Jump to content

Age of Worms [TdG]


Fezza
 Share

Recommended Posts

Nella profumata galleria conosciuta come L'Emporio, Lanod Neff, il Governatore, aspetta spalla a spalla coi comuni lavoratori per un appuntamento nel Corridoio Velato. In un'anticamera adiacente, danzatrici esotiche adornate di serpenti ruotano su loro stesse in un intreccio sonoro di cimbali e pifferi. Al piano di sotto, un gruppo di avidi minatori si accalcano contro la porta a vetri di una cella scarsamente illuminata, impazienti di dare un'occhiata a un vitello a due teste.

All'esterno una gang di delinquenti urla oscenità ad un halfling accasciato per terra, calciandolo come se fosse una palla, con le loro risate ubriache che risuonano tra finestre rotte e porte sprangate. Intanto, dentro una fortezza torrita sulla piazza principale, uomini senza più nulla da perdere urlano inni a St. Cuthbert, aggrappandosi ai loro ideali comi animali in gabbia. Assieme a loro il sacerdote sorride, mentre si fustiga la schiena con un gatto a nove code, estasiato dello spirito del dio.

 

Piazza.thumb.jpg.e8d159fc8bc13a9d3c9cec4001bc9eaf.jpg

 

Lago Diamante è una cittadina annidata tra le rupi delle Colline dei Sepolcri, tre giorni ad Est dalla Città Libera di Greyhawk, a cui è assoggettata. Ferro ed argento dalle miniere di Lago Diamante alimentano i mercati della capitale e forniscono a nobili e soldati le materie prime per armi e raffinata gioielleria. Questo commercio conduce in città centinaia di lavoratori e artigiani, tutti con la speranza di fare fortuna. In tempi passati, Lago Diamante forniva dei prodotti di molto più grande valore, sotto forma dei tesori ritrovati nei numerosi tumuli nascosti tra le colline circostanti. Questi cimeli di antiche civiltà scomparse raggiungevano prezzi straordinariamente alti tra le élite della Città Libera, la cui insaziabile avidità provocò un vero e proprio boom nell'economia locale. Purtroppo però questi giorni sono lontani: l'ultima tomba della regione sputò fuori i propri tesori decenni or sono, e niente rimane oltre che a vecchi sassi incisi in lingue da secoli dimenticate.

Oggi nelle colline che circondano la città una miriade di lavoratori trascorrono settimane intere sottoterra, respirando aria pompata dall'esterno mentre cercano di mettere assieme il loro salario: i minatori sono gli schiavi di Lago Diamante, il suo sangue ribollente e infetto. Ma essi sono anche le sue fondamenta: la loro paga mensile ritorna alla comunità grazie al gioco d'azzardo, ai bordelli, alle taverne e ai templi.

Proprio a causa del fatto che il lavoro nelle miniere è così richiesto e pericoloso, molta gente che giunge a Lago Diamante non ha più nulla da perdere, è gente alla ricerca di un lavoro che riesca a farla vivere anche solo al limite della sussistenza, perché il sistema non le ha lasciato altre opzioni: molti sono stranieri che hanno abbandonato la propria terra a causa della fame o della guerra, altri hanno accettato la miniera come ultima speranza di un lavoro onesto prima dell'assoluta indigenza, altri ancora hanno scelto questa vita perché costretti dai debiti, unica alternativa a rimpinguare le già stracolme prigioni.

L'attuale governatore della città è Lenod Neff, un uomo viscido e vizioso impaziente di rinsaldare il proprio potere e di tenere i vari direttori di miniera in riga. Neff esercita la propria capricciosa autorità attravero lo Sceriffo Cobbin, un uomo talmente rinomato per la sua corruzione che l'annuncio del suo incarico fece credere alla popolazione in uno scherzo. Naturalmente l'alleanza tra il Governatore ed il suo cane da guardia non sarebbe sufficiente a spaventare i potenti direttori delle miniere, ma Lanod Neff riesce a essere in sottile vantaggio grazie alla presenza del rinomato fratello Allustan, un mago ritiratosi qua da Greyhawk ormai cinque anni fa: nessuno oserebbe torcere un capello a Neff fintanto che Allustan è nei dintorni. Comunque, anziché essere uniti contro il governatore, i sei direttori di miniera di Lago Diamante sono troppo occupati a complottare tra di loro in una faida senza fine. Inoltre, sebbene non siano di sangue nobile, essi sono ben lungi dal considerarsi alla pari dei propri dipendenti, molti dei quali sono costretti a lavorare, se non addirittura schiavizzati, da sentenze di tribunale.

Nella città si può trovare un tempio dedicato a St Cutbert che si affaccia sulla piazza centrale ed una cappella dedicata a Heironeus all'interno della complesso della guarnigione, un manipolo di uomini della Città Libera insediati a Lago Diamante con il compito di pattugliare le colline tenendo d'occhio i lucertoloidi che infestano le Mistmarsh. Un altro, dedicato a Wee-Jas, sorge invece appena fuori la città, oltre le rive del lago. 

I principali luoghi di interessa di Lago Diamante sono ovviamente l'Emporium, una casa di piaceri e misteri frequentata da chiunque, le taverne Il Cane Rabbioso, l'Abile Carrettiere e l'Albergaccio di Jalek, i ristoranti Secchio Arrugginito e l'Aringa Affumicata, la sala da giochi chiamata Da Lazare prevalentemente frequentata dall'elite della cittadina, il gioielliere Tidwoad che tratta tutto ciò che di più prezioso viene fuori dalle miniere anche se molti utilizzano il suo negozio come banca, il fabbro Osgood famoso per essere specializzato in armature e oggetti per minatori, l'ufficio dell'alchimista Benazel che dovrebbe sovrintendere alle lavorazioni della fonderia ma vende anche nel tempo libero pozioni di ogni sorta ed infine l'emporio generale di Taggin. Non si può dimenticare l'ufficio dello sceriffo Cobbin che si affaccia sulla piazza centrale della cittadina.

Recentemente, a Lago Diamante sono giunti tre avventurieri della Città Libera, carichi di racconti sulle sfide e sui pericoli che hanno affrontato e superato. Dicono di essere interessati ad esplorare una tomba specifica, a loro dire ancora contente magnifici tesori nascosti: Loro la chiamano Nido Stigeo, ma nessuno ne ha mai sentito parlare. Fatto sta che sono in città in attesa che il governatore dia loro l'autorizzazione per consultare le mappe topografiche custodite dalla milizia cittadina, in modo da scovare il sepolcro che li farebbe ricchi, sempre che prima qualcuno non li batta in velocità.

  • Like 5
Link to comment
Share on other sites


[Emporium] @Narcyssa, @Graster Lightouch

Spoiler

Entrambi vi conoscete da tempo, Zalamandra ci tiene al fatto che tutti i suoi dipendenti si conoscano, non si sa mai che qualcuno/a si spacci per qualcun altro e possa sottrarle dei profitti, ed entrambi avete cominciato a conoscervi nel corso delle lunghe nottate passate in quell'edificio che vi tiene in trappola da troppo tempo: i clienti pagano bene e avreste molti più soldi di quelli che possedete, se non fosse che Madama Zalamandra pretende il 70% di tutto quello che riuscite a "scucire" agli avventori. Magari sareste pure riusciti ad andarvene da quel buco puzzolente di Lago Diamante se non fosse per lei che vi tiene sotto scacco privandovi di ogni possibilità di cambiare vita.

E'una sera come le altre all'Emporium. Tanti clienti, chi più chi meno con la voglia di trasgredire. Uno in particolare richiama la vostra attenzione: è un umano sulla 40ina, forse un mercante dalla tipologia dei vestiti che indossa e sicuramente è di Lago Diamante, ubriaco marcio che quasi non si regge in piedi e con la voglia dare aria alla bocca. Entrambi vi avvicinate per poter ascoltare meglio cosa stia dicendo a chiunque gli passi vicino

"Ma vi dico di siiiiiiiiii, me l'han detto quelli là, pieno di robe, un sacco di robe. Si ma ehhhh ci vuole un bel coraggio per il Nido Stigeo ehhhh. Vi ricordate ai miei tempi quando si andava alla tomba dei sussurri? Ohhh già quella lì si che faceva paura, pieno di cose.. e uuuuuuuu tutto il vento che faceva uuuuuu, ma da quando son morti quelli là nessuno più ci è andato eh? io ci tornerei, sicuro c'è della roba buona ma è troppo pericolosa. Ahahah no no altro che andare! Io rimango qua, se quelli là torneranno io gli compro tutto! Si capisce.. li fregherò con una facilitàààà.." poi frana per terra ubriaco in un lago di vomito e, come spesso accade a chi esagera, viene cacciato a pedate fuori.

Ciò che avete sentito dal tizio vi solletica la fantasia e quando finite la "giornata" lavorativa, praticamente a mattino inoltrato, uscite nella piazza centrale di Lago Diamante con in testa le parole del mercante e un vago sentore di poter riuscire ad andarvene dall'Emporium. Ma saranno vere le cose che avete sentito? Forse l'unica soluzione è andare a controllare di persona ma voi due insieme non riuscireste nemmeno ad esplorare una stanza del Cane Rabbioso, dovete trovare chi possa acompagnarvi.

In effetti qualcuno che conoscete potrebbe esserci: Narcyssa da tempo riceve le attenzioni di un chierico di St.Cuthbert un pò anomalo per essere tale, ma di certo un tipo tosto che potrebbe fare al caso vostro; Graster dal canto suo si è fatto un sacco di amici grazie all'arte oratoria e abilità nell'intrattenere e gli vengono subito in mente Arton Glifnir, un commilitone della guarnigione della Città Libera, uomo coraggioso e abile guerriero, e Goril Hammerfist, un nano dalla stazza possente che lavora da Osgood. Da quel che si ricorda pare che sia un tipo stufo di battere il ferro e impaziente di partire all'avventura.

[Guarnigione] @Arton Glifinir

Spoiler

Ti sei arruolato nella milizia della Città Libera con l'intento di difendere i più deboli e portare la serenità ovunque potevi, mai avresti immaginato di finire in un posto come Lago Diamante a pattugliare le fetide e maleodoranti colline del Nord.

Che poi nella guarnigione c'è ben poco da fare, in più i chierici invasati di Heironeous sono sempre lì a tallonare chiunque dall'alto delle loro orazioni e belle parole sperando di convertire al loro credo una qualsiasi recluta, una noia mortale. Non capita mai niente e sei sicuro che mai capiterà qualcosa, a parte i soliti litigi e battibecchi tra i proprietari delle miniere che cercano costantemente di mettersi i bastoni tra le ruote. 

Il Capitano Tolliver Trask consiglia sempre a tutti i nuovi arrivati di non invischiarsi mai nelle faccende della città: "il vostro compito" - dice - "è quello di difendere i confini di Greyhawk, questo è il servizio che rendiamo alla nostra amata città, null'altro deve interessarvi, e se non vi interessa.. beh quella è la porta, ma non provate a riavvicinarvi alla guarnigione" e in effetti non hai mai visto nessuno allontanarsi dalle mura disobbediendo ad un ordine. Egli sopporta il fatto che Lanod Neff sia a capo di Lago Diamante solo perchè è stato messo lì da poteri forti della Città Libera, altrimenti al forte tutti sanno gli piacerebbe vederlo impiccato ad una corda; ma il suo attaccamento alle regole è troppo grande per fargli commettere qualche sciocchezza, anche se sotto di lui vi sono ben 60 uomini e 3 consiglieri: Valkus Dun, l'alto chierico della cappella di Heironeous che sorge all'interno del forte, Dietrik Cicaeda, il miglior e più vecchio amico di Tolliver, abile cartografo e suo stimato confidente.. e Merris Sandovar, un ranger del vicino circolo druidico di Bronzewood Lodge.

Non sei mai riuscito a parlare con nessuno di loro e mai nessuno di loro ti ha rivolto la parola.

Ti sei però fatto qualche amico a Lago Diamante durante i momenti di breve congedo nei quali tu e i tuoi commilitoni andavate a gozzovigliare per le taverne della cittadina..e all'Emporium. In special modo un bardo della casa di piaceri ti ha sempre allietato le serate, Graster Lightouch, con lui sei sempre rimasto in buoni rapporti ed ogni tanto quando riesci vai a trovarlo all'Emporium. Ha sempre una storia da raccontare e una canzone da cantare. 

[Qualche casa abbandonata sulla Vena] @Minene

Spoiler

La calma prima della tempesta: un comodo giaciglio rubato, un bicchiere rubato riempito di un vino rubato del quale non saresti in grado riconoscere la raffinatezza, a te basta che sia rubato e subito diventa la bevanda rossa più buona di tutta Lago Diamante, un tot di oggetti rubati ed una vista sulla Vena [la via principale della cittadina ndr] che ti consente di capire chi si sta spostando e verso dove, così da riuscire a preparare il prossimo colpo. Ma cosa vuoi di più dalla vita?

Tutto. La vita qui è uno schifo, ogni giorno è una scommessa. Potresti finire accoltellata o presa in mezzo in qualche rissa mortale tipica delle vie di questo buco che chiamano Lago Diamante.. che poi di diamanti non ne hai mai visto neanche l'ombra, chissà perchè la chiameranno così. Le poche cose che hai te le sei guadagnate rischiando la pelle. Guadagnate poi.. anche qui si esagera, è solo grazie alla tua abilità con le mani e al tuo grande ingegno che sei riuscita a rubare così tante cose a tante persone e nessuno ti ha mai scoperto. Certo, ci son state parecchie volte che se non fosse stato per lo Sceriffo Cubbin che ha chiuso un occhio, e a volte anche due, non sai come sarebbe potuta finire.

Te le ha fatte pagare tutte però, e ancora adesso te le fa pagare: sa perfettamente quali sono i tuoi nascondigli, hai dovuto dirglielo, sei stata costretta..e adesso viene a riscuotere cassa ogni volta che vuole tramite uno o più di uno dei suoi scagnozzi. Se non gli consegnassi quello che vogliono ci metterebbero un attimo a farti sparire. No, meglio restare e aspettare il momento giusto, che speri sempre che arrivi.. prima o poi.

E forse questo momento è arrivato: hai sentito di tre avventurieri giunti in città dei quali si parla nelle vie che abbiano intenzione di esplorare alcune tombe che si pensava fossero state saccheggiate decenni or sono, ma tu sei troppo intelligente per credere che un gruppo giunga dalla Città Libera solo per tentare la fortuna. Sapranno qualcosa in più che tu non sai.

L'unica persona che pensi possa sapere qualcosa.. e che ti è abbastanza vicina da poterti dire qualcosa senza tentare di accoltellarti è Narcyssa, una cortigiana dell'Emporium che hai conosciuto qualche tempo fa in situazioni che non ricordi neanche bene, fatto sta che lei è l'unica alla quale potresti rivolgerti per cercare di capirne di più

[Piano interrato del Cane Rabbioso] @Weber Valdimar

Spoiler

Sarà il decimo sopracciglio che suturi nel giro di un'ora, ma ormai con tutto il vino che hai in corpo ti sembra quasi divertente. Qui sotto ti trattano quasi tutti bene, sanno chi sei, cosa fai e come possono evitare di pagarti in monete sonanti sfruttando i tuoi vizi.

Le nottate passano così, tra una taverna e l'altra a suturare, attaccare, tagliare, incidere, drenare qualche sventurato che ha trovato uno più grosso di lui nelle varie sfide di lotta dove si scommette pesante. Non è poi così male, anche se le mattine,..o più spesso i pomeriggi.. ti svegli ricordando piccoli momenti di quello che hai fatto la sera prima. Le giornate invece le alterni tra la Guarnigione, l'Ufficio dello Sceriffo e la Fonderia per la maggior parte delle volte, luoghi dove i tuoi servizi sono più richiesti insomma. A volte anche altrove ma normalmente ti ritrovi sempre nei soliti posti.

Ricordi ancora quando sei arrivato a Lago Diamante? Forse no, forse si, alla fine non ti interessa troppo, i tuoi pensieri fissi sono sempre due: le tue dipendenze e come uscirne, forse anche uscire da questo buco di cittadina dimenticata da tutti.

Quando finisci di suturare l'ennesimo sopracciglio vedi scendere le scale un uomo palesemente ubriaco che non si regge in piedi, dai vestiti e dalla tipologia di essi sembra un mercante di Lago Diamante ma non ne sei sicurissimo. Mentre scende le scale senti che sta blaterando qualcosa ad alta voce e uno degli astanti con uno schiaffone ben assestato lo fa finire proprio per terra vicino a te. Passa qualche secondo leggermente intontito e poi si riprende, ti guarda e inizia di nuovo a blaterare: "pien di robe, un sacco di ro. Si maehhhh ci vuole un bhssh coraggio ehhhh. Ti ricord ehhh quando si andava alla tomba dei shusshurri? Ohhh quella fashhheeva paura, pieno di coshhe.. e uuuuuuuu tutto vento che uuuu euuuuuu, ma d son morti quelli là nesshhuno più cihhhè andato eh? shhhhicuro c'è delhhhhla roba buona ma è troppo pericoloshhha. She quellillll là tornerno io glihhh copro tuttoohhh! Si capischh.. li fregherò con una facilitàààà.hh."  poi si accascia di nuovo e sembra mettersi a dormire

Forse è stata la droga ti domandi. Hai visto e sentito veramente un tizio parlare? Di sicuro ti ha messo la pulce nell'orecchio e forse potrebbe essere l'occasione giusta per cambiare vita e partire..ma con chi? Quanto c'è di vero in quello che ha detto il tizio e se fosse vero con chi partire? Chiedere informazioni al bardo dell'Emporium potrebbe essere la soluzione più semplice.

[Da Osgood] @Goril Hammerfist

Spoiler

"Batti il ferro finchè è caldo giovane nano, batti forti e batti bene" tutto il giorno sempre le solite, poche, stramaledette parole ti tocca sentire. A volte rimpiangi il lavoro in miniera.

Osgood è un bravo armaiolo ed eccelle nella realizzazione di pregevoli armature ma come capo proprio non ci sa fare, per non parlare del suo carattere. Nulla lo smuove e nessuno gli fa cambiare idea. Dopotutto lui è il capo e contraddirlo non è un'opzione, lo ringrazi dal giorno che ti ha preso a lavorare con lui ma a volte vorresti spaccargli la testa con una martellata, anche se forse si romperebbe il martello.

Giorni tutti uguali: sveglia, officina, lavoro, pausa pranzo, rancio, officina, lavoro, retro dell'officina, cena, giaciglio, dormire, sveglia, officina, lavoro... alienante. Ti sembra di vivere sempre nello stesso giorno che si ripete all'infinito e la tua voglia di andartene sale sempre di più, ma come puoi? Non hai un risparmio che sia uno, non hai degli affetti ai quali chiedere ospitalità se decidessi di andartene.. almeno qui hai un lavoro e qualche amico, seppur pochi. Destino crudele!

Si sa, però, a volte il destino ti sorride e sembra che oggi ti stia sorridendo. Vedi entrare nel negozio un umano alto, altissimo, ti sembra sia alto quanto una torre, pieno di muscoli che sembra scoppiare da un momento all'altro. Si avvicina al bancone e chiede delle informazioni ad Osgood su delle attrezzature da esploratore che ti pare siano ormai in disuso da decenni. Da quel poco che hai sentito pare che voglia andare ad esplorare una tomba. A te pare una perdita di tempo perchè tutti quanti in città sanno che le tombe di antiche civiltà scomparse che si trovano nei dintorni di Lago Diamante sono tutte state saccheggiate anni ed anni or sono, ma lui sembra proprio convinto e non pare uno stupido o uno degli ultimi avventurieri in cerca di fortuna, sembra che sappia quel che fa. In testa subito ti passano immagini di te vestito di tutto punto che esplori fianco a fianco di quell'energumeno sotterranei, grotte, percorsi interrati.. caverne immense con stalattiti che pendono dai soffitti di pietra dura.. quando ad un tratto di arriva uno scappellotto che ti fa ritornare al mondo reale "guarda che ti pago per lavorare non per oziare, vedi di riparare quella spalliera entro domani.. e non battere la fiacca" ma ormai tu sei preso dai tuoi pensieri e benchè riprendi a battere sulla spalliera ancora cerchi di capire dove fosse diretto quell'uomo che ormai è uscito dal negozio da qualche minuto.

La sera quando ti corichi sul giaciglio cerchi di trovare un modo per capire qualcosa di più e ad un certo punto ti viene in mente di chiedere qualche informazione ad un bardo della casa di piaceri che ti ha sempre allietato le poche serate libere che ti venivano concesse: Graster Lightouch, con lui sei sempre rimasto in buoni rapporti ed ogni tanto quando riesci vai a trovarlo all'Emporium. Ha sempre una storia da raccontare e una canzone da cantare. Lui potrebbe essere d'aiuto.

[Chiesa di St.Cuthbert] @Zeb Zauker

Spoiler

Noia. Noia. Noia. Riesci a pensare solo alla noia. In questa città non succede mai nulla. Sempre le solite scaramucce tra i proprietari delle miniere, le risse in piazza, le risse al piano interrato del Cane Rabbioso.. meno male che ci sono le donne. Ahhhh le donne, il tuo punto debole. Quante volte ti sei recato all'Emporium solo per ammirare le bellezze di madama Zalamandra e le sue puttàne? Troppe. Il sentiero della rettitudine di St.Cuthbert troppe volte cozza con il tuo zelo nell'intrattenerti con avvenenti cortigiane. La tua scusa di sempre verso i tuoi fratelli in chiesa è sempre stata troppo facile da dire: "anche loro sono adoratrici del randello, lo amano alla follìa, siamo più simili di quel che pensate"

Comunque a parte le donne.. niente. Noia. E dire che tu il randello vorresti usarlo, anche in difesa di qualche bella donzella, anzi, soprattutto in difesa di qualche donzella.. ti accontenteresti di una donzella qualsiasi, basta che sia da difendere e avrà le tue attenzioni. 

Forse i tuoi desideri sono stati esauditi quando vedi entrare dal portale della chiesa una figura che riconosceresti tra mille: Narcyssa.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Graster [Piazza Centrale]
@Narcyssa 

Spoiler

L'immagine del mercante che rischia di soffocare nel suo stesso lago di vomito ancora tormenta la mente del giovane gnomo. L'unica cosa che ancora di più lo tormenta, in maniera positiva questa volta, sono le parole dell'uomo.
Il Nido Stigeo eh. Eppure nessuno negli ultimi tempi nessuno ha mai parlato di nuove zone ricche di tesori; lo avranno sicuramente preso in giro.

Lo gnomo è seduto per terra, ginocchia al petto e mani tra i capelli biondi, con la testa che fantastica e vola verso un brillante e radioso futuro.
Ma se fosse vero? L'uomo sembrava convinto. Sarebbe la mia opportunità per scappare da questo posto, per aprire una mia attività, per non essere più schiavo di quella donnaccia. Se fosse vero...

Le ultime tre parole continuano a ritornare imperterrite nella sua mente, nonostante le scacci di continuo, cercando di convincersi che sia solo una balla inventata dal mercante per farsi bello agli occhi degli altri clienti.
Basta.

Non può continuare a tormentarsi così, non può vivere sapendo di aver mancato l'occasione per sfuggire a Zalamandra.
Il giovane gnomo alza le testa verso la mezzelfa, collega e amica, Narcyssa, per esprimere i suoi dubbi.
E se fosse vero? Quello che ha detto il mercante, intendo. Ci sto pensando da quando abbiamo chiuso. Pensaci, se fosse vero; una zona inesplorata, ricca di tesori da racimolare e rivendere a prezzi altissimi! Sarebbe la nostra opportunità per scappare da questa vita. Noi due da soli però , non me ne volere eh, saremmo già morti prima di mettere piede fuori dalla città. Conosco un paio di persone però, disperate quanto noi ahahah, potrebbero venire con noi. L'apprendista del fabbro, forse lo hai visto, un nano dalla stazza impressionante, si chiama Goril, e e e e anche quell'altro, che è nella guardia e viene dalla Città Libera, Arton!

Graster è euforico. Potrebbe davvero funzionare, ma devono fare in fretta. Se quello che ha detto il mercante è vero, però, c'è altra gente che da la caccia a questo Nido Stigeo.
Dobbiamo anche scoprire dove è questo posto, uffff.
Se fosse vero...
 

Immagine e scheda

 

Edited by Axel Saint
Link to comment
Share on other sites

Narcyssa

Piazza Centrale, Graster

Spoiler

Mi stiracchio lievemente, quando stacco da lavoro sono sempre stanca. Questa è stata una serata normale, però, nessun problema con i clienti. 
Tranne quel mercante ubriaco...sembrava danaroso, tra le altre cose. 
Ascolto la lunga tirata Graster e quando conclude annuisco coprendo uno sbadiglio "Si, potrebbe essere la nostra occasione. Prenderci un bel po' di soldi in una sola volta, e poi andarcene da questo buco. Però dobbiamo essere svegli, altrimenti faremo la fine dei topi...noi due da soli non possiamo fare tutto; tu contatta i tuoi amici, io ho un cliente che può esserci utile. Incontriamoci qui quando abbiamo finito, diciamo tra almeno un paio d'ore?" 

Ascoltata la risposta mi dirigo al tempio.

Immagine di Narcyssa

 

Chiesa di St. Cuthbert, Zeb

Spoiler

Entro nella chiesa guardandomi attorno in cerca del mio sacerdote preferito. So che è un tipo un po' strano, ma mi è anche robusto e sembra coraggioso. Se qualcuno può darci una mano nel nostro piccolo progetto, è lui. 
Indosso gli abiti più scuri e sobri di quando non mi trovo all'Emporium, ma mi muovo comunque rasente ad un muro per attirare ancora meno l'attenzione. Individuato Zeb, mi ci avvicino con un sorriso caldo sulle labbra.
"Padre Zeb, non ci vediamo da troppo tempo. Vi aspettavo, stasera...avete voglia di fare una passeggiata?"

Immagine

 

 

Link to comment
Share on other sites

Weber

Spoiler

Mi sto sciacquando le mani in una bacinella fornitami dall'oste, quando vedo entrare l'ennesimo ubriacone.
Ormai sono abituato a certe scene e, senza nascondere un pizzico di cinismo, trovo che tutto sia normale, senza tener conto, poi, che quello attacca a blaterare frasi senza senso. Prive di senso, almeno all'apparenza... Mentre lo tiro su per cercare di farlo sedere, riesco a capire vagamente l'argomento. Sarò anche ebbro, ma sono abbastanza sicuro di non aver ancora toccato la polvere oggi. Testimone il medaglione benedetto che canalizza i miei poteri magici, unico mezzo (in questo buco) per recuperare la m*rda che mi ostino a tirare su dal naso.

E' anche vestito da mercante, potrei tranquillamente sfilargli la scarsella e dimenticarmi di tutta questa faccenda, ma dannato sia il mio buon cuore se non sono nato ladro. Senza successo, do due buffetti sulla faccia del tizio per farlo rivenire. Al ché decido di abbandonarlo lì, accasciato sul tavolo, con la testa che sprofonda tra le braccia, facendo cenno all'oste di buttare un occhio di tanto in tanto.

Vai con Dio, amico... Prendo così congedo, dirigendomi all'emporio. So che lì c'è sempre un mezz'uomo gran chiacchierone che gode nel spifferare pettegolezzi. Nella testa mi frulla qualche pensiero pericoloso, ma ho le mani che puzzano di sangue e ho una gran sete.

Descrizione

Spoiler

La barba incolta, i capelli lunghi e la tendenza a vestire con colori scuri, donano a quest'uomo un aspetto marcatamente trasandato che misto all'onnipresente fiato alcolico, fanno dubitare sulla sua attendibilità quando ha qualcuno sotto i ferri.
Senza fissa dimora, l'unico modo che si ha per capire in quale ostello stia soggiornando è di controllare all'entrata delle stanze, dato che è diventata sua abitudine indicare la propria presenza mediante lo scudo torre che si trascina dietro da tempo immemore. Un autentico residuato bellico che però reca ancora lo stemma dell'ordine militare dei Santi Guaritori di Grognard.

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/564x/b5/41/5f/b5415fd769c4963888bb0516ce1ad244.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

Graster 
[Piazza Centrale] @Weber 

Spoiler

La mezzelfa sembrava quasi annoiata quando se ne è andata.
Strano, di solito con le parole ci so fare. Sarà andata da quel cliente di cui parlava.
Passano pochi minuti dalla dipartita della donna, quando al naso dello gnomo arriva un fortissimo odore di alcol; alza la testa e vede a qualche metro un grande uomo vestito tutto di nero, capelli neri e barba incolta nera. I contrasti tra le loro vesti sono evidenti; Graster con quei vestiti tutti appariscenti, obbligato a portarli da Zalamandra, sembra quasi un pagliaccio.
Oh ma che ansia quest'uomo. Come è lugubre. Sarà un cliente dell'Emporium, non conosce gli orari temo.

Il piccolo si alza in piedi, scuote la testa per mettere in ordine i capelli e sfoggia il sorriso del benvenuto.
Salve amico! Mi spiace, ma il miglior locale della città ha chiuso da poco, spero di rivederti domani. Abbiamo ottime donne e ottima birra, per le migliori persone.
Concludo con un rapido inchino.

 


 

Link to comment
Share on other sites

Arton 

All'Emporium

Spoiler

E anche oggi è finita, turno di guardia, turno nelle stalle, turno a girarsi i pollici in attesa della fine del turno. Anche oggi ho svolto tutti i miei compiti, e quindi ho tutto il diritto di chiedere un benedettissimo congedo. Appena finisce il turno di guardia, ed aver riposto l'equipaggiamento, trovo un sergente e gli domando Signore, perdonate se disturbo, vorrei chiedere un permesso per un congedo in paese, sarebbe il compleanno di mio padre e gradirei portargli gli auguri di persona 

Spoiler

Diplomazia +0, la scusa più stupida del mondo! 

 

Descrizione 

Spoiler

Un ragazzo alto, con una massa perennemente arruffata di capelli castani scuri ed un'ombra di barba dello stesso colore; magro ed atletico, quando non porta l'uniforme della guarnigione indossa camicie colorate, spesso sul rosso, braghe nere e alti stivali 

 

Edited by Voignar
Link to comment
Share on other sites

Goril Hammerfist

[Fucina - Retro]

Spoiler

Uno strano prurito mi tormenta da quando mi sono coricato. Mi gratto continuamente il mento sotto la barba ispida pensando e ripensando a quell'energumeno spuntato fuori dal nulla e scomparso quando ero ancora immerso nei miei pensieri. Era forse stato un sogno, certo troppo glabro per essere un sogno perfetto, ma io conosco bene il motivo per il quale ho lasciato da solo mio padre immerso nelle sue incostanti fissazioni. Un po' mi dispiace per quella povera donna di mia madre ma io ho inseguito il mio sogno, rimanendo lì non avrei concluso proprio niente.

Brontolo rigirandomi nel giaciglio, il precedente apprendista era un uomo, è evidente. Questo pagliericcio è lungo ma troppo stretto, lo detesto. Forse per questo spesso la mattina mi sono ritrovato a ronfare sdraiato per terra.
Mi alzo di scatto battendo il pugno a terra Che senso ha rimanere qui Goril? Alza queste pesanti chiappe. Quell'uomo sarà all'Emporium e se non c'è lui troverò sicuramente lo gnomo che ne saprà più di me. Per la barba di Dumathoin, quel posto è un letamaio di gentaccia. Lo odio.

Scuro in volto indosso la mia armatura prendendo anche l'ascia e lo scudo. Detesto farmi vedere disarmato. Mi gratto ancora, maledetto prurito, sarà la fuliggine. Puzzo. Controllo che Osgood non sia ancora in fucina e poi esco, diretto all'emporio.

 

[Verso l'Emprium - Piazza] @Graster, @Weber

Spoiler

Il passo è pesante ma la fretta di dare seguito al mio sogno mi mette un po' di pepe...
Calpesto violentemente la strada battuta alzando anche un po' di terra. Devo camminare un po' per arrivare alla piazza dove quella zitella acida di Zalamandra ha la sua bottega dei piaceri. Fortunatamente quando la piazza di questo buco polveroso a cielo aperto si apre di fronte a me non posso non notare lo gnomo che confabula con qualcuno.
Mi avvicino cercando di allungare il passo, impresa in realtà impossibile che rende solo il mio sferragliare più rumoroso e fastidioso
"Hey raccontafrottole. Devo chiederti una cosa!" alzo la voce come a pretendere un po' di riserbo. A maggior ragione quando noto che il tipo è il cerusico, l'unico forse che puzza più di me qua a Lago Diamante.

Descrizione

Spoiler

Tozzo, con le braccia possenti e le dita davvero massicce; segno inequivocabile di anni passati con un piccone o un martello in mano. Lo sguardo è costantemente torvo, la voce bassa. Spesso appare lento di reazione o distratto, immerso nei propri pensieri probabilmente.
A differenza però di molti della sua razza è tutto tranne che iracondo e impulsivo, audace forse sì ma non agisce di istinto come se preferisse pensare prendendosi anche il giusto tempo per farlo. Ed è paziente e solido, come una montagna.

Goril Hammerfist

 

Edited by Landar
Link to comment
Share on other sites

Lunedì 3 novembre 764

[Guarnigione, sera inoltrata] @Arton

Spoiler

Ti rivolgi a Trovost Skunt, il tuo diretto superiore, comandante nel primo reggimento del quale fai parte, un uomo alto e possente con una discreta esperienza sul campo di battaglia e che credi si annoi come te in questo buco dimenticato da tutti. Normalmente è a capo dei suoi uomini in ronda sulle colline ma lo trovi nell'ufficio del Capitano che controlla alcune carte.

A quest'ora? Soldato mi vuoi prendere per il cùlo? Sembra alterato Tu sai che oggi è il compleanno di tuo padre, vorresti fargli gli auguri e mi chiedi un congedo.. ADESSO? Non sopporto le stronzàte soldato poi fa una pausa ..ma non sopporto nemmeno questo immobilismo fine a sè stesso, posso capire perchè vuoi andare in città. Per oggi te la cavi così, ma che non capiti più Con un gesto della mano ti congeda ma poi quando ti allontani senti un fischio diretto verso di te Domani. Ti concedo la giornata di domani, ma dovrai aiutare lo stalliere a spalare mèrda per una settimana.  

Poi torna a leggere le sue carte senza curarsi di una tua reazione

Martedì 3 novembre 764

[Piazza centrale, mattina presto] @Graster, Goril, Weber

Spoiler

Notte da leoni, al mattino cogliòni. Questo è quello che vi viene da pensare quando vedete la piazza di Lago Diamante piena dei "resti" degli accadimenti del giorno passato: bottiglie rotte, pezzi di legno sparsi un pò ovunque, ubriachi che faticano ad alzarsi, gente che dorme rannicchiata l'una vicino all'altra per cercare di scaldarsi dal freddo.. insomma non è proprio un bello spettacolo. Ma tutto rientra nella normale amministrazione della cittadina, sapete bene che tra qualche ora passerà la ronda dello Sceriffo Cubbin e nessuno vuole farsi trovare in condizioni "particolari" alla sua presenza.

L'Emporium ha chiuso da qualche minuto. Uno gnomo calcia la terra sotto ai suoi piedi, sembra stia aspettando qualcuno quando vede arrivare un uomo dall'aspetto marcatamente trasandato, forse gli sembra di riconoscerlo con quello scudo torre che si porta sempre appresso, forse no, la soluzione migliore è rimanere neutrali: fare una bella faccia, un bell'inchino.. "Salve amico! Mi spiace, ma il miglior locale della città ha chiuso da poco, spero di rivederti domani. Abbiamo ottime donne e ottima birra, per le migliori persone" ed essere gentili aspettando che dica qualcosa.

Nello stesso momento, manco a farlo apposta, giunge a passo pesante.. tanto pesante che sembra di sentire arrivare un gigante.. un nano tutto imbardato che produce il rumore tipico di clangore metallico. Volge un'occhiataccia all'uomo dall'alito pesante come se lo riconoscesse, e poi si rivolge allo gnomo "Hey raccontafrottole. Devo chiederti una cosa!"

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Arthon 

Piazza, mattina

Spoiler

Spalare merda! Vabbè, tanto mi toccava lo stesso il turno alle stalle, e almeno posso farmi un dannato giro in città. 

Appena posso, il giorno dopo mi reco subito in città, intenzionato a passare quanto più tempo possibile lontano dalla noia mortale del forte. Mi metto in ordine al meglio, mi sistemo la mazza leggera la fianco se qualcuno volesse fare lo spiritoso e mi fiondo all'Emporium deciso a spendere quanto più possibile in alcool e simili. Spero anche d'incontrare Graster, mi ci vuole un compagno di bevute 

 

Edited by Voignar
Link to comment
Share on other sites

Weber

Piazza, mattino presto . Graster e Goril

Spoiler

Sto per aprir bocca e rispondere al piccoletto, se non fosse che uno dei tanti bucamontagne che infestano la città si intromette a gamba tesa.
Ricambio l'occhiataccia facendo una specie di smorfia annoiata. Se ha voglia di attacar brighe non saranno delle buone maniere a fargli cambiare idea. Ricordo a malapena se l'ho ricucito, anche perché questi nani sono tutti maledettamente uguali.

Risparmia il tuo solito sciorinare per i clienti, Graster, ho bisogno di parlare con te, ma temo di non essere il solo... Cosa sai di un mercante, è sulla quarantina, racconta storie sulla tomba dei sussurri...

Do poco peso alla presenza di Goril, ignorando cosa lo abbia spinto ad uscire dai suoi cunicoli, proprio in pieno giorno.

 

Link to comment
Share on other sites

Zebedias "Zeb" Zauker

[Chiesa di St.Cuthbert; mattina] Narcyssa

Spoiler

Rigiro tra le dita della mano il simbolo sacro; il discorso della vecchia signora Arstors mi sta tediando ben oltre le mie più rosee aspettative. Annuisco con un sorriso stanco alle sue ultime richieste, mentre con la coda dell'occhio noto un movimento lungo la parete della piccola chiesa.

Subito riconosco i ben noti connotati della bellissima Narcyssa.

Che mi prenda un colp....un gran bell'ottimo motivo per interrompere questa sequela di chiacchiere!

Mi alzo da dietro lo scranno, dando delle pacche amichevoli sulle anchilosate spalle della vecchia signora, quasi sorpresa

"Si...certo, signora Arstors...non si preoccupi proprio, St.Cuthbert veglierà su suo nipote, ve lo garantisco...mi saluti tanto suo mari..." mi stoppo, ricordando all'ultimo che è vedova da tempo "...emh, suo figlio intendevo...a presto, a presto..." spingendola dolcemente verso l'uscita

Dopo che la vecchia ha lasciato la navata, volgo un sorridente saluto alla ragazza.

"La bellissima Narcyssa.....ma quale immenso piacere!" faccio un mezzo inchino, ma alla parola "padre" cambio espressione, facendo una smorfia

"Ehhhh..."padre"... ti ho detto mille volte di non chiamarmi così....mi fai sembrare un vecchio! una cosa che, è risaputo, non appartiene a Zeb Zauker"

Le faccio un occhiolino; riesco a sentire il suo afrore mattutino, che confrontato all'odore di naftalina di prima sembra un profumo celestiale.

"Una passeggiata dici? Avrei voglia di altro, in realtà..." le sorrido sornione "...ma accetto volentieri. Non si rifiuta mai un invito di una bella signorina" e le porgo il braccio, nel modo più galante possibile

Mentre usciamo, vedo alcuni fedeli scuotere leggermente il capo, e parlottare tra loro

Pfffhhh....che vadano da Nerull! Chi sono loro per giudicarmi....

Li guardo torvo per un attimo, per poi voltarmi a sorridere e parlottare con Narcyssa; in lontananza, nella piazza centrale, scorgo altre figure più o meno familiari, di sicuro tutte dirette a farsi un goccetto o a scambiare qualche chiacchiera da bar

Descrizione

Spoiler

Zeb Zauker, trentatrè primavere, alto 1.86 mt con un peso approssimativo di 86kg (anche se cerca sempre di rubare qualche kg alla bilancia). La folta chioma biondo scuro è già da qualche anno costellata da alcuni (pochissimi!) capelli bianchi, mentre gli occhi, blu scuro, sono guizzanti ed attenti come un tempo; un pizzetto ben curato, anch'esso con gli stessi "problemi" dei capelli, cresce intorno al mento e le guance.

E' un Chierico di St.Cuthbert, della corrente non propriamente "religiosa", più tendente al rispetto delle leggi ed allo studio e il combattimento degli esseri demoniaci.

Ha un'innata chiacchiera, brama la conoscenza e non si fa problemi a farlo notare. Altra pecca (o pregio :D ) è il fatto che sia un amante del gentil sesso; non disdegna di ammiccare o attaccare bottone con le belle donne, rimanendo comunque nei limiti del rispetto e della legge (è pur sempre un chierico)

Avendo militato fin da giovane nei ranghi combattenti dei seguaci del Randello, più precisamente nell'Ordine della Croix-Blue (fondato all'epoca delle Guerre di Greyhawk), ha una formazione tendente alle arti marziali, compensata però con il passare degli anni da una profonda conoscenza delle arti ed una profusione di sforzi per ampliare le proprie conoscenze divine.

 

Foto

Spoiler

Zauker.thumb.jpg.4e7819aae9a4a91e93af181570938fc3.jpg

 

Edited by Karl_Franz
Link to comment
Share on other sites

Martedì 3 novembre 764

[Piazza centrale, mattina presto] @Arthon

Spoiler

La tua guarnigione si trova su di una collina ad Ovest rispetto al centro, costruita lì per poter meglio controllare dall'alto. Ti ci vogliono circa 15-20 minuti per discendere ed arrivare sulla via principale, la Vena, per poi dirigerti poco dopo verso la piazza centrale. 

2017-07-19.thumb.png.9d512ea255ced80afa76be86cced7e69.png

Ciò che vedi sembra un campo di battaglia, una piazza piena dei "resti" degli accadimenti del giorno passato: bottiglie rotte, pezzi di legno sparsi un pò ovunque, ubriachi che faticano ad alzarsi, gente che dorme rannicchiata l'una vicino all'altra per cercare di scaldarsi dal freddo.. insomma non è proprio un bello spettacolo. Ma tutto rientra nella normale amministrazione della cittadina, sai bene che tra qualche ora passerà la ronda dello Sceriffo Cubbin e nessuno vuole farsi trovare in condizioni "particolari" alla sua presenza.

Proprio fuori l'Emporium ti sembra di vedere lo gnomo che stavi cercando che parla con un umano ed un nano tutto bardato

 

Link to comment
Share on other sites

Minene

[Qualche casa abbandonata sulla Vena -> Emporium] [Mattina]

Spoiler

E scende ancora qualche goccia di quel liquido rubino che va a riempire quel bicchiere in una mattinata che, come tutte le altre, si ripropone davanti agli occhi azzurrini di quella ragazza che se ne sta nuovamente nel suo squallido rifugio. La classe non esiste, la comodità è totalmente fuori portata e tutto questo lei lo sa benissimo, così come sa che quel vino non l'allontanerà ulteriormente dalla vita che sta conducendo in questo momento.

La sua vita ha toccato il fondo da poco tempo, completamente soggiogata e spezzata dalla sua buona azione. Chi dice che agire per il bene sia sempre la scelta migliore? La coscienza l'ha guidata fino a questo punto e lei, sotto sotto, non sa quanto ne sia valsa la pena. Gli unici furti che riesce a compiere servono semplicemente per ripagare la milizia che la tiene sotto scacco dopo quello spiacevole episodio.. Un episodio che ha lasciato ancora una ferita aperta e che le ha mostrato il lato più marcio di quella città.

... E oggi? Cosa dovrei mai fare?.. Tanto vale iniziare a considerare l'idea di mettermi a fare la cortigiana..

Un pensiero che le passa per la testa, mentre si tiene il mento con la mano destra su quella specie di tavolino che sembra per cedere da un momento all'altro. Riflette ancora un poco all'idea, ma infine non può far altro che rabbrividire nel pensare che, i suoi possibili clienti, potrebbero essere proprio quei miliziani a cui sta già pagando il "debito verso la società".. Così è stato chiamato dal loro sceriffo.

Il grande uomo che si nasconde dietro i suoi uomini.. Maledizione a te Keneth..

Riflette ancora tra sè e sè, prima di posare il vino ed osservare all'esterno di una piccola finestra per notare il movimento all'interno della città con i suoi occhi azzurrini. Potrebbe seriamente considerare l'idea di andare a compiere qualche lavoretto alla biblioteca, ma prima di tutto questo ha qualche altro allaccio da sentire. Una piccola speranza che giace in fondo al suo animo e che le da la possibilità di scappare o, ancora meglio, risolvere l'orribile situazione in cui si trova. Non ha la minima intenzione di correggere e distruggere la criminalità che striscia in questa cittadina, perfino tra la milizia, ma il suo interesse è solamente per suo fratello.. Nessun altro.. Oh beh.. Non dimentichiamo anche qualche moneta extra per rifarsi una vita da qualche parte.

A proposito di cortigiane, avrei proprio bisogno di parlare con Narcyssa.. Pure lei.. Ancora mi chiedo come riesca a fare quella vita..

Un altro colpo di brivido, prima di alzarsi completamente e cercare di scrollarsi di dosso tutti quei pensieri e provare a vivere la giornata. Volere è potere come dicono in molti, ma lei ha sempre creduto che la volontà ha bisogno anche dei soldi e della fortuna e, questo, spiega il motivo di quei simboli divini in legno che porta sui propri vestiti. Una cosa leggermente stravagante per alcuni, ma sicuramente non considerata male. Minene non è una credente praticante, ma le piace approfittare di qualsiasi appiglio, di qualsiasi possibilità per cavarsela e, se realmente queste divinità possano portare fortuna al prossimo, perchè non approfittarne?
Si veste con calma, si sistema i propri capelli corvini e prepara il proprio zaino, uscendo dal proprio rifugio per avviarsi verso l'emporio.

Bene.. Ora non resta che andare all'emporio, evitare di incontrare qualche miliziano, evitare di incontrare qualche ex collega e trovare Narcyssa senza trovarsi qualche coltello sulla schiena. Più esco da questo rifugio e più l'ottimismo mi assale.

Immagine
 

Spoiler

7a92998b2d0bed9b842912860a10ed36.thumb.jpg.7ee80a1a69e367398a9b8b9a05bb9816.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

Graster 

[Piazza centrale, mattino presto] Weber Goril 

Spoiler

Oh non ti avevo riconosciuto Weber! Chiedo scusa, sarà che ho staccato da poco a lavoro. La stanchezza si fa sentire.

Dice lo gnometto grattandosi la testa in evidente imbarazzo. Poi rivolto al nano, in tono scherzoso.

Se davvero dicessi solo frottole, non saresti venuto a cercarmi ahahaah.

Poi in tono immediatamente più serio, che da un piccolo gnomo grassottello è comunque comico.

Dovresti essere più amichevole Goril; gli amici spesso ti salvano la vita, da soli si va poco lontano in questo mondo.

Ma che gli costa alla gente essere gentile ed educata? Mica ci paga le tasse.

Comunque stanotte è venuto questo mercante, ubriaco fradicio, ha vomitato anche l'anima di suo nonno, e farneticava di un gruppo di avventurieri che vuole esplorare il Nido Stigeo, e poi, come hai detto tu, ha detto che alla Tomba dei Sussurri nessuno ci è mai più entrato da quando è morto qualcuno. Se davvero nessuno ci è più entrato i tesori dovrebbero essere ancora lì.

Dice lo gnomo sorridendo malizioso.

 

Link to comment
Share on other sites

Arthon 

[piazza centrale-mattina presto] @gaster ed altri in piazza

Spoiler

storco il naso non appena arrivo nella piazza, solito spettacolo di poveri disgraziati che si saranno picchiati ed accoltellati per un sorso di vino o una moneta di rame. è in questi momenti che do ragione al comandante quando vuole impiccare borgomastro e sceriffo, chiunque verrebbe messo al loro posto farebbe un lavoro migliore. Ad ogni modo, ben sapendo che ogni aiuto sarebbe inutile, mi dirigo verso Graster, salutandolo da lontano con la mano Giorno signori, c'è stata una notte movimentata qua fuori? commento non appena arrivo vicino al gruppetto 

 

Link to comment
Share on other sites

Narcyssa

[Piazza centrale, mattina] Zeb

Spoiler

Accompagno il sacerdote con un sorriso "Lo so Zeb, ma preferisco evitare di metterti nei guai. Io la mia reputazione già ce l'ho..." accetto il braccio che mi porge "Anche a me piacerebbe che i nostri incontri fossero meno formali, ma siamo in piazza e già così chissà quante dicerie sul tuo conto nasceranno" guardo un po' seccata le persone di passaggio e gentilmente guido Zeb sul retro della Chiesa, meno in vista "Zeb, so di non avere il diritto di farlo, ma volevo chiederti un favore..."

 

Link to comment
Share on other sites

Zeb Zauker

[Piazza Centrale; mattina] Narcyssa

Spoiler

Le suadenti parole della ragazza, associate alla sua bellezza e sensualità, rendono il tutto più piacevole e complesso allo stesso tempo

"Ahhh..." sospiro, scuotendo leggermente il capo e abbozzando un sorriso "...tu mi metti sempre in seria difficoltà signorina....serissima!" allargo le braccia, dandole un pizzicotto sul mento  "meno formali eh?!....se non fosse che qui hanno lingue lunghe quanto la loro voglia di bere...."

"Sentiamo, dunque...c'è qualche ubriacone che ti molesta? O qualche poco di buono? Perchè se è così, il Randello calerà bruscamente sulle loro teste,parola di Zauker"

Certo, non il modo in cui mi piacerebbe usarlo, ma Narcyssa è Narcyssa,c'è poco da fare....e poi il mare è pieno di pesci,no?

 

Link to comment
Share on other sites

Goril

[Piazza centrale, primo mattino] @Graster, Weber, Arthon

 

Spoiler

Con la coda dell'occhio il nano notò sopraggiungere la guardia "Buongiorno. Non lo so." rispose secco, sbuffò e tornò allo gnomo per rispondergli a tono.
"Non ce n'è bisogno. Se me lo chiedi per favore non è detto che io voglia salvarti la vita, come è vero il contrario. Dipende da quale vantaggio ne traggo." allisciò la barba e poi incrociò le braccia sopra ad essa assumendo un'espressione serissima "L'amicizia è ben altro, non bastano falsi sorrisi né quattro battute in una piazza polverosa e sporca."

Guardò di nuovo Weber e poi tornò allo gnomo "Quindi hai ancora meno notizie delle mie." brontolò qualche cosa in nanico
 

Spoiler

"Mi sono pure svegliato per sentire nulla di nuovo."

A breve le botteghe avrebbero aperto e se Osgood non avesse trovato il nano pronto a lavorare, Goril sarebbe stato costretto a sentire i rimbrotti del fabbro per tutto il giorno.

 

Link to comment
Share on other sites

Narcyssa

[Piazza centrale, mattina] Zeb

Spoiler

"No, nessuno dei clienti mi molesta, ma grazie per il pensiero...il punto è che voglio andarmene. Dall'Emporium, magari anche dalla città. Sono stufa di questa vita misera e avvilente, e stufa di essere costretta a lavorare per estinguere un debito che non potrò mai ripagare. Così assieme ad un mio collega, un musicista dell'Emporium, sto pensando ad un altro modo di raccogliere il denaro per il riscatto" faccio una pausa e mi assicuro che nessuno sia in vista; per maggior sicurezza mi avvicino un po' a Zeb e abbasso la voce "E abbiamo sentito di una specie di caverna, o tomba, da svuotare dei suoi tesori...in questi anni ho imparato un paio di trucchetti di magia, e penso che potrei metterli in pratica. Ma ci serve qualcuno di forte e robusto, che sappia anche impartire i lenimenti degli dei in caso dovessimo restare feriti. Zeb, amico mio, tu conosci qualche sacerdote disposto ad aiutarci?" chiedo con aria speranzosa.

 

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.