Jump to content

Articolo: I molti mondi di D&D


Alonewolf87
 Share

Recommended Posts

  • Moderators - supermoderator

Da Legends & Lore del 01/07/2013

di Mike Mearls – traduzione di Alonewolf87

La scorsa settimana ho scritto riguardo alla creazione della avventura e a come ciò si leghi allo sviluppo del gioco. Questa settimana mi piacerebbe spiegarvi come ci stiamo approcciando ai vari mondi di D&D Next. Questo è legato anche a come il mondo della vostra campagna si potrà adattare alla più grande cosmologia di D&D Next.

Per cominciare stiamo apportando alcune modifiche allo cosmologia per riconciliare le differenze tra le varie edizioni e i vari mondi. Il nostro obiettivo è di fare sì che quanto più materiale delle precedenti edizioni sia ancora utile e rilevante. In un certo senso potete pensare a questo approccio come ad un tentativo di assicurarci la maggior compatibilità di storia possibile quando convertirete una campagna esistente a D&D Next.

Ad esempio i piani elementali saranno divisi in tre anelli basilari che circondano il primo piano materiale. L'anello più interno consisterà dei piani elementali confinanti. Queste regioni sono simili al mondo normale ma dominati da uno specifico elementi. Il piano confinante del fuoco è un landa di deserti di cenere, vulcani fumanti e laghi di lava. L'anello successivo consiste dei piani elementali profondi, che sono aree di pura energia elementale, in maniera simile a come i piani elementali venivano rappresentati nel materiale di Planescape. Infine l'anello più esterno è il caos elementale, una regione di pura energia fondamentale.

Questo approccio viene in essere sulla base di molteplici fonti ma ha inizio con l'Azer, il nano fiammeggiante preferito da grandi e piccini. La loro descrizione originale menziona come essi vivessero in torri di basalto. La descrizione degli Azer ci ha spinti ha guardare la descrizione del piano del fuoco fornita dalla Guida del Dungeon Master originale di AD&D. Questa immagine ci ha aiutato a creare il concetto dei piani elementali confinanti. Si trattava di un'immagine iconica di D&D che non si adattava alle attuali conoscenze. Se avessimo abbracciato un aspetto dei piani elementali che fosse stato più simile a quell'immagine avremmo potuto fornire molte più opportunità di avventura senza sovrascrivere o cancellare il materiale precedente.

Tornando agli azer possiamo fare in modo che essi vivano in delle torri di basalo lungo una grande catena di vulcani che demarca il confine tra il Piano Materiale e i piani elementali confinanti. Nel contempo nei piani elementali profondi si potranno trovare degli altri Azer che vivono come descritto nel supplemento di Planescape I Piani Interni.

Secondo questo stesso ragionamento stiamo trattando la Selva Fatata (Feywild -ndt) come un piano confinante in maniera simile tra il piano dell'energia positiva ed il primo piano materiale. I terrificanti domini di Ravenloft vengono a trovarsi all'opposto, tra il piano dell'energia negativa ed il primo piano materiale. Degli elementi della Coltre Oscura (Shadowfell -ndt) possono diventare domini all'interno di Ravenloft.

Per quanto riguarda i piani esterni stiamo usando come base di lavoro Planescape. Si tratta di un'ambientazione molto amata oltre che di una che (volutamente) è facile integrare all'interno di campagne esistenti. Questo significa il ritorno della Grande Ruota, della Bloodwar e di altre elementi classi della cosmologia di D&D. Lo stesso processo usato per i piani interni si applica ai piani esterni, con il nostro obiettivo che consiste nell'aggiungere molteplici aspetti alla cosmologia di modo da aumentare le possibilità di avventure e creazione di storie, rendendo la Ruota il più flessibile possibile nell'adattarsi alle differenti ambientazioni e ai differenti DM.

La più grande modifica di ambientazione su cui stiamo lavorando riguarda Spelljammer. Nel passato essa incorporava tutte le ambientazioni di D&D come luoghi che era possibile visitare. Non sono sicuro che questo fosse il punto di maggior forza di tale ambientazione. Nella mia mente Spelljammer era un divertente tentativo di inserire D&D nello spazio. Aggiungervi Faerun, Oerth ed altri mondi ha per molti versi oscurato il suo scopo iniziale. Esso forniva anche informazioni riguardo alle varie ambientazione che potevano essere decisamente in contrasto con le sensazioni e i vari aspetti di un mondo. Non tutti desiderano l'equivalente delle navi spaziali nella loro campagna perciò penso che quando parliamo di come Spelljammer sia legato alle altre ambientazioni ci stiamo concentrando su di esso come su di una ambientazione a sé stante e alleggerendo il suo aspetto di legame tra i vari mondi di D&D.

Idealmente il nostro approccio farà si che Eberron, i Forgotten Realms, il mondo di Nentir Vale, Greyhawk, Mystara e l'ambientazione della vostra campagna potranno lavorare con le assunzioni base che stiano utilizzando per i piani.

Vi ricordate della Frattura (The Sundering - ndt)?

Alcuni di voi potrebbero ricordarsi di come al keynote della Gen Con dell'anno scorso vi avessimo parlato della Frattura, un evento di enorme portata che avrebbe cambiato i Reami Perduti per sempre. Il momento è giunti per ritornare brevemente sull'argomento di modo che sappiate questo: controllate DungeonsandDragons.com domani e scoprire come potrete partecipare ai vari eventi legati alla Frattura e come anche voi potrete avere un ruolo nel plasmare il futuro dei Reami.

Mike Mearls

Mike Mearls è il senior manager del team di ricerca e sviluppo di D&D. Ha lavorato sul gioco da tavolo di Ravenloft oltre che ad un gran numero di supplementi per il gioco di ruolo di D&D.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Bella citazione :D

Venendo al tema, mi sta bene. Il ritorno della Grande Ruota non può che farmi piacere, così come la citazione di Spelljammer.

Anche se a questo punto terrei Ravenloft come un 'pezzo' della Coltre Oscura e non viceversa.

E darei un nome al setting della Valle di Nentir (Nerath che ha che non va?)

Link to comment
Share on other sites

Spero che ci lavorino bene, la descrizione migliore dei piani interni mi è sempre parsa essere quella di Advanced, e stando così le cose per quel che mi riguarda non ci sono stai miglioramenti su quel verso perlomeno negli ultimi quindici anni (non ho voglia di andare a vedere a quando risale Planescape per Advanced, quindi ho sparato un limite minimo di anni, sicuramente saranno di più).

Per ora ho letto di come tenteranno di recuperare il vecchio Planescape, ma non c'è nulla sui demipiani e neppure sui semipiani, quindi la cosa mi puzza. :think:

Per quanto riguarda spelljammer, chissà, pure per quello non esce niente di buono da un paio di decenni, è forse la notizia che più mìinteressa fra quelle uscite finora, ma finchè non esce nulla di concreto non so se sperarci davvero, temo che resterei facilmente deluso

Link to comment
Share on other sites

Planescape risale a 19 anni fà, ormai... ;-)

Di sicuro una cosa di quella vecchia ambientazione risalta subito all'occhio: la triplicità insita in questa nuova idea di cosmologia e la circolarità ripetuta... La Regola del Tre (tutto capita in terne) era uno dei fondamenti di quel vecchio multiverso così come lo era l'Unità degli Anelli (tutto è organizzato in anelli)... Speriamo ne esca qualcosa di buono, sarebbe anche l'ora...

Link to comment
Share on other sites

Per la 3.5 penso che fosse una decisione congiunta: i manuali di Dragonlance sono stati pubblicati più o meno durante tutto l'arco di vita dell'edizione, se non erro, e quindi DL è stata trattata per i fatti suoi. Ma nel contempo per pubblicare i manuali la Weis ha dovuto pagare i diritti alla WotC.

Link to comment
Share on other sites

Credo che essendo che Dragonlance appartiene alla Weis e D&D alla Wizards, la prima abbia pagato i diritti alla Wizards per usarne le regole nei manuali, ma la seconda non voglia pagare i diritti alla prima per usarne l'ambientazione, avendone già tante a disposizione.

OPINIONI PERSONALI

Spoiler:  
Quanto a me, se Dragonlance sparisse dalla faccia di qualsiasi multiverso celebrerei un grande giorno nella storia delle ambientazioni.
Link to comment
Share on other sites

No, no, i diritti sono proprio totalmente della WotC: erano della TSR prima, e la WotC se li è presi in blocco con tutto quanto. Il che vuol dire, ad esempio, che se la Disney si comprasse la Hasbro potremmo avere Pippo-Caramon e Paperino-Raistlin. D:

L'ha spiegato da poco Tracy Hickman riguardo a una questione molto barbina - una autrice australiana di fanfiction che sta pubblicando libri dove usa l'ambientazione di Mystara senza averne i diritti.

PS: Dragonlance è la mia ambientazione preferita. -.-

Ti salva solo l'avatar di Evangelion.

Link to comment
Share on other sites

No, no, i diritti sono proprio totalmente della WotC: erano della TSR prima, e la WotC se li è presi in blocco con tutto quanto. Il che vuol dire, ad esempio, che se la Disney si comprasse la Hasbro potremmo avere Pippo-Caramon e Paperino-Raistlin. D:

L'ha spiegato da poco Tracy Hickman riguardo a una questione molto barbina - una autrice australiana di fanfiction che sta pubblicando libri dove usa l'ambientazione di Mystara senza averne i diritti.

PS: Dragonlance è la mia ambientazione preferita. -.-

Ti salva solo l'avatar di Evangelion.

Come si chiama l'autrice australiana? so che è OT ma sono curioso.

Link to comment
Share on other sites

La plagiatrice si chiama Tracey Alley. La notizia ha fatto scalpore soprattutto perchè la tipa sostiene di essersi inventata tutto separatamente, treaendo l'idea dal superurano probabilmente, e perchè poco tempo prima al creatore di Mystara la WotC aveva proibito di creare dei nuovi viaggi della Princess Ark su licenza.

Fine OT.

Secondo me non cita Dragonlance perchè con la Grande Ruota non c'entra nulla. Soprattutto dopo la Guerra delle Anime.

Per assurdo è meglio raggiungerla via Spelljammer.

Certo mi sono divertito a far incontrare gruppi di Cavalieri di Thakisis sulla Scala Infinita, ma DL era chiaramente un mondo con una cosmologia 'a parte'.

Link to comment
Share on other sites

Grazie Dracomilan, mi ero (anche volontariamente) proprio dimenticato il nome della tipa.

E in effetti potresti aver ragione sull'assenza di Dragonlance: la cosmologia è molto personale e specifica, anche se per certi versi "accordabile". Però proprio no, Spelljammer secondo me sarebbe uno stravolgimento ancor maggiore.

Link to comment
Share on other sites

Però proprio no, Spelljammer secondo me sarebbe uno stravolgimento ancor maggiore.

Concordo che DL sarebbe meglio lasciato a sè.

Ma posso immaginarmi (e ho masterato) un gruppo dei FR che arriva su DL e deve decidere che divinità adorare, che luna seguire ecc. ecc, e in seguito espiare i peccati una volta tornato nella propria Sfera. :D

Certo lascerei fuori Scro e Flotta Imperiale Elfica... Diciamo che in tal caso gli dei di DL possono chiudere la Sfera a loro discrezione.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.