Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

L'arte del pacing – Parte 3: Riempire la cornice

In questo terzo articolo sul pacing, ovvero lo svolgimento degli eventi nella vostra campagna, analizzeremo gli elementi della scena e come utilizzarli per riempirla.

Read more...

Need Games: le uscite di Marzo, Aprile e Maggio, oltre a Nuovi Annunci

Need Games ci offre tre mesi ricchi di manuali a lungo attesi e di grosse novità, oltre ad annunciare altre uscite per il futuro.

Read more...

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Cyrstalpunk, Temples and Tombs, Twisted Taverns

Andiamo a scoprire assieme i Kickstarter in ambito GdR attivi in questo periodo

Read more...

La Hasbro si ristruttura per dare più spazio alla WotC e a D&D

La Hasbro ha deciso di ristrutturarsi internamente, creando in particolare una divisione incentrata sulla WotC e i suoi brand.

Read more...

Fabula Ultima: Bravely Default II

Need Games + Nintendo Italia + InnTale = Bravely Default II x Fabula Ultima

Read more...

    Le Sale del Mago Folle

    • Esplorate le sale di Callisto, il mago folle, e perdetevi dentro le sue stanze realizzate secondo un impossibile geometria non euclidea.

    Articolo di Justin Alexander del 24 Luglio 2009

    20090724.jpg

    Qualche tempo fa, ChattyDM (Philippe-Antonie Menard) ha annunciato il One Page Dungeon Contest. Per chi non ha familiarità con il concetto di One Page Dungeon, l'idea è stata originariamente concepita da David Bowman (Sham's Grog & Blog) e poi sviluppata da Chgowiz (Old Guy RPG Blog) e Amityville Mike (Society of Torch, Pole, and Rope). Fondamentalmente, un One Page Dungeon è un modello per progettare un dungeon completo che stia dentro una singola pagina.

    In una certa misura, lo scopo di questo approccio è enfatizzare come non sia necessaria una lunga e laboriosa preparazione per condurre un'avventura di successo: con nient'altro che una mappa di un dungeon e un paio di note pertinenti, un GM può usare la sua creatività per occuparsi di tutto il resto. Penso che molti di noi cadano nella trappola di pensare che i nostri appunti di avventura debbano essere documenti precisi, ma la realtà è che quando abbracciamo la nostra capacità di improvvisare in modo creativo, quel livello di dettaglio è anche eccessivo.

    Se siete disposti ad abbracciare questa filosofia di progettazione più semplice, un One Page Dungeon non è eccezionale solo per la sua facilità di preparazione. È anche ottimo per la facilità con cui può essere giocato. Con un dungeon di una pagina non avrete note da sfogliare: avrete solo il regolamento, un singolo foglio di carta e i vostri dadi. L'intero dungeon è letteralmente disposto di fronte a voi. Non è solo semplice, è funzionale.

    Naturalmente, ci sono molte cose che un One Page Dungeon non può fare. E quindi, per me, il suo valore sta principalmente nel suo uso come esercizio: le restrizioni artificiali di questo formato vi costringono a essere più creativi mentre vi ricordano che la semplicità ha un suo valore.

    Quindi, per farla breve, c'è stato un concorso. E per questo concorso sono stato ispirato a creare un One Page Dungeon tutto mio: Le Sale del Mago Folle (The Halls of the Mad Mage):

    Il design delle sale è stato ispirato da M.C. Escher:

    unnamed.jpgmaxresdefault.jpgescher.jpgscale-specchi-illusioni-ottiche-questo-c3a8-cic3b2-che-ci-viene-in-mente-quando-nominiamo-escher-ma-cosa-cc3a8-dietro.jpg

    Le Sale del Mago Folle si piegano su se stesse in impossibili contorsioni spaziali. Qui troverete fiumi che precipitano, scale infinite e camere di mobius.

    Quindi sono stato decisamente contento quando ho ricevuto una Menzione d'Onore nello One Page Dungeon Contest nella categoria Best Geometry.  

    Quelli di voi interessati a fare un tour delle Sale del Mago Folle si sentano pure liberi di scaricare il PDF (della versione originale in inglese, NDT):

    The Halls of the Mad Mage

    Mappa realizzata con il software Dundjinni

    Nota del Traduttore: ho creato una versione in italiano delle note di Justin Alexander riguardanti gli effetti e le varie stanze de Le Sale del Mago Folle. La trovate più in basso e contiene due versioni una con l'immagine della mappa, e l'altra senza. Se volete scaricare e stampare la mappa a parte potete usare l'immagine presente a inizio articolo.

    Aggiornamento

    Ho realizzato una versione One Page del pdf con la traduzione in Italiano, dentro sono inclusi Effetti, Aree e Mappa.


    Le Sale del Mago Folle.zip

    Le Sale del Mago Folle Versione One Page.pdf


    Article type: Approfondimenti


    User Feedback

    Recommended Comments

    Grazie mille per aver tradotto questo gioiello. 

    E grazie per aver inaugurato una nuova rubrica settimanale dove presenti i Dungeon vincitori del concorso. Perché vuoi tradurre anche gli altri dungeon, vero? 

    Domanda: non hai mantenuto il formato originale per motivi di spazio dovuti alla traduzione? Perché così un po' si perde l'immediatezza del format. 

    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, Percio ha scritto:

    Grazie mille per aver tradotto questo gioiello. 

    E grazie per aver inaugurato una nuova rubrica settimanale dove presenti i Dungeon vincitori del concorso. Perché vuoi tradurre anche gli altri dungeon, vero? 

    Domanda: non hai mantenuto il formato originale per motivi di spazio dovuti alla traduzione? Perché così un po' si perde l'immediatezza del format. 

    Per il momento non intendiamo tradurre gli altri dungeon perchè bisognerebbe chiedere l'autorizzazione ad ogni autore ad uno ad uno. Ma ti posso anticipare che arriveranno altre avventure e dungeon di un autore inedito.

    Se per format originale intendi quello del pdf la risposta è che ho utilizzato Homebrewery perché è semplice da utilizzare, non sono un grafico professionista e non saprei riprodurre il formato originale mentre Homebrewery permette di creare un modulo di D&D in maniera quasi immediata.

    Edited by Grimorio
    Link to comment
    Share on other sites
    50 minuti fa, Grimorio ha scritto:

    per format originale intendi quello del pdf la risposta è che ho utilizzato Homebrewery perché è semplice da utilizzare, non sono un grafico professionista e non saprei riprodurre il formato originale mentre Homebrewery permette di creare un modulo di D&D in maniera quasi immediata

    Se è quello il problema, e la cosa ti interessa e hai voglia, credo di riuscire a trovare il foglio word già impostato per compilare il dungeon, con gli spazi per inserire la mappa e le mini descrizioni delle stanze. 

    A scanso di equivoci voglio sottolineare che ho apprezzato moltissimo il tuo lavoro. Credo soltanto che poter utilizzare il formato originale sia un valore aggiunto, perché permette davvero di stampare una sola pagina e avere tutto lì comodamente. Un'alternativa potrebbe essere quella di mettere la mappa su una pagina e la descrizione in un'altra e poi stampare le due pagine su di un unico foglio in orizzontale. 

    57 minuti fa, Grimorio ha scritto:

    Per il momento non intendiamo tradurre gli altri dungeon perchè bisognerebbe chiedere l'autorizzazione ad ogni autore ad uno ad uno

    Essendo distribuiti gratuitamente, non basta tradurli riconoscendo i dovuti meriti a chi di dovere? Non credo dovrebbero esserci problemi. 

    59 minuti fa, Grimorio ha scritto:

    Ma ti posso anticipare che arriveranno altre avventure e dungeon di un autore inedito.

    Ottimo! Ho sempre trovato interessante l'idea ma essendo in inglese non l'ho mai potuta sfruttare appieno. Quindi non posso che essere contento di poter riempire il mio raccoglitore da DM con One Page Dungeon in italiano che posso utilizzare in maniera diretta. Grazie

    Link to comment
    Share on other sites
    18 minuti fa, Percio ha scritto:

    Se è quello il problema, e la cosa ti interessa e hai voglia, credo di riuscire a trovare il foglio word già impostato per compilare il dungeon, con gli spazi per inserire la mappa e le mini descrizioni delle stanze. 

    A scanso di equivoci voglio sottolineare che ho apprezzato moltissimo il tuo lavoro. Credo soltanto che poter utilizzare il formato originale sia un valore aggiunto, perché permette davvero di stampare una sola pagina e avere tutto lì comodamente. Un'alternativa potrebbe essere quella di mettere la mappa su una pagina e la descrizione in un'altra e poi stampare le due pagine su di un unico foglio in orizzontale. 

    Essendo distribuiti gratuitamente, non basta tradurli riconoscendo i dovuti meriti a chi di dovere? Non credo dovrebbero esserci problemi. 

    Ottimo! Ho sempre trovato interessante l'idea ma essendo in inglese non l'ho mai potuta sfruttare appieno. Quindi non posso che essere contento di poter riempire il mio raccoglitore da DM con One Page Dungeon in italiano che posso utilizzare in maniera diretta. Grazie

    Le avventure non sono proprio one page ma sono comunque brevi. Quanto agli one page dungeon veri e propri il fatto che siano distribuiti gratuitamente non significa che si possano tradurre liberamente e mettere su un altro file, ci vuole comunque il consenso dell'autore.

    Quanto al foglio Word se vuoi fartelo da solo usa pure la mia traduzione, ma se vuoi distribuirlo qui dovresti accreditare dragon's lair per la traduzione e Justin Alexander per l'articolo originale, entrambi con i rispettivi link.

    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites


    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.