Jump to content

TdG - La Guerra del Nulla 2


Voignar

Recommended Posts


Pur con qualche difficoltà, dovuta a chi non vede bene al buio, l'elfa riesce a condurvi lontano dalla zona dove avete combattuto, inoltrandovi nella foresta. Seguite un ritmo di marci martellante, con poche soste e poco tempo per i pasti, andare avanti così per due giorni interi, mettendo tutta la distanza possibile tra voi e qualsiasi inseguitore

L'elfa è disponibile per rispondere a qualche domanda, anche se le sue risposte sono stringate al massimo, e cerca di tenersi il più lontano possibile da Remiel e Vur

Al terzo giorno, finalmente soddisfatta, l'elfa (se qualcuno lo chiede, si chiama Jamila), concede di rallentare il passo, e finalmente chiama una sosta, lasciandovi accampare tra le radici di un grande albero, dopo averle modellate in modo che coprano la vista da tutti i lati Niente fuochi, ci siamo allontanati ma di sicuro potrebbero esserci altri inseguitori  

Link to comment
Share on other sites

Orsik nano ladro

Seguo l'elfa senza ne lamentarmi ne fare domande superflue.

Durante il viaggio, mi osservo intorno, sia per vedere se ci sono inseguitori o "accompagnatori" sia per trovare punti di riferimento se mai mi dovessi trovarmi nella situazione di tornare indietro solo.

master

Spoiler

Percezione +9 per i dintorni.

Sicuramente nel viaggio gli ho chiesto il nome, se è sempre stata un "innevata", se per gli elfi se si è sempre fedeli ad una stagione o si può anche cambiare.

 

Link to comment
Share on other sites

Argos

Mi sono tenuto sempre in fondo al gruppo, ho indossato l'elmo che mi consente di vedere al buio. Non ho scambiato nessuna parola durante il viaggio, sono ancora particolarmente turbato da quanto accaduto, ma dovrò farmene una ragione. Al terzo giorno, quando ci accampiamo, mi metto seduto vicino al grosso albero, posando la lancia vicino a me. Dalla borsa estraggo un pezzo di carne essiccato ed inizio a mangiare per recuperare le forze. A che punto siamo con il viaggio? domando infine all'elfa che dice di chiamarsi Jamila.

Link to comment
Share on other sites

Remiel Polymetis

Avanzo marziale seguendo l'elfa che, noto, mi tiene a distanza. La cosa non mi dispiace, anche perché ancora non sono certo se mi converrebbe arrestarla. Ciò che ha raccontato era vero, era sincera, anche se ha cercato di metterla sempre tirando l'acqua al suo mulino. Gli antichi volevano sfruttarci perché imparziali nella faida, probabile. Ma anche per loro non è la stessa cosa?

È questo il quesito che continua a tormentarmi in questi giorni di viaggio. Decido di concedermi altro tempo per decidere, voglio scoprire cos'è davvero la giustizia tra gli elfi.

"Non ce l'hai ancora detto tra l'altro. Chi sono i tuoi capi?"

Link to comment
Share on other sites

Vur

mi avvicino a Remiel , coprendomi la bocca quando comincio a bisbigliare qualcosa verso di lui ehm.. scusami amico.. ma sta qui mi puzza un poco, e da quando abbiamo messo piede qui dentro che gli elfi non hanno smesso di intortarci. parlo abbastanza sottovoce in maniera che mi senta solo lui. 

Link to comment
Share on other sites

Mancano circa tre giorni ancora, anche se possiamo rallentare il passo. Poi saremo al passaggio arboreo che ci condurrà dai miei capi. Potrei anche dirvi il loro nome, ma non so quanto possa contare per voi; in ogni caso, sono tre degli Antichi che hanno deciso di passare dalla parte degli Innevati risponde l'elfa, per poi rivolgersi a Vur e Remiel che avete da confabulare tra voi?

Link to comment
Share on other sites

Vur

mhhh.. capisco.. comunque tutto mi puzza di trappola di nuovo, come se qualche altra sfortuna dovesse accadere di nuovo.  faccio finta di tossire per poi piano piano prendere le distanze da Remiel. in quanti siete? sei sicura che tra di voi non ci sono possibili spie ed infetti? rivolta all'elfa. 

Link to comment
Share on other sites

Argos

Annuisco alle parole della donna. Vorrei saperne di più, ma visti i precedenti è meglio che siano gli altri a parlare. Mi limiterò ad ascoltare e cercherò di apprendere quanto possibile dalle informazioni che l'elfa vorrà darci. Nel frattempo continuo a sgranocchiare carne secca e a riposare il corpo, ne avrò bisogno per i giorni a venire.

Link to comment
Share on other sites

Remiel Polymetis

"Niente di preoccupante." tranquillizzo l'elfa, per cercare di non allarmarla. Non si fida di noi, com'è forse anche giusto, ma non stavamo effettivamente dicendo niente che non sapesse già. "Pensavo che, per una fazione o per un'altra, siamo comunque in un certo senso alla mercé dei vostri scopi."

Una tautologia forse per come l'ho messa, ma il mio tono fa intendere chiaramente che, se ci fosse una qualche trappola, lei sarebbe il mio primo obiettivo.

Link to comment
Share on other sites

Non sono sicura nemmeno sia una buona idea portarvi alla nostra base, e anche se avessi dei sospetti non lo condividerei con voi dice Jamila gli Antichi sono circa un centinaio, almeno che io sappia, tenete presente che vivono nelle parti interne delle città, separati dagli altri, e solo i loro più stretti collaboratori possono avere udienza regolarmente. Di solito non si cambia stagione, per noi elfi è più un modo per esternare l’adesione a una certa filosofia di vita, oltre che a un gruppo politico, quindi difficilmente si cambia durante la propria vita; per gli Antichi, in teoria potrebbero farlo quando vogliono, almeno nell’aspetto, ma visto che sono i capi di questi gruppi politici, è difficilissimo che lo facciano, non ho mai sentito di un Antico che ha cambiato stagione, prima dei tre che hanno scelto di schierarsi con noi Innevati

Link to comment
Share on other sites

Argos

Le parole dell'elfa mi sorprendono. Come può qualcuno abbandonare i dogmi nei quali ha creduto per molto tempo? Per me è qualcosa di inconcepibile. Deve per forza essere successo qualcosa. E soprattutto...quali sono i dettami degli innevati? Perché questi Antichi hanno scelto di perorare la vostra causa? 

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...