Jump to content

fede92pb

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    1.7k
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

11 Goblin

About fede92pb

  • Rank
    Campione
  • Birthday 01/18/1992

Profile Information

  • Location
    Roma
  • GdR preferiti
    D&D

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Quando un necromante muore i suoi scheletri e altri non morti che fanno? Io penso siano liberi. Tuttavia ho il dubbio che possano eseguire l'ultimo comando? Il dubbio deriva dal fatto che io sono un artefice e in generale ho giocato più i costrutti che non morti. Ai costrutti ho sempre fatto eseguire l'ultimo ordine. Tuttavia ritengo, a meno che mi sbagli, che dato che i non morti (anche quelli con Int -) sono malvagi di allineamento tendono comunque a distruggere/uccidere diversamente dai costrutti (che probabilmente al massimo si difendono da chi li attacca).
  2. Secondo te 112.000 è il prezzo giusto? O lo metteresti a meno?
  3. mi aiuti a creare un oggetto che funzioni come questo incantesimo. Ovviamente l'effetto deve essere permanente. Secondo la tabella a fine del Manuale Base il costo sarebbe 112.000 (2000*variabile*livelloincantesimo*livelloincantatore = 2000*2*4*7). Che è molto molto.
  4. premetto che non sono io il necromante ... però a quanto pare non c'è una regola che definisca quando e se è possibile creare un non morto da un non morto, morto
  5. okay invece da un ghoul ad esempio, posso creare uno scheletro? il ghoul non è uno scheletro e uno zombie
  6. ehi domanda, è possibile utilizzare lo scheletro di un non morto per creare un altro non morto? in caso io controlli un drago scheletro e il drago viene distrutto io posso creare il drago scheletro dallo scheletro del drago scheletro? (spero di essermi spiegato)
  7. utilizzando la possibilità sull'ultimate magic di creare un incantesimo, come creeresti un incantesimo che ha come target un edificio e lo fa esplodere. Ovviamente causa dei danni anche alle creature e oggetti al loro interno. Considerando che è molto situazione, con quali specifiche lo creeresti.
  8. della serie tutti quelli di illusione, ammaliamento e evocazione (evocazione, teletrasporto e richiamo) e tutti gli incantesimi che creano danno (cioè tutta invocazione quasi) è rimasto abiurazione, divinazione, trasmutazione e necromanzia (anche se necromanzia per i suoi effetti andrebbe bandita a prescindere)
  9. simile c'è un talento che ti permettere di mettere il veleno in una pozione, così quando la bevi fallendo il TS volontariamente (per ricevere il massimo della cura possibile) subisci anche l'effetto del veleno. Roba da drow infame.
  10. molto interessante, in effetti ci sono molte diverse discipline, in tutto ciò chi lancia magie, che ruolo farebbe, considerando che rischia di brutto di uccidere?
  11. okay allora c'è qualcosa che non va. Cioè prima mi dice che sono il bersaglio dell'incantesimo e poi che posso decidere gli effetti?! Scusa, ma "the drinker still controls the effect" non potrebbe riferirsi invece a un incantesimo come questo e cioè il "bevitore" controlla gli effetti dell'incantesimo citato, ma non può scegliere di lanciarlo sugli altri. Perchè non sono sicuro che poterne controllare gli effetti significa scegliere il bersaglio. Qui più o meno dicono la stessa cosa ... che poi può sempre essere sbagliata.
  12. Stavo pensando di inventare, per una mia campagna, un gioco di squadra qualcosa che sia famoso e giocato come il calcio in europa. Pensavo che in Harry Potter hanno il Quiddich, in Final Fantasy hanno il Blitzball e io vorrei un gioco che sia famoso e giocato a quel livello nel mio mondo. Vi chiedo idee. Il mondo è tecno-magico. Nel senso che la magia è presente, ma l'attenzione è spostata più sulla tecnologia. Quest'ultima non è assolutamente quella del Tecnologic Guide o dell'AP Iron Gods. La magia serve spesso da energia, diciamo, per far funzionare la tecnologia. Ad es
  13. Le pozioni sono come incantesimi lanciati su colui che le ingerisce. Chi beve la pozione non può prendere nessuna decisione riguardo all’effetto; tutto è stato stabilito da colui che ha creato la pozione. Colui che beve la pozione è sia il bersaglio che il creatore dell’effetto (anche se la pozione ha un proprio livello dell’incantatore, è colui che la beve ad avere il controllo). Ho copia incollato questo, da qui.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.