Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Death of Divinity, Dreadful Realms, Heroes of the Cypher System

Vediamo assieme le ultime novità su Kickstarter relative al mondo dei GdR.

Read more...

Per Jeremy Crawford modificare razze e allineamenti in D&D richiederà anni

In un'intervista, il Lead Desiger della WotC ha parlato di Razze, Allineamenti e dei piani futuri della WotC in merito.

Read more...

Le strutture dei giochi - Parte 13: Strutture Personalizzate

In questa tredicesima parte della nostra rubrica sulle strutture di gioco, risponderemo alla domanda lasciata in sospeso la settimana scorsa: cosa succede se la struttura adatta non esiste?

Read more...

Una prima anticipazione sul GdR di Dune

Dopo l'annuncio iniziale di due anni fa, la Modiphius ha rilasciato delle prime anticipazioni su Dune RPG, il GdR dedicato alla famosa serie letteraria di fantascienza.

Read more...

Jaquayare i dungeon: Parte 2 - Le tecniche della Jaquays

Nella seconda parte di questa rubrica su come rendere i dungeon più eccitanti scopriremo le tecniche usate da Jennel Jaquays per disegnare le sue mappe.

Read more...

Il ritorno di Atrokos


Recommended Posts

Il ritorno di Atrokos

Mille anni fa, un male vagava in questo mondo. Un diavolo da grandi poteri e spaventose ambizioni. Il suo nome Atrokos e nessun mortale resisteva alle sue tentazioni. Il sogno di Atrokos era di creare una stirpe sulla terra e forgiare un impero con i suoi discendenti al comando e tutti gli altri mortali suoi schiavi.

Però il diavolo non sì fermava a fare figlio, egli sperimentava con la magia oscura per trasformare alcuni dei suoi figli in mostri terribili, macchine da guerra per garantirgli la vittoria.

Ma le cose non andarono come Atrokos sperava. All'apice del suo potere, l'organizzazione segreta nota come gli Arpisti trovò il suo covo ed assaltò la sua fortezza. Servì una schiera di eroi per sconfiggerlo, molti caddero nella battaglia ma alla fine il diavolo venne esiliato da dove era venuto.

Nei secoli successivi, gli Arpisti cacciarono e distrussero ogni seguace rimanente di Atrokos, impedendo così che possa essere evocato nuovamente nel piano materiale. Quasi tutta la stirpe di Atrokos venne sterminata. L'unica cosa che gli Arpisti non sono mai riusciti a trovare è l'arma segreta che il diavolo aveva preparato per completare il suo piano diabolico.

Questo bastò a contenere il male per mille anni, ma ora Atrokos ha fatto ritorno ed ha passato ventuno anni in segreto, ricostruendo le proprie forze. Aspettando con pazienza che la sua arma segreta si risvegliasse dal suo riposo profondo.

Ed ora l'attesa è finita...

La prigione è fredda e tetra, le gabbie sono fatte d'ossa rinforzate con qualche magia e dentro c'è a malapena spazio a sufficienza per farvi stendere a dormire tutti e quattro. Il mezzo diavolo che vi ha sbattuti dentro ha detto che ultimamente la prigione è molto piena, ma con un ghigno vi ha assicurato che presto si libererà parecchio spazio.

Alcuni di voi avrebbero potuto sfuggire facilmente a questa prigionia, se non per i collari che vi sono stati messi che vi succhiano la magia dal corpo, impedendovi di usare qualunque incantesimo.

Non vi conoscete per nulla ma sapete tutti bene perché siete qui...

@Burnon

Spoiler

Hai sempre vissuto a nord, nella terra che la gente della costa della spada chiama frontiera selvaggia. Ma la verità ti ha portato ancora più a nord, fino alle gelide montagne del Dorso del Mondo.

Non sai per quanto tempo hai vagato nei cunicoli pieni di mostri e rovine, alla ricerca di qualche indizio su quello che hai visto nella tua visione, ma eri certo che Moradin fosse con te così come era con la tua famiglia e ti avrebbe guidato nella giusta strada.

Ma più ti addentravi più si facevano pericolosi i mostri che affrontavi. Nessuno nella tua tribù di umani ha voluto accompagnarti, credendo fosse un suicidio. Ed ora cominciavi a credere che avevano ragione.

Una notte, mentre dormivi con un occhio aperto, ti resi conto di essere circondato. Subito ti alzasti in piedi pronto a combattere i soliti orchi che pensano stoltamente tu sia una vittima facile, ma questi non erano orchi. Alcuni sembravano umani ma la loro barba era fatta di tentacoli aculei, altri avevano aculei su tutto il corpo e la pelle verde, la maggior parte erano esseri striscianti dall'aspetto gelatinoso e disgustoso.

Uccidesti alcuni di questi ultimi, ma ben presto fosti sopraffatto.

Quando ti svegliasti era in una cella buia, un umano con ali da pipistrello e corna rosse ti spiegò la situazione. Bentornato. Sei uno duro tu! Potresti esserci utile da vivo. Ora lavori per noi, è semplice, scavi un tunnel come ti dico io di fare e continui a vivere, altrimenti ti do in pasto ai miei cani infernali. Sono sicuro che ti comporterai bene...

Un'altra cosa, presto avrai degli ospiti. Questa cella è troppo grande per uno solo. L'essere rise e ti lascia.

Come aveva promesso, pochi giorni e la cella venne riempita di altre tre persone.

@Taylor

Spoiler

Non hai passato un giorno rimpiangendo di essere entrato al servizio di Atrokos. Il diavolo ti portò nel suo castello sotterraneo e ti introdusse ai suoi altri incantatori. Il vostro compito era semplice ma terribile: fare esperimenti su bambini con la magia oscura in modo da renderli più forti, più resistenti, più malvagi e farli crescere più rapidamente.

Molti dei bambini morivano, ma tanto questi non erano i veri figli di Atrokos, i suoi figli ricevevano solo il trattamento degli incanti che avevano funzionato sugli altri bambini. Quelli su cui lavoravate erano prodotti da prigionieri di varie specie, prigionieri che erano costretti a procreare solo per fare gli esperimenti, poi i neonati gli venivano strappati dalle braccia e portati da voi. Se un bambino moriva veniva buttato come uno scarto, altrimenti veniva studiato per osservare gli effetti e, quando eravate sicuri del risultato il bambino veniva ucciso comunque.

Tra i tuoi colleghi c'erano altri che erano stati catturati come te ed erano disgustati dal lavoro ma il loro spirito era completamente abbattuto da torture. Altri invece erano discendenti di Atrokos, un tempo vittime di questi esperimenti ed ora gioiosi perpetratori. Infine c'erano i diavoli che vi osservavano di continuo, prendendo e torturando chiunque cercasse di ribbellarsi.

Provasti a fuggire una volta di troppo ed i diavoli decisero di passarti ad un'altra sezione dei lavori. Qua dovevi soltanto scavare un tunnel e per questo ti misero un collare che ti bloccava le magie.

Nella tua cella c'era un nano da non sai quanto e poco dopo altri due prigionieri sono stati aggiunti: un mezz'elfo ed un tielfing.

Ora non lavori più sui bambini, ma le condizioni della prigione sono talmente pessime che temi di morire di fatica uno di questi giorni se non fuggi.

@Talien

Spoiler

Successe tutto all'improvviso. Una notte andasti a dormire in una serata come le altre e ti risvegliasti nel caos più totale. Tende che bruciavano, persone che correvano e diavoli di diverse forme che le inseguivano.

Ti accingesti a prendere le tue armi. Mostrare agli altri che sai combattere potrebbe aver rovinato la tua copertura, ma a che serve una copertura se sei morto?

Purtroppo anche le tue capacità sono state vane, i nemici erano troppi e presto ti trovi accerchiato e sopraffatto.

A tua sorpresa non ti svegliasti di fronte a Kelemvor, pronto per un giudizio, ma di fronte ad un umanoide con ali di pipistrello e corna rosse, probabilmente un mezzo diavolo.

Mi hanno detto che sei uno tosto. Bene, bene! Non molti nella tua compagnia possono vantarsi delle tue capacità... Ed è per questo che tu sei qui e loro no! Disse, ridendo malvagiamente. In ogni caso il grande Atrokos ha decretato che tu sei più utile come braccia che come... non importa. Ora sei mio e farai come dico io! è semplice, scavi un tunnel come ti dico io di fare e continui a vivere, altrimenti ti do in pasto ai miei cani infernali. Sono sicuro che ti comporterai bene...

Portatelo nella cella... dovrebbe essercene una con ancora spazio nel settore tre. Disse ad alcuni diavoli.

Mentre ti trascinavano, ti resi conto che un collare attorno al tuo collo bloccava le tue magie.

Arrivato alla cella trovasti un nano ed un umano, entrambi in brutte condizioni. Poco dopo un tielfing si unì alla cella.

@Liam

Spoiler

Impotente guadasti i tuoi compagni fuggire e lasciarti indietro. Non potevano fare altrimenti, affrontare Atrokos poteva voler dire la loro morte.

Quando il portale di Elasia si chiuse, Atrokos ti portò con sé. Dietro di te vidi l'intero palazzo di Elasia crollare prima che il portale si chiuda.

Quindi ti trovasti da solo con lui, in una sala del trono gigantesca e macabra. Il diavolo si sedette nel suo trono nero e ti parlò di nuovo.

Non credevi davvero di poter uccidere il mio figlio più prezioso così facilmente, vero?

Il diavolo continuava a sorridere malvagiamente mentre parlava.

Cosa devo fare con te, Liam... come ti punisco? Potrei torturarti per qualche anno; trasformarti in una lumaca per qualche decennio; oppure ti posso spedire direttamente nei nove inferi, e magari se ti fai strada lì potrei reclutarti nelle mie schiere tra qualche secolo...

Mio figlio Krasos ha del gran bisogno di nuove braccia per la sua impresa, finché non decido cosa fare con te potrà averti lui... portatelo alla prigione.

Appena sentito questo, un collare ti venne stretto attorno al collo, poi un dolore acutissimo e poi nulla. Quando ti svegliasti eri in una gabbia assieme a tre sconosciuti: un nano, un umano ed un mezz'elfo.

Altre celle sono attorno a voi, piene di prigionieri spaventati e rassegnati alla miseria di questa prigionia. Ogni giorno venite svegliati da imp irritanti che aprono le celle una ad una e vi conducono verso un tunnel nel sottosuolo, altri diavoli qui vi danno delle picche e vi sorvegliano mentre lavorate, frustandovi a piacimento quando mostrate segni di fatica oppure quando vogliono divertirsi.

La sera tornate in cella e vi viene servito un brodo dal colore nero e dallo strano sapore, per quanto ne sapete potrebbe essere prodotto dai cadaveri dei prigionieri che hanno ceduto.

Ogni tanto Krasos, il mezzo diavolo che gestisce questi lavori, passa a vedere come state. In questi casi vi mettete in fila e lui fa un'ispezione. In questi giorni il mezzo diavolo sceglie uno di voi e lui viene torturato a morte davanti a tutti gli altri da Krasos stesso. Poi se ne va e tutto torna alla normalità.

@tutti

Spoiler

Benvenuti @1701E, @L_Oscuro, @Hicks e @Ghal Maraz. Si comincia finalmente.

Lo so, un inizio un po' estremo in questa campagna. Ma la situazione in cui vi trovare richiedeva questo tono particolare. Inoltre ho scritto in passato perché ho cominciato dal presente quindi le vostre storie erano in flashback, però durante il gioco preferisco usare il presente. In più preferisco che usiate la prima persona singolare perché così mi viene più immediato capire quando state descrivendo cosa fate voi e quando invece scrivete di cosa fanno altri.

Per adesso vi lascio fare conversazione, vi ho dato l'ordine in cui siete stati messi in cella ma per fare prima possiamo anche dire che vi siete già presentati tutti.

Mettete in spoiler la descrizione del vostro pg (anche includendo l'equipaggiamento, ma ricordate che adesso non lo avete) e soprattutto scrivete cosa gli altri pg sanno di voi finora.

Se avete domande fate pure.

Per il resto buon gioco e spero che la campagna vi piaccia.

 

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

  • Replies 645
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Il ritorno di Atrokos Mille anni fa, un male vagava in questo mondo. Un diavolo da grandi poteri e spaventose ambizioni. Il suo nome Atrokos e nessun mortale resisteva alle sue tentazioni. Il sog

Le parole di Liam non ingannano il diavolo. Che invece urla. Incantatori! Ci stanno ritorcendo uno contro l'altro! Una delle creature incatenate guarda dietro Liam ed i suoi occhi si illuminano p

Liam effettua il suo trucco eccellentemente, dicendo Vengo nella pace di Gruumsh e gloria di Atrokos. Questo soddisfa e allo stesso tempo sconcerta il gruppo di orchi che ha osato dubitare della

Liam

descrizione

Spoiler

Piuttosto alto e ben piazzato, Liam potrebbe da lontano anche essere scambiato per un umano o un mezz'elfo particolarmente robusto. Da vicino, comunque, diversi tratti caratteristici permettono di indovinare la sua natura non esattamente umana: innanzitutto la carnagione quasi diafana, simile a quella di un albino, e poi gli occhi rosso brace, con la pupilla nera verticale. I capelli, tenuti lunghi e ben curati, sono rossi come le fiamme che ardono negli Inferi e da ognuna delle nocche delle mani spuntano piccole protuberanze, forse vestigia ancestrali degli artigli che i suoi antenati - i discendenti diretti di Atrokos - dovevano aver posseduto in epoche remote.

Sulla fronte, nascoste dai capelli, stanno due piccole corna di osso nero, leggermente ricurve all:indietro.

La sua voce é molto profonda, così come greve é il tono con cui parla. Spesso, quando cerca di osservare le cose distanti, tende a socchiudere gli occhi a causa di un piccolo difetto visivo sviluppatosi a seguito delle molte - troppe - ore trascorse chino sui libri.

Normalmente indossa robusti ed un po' logori abiti da viaggio sormontati da una cappa nera, che lo avvolge completamente. Il volto é quasi sempre in ombra, totalmente coperto da un cappuccio che nasconde totalmente i tratti somatici, lasciando solo parzialmente visibili gli occhi color brace.

Il rito si é concluso in maniera assolutamente inaspettata e, anche se ha avuto successo grazie al sacrificio del vecchio, adesso non sono esattamente nelle condizioni per gioirne.

Ma, come mi insegnó tanti anni fa Aaron, l'importante é stringere i denti e tenere duro, in attesa del momento giusto.

Mi trovo spesso, da quando sono qui, a ripensare ad Aaron, il mio maestro, mio padre. L'uomo che mi ha allevato per sacrificarmi ad Atrokos, salvo poi sacrificarsi lui stesso per salvarmi.

Da quando ho incontrato il diavolo della fossa continuo a domandarmi se davvero sia morto o se anche lui si trovi qui sotto, ancora intento ad aspettare il momento propizio.

E non sono l'unico ad aspettare: la maggior parte dei prigionieri si trascinano in attesa della fine, ma i miei compagni di cella sembrano diversi: sono tutti giunti di recente- a quanto ho capito - e paiono abbastanza vigorosi da voler ancora combattere, se solo se ne presentasse l'opportunità.

In realtà poco sanno di me, e poco io so di loro. Ció che sanno é che sono taciturno, che ho un brutto carattere e che ogni mattina, appena sveglio, rivolgo una breve preghiera alla mia Signora, Lady Mystra, maestra dell'Arte.

E che odio profondamente Atrokos e sono stato catturato mentre tentavo di ostacolare i suoi piani.

Inutile dir loro altri dettagli: gli Arpisti ed Elasia sanno tutto e - certamente - si stanno preparando ad affrontare la bestia, ora che le piume sono distrutte, pertanto rivelare ad altri questi segreti non farebbe che creare rischi inutili per loro e per i miei compagni, se sono sopravvissuti.

Il pensiero mi attraversa la mente per un momento: Fred e Nathaniel sanno di certo cavarsela, ma che ne sarà stato di Maya? Lei é sotto la mia responsabilità, come mia responsabilità é tirar fuori tutto il potenziale che nasconde sotto quel viso ancora da bambina...

Per questo, ora che sismo in cella, mi metto di nuovo ad osservare i collari che bloccano la mia magia, in cerca di un punto debole o un indizio, sfruttando la memoria per ricordare cose che possano essermi utili nell'organizzare una fuga.

 

@Master

Spoiler

Conto di aver avuto un po' di tempo per rimuginare sulle cose, quindi ti elenco le cose che Liam ha tentato di fare:

- prova di conoscenze (quale non so, comunque +8 storia e natura, +12 arcane e religioni) per capire come disattivare i collari

- prova di conoscenze per capire dove ci hanno portati (magari dall'accento dei carcerieri o da riferimenti?)

- prova di investigare (+8) per capire dove trovare cose utili per una fuga (oggetti per disattivare i collari, armi, vie di fuga).

 

Link to post
Share on other sites

Talien Myrrin

Descrizione

Spoiler

Piuttosto alto, il fisico asciutto ma solido, Talien fatica a tenere nascosto il suo sguardo curioso, dietro quegli occhi colore della ametista. I morbidi capelli nelle tinte del mogano gli incorniciano il viso tagliente, cadendo scomposti in una corona di riflessi. Le pelle pare aver catturato la prima luce di una alba estiva, in un tenue chiarore stranamente familiare. 

Al di là dell'aspetto vagamente esotico, Talien si porta però con una tranquilla semplicità, celando la mimica, studiatamente accentuata, dietro le parole e le cadenzate parole dietro ľespressività.

Veste di colori semplici (quando non è ai ceppi), in pratici abiti da viaggio solo apparentemente anonimi. 

"Non mi sembra ci stiano lasciando molta scelta: morire di fatica ed inedia; morire per il dolore; oppure, morire infilzati su di una picca cercando di andarsene e fuggire...", ragiono, sconsolato. 

"E fra le tre, io so per certo cosa preferisco. L'idea di aspettare che mi scelgano come cavia per i loro sadici giochetti non mi entusiasma per niente.

Chi è con me?", domando infine. 

Link to post
Share on other sites

@Liam

Spoiler

I collari sono fatti di adamantio e non sono fatti per essere facilmente scassinabili. Credi che serva un incantesimo per aprirli, visto che non vedi nessuna serratura.

Sei sicuramente nel sottosuolo, dove non è chiaro perché tutti i carcerieri sono diavoli, mezzi diavoli e tielfing. Tra i prigionieri, però, ti sembra di riconoscere parecchia gente del nord della costa della spada.

Per la prova di investigare, ti servirà qualcosa di più specifico per avere informazioni migliori. Per adesso sai che lungo la via verso le miniere vedete altri cunicoli che vanno in direzioni diverse ma non sai dove si dirigono.

@tutti

Spoiler

Vi ricordo di scrivere anche cosa sanno gli altri pg di voi per convenienza, considerando abbiate già passato più di un giorno insieme non siete dei completi sconosciuti.

@Hicks Non hai ancora seguito la discussione. Ti stai perdendo i nuovi post.

 

Link to post
Share on other sites

Burnon Bearded Boston, nano barbaro

Descrizione

Spoiler

ee37d5f737409b7963c1aaf36fc55fb1.jpg

Un nano molto, ma molto grosso. Con una barba molto, ma molto lunga.

Nonostante gli ultimi giorni lo abbiano provato, la sua stazza sembra non essere ancora intaccata.

Nonostante sia un nano a tutti gli effetti, lo vedete spesso avere atteggiamenti e modi di dire o di fare tipicamente umani.

Parlottando con lui, si scopre che effettivamente è stato cresciuto da umani, e solo ultimamente ha ripercorso le sue radici ancestrali.

Non si è sbottonato più di tanto su cosa lo ha portato qui, ma ha detto che si è trovato qui seguendo le tracce di Atrokos per una questione di famiglia.

Come ogni giorno, tranne quando vengo pestato a sangue, passo la sera a borbottare, maledire questi diavoli e cercare un modo per uscire da qui!
Studio sempre con attenzione la nostra cella, ci deve essere un modo per andarsene da qui!

Spoiler

Studio attentamente dove mi trovo, usando l'abilità di razza su lavorazioni in pietra, per avere un bel +7 per trovare eventuali punti deboli strutturali, nella cella, nelle catene, ovunque.

Quando quello che si è presentato come Talien parla, mi limito a rispondere con calma.

"Concordo. Non sono venuto qui per lavorare per queste creature. Andiamocene, o moriamo provandoci. Gli antenati ci proteggeranno!"

Link to post
Share on other sites

@Burnon

Spoiler

La cella fatta d'ossa è debole, potresti aprirla con facilità. Se non fosse che qualche incanto la rende più dura del ferro.

Il collare è fatto di un metallo più duro dell'acciaio. Non sai cosa sia ma non riesci a piegarlo con le mani in nessun modo.

La pietra delle prigioni, invece, è prevalentemente grezza e scavata. Siete in cunicoli sotterranei e quindi puoi aspettarti che ci sia roccia in ogni angolo attorno a voi.

 

Link to post
Share on other sites

Talien Myrrin

Cosa sapete di lui

Spoiler

Talien è un attore di una compagnia teatrale vagante, in giro per i Reami.

Ha di certo la parlantina sciolta, quando decide di usarla, anche se sembra riservarla per quando è utile e non per farsi semplicemente notare. 

Si scruta molto spesso attorno, con particolare attenzione. 

Non è certo il più forte dei lavoratori forzati, ma almeno sembra tenere sempre il passo e tende ad essere di conforto per chi è in particolare difficoltà. 

 

Link to post
Share on other sites

Taylor Westwise

Descrizione

Spoiler

 

Taylor è un uomo tra i trenta e i quarant'anni, di bell'aspetto e per quanto possibile curato. Da quando lo avete incontrato non ha parlato molto, rimanendo molto silenzioso e pensieroso. Sapete che è stato costretto a lavorare per Atrokos (a che riguardo ha preferito non dirlo), e che si trova qui per aver provato a scappare.

Immagine

 

Mi trovo seduto in un angolo della cella, a fissare il pavimento e a tormentarmi il collare. Ogni rumore proveniente dall'esterno mi fa scattare di paura. Speriamo che oggi non si faccia vedere... penso con un brivido, riferendomi a Krasos. 

I miei compagni di cella iniziano a complottare un'evasione. Faccio finta di non ascoltarli mentre li osservo con la coda dell'occhio. Che illusi, fuggire da Atrokos... sarò sembrato anch'io così ingenuo quando ho progettato la mia fuga?

Poso lo sguardo sull'uomo che si è presentato come Talien. Ammetto di trovare le sue parole convincenti...forse persino troppo. Potrebbe benissimo essere una spia... un figlio del diavolo, infiltratosi tra noi per testarci... Oppure si tratta di una tortura crudele, per farci assaggiare un po' di speranza... O forse... Sbuffo e mi strofino la faccia, cercando di scrollarmi di dosso la paranoia. Anche se fosse, cosa ho da perdere ormai? In ogni caso, meglio andarci cauto...

Hai forse un piano? chiedo con voce rauca all'uomo dagli occhi violacei.

 

Link to post
Share on other sites

Liam

Noto il nano guardarsi intorno come un animale in gabbia: piú volte l'ho visto saggiare i collari e le sbarre, ma senza successo.

E come avrebbe potuto riuscirci? 

Per rispetto verso la - a me ben nota - cocciutaggine di quella fiera razza l'ho lasciato tentare, ma adesso credo sia sufficiente.

Anche l'umano di nome Talien pare intenzionato a tentare la fuga, quindi tanto vale rivelare ció che so: non sono certo sia fattibile per ora, ma tanto vale fornire ogni informazione.

Inutile tentare di infrangere le sbarre o i collari... Esordisco, senza rispondere direttamente alla domanda ma mostrandomi comunque collaborativo, nonostante il mio tono possa risultare (lo so) a volte irritante nella sua accademaccademicità le prime sono permeate di un incantesimo che le rafforza avvolgendole in un impalpabile muro di forza magico. Neppure un gigante potrebbe frantumarla con la forza fisica. Per quanto concerne i collari, invece, sono di adamantino e chiusi con la magia. É probabile serva un incantesimo per aprirli.

Taccio un momento, per vedere se é necessario approfondisca qualcosa di quanto detto Pensare di fuggire dalla gabbia é francamente illogico. Chi volesse tentare un'evasione dovrebbe farlo quando ci portano nei tunnel, ma servirebbe un piano e almeno un'idea di quale strada percorrere.

@Master

Spoiler

Di solito chi viene a prenderci per portarci al lavoro? Tiefling, mezzodemone o demoni?

Abbiamo visto oggetti utilizzabili come armi?

 

Link to post
Share on other sites

@tutti

Spoiler

Rispondo alla domanda di Liam per tutti.

Quando andate a lavoro venite scortati da degli imp, la luce è molto scarsa perché viene solo dalle candele che gli imp hanno con loro (adesso, invece, è buio pesto, mi ero dimenticato di specificarlo).

Se volete cercare armi improvvisate nel tunnel dovete fare prove di percezione mentre andate perché per ora non ne vedete.

 

Link to post
Share on other sites

Talien Myrrin

"No, purtroppo non ho nessun piano in mente, messer Taylor, ma le parole di messer Liam non fanno ben sperare sulla possibilità di usare la forza per scappare da questa nostra condizione. Ci resta Mariuccia ľastuzia... e la disperazione, temo", commento, guardando i miei compagni di sventura.

"Forse, anche solo capire dove siamo e cosa stiamo esattamente facendo potrebbe aiutarci non poco...".

Link to post
Share on other sites

La vostra discussione viene interrotta da una luce che si avvicina. Un imp si fa vedere davanti a voi, agita un campanello e le sbarre si aprono. A lavoro! Forza! Dice il diavoletto, attendendo di vedervi mettere in marcia prima di andare a chiamare un altro gruppo.

Link to post
Share on other sites

Burnon Bearded Boston, nano barbaro

Arriva il nostro aguzzino... Ora basta! Mi alzo ma stavolta non lo asseconderò! Assaggerà quanto è dura la mia testa, per gli antenati!

Mi avvicino con le peggiori intenzioni, ma uno sguardo secco di Liam mi ferma.

Forse ha un piano, forse un'idea. Mi farmi, mordendomi il labbro.

Pazienza.

Un giorno in più non fa molta differenza, lo ucciderò domani...

Link to post
Share on other sites

Liam - Mago Tiefling

Quando l'Imp ci viene a chiamare, per un momento penso che il nano lo stia per attaccare. La mia occhiata é perció di avvertimento: se reagissimo ora, sarebbe difficile riuscire a scappare.

Ci serve un buon piano mi dico, avviandomi in silenzio dietro al diavoletto con gli occhi ben aperti. In questi primi giorni sono stato colpevolmente inerte, troppo intento a preoccuparmi del destino di Maya e degli altri, ma ora é giunto il momento di agire per porre fine a questa situazione!

Link to post
Share on other sites

Talien Myrrin, mezzelfo bardo

Colgo lo sguardo tra i miei compagni di prigionia e capisco che, per quanto maggiormente consapevoli dei rischi, non sono ancora pronti per un tentativo di fuga. Ma il momento potrebbe essere vicino. 

Mi studio attentamente attorno ed obbedisco agli ordigni della odiosa creatura. 

Link to post
Share on other sites

L'imp vi fa uscire, poi apre alcune celle dietro di voi e vi mettete in marcia. Una coppia di nani seguono immediatamente dietro di voi, stanchi ed affamati.

Ci sono diversi metri prima che usciate dalla fila di prigioni, qui arrivate nella grotta centrale dove vengono distribuite le picche. Altri due tunnel sono quelli da dove provengono le persone nelle altre sezioni della prigione e tutti conducono in questa sala principale. Di fronte a voi vedete il tunnel che sta venendo scavato, con tutte le persone già armate di picche che si avviano a lavorare.

Di fianco che una scalinata grezza che sparisce nell'oscurità. Un altro tunnel va verso una grotta dove la roccia scavata nel vostro tunnel viene depositata.

Infine ci sono altri due tunnel, uno a destra ed uno a sinistra, e voi notate un via vai di carcerieri in entrambe le direzioni.

Non sentite correnti d'aria da nessuna parte. Dovete essere per forza in profondità nel sottosuolo.

Diverse carriole piene di picche sono davanti a voi, due diavoli con tentacoli acuminati attenti ad osservare che ognuno prenda la sua e si metta in fila. Le picche non sono molto appuntite, ma nelle mani giuste posso facilmente uccidere. Difficile, però, portarsela con sé, visto che al ritorno vi viene fatta posare sotto stretto controllo.

Burnon nota anche che alcuni pezzi di roccia potrebbero essere staccati con non troppa difficoltà dai muri. Questi sassi sarebbero più utili con delle fionde, ma con forza sufficiente potrebbero fare danni.

Oltre ai diavoli alle carriole, c'è un trio di diavoli con il corpo pieno di aculei davanti al tunnel dove lavorate. Questi tre restano a sorvegliare tutto il tempo mentre i barbuti passano una volta ogni tanto a dare frustate. Oltre ai diavoli con gli aculei, ci sono sempre tra i quattro e i sei lemuri che sorvegliano da vicino e una decina di imp che svolazzano, insultano e ridono.

La giornata è faticosa ed alcuni di voi cominciano ad avere difficoltà a sostenere il ritmo di lavoro che vi stanno imponendo. Talien e Taylor si ritrovano a fine giornata con la schiena a pezzi e le gambe che faticano a reggerli in piedi. E per loro diventerà sempre più difficile mantenere il passo con i lavori.

Prima di tornare in cella dovete passare di nuovo dalle carriole, che sono state riportate al centro dopo essere state usate per i lavori. Gli imp chiudono le sbarre con il suono del loro campanellino e presto dei lemuri compaiono portandovi il brodo da mangiare.

Dopo di ché tutte le guardie spariscono dal tunnel, lasciandovi nuovamente nell'oscurità totale della vostra cella.

@dadi

Spoiler

Tiro salvezza di costituzione per il lavoro forzato:

  • Burnon Bearded Boston: 1d20+8 = 13+8 = 21 superato
  • Liam: 1d20+6 = 14+6 = 20 superato
  • Talien Myrrin: 1d20+2 = 10+2 = 12 fallito; 1 livello di affaticamento.
  • Taylor Westwise: 1d20+7 = 4+7 = 11 fallito; 1 livello di affaticamento.

Ogni tanto che passate un giorno a lavorare farò questo tiro per vedere come ve la passate. Ovviamente la notte in cella non conta come riposo lungo per togliervi l'affaticamento in questo caso data la mal nutrizione che vi danno e le pessime condizioni.

 

Link to post
Share on other sites

Talien Myrrin, Mezzelfo Bardo

"Voi... fate come volete...", ansimo, crollando a terra, stravolto, "ma io, domani, provo ad andarmene. Non ho intenzione di starmene qui, a morire lentamente di fatica ed inedia. Meglio farsi uccidere velocemente, a quel punto".

Link to post
Share on other sites
  • Similar Content

    • By SamPey
      @bobon123, @Alabaster, @Cuppo, @Casa @unendlich
      Questa sarà la cassa comune, man mano si andrà avanti con l'avventura. Nel TdS potrete discutere su cosa prendere e a chi affidare le varie cose. Se ci sono discrepanze o qualcosa non vi torna, segnalatemelo nel TdS. 
      CASSA COMUNE
      Monete: 27 Mo 25 Ma 15 Mr
      • Libro incantesimi (individuazione del magico, unto, allarme) (lo tiene Nicodemo x copiarsi gli incantesimi);
      • Balestra leggera con 12 quadrelli;
      • Libro incantesimi (dardo incantato, individuazione del magico, armatura magica) (lo tiene Nicodemo x copiarsi gli incantesimi);
      • Pugnale di buona fattura;
      • Pendente con zaffiro [focus arcano] da 10 Mo;
      • 2 set vestiti cultisti riparati.
       
       
      Ps. (soprattutto per @Alabaster) 
      I libri degli incantesimi si possono vendere se si trova un acquirente adatto. Il prezzo varia da libro a libro. Solo il volume costa dalle 10 alle 50 Mo + 25 Mo per ogni slot (esempio: se il libro contiene dardo incantato si aggiunge 25 Mo, se contiene Palla di fuoco si aggiunge 75 Mo, se contiente entrambi si aggiungono 25+75 Mo). In parole povere se si trova l'acquirente giusto è un'ottima valuta di scambio.
      OGGETTI TROVATI "PERSONALI"
      (si ringrazia Alabaster per le Pic)
      @Alabaster
      @Casa
       
    • By Athanatos
      Alleati
      Arken, chierico umano, del gruppo originale, prigioniero di Pollingart Ithilme, chierica drow, del gruppo originale, prigioniera di Pollingart Kosef, monaco psionico, del gruppo originale, con voi Vorlen, gnomo ranger, unito di recente a voi Morrigan, amica di Theo, sparita di recente Lord Orion, nobile e mercante, prigioniero di Jelad ma ora membro del Consiglio Mata Riri, ranger dalla foresta, amico di Zisanie Thalyma, sacerdotessa di Selune, ha aiutato Zisanie a contattare i druidi in passato. Situazione attualmente non nota Fazione dei coltelli del popolo (al momento alleati)
      Jelad, leader dei coltelli del popolo e nuovo eletto pretore, membro del Consiglio Ven, seconda in capo dei coltelli, membro del Consiglio Thulmar, nano fabbro, membro del Consiglio Maestro d'Alba, chierico di Lathander, membro del Consiglio Urumir, mezz'orco dai bassifondi, membro del Consiglio Fazione del culto di Mask (al momento nemici)
      Pemir, tielfing capo del culto di Mask Lorimas, senatore e membro segreto del culto di Mask Julius, membro di medio rango nel culto di Mask, vostro prigioniero Fazione delle guardie cittadine (al momento nemici)
      Pollingart, ex pretore (capo delle guardie), precedentemente controllato da Sarkt Crugo, capo della corporazione dei metalli, mercante più potente della città Killimbert, capo corporazione degli oggetti magici, precedentemente usato da Asadel per rifornire il suo piano senza la sua conoscenza, al momento prigioniero di Jelad Zantar, sergente che vi dava la caccia fin dall'inizio, apparentemente onesto, opinione sugli eventi attuali ignota. Morti (scritti qui perché i nomi possono essere ancora utili da ricordare)
      Sarkt, mind flayer che voleva controllare la città, lo avete ucciso voi. Lesmet, capo della corporazione delle spezie, prima vittima di Sarkt, assassinato da Asadel. Naalhmen, figlio di Lesmet, burattino di Sarkt nel corse del tempo che lo avete conosciuto, ucciso dal mind flayer prima di essere sconfitto. Asadel, maga elfa, lavorava per Killimber ma in segreto per il culto di Talos, uccisa da una succube dopo essere stata catturata. Sergen, anche noto come il fantasma, assassino di Lesmet per conto di Asadel. Morto per mano vostra dopo che si è unito a Sarkt. Otsdur, arcidruido della foresta di Jutgheir, morto di fatica dopo aver distrutto il mostro che teneva prigioniero. Weeham, duergar rinnegato, lottava per Sarkt, ucciso da voi mentre lo proteggeva.
    • By Athanatos
      Il mercante di Dawnstar
      Eravate arrivati a Dawnstar con uno scopo semplice, risolvere l'omicidio del ricco mercante Lesmet e farvi pagare dal figlio Naalhmen. Subito però trovate che la situazione non è facile come sembrava. Durante le indagini scoprite la presenza di un grande complotto che coinvolgeva l'assassino di Lesmet, la maga Asadel ed il culto di Thalos. Catturate i primi due ma la maga viene assassinata da una succube, vi dirigete verso la foresta e sconfiggete il culto. Nel frattempo vi imbattete in una comunità di druidi che proteggono la prigione di un mostro malvagio ed usate l'artefatto che i cultisti stavano usando per i loro piani per distruggere questo mostro invece che liberarlo.
      All'apparenza sembrava tutto finito, ma al ritorno in città scoprite di essere ricercati, quelli di voi che non erano partiti per la foresta in prigione e al centro di questo pare esserci proprio Naalhmen ed il pretore della città, Pollingart, che ha quasi effettivamente dichiarato un colpo di stato nel frattempo.
      Vi nascondete mentre cercate di scoprire cosa sta succedendo, pian piano rendendovi conto della presenza di un altro complotto, uno a cui avete involontariamente fatto parte. Sartk, un mind flayer, si era infiltrato nella città e stava cominciando a prendere il controllo delle menti delle persone più importanti, partendo proprio da Lesmet e suo figlio. Asadel era solo un ostacolo nei piani di questo mostro, quindi ha chiamato voi per toglierla di mezzo mentre consolidava il suo potere sulle forze armate della città.
      Dopo aver fallito diverse volte a muovervi contro la creatura, decidete di unire le forze con degli alleati questionabili. I rivoluzionari noti come i coltelli del popolo, guidati da Jelad, e l'organizzazione criminale del culto di Mask, guidata dal tielfing Pemir.
      Insieme organizzate una trappola: attirare le forze di Pollingart verso una falsa pista, infiltrare la sua fortezza per prenderla dall'interno ed attaccare la casa di Naalhmen dove Sartk si nasconde.
      Tutto va alla perfezione, inseguite il mind flayer fino alla sua tana nel sottosuolo dove i suoi alleati duergar lo difendono fino alla morte, ma riuscite comunque a sopraffarlo.
      Il futuro di Dawnstar
      Vi svegliate ad una città cambiata radicalmente. I coltelli del popolo hanno preso la fortezza e da lì hanno dichiarato un nuovo ordine, che comincia con la cattura dei mercanti e nobili della città, la razzia delle loro case e l'esposizione delle teste dei soldati uccisi sulle strade.
      Decidete di restare per cercare di limare le parti più estremiste di questa rivoluzione, usando la vostra influenza guadagnata nella lotta contro il mind flayer.
      Il primo giorno venite incaricati di portare alla giustizia Crugo, uno dei mercanti più potenti della città, ma uno scontro difficile contro le guardie e la conoscenza che la famiglia è già fuggita dalla casa vi convince a ritirarvi. Poi andate a salvare lord Orion, il nobile che vi ha supportato di più negli ultimi tempi. Decidete insieme che la scelta migliore per la città e lasciare che venga catturato, ma riuscite a portare il salvo sua moglie, lontano dal caos di Dawnstar e verso le montagne dove vivono i nani dell'isola.
      Vi aspettate di aver perso il favore di Jelad dopo il fallimento con Crugo, ma quando lo trovate si mostra comprensivo e vi rivela la fattoria dove i vostri amici si nascondevano è stata attaccata.
      Esplorate il posto, convinti non possano essere morti e presto scoprite delle tracce che portano ad una segheria abbandonata e verso delle gallerie sotterranee. Seguite tracce di fango nelle gallerie fino ad un covo dove dei membri del culto di Mask tengono prigionieri alcuni dei vostri amici. Li attaccate, catturate e liberate i prigionieri. Purtroppo scoprite che gli altri sono stati dati a Pollingart e li usa ora come leva nelle trattative con Jelad. Tutti tranne una, Morrigan. La misteriosa amica di Theo sembra essere sparita dopo l'attacco alla fattoria e da allora nessuno l'ha vista.
      Theo viene offerto una posizione nel nuovo consiglio cittadino ed usa l'occasione per convincere Jelad ad aggiungere Orion al consiglio, come segno di pace verso i mercanti.
      La strada è ancora lunga verso la pace. Ma ancora procedete un passo alla volta. Adesso siete intenti ad usare i prigionieri per mappare le gallerie sotterranee e, sperabilmente, scovare Pemir stesso.
    • By Athanatos
      La fuga
      Chi per una ragione, chi per un'altra, vi siete trovati tutti nelle prigioni di Atrokos, forzati a scavare un tunnel nel sottosuolo fino alla morte da un crudele mezzo diavolo, Krasos. Privati di magia, forze, cibo e speranze.
      Con un'ultima, disperata mossa, vi ribellate alla prigionia prima che il lavoro forzato vi uccida. La fuga non è priva di difficoltà, ma i successi si accumulano velocemente nel numero di persone che radunate e guidate contro Krasos, sconfiggendolo. Convincente anche un gruppo di mercenari a ribellarsi al dominio dei diavoli, insieme raggiungete un portale per Cillyscat, un'isola a largo di Waterdeep. Guidate la maggior parte dei prigionieri liberati oltre al portale ma voi restate indietro a salvare il resto dei prigionieri, messi alla sala delle torture perché troppo deboli per lavorare con voi.
      Usando un diavolo assoggettato con la magia, vi fate strada più facilmente, anche se incontrate resistenza alle prigioni. Ma riuscite a salvare tutti e vi avviate verso la salvezza. La vostra strada è tagliata corta dalle forze di Atrokos, quindi cercate rimedio correndo nella parte opposta e saltando dentro il primo portale disponibile. Questo vi porta in una terra congelata, che scoprite essere nel Dorso del mondo. Prima di addentrarvi, manipolate il portale per impedire di essere inseguiti con facilità, guadagnando del tempo.
      Nella neve
      Non è facile fuggire ora che siete in mezzo al nulla nelle montagne più gelide conosciute. Trovate un fiume e cominciate a seguirlo, sperando di trovare una comunità dove trovare aiuto. Il percorso subito diventa reso difficile da diavoli nei cieli, lupi sulla terra ed una bufera che vi prende alla sprovvista.
      Mentre siete sul punto di trovare un riparo, venite trovati da un gruppo di lupi invernali guidati da un gigante del gelo, sconfiggete questo nemico ma alcuni dei lupi fuggono per raccontare la storia. Questo convince Anardilango, la vostra druida che finora vi aveva fornito cibo, ha lasciarvi per coprire le vostre tracce.
      La storia continua...
    • By Athanatos
      Personaggi che vi accompagnano (assieme ad altri png non nominati):
      Otral spaccaferro, orco prigioniero liberato.
      Lothreon, soldato mercenario ribellato a Atrokos.
      Thothran, nano liberato.
      Ayersh Trall, capocomico della compagnia Liberi Sognatori.
      Salhanta Trall, moglie di Ayersh e un tempo tesorerie della compagnia
      Shayndra Umiel, una giovane cormyriana, attrice dei Liberi Sognatori.
      Larissa Tornyan, silenziosa conciatrice dei Liberi Sognatori.
      Puk, un ragazzino orfano raccolto dalla compagnia dei Liberi Sognatori.
      Hostard, cuoco della compagnia dei liberi sognatori.
      Anardinango, druida liberata.
      Nemici:
      Atrokos, diavolo della fossa, attuale arcinemico di tutti i pg. Krasos, uno dei figli di Atrokos, guardiano delle prigioni, ucciso nella fuga. Vecchi compagni di Liam (Posizione ignota, esclusi quelli ritirati dal gruppo):
      Rarorac, druido che era sul punto di prendersi carico della prigionia del figlio di Atrokos. Frederik, nano dall'isola di Cillyscat. Uno dei più fedeli compagni di Liam. Maya, apprendista di Liam. Nathanien, tibbit psionico. Kumar, mago piromante. Alleati arpisti:
      Elasia, drago d'oro, ingannata da Atrokos per concepire il suo figlio prediletto. Gileos, elfo arpista, contatto che ha introddo Liam ad Elasia.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.