Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

E' uscito Baldur's Gate: Descent into Avernus!

A partire da ieri, 17 Settembre 2019, è disponibile in tutti i negozi Baldur's Gate: Descent into Avernus, il nuovo supplemento d'avventura in inglese per la 5e ambientato nella celebre città di Baldur's Gate, presso i Forgotten Realms, e all'interno del primo livello dei Nove Inferni, conosciuto con il nome di Avernus. In questo nuovo manuale è possibile trovare un'avventura per PG di livello 1-13, informazioni sulla città di Baldur's Gate e sull'Avernus, le regole per giocare i patti col diavolo, le meccaniche dedicate ai veicoli - in particolar modo quelle riguardanti le Macchine da Guerra Infernali (Infernal War Machines) che potranno essere usate per partecipare a infernali gare automobilistiche in stile Mad Max -, nuovi mostri e altro ancora. Il prezzo del manuale è 49,95 dollari.
La Asmodee Italia non ha ancora rivelato nulla riguardo l'uscita della versione tradotta in lingua italiana.
Per maggiori informazioni su Baldur's Gate: Descent Into Avernus potete leggere l'articolo che abbiamo dedicato al suo annuncio ufficiale da parte della WotC.
Qui di seguito, invece, potete trovare le anteprime rilasciate dalla WotC in questi mesi:
❚ Le Statistiche della Macchina da Guerra Infernale (Infernal War Machine)
❚ La mappa dell'Avernus e altre immagini
❚ Il Sommario e l'inizio del Capitolo 1

Read more...

PF2: Una nuova Ascendenza e un'avventura introduttiva gratuita

Nell'ultima anteprima per la Lost Omens Character Guide è stata rivelata una nuova ascendenza: i lucertoloidi

I Lucertoloidi sono di taglia Media, con 8 pf e una velocità 7,5 metri. Hanno degli aumenti di caratteristica a Forza, Saggezza e un potenziamento libero, ma un abbassamento di caratteristica all'Intelligenza. I loro artigli affilati conferiscono loro un bonus agli attacchi senz'armi e possono trattenere il fiato sott'acqua per un lungo periodo di tempo. Come nelle altre anteprime possiamo anche scoprire uno dei loro talenti di ascendenza.

La Paizo ha anche reso disponibile un'avventura introduttiva scaricabile gratuitamente per Pathfinder 2E, intitolata Torment and Legacy

Come ci dice lo sviluppatore dell'avventura, Stephen Radney-MacFarland:
Questa breve avventura è stata pensata per permettere ad un GM di presentare il gioco ai neofiti, mostrando le nuove regole in maniera veloce e divertente. Questa avventura può essere svolta con quattro giocatori in un'ora, il che vi fornisce sufficiente tempo per esporre le regole basilari del gioco ai partecipanti prima di lanciarvi all'avventura. Potete anche gestire quest'avventura con fino a sei giocatori, ma in tal caso ci vorrà un po' di più per completarla".
Il PDF gratuito di 21 pagine include l'avventura, sei personaggi pre-generati di 1° livello ed un comodo foglietto di riferimento alle regole. Viene indicato come sia necessario un Core Rulebook di PF2 per giocare (assieme ai soliti dadi, mappe, miniature ecc) ma è incluso anche un link alla SRD di PF2.
Read more...

Ed Greenwood ci spiega le origine di Mirt il Prestasoldi

Articolo di Ed Greenwood del 18 Agosto
Nell'estate del 1965, in una piccola casetta in una zona secondario dell'elegante quartiere newyorkese di Don Mills, un ragazzo alto e magro, dal carattere timido e schivo siede nella penombra del salotto di casa, scribacchiando parole con una matita su un foglio di carta.
Su TUTTO il foglio di carta: quando lo ha riempito orizzontalmente lo ruota di 90 gradi e scrive di traverso sopra le altre parole. Dopo di che si sposta sui margini, di modo da evitare fino all'ultimo di doverlo girare. Non perché sia povero o abbia mancanza di carta, ma perché è stato allevato da zie e nonne cresciute attraverso due guerre mondiali e una depressione, quindi sa bene che nulla va sprecato. E sta scrivendo su dei sacchetti di carta della spesa aperti e appiattiti col ferro da stiro per la stessa ragione. Avrà accesso a della vera carta e a quel macigno della macchina da scrivere Underwood Eight del padre in futuro.

Per ora è pervaso dalla creatività, mentre scrive su un vecchio, ansimante, grasso - e solitamente con la parte frontale di qualsiasi cosa stia indossando piena di macchie di cibo e vino - mercante con dei vecchi stivali da pescatore (ovvero un imbroglione) e strozzino, Mirt. Un tempo un capitano mercenario, detto Mirt lo Spietato, ma ora non più. E prima ancora un gioviale avventuriero che ha girato il mondo con il suo fido amico Durnan, prima che i due facessero fortuna nel Sottomonte e Durnan avesse il buon senso di ritirarsi a vita agiata, sposare la sua vecchia fiamma e comprare il Portale Sbadigliante.
Mirt ha avuto meno...buon senso. Quindi la sua parte del bottino è stata spesa festeggiando e mettendo in piedi la sua compagnia di mercenari, fino che il "Vecchio Lupo" è diventato troppo vecchio per assaporare la vittoria e quasi troppo vecchio per sopravvivere, dovendosi quindi ritirare e iniziare il suo lavoro attuale.
Ed è così che l'ho incontrato per la prima volta, mettendo assieme il suo personaggio combinando il Falstaff di Shakespeare, Glencannon l'ingegnere navale ubriaco di Guy Gilpatrick e il Nicholas van Rijn di Poul Anderson (uno dei momenti più belli della mia vita è stato l'aver incontrato Poul, poco prima della sua morte, e ringraziarlo di persona; per mia somma felicità ne è stato felice e mi ha incoraggiato entusiasticamente). Mi immaginavo Mirt come una persona ormai non più tanto giovane da riuscire a battere o a fuggire dai suoi nemici, dovendo quindi essere più furbo. Il che implicava che una classica storia di Mirt finiva con quest'ultimo che fuggiva da una cittadina un passo avanti avanti alle autorità, ai vecchi rivali e ai nuovi nemici che si era fatto durante la storia.
Il che implicava che si doveva muovere verso sud da porto a porto lungo una costa, la quale entro la fine di quell'anno avrei saputo essere la Costa della Spada, parte di un continente che l'anno seguente avrei chiamato Faerûn, in un mondo che noi appartenenti al mondo reale conosciamo come "I Reami Dimenticati".
Da Fireshear, dove appare nella prima storia, fino al sud, Mirt mi ha mostrato la Costa della Spada e ha portato in vita i Reami. In storie che non sono mai state pubblicate.

Sì certo, c'è una "prima" storia dei Reami, intitolata “One Comes, Unheralded, To Zirta,” che è stata distribuita per la prima volta ad un banchetto presso una delle prime Gencon, ed è stata in seguito pubblicata "ufficialmente", ma si tratta di una storia su cui sono ritornato spesso, per sistemarla ed allargarla e, quando sono migliorato come scrittore, per tagliare quei pezzi che andavano eliminati per poi diventare delle storie a parte, in modo da riportare un po' di coerenza e da focalizzare ciò che rimaneva. Quindi è stata ed è la prima storia dei Reami, ma la versione attualmente in stampa discende dall'originale. Nelle storie dei Reami Mirt è uscito da quella storia entrando in una carovana diretto verso l'interno della Costa della Spada, per poi cominciare il suo giro di truffe e raggiri tra i porti diretto verso sud.
Quando giunse a Waterdeep sapevo di essere arrivato a casa. Questa era la città in cui volevo vivere, che volevo davvero esplorare e l'ho fatto. Eventualmente essa (e il Sottomonte) divennero il centro della prima avventura nei Reami con D&D, mentre Shadowdale sarebbe stata la seconda; la prima era il gruppo originale, la Compagnia dei Folli Avventurieri, che cominciarono a conquistare il mondo nel 1978, mentre la seconda è stata la prima di molte mini-campagne che ho svolto presso varie librerie pubbliche dove lavoravo, seguita poi poco dopo da campagne ambientate nel Cormyr e in altri luoghi come Scornubel, Battledale, Highdale.
E i Reami iniziarono così a diventare sempre più profondi e ricchi con queste campagne, perché non ero più solo io che scrivevo storie per mio piacere, ma avevo giocatori che volevano che i loro personaggi avessero dei lavori e potessero comprare dei terreni, che volevano sapere quali vini e birre stavano bevendo o scoprire le ricette dei cibi che i loro personaggi immaginari stavano mangiando. Volevano esplorare ogni singolo negozio e carro, per scoprire cosa contenevano al loro interno. Da dove venivano i prodotti, perché costavano così tanto, come funzionava l'economia?
E le storie e i pettegolezzi locali? Come sarebbe stato vivere in questo punto tutto il tempo?
E se per questo come funziona la vita quotidiana dei mostri? In cosa sono differenti dagli umani?
Dato che Ed era curioso quanto i suoi giocatori di scoprire il suo mondo immaginario, si è messo a scrivere le risposte ad ogni possibile domanda, iniziando a stratificare i mille dettagli che fanno impazzare alcuni giocatori e che sono tanto amati da altri. Dopo circa 50 anni che ho iniziato a lavorare sui Reami sono ancora impegnato a rifinirlo ogni giorno, sia ufficialmente che non, dato che le domande dei giocatori non smettono mai di arrivare e ora non devono più aspettare di incontrarmi alle convention per porle, visto che possono usare e-mail, Twitter e Facebook per contattarmi.
Quindi eccomi qui, quattro ore prima che io debba partire e viaggiare per un centinaio di miglia per subire un intervento al cuore, a rispondere loro.
Perché amo fare questo.

Ed è questo che sono i Reami: una dichiarazione di affetto a tutti gli amici che ho fatto in questi anni di gioco e di scrittura, e alla loro immaginazione.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/ed-greenwood-the-origins-of-mirt-the-moneylender.666767/
Read more...

Ecco la vera copertina di Eberron Rising from the Last War

Qualche tempo fa vi avevamo segnalato il fatto che la copertina fin ora mostrata di Eberron: Rising from the Last War, in uscita il 19 Novembre 2019 (potete trovare qui e qui maggiori informazioni sul supplemento), non era quella definitiva. Jeremy Crawford della WotC, infatti, aveva scelto di avvisare subito tutti del fatto che si trattava di una immagine segnaposto, vista la preoccupazione che si era diffusa presso molti giocatori sulla qualità di quella prima immagine.
La WotC, dunque, in questi giorni ha deciso di mostrare la copertina definitiva di Eberron: Rising from the Last War, che potrete vedere in fondo a questo articolo assieme all'illustrazione da cui è stata tratta (come al solito, per ingrandire le immagini cliccate su di esse).
In un video dedicato al nuovo supplemento su Eberron, Jeremy Crawford e Greg Tito della WotC hanno inoltre fatto le seguenti dichiarazioni sulla copertina del manuale, precisando ulteriormente che l'immagine precedentemente usata, tratta da una illustrazione di Ben Oliver, era in realtà pensata per un uso interno al manuale:
Tito: Abbiamo deciso di cambiare questa copertina, in ogni caso. Avremo una copertina differente per questo manuale... Abbiamo avuto la rara occasione di cambiarla, perchè i file (della copertina, NdTraduttore) non erano ancora stati inviati allo stampatore.
Crawford: Questo è corretto. Quando il manuale è stato annunciato eravamo ancora a una settimana dall'invio del manuale alla stampa. Abbiamo avuto una finestra di tempo per sostituire la copertina, il che era qualcosa su cui avevamo iniziato a discutere già da un po' di tempo quando ormai l'annuncio era imminente.
Tito: Ma, una volta annunciato (il manuale, NdTraduttore), abbiamo ricevuto anche molto feedback da parte dei giocatori che indicava che essi volevano una copertina differente e quel feedback ci ha galvanizzati...dunque l'abbiamo cambiata con questa copertina disegnata da Wesley Burt.
L'illustrazione della nuova copertina era già nel manuale ed è stata spostata in copertina, mentre quella usata in precedenza (di Ben Oliver) è stata riutilizzata come immagine iniziale per il Capitolo 1 (quello dedicato alla creazione del personaggio).
Ecco qui di seguito la nuova copertina e l'immagine da cui è stata tratta:


Fonte: https://www.enworld.org/threads/new-cover-for-eberron-rising-from-the-last-war.667346/
Read more...

Un nuovo AP per Starfinder

Il Destino del Quinto (Fate of the Fifth) è la prima parte dell'Adventure Path Attacco dello Sciame (Attack of the Swarm) della Paizo. La minaccia interstellare insettoide nota come lo Sciame è spinta unicamente dal desiderio di consumare ed espandersi. Ma quando colpisce il pacifico sistema di Suskillon il suo comportamento pare indicare una motivazione ulteriore rispetto alla semplice distruzione. Riusciranno gli eroi a sopravvivere all'invasione e a scoprire la ragione dietro l'attacco dello Sciame al loro sistema natio? O anche Suskillon cadrà come molti altri sistemi in passato?
Suskillon ha bisogno di voi!

Mentre il sempre famelico Sciame sta per abbattersi su un altro sistema stellare, gli eroi sono parte dell'apparato difensivo. Devono combattere contro orde di nemici e salvare i civili, tra cui un sacerdote shirren di Hylax, il cui tempio sembra essere di particolare interesse per gli invasori. Gli eroi dovranno sopravvivere all'assalto dello Sciame usando l'astuzia e facendo affidamento gli uni sugli altri.
Questo volume degli Adventure Path per Starfinder da inizio all'AP Attacco dello Sciame e include:
Il Destino del Quinto, un'avventura di Starfinder per personaggi di 1° livello; di Patrick Brennan. Una guida per i giocatori a questo AP, tra cui due temi militari e un elenco di equipaggiamento utile; di Patrick Brennan. Un'analisi della forza praticamente inarrestabile nota come lo Sciame; di Lacy Pellazar. Un elenco di creature aliene, tra cui uno sciame mutaforma di nanobot e varie creature dello Sciame; di Patrick Brennan, James Case e Adrian Ng. Statistiche e planimetrie per un veicolo da diporto di lusso, oltre ad uno scorcio del bucolico mondo di Suskillon prima dell'invasione; di Patrick Brennan. Suonate la Ritirata

Assieme ad una manciata di sopravvissuti all'invasione dello Sciame come passeggeri, gli eroi viaggiano fino ad un vicino mondo colonizzato in cerca di salvezza. Nella sovrappopolata metropoli di Nuova Grakka, i membri di un movimento che reputa che lo Sciame sia una punizione per i peccati del sistema stanno interferendo con gli sforzi dei militari di accogliere i rifugiati. Gli eroi devono fermare questi fanatici e ripulire una serie di caverne sotto la città, in modo che possano fornire rifugio e protezione contro un eventuale attacco dello Sciame al pianeta. Nel fare ciò scoprono degli indizi che potrebbero fare luce su un antico mistero shirren!
Questo volume degli Adventure Path per Starfinder prosegue l'AP Attacco dello Sciame e include:
L'Ultimo Rifugio (The Last Refuge) un'avventura di Starfinder per personaggi di 3° livello; di Mara Lynn Butler. Una storiografia della fuga della popolazione shirren dallo Sciame nei primi periodi dopo l'Intervallo; di Lacy Pellazar. Un elenco di astronavi biomeccaniche; di Tracy Barnett. Una raccolta di creature aliene, tra cui un predatore da imboscata acquatico e varie nuove creature dello Sciame; di Anthony Bono, Mara Lynn Butler e Owen K.C. Stephens. Statistiche e planimetrie per un veicolo militare da infiltrazione; di Tracy Barnett; oltre ad uno sguardo ad un mondo colonizzato coperto da oceani poco profondi; di Mara Lynn Butler. Link agli articoli originali:
https://www.enworld.org/threads/attack-of-the-swarm-new-starfinder-ap.666907/
https://paizo.com/products/btq01zo2?Starfinder-Adventure-Path-20-The-Last-Refuge
Read more...
Bomba

Capitolo Nove - Rune di sangue

Recommended Posts

Capitolo Nove – Rune di sangue

Vedra Murodipietra aspettò che il gruppo si fosse allontanato a sufficienza dalle porte di Coltre Grigia per rivolgersi, freddamente a coloro che avevano deciso di seguirlo Statemi bene a sentire, sacchi di m***a! Se non riusciamo a cambiare le cose a Huruk-Rast saranno c***i per secoli, se mai riusciremmo a campare così tanto con dei f*****i draghi cromatici pronti a muoverci guerra. Ieri sera non vi ho detto tutto, un po' perchè agli altri non gliene deve fregare un c***o di noi, un po' perchè quella checca di drago non mi piace esordì

Da quando Hurgrim Schiacciagoblin è diventato re, Huruk-Rast è un p*******o, ma non di quelli che piacciono a voi con le donnine poco vestite. No, un p*******o di quelli gravi quindi entrò nel dettaglio Prima di tutto è stato istituito un nuovo organo, i Cavalieri di Onice. In pratica sono la polizia segreta del re, hanno accesso a tutti i registri e hanno l'ultima parola anche con la milizia militare. Ne fanno parte solo Schiacciagoblin e Bronzopinta.

Ma non è tutto, p***o d*o proseguì la nana, stringendo con le mani le redini del suo cavallo Il consiglio ha escluso noi Murodipietra e Grossoferro dalla maggior parte dei commerci e ha tolto la concessione per la forgiatura ai Forgiacciaio, per darla ai Martellonero. I tuoi parenti, Trull, hanno ricevuto solo le licenze per i lavori in miniera, una cosa che ha mandato su tutte le furie il tuo clan, sebbene stiano cercando di rinegoziare con il re l'ottenimento della loro esclusiva quindi Vedra rimuginò un attimo su Ho un vuoto di memoria, però, chi è il vostro capoclan? In che rapporti sei con lui?

La nana rimase per parecchio in silenzio dopo quelle prime spiegazioni. Il terreno si fece sempre più duro via via che i cavalli si dirigevano verso nord-ovest e le alte vette che dividevano Glantria dai Fiordi si facevano via via più vicine, rilievi con macchie boscose che via via si diradavano verso le cime innevate. Spifferi freddi giungevano dal nord, oltre quella barriera naturale. Come i nani sapevano, ci sarebbe voluta tutta la giornata per raggiungere Huruk-Rast, salvo imprevisti, attraverso le scoscese strade di montagna che conducevano al passo su cui si trovava l'ingresso per la città dei nani.

Ho parlato con il mio clan per avere alcuni incontri con i vari rappresentanti dei clan disse Vedra dopo un po' Pochi di loro hanno risposto, sebbene già possiamo contare per buona la presenza di Thorlum come possibile alleato. Voglio però dirvi una cosa Vedra rimase silenziosa per un attimo, come a saggiare l'attenzione dei presenti Potremmo sì cercare una soluzione pacifica e politica alla questione, ma avrei anche in mente un piano molto più... deciso, se mi concedete il termine. Qualcosa che potrebbe darci una vittoria rapida. E sanguinosa.

Ma immagino che prima di sentire la mia proposta abbiate delle domande da farmi, prima di arrivare. Parlate pure.

x chi volesse svolgere compiti durante il viaggio

Spoiler

Personaggi interessati a svolgere un ruolo attivo durante il viaggio possono proporsi per prove di Sopravvivenza (per cacciare e procurarsi da bere) oppure per prove di Ascoltare e Osservare (per prevenire eventuali aggressioni). Il pg interessato posti in spoiler i propri modificatori alla prova.

Pg con particolari iniziative possono postare le relative prove e io risponderò

x tutti

Spoiler

@Zellos  @ilmena @Fezza @Pyros88 @PietroD @Nightmarechild @SassoMuschioso taggati come partecipanti di questo capitolo

il prossimo checkpoint con arrivo a Huruk-Rast è previsto nella notte tra venerdì 15 e sabato 16 dicembre. Io vedrò di rispondere con Vedra alle domande che mi farete, almeno una volta.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum Almeni (umano chr/tem)

Guardavo le montagne che si stagliavano davanti a noi con un po' di agitazione. La speranza di raggiungere nel futuro prossimo un tempio di Aerdrie Faenya ops mi dava un motivo in più per tenere duro in quei giorni, ma la lontananza forzata da Celeste (perlopiù visto che lei era in compagnia di gente di cui non mi fidavo, a parte Bjorn) e il timore di essermi imbarcato in un'impresa che non ero in grado di portare a termine comunque mi inquietavano.
Ero quindi abbastanza silenzioso e preoccupato, nel viaggio di andata, sebbene fossi grato di avere vicino Flurio, Trull e Tom Po.
Mi presi alcuni minuti di viaggio per scambiare due parole con Zhuge, affiancando a lui il cavallo, e badando bene di non essere sentito dagli altri, Flurio in primis.

 

Spoiler

Ehi, Zhuge. Io... ho saputo di Seline. Non ho capito molto nel dettaglio come funzionasse la storia di Tharidzun e dei sacrifici, ma ho capito in generale cosa le succede. Se vorrai erudirmi a fondo in questi giorni avrò piacere di cercare assieme a te una soluzione. Io conosco molti incantamenti che funzionano contro le entità esterne provenienti dal reame dei demoni e dei diavoli: forse potrebbero servire anche per il caso di Seline.
Oh, e un'altra cosa... ieri ho visto che ti sei stizzito per la mancanza di fiducia nel nostro gruppo... vorrei solo dirti che il mio silenzio sulla natura di Celeste non era dovuta a mancanza di fiducia nei tuoi confronti, o nei confronti di altri della nostra spedizione, ma solo un rispetto verso Celeste... non mi sembrava mio diritto parlare di una cosa sua personale così particolare senza il suo consenso, ecco... tutto qua.


Per tentare di distrarmi dai miei pensieri provai a far parlare la nostra nuova aggiunta.

Quindi, Ocerios, parlaci un po' di te. Da dove vieni? E quali sono le tue capacità?


Dopo le parole di Vedra, replicai.
Mxxxxxa, Vedra, dopo che hai lanciato questo sassolino che altre domande ci possono essere? Spiegati meglio! In effetti non so se nessuno di noi è particolarmente abile con la diplomazia... a meno che non si possano lanciare incantesimi prima e durante il consiglio. In quel caso potrei essere decente. Oceiros, tu invece come sei messo a riguardo? Hai mai avuto esperienze simili?
 

Edited by ilmena

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceiros (spiritualista marziale)

In viaggio 

Oceiros si spostò accuratamente per risultare fuori orecchio dalla conversazione di Tonum e Zhuge, guardandosi un poco intorno e maledicendo la gamba qualche volta durante il viaggio a cavallo. 

Non era un gran cavallerizzo, ma l’equilibrio personale un poco rimediava al problema. Poco dopo, a tranquillizzarlo scese il corvo, posandosi sulla sua spalla e mettendogli il becco nell’orecchio come se gli parlasse.

Alle parole di Tonum sembrò un attimo ridestarsi dal sorriso un poco ebete che aveva sul volto. Tossì un poco per darsi un tono prima di parlare. 

<<Non che ci sia molto di cui parlare, specialmente nell’ultimo periodo. Non ho veramente un posto da dove provengo, nel senso che non dice nulla di me. Comunque, per quanto riguarda le mie capacità, sono un combattente corpo a corpo ed un praticante della magia divina.  Diciamo che ho creato un modo di farle coesistere armoniosamente, anche se le mie ricerche non sono ancora complete. Lungi. >> disse facendo spallucce prima che Vedra ci metta una pulce di taglia colossale nell’orecchio. 

<<In effetti adesso sono curioso anch’io. Estremamente...>> si voltò verso Tonum <<...come diplomatico e bugiardo sono abbastanza competente, oppure la Casata, la mia Gilda di Ladri, non sarebbe stata così a lungo sulla cresta dell’onda. È un mondo alquanto agitato e competitivo, dopotutto.>>

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

Anche l’osservatore più distratto avrebbe potuto notare un sorriso dipingersi sul volto di Vedra, alla richiesta di più precisazione informazioni da parte di Tonum Non credo ci siano problemi se ti lanci incantesimi prima, anche se anche il più c******e noterebbe un lancio di incantesimi durante spiegò Non credo sarebbe una buona idea cercare di manipolare la mente dei presenti, anche perché sono sempre effetti temporanei del c***o… la nana condusse quindi la sua cavalcatura su una curva del sentiero, che si innalzava leggermente L’esercito di Huruk-Rast è formato da membri di tutti i clan, che vengono addestrati fin dalla giovane età. Molti dopo la leva si dedicano ad altre attività, ma molti proseguono la carriera militare. E’ una forza da non sottovalutare esordì Vedra E tramite parte di esse io vorrei riuscire a ottenere il potere. Sfruttare un piano operativo che alcuni miei amici dell’esercito stanno ritoccando, consistente nella mobilitazione della milizia cittadina per assumere il controllo del governo in caso di tentativo di colpo di stato ci fu qualche attimo di silenzio L’idea è far credere che i Cavalieri di Onice stiano tentando di prendere il potere e mobilitare l’esercito per arrestare loro e tutti gli esponenti dei clan solidali alla politica attuale. Questo richiederebbe… uccidere direttamente re Hurgrim in persona. Se come me non avete timore di macchiarvi le mani di sangue, in quello che sarebbe il più grande attentato della storia di Huruk-Rast, allora vi farò parlare con gli altri congiurati, poichè certo i dettagli dell'operazione sarebbero certo spiegati meglio da loro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

Perché dovrei macchiarmi le mani del sangue di qualcuno del quale non so nulla? È un despota malvagio, uccide giornalmente qualcuno, tortura le sue genti? 

Altri modi esistono, lo hai detto tu stessa. La violenza non é mai la via, piuttosto é il rifugio degli incapaci. 

Tuttavia il fuoco si combatte col fuoco, a volte. Se dovesse accendersi un incendio tra vie diplomatiche.. allora valuteremo altre vie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum Almeni (umano chr/tem)

Ah, un manipolatore di magia divina che si destreggia nel corpo a corpo, proprio come il sottoscritto. Però non vedo nè armature nè armi. Oh, vuoi dire che sei uno di quei monaci santoni di cui ho sentito parlare nei miei viaggi? Beh, allora sei una fusione tra me e Tom Po. Però devo dire che me li aspettavo diversi, quelli come te. Più... pelati, e dall'aspetto più eremitico e meditabondo. Comunque sono curioso di vederti combattere.

Ascoltai poi le parole di Zellos, la proposta di Vedra e la replica di Tom Po. 
Cooosa? Gilda di ladri? Ma che...? Più tardi ci racconterai. 
Concordo con Tom Po. Prima di passare alle maniere forti forse conviene usare le parole; è vero che probabilmente siamo più esperti nel menare le mani, piuttosto che nel dialogare, ma è anche vero che saremo in mezzo a una cittadella nanica, quindi se riusciamo a mantenere un basso profilo potrebbe essere meglio per tutti. Però non credo onestamente che potremo passare alla via violenta una volta iniziata quella pacifica. Comunque Vedra, cxxxo, non sono un deficiente. Non mi metterei sicuramente a controllare la mente dei consiglieri. Cercherei solo di aumentare la parlantina sciolta e l'abilità argomentativa di chi, tra noi, si farà avanti come diplomatico. Dato che Oceios asserisce di averlo già fatto, lascerei volentieri questo incarico a lui, se vuole. 

Ma a questo punto io, qui, che cxxxo ci sono venuto a fare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thorlum TagliaRocce

 

Thorlum ascolto interessato il discorso riflettendo su quale possa essere la domanda migliore tra le tante che aveva da fare. Ha tolto la concessione per la forgiatura ai ForgiAcciaio, disse stupito. Conosco quasi tutte le storie del mio clan.....è in anni.....secoli, che io sappia, mai è successa una cosa simile. Neanche quando noi volevamo occupacene......tutto ciò è assurdo!!! Perché fare una cosa simile? 

Io non ho il timore di uccidere un Re d'argilla...tutt'altro, lui deve morire, come tutta la sua stirpe. Hanno troppe colpe e solo con il sangue potranno ripagarle. Tom Po, non una ben due volte ha massacrato la mia gente, i miei fratelli. Ecco la risposta alla tua domanda. Lui ha fatto tutto ciò di cui parli. Non esistono altri modi. Speriamo solo che basti ucciderne una buona metà....e già così sarei decisamente generoso.

Si rivolse poi a Tonum, cercando di mantenere la calma. Come al solito, quando si parla di nani, non sai di cosa parli. Spiegami per quale motivo dovrebbe parlare O... Okai....Ocul....Oceios? Secondo te, permetterei ad un estraneo di parlare al consiglio? Con quel pessimo nanico...... prima di me.....in mia vece.....mai accadrà una cosa simile. Sarò io a parlare al consiglio e sarò io a decidere ciò che faremo. Ci incontreremo con i cospiratori e ci liberemo di quei parassiti. 

Guardò Vedra. Purtroppo sono nato in esilio, quindi non conosco molto Huruk-Rast. Dimmi, i registri dove possiamo trovarli? Sono raccolti in una biblioteca? Immagino ci possono essere informazioni utili....La guardia dei martelli di cui mi parlava sempre con orgoglio Thoric, esiste ancora? So che per lo più i componenti erano TagliaRocce, quindi su quello nutro poche speranze, però chissà. L'oro spesso si trova dove meno te l'aspetti. Inoltre,  immagino possiamo contare sulla forza militare dei Murodipietra e Grossoferro, ma gli altri clan...sarebberò pronti a combattere? 

Trull pare che per la prima volta, a quanto io ricordi, il tuo clan dovrà imbracciare le armi.... disse pensieroso, cercando di immaginare un piano di battaglia.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull dei Forgiacciaio (nano guerriero con la catena)

La cavalcata proseguiva, ed il nano avvertiva come più familiari i luoghi che stavano man mani attraversando, come se il profumo di quelle regioni pedemontane gli fosse mancato senza che ne fosse consapevole. Spesso e volentieri, gli occhi viaggiavano verso i picchi, in cerca di quelle macchie di lana bianca che si spostavano saltellando sui costoni rocciosi o ghiacciati. Un'ottima occasione per rinverdire i ricordi, ma anche per rimpinguare la cambusa. In fondo, erano i luoghi in cui aveva circolato da bambino. Forse poteva rammentare il luogo in cui trovare vecchi ruderi, grotte o costoni rocciosi dove trovare riparo dal vento durante le soste.

Spoiler

Spot +5; Survival +1; Conoscenze locali +6

La testa andava al passato, tanto a quello remoto quanto a quello più recente. Alla sua ultima visita, alle circostanze della sua partenza.
La cosa gli tornò anche utile, quando Vedra gli chiese chi fosse il rappresentante in Consiglio dei Forgiacciaio. 
"Quando sono passato di qui, l'ultima volta, a reggere il clan era il fratello di mia madre, Dalit. Mio padre ne era il consigliere più fidato, come un fratello più che un cognato. Ma se la tradizione viene ancora conservata, ormai il comando sarà passato a suo figlio, cioè a mio cugino Dwain, che ha una manciata d'anni più di me, e pertanto dovrebbe ormai essere nel periodo giusto della sua vita, quello che per me comincerà dopo il prossimo genetliaco."

 Ascoltò con attenzione, poi cominciò a riflettere. Forse non era al Consiglio che dovevano parlare.
"Non sono bravo con la Diplomazia, ma so fare i conti. Forgiacciaio, Tagliarocce e Murodipietra sono qui rappresentati, nel nostro gruppo, possiamo considerarli da subito tre voti a nostro favore. I Grossoferro saranno scontenti per via dello sgarro nelle concessioni per il commercio, quindi saranno facilmente a favore di un cambio che li veda coinvolti. Viceversa, Schiacciagoblin, Runastella
, Bronzopinta e Martellonero traggono i massimi vantaggi dal sistema attuale e voterebbero per mantenerlo. L'ago della bilancia sono i Dentedipietra. E' con loro che dobbiamo parlamentare... solo loro, e non l'intero Consiglio, che dobbiamo convincere. Possibilmente, convincerli prima di presentarci per proporre la mozione di sfiducia, per arrivare con i numeri sicuramente a nostro favore alla votazione. Pronti alla battaglia se la votazione vedesse perdente il Re ed intervenissero i Cavalieri di Onice, ma con la forza della ragione e della democrazia dalla nostra parte. In quel modo, non ci sarà bisogno di far credere che i Cavalieri vogliano sovvertire l'ordine, perché li avremo indotti a provarci per davvero. Oppure, se nulla accade, avremo vinto e basta, senza versare una goccia di sangue."

Rassicurò Thorlum. "Il mio Clan si è sempre mantenuto neutrale, è vero, ma non ha mai rinunciato a difendere la Giustizia, né a consacrare la propria vita alla Forgia. Senza la Forgia, avranno tanta di quella voglia di menare i magli su qualcosa, che per una volta li sbatteranno volentieri su delle teste invece che su delle incudini."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zhuge Liang

La strada per la montagna

Liang rispose pacatamente alle parole di Tonum, consapevole della buona volontà del chierico.

x Tonum

Spoiler

Quando verrà il tempo, amico mio, ti parlerò di ciò che ho scoperto su Seline e di come potremmo affrontare la cosa. Inoltre, molto avrei anche da discutere sulla condanna di Celeste... Ma in questo momento, penso sarà più utile concentrarci su questioni più urgenti. "Amico, non guardare alla moltitudine nemica, osserva l'uomo che hai di fronte" diceva il venerabile Flynmin, maestro halfling dello Stile del Tramonto. Così dobbiamo fare noi: il consiglio di Huruk-Rast è la nostra priorità al momento, pensiamo a questo.

La strana congiura

L'orientale aggrottò la fronte, prima di parlare. Perdonatemi, dama Vedra, ma il vostro piano fa acqua da più parti. Stando a ciò che dite, il re ha istituito la Guardia d'Onice come gruppo d'elite, in grado di controllare tutto e tutti in città, riempiendoli di privilegi e facendone diventare membri solo elementi del suo clan e altri suoi sostenitori: perché mai un corpo del genere vorrebbe uccidere colui ha dato loro status e fortuna? Chi mai crederebbe che i veri esecutori di un attentato simile siano i familiari e gli alleati del re, invece di, non so... Un gruppo di avventurieri capitato lì proprio nei giorni precedenti al suo assassinio? Senza contare che in caso di un vuoto di potere, si può stare certi che coloro che hanno circondato il defunto monarca in vita tenteranno di prendersi il trono vacante. Infine, sospirò Liang, c'è la questione della sicurezza: parlare ad alta voce di una congiura per assassinare un re non è esattamente consigliabile, soprattutto con persone che si sono a malapena conosciute... Magari tra noi c'è una spia di Hurgrim, e voi gli avete appena rivelato interamente le vostre intenzioni. Dovete essere più prudente, dama. Se non vi dispiace gradirei conoscere qualcosa in più della situazione in città, e le influenze che ciascun clan può mettere in campo in una lotta, sia politica che concreta. "La chiave della vittoria è conoscere il proprio nemico, pensare come lui" insegnava Sun-Tsu, grande filosofo del passato. Rispose poi alle frasi aggressive di Thorlum. Coraggioso Thorlum, un assalto a testa bassa farebbe solo danni alla nostra causa e metterebbe a serio rischio la missione.. Se non riusciamo a convincere il popolo dei nani ad unirsi a noi, nessuno di noi sopravviverà alla Xorvinthal. Devi decidere, mio nanico amico: Una vendetta sterile, per quanto soddisfacente, o la possibilità di somministrare la giustizia e di far rifiorire il clan dei Tagliarocce.

Edited by Nightmarechild

Share this post


Link to post
Share on other sites

<<Oceiros

Cercò di tenere momentaneamente a bada il corvo che aveva sulla spalla, visto e considerato quanto paresse sul momento molesto, impegnato ad osservare di sottecchi ( come solo i corvi sanno fare) Thorlum prima di guardare tutti. 

<<Sir Liang, credo che madame Vedra e gli altri cospiratori l’abbiana pensata in modo diverso: il consiglio è un organo democratico ed il re non è altro che un prescelto che governa l'esercito e dirime problemi. Non è un titolo in alcun modo ereditario e Vedra credo voglia ( insieme ad altri) accusare il Re di tradimento e cospirazione tirannica. Per questo serve che muoia per primo, per non dargli modo di discolparsi e discolpare la sua “guardia personale” ed i suoi più granitici alleati da simili accuse. 

Per il resto, dubito che gli Eroi di Firedrakes siano spie naniche in incognito  ed io sono stato in prigione abbastanza da essere...affidabile.>> disse serio, prima di guardare Trull e Thorlum. 

<<Meglio chiedere alleanza ad ogni clan neutrale, tastare il terreno con ogni alleato ( a parte voi ed i vostri intendo) e mettere zizzania fra gli alleati del Re: mai andare ad una votazione con un solo voto di vantaggio. Vuol dire perdere la metà delle volte.>>

Prese poi un bel respiro, prima di continuare. 

<<Inoltre, sir Thorlum, spero che siate semplicemente razzista verso gli umani, perché se terrete al consiglio il comportamento che avete tenuto con me anche solo negli ultimi cinque minuti, perderemo: offendermi mispronunciando il mio nome, offendere la memoria di un mio buon amico morto ( colui che mi ha insegnato il nanico, anche se non potevate saperlo), sono tutti ottimi modi per cercar di diventare l’incudine di un fabbro irato.>> dopo aver terminato, facendo spallucce, osservò Tonum

<<Credo che incanti per renderci più percettivi delle emozioni altrui saranno assai utili in tutto il tempo che staremo alla Rocca nanica. Come anche qualcosa per la bellezza ed il carisma. Peccato che credo di non poter lanciare un incanto di cui ho sentito parlare, Barba d’Argento. Sarebbe stata utile.>>

Edited by Zellos

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thorlum TagliaRocce

 

Mastro Trull, sono sicuro che quando il tuo clan imbraccerà le armi anche la montagna piangerà. La colpa del Re d'argilla è grande. Si guardò intorno osservando la strada per carpirne ogni minimo dettaglio. Si rivolse a Zhuge:

Vendetta? No, non vendetta ma solo giustizia. La mia giustizia... Inoltre, continuo, mi è stato insegnato un solo modo di agire. Ho un nemico davanti? Lo carico e lo metto a terra. Non mi piacciano le macchinazioni, gli intrighi e le troppe parole. Ciò che dico faccio. Facile, semplice ed efficace.... come fa ogni buon TagliaRocce.  A tal proposito, continuò rivolgendosi al nuovo arrivato Ocoros... ora sbagliò il nome volutamente,  non crederai che io mi ricordi esattamente il tuo nome al primo incontro? Siamo compagni di ventura in questo tratto della nostra vita, non amici. Forse un giorno lo saremo, ma non è sicuramente oggi quel giorno.  Mi fai un torto a pensare che io offenda la memoria dei tuoi defunti. Dico semplicemente le cose come stanno. Ricordati che se un martello si rompe, non è colpa della pietra, ma del martello stesso. La colpa della tua pessima pronuncia è solo tua....il peccato è dell'allievo e non del maestro. Gli disse seccamente, senza neanche provare ad addolcire il tono della voce.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum Almeni (umano chr/tem)

Annuii a Zhuge in risposta alla sua saggezza.

Thorlum, capisco la tua rabbia, ma non puoi fare come ti pare quando tutto il resto del gruppo osteggia la tua idea. Io non conosco molto bene la situazione e le politiche di voi nani, ma se anche Trull dice così allora mi fido di lui. Ottenere il potere con la diplomazia e poi condannare a morte gli Schiacciagoblin non ti darebbe soddisfazione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zhuge Liang

Il piano

Zhuge Liang ascoltò le rimostranze di Thorlum, poi procedette a spiegare la sua idea. Caricare e buttare a terra il nemico? Certo Thorlum, faremo anche quello. Sorrise. Uccidere un re è pericoloso, si rischia di renderlo un martire nei ricordi della gente. Dovremo rivolgere i nostri sforzi su due fronti: alla luce del sole, presenteremo al consiglio un'alternativa all'attuale situazione. Se il popolo della montagna non si è ancora ribellato allo Schiacciagoblin, è perché pensa di non avere alternative, e che una tirannia sia migliore del caos. Offriremo loro qualcuno di stimato, rispettato dai clan, un buon candidato che sappia attirarsi le simpatie degli incerti. Ma nell'ombra... disse, lasciandosi andare in una breve pausa teatrale... ...Nell'ombra, toglieremo a Hurgrim tutto: gli appoggi, gli alleati, la reputazione. Lo screditeremo, gli sottrarremo i mezzi e porteremo a galla le prove dei suoi delitti più neri. Liang si tirò su il bavero della giacca, per ripararsi dal vento freddo del nord, e la sua voce iniziò a risuonare attutita, quasi metallica, come qualcuno che indossi una maschera sul volto. E così, mentre terrorizzeremo gli Schiacciagoblin e i loro corifei, ridaremo la speranza al popolo. Inizieranno a sentirsi braccati, in trappola, arriveranno ad attaccarsi e tradirsi l'un l'altro pur di restare al sicuro. Così Hurgrim capirà la profondità del suo fallimento. E dopo, quando avremo finito, quando ogni singola cosa costruita da lui sarà... Cenere... L'orientale guardò Thorlum negli occhi, Avrà il permesso di morire.

Edited by Nightmarechild

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

x Trull

Spoiler

Sopravvivenza +1+9=10

Osservare +5+13=18

Per quanto lei sembra ritenermi la persona più c******a del regno nanico, per parlare dei miei piani, caro Zhuge Liang rispose Vedra So di potermi fidare di voi. Io e mio padre non sempre siamo d'accordo, anzi il più delle volte ci prendiamo a c********i, ma so che non mi manderebbe della gente che potrebbe mettere a rischio la mia impresa. Certo, è sempre possibile che mi possa essere... ecco... dimenticata di accennargli al secondo piano, ma lui ha già da pensare al fatto che non può più alzarsi da una c***o di sedia piuttosto che venire a lamentarsi con me.

Gli Schiacciagoblin meritano di morire? Non sta a me deciderlo rispose Vedra Ma sono dei f*****i figli di p******a che stanno facendo solo gli interessi dei loro clan amici, invece dell'intera comunità. Senza le licenze per la forgiatura, i Forgiacciaio avranno una crisi senza precedenti. I Grossoferro rischiano di fare la fame senza poter regolare i loro commerci. Noi Murodipietra siamo sommersi di tasse. Quanto ai Tagliarocce... beh, li hanno quasi sterminati appena hanno iniziato ad alzare la voce! No, Thorlum, la guardia dei martelli non solo è stata decimata, ma è stata anche dichiarata un'organizzazione illegale secondo le nuove leggi. Spero che questo risponda alla tua domanda di prima, Tom Po.

Ad ogni modo mi sembra di capire che non abbiate una grande idea comune di come agire valutò la Murodipietra dopo aver ascoltato i discorsi degli avventurieri Credo che questo non sia un grande problema, avrete tempo di capire che aria tira a Huruk-Rast prima di decidere il da farsi, purchè lo facciate tutti insieme.

Il pomeriggio proseguì piuttosto monotono, mentre le montagne ormai incombevano su di loro. Trull, che si distaccò dal gruppo quanto bastava per dare un'occhiata nei dintorni, colse al volo l'occasione che gli capitò per uccidere uno scoiattolo che si era avventurato troppo vicino al bordo del sentiero. Trafitto da una freccia del nuovo arco in osso di drago del Forgiacciaio, quest ultimo dimostrò anche un buon occhio notando che il tronco d'albero, sul quale la preda catturata si era posata, pareva smosso dalla sua posizione. Questa stranezza attirò l'attenzione di Trull che, controllando all'interno una volta raggiunto dai compagni, il nano trovò una borsa, probabilmente la refurtiva nascosta da qualche brigante delle montagne.

x tutti, contenuto della borsa

Spoiler

487mo

2 pugnali perfetti

decide Trull se e come suddividere il ritrovamento

Le cavalcature furono chiamate a un superlavoro in quella giornata, via via che il terreno aumentava la sua pendenza e la strada saliva. Era tardo pomeriggio, quando le ultimi luci del giorno stavano morendo, che i sette giunsero davanti all'ingresso di Huruk-Rast. Il passo di montagna, controllato da tempo immemore dal regno nanico, era solitamente attraversabile attraverso gigantesche porte che erano state costruite da entrambi i lati e rinforzati da un possente maschio da cui tiratori e incantatori avrebbero potuto colpire, da una posizione sicura, i folli invasori che avessero osato attraversare il sentiero. Quando gli avventurieri giunsero davanti al largo piazzale dal terreno bagnato e solcato da qualche ostinata crosta di ghiaccio, residuo di una nevicata dei giorni precedenti, trovarono il grande ingresso chiuso.

L'ingresso di Huruk-Rast

Spoiler

image.png.c47d37df6205389790c2d62eb11d49ed.png

Nel piazzale diverse tende erano state allestite vicino ad alcuni carri, buona parte dei quali di proprietà di nani. Di fronte alle porte due giovani nani della milizia cittadina diedero loro l'altolà

Sono Vedra Murodipietra, e questi sono ospiti del re di Firedrakes giunti a parlare con il mio capoclan esordì la nana, sfidando con lo sguardo i guardiani.

Il più alto dei due lanciò un rapido sguardo alle cavalcature e ai suoi proprietari

x Trull e Thorlum

Spoiler

I due nani riconobbero il simbolo dei Dentedipietra, una zanna grigia, sulle armature delle due guardie

Credo che nel suo caso non ci sia problema, signorina Vedra disse guardando la nana Ma temo che--

Deciderò io che cosa è più o meno opportunto disse un robusto nano vestito con una pesante armatura completa laccata di nero, la barba grigia raccolta in una elaborata treccia Nuovi arrivati? Secondo le nuove leggi dovrete farvi censire disse gettando un malloppo di fogli di pergamena pre-compilati a terra. E una volta fatto dovrete aspettare due giorni, come anche quei disgraziati là disse indicando le tende.

Il nano fece per andarsene, quando si accorse di Vedra Murodipietra, eh? Ah, la figlia del ciambellano. Sei andato a trovare papà? Non è che lui possa viaggiare più di tanto ormai, ho sentito

Vedra fece una smorfia alla provocazione del nano Va bene, io lo ammazzo mormorò mettendo mano alla sua lancia e facendo per scendere dalla cavalcatura.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum Almeni (umano chr/tem)

Arrivato davanti all'ingresso di Huruk Rast rimasi ammirato dalla costruzione così imponente. Le voci sulla magnificienza dell'architettura nanica riempiono le bocche di tutto il mondo, ma vedersele davanti, beh, è tutt'altra cosa. Guardai anche incuriosito la folla accampata nel piazzale.

@DM: 

Spoiler

+4 a osservare per cercare qualche personaggio particolare o in generale per guardare i presenti


Quando la nostra accompagnatrice si inalberò, tentai di placare la sua ira.
Ferma Vedra! Ferma! E' evidente che il signore a guardia del cancello di Huruk-Rast non ha assistito all'uccisione di Azariaxis, il Terrore Cremisi! Altrimenti avrebbe potuto ammirare come tuo padre abbia resistito imperterrito, con... inossidabile tempra e indomito coraggio... al soffio del drago, senza fuggire davanti al pericolo, per portare a termine la missione che i reali di Firedrakes gli avevano dato. Lo stesso soffio che ha ammazzato alcuni membri della nostra spedizione e innumerevoli altri cittadini di Glantria meno importanti ha solo scalfito il corpo di Beregar, e non ha nemmeno toccato il suo animo! Beregar infatti si è subito prodigato di portare a termine i suoi compiti e poi di tornare a Firedrakes, dove comunque non è rimasto con le mani in mano! Ha iniziato immediatamente una dolorosa... come si dice? Riabilitazione, e poi ha ripreso i suoi doveri di ciambellano. Egli gode della stima e del profondo rispetto di tutta Glantria, ho potuto vederlo io stesso nel viaggio che ha portato alla tana del drago, ed ha una tempra e un senso dell'onore eccezionali, anche per un nano come voi! E' evidente che il signore a guardia del cancello non abbia sentito parlare in questi termini di lui, altrimenti non commenterebbe così alla leggera la disgrazia subita da tuo padre, soprattutto visto che il compito del signore è...  NO! Non commentare la sua inutilità! E' sconveniente, e sicuramente è permaloso ...così importante... dal tenerlo lontano dalle città e dalle voci che vi corrono... immagino... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flurio Pascolari (umano cavaliere)

Il viaggio da Coltre Grigia fu piuttosto tranquillo anche se arduo per via del clima e delle asperità del terreno che, nonostante la via ben delineata e selciata verso Uruk-Rast, fecero faticare non poco le nostre cavalcature.

La cosa che però fu più difficile per Flurio fu: starsene zitto. In genere era la cosa che gli riusciva meglio, era sempre stato un tipo di poche parole soprattutto dopo lo spiacevole epilogo della sua presenza alla Corte di Garnia che lo aveva reso ancor più solitario ed introverso. Gli piaceva aprire poco la bocca, se non per bere, e dire solo lo stretto necessario e significativo per comunicare la sua opinione od un ordine. Erano state rare le occasioni in cui aveva espresso più di una parola, il dialogo con Celeste ai Clivi Lunari, con Tonum riguardo ai rapporti interpersonali fra membri del gruppo ed i Gebsatell e la situazione politica di Firedrakes, la sfuriata in piazza con Seline; anche quando ruolava DARK MegaLord era abbastanza di poche parole se non per solenni proclami delle suo malvagi propositi e poi, ovviamente, successi. Stavolta però avrebbe voluto dare fiato alle trombe, come mai gli era capitato da diverso tempo; il piano concepito da Vedra era qualcosa di vergognoso ed ignobile, per nulla degno del sangue di Beregar o della nota onorevolezza della razza nanica che facevano dell'onore motivo di orgoglio e di vanto personale ma anche comunitario fra i vari clan. La cosa che lo sconvolse è che non vide grande opposizione da parte del resto del gruppo, soltanto Tonum e Zughe, seppur questo consigliasse metodi alternativi ma ugualmente disonorevoli per raggiungere lo scopo, opposero alla nana una minima critica al suo piano, senza però affermare saldamente di non volerlo perseguire.

Ad ogni proseguo di quel discorso durante il viaggio, Flurio non poteva che mugugnare irritato sotto il suo elmo, mordendosi la lingua per non dire ciò che davvero pensava, era inutile lanciarsi in una filippica contro Vedra ed il gruppo, la cospirazione sembrava già ben ordita e ad un passo dall'essere portata termine ed ogni caso la nana era tutto fuorchè una persona aperta la dialogo e soprattutto alle critiche, lo stesso dicasi per Thorlum che nonostante i moniti di Beregar continuava ed esprimere fermamente la sua intenzione di causare un eccidio fra gli Schiacciagoblin in nome della sua vendetta. Avrebbe dovuto essere mandato con il gruppo ai Colli Cremisi e lui con egli, almeno avrebbe potuto tenere d'occhio Seline e Celeste, proteggendo la seconda dalla prima. Sembrava quasi che Thorlum fosse lì con loro più per i propri scopi personali piuttosto che per il bene di Firedrakes o del mondo interno contro lo Xorvintaal. A tutta questa gente che parlava di complotti e colpi di stato, non veniva assolutamente in mente che un atto del genere, per quanto efficace avrebbe gettato un ombra di discredito non solo sul nuovo governo di Huruk-Rast ma anche su Firedrakes inficiandone i rapporti diplomatici con le altre potenze del continente. Se nel breve termine Firedrakes avrebbe ottenuto l'apertura della Via a Nord e l'alleanza del Popolo dei Nani, nel medio e lungo termine avrebbe potuto perdere altri alleati. Bisognava cercare un metodo civile, legale ed alternativo al colpo di stato violento per poter ottenere quanto cerchiamo e non minare l'opinione ed atteggiamento degli altri regni nei confronti di Firedrakes, Garnia per prima. L'idea di una mozione di sfiducia ed una detronizzazione civile gli pareva sensata, seppur gli fosse chiaro che quel tipo di Re non sarebbe sceso dal trono volontariamente nemmeno così, ma almeno un eventuale conflitto avrebbe avuto ragion d'essere e giustificazione. L'idea però di Thorlum di uccidere il Re e di spazzare via gli Schiacciagoblin non gli piaceva per niente. Se voleva la sua vendetta avrebbe dovuto ricorrere ai giusti canali della Legge, d'altronde in una possibile situazione futura una condanna sarebbe stata inevitabile per il Re e per gli altri capostipiti delle famiglie del clan e dei vari partecipanti, ma fare di tutta un erba un fascio era sbagliato ed ingiusto, far pagare ai figli le colpe dei padri era qualcosa che proprio mal sopportava, oltre a minare la potenza e le capacità del Popolo Nanico annichilendo un altro clan dopo quello di Thorlum. Semmai, come estrema ratio, i poteva valutare un esilio per tutto il clan che sarebbe andato a cercarsi e costruirsi una nuova dimora fra montagne al di fuori del regno Huruk-Rast.

Stava ponderando tutte queste cose ed il modo più diplomatico, faccenda ardua ben al di sopra delle capacità dell'aulero, e stava per aprire bocca finalmente quando, per sua disdetta e di tutti, giunsero alle porte della capitale nanica. Provò comunque a dire qualcosa ma un breve allarme sonore, greve e fastidioso, gli rimbombò in testa, sorprendentemente, ed alla mente gli affiorò come un immagine rossa, una scritta: NO FLASHBACKS.   La cosa si ripetè ad un ulteriore tentativo ed allora Flurio desistette e capì che in qualche modo la sua coscienza ed il suo intuito gli stavano in qualche modo mandando un forte messaggio. Avrebbe atteso un momento più propizio ed attinente per esprimere la proprio ferma e completa contrarietà a quell'approccio alla loro missione, attendendo magari conferma nei giorni successivi sui passi avanti intrapresi dal gruppo in tal senso.

Subito ebbero un assaggio del clima e dell'accoglienza che vigevano ad Huruk-Rast soto l'attuale regno. Già si prefigurava un incidente politico con Vedra pronta a aggredire una delle guardie che aveva velatamente denigrato il povero Beregar per la sua condizione fisica attuale a seguito dello scontro, cosa che fece arrabbiare Flurio per quanto la sua nobile e cavalleresca compostezza non lo lasciasse assolutamente intuire. Per fortuna ci pensò subito Tonum a fermare la loro guida e a usare parole diplomatiche per ristabilire il giusto rispetto del Ciambellano di Firedrakes. Nel frattempo Flurio si guardò in giro e cercò di rimirare quel luogo e quell'accesso così imponente nonché il capannello di gente, nanica o meno, accampata all'esterno. Magari c'era qualche individuo con cui valesse la pena interloquire. Non sai mai dove puoi trovare un inaspettato alleato od informazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

Mai avevo visto un'entrata simile per una città. Ne avevo sentito parlare ma vederla dal vivo era altra cosa.
Avrei visto l'interno di una comunità nanica dal vivo per la prima volta in vita mia. Ero emozionato e non perdevo un momento dall'osservare l'architettura del posto.
Così come feci all'arrivo a Firedrakes, anche qui mi persi a contemplare  la perfezione e maestosità dei tagli della pietra, la scalinata, le porte d'ingresso.. rimanevo sempre colpito da tutto ciò che altri esseri potevano immaginare e poi realizzare davvero.
Io, abituato com'ero dalla vastità della savana, non riuscivo nemmeno a pensare qualcosa di simile.

Rimasi in silenzio durante tutta la scenetta delle guardie naniche e il successivo impeto di Vedra: ero così preso da ciò che mi circondava che non ascoltai quasi nulla del loro dialogo ma mi rimase impresso solo un [VEDRA] "va bene, lo ammazzo" 
Abbandonai l'osservazione della parte alte dell'entrata e mi focalizzai su Tonum che stava cercando di mediare al problema e sembrava sapere il fatto suo.
C'erano alcuni carri e tende nelle nostre immediate vicinanze ma non capii il perchè ci fossero dei fogli per terra, proprio davanti ai nostri piedi.

Scesi da cavallo e aspettai di capire meglio cosa stava succedendo, la mia colpa era di essere stato troppo distratto in una situazione così importante. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner (nano guerriero con la catena)

Trovato il nascondiglio nel bosco, Trull lo mostrò agli altri. Prese uno dei pugnali, e lo usò per incidere la corteccia dell'albero di fronte a quello con il nascondiglio: la runa dei Forgiacciaio. Poi mostrò i pugnali a Zhuge, a Tonum , a Tom Po, e ad Oceiros, chiedendo se fossero in grado di controllare se erano incantati. In ogni caso, non li avrebbe lasciati là. Al loro posto, inserì nel tronco 13 monete d'oro, così che nel nascondiglio ce ne fossero esattamente 500. Non intendeva lasciare rancore in una eventuale banda, che non li inseguisse, ma lasciargli quanto meno il dubbio circa le intenzioni di chi aveva preso i pugnali.

Edited by PietroD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner (nano guerriero con la catena)

DM

Spoiler

Intimidire: +8+2 (medaglione dei cavalieri di Firedrakes)

Trull fermò Vedra, e fu riconoscente a Tonum delle sue parole per calmarla. Erano indubbiamente rivolte più ai guardiani che a lei, tuttavia non le ritenne sufficienti ad assicurare loro l'accesso. E si inalberò.

"È così cambiata l'ospitalità e la vista dei Dentedipietra, da tenere fuori di casa propria ben tre figli della Montagna, ed i loro compagni? Io sono Trull, dei Forgiacciaio, detto Testadariete. Ed ho memoria di una grande nobiltà e generosità nel cuore dell'anziano e saggio Uvend verso coloro che si professano suoi amici. Siete pronti ad affrontare la sua ira, dopo che avrà saputo della nostra?"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zhuge Liang

Giunto alle porte della città nanica, il mago della Fenice fu felice di ammirare ancora una volta l'arte archittetturale e scultoria del popolo della montagna, la cui maestria era fonte di meraviglie. La gioia fu però funestata dal funzionario nanico che sbarrò il passo al gruppo: il conestabile dalla scura armatura prima si permise di schernire Lord Beregar, persona per cui Liang coltivava grande stima, poi cercò di tenerli fuori dalla porta di Huruk-Rast per strane ragioni burocratiche. Vista la piega che stavano prendendo i fatti, decise di lasciar parlare l'amico Trull, facendo buon viso a cattivo gioco e limitandosi ad affiancare il guerriero, pronto però a dargli manforte.

Edited by Nightmarechild

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.