Jump to content

GAME!


Albedo
 Share

Recommended Posts

Bene giocatrice e giocatori, le regole sono le solite:

parlato in grassetto

pensieri in colore diverso

Gradito, ma non obbligatorio, scrivere al presente

in spoiler le indicazioni a me, o quando siete separati dagli altri

iniziare il post inidcando nome e classe

nel primo post è gradita una descrizione/presentazione del vostro pg....

ed ora partiamo!

 

 

SEI TU ARIE?

La principessa Astel si immerse nell’acqua termale fino al collo. Rilassandosi appoggiò la schiena contro una roccia resa liscia dal tempo e dall’acqua. Chiuse gli occhi. Gli intensi profumi dei fiori circostanti le pervasero i sensi.

Un lieve rumore le fece aprire gli occhi, con lo sguardo ne cercò, alla luce lunare, l’origine. Un’ombra ferma e immobile. Una sagoma in armatura che si stagliava contro il disco lunare.

-          Sei tu Arie? – Chiese la principessa.

L’ombra fece un inchino posando a terra un ginocchio e la mano destra a terra, mentre la mano sinsitra tenva fermo il fodero della spada.

-          Sì, mia principessa.

-          Per favore, puoi venire più avanti? Così che ti possa vedere meglio?

Arie si alzò e fece alcuni passi. I raggi lunari ne illuminarono l’armatura nera, riflettendosi sugli ornamenti dorati.

-          Perché – domandò Astel – non ti togli quell’armatura e ti immergi accanto a me?

Il viso di Arie arrossì lievemente.

-          I…io… mia principessa, se mi privo dell’armatura e della mia spada, come potrò difenderla?

Astel si alzò in piedi e, camminando nell’acqua, si avvicinò ad Arie la quale abbassò lo sguardo.

-          Lo sai – disse la principessa – che stai diventando sempre più rossa in viso? Come mai?

-          Ecco – rispose l’altra iniziando ad arretrare – è per i-il caldo… qui fa tanto caldo… e con l’armatura…

-          Appunto. Toglila. Se vuoi ti aiuto io…

-          No… no grazie, non si disturbi principessa, io…

Arie non riuscì a terminare la frase che arretrando cadde all’indietro, subito si rialzò e, dopo un accenno di inchino col capo in segno di saluto e rispetto, uscì dal giardino privato lasciando sola la principessa.

-          Uff… - sbuffò Astel – mai una volta che riesca ad avere la sua compagnia!

La principessa si sedette nuovamente sul fondo della vasca lasciando che l’acqua le lambisse i lunghi capelli neri raccolti sulla nuca. Chiuse gli occhi, con la mente tornò indietro a otto anni prima, quando le venne presentata la sua guardia del corpo: Arie Loewnhertz, la prima donna guerriera dell’esercito di suo padre, e per questo, secondo le convinzioni del re, l’unica guardia del corpo totalmente affidabile.

-          Peccato… - mormorò Astel – che lei sia l’unica ad aver fatto breccia nel mio cuore.

-          Parole sconvenienti, mia principessa! – Una voce femminile quasi sibilò sovrapponendosi al monotono suono del fluire dell’acqua nella vasca – In ogni caso stasera ci saranno le stelle cadenti, può sempre provare ad esprimere un desiderio.

Quell’improvvisa frase fece sussultare Astel che si girò di scatto verso le rocce dalle quali sgorgava l’acqua termale. Una donna vestita completamente di nero e dal viso coperto da una sciarpa era immobile in cima ad esse.

-          Hilda – commentò Astel tornando nella posizione precedente – mio padre ti ha forse ordinato di controllarmi?

Nessuna risposta, la principessa si volse nuovamente verso le rocce: nessuno.

Alzò lo sguardo verso il cielo nel momento in cui passarono alcune stelle cadenti. La ragazza chiuse gli occhi ed espresse il suo desiderio a voce alta.

-          Chissà, chissà – risuonò improvvisamente una nuova voce cristallina – che il tuo desiderio non si realizzi proprio stanotte!

Astel, per lo spavento, si alzò di scatto coprendosi il petto con un braccio. Poi vedendo che si trattava di sua cugina si rilassò.

-          Samya, cosa hai in mente?

L’altra sorrise.

 

L'indomani

 @Alyssa e Roderic

Spoiler

 

Pace e tranquillità. I vantaggi di far parte della guardia in questo regno. E avere ottimi rapporti con i sovrani, come ieri sera, quando la regina in persona vi ha invitati sul terrazzo reale ad ammirare le stelle cadenti.

Ma ci sono anche i doveri.

La cerimonia di cambio della guardia si è appena conclusa e vi state dirigendo ai vostri alloggi lungo gli stretti corridoi del castello. Incontro a voi, col viso preoccupato e apparentemente in stato di agitazione (come lo è sempre) sta giungendo uno dei consiglieri del vostro signore, Sialbert. Noto per agitarsi anche solo per una rosa in ritardo nel fiorire.

- Presto! E’ urgente, seguitemi nella sala del trono. Si tratta delle principesse! E’ grave! E’ urgente! Che tragedia! Che tragedia! Presto! Presto!

 

 

@Lancelyn, Kay, Raho, Keith

Spoiler

 

State giocando ai dadi nel vostro alloggio con i vostri commilitoni. L’atmosfera nella camerata, complici alcune bottiglie di vino, è allegra. Anche se siete la migliore compagnia dell’esercito, non vuol dire che dobbiate essere sempre seri! Come la sera prima che vi siete affollati sulle mura ad ammirare le stelle cadenti.

La porta della vostra camerata si spalanca, uno dei consiglieri del re, Wulf, vi scruta con serietà e disprezzo tipico del nobile arrivista, poi allunga il braccio e vi indica

- Il Signore ha chiesto di voi. Urgentemente, per una questione della massima priorità! Muoversi topi di fogna scansafatiche!

 

 

 

@Yorik, Manelvaghor, Gobard

Spoiler

 

E’ da tempo che da Palazzo non vengono richieste. E questo incide negativamente sulle vostre finanze, benché abbiate vitto e alloggio gratuito, certi desideri e divertimenti vanno comunque pagati. Che si tratti di un pollo arrosto, o di una ragazza.

Ma ci sono anche spettacoli gratuiti, come le stelle cadenti della sera prima.

Tuttavia nella sala della gilda non vi è tristezza, anzi. C’è chi canta, chi grida e urla mentre gioca, gente allegra che racconta fantastiche (in tutti i sensi) imprese.

Il caos diviene gelido silenzio quando le porte si spalancano all’improvviso. Guardate verso di essa e vedete la nota figura del vostro collegamento con il Palazzo: Hugo, serio e imponente come sempre.

-          C’è un incarico per voi! La regina ha espressamente richiesto la vostra presenza. Tu, tu e tu! Esclama indicandovi uno ad uno. A palazzo!

 

 

Edited by Albedo
Link to comment
Share on other sites


Lancelyn - Combattente non-convenzionale

Descrizione e personalità

Spoiler

Altezza nella media, fisico proporzionato ma non eccezionale, età che ha ormai passato i trent'anni. Lo sguardo tranquillo e i lineamenti anonimi lo rendono davvero uno come tanti. Quando indossa la sua maglia di armatura e impugna la sua lunga alabarda con maestria, il sigillo della compagnia del grifone che sventola sul mantello sulle sue spalle, sa essere ancora minaccioso, però.

Inquisitivo e curioso, ha la spiccata propensione a fare le domande giuste per metterti a disagio, oltre che a leggere le persone come se fossero un libro aperto. Un ottimo commilitone, nonostante i gradi di Capitano si sente un fratello maggiore per tutti i suoi uomini, indipendentemente dal ceto o dalla provenienza. In effetti, nessuno sa bene da dove provenga o quale sia la sua storia, ma più che perché venga tenuto nascosto, in realtà, sembra che a lui proprio non interessi.

Commilitoni del GRIFONEEEEEEE!!!!

Spoiler

Ah! Ho vinto di nuovo! Se continuiamo così rimarrai in mutande, Ben! Te lo avevo detto di non sfidare la mia fortuna, ieri sera ho visto la stella cadente più grande di tutti, dovrà pur valere qualcosa! Rido scherzosamente, lanciando un pugno sulla spalla di uno dei miei due luogotenenti, prima di voltarmi verso uno dei ragazzi degli esploratori, un sergente addirittura: Ehi Kaith, che dici di prendere il posto di questo poveraccio prima che io lo lasci del tutto in mutande? E ti assicuro, non sarebbe un bel vedere! 

Il momento cameratesco viene interrotto dalla porta che si spalanca e dalla faccia lunga e antipatica di Wulf. Mi alzo di scatto, rispondendo gravemente: Sissignore, signore. Saremo subito li. Copro quindi in pochi passi la distanza che mi separa dal posto a me riservato dell'armeria, afferrando alabarda e scudo dopo aver lanciato il mantello sulle spalle. Non impiego più di una decina di secondi ad essere pronto vicino alla porta, per poi lanciare gli ordini ai miei uomini, secco: Ben, rivestiti, sei tu in carico ora. Kay, Raoh, con me. Kaith, vieni anche tu, non ho un buon presentimento. Voialtri tenetevi pronti, quando Sua Maestà ordina il Grifone vola. Prima di uscire, mi volto ancora una volta: Il Grifone... VOLA! E' il nostro urlo rituale, che lanciamo prima di cominciare una delle nostre tipiche missioni, e le voci dei miei commilitoni che mi rispondono a pieni polmoni mi riempie di adrenalina ed energia, una sferzata che cancella tutto il vino e i bagordi.

Mi avvio alle spalle del nobile, l'ampio mantello bianco che mi segue svolazzando.

 

  • Like 1
  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

Roderic Seydel - Paladino di Abadar - Luogotenente delle guardie reali

Con Alyssa

Spoiler

La serata delle stelle cadenti era un evento sempre molto emozionante e assistervi dal balcone dei reali era un onore che non tutti potevano sperare di avere. La distrazione però era durata poco e subito entrambi eravamo dovuti tornare ai nostri doveri.
Fortunatamente il turno di guardia è finito e siamo quasi giunti ai nostri alloggi per un po' di meritato riposo Ci risiamo mormoro vedendo Sialbert giungere verso di noi Calmatevi, cosa è successo? Le principesse sono nuovamente sgattaiolate fuori dal castello?

Aspetto

Spoiler

77f0501ef9932ce04aacdb9343d393d3.jpg

In questo momento al fianco porta la balestra e una spada lunga.
I vestiti portano lo stemma della guardia reale e quello di abadar, mentre al collo ha un amuleto col simbolo del suo dio.

 

Link to comment
Share on other sites

Raoh Aritan (Aasimar bardo)

[Camerata]

@Descrizione

Spoiler

Un bell'uomo.
Aasimar per la verità, come negarlo. Impossibile non notare quei tratti così.. così.. belli.

Capelli lunghi e bianchi come la neve.
Una catenina al collo e occhi sognanti rivolti sempre altrove.
Raramente volgo lo sguardo direttamente verso le persone con le quali parlo, se lo faccio è per rispetto verso il loro rango, preferisco parlare al vento.. al sole, alla luna.
Sono un sognatore, si.

Mi vesto praticamente sempre con l'uniforme dell'esercito del quale faccio parte da sempre: l'Ordine del Grifone.

Non ho particolari segni distintivi se non.. ovviamente.. l'essere bellissimo, e sono ben conscio di esserlo. Ma non lo faccio pesare a nessuno. Quasi nessuno insomma, a volte mi scappa qualche atteggiamento altezzoso.

Mi accompagna praticamente sempre una mia cara amica: una piva nera che tengo legata alla schiena. 

@Immagine

Spoiler

ds8yf.jpg

@Lancelyn, Kay, Raho, Keith

Spoiler

Te lo avevo detto ben.. Ben punzecchio il commilitone dalla branda sulla quale sono sdraiato a suonare il piffero (aka non fare nulla) ..il capitano ha più cùlo che armi con sè.  Avresti dovuto usare la mossa del polso con il tuo pisello invece che con i dadi. E mimo il movimento che tutti quanti apprezziamo durante i momenti in solitudine e ci sentiamo un pò "soli". Avresti perso solo un pò di essenza di te.. e non i soldi, che già ne hai pochi. Ma Lancelyn è un buon uomo e ci scherza su, dopotutto gli avrà sfilato dalle tasche ben poco, conoscendolo, non è uno che se ne approfitta.

..capitano, dovresti giocare contro qualcuno che sa come far girare i dadi nella maniera giusta poso il flautino sul letto, mi tiro su in posizione eretta con le gambe penzoloni dalla branda e indico i dadi con la destra [prestidigitazione sui dadi per farli continuare a ruotare su se stessi in bilico su uno degli spigoli] ma proprio in quel momento..

BLAM! Si spalanca la porta e chi spunta? Wulf che ci richiama all'ordine e ci ordina di presentarci al cospetto del Signore e ti pareva.. proprio adesso dovevi venire? perdo la concentrazione e lascio che i dadi scivolino via per la loro strada..

Mi getto giù dalla branda e sistemo i capelli guardandomi nel piccolo specchio che porto sempre con me. Me li lego in una coda alta che a sua volta attorciglio su se stessa di modo da averli completamente raccolti e poi li fermo con un piccola bacchetta di legno.
Io.. mi sistemo l'uniforme tirandomela con forza verso il basso di modo da darle una forma non spiegazzata e poi mi dò due pacche sul petto buttar via l'ipotetica polvere ..sono pronto capitano.

Quella sagoma di Lancelyn prima di uscire dalla porta ci sprona con il solito motto e io rispondo di conseguenza
..VOLA! All'unisono con gli altri.. più o meno insomma. Non tutti possono vantarsi di avere una voce potente come la mia e sapere rispettare i tempi musicali alla perfezione.
Anche se dovrebbe essere il mio ruolo lascio che il capitano si lanci in questi momenti di incitamento, alla fine mi toglie dai miei compiti un momento del quale faccio volentieri a meno, io preferisco momenti più.. aulici.

 

Edited by Fezza
EDITATO IMMAGINE
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Yorik Weiser - nano incantatore

Descrizione

Spoiler

Yorik è un nano dal naso rotto, barba e capelli relativamente corti. Indosso abiti dimessi e ho sempre con me una sacca da viaggio piuttosto malmessa, con agganciati sopra un piccolo scudo e un martello.

Sul collo ho il tatuaggio di un occhio aperto, in inchiostro blu, e molti altri di minor qualità sul resto del collo.

Mercenari

Spoiler

Sto bevendo birra con gusto, il boccale galleggia davanti a me mentre con le mani reggo pane e salsiccia.

Arriva Hugo, lo ascolto. Mi pulisco la bocca con la manica, e annuisco. Inghiotto tutto in due bocconi, risciacquo con la birra e mi alzo.

"Se sua maestà chiama, io arrivo"

 

Link to comment
Share on other sites

Gorbad

 - Sala della gilda con Yorik ed Orione

Spoiler

L ultimo lavoro e' finito da qualche settimana e nonostante mi manchi un po' la calma e la riservatezza dei miei boschi ho diceso di fermarmi nei locali della gilda piu' a lugo questa volta.

La compagnia come sempre e' tra le piu' variegate, abbastanza da far passare quasi inosservato anche un tipo strano come il sottoscritto. Dopo aver passato alcune ore a discutere con un gruppo di cacciatori circa le nuove piste aperte e l avvistamento di un nuovo branco di lupi piuttosto numeroso nel fitto del bosco tra Garren e Thiulp sono finalmente seduto a gustare dell ottimo idromele fatto in casa da uno dei chierici quando l improvviso spalancarsi delle porte fa calare un silenzio innaturale per la sala comune della gilda.

Quando vengo indicato mi guardo attorno per vedere chi saranno i miei compagni di viaggio questa volta.

Riconosco la voce cupa e profonda di Yorik mentre scorgo in lontananza anche l esile figura del mezzelfo Orione, sicuramente una compagnia variopinta.

"Come sua maesta' comanda"

Rispondo alzandomi ed incamminandomi verso Hugo

- Descrizione

Spoiler

Di presenza imponente ha quasi tutto il corpo ricoperto di tatuaggi tribali e scene di caccia. I capelli neri sono un groviglio senza speranza acconciato in qualche modo utilizzando legacci e piccole ossa di animali, veste abiti di pelle cruda sui quali porta un armatura fatta con la pelle di un qualche strano animale leggendario. Al suo fianco ha una strana arma, una clava di legno finemente intagliata.

 

Edited by Pentolino
Link to comment
Share on other sites

Alyssa - Samurai

Roderic e GM

Spoiler

Lo spettacolo della sera prima è stato tutt'altro che un momento di tranquillità per me. Sono situazioni come quelle di ieri in cui rimango più guardinga del solito. Mio padre ripeteva sempre: spera per il meglio, preparati al peggio! Un adagio che mi ha accompagnato lungo tutto il corso della mia vita qui a palazzo.
Quando tutti erano con il naso rivolto verso il cielo, io stavo osservando ogni movimento di ogni singolo invitato. La famiglia reale gode della mia protezione e non intendo mancare al mio importante compito per nessuna ragione al mondo.

E anche adesso che incontriamo Sialbert, pur conoscendo la sua perenne agitazione, mi porta a pesare bene ogni sua frase.

Al commento troppo sarcastico di Roderic sulle principesse, lo fulmino con una gelida occhiata.

Nel mentre che spiegate, fate strada mastro Sialbert. Vi seguiamo.

Aspetto

Spoiler

Sguardo austero e di corporatura guerriera, la donna che risponde al nome di Alyssa è un esempio perfetto di dedizione alla causa.
Addestrata alla guerra in tempo di pace, cela delle cicatrici da combattimenti che l'hanno temprata prima nello spirito e poi nelle ossa. Il suo stile è letale e preciso, come se non contemplasse l'errore, inducendola fin troppo spesso a sopravvalutare le sue capacità.

Quando in servizio indossa l'inconfondibile armatura della vergine grigia. Una massiccia e elaborata armatura da campo che è stata progettata su misura per lei e che integra i simboli delle guardie reali oltre che identificarla come capitano. In qualsiasi situazione si trovi Alyssa, dimostra di possedere sempre l'abito adatto. Attorno al suo capo volteggiano due pietre preziose magiche.

immagine

 

Edited by Iria
Link to comment
Share on other sites

Keith (Ranger Guida).

Descrizione e Personalità

Spoiler

Snello e agile come un gatto, Keith non ama mostrare i suoi lineamenti delicati ma in qualche modo sgradevoli alla vista, dato che richiamano alla mente di chi osserva i tratti di un uccello rapace e  che in qualche modo rivelerebbero la discendenza angelica, così come non ama mettere in mostra le sue doti fisiche, tutt'altro che trascurabili.
Indossa sempre abiti che, pur consentendogli la massima manovrabilità, nascondono il più possibile le sue forme, ma poco può fare per nascondere gli occhi gialli simile a quelli di una poiana.

Introverso e chiuso, la personalità di Kaith è stata forgiata da un'infanzia difficile, che solo i bambini visti diversamente possono capire. 
Non tanto per le condizioni familiari dato che i genitori adottivi, per quanto all'apparenza semplici contadini non  hanno mai fatto mancare niente di quanto potessero, ma le sue peculiari caratteristiche  fisiche non gli hanno mai concesso di integrasi  con i suoi coetanei e le sue precocissime doti lo hanno troppo presto avvicinato alla via degli adulti.
Diffidente per non dire sociopatico, ha coltivato la sua indole fino all'estremo, confidando soprattutto in se stesso, prima che negli altri.

[Camerata] DM e Compagnia del Grifone.

Spoiler

E' una delle poche situazioni in cui riesco perfino a trovare divertente la compagnia di altre persone, il gruppo con cui lavoro è ben affiatato ed il capitano Lancelyn uno dei pochi uomini che sopporti senza fatica. Sta vincendo ai dadi con Ben ed inizia la solita burla.
Trinco un altro goccetto di vino quando vengo chiamato in causa per una nuova sfida...
va bene bello, ma la tua fortuna dovrà pur avere fine.
penso alzandomi per prendere parte al gioco sorridendo appena sotto il cappuccio, quando Raoh inizia a schernire il perdente, un attimo dopo la porta si spalanca e l'atmosfera giocosa svanisce.

La vista di Wulf spazza via qualsiasi cenno di allegria, almeno per me, abbasso la testa e spero se ne vada in fretta, purtroppo vengo chiamato in causa.
Annuisco all'ordine del comandante senza però più condividere  il suo entusiasmo, mi assicuro solo che il  pugnale sia ben infilato nello stivale prima di rispondere secco, come mio solito.
"Agli ordini, capitano."
..neanch'io ho un buon presentimento...

 

Edited by DedeLord
Link to comment
Share on other sites

Kay

@Camerata: Kay, Lancelyn, Raho, Keith

Spoiler

 

Eccoci tra una campagna ed un'altra, in quei pochi attimi di respiro a tirare il fiato. Lo si fa cazzeggiando e stipati in questo alloggio che sembra una cella dove l'aria la si cambia una volta l'anno. C'e' chi gioca a dadi sbraitando ed urlando, qualcun altro disteso in branda sonnecchia... io fumo, pulendo parti della corazza accompagnato da un bicchiere di vino amarone. L'aria e' distesa e i sorrisi si allungano sui nostri volti... Povero Ben! sono 4 giorni che Lancelyn ti spenna ed non hai ancora capito come fa a vincere? Ahahah guarda i suoi dadi non le sue mani...  

Ad un tratto la nuova arriva da Wulf che ha spalancato la porta, il quale in modo poco garbato detta gli ordini. 

Non riuscendo a sopportare i suoi modi intervengo di stizza. Caro Wulf, siamo agli ordini del Signore, e questo ci sta bene, ma non ad un pezzo di m...a delle tue dimensioni. Sputo per terra. Qualcuno dovrebbe insegnarti l'educazione, perche' tra i presenti c'e' un capitano, Sir Lancelyn, alla tua sinistra, e un luogotenente; il sottoscritto. Mi avvicino torvo a pochi centimetri fissandolo e sbuffando in faccia l'ultima boccata di fumo. 

Nel frattempo il buon capitano, incalzato dall'annuncio, grida il nostro motto... ed io ne approfitto per smorzare gli animi.

VOLA! ed esco seguendo i miei compagni..

 

 

Descrizione e personalita'

Spoiler

Statura alta e ben posato a terra. Muscolo agile e non pronunciato. Eta' che ha abbondantemente superato la quarantina, capelli grigi e barba del medesimo colore sempre incolta. Occhi neri perche' originario dei territori del Meridiano.

 

Kay ricopre il ruolo di luogotenente non perche' qualche conoscenza di famiglia lo abbia piazzato li' per qualche favore;  il suo titolo se l'e' meritato mangiando la terra sui campi di battaglia ed alzando la sua spada in aria in segno di vittoria. Ha prestato servizio con disciplina, scrupolo e successi. E sono stati proprio quest'ultimi che hanno accresciuto la sua fama nella regione, tanto che diversi signori se lo sono contesi per le loro campagne.
Poco fa lo abbiamo visto di umore nero, proprio perche' non sopporta chi prevarica il rispetto. Con altra luce Kay e' comunque una persona di cui ti puoi fidare, alla mano, generoso, giusto ed altruista. Porta sempre con se un po' di tabacco da rollare e non si divide mai dal suo Blacky.

 

Immagine

Spoiler

 

74c78c01a807748768e95356409ed7ee47ccb97f_hq.thumb.jpg.9fad520388efbdcd26af05bf6e97a84d.jpg

 

 

 

 

 

Edited by Blues
Link to comment
Share on other sites

Menelvagor "Orione" Adanedhel (mezzelfo intrepido)

Sala della Gilda

Spoiler

E' ormai qualche tempo che alla Gilda degli Appaltatori non arrivavano richieste da parte del Palazzo ed io incominciavo ad annoiarmi seriamente. La vita vale la pena di essere vissuta solo immersi in mirabolanti peripezie, con il costante brivido del pericolo addosso, proprio al centro dell'azione; insomma tutte quelle cose che ti fanno apprezzare ogni minuto, ogni respiro del dono che ci è stato fatto. Certo dopo ogni avventura viene il momento del riposo, in cui ci si gode la vittoria, la gloria, i soldi o perlomeno di essere ancora vivi per parlarne e si spera in buona salute e tutti interi, ma adesso si stava più che altro poltrendo fra donne, alcool, gioco d'azzardo ed altri vizi che necessitavano tutti di denaro e quello inizia a scarseggiare.

Da parte mia il denaro non è un problema, sono sempre stato un tipo parco e senza vizi particolari, il problema è la noia, la mancanza di qualcosa che sollazzi ed intrattenga il mio spirito intrepido. Ormai prendersela persino con i furfanti in città è diventata un'attività monotona e priva di stimoli, nessuno alla mia altezza ed in più le mie ronde clandestine così frequenti hanno messo in guardia, i manigoldi nelle strade che preferiscono starsene nascosti e guardinghi mantenendo un baso profilo fino a che la presenza di questo giustiziere imbattibile non venga risolta o passi come tutte le cose. Nessuno immagina quale sia la sua vera identità ed il suo aspetto e così mi sta bene, non voglio problemi imprevisti o fastidi alla Gilda dopotutto.

Sto quasi accarezzando l'idea di andarmene altrove in cerca di avventura, abbandonando la Gilda e la città, almeno per qualche tempo o magari per sempre, quando finalmente Hugo fa la sua improvvisa comparsa alla Gilda. Non vedo l'ora che ci comunichi di qualche problema che necessiti dell'intervento di figure esterne rispetto ai reparti ufficiali dell'esercito di sua maestà e con sguardo bramoso attendo che egli parli, sensazione che però viene placata solo in parte. C'è un lavoro, questo è certo, ma non ci ha detto di cosa si tratti. In fondo cosa voglio che sia aspettare anche un po' per saperlo di fronte all'esaltazione di essere stato scelto appositamente assieme ad altri due, Gorbad e Yorik, per affrontare questa faccenda? Finalmente un po' di azione, non chiedo di meglio.

Mi alzo e di tutta fretta mi avvio verso l'uscita, senza farmelo ripetere due volte dalle note maniere spicce di Hugo, quasi dimenticavo il cappello e devo fare un paio di rapidi passi indietro per acciuffarlo sul tavolo ed unirmi agli altri due membri richiamati assieme a me. Lì conosco di vista e di fama, anche se non mi è mai capitato di lavorarci assieme; gente competente non c'è che dire, ma quanto ad aspetto e presenza lasciano un po' a desiderare. Gorbad è un mezzorco, un bestione muscoloso, un concentrato di natura primigena e violenza primitiva che indossa abiti fatti di pelli e quella sua grande clava intagliata ed anche Yorik,, uno stregone nano, non è tanto meglio con quegli abiti dimessi; in comune hanno i tatuaggi ed i modi alquanto rozzi.

Descrizione e Personalità

Spoiler

Io d'altro canto sono un giovane mezzelfo di 30 anni che veste ordinatamente ed ha un aspetto pulito, curato nel vestire e nelle maniere. La mia metà elfica mi ha donato un istintivo buon gusto e piacere per le belle cose, nonché un aspetto invidiabile, che ha fatto breccia fin troppe volte e troppo facilmente nel cuore delle dolci pulzelle di questo paese, e di tutti gli altri dove mi sia capitato di soggiornate. I lineamenti del mio viso sono molto morbidi e dolci e potrei benissimo passare per una ragazza longilinea con gli abiti giusti ed un poco di trucco dacché nemmeno un filo di barba cresce sul mio viso. In compenso la mia natura umana mi ha donato una certa passionalità ed irruenza che difficilmente si concilierebbe con i modi perfettamente controllati di un vero elfo, non ho proprio la loro pazienza ed autocontrollo, devo vivere intensamente non posso permettermi di passare del tempo a non fare nulla o a meditare come fanno loro che vivono una vita infinita.

Indosso degli abiti di buona fattura alla moda di questo periodo, ed un ampio tabarro legato asimmetricamente alle mie spalle in modo che avvolga quella destra e compra il fianco dove pende, appesa alla cintura, la mia spada da duello; un'arma dotata di grazia ed eleganza nelle mani di uno spadaccino esperto come me Calzo dei morbidi ed eleganti guanti, di cuoio nero come miei i comodi ed ampi stivali mentre in testa indosso un cappello a tesa larga con una voluminosa piuma viola attaccata di lato, la quale ondeggia, come a fluttuare nell'aria, ad ogni mio leggero passo.

Si nota subito la mia andatura elegante e leggiadria, tanto che i miei stivali quasi non fanno rumore. Di corporatura agile ed altezza media, sfoggio dei corti capelli castani e degli occhi marroni dallo sguardo indubbiamente vivace e furbo, lo sguardo di chi ha coraggio da vendere o solo troppo poco buonsenso per avere paura e rimorso nel lanciarsi in qualche situazione pericolosa e finora la fortuna è sempre stata dalla mia, ricevendo solo qualche cicatrice di poco conto lungo il mio corpo e nessuna sul viso che mostra ancora l'aspetto giovanile di un giovane uomo che si sente ancora un ragazzo, ma che ne ha passate tante quante un uomo ormai al termine dei suoi anni. Di indole buona, mi piace aiutare il prossimo non solo per fare del bene, ma perché spesso ciò comporta qualche impresa o rischio con cui dare senso alla mia vita, anche se mi disinteresso o passo oltre laddove non ci sia nulla che attiri la mia intraprendenza od il mio senso di giustizia. Indolente verso la disciplina e verso le regole, ho un codice di condotta tutto mio con cui rapportarmi con il Bene ed il Male, nonché con la giustizia amministrata dalla gente, ben lontana dalla Giustizia ideale che ho in mente. 

Il mio nome è Menelvagor, che in elfico significa "spadaccino del cielo", proprio perché nato sotto la costellazione di Orione e proprio con il nome di questo eroe umano del passato mi faccio chiamare in città e sono noto nella Gilda.

 

 

Edited by Pyros88
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

@Alyssa e Roderic

Spoiler

 

Una cosa terribile! La principessa Samya ha rischiato la vita! Esclama con enfasi Sialbert senza smettere di gesticolare Le Eccellenze Illustrissime vi spiegheranno tutto! Sono sconvolto, sono sconvolto!

Giungete infine davanti alla sala del trono che trovate chiusa e due dei vostri a fare da picchetto.

Dovrete attendere l’arrivo degli altri ospiti si giustifica Sialbert prima di congedarsi.

Poco dopo giunge il marchese Wulf con quattro soldati, fra cui il capitano de Bois Lancelyn e il suo luogotenente Kay.

E’ un onore incontrare il più meraviglioso fiore fra i fiori. Saluta Wulf in direzione di Alyssa. La sua graziosa vista rallegra questa giornata Sono desolato di non aver con me delle rose quale omaggio alla vostra bellezza, anche se neppure le stelle si possono paragonare ai vostri occhi e alla vostra grazia. Haimè ora devo andare, ma il mio cuore resta con voi.

Detto ciò si allontana girandosi ogni tre passi per mandare dei baci al capitano Alyssa. Dopo qualche minuto giungono anche tre appaltatori: un nano, un mezz’orco e un mezzelfo, che ben conoscete come Yorik, Menelvaghor e Gobard

 

@Lancelyn, Kay, Raho, Keith

Spoiler

 

Alla parole e ai gesti di Kay, sul volto di Wulf appare un sorriso di soddisfazione, il nobile si avvicina al luogotenente ponendo il proprio viso a pochi centimetri da quello del soldato.

Non sai quanto mi rendi felice. Non mi sei mai piaciuto, sai? E forse la cosa è reciproca… solo che io sono il tuo signore, io sono quelle che se ti ordina di leccarmi gli stivali tu ti inginocchi e mi lucidi gli stivali con la lingua. Dopo il tuo gesto vorrei tanto punire tutta la compagnia, ma sono buono… per cui quando avrai finito col re e i suoi ordini, sarà per me una gioia sbatterti in una cella a calci e lasciarti lì per una settimana.

Quando arrivate alla sala del trono trovate la porta chiusa con due guardie reali di picchetto, il loro capitano Alyssa e il suo luogotenente Roderic in apparente attesa di qualcuno.

E’ un onore incontrare un così meraviglioso fiore Saluta Wulf in direzione di Alyssa La sua graziosa vista rallegra questa giornata Sono desolato di non aver con me delle rose quale omaggio alla vostra bellezza, anche se neppure le stelle si possono paragonare ai vostri occhi e alla vostra grazia. Haimè ora devo andare, ma il mio cuore resta con voi. Detto ciò si allontana girandosi ogni tre passi per mandare dei baci al capitano Alyssa

Dopo qualche minuto giungono anche tre appaltatori: un nano, un mezz’orco e un mezzelfo, che ben conoscete come Yorik, Menelvaghor e Gobard. Avete spesso operato insieme per il regno.

 

 

@Yorik, Manelvaghor, Gobard

Spoiler

Quando giungete alla sala del trono la trovate chiusa con diversi soldati e guardie reali in attesa. Riconoscete subito il capitano delle guardie Alyssa e il suo luogotenente Roderic, ma anche alcuni vostri cari amici e compagni di molte missioni appartenenti alla compagnia del Grifone: il capitano Lancelyn, il suo luogotente Kay, il sergente ranger esploratore Keith e l’alfiere Raho.

 

Edited by Albedo
Link to comment
Share on other sites

Roderic Seydel - Paladino di Abadar - Luogotenente delle guardie reali

Spoiler

La reazione di Sialbert e il fatto che non ci diano subito spiegazioni mi fa scattare un campanello d'allarme Che sia successo qualcosa di davvero grave?  penso tra me e me.
Mentre il marchese parla una , non celata , smorfia di disgusto mi si disegna in volto Se hanno convocato anche i soldati e dei mercenari vuol dire che la cosa non è affatto leggera e quello si perde dietro romanticherie mi rivolgo ad Alyssa 

 

Link to comment
Share on other sites

Gorbad

Cammino silenzioso accanto ai miei due compagni, Orione come sempre sembra muoversi senza toccare terra, sorrido all idea che due elementi pragmatici come me e Yorik, gente abituata a badare piu' alla sostanza che alla forma, si accompagnino ad un individuo cosi ricercato nei modi e nell apparire.

Giunti nella sala del trono appare chiaro da subito il motivo di tanta urgenza. Alyssa, l austero  capitano delle guardie reali, accompagnata dal fido luogotenente scruta i presenti dietro il suo sguardo glaciale capace di sezionare un individuo anche senza l utilizzo della sua lama affilata.

Riconosco pero' anche i miei cari fratelli della compagnia del Grifone con i quali ho condiviso cosi tante missioni, pasti a base di animali disgustosi e notti all addiaccio sotto cieli stellati.

Quasi senza accorgermene faccio un cenno di saluto al loro capitano, un uomo di cui si sa poco ma che ispira grande fiducia e grande rispetto e con il quale ho avuto la fortuna di conversare durante le nostre missioni fuori dalla cittadella.

Come mi e' stato insegnato, e ricordato piu' volte durante le lunghe e noiose sessioni di etichetta a palazzo, avanzo presentandomi al capitano .

"Gorbad di Bosco Vecchio lady Alyssa, ...ehm...per servire, si...per servire...sono giunto appena ricevuta la chiamata"

il tono somiglia a quello di un bambino che ha imparato a memoria una canzone solo per far piacere ai propri genitori e di tanto in tanto e' chiamato a ripeterla

Edited by Pentolino
Link to comment
Share on other sites

Raoh Aritan (Aasimar bardo)

[Nel corridoio con Wulf] @Lancelyn, Keith, Kay

Spoiler

Secondo me ti conviene lasciar perdere Kay. Ha il coltello dalla parte del manico e rischi solo di farti molto male.. oltre che consentirgli di rompere il càzzo anche a noi.  Dico sottovoce al nostro compagno Grifone. Quello è uno sfigato nato, non lo vedi? Gli puzza anche l'alito di topi morti

[Davanti la porta della sala del trono]
Sorrido leggermente alla scenetta di Wulf con il capitano delle guardie reali quanto mi divertono ste cose, magari lui pensa che potrebbe riuscire a far breccia in quella corazza. No, è troppo scemo anche solo per pensarlo, lui ha la certezza che ci riuscirebbe. Patetico

@Lancelyn, Keith, Kay

Spoiler

E' probabile che si tratti di qualcosa che ha a che fare con la famiglia reale credo.. altrimenti perchè ci sarebbero Alyssa e Roderic? 

Sussurro ai miei commilitoni serrando i ranghi per non farmi sentire dagli altri e quando poi Wulf se ne è andato mi giro verso i non-Grifoni e li saluto con un plateale inchino a mezzo busto. Salve a tutti. 

Link to comment
Share on other sites

Alyssa - samurai

Lo scambio di sguardi con Roderic suggerisce che, proprio come lui, piombo nel dubbio e anche quando sento che la principessa vive ancora, non riesco a trovar pace. Maledico la mia mancanza, qualsiasi essa sia stata, per non aver prevenuto l'incidente o almeno esser li quando tutto è accaduto.

Inutile sottolineare come le mielose lusinghe del nobile mi scivolano sull'armatura. Lasciate le rose ai cespugli, marchese. Potreste trovare molto dolorose le loro spine.

Non dico altro, se non scambiando un marziale saluto col capo ad ognuno dei presenti, aspettando che quelli del Grifone siano loro a porgere i loro rispetti per primi. A Gorbard pare esser riservata una speciale dispensa. La sua natura primitiva di sangue bastardo è un grosso ostacolo per integrarsi alla vita di palazzo e non sento il bisogno di giudicare i suoi modi spiccatamente rozzi, soprattutto se mette al nostro servizio la sua magia druidica.

Siete stati chiamati perché la principessa Samya ha rischiato la vita. Attendiamo nuovi aggiornamenti dalla famiglia reale stessa.

Edited by Iria
Link to comment
Share on other sites

Yorik

Arrivo un po' dopo gli altri, fretta o non fretta io non corro per nessuno alla tariffa base. Mi guardo attorno con aria chiaramente contrariata: damerini! Puah, gente che col denaro non sa che fare e lo getta alle ortiche. 

Aspetto che si presentino tutti e io lo faccio per ultimo, con voce un po' strascicata "M'lady Alyssa. Yorik al vostro servizio". 

Non sono esattamente sconvolto alla notizia che ci viene riferita, ma cerco di apparire almeno impensierito.

Link to comment
Share on other sites

Lancelyn - Combattente non-convenzionale

grifoni

Spoiler

Cerco di dividere Kay dall'inutile nobilotto, mormorando: Non serve, me ne occupo io... Un generale invito a non far proseguire la cosa, tanto per Kay quanto per Wulf.

Quando giungiamo davanti alle stanze della famiglia reale, saluto Alyssa con il saluto militare, come si confà al suo rango, rivolgendone poi uno uguale al suo luogotenente. Confermo con una occhiata di traverso le parole di Raoh, commentando poi, mentre il nobile si sta allontanando: Non tutti riescono a capire quando il fiore non è più a portata... 

L'arrivo degli appaltatori mi suscita un sorriso, ma davanti ad Alyssa mantengo comunque il contegno.

Le parole del capitano delle guardie mi mettono comunque in allarme: qualsiasi cosa riesca a mettere in pericolo la vita della principessa senza essere polverizzata dalle guardie reali deve essere davvero pericolosa.

Edited by smite4life
Link to comment
Share on other sites

Keith

Spoiler

Scuoto la testa impercettibilmente al battibecco tra Kay e Wulf, disapprovando
Lascia stare amico, non hai (abbiamo) niente da guadagnarci.
Ho sempre trovato stupido farsi valere quando non hai niente da guadagnarci e mi limito al silenzio, seguendo il capitano fino alla sala del trono. 

La presenza di Roderic e Alyssa all'ingresso e l'arrivo degli appaltatori non promette niente di buono.
Ignoro completamente il misero corteggiamento di Wulf, sfruttando la distrazione che crea per capire se qualcuno dei presenti sa cosa stia succedendo.

Come pensavo...niente di buono, siamo in tanti e tutti....affidabili. Deve essere successo qualcosa di grave.
Le parole di Alyssa trasformano il pensiero in consapevolezza, ma decido di rimanere in silenzio.

 

 

Edited by DedeLord
Link to comment
Share on other sites

Orione (mezzelfo intrepido)

Quando giungiamo di fonte alla sala del trono la troviamo chiusa con a guardia diversi soldati. Noto che ci sono anche il comandate e vice delle guardie reali ed altri membri della Compagnia del Grifone; se hanno chiamato noi ma anche l'esercito assieme per discutere della faccenda, deve essere qualcosa di serio.

Come si confà salutiamo per primo noi appaltatori per poi a seguire quelli del Grifone e la Guardia Reale seguendo la gerarchia militare. E dopo ciò attendiamo che le porte ci vengano aperte. Non ho nulla di cui discutere con gli altri; li ho conosciuti nel corso di diverse missioni e conosco il loro valore e la loro lealtà alla corona, è quanto mi basta. Inoltre anche sui loro volti è dipinta una espressione preoccupata, ma anche sorpresa della nostra presenza, cosa che mi fa ritenere che pure loro siano all'oscuro di quanto stia accadendo. 

Nell'attesa non posso fare a meno di indulgere qualche secondo ad ammirare la bellezza del capo delle Guardie Reali, una donna dalla fascino ultraterreno, in tutti i sensi, tanto bela quanto altera, il suo cuore si dice sia impenetrabile tanto quanto la sua corazza. Ovviamente se sono solo quelle le cose impenetrabili per me non ci sarebbe alcun problema, meno problemi con sentimentalismi inadatti ad una donna del suo rango ed autorevolezza e d'altra parte credo proprio che il dovere verso il suo ruolo, nonché forse una certa predisposizione caratteriale, l'abbiano resa una donna alquanto frigida e indisposta verso i piaceri che un uomo ed una donna possono condividere. Da buon dongiovanni navigato ho subito compreso come fosse meglio non tentare nemmeno un approccio con ella e limitarmi ad ammirarne la bellezza senza crearle alcun fastidio in fondo è pur sempre una collega, meglio tenere separati lavoro e piacere, anche se il mio lavoro mi piace da morire a dire il vero.

Edited by Pyros88
Link to comment
Share on other sites

Le guardie reali di picchetto finalemnte spalancano le porte della sala del trono, e vi fanno entrare. Notate subito una cosa strana. In ginocchio, ai piedi del re, vi sono le principesse Astel e Samya. In disparte, anch’essa in ginocchio, la guardia personale della principessa: il capitano Arie.

Prendete posto innanzi al vostro sire, e dopo i saluti di protocollo, egli si alza e vi si avvicina.

  • Ho bisogno di voi! – Esclama camminando fra di voi e poggiando le sue mani sulle vostre spalle. – Ieri sera quelle due – dice indicando le principesse – sono venute meno alla loro educazione, ai loro doveri e al loro onore, mostrando al contempo come lei – dice indicando Arie – abbia fallito nel cercare di far capire loro almeno il rispetto e l’onestà, oltre che la disciplina. Prima che me lo chiediate, ve lo dico subito. Quelle due si sono intrufolate negli appartamenti privati del capitano Arie, per… per… per spiarla mentre si spogliava! Voglio tralasciare il resto, ma non la punizione. E qui venite voi.

Al resoconto di quanto accaduto, le tre ragazze tirate in causa arrossiscono visibilmente.

- Da questo momento – riprende il re – le principesse sono prive di ogni diritto, titolo e prerogativa reale. Sono delle semplici cittadine. Anzi! Sono ora reclute. Reclute –si avvicina a de Bois – della tua compagnia. Compagnia che oggi stesso si recherà nel bosco per restarci un paio di giorni, durante i quali, spero, queste tre impareranno un po’ di vera disciplina. Di sana vita marziale. Sotto il vostro controllo e guardia. Vi voglio in marcia prima di mezzogiorno! Le farete correre assieme ai vostri soldati, le addestrerete nell’uso delle armi e quant’altro vi verrà in mente. Quando tornerete non dovranno essere in grado di reggersi sulle loro gambe!

Quanto a voi – interviene la regina volgendo il capo verso gli appaltatori – vorrei che insegnasse alle principesse che se proprio devono fare certe cose, almeno siano più discrete, senza farsi scoprire cadendo a terra con tutto l’armadio nel quale si erano nascoste. Partirete quindi con la compagnia del capitano de Bois, ed essendo comunque della famiglia reale il capitano Alyssa e il suo luogotenente vi accompagneranno… anche per vigilare che non approfittino della situazione.

 

@Orione, Alyssa, Lancelyn, Kay

Spoiler

notate che dietro uno dei drappi che ornano la sala del trono vi è Hilda, la spia del re.

@Alyssa

Spoiler

Sai che dietro quel drappo vi è uno dei passaggi segreti del castello che porta direttamente oltre il fossato.

 

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.