel gioco, si lascia spesso influenzare, ma ultimamente sembra avere un po' più di spessore (sopratutto perché è il più cauto degli avventurieri e in alcune situazioni è riuscito a salvare gli altri con idee semplici ma azzeccate)

M.C Stregone Umano liv 4 ha deciso di specializzarsi nell'evocazione, e a mio parere è il giocatore con meno voglia di giocare, si disinteressa al gioco, e credo (ma sono solo supposizioni) giochi solo perché ci sono gli altri...

M.R Stregone Umano liv 4 Invocatore, gioca abbastanza bene, è coinvolto nel gioco, anche se spesso mette a rischio la sua integrità perché non ha ancora capito che deve dire che lancia sulla difensiva e che non è immediata la cosa... Non è uno dei PG destabilizzanti, per fortuna...

E.N Grr2Rodomonte2 Mio fratello, ma per fortuna non ne approfitta, almeno non troppo... Però sapendo come ragiono spesso è in grado di anticipare quello che accadrà nella quest, favorendo il metagame. Diventa così una lotta continua sul fare cose inaspettate e a volte un po' inadatte alla quest. E' anche il giocatore più esperto, ma non comanda troppo a bacchetta gli altri, non sempre almeno...

D.C Chierico di gond Umano liv 4 Nulla da dire di particolare, solo quello che potrei dire su tutti, non interpretano minimamente il loro personaggio: Per loro i loro PG sono dei burattini che si muovono pigri nel mondo di gioco, senza soffrire o provare dolore. Esempio : Una salamandra attacca Amindur (il PG di M.R) e minaccia critico: il critico viene confermato e lui va a 0 pf: descrivo l'azione dicendo che "la salamandra riuscendo a penetrare le tue difese, mette a segno un colpo magistrale: La sua lancia penetra nel tuo stomaco, con un colpo che ti mozza il fiato dal dolore"

Risposta di lui ridendo: raga, qualcuno mi curi o sono ko

Non mi aspettavo nulla di che, ma almeno un gridolino di dolore? tentare di scappare dal combattimento? No, è rimasto lì senza fare nulla (poi è andato a -8)

Altro esempio: il calore: erano in un posto a qualcosa come 60-70°C (erano sopra a delle isole su delle pozze di lava) alcuni in armatura, il calore potrebbe ucciderli se non si muovono in fretta... SI fermano a chiaccherare e ad osservare ogni singolo sasso che incontrano...

Come posso fare a fargli capire che un minimo dovrebbero reagire in modo umano? DI sicuro limiterò le chiacchiere in combattimento (a volte pianificano per minuti le azioni di ciascuno ) ma poi? cosa posso fare?

Altra cosa che non so come risolvere è la mia quest : FIno ad ora i miei PG sono andati alla ricerca di chiavi elementari per conto di una PNG (che non sanno avere doppi fini) adesso lei sta bellamente distruggendo l'equilibrio degli elementi grazie anche al potere che le hanno permesso di ottenere... Il risultato è che gli spiriti della natura muoveranno guerra agli umani, ritenendoli capaci solo di distruggere.

Problema a) Quale è la scala delle mappe di Faerun? Insomma, quanti km ci sono dalle marche d'argento al calimshan?

Problema B) come posso far si che i PG vengano coinvolti in questa guerra spiritica?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grande idea quella di questo post, è davvero utile per chi come me, ha tanto da imparare su come si masterizza il gioco ...

Il mio problema riguarda la campagna che sto gestendo, che a mio parere sta degenerando in una maniera paurosa...

Ma partiamo dall'inizio

I miei PG sono neofiti, a parte mio fratello è la prima volta che giocano a D&D, ma adesso hanno più o meno imparato come si gioca... nell'ordine sono

A.I Guerriero Umano liv 4 è il PG che vedo meno presente nel gioco, si lascia spesso influenzare, ma ultimamente sembra avere un po' più di spessore (sopratutto perché è il più cauto degli avventurieri e in alcune situazioni è riuscito a salvare gli altri con idee semplici ma azzeccate)

M.C Stregone Umano liv 4 ha deciso di specializzarsi nell'evocazione, e a mio parere è il giocatore con meno voglia di giocare, si disinteressa al gioco, e credo (ma sono solo supposizioni) giochi solo perché ci sono gli altri...

M.R Stregone Umano liv 4 Invocatore, gioca abbastanza bene, è coinvolto nel gioco, anche se spesso mette a rischio la sua integrità perché non ha ancora capito che deve dire che lancia sulla difensiva e che non è immediata la cosa... Non è uno dei PG destabilizzanti, per fortuna...

E.N Grr2Rodomonte2 Mio fratello, ma per fortuna non ne approfitta, almeno non troppo... Però sapendo come ragiono spesso è in grado di anticipare quello che accadrà nella quest, favorendo il metagame. Diventa così una lotta continua sul fare cose inaspettate e a volte un po' inadatte alla quest. E' anche il giocatore più esperto, ma non comanda troppo a bacchetta gli altri, non sempre almeno...

D.C Chierico di gond Umano liv 4 Nulla da dire di particolare, solo quello che potrei dire su tutti, non interpretano minimamente il loro personaggio: Per loro i loro PG sono dei burattini che si muovono pigri nel mondo di gioco, senza soffrire o provare dolore. Esempio : Una salamandra attacca Amindur (il PG di M.R) e minaccia critico: il critico viene confermato e lui va a 0 pf: descrivo l'azione dicendo che "la salamandra riuscendo a penetrare le tue difese, mette a segno un colpo magistrale: La sua lancia penetra nel tuo stomaco, con un colpo che ti mozza il fiato dal dolore"

Risposta di lui ridendo: raga, qualcuno mi curi o sono ko

Non mi aspettavo nulla di che, ma almeno un gridolino di dolore? tentare di scappare dal combattimento? No, è rimasto lì senza fare nulla (poi è andato a -8)

Altro esempio: il calore: erano in un posto a qualcosa come 60-70°C (erano sopra a delle isole su delle pozze di lava) alcuni in armatura, il calore potrebbe ucciderli se non si muovono in fretta... SI fermano a chiaccherare e ad osservare ogni singolo sasso che incontrano...

Come posso fare a fargli capire che un minimo dovrebbero reagire in modo umano? DI sicuro limiterò le chiacchiere in combattimento (a volte pianificano per minuti le azioni di ciascuno ) ma poi? cosa posso fare?

Altra cosa che non so come risolvere è la mia quest : FIno ad ora i miei PG sono andati alla ricerca di chiavi elementari per conto di una PNG (che non sanno avere doppi fini) adesso lei sta bellamente distruggendo l'equilibrio degli elementi grazie anche al potere che le hanno permesso di ottenere... Il risultato è che gli spiriti della natura muoveranno guerra agli umani, ritenendoli capaci solo di distruggere.

Problema a) Quale è la scala delle mappe di Faerun? Insomma, quanti km ci sono dalle marche d'argento al calimshan?

Problema B) come posso far si che i PG vengano coinvolti in questa guerra spiritica?

Secondo me i tuoi giocatori, essendo ancora neofiti, devono mettersi bene in testa che D&D non è un videogame.

Solitamente è l' errore più comune che commettono i gruppi alle prime armi, aspettano che il proprio personaggio sia trascinato dagli eventi pensando che tutto esista ed accada in funzione del successo della missione.

Io tenterei di rimarcare sulla pericolosità dell' ambiente in cui si trovano:

sono 80°? segui le regole della guida del DM per le temperature alte e falli sentire in pericolo di vita. Ogni dieci minuti subiscono danni, chi è inscatolato in un'armatura completa sarà affaticato e inizierà a disidratarsi, mettiti d'accordo con tuo fratello per insultare lo stregone che non conosce/ha preparato "contrastare elementi": un "Maledetta fattucchiera da quattro pezzi di rame, se non sai proteggerci dal calore a cosa servi? Ho ucciso coboldi con più utilità di te!" fa sempre scena e aiuta il giocatore a crescere (ovviamente dai giocatori ci si aspetta un certo grado di maturità, quello che succede ingame rimane ingame, non si deve portare rancore per una ramanzina).

Per il fatto degli spiriti, le loro azioni potrebbero aver spinto gli abitanti della natura ad odiare i personaggi e da questo potrebbero derivare imboscate di folletti (pixie arcieri con frecce che fanno perdere la memoria per esempio) e alberi animati imbufaliti o addirittura potrebbero aver chiesto l' intervento di un semidio per vendicarsi di loro. (piccolo appunto, le storie sui disastri elementali e simili io le lascerei per i livelli un po' più alti, altrimenti c'è il rischio che i personaggi vadano a pestare i piedi a forze contro le quali non hanno speranza di competere)

Secondo me è ora che i personaggi scoprano di essere stati manipolati (o almeno compaia un qualche elemento che li faccia dubitare delle proprie azioni, senza rivelazioni forzate).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie dei consigli li metterò sicuramente in pratica alla prossima sessione di gioco :D

Comunque ne La guerra dei Kami" che poi è la battaglia contro gli spiriti della natura non pensavo di dare ai PG il ruolo di comandanti/ protagonisti quanto magari quello di scoprire perché sta accadendo tutto ciò... Insomma, un ruolo importante ma non di spicco...

Che i personaggi sono stati manipolati un po' credo lo abbiano capito... Così come ho capito che vogliono che gli dica "tira di percepire intenzioni" ad ogni volta che un PNG gli mente :( ma come hai detto tu spesso si confonde D&D con un videogioco...

Adesso butterò giù l'incipit del Calimshan, lasciando a dopo quello dei luoghi dove stanno apparendo altro spiriti...

Vi terrò aggiornati ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh... Stabilire i limiti per la creazione di personaggi è un tuo compito PRIMA che vengano effettivamente creati e tu hai comunque l'ultima parola riguardo la compatibilità di un personaggio con la campagna...

Detto questo, hai due possibilità: fargli fare un altro personaggio, che ti eviterebbe un bel po' di rogne, oppure trovare un modo per incastrare quel personaggio nella storia, che però le rogne finirà per portartele, anche se potrebbe alla lunga rivelarsi molto interessante...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

In linea di massima propendo per la prima opzione di Mad Master: tu sei il master, e se dici che una certa razza/classe/cdp/magia/talento non ci sono, allora non ci sono!

Però... se il giocatore ha intenzione di giocare il suo pg come un goblin atipico, scacciato dalla sua razza perchè troppo buono per i loro standard, e che intende trovare seriamente e pacificamente un suo posto tra le specie civilizzate... devo ammettere che, se il giocatore ha già dimostrato prima di poter gestire una sfida del genere, potrebbe essere una situazione interessante, per te, per lui, e anche per gli altri giocatori.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

solitamente do libera scelta e sfogo alla propria fantasia... anche se l'unico obbligo è il livello... solitamente il primo.

Se nella campagna ci sono goblin: non vedo il problema... sarà difficile, ma divertente sia da parte tua ( metterlo in condizione di non far quest nelle città) sia da parte sua ( che cercherà di entrare in città come gnomo o bambino)... se poi diventa troppo difficoltoso...è pur sempre un goblin:D

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

volevo che mi consigliaste dei metodi per far firmare un contratto in maniera NON costrittiva, ovvero senza incantesimi di controllo mentale o droghe! Ovviamente il tutto senza che il soggetto si accorga di quello che sta firmando. In pratica non dovrebbe leggere altrimenti non firmerebbe.

Share this post


Link to post
Share on other sites

diplomazia se il master segue le regole per come sono scritte, raggirare se è più verso l' interpretativo.

Comunque a seconda di cosa deve firmare si potrebbero tentare dei trucchi magici o mondani per camufare l' aspetto del testo così che chi deve firmare ci legga qualcosa di innocuo

Share this post


Link to post
Share on other sites

diplomazia se il master segue le regole per come sono scritte, raggirare se è più verso l' interpretativo.

Comunque a seconda di cosa deve firmare si potrebbero tentare dei trucchi magici o mondani per camufare l' aspetto del testo così che chi deve firmare ci legga qualcosa di innoquo

è un contratto infernale :) quindi non lo posso toccare anche perché nel caso firmasse perché legge qualcos'altro non sarebbe valido

Share this post


Link to post
Share on other sites

Potresti convincerlo con una prova di Diplomazia a firmare il foglio senza perdere tempo a leggero, oppure con una prova di Raggirare, dicendo che è solo uno scherzo, che il tempo stringe, che se non lo firma moriranno tutti e così via.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Potresti convincerlo con una prova di Diplomazia a firmare il foglio senza perdere tempo a leggero, oppure con una prova di Raggirare, dicendo che è solo uno scherzo, che il tempo stringe, che se non lo firma moriranno tutti e così via.

stavo pensando a fargli bere tanto alchool :) almeno sarà più facile

Share this post


Link to post
Share on other sites

volevo che mi consigliaste dei metodi per far firmare un contratto in maniera NON costrittiva, ovvero senza incantesimi di controllo mentale o droghe! Ovviamente il tutto senza che il soggetto si accorga di quello che sta firmando. In pratica non dovrebbe leggere altrimenti non firmerebbe.

La cosa migliore è che il gruppo sia salvato da colui che farà il contratto... una sorta di scambio.... metterli in condizione di firmare senza leggere, magari per il poco tempo a disposizione. Se vogliono leggere? oltre a essere solamente una pergamena bianca in cui non c'è scritto nulla, comiciano i guai... piccoli crolli- urla di nemici che stanno per arrivare- un ululato in lontananza ( un po a seconda dell'ambientazione)

il contratto lo scrive poi... chi vieta loro di firmare una pergamena bianca e il tuo PNG di scriverci ciò che vuole, solo in seguito?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cosa migliore è che il gruppo sia salvato da colui che farà il contratto... una sorta di scambio.... metterli in condizione di firmare senza leggere, magari per il poco tempo a disposizione. Se vogliono leggere? oltre a essere solamente una pergamena bianca in cui non c'è scritto nulla, comiciano i guai... piccoli crolli- urla di nemici che stanno per arrivare- un ululato in lontananza ( un po a seconda dell'ambientazione)

il contratto lo scrive poi... chi vieta loro di firmare una pergamena bianca e il tuo PNG di scriverci ciò che vuole, solo in seguito?

e dodici :) ... è un contratto infernale non posso mutarlo con le illusioni o scriverci sopra! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh puoi coprirlo con un altro foglio. Lo fai tenere molto stretto e coperto. Magari puoi rilegarlo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.