Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Ghost Hunters, Stargate e Worlds Without Number

Venite a scoprire le ultime campagne nel campo dei GdR ora attive su Kickstarter.

Read more...

Gli autori di Dragonlance fanno causa alla WotC

Margaret Weis e Tracy Hickman, i pluriacclamati autori di Dragonlance, hanno intentato una causa per milioni di dollari contro la Wizards of the Coast riguardante una nuova trilogia di Dragonlance che era in cantiere.

Read more...

Salvatore e Lockwood parteciperanno a un Seminario sui Forgotten Realms al Lucca Changes

Verso fine ottobre potrete seguire online, durante la fiera in streaming di Lucca, l'intervento di due mostri sacri che hanno contribuire a dare forma al mondo dei Reami Dimenticati.

Read more...

Le strutture dei giochi - Parte 8: L'importanza delle Strutture Ordinate

Continuiamo con l'ottava parte della rubrica sulle strutture basilari dei nostri giochi preferiti parlando di come determinare una sequenza di decisioni.

Read more...

La Tirannia della Griglia di Battaglia

Dopo averci mostrato come giocare senza la griglia di battaglia Mike Shea di Sly Flourish ci spiega i motivi per cui è più divertente non usarla.

Read more...

Sezione II - Capitolo 2 - Come Semidei


Recommended Posts

Dopo un primo ciclo di sonno i Kho sembrano cominciare ad ambientarsi meglio nella Sezione. Curiosamente il loro ciclo sonno-veglia è praticamente identico al vostro nonostante i ritmi biologici di Kepler siano ben diversi da quelli terrestri. 

Alcuni aiutano Sarah nei suoi lavori di riparazione, anche se per lo più fungono da facchini: ancora sembrano a disagio con la maggior parte degli oggetti tecnologici con cui si ritrovano a che fare. In generale il loro stile di vita li rende per ora refrattari alla tecnologia in sé, così quando Sarah prova a spiegare loro dei pannelli solari concordano che si tratta di "magia divina" e che "di certo non possono toccare quei feticci celestiali". E quando lei spiega il funzionamento per sommi capi della capsula medica, i Kho si guardano l'un l'altro un po' intimoriti. La situazione si chiarisce quando uno di loro trova la soluzione al piccolo enigma teologico: di certo il semidio caduto deve aver mancato di rispetto alla Madre; solo così è possibile che sia rimasto ferito.
La scarsa collaborazione dei Kho rallenta un po' i lavori di Sarah, che ancora non riesce a riparare la capsula medica: nonostante l'abbia praticamente smontata e rimontata, ancora non funziona in modo consono. Meglio non rischiare la vita di un paziente!

Ma se sotto l'aspetto pratico i Kho sono poco utili, tutt'altra cosa vale per ciò che sanno di Kepler, o almeno di questa parte di Kepler. Sotto insistenza di Friedrich e di Clarke Kho Aycan decide di raccontarvi ciò che conosce della situazione attuale. Lo fa con comodo, rispettando i tempi lunghi di una sciamana che poco collimano con la fretta di voi uomini moderni... ma lo fa bene e certo non vi nasconde alcun dettaglio. 

Comincia con una breve storia del suo popolo nell'insieme: il Collettivo Kilhamp è nato molte generazioni fa da un gruppo di persone perseguitate per la loro fede negli dei. Vivevano in grandi città di pietra e legno, molto a ovest da qui e oltre il mare, e coltivavano la terra. Ma adoravano strani e giganteschi dei crudeli che uccidevano chi non ubbidiva loro e governavano col pugno di ferro obbligando le persone a lavorare tutto il giorno e spesso anche tutta la notte in grandi templi senza finestre. Alcuni antenati del Collettivo però adoravano piccoli dei diversi, più gentili. Pur lavorando come tutti gli altri vennero tacciati di empietà e sterminati sistematicamente: i sopravvissuti fuggirono qui nella foresta dove conobbero la Madre e la giusta strada della vita. 

Il Collettivo è formato da circa duecentoventi tribù, quasi sempre composte da qualche centinaio di individui. Un tempo anche i Kho erano numerosi. 
Poi qualche anno fa è scoppiata una guerra tra i popoli del nord e quelli del sud, e il Collettivo vi si è trovato in mezzo. Anche se non ha voluto schierarsi è stato attaccato da entrambe le parti o, più spesso, è rimasto suo malgrado preso in mezzo tra i due schieramenti. 

A sud vivono i Mahat e i Prajeet che formano un unico popolo solo quando si sposano ma che collaborano sempre come se fossero fratelli. Un tempo erano amichevoli con il Collettivo ma la guerra li ha resi aspri e spietati: questo perché sembra che stiano difendendosi dall'impero di Gurahal, che ha attraversato da nord il mare ed ha conquistato le terre costiere. Ora si spinge a sud e vuole forse uccidere tutti i Mahat e i Prajeet. 

Entrambe le parti in guerra hanno potenti magie degli dei e armi divine, mentre il Collettivo non ha modo di difendersi. I Kho sono stati assaliti dai Gurahal, che ne hanno catturati molti. Sembra che catturino molti prigionieri per sacrificarli ai loro numi marini, visto che chi ha seguito i prigionieri nel tentativo di liberarli li ha visti trasportare sotto le onde. 

NOTA

Spoiler
  • Cibo: 78. Energia: 2. Materiali: 10.
  • Prossimo check-point: 13:00 del 7 ottobre

 

Link to post
Share on other sites

  • Replies 31
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Friedrich Seidel Proprio come sospettavo. Dovremo ancora fare la prova con Magnus, ma ormai ne sono certo. Il report sulle capsule è tremendo: sapevo che i superstiti erano pochi, ma non avrei ma

Eshu-II si prodiga subito a fornire un elenco completo dei 29 sopravvissuti ancora ibernati. "Certamente, onorevole colono. Posso accedere a ciascuna capsula individualmente e attivarla o disattivarla

Friedrich Seidel

L'idea dei semidei inizia a mostrare alcuni prime limitazioni: come giustificare le nostre ferite o spiegargli il funzionamento dei macchinari se ci considerano delle creature dotate di poteri mistici? Si rivela però molto utile per raccogliere informazioni da Aycan su questa parte di Kepler. Degli dei crudeli e giganteschi che uccidono chiunque non li serva? I grandi templi sono chiaramente delle fabbriche, ma chi sono questi esseri? La sezione I? E se fossero delle loro IA "impazzite"? Questi fatti sono accaduti molto dopo l'ira della Dea della Luna e la perdita dell'immortalità di Pi'hoy, giusto? Chiedo ad Aycan, ascoltando poi il racconto sui tempi più recenti. Quindi ci sono altre tribù loro affini. E invece ci sono degli schieramenti dotati di equipaggiamento più avanzato. I Mahat e i Prajeet servono la Madre e adorano gli dei del Collettivo? Chiedo alla donna, riflettendo intanto su questi sacrifici. E se... Una volta finita la discussione provo ad avvicinarmi a Magnus, per esporgli la mia folle teoria. Hai sentito il racconto della loro sciamana? Mi ha fatto riflettere su una cosa: il fatto che i prigionieri vengano trasportati sotto alle onde è sospetto, non trovi? Chiedo al mio amico, aggiungendo Se ricordi alcune sezioni erano precipitate in acqua. E se i "numi marini" non fossero altro che i nostri compagni? Magari hanno trovato un modo per sopravvivere in profondità e stanno usando i Kho catturati come forza lavoro. È un'idea folle e non ha nessuna prova a sostegno, ma non mi sento di scartarla completamente. Concludo, per poi abbassare la voce per parlare in maggiore intimità.

Magnus

Spoiler

Ho anche un'altra teoria, che però possiamo provare a confermare. Penso che gli dei adorati dai Kho e dagli altri popoli non siano altro che delle IA: questo spiegherebbe l'impianto di Aycan e la loro reazione di fronte all'ologramma. Vorrei provare a far vedere ad uno di loro Eshu, per studiare le loro reazioni. Cosa ne pensi? 

 

Link to post
Share on other sites

Aaron Clarke

Ascolto il racconto di Kho Aycan e le domande di Friedrich, mentre penso alle prossime nostre mosse Kho Aycan, la ringrazio delle sue informazioni... Vede, se vorremo difenderci dalla guerra dovremo cercare gli altri seguaci degli antichi dei per convincerli ad unirsi a noi, deve sapere che intendiamo portare prosperità alle vostre genti così ingiustamente perseguitate. spiego alla donna In futuro potrebbe dover essere necessario combattere contro questi popoli così potenti: noi saremo pure semidei, ma non siamo delle divinità a pieno potere, possiamo ancora morire e ferirci... Specie se combatteremo contro chi utilizza delle armi divine. dico approfittandone per spiegarle il motivo delle ferite di Wyke e del perché si abbia bisogno dell'aiuto dei Kho Ringrazi la sua gente da parte nostra, stanno facendo un'ottimo lavoro, nei prossimi giorni ci assicureremo di darvi certi insegnamenti... La saluto onorevole Aycan, se ha bisogno di qualcosa, si rivolga a me senza paura alcuna. la saluto per poi allontanarmi.

Quando si avvicina l'ora di andare a dormire, cerco di radunare i miei compagni semidivini per fare il punto della situazione Stiamo andando bene. Sono felice di come stiano andando le cose, nonostante le nostre problematiche finora riscontrate: ho voluto radunarvi perché reputo necessario mettere in chiaro i nostri prossimi obbiettivi. Penso che dovremmo cominciare a pensare sul lungo termine. dico agli altri per poi fare una breve pausa, in modo da assicurarmi l'attenzione di tutti Io e Friedrich abbiamo parlato con la loro sacerdotessa e abbiamo scoperto che in questo mondo pare stia venendo combattuta una guerra etnica e religiosa: dal nord, i Gurahl, fanno guerra ai Mahat e Prajeet, dei popoli del sud. I nostri amici e molte altre tribù che probabilmente abitano la zona sono state colpite dalla guerra e massacrate da entrambi i lati... non è la prima volta che mi sono ritrovato a gestire crudeltà e nefandezze simili, la Terra è sempre stata sconvolta da conflitti così futili La cosa peggiore è che questi popoli risultano armati con tecnologia, anche se non è detto che la capiscano completamente... Tuttavia sono pericolosi. Vi sto dicendo questo perché presto risulteremo quasi certamente coinvolti nel conflitto e con loro il trucchetto dei semidei non funzionerà, temo, venerano altri dei. Quindi potremmo morire comunque per mano di altri esseri umani... faccio un poco di silenzio, per lasciar metabolizzare agli altri la cosa E' per questo che credo che sarà necessario, oltre ad addestrare i Kho al combattimento, risvegliare altri coloni il prima possibile e convincere altre tribù ad unirsi a noi. Bisogna aumentare il nostro numero, unificarci in modo da poterci difendere se la situazione lo richiederà. Almeno, questa è la mia proposta. confesso agli altri Per sostenere tale sforzo dovremmo nel seguente ordine: stabilire una catena di comando, risvegliare coloni capace di ideare ed insegnare ai nativi l'agricoltura e altre discipline, trovare altre tribù e cominciare a produrre i beni di cui avremo bisogno per ricostruire un poco di civiltà in questo mondo. sto in silenzio, nuovamente per dare occasione agli altri di elaborare il tutto Lo so che è molto, ma temo che il tempo non sia a nostro favore, ritengo che si debba cominciare a fare delle decisioni importanti, concordate con me? Perché in tal caso, ho già avuto modo di parlare con il signor Musk per elaborare il nostro "governo". rivolgo lo sguardo al magnate marziano Se non sono l'unico a vedere come stanno le cose in questo momento, direi che potremmo prendere la nostra decisione quest'oggi... Signor Musk, finisce lei? chiedo all'uomo, sperando che esponga agli altri la catena di comando che abbiamo escogitato, d'altronde non vorrei monopolizzare la riunione...

Edited by Plettro
Link to post
Share on other sites

Fate diverse domande ai Kho, o meglio a Kho Aycan, ma non sempre le risposte sono soddisfacenti. Dato che parla di eventi semi-leggendari, la sciamana è a volte imprecisa. Per esempio per le date "Può essere che sia passato tanto tempo, ma non saprei dire. Non è... non è rilevante per la nostra storia e non ne discutiamo più del necessario. Credo che questa parte della storia sia andata dimenticata da un racconto all'altro" e anche in merito agli dei degli altri popoli, Aycan ha le idee confuse "Non ho mai sentito un Mahat o un Prajeet parlare della Madre o degli dei del sottosuolo. So che i loro uomini sacri non conducono battaglia, e non ne ho mai visto uno. La mia genitrice mi ha detto che i Prajeet possono chiedere agli dei di bagnare la terra con la pioggia e possono far crescere le loro piante anche durante la siccità. Ma non saprei dire se sia opera di questo o quel dio. Per quanto riguarda le persone di Gurahal..." scuote il capo e abbassa la voce "Si dice che i loro comandanti siano sempre sotto lo sguardo di un dio potente, e che se lo deludono vengono inceneriti sul posto. E un mercante Prajeet una volta, prima dell'inizio della guerra, mi ha detto che i Gurahal hanno un dio che favoriscono sopra gli altri, che chiamano Junshva o qualcosa del genere... hanno una lingua dura. Ed egli si reincarna ad ogni generazione"

Quando più tardi vi riunite e ascoltate le proposte di Clarke la maggior parte dei presenti concorda con le previsioni del militare. "Credo che sia comunque meglio restare nascosti il più a lungo possibile, a prescindere dal numero. Siamo troppo pochi per poter affrontare una nazione per piccola e retrograda che sia" commenta Rommo cupamente. Galyia sembra più positiva "Svegliare altri coloni ci costerà risorse e tempo, ma sarà di certo un grande passo avanti verso la sopravvivenza" 
Sia Bao che Wyke si dicono d'accordo. In particolare l'ingegnere ha delle valide argomentazioni a favore "La povera Sarah sta lavorando da sola, come una macchina. Ma, ragazza, non puoi andare avanti così a lungo: se ti fai male anche tu siamo fregati. Hai bisogno di un aiutante o due".

NOTE
 

Spoiler
  • Prossimo check-point: 9:00 del 9 ottobre. 

 

Link to post
Share on other sites

Friedrich Seidel

Ascolto le nuove informazioni della donna, rimanendo deluso dalle credenze di Mahat e Prajeet: avere dalla nostra parte una civiltà più avanzata ci avrebbe fornito un vantaggio non trascurabile. E magari saremmo riusciti anche a ritrovarli. Il nome del dio dei Gurahal non mi dice nulla, così come le dicerie sul suo conto: anche questa pista si rivela un vicolo cieco. Ti ringrazio per aver condiviso con noi queste informazioni. Ora riposatevi pure. Dico alla donna, lasciandola con il suo popolo per tornare dagli altri e sentire ciò che il generale vuole comunicarci. Annuisco al riassunto delle parole di Aycan, ascoltando poi il resto delle proposte. Mi trovo d'accordo sul risvegliare altri coloni, meno sulla catena di comando. Ma, in fondo, questa sorta di anarchia ideale non poteva durare ancora a lungo. Spero solo che scelgano la classe "dominante" in una maniera leggermente migliore di quanto fatto su Marte. Magari potremmo iniziare contattando altri gruppi di Kho. Con le mie nanomacchine e qualche nativo a darmi informazioni potrei trovarli come ho fatto con i nostri nuovi alleati. Propongo in risposta alle parole di Pascal, aggiungendo Dobbiamo vedere se tra i coloni sopravvissuti ci siano dei medici o personale addestrato nell'uso di farmaci e capsule curative. Con tutto il rispetto per i nostri ingegneri, che hanno già fatto moltissimo, abbiamo bisogno di qualcuno in grado di curare le ferite più gravi. Faccio quindi cenno a Magnus e Aaron di esporci da chi sarebbe composto questo "governo", per nulla stupito dal sentir nominare il mio amico: ha sempre avuto una predisposizione naturale alla leadership. 

Link to post
Share on other sites

Magnus Mao-Yu Musk

Continuo a seguire gli sviluppi dell'installazione dei pannelli, collaborando con Mac e cercando di ottimizzare i processi di assorbimento e immagazzinamento dell'energia. Ascolto anche molto interessato i racconti dei Kho in risposta alle domande di Friedrich, continuando poi a parlare con quest'ultimo.

 

Spoiler

 

Lo guardo per qualche momento, ragionandoci su " Per assurdo che possa essere, non lo è tanto di più di tutto quello che è successo da poco tempo a questa parte. Quindi la tua teoria potrebbe non essere del tutto campata in aria...

Detto questo, potremmo provare a far vedere loro Eshu e una mappa del pianeta con le posizioni delle altre sezioni, nella speranza che abbiano una conoscenza sufficiente da sapersi orientare su una mappa e cominciare a mettere insieme i pezzi del puzzle.
... " lo guardo per un momento, mentre nel frattempo continuo a riflettere sulla situazione " Tu piuttosto, che mi dici? Come stai? Che ne pensi di tutta questa situazione? " dopo quasi due giorni dal nostro risveglio, è la prima volta che mi prendo un momento per tirare il fiato e mostrarmi leggermente più vulnerabile 

 

Finita una nuova intensa giornata, ci riuniamo tutti insieme nella sala " Eviterò di commentare quanto appena detto, non avrei nulla da aggiungere, relativamente a premure e attenzioni che dovremmo osservare con l'ambiente circostante. E' evidente che siamo ancora pochi e nemmeno così organizzati. Ma si, concordo con l'idea del Generale Aaron, abbiamo bisogno di cominciare a risvegliare qualcuno e dovremo cominciare ovviamente da quelli che ci permetteranno di risvegliare tutti gli altri.

L'idea di utilizzare le nano macchine per un'esplorazione sicura è senza dubbio un'ottima idea. Ora parlando però di possibili linee di comando e forma di governo, l'idea era quella di mettere a capo delle varie sezioni ovviamente degli esperti in quel campo, qualcuno che possa avere una chiara idea di cosa fare e quale sia la cosa migliore per ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo e utilizzo di risorse... In tutto questo sarà necessario avere una persona a capo di tutto, che in accordo con i capi sezione, se così vogliamo chiamarli, avrà però l'ultima parola in caso di emergenze e pareggi.

Prendo un momento per riordinare le idee e approfitto delle altre parole di Friedrich " Sicuramente rimettere al cento per cento tutti i nostri, è una priorità, ma da quello che ho capito da Mac, purtroppo la capsula continua a non funzionare e quindi i primi che sveglieremo dovrebbero poterci aiutare in questo, oltre a stabilizzare i sistemi e i programmi che sono ancora in vita nella sezione. Cosa ne pensate? "

Link to post
Share on other sites

Aaron Clarke

Fondamentalmente, un dirigente che possa avere l'ultima parola lasciando tuttavia quante più libertà possibili ai suoi sottoposti più prossimi. mi aggrego a Magnus Questa forma di governo non durerà per sempre ma per ora, finché tutti i Coloni non potranno vivere dignitosamente dovremmo proporre questa catena più rigida... Poi potremo pensare ad instaurare qualunque governo si desideri, democrazia compresa. premetto in caso qualcuno temesse per una vera e propria "dittatura" Stiamo andando bene, ma quando diventeremo di più, potremmo ritrovarci a prendere decisioni troppo lentamente e non necessariamente quelle più giuste se ci metteremo ad ascoltare l'opinione di tutti. E' per questo che dovremmo instaurare un governo di pochi, concedendo ai sottoposti dei rappresentanti che possano parlare per lei. Le tribù avranno il loro capo come rappresentante, i Coloni avranno i loro capisezione. concludo così il discorso di Magnus Sarò schietto, intendo propormi come dirigente. Ritengo di avere le carte in regola per gestire una situazione di crisi come questa, nonostante la mia professione, conosco bene le implicazioni del mio ruolo e non vi trascinerò mai in una guerra non necessaria... D'altronde l'organizzazione per cui lavoravo si occupava principalmente di mantenere la pace e l'ordine, entrambe cose che voglio riportare ai nostri stili di vita e a chiunque desideri aggregarsi a noi. concludo il mio breve "discorso elettorale" Io ho finito. Si propone qualcun'altro qui dentro? Altrimenti potremmo effettivamente dedicarci allo scongelamento di altri ingegneri per aiutare la signorina McKinnon... Possiamo sostenere qualche altra bocca in più.

Link to post
Share on other sites

Sarah "Mac" McKinnon

Il fatto che a bordo della mia vecchia carretta non avessimo capsule mediche non dovrebbe essere una scusante per non riuscire a riparare le nostre, ma sto incontrando serie difficoltà.

Per questo, mentre gli altri parlano, scarico da Eshu gli schemi delle capsule mediche e le procedure per la loro costruzione e assemblaggio. Spero che, rivedendoli da zero passo passo, risultati piú evidente capire dove sto sbagliando

@Master

Spoiler

L'idea é costruirmi una occasione per poter ritentare la prova, una sorta di nuova opportunità. Non so se la cosa possa darmi un vantaggio di qualche tipo

Nel frattempo, comunque, il discorso é molto interessante, quindi non posso evitare di ascoltarlo (fortuna che sono piuttosto brava a fare due cose alla volta) Se dobbiamo svegliare qualcuno, sarebbe il caso fossero ingegneri. E non lo dico perché ho bisogno di aiuto cosa vera, peraltro, come credo tutti sappiano ma perché - a mio parere - le nostre priorità dovrebbero essere rimettere in sesto e riavviare almeno un reattore a fusione e controllare lo stato delle armi. Se i popoli che ci circondano sono ostili e armati meglio dei Kho, un conto sarà affrontarli con poche armi manuali, altro con veicoli e missili...

Peraltro mi viene in mente una cosa, quindi verifico con Eshu lo stato della Santabarbara della nave. In particolare controllo lo stato delle armi nucleari (vuoi che non ce ne abbiano data qualcuna, in una missione di costruzione come questa?)...se sono ancora relativamente integre, potremmo avere materiale di fusione per riavviare il reattore, una volta riparato.

@Master

Spoiler

Inventario e status armi. Abbiamo testate nucleari? Qual'é il grado di decadimento del nucleo?

Infine concludo Per quanto concerne il governo, credo che si debba eleggere un leader che dia gli ordini. Ed un capo militare che ci aiuti in caso di conflitto...io non voglio essere nessuno dei due... Preciso, quasi spaventata all'idea forse Eshu ha dati sui nostri profili, per scegliere il migliore in entrambi i ruoli. Però propongo di decidere sin da ora una durata per queste cariche. Magari un quinquennio, nella speranza che tra cinque anni siamo ancora vivi e in una situazione piú stabile.

Link to post
Share on other sites

Friedrich Seidel

Master

Spoiler

Buona idea, almeno potremo ambientarci e capire come sia organizzata la zona. Ci stiamo muovendo alla cieca. Rispondo a Magnus, tirando poi un sospiro sconfortato quando mi chiede come vada. Come vuoi che stia? Una m***a. Sto provando a pensare ad altro, a concentrarmi sul comprendere questo mondo e ciò che stia successo, ma non posso chiudere gli occhi a lungo davanti a ciò che è successo. Concludo, stringendo la spilletta nel mio trench, quel giocattolino inutile che potrebbe essere l'ultima traccia di quella sorta di "famiglia". Per quanto ne so le due persone a me più care potrebbero essere morte in un esplosione o essere marcite in una delle casse. E, ironia della sorta, non c'è nessun colpevole da catturare! 

La proposta di governo non è nulla di estremo: sostanzialmente si tratta di eleggere un leader del nostro gruppo e vari rappresentanti che si occupino di una singola specialità. Aaron e Magnus si propongono, com'era logico attendersi, e Sarah espone una lista delle priorità. Abbiamo però bisogno di qualcuno che sappia usare efficacemente le capsule o i farmaci di cui possediamo. L'unica di noi che ha delle basi di pronto soccorso è Galyia: ora che ospiteremo anche i Kho avremo bisogno di un medico che controlli le nostre condizioni. Dico ai miei compagni, aggiungendo Neanch'io penso di essere adatto a governare, né come caposezione né come "dirigente". Non voglio occuparmi di altre persone, non finché c'è ancora una speranza. Magari potremmo ritardare la votazione dopo che avremo svegliato i nuovi coloni. Ho la vaga sensazione che non sarebbero molto contenti di trovarsi in una struttura di comando decisa mentre dormivano. 

Link to post
Share on other sites

Sarah

Spoiler

Ti rendi conto che le capsule mediche, sofisticate e avanzate come sono, hanno alcuni difetti di progettazione. O meglio, sono difetti inevitabili per macchine così complesse: Ciò le rende facili all'usura e il tempo trascorso le ha rovinate più facilmente di quanto non abbia fatto con altri apparecchi.
Dovrai cambiare molti pezzi e adattarne degli altri (Consumando 1 Materiale su 10 di riserva che avete per ciascuna capsula, in caso di successo del tiro). 

Per quanto riguarda le testate nucleari, avete ancora le cinque originali della Sezione. Sembrerebbero ancora intonse e se anche hanno perso parte della potenzia iniziale per via del decadimento radioattivo, probabilmente sono ancora bombe piuttosto pericolose. Tanto che non ti fidi a toccarle, per ora: dovreste sfilarle una per una, e ciascuna pesa 110kg. Un solo errore...

Mentre discutete sul da farsi, gli altri coloni ascoltano le proposte e le idee. Ciascuno ha, più o meno, le proprie idee.
Bao tra tutti è quello meno attivo "Per me può andare bene" 
Wyke, sdraiato su un fianco per via della gamba, compie un discorso più articolato "Capisco l'importanza di un capo, e di una struttura di comando più rigida. Ma forse dovremmo chiedere ad Eshu se c'è un protocollo da rispettare, e se tra le persone ancora in vita c'è qualcuno di più adatto. Con tutto rispetto per i presenti, chiaro"
Rommo è silenziosa come quasi sempre e non si esprime se non con un cenno del capo.
Galyia è un po' dubbiosa, ma sembra sostenere la "candidatura" di Clarke "Penso che il signor Clarke sia il più adatto, in questa situazione. Personalmente non vedo una necessità pressante per una carica come questa, ma se ritenete serva un comandante vero e proprio credo sia il più adatto"

NOTA

Spoiler
  • Prossimo check-point: 13:00 del 14 ottobre. 

 

Edited by Pippomaster92
Link to post
Share on other sites

Harumori "Akai" Ashikaga

Passo la maggior parte del tempo ad ascoltare in silenzio, osservando l'evolversi della situazione. I genietti pensano in grande, ma nessuno di loro ha più dubbi sui Kho. Mossa sbagliata. Saranno anche inoffensivi, ma sono inesperti e barbarici nei modi. Se qualcuno non li sorveglia, un loro errore potrebbe costarci tutti gli artifici e i trucchetti magici che prepariamo per nasconderci dalla guerra in corso.

Chi è impaziente finisce per rovinare tutto e non riesce a compiere grandi imprese, sostiene l'Hagakure che ho in tasca. Normalmente sarei contro una tattica così vigliacca, ma senza aver prima insegnato cos'è l'onore ai Kho - a tutti, in verità - la nostra morte non avrebbe alcun senso.

"Ho prestato servizio presso il generale Clarke-sama, e perciò lo servirò e sosterrò in ogni modo possibile affinché ci guidi verso la vittoria!" ti prego, non farmi diventare un ronin "Inoltre sono d'accordo con il destare altri guaritori. Ho già abbastanza cadaveri da sotterrare. Per quanto riguarda i Kho" li guardo, incrociando le braccia "Qualcuno deve stare con loro, essere la loro guida. Hanno bisogno di un sensei, o cresceranno disordinati, come un albero che non è mai stato potato a dovere." 

Link to post
Share on other sites

"Certamente, Akai -posso chiamarti Akai, vero?- ma chi sarà la loro guida?" chiede Pascal Rommo con aria quasi di sfida "Non certo io, ma chi altri tra noi è in grado di assolvere a questo compito?"

NOTA

Spoiler
  • Prossimo check-point: 23:59 del 15 ottobre.
  • Al prossimo check-point proseguo con il giorno/i successivo/i.

 

Link to post
Share on other sites

Harumori "Akai" Ashikaga

"Aye." - certo che può chiamarmi Akai. A che serve un soprannome, sennò? Mi guardo in giro: Clarke-sama è destinato a guidarci tutti, non può badare ai Kho personalmente. Rossa-san e Masaki-san passano buona parte del loro tempo ad armeggiare con gli spiriti delle macchine, e si trovano molto più a loro agio lì che altrove. Friedrich-san è carismatico, arguto...ma è un solitario, non un maestro. Shen? Forse, ma non mi fido ancora del tutto di lui. L'ultima cosa che voglio è un ronin che addestra seguaci fedeli soltanto a sé stesso. Bao e Galyia non hanno sangue freddo, a Pascal e Wyke manca l'esperienza.

Di chi si possono fidare i Kho? Qualcuno che abbia una visione del mondo simile alla loro, fedele alla Sezione II e al suo generale temporaneo, capace di istruirli alle operazioni basilari e alla battaglia senza dimenticare l'onore, senza il quale sarebbero mere bestie.

Mi avvicino a Pascal, e per guardarla negli occhi devo alzare leggermente il mento. "Io. Lo farò io. Li educherò ai principi del bushido. Darò loro uno scopo e un'arte." ho deciso: trasformerò questo gruppo di selvaggi in una vera squadra, efficiente e determinata. Sento odore di dojo nell'aria...

Link to post
Share on other sites

Friedrich Seidel

Il resto dei coloni è tendenzialmente concorde con l'idea di Magnus e Clarke, ma noto con piacere che altre persone trovavano l'attuale situazione ottimale. Non sono l'unico: è rassicurante. In ogni caso dovremo chiedere ad Eshu una lista aggiornata dei superstiti e i loro compiti, potremmo approfittarne per raccogliere informazioni sul protocollo previsto per il nostro sbarco. Dico facendo eco a Wyke, guardando poi sorpreso Akai quando decide di occuparsi di istruire i Kho. Non mi sarei mai aspettato che l'onorevole soldato di Clarke avrebbe mostrato una tale intraprendenza. Ora voglio assolutamente vedere una delle sue lezioni: sarà divertente vedere due mondi di superstizioni scontrarsi l'uno con l'altro. Anche questa volta devo tirarmi fuori. Ero un detective, non certo un professore: non saprei neanche da dove partire. Il vero problema sarà fargli accettare la nostra tecnologia: per loro sono oggetti divini, non possono toccarli a cuor leggero. 

Link to post
Share on other sites

"Vacci piano, Musashi" sogghigna Rommo quando Akai si propone come guida per i Kho.

Preso in considerazione, Eshu-II compare in mezzo a voi. I Kho presenti lo guardano stupiti e meravigliati, come se fosse davvero un qualche spirito emerso dal sottosuolo. Eshu non sembra considerarli o anche solo registrare la loro presenza. 

"Onorevoli coloni, ho una lista completa dei coloni ancora in vita nelle capsule. Per ciascuno è presente un file completo, ma l'accesso ai dati privati è possibile solo in possesso di un'Autorizzazione V3 o superiore. Tale autorizzazione è propria dei capi-sezione e del Primo Capitano. In alternativa potete contattare il Progetto Samsara su Luna e richiedere l'Autorizzazione V3... tentativo di connessione in corso... tentativo fallito. Impossibile contattare Luna"

Ciò nonostante, Eshu può fornirvi l'elenco nudo e crudo. Su 25000 capsule, 24901 sono malfunzionanti e gli occupanti sono deceduti. 11 capsule sono le vostre. Restano 88 capsule, ma Eshu vi informa che di queste solo 29 stanno registrando segnali di vita. Eshu vi mostra quali sono in grado di aiutarvi in campo medico. 

Elenco Coloni

Spoiler

Catarina Ayyangar: dottoressa e chirurga.
Chettur Atang: infermiere specializzato in pediatria. 
Harsana Shuren: soldato geneticamente modificato, infermiere. 
Kanik Strauss: chirurgo e bioingegnere. 
Xia Sardar: psichiatra e psicologa. 
 

"Desiderate che ne svegli qualcuno, onorevoli coloni?"

NOTA

Spoiler
  • Prossimo check-point: 23:59 del 18 ottobre

 

Link to post
Share on other sites

Shen Yun-Chow

Rompo finalmente il mio silenzio auto-imposto: odio aprire bocca se ritengo di non avere nulla da dire; inoltre, la mia famiglia mi ha insegnato il valore della riflessione a bastonate. 

Capisco i nativi: anche per me, nonostante le mie braccia color d'argento, l'incontro con buona parte della tecnologia fuori dalla Valle è stato scioccante, quasi traumatico. La sensazione di soffocamento che mi causava la caverna di silicio ed acciaio sotto la Luna non mi ha del tutto abbandonato. 

"Due punti: in primo luogo, onorevole Samurai, se riterraib di aver bisogno di un aiutante nel tuo nobile intento, considera pure la mia disponibilità.

Come seconda - e più fondamentale - cosa, se le capsule hanno mostrato una così alta quantità di malfunzionamento, accelerare la liberazione dei coloni ancora addormentati non è una mera questione di ausilio alla nostra sopravvivenza, ma diventa una necessità nei loro confronti: mi viene da pensare che, più attendiamo, più rischiamo consapevolmente ulteriori morti.

Ed allora iniziamo da questi individui dalle capacità taumaturgiche, in fretta".

Link to post
Share on other sites

Harumori "Akai" Ashikaga

"Cosa? No, no, no, non sono imparentato con quella famiglia, Rommo-san. A-shi-ka-ga. Ashi scritto come gamba, kaga come uso. " agito la mano di fronte al mio naso, e mi rendo conto troppo tardi che forse c'era del sarcasmo in quel commento. "Oh." O almeno credo. Non riesco a capirne bene il senso, la metafora che c'è dietro questo tipo di ironia è davvero lontana dal mio modo di pensare. Perché dire una cosa quando in realtà è un'altra? Dov'è che fa ridere? Qualcuno me lo spiega? Sono davvero tentato di prendere da parte Friedrich e farmi dare una lezione o due.

Abbandono la nave che affonda e mi rivolgo a Shen, la cui domanda provvidenziale è un'ottima scusa per tirarmi via da questo pasticcio. "Certo." ma una parte di me lo vuole vicino non tanto per l'aiuto profuso, quanto per testare se davvero ci si può fidare. Che male può fare uno scontro dimostrativo, prima o poi...?

Lo spirito di Eshu torna dall'oltretomba, e mi inchino alla sua presenza: "Buongiorno, Eshu-dono!" ormai non ha più senso temerlo, né lui, né gli yokai benevoli che abitano questa nave caduta...

Link to post
Share on other sites

Magnus Mao-Yu Musk

Il rapporto di Eshu è peggiore di quanto pensassi, il tasso di mortalità nelle capsule criogeniche sta aumentando vertiginosamente e star qui a disquisire su chi dovrà prendere decisioni mi sembra una grave perdita di tempo " Sono sicuro che non avrebbero potuto desiderare una guida migliore " riferendomi ad Akai e la sua proposta " Eshu dacci la lista dei campi di competenza dei superstiti ancora dormienti e le capsule negli stati più deteriorati.

Dobbiamo cominciare a pianificare le nostre prossime azioni per un risveglio di massa, o comunque accelerare notevolmente i tempi... E' vero forse rischieremo di patire la fame, ma non posso pensare di lasciar morire i nostri compagni senza dargli nemmeno la possibilità di lottare o di provare a sopravvivere. Sono sicuro che i Kho potranno aiutarci nel reperire cibo e acqua necessari al sostentamento di tutti.

Potremo pensare, per noi già svegli da un po', un piccolo razionamento se necessario. Ho avuto modo di osservare con Mac le capsule mediche, sarà molto complesso ripararle e probabilmente oneroso dal punto di vista dei materiali usati, ma credo che sia un rischio che dovremo affrontare, dato che non possiamo permetterci di non essere al cento per cento.

Come ultimo punto, propongo anche io la mia candidatura, nel momento in cui dovessimo decidere di aver bisogno di una struttura decisionale più rigida e organizzata,  ma al tempo stesso concordo con la possibilità di attendere il risveglio del maggior numero di coloni, per dar loro possibilità di parola "

Link to post
Share on other sites

Aaron Clarke

Annuisco quando i miei compagni esprimono la volontà di voler coinvolgere l'intera colonia alle elezioni del "direttore" Capisco, è comprensibile. Effettivamente è meglio non provocare ulteriore malcontento. mi limito a commentare per poi guardare soddisfatto Akai, il quale si offre di guidare i Kho in modo da addestrarli Per quel che mi riguarda, sono sicuro che Akai e Shen possano fare un'ottimo lavoro, insieme. Assicuratevi solo di rispettare le volontà di Kho Aycan, le abbiamo promesso che rimarrà pur sempre la loro "anziana". Per ora, consideratevi degli istruttori... Sono sicuro che col tempo diventeranno vostri discepoli di loro iniziativa. commento il loro desiderio di addestrare e disciplinare i Kho per poi ascoltare le notizie portate da Eshu.
Brutta storia, i coloni stanno morendo all'interno delle loro capsule, non c'è più tempo: bisogna riportarli in vita adesso.
Concordo con Magnus, meglio tirarli fuori tutti il prima possibile a partire da coloro che danno ancora segnali di vita: il cibo non manca e come ha già detto i Kho conoscono questa zona molto meglio di noi, sapranno aiutarci a procacciarci ulteriore cibo... Anzi, propongo di liberarli tutti e 29 oggi stesso, compreso il signor Strauss e la signora Ayyangar. Se riescono a rimettere in sesto la capsula, potremmo avere più possibilità di stabilizzare coloro con le capsule ancora intatte. 

Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.