Jump to content

Intrigo e vendetta


 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti, i miei pg stanno esplorando un'antica palude maledetta, luogo di streghe, demoni e necromanti con una lunga storia di tradimenti, vendette e omicidi. Il luogo ideale per qualche avventura in stile horror...

Stavo pensando a fare entrare i pg in un villaggio umano all' interno della palude, che fosse gestito da una famiglia di antica nobiltà, ma decaduta. Questa famiglia ha due figlie (o forse aveva) e volevo creare una storia di intrigo in cui una figlia commette qualcosa di terribile contro l'altra (o contro l'intera famiglia), dannando il suo castello (e forse l'intero villaggio), ma non ho idea di quale possa essere il movente (amore? invidia? potere?) nè la tipologia dell'azione nè della maledizione (di certo l'ambientazione abbonda di elementi soprannaturali, quali riti pagani, streghe, magia proibita, demoni, antiche maledizioni elfiche, spiriti malvagi, etc...).

Voi cosa mi consigliereste?

Ah,dimenticavo.. i pg sono del 6°lv. Sono un mago (malvagio, perseguitato dall'inquisizione e in incognito), un paladino di nobili natali (non troppo sicuro della causa fondamentalista del suo dio) e un guerriero legale neutrale (difensore giurato del paladino).

Link to comment
Share on other sites


Ciao a tutti, i miei pg stanno esplorando un'antica palude maledetta, luogo di streghe, demoni e necromanti con una lunga storia di tradimenti, vendette e omicidi. Il luogo ideale per qualche avventura in stile horror...

Stavo pensando a fare entrare i pg in un villaggio umano all' interno della palude, che fosse gestito da una famiglia di antica nobiltà, ma decaduta. Questa famiglia ha due figlie (o forse aveva) e volevo creare una storia di intrigo in cui una figlia commette qualcosa di terribile contro l'altra (o contro l'intera famiglia), dannando il suo castello (e forse l'intero villaggio), ma non ho idea di quale possa essere il movente (amore? invidia? potere?) nè la tipologia dell'azione nè della maledizione (di certo l'ambientazione abbonda di elementi soprannaturali, quali riti pagani, streghe, magia proibita, demoni, antiche maledizioni elfiche, spiriti malvagi, etc...).

Voi cosa mi consigliereste?

Ah,dimenticavo.. i pg sono del 6°lv. Sono un mago (malvagio, perseguitato dall'inquisizione e in incognito), un paladino di nobili natali (non troppo sicuro della causa fondamentalista del suo dio) e un guerriero legale neutrale (difensore giurato del paladino).

POtresti fare qualcosa tipo Shining... oppure, dato il gruppo eterogeneo potresti mettergli contro di loro... ad esempio il mago che capisce di dover uccidere il paladino... oppure il guerriero che, dopo aver capito di aver sprecato la sua vita ad aiutare un paladino, decide di disfarsene... tutto questo però avviene grazie alla presenza maligna di qualche entità extraplanare...

Oppure potreste fare che lo spirito della bambina uccisa perseguita le persone e gli eroi dovranno scoprire come salvarsi, liberando lo spirito dal suo tormento e magari mettendo in moto una serie di eventi che porterà alla rivelazione della causa della sua morte... (magari le streghe volevano l'anima della ragazza per compiere un qualche genere di sortilegio)

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti, i miei pg stanno esplorando un'antica palude maledetta, luogo di streghe, demoni e necromanti con una lunga storia di tradimenti, vendette e omicidi. Il luogo ideale per qualche avventura in stile horror...

Stavo pensando a fare entrare i pg in un villaggio umano all' interno della palude, che fosse gestito da una famiglia di antica nobiltà, ma decaduta. Questa famiglia ha due figlie (o forse aveva) e volevo creare una storia di intrigo in cui una figlia commette qualcosa di terribile contro l'altra (o contro l'intera famiglia), dannando il suo castello (e forse l'intero villaggio), ma non ho idea di quale possa essere il movente (amore? invidia? potere?) nè la tipologia dell'azione nè della maledizione (di certo l'ambientazione abbonda di elementi soprannaturali, quali riti pagani, streghe, magia proibita, demoni, antiche maledizioni elfiche, spiriti malvagi, etc...).

Voi cosa mi consigliereste?

Ah,dimenticavo.. i pg sono del 6°lv. Sono un mago (malvagio, perseguitato dall'inquisizione e in incognito), un paladino di nobili natali (non troppo sicuro della causa fondamentalista del suo dio) e un guerriero legale neutrale (difensore giurato del paladino).

Ciao io ti suggerisco di pescare nello squallore di un rapporto affettivo degenerato.

Il padre amava la figlia bella forse più della madre (cugina del padre per calcare la mano) e la mette in cinta.

La madre odia la figlia e la picchia fino a farla abortire.

La povera ragazza tiene il feto in formalina come ricordo del figlio perduto e perde il senno covando odio e risentimento...

In casa potrebbero esserci dei quadri in cui è ritratto il padre con la madre e il padre con la figlia, quest'ultimi sfregiati e tagliati, ma un osservatore poco attento non noterà le differenze tra le due donne, l'utilizzo dei quadri è utile per confondere l'osservatore.

La sorella (venuta male e bruttina) invidia la sorella bella per le attenzioni che ha da suo padre (una famiglia degenerata!) e la istiga alla magia nera.

La figlia bella vittima del padre e della madre con l'aiuto della sorella e della magia nera risuscita il feto, rigenerando così un figlio deforme, maligno e mostruoso che per vivere si nutre di neonati (qui forse sto esagerando, ma forse si può fare che basta una vittima all'anno per sopravvivere).

Il figlio mostruoso viene scoperto e scacciato (ritenuto morto) e la giovane donna completamente via di senno viene murata viva nella casa.

La famiglia si ricompone, la madre ha ancora tutto per sé il padre, la sorella non ha più l'antagonista bella tra i piedi ed utilizza la magia per fare suo il padre.

I pg potrebbero rimanere invischiati in più bugie... il mostro... la magia nera della figlia bruttina, la scoperta di una seconda sorella molto bella e simile alla madre... la scoperta che il mostro è il figlio della sorella bella murata viva.

ciao :)

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Ciao io ti suggerisco di pescare nello squallore di un rapporto affettivo degenerato.

Il padre amava la figlia bella forse più della madre (cugina del padre per calcare la mano) e la mette in cinta.

La madre odia la figlia e la picchia fino a farla abortire.

La povera ragazza tiene il feto in formalina come ricordo del figlio perduto e perde il senno covando odio e risentimento...

In casa potrebbero esserci dei quadri in cui è ritratto il padre con la madre e il padre con la figlia, quest'ultimi sfregiati e tagliati, ma un osservatore poco attento non noterà le differenze tra le due donne, l'utilizzo dei quadri è utile per confondere l'osservatore.

La sorella (venuta male e bruttina) invidia la sorella bella per le attenzioni che ha da suo padre (una famiglia degenerata!) e la istiga alla magia nera.

La figlia bella vittima del padre e della madre con l'aiuto della sorella e della magia nera risuscita il feto, rigenerando così un figlio deforme, maligno e mostruoso che per vivere si nutre di neonati (qui forse sto esagerando, ma forse si può fare che basta una vittima all'anno per sopravvivere).

Il figlio mostruoso viene scoperto e scacciato (ritenuto morto) e la giovane donna completamente via di senno viene murata viva nella casa.

La famiglia si ricompone, la madre ha ancora tutto per sé il padre, la sorella non ha più l'antagonista bella tra i piedi ed utilizza la magia per fare suo il padre.

I pg potrebbero rimanere invischiati in più bugie... il mostro... la magia nera della figlia bruttina, la scoperta di una seconda sorella molto bella e simile alla madre... la scoperta che il mostro è il figlio della sorella bella murata viva.

ciao :)

Perbacco, hai davvero un'immaginazione straordinaria, ti voglio come ideatore per la mia prossima campagna... assolutamente! :D

Ad ogni modo io aggiungerei lo spirito della bella figlia, in chiave di spettro che all'inizio non si mostra direttamente, ma via via con lo scoprire di alcuni dettagli i PG inizieranno dapprima a sentirla, magari mentre canta una ninna nanna per bambini di notte, nei corridoi, poi cominceranno a vederla, solamente di sfuggita e di striscio con la coda dell'occhio: in queste occasioni potrai poi farla apparire improvvisamente, magari apparendo proprio dietro di loro dopo che questi hanno appena controllato l'angolo che secondo loro lei aveva svoltato, per scomparire nuovamente non appena li ha terrorizzati ben bene. La ragazzina si rifiuterà in ogni situazione di parlare, ma quando i PG avranno scoperto qualche dettaglio sulla storia (ma solo qualcuno), lei potrebbe comparire una volta, oppure sistematicamente ogni tot giorni, proprio davanti al muro dentro il quale l'hanno murata viva, indicandolo. A questo punto però i PG non dovranno ancora sospettare minimamente di questo tipo di uccisione, e piuttosto perdersi via in qualche dettaglio inutile, come un dipinto o un suppellettile particolare appeso proprio sul muro, in pratica uno specchio per le allodole... ecco, magari proprio uno specchio! XD

In merito al bimbo non morto, potresti utilizzare come mostro il "compagno omicida", a pagina 92 del manuale Liber Mortis. Nella storia, potrebbe essersi scavato una serie di gallerie che collegano la sua tomba (in realtà solamente un mucchio di terra appena smossa, che quasi non si nota) alla villa, dentro la quale si sposta durante la notte per terrorizzare i PG, visto che non può avvicinarsi ai suoi parenti a causa di alcuni glifi di interdizione celati, tracciati da un chierico nelle stanze di ciascun parente ancora vivo. Tuttavia spesso può essere anche intravisto aggirarsi nei pressi dei limiti del paese limitrofo, con l'ovvia intenzione di attirare dei bambini di cui potersi cibare. In alternativa, potresti inserire più di un compagno omicida, le vittime dell'originale, che magari rispetto a loro è avanzato di DV (da 5 a 8 DV, giusto per differenziarlo anche statisticamente dagli altri, essendo l'originale). Se i PG saranno così incauti da dividersi spesso prima di andare a letto la sera nella villa, se saranno ospiti, oppure mentre la esplorano per scoprirne i segreti, il bimbo originale potrebbe anche morderli di sorpresa e poi scomparire, facendo loro rischiare di contrarre la malattia che è in grado di trasmettere.

Se i PG indagheranno sulla genealogia della famiglia, potranno scoprire dopo un po' di ricerche (magari raccogliendo anche qualche informazione in paese) che la famiglia in questione in passato aveva un'altra figlia, ma che all'improvviso scomparve, oppure potrebbero anche dir loro una storia inventata dai famigliari e che la gente del villaggio crede, come per esempio che è stata rapita dai mostri del bosco. Per rendere ancor più intrigante la questione, potresti inserire davvero una specie di mostri o un mostro solo che abita la foresta(tipicamente sarebbero indicati i licantropi, ma qualsiasi bestia grande, grossa, cattiva, brutta e grottesca potrebbe andare bene, come il Wendingo), magari non necessariamente malvagio o stupidamente aggressivo, che è innocente ma in qualità di figura mitologica e di capro espiatorio del villaggio, tende ad essere incolpato di ogni misfatto inspiegabile o inspiegato. In principio invece la famiglia potrebbe cercare di evitare il discorso sulla figlia morta, o addirittura arrivare al punto di negarlo bellamente, spiegandolo poi con una menzogna, ovvero che il troppo dolore per la scomparsa della ragazza li spinge a non voler ricordare.

N.B.: non tutti i famigliari devono per forza essere colpevoli della sua morte.

Un aspetto da curare assolutamente bene, a mio parere, dovrebbero essere il carattere e le eventuali ossessioni di ciascun membro della famiglia: il padre, nobile, il cui sguardo e tono di voce tradiscono un forte istinto di lussuria, nelle giuste circostanze, come se non avesse un vuoto da colmare; la madre invece potrebbe essere sempre piena di attenzioni per il marito, non per forza palesandole, e persino essere gelosa di lui anche per ogni cosa insignificante; la ragazza brutta invece potrebbe fingere di essere normale, ma invece nascondere da qualche parte in un gioco la sua oscena ossessione (es: carnet di gatti squartati, una scatolina piena di denti umani, qualche altra cosa ugualmente raccapricciante). Vorrei dare qualche altro consiglio, ma è un po' tardi. Ciao!!!

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Grazie per gli ottimi consigli!

Effettivamente ritengo che Elam sia uno dei migliori qui nel forum, i suoi consigli sono pazzeschi!

Non ero sicuro di rendere spettro la sorella bella, ma effettivamente potrebbe essere un'espediente narrativo migliore per raccontare ai pg cos'è successo veramente.

Pensavo che la figlia bruttina, usando le arti oscure, riuscisse ad ottenere la bellezza, ma questo ad un prezzo: ogni anno, avrebbe dovuto fare un sacrificio (non so se di bambini o anche adulti) per rinvigorire il suo potere ed, essendo legato alla sua magia, anche il figlio mostuoso sarebbe ritornato dalla tomba a tormentare il villaggio (in caso fosse stato ucciso in qualche modo) per un altro anno.

In questo caso, ovviamente sarebbe lei a dare la colpa degli omicidi al mostro e a mandare i pg ad ucciderlo, per poter stare tranquilla un altro anno.

Pensavo inoltre che nel maniero della famiglia ci fosse un' intera ala chiusa a chiave in cui nessuno potesse entrare, in cui erano stati commessi i misfatti e in cui lo spettro potesse manifestarsi con una serie di fenomeni paranormali (e magari gli spettri di tutti quelli uccisi), i pg potrebbero ottenere gli indizi che gli servono entrando in questa zona preclusa (e magari rivivere loro stessi le scene del passato), ma se venissero scoperti, la famiglia cercherebbe di ucciderli in ogni modo.

Concordo con nemesis per quanto riguarda il curare il carattere dei membri della famiglia, stavo inoltre pensando che la sorella malvagia avesse un fedelissimo guardiano-amante, un cavaliere errante sedotto con la magia che si occupi delle faccende "sporche"(per rendere eventuali combattimenti più interessanti e dare un'apparenza di normalità, almeno all'inizio, ad una giovane e bella lady non ancora sposata)

Potrei creare anche qualche luogo d'interesse extra attorno al villaggio, tipo il cimitero in cui è sepolto il "bambino", un eventuale specchio per le allodole con mostri che non c'entrano nulla con i misfatti, e magari un antico cerchio di pietre nella foresta in cui vengono svolti i macabri rituali della figlia malvagia.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Bene signori, i PG sono appena arrivati nel paesino di Lynwell, dove sono stati ospitati (molto volentieri, visti i nobili natali del paladino)

dalla famiglia Marsh. Un tempo gloriosa, la famiglia è decaduta nei secoli, accontentandosi di una magione malconservata ed un' agiatezza ben lontana dai fasti passati. Hanno incontrato Lord Arthur, capofamiglia severo, la moglie Rebecca, placida ed asservita al marito, e la loro bella figlia Melara (che è molto interessata al paladino). Li aiuta ser Gaynor Colfer, un cavaliere errante che, innamorato di Melara, ha giurato fedeltà alla famiglia. Un quadretto piacevole, ma durante la notte il "mostro" che affligge il paesino da anni tornerà a mietere vittime...

Pensavo di far procedere i pg con investigazioni alternate a combattimenti, facendoli lentamente avvicinare alla verità:

1. I Marsh chiederanno ai pg di debellare la creatura, e loro chiederanno in giro ai paesani, venendo indirizzati verso una falsa pista (la tana di una creatura di palude, non necessariamente ostile ) ed un druido che vive vicino al paese.

2. il druido gli dirà che conosce una radura nella foresta in cui aleggia un sinistro potere... se lo aiuteranno ad effettuare un rituale di purificazione sull'altare (affrontando gli spiriti maligni che proteggono il luogo) scoprirà che qualcuno ha usato l'altare per un antico rito pagano (su cui comparirà un simbolo in stile celtico).Non riuscendo a purificare completamente l'altare e a capire chi è stato consegnerà un oggetto ai pg che farà comparire quel simbolo negli altri luoghi dove tale magia oscura è stata usata (così magari ottengono altri indizi).

3.(Per quanto fatto in buona fede, il rituale indebolisce il potere di Melara e lei non riesce a tenere a bada il mostro. Da quel momento lui attacca ogni notte.)La notte successiva il mostro attacca di nuovo e la vittima è il cappellano (non riuscendo ad uccidere i veri colpevoli a causa delle protezioni magiche nel maniero, attacca chi li ha aiutati). Se lo salvano, lui dirà che secondo lui il mostro è il nipote di lord Arthur, (ucciso e seppellito nel cimitero con il silenzio dell'uomo di chiesa) riportato in vita dagli dei per punirlo del suo peccato. Se il cappellano muore, lo troveranno "sparso" attorno ad una tomba senza nome (in cui troveranno il simbolo oscuro). Lady Melara dirà loro che è stato il druido con il suo rituale nella radura a scatenare il mostro, e che è stato lui la causa di tutto, pregandoli di catturarlo.

4a.Se lo catturano, Melara rivela loro di avere imparato la magia antica e di poter fermare il mostro. Se la aiutano, sacrificherà il druido sull'altare "per cancellare il suo maleficio" (in realtà ripristinerà i suoi poteri) poi il mostro attaccherà e, se i pg lo sconfiggeranno, egli "morirà definitivamente" (in realtà tornerà un anno dopo, ma i pg saranno lontani). Melara cercherà di sedurre o di ammaliare magicamente il paladino per sposarlo e sfruttare il suo titolo e ricchezze (BAD END).

4b. Se investigano nel paese, scopriranno che Lord Marsh aveva una figlia (Caithlynn) che è impazzita ed è morta; da allora, hanno chiuso ed abbandonato l'ala ovest del maniero (a causa del suo fantasma). Con l'aiuto di un png ladro potranno entrare, e assisteranno a diverse manifestazioni spettrali in cui si ripetono gli eventi terribili che hanno segnato quelle mura. Scopriranno la vera storia della famiglia, attraverso il diario della figlia e attraverso il suo stesso fantasma. Scopriranno le pratiche magiche di Melara, ed il luogo in cui esercita la sua magia.

5. A questo punto i Marsh scopriranno l'intrusione dei pg e cercheranno di ucciderli in ogni modo, i pg dovranno recarsi nella caverna dove melara pratica i suoi incantesimi, (prevedo un combattimento ma non so con chi) prendere il feticcio da cui attinge il suo potere, portarlo dal druido e fare il rituale completo nella radura (sconfiggendo le guardie dei marsh) che toglierà tutti i poteri alla strega (che ritornerà bruttina). A quel punto arriverà il mostro ed esigerà la sua vendetta sul lord e sua figlia...

i pg sceglieranno se fermarlo o no...

che ne dite? suggerimenti? cambiereste qualcosa?

Link to comment
Share on other sites

Carino! Potresti mettere un combattimento (nella grotta dove melara ha il fantoccio) con un servitore oscuro di Melara, una specie di guardia del corpo/guardia nera che protegge la grotta.

Solo una domanda: il mostro chi è in realtà? Il nipote di Lord Arthur?

Link to comment
Share on other sites

La storia è quella inventata da Elamil: il lord molestava la figlia maggiore (La più bella), quando lei ha partorito un figlio lo ha ucciso. La minore, gelosa della bellezza della sorella, viene contattata da una misteriosa e potente strega della palude, che le rivela le arti pagane (per dei suoi scopi sconosciuti). Coi suoi poteri "aiuta" la sorella, riportando in vita il figlio morto, che torna in vita come creatura mostruosa. La sorella maggiore impazzisce e viene segregata in un ala del castello, la minore usa il suo potere per diventare bella e controllare la famiglia, il resto lo conosci.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.