Jump to content

Diamo il via al playtest dell'OGL


Recommended Posts

  • Moderators - supermoderator

Il produttore esecutivo di D&D, Kyle Brink, ha rilasciato i primi dettagli riguardo il "playtest" della nuova versione dell'OGL.

Per oltre 20 anni migliaia di creatori hanno contribuito alla crescita della comunità dei giochi di ruolo da tavolo, usando un set condiviso di meccaniche di gioco che sono alla base dei loro mondi e creazioni. Non vogliamo che questo cambi e abbiamo sentito forte e chiaro che questo è anche il vostro desiderio.

Perciò faremo due cose:

  1. Daremo le meccaniche base di D&D alla comunità tramite una licenza Creative Commons, il che significa che sono completamente nelle vostre mani.
  2. Se vorrete usare contenuto prettamente di D&D dalla SRD come gli orsigufi e il dardo incantato, la OGL 1.2 vi fornirà una licenza perpetua e irrevocabile per fare ciò.

Creative Commons è una associazione senza fini di lucro che si occupa di condividere le conoscenze ed ha sviluppato una serie di licenze che permettono ai creatori di fare proprio questo. La licenza Creative Commons che abbiamo scelto ci permette di dare a tutti voi le meccaniche base. Dato che non controlliamo questa licenza, rilasciare le regole base di D&D sotto Creative Commons sarà una decisione che non potremo mai cambiare.

E ora parliamo della OGL 1.2 e delle modalità cruciali in cui è diversa dalla 1.0a. Innanzitutto ci permette di mettere mano a contenuti con connotati di odio. In secondo luogo si applica solo ai contenuti pubblicati per giochi di ruolo da tavolo (inclusi quelli per VTT). Infine questa licenza include esplicitamente il termine "irrevocabile".

Cosa non c'è in essa? Non ci sono pagamenti di diritti d'autore, necessità di fare rapporti finanziari, scambi di licenze, registrazioni, distinzioni tra commerciale e non commerciale. Niente andrà ad influire sui contenuti che avete già pubblicato sotto la OGL 1.0a. Essi saranno per sempre sotto la licenza della OGL 1.0a. Ciò che avete creato rimane vostro.

C'è un link in seguito da cui potrete scaricare una versione PDF della proposta dell'OGL 1.2. assieme a dei documenti di corollario, perché possiamo revisionarli e darci il vostro feedback.

Ma prima che andiate a leggerli vi darò alcuni ulteriori dettagli in merito a ciò che si trova in essa:

  • Proteggere l'esperienza di gioco inclusiva di D&D. Come ho detto prima i contenuti più chiaramente associati con D&D (come classi, incantesimi e mostri) sono ciò che ricade sotto l'OGL. Vedrete che l'OGL 1.2 ci permette di agire quando dei contenuti offensivi o dannosi sono pubblicati usando i contenuti di D&D. Vogliamo che tutti abbiano un'esperienza di gioco sicura ed inclusiva. Questo è molto importante per noi e la OGL 1.0a non ci permetteva di assicurare che ciò avvenisse.
  • Giochi di ruolo da tavolo e VTT. La OGL 1.2 si applicherà solo ai contenuti per giochi di ruolo da tavolo, che si tratti di manuali fisici, pubblicazioni elettroniche o per giochi da tavolo virtuali (VTT). Non dovete avere dubbi riguardo a se si applica anche ad altro. Non è così.
  • Togliere valore alla OGL 1.0a. Sappiamo che questo vi farà molto preoccupare. La licenza Creative Commons e i termini aperti della OGL 1.2 servono ad aiutare riguardo a questo. Una delle ragioni principali per cui dobbiamo togliere validità alla versione 1.0a è che non possiamo usare le opzioni cautelative della 1.2 se qualcuno può scegliere di pubblicare contenuti danni, discriminatori o illegali sotto la versione 1.0a. Ribadiamo che ogni contenuto che avete già pubblicato sotto la OGL 1.0a rimarrà per sempre sotto licenza della 1.0a.
  • Sono ammessi solo cambiamenti molto limitati alla licenza. Solo due sezioni potranno essere modificate una volta che la OGL 1.2 sarà attiva: come la WotC viene citata nei vostri prodotti e come contattarci a vicenda. Non sappiamo cosa ci riserva il futuro o quali tecnologie useremo per comunicare a vicenda, quindi abbiamo pensato che queste due sezioni dovessero essere lasciate aperte a modifiche future.

Per completezza riassumo anche cos'altro è presente nella OGL 1.2 e nei documenti di corollario:

  • Virtual Tabletop Policy. Continueremo a supportare l'uso dei VTT sia per i creatori sotto OGL che per gli operatori di VTT. La Virtual Tabletop Policy esplicita tutto questo.
  • Dispute di proprietà. I vostri contenuti sono vostri. Non dovete dare alcuna licenza sui vostri prodotti alla WotC e per ogni disputa di proprietà potete fare causa per violazione di contratto e danni monetari (dovuti alla sospensione di prodotti attesi dai giocatori mentre risolviamo la questione).
  • Nessun contenuto o comportamento carico d'odio. Se includerete contenuti dannosi, discriminatori o illegati (o avrete comportamenti del genere in pubblico), possiamo chiudere la vostra licenza OGL 1.2 sui nostri contenuti.
  • Stemma Creatore di Prodotti. Avrete la possibilità di includere uno stemma nei vostri prodotti OGL. Una volta che avremo il vostro feedback in merito, creeremo una guida su come usarlo e mostrarlo.

In generale ciò che stiamo facendo qui è dare ai creatori in buona fede lo stesso livello di libertà (o anche maggiore per ciò che ricadrà sotto Creative Commons) di creare contenuti per i giochi di ruolo da tavolo che è stato così apprezzato da tutti in passato, mentre ci assicuriamo gli strumenti per fare in modo che il gioco sia sempre più inclusivo ed accogliente.

Bene e ora andiamo ai documenti veri e propri:

Bozza: Open GAme license 1.2

Siamo molto interessati a sapere cosa ne pensate. Il nostro team svolge un eccellente lavoro nel compilare il feedback dei playtest e trasmettercelo in maniera comprensibile, per rifletterci sopra ed agire, quindi sono sicuro che la stessa cosa accadrà anche in questo caso.

Dopo che avrete letto la nuova introduzione alla SRD 5.1, alla OGL 1.2 e alla VTT Policy:

  1. Forniteci il vostro feedback sui documenti tramite il nostro sondaggio, che verrà aperto domani (aggiorneremo questo post con il link).
  2. Il sondaggio rimarrà aperto fino al 03 Febbraio.
  3. Riparleremo di nuovo il 17 Febbraio o anche prima. Condivideremo quando abbiamo sentito da voi e eventuali modifiche al documento dell'OGL derivanti da ciò.
  4. Questo processo andrà avanti per quanto necessario. Continueremo ad iterare e ascoltare il vostro feedback fino a che avremo la giusta soluzione.

D&D è l'hobby della mia vita visto che sono, di base, un giocatore cooperativo. Affrontiamo questa sfida assieme.

Kyle Brink

Produttore Esecutivo di Dungeons & Dragons



Visualizza tutto articolo

Link to comment
Share on other sites


Non ci siamo.

La de-autorizzazione della OGL 1.0a resta, passare sotto Creative Commons delle pagine generiche che descrivono cose che si trovano in una enciclopedia non aiuta, la OGL 1.2 è chiusa|bigotta e la patina di bontà che provano a spalmarle sopra (lo facciamo solo per impedire contenuti cattivi) peggiora solo le cose.

Se mai dovesse raggiungere la loro soglia d'attenzione (improbabile, lo so) l'Alfeimur sartebbe un ottimo candidato per non passare il vaglio e vedersi de-autorizzato in un secondo, dato che il mondo che rappresenta è razzista e alcune culture fortemente misogine.

Non valuto la parte sui VTT, che però ho letto essere la vera croce del futuro, dati i piani WotC sul gioco da remoto, i Master AI e cose simili.

Non vedo l'ora che esca il sondaggio

 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Ghal Maraz ha scritto:

"La nuova la rendiamo irrevocabile, così possiamo decidere noi, da ora in avanti, così è considerato moralmente valido".

È peggio del Comics Code. 

Se parli del punto 6f:

Cita

No Hateful Content or Conduct. You will not include content in Your Licensed Works that is harmful,
discriminatory, illegal, obscene, or harassing, or engage in conduct that is harmful, discriminatory, illegal,
obscene, or harassing. We have the sole right to decide what conduct or content is hateful, and you
covenant that you will not contest any such determination via any suit or other legal action.

concordo con te... soprattutto non mi piace il punto evidenziato, che dice che l'altra parte non può contestarte in alcun modo la decisione della Hasbro!
Cosa che fà il paio con i punti 9d, 9e, e 9g:

Cita

(d) Severability. If any part of this license is held to be unenforceable or invalid for any reason, Wizards may
declare the entire license void, either as between it and the party that obtained the ruling or in its
entirety. Unless Wizards elects to do so, the balance of this license will be enforced as if that part which
is unenforceable or invalid did not exist.

(e) Governing Law/Jurisdiction/Class Action Waiver. This license and all matters relating to its
interpretation and enforcement will be governed by the laws of the State of Washington, and any
disputes arising out of or relating to this license will be resolved solely and exclusively through individual
litigation in the state or federal courts located in the county in which Wizards (or any successor) has its
headquarters, and the parties expressly consent to the jurisdiction of such courts. Each party hereto
irrevocably waives the right to participate in any class, collective, or other joint action with respect to
such a dispute.

(g) Waiver of Jury Trial. We and you each waive any right to a jury trial of any dispute, claim or cause of
action related to or arising out of this license.

Il punto "d" dice (credo, ma non penso di sbagliarmi) che anche se un tribunale conferma che questa licenza (tutta o in parte) non può essere fatta valere dalla Harbro, la Hasbro ha comunque ragione.
Il punto "e" dice che l'altra parte non può far valere le proprei ragioni con una azione legale di gruppo (e visti quanti soldi ha la Harsbro, se l'altra parte non è ricca sfondata non ha nessuna possibilità di farcela in un 1-contro-1).
Il punto "g" dice che l'altra parte rinuncia a qualsiasi azione legale contro la Hasbro.

A me, me pare na strunzata...

  • Like 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Che amarezza vedere quanto siano caduti in basso. É stato sufficiente ottenere quel poco di visibilità in piú per far perdere completamente la bussola ai creatori di questo gioco. Hanno preso una leggenda del GDR e l'hanno abbassata a marchetta del commercio, sono felice che la bella figura la stia facendo Paizo a combattere di petto questa armata di mentecatti.

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
10 ore fa, Ingvar ha scritto:

É stato sufficiente ottenere quel poco di visibilità in piú per far perdere completamente la bussola ai creatori di questo gioco.

Ad essere sinceri probabilmente i creatori del gioco (intesi come gli sviluppatori del materiale per D&D) hanno il giusto a che fare con queste scelte, qui sono direzioni commerciali che vengono dalle dirigenze, a cui del gioco è sempre importato il giusto.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

21 ore fa, Dracomilan ha scritto:

Non ci siamo.

La de-autorizzazione della OGL 1.0a resta, passare sotto Creative Commons delle pagine generiche che descrivono cose che si trovano in una enciclopedia non aiuta, la OGL 1.2 è chiusa|bigotta e la patina di bontà che provano a spalmarle sopra (lo facciamo solo per impedire contenuti cattivi) peggiora solo le cose.

Se mai dovesse raggiungere la loro soglia d'attenzione (improbabile, lo so) l'Alfeimur sartebbe un ottimo candidato per non passare il vaglio e vedersi de-autorizzato in un secondo, dato che il mondo che rappresenta è razzista e alcune culture fortemente misogine.

Non valuto la parte sui VTT, che però ho letto essere la vera croce del futuro, dati i piani WotC sul gioco da remoto, i Master AI e cose simili.

Non vedo l'ora che esca il sondaggio

 

Non è solo quello, questo potere di revoca unilaterale è anche pericolosa perché a prescindere dalla motivazione può essere rimossa per ostacolare la concorrenza nel momento in cui diventa pericolosa. E la WOTC ha già dimostrato di usare certi strumenti in malafede, come quando ha smesso di approvare le traduzioni e i prodotti di Gale Force Nine quando ha voluto tagliarla fuori dai giochi per traduzioni e miniature.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Allora, provo a essere neutrale - nonostante continui a pensare sia problematica, c'è anche un po' di allarmismo.

  • È meglio della 1.1. Bisogna dare atto dei passi avanti, e focalizzarzi sui problemi. Sono stati tolti o corretti tre aspetti molto rilevanti.
    • Nessuna royalties sopra i 750k
    • Proprietà intellettuale che rimane agli utenti: poter chiedere solo soldi è ovviamente meno che ottimale, ma non mi sembra irragionevole come richiesta
    • Nessuna necessità di registrarsi e registrare i possibili ricavi.
  • Rimane l'assurdità della cancellazione della 1.0a, che va assolutamente combattuta. Però bisogna anche dire che più questa 1.2 diventa accettabile e simile alla 1.0a, e meno è un problema che venga cancellata la 1.0a a favore della 1.2.
  • Il punto 6f è assurdo, non sta né in cielo né in terra. Entrare in una licenza in cui il licenziatario può cancellarti la licenza per qualcosa di vago come "comportamento osceno", e tu non puoi appellarti a nessuno per farti valere, vuol dire non poter avere una iniziativa commerciale. Non ci si rende conto di quanto sia problematico il modo in cui è scritta: che vuol dire "illegale"? Illegale dove? In molti paesi è illegale rappresentare l'omosessualità, vuol dire che la WotC può cancellarmi la licenza se ho una coppia omosessuale? In molti stati US è attualmente illegale l'aborto, è un tema di cui non si può parlare? Non si può sapere come cambieranno le leggi e la definizione di osceno, non si può fare business in un contesto tanto vago.
  • Vi sono punti minori come 7a e gli effetti su 5 che non ho le competenze per valutare se siano problematici, aspetto pareri più concreti di avvocati.
  • Il punto sulle regole in CC BY è davvero uno specchietto per le allodole, permette qualcosa che non serve a niente.
  • La parte sui VTT è problematica ma capisco il loro problema a dividere videogioco e VTT. Il testo è scritto male però, e spingerei a modificarlo. Capirei di più ad esempio di limitare la licenza per i VTT a sistemi in cui non c'è un master, mi sembra molto più determinante come parte dell'esperienza.

Tutto sommato, penso che con una riscrittura ragionevole di 6f e un po' di aggiustatine qui e lì non troverei una 1.3 irricevibile. Rimane una stretta negativa ovviamente, e chiaramente aspetto di vedere ORC e sarei molto contento di abbandonare la WotC per questa debacle. Ma bisogna ammettere che qualche passo nella giusta direzione sia stato fatto: se non gliene si dà atto troveranno inutile provare a venire incontro alla comunity.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, bobon123 ha scritto:

Allora, provo a essere neutrale - nonostante continui a pensare sia problematica, c'è anche un po' di allarmismo.

  • È meglio della 1.1. Bisogna dare atto dei passi avanti, e focalizzarzi sui problemi. Sono stati tolti o corretti tre aspetti molto rilevanti.
    • Nessuna royalties sopra i 750k
    • Proprietà intellettuale che rimane agli utenti: poter chiedere solo soldi è ovviamente meno che ottimale, ma non mi sembra irragionevole come richiesta
    • Nessuna necessità di registrarsi e registrare i possibili ricavi.
  • Rimane l'assurdità della cancellazione della 1.0a, che va assolutamente combattuta. Però bisogna anche dire che più questa 1.2 diventa accettabile e simile alla 1.0a, e meno è un problema che venga cancellata la 1.0a a favore della 1.2.
  • Il punto 6f è assurdo, non sta né in cielo né in terra. Entrare in una licenza in cui il licenziatario può cancellarti la licenza per qualcosa di vago come "comportamento osceno", e tu non puoi appellarti a nessuno per farti valere, vuol dire non poter avere una iniziativa commerciale. Non ci si rende conto di quanto sia problematico il modo in cui è scritta: che vuol dire "illegale"? Illegale dove? In molti paesi è illegale rappresentare l'omosessualità, vuol dire che la WotC può cancellarmi la licenza se ho una coppia omosessuale? In molti stati US è attualmente illegale l'aborto, è un tema di cui non si può parlare? Non si può sapere come cambieranno le leggi e la definizione di osceno, non si può fare business in un contesto tanto vago.
  • Vi sono punti minori come 7a e gli effetti su 5 che non ho le competenze per valutare se siano problematici, aspetto pareri più concreti di avvocati.
  • Il punto sulle regole in CC BY è davvero uno specchietto per le allodole, permette qualcosa che non serve a niente.
  • La parte sui VTT è problematica ma capisco il loro problema a dividere videogioco e VTT. Il testo è scritto male però, e spingerei a modificarlo. Capirei di più ad esempio di limitare la licenza per i VTT a sistemi in cui non c'è un master, mi sembra molto più determinante come parte dell'esperienza.

Tutto sommato, penso che con una riscrittura ragionevole di 6f e un po' di aggiustatine qui e lì non troverei una 1.3 irricevibile. Rimane una stretta negativa ovviamente, e chiaramente aspetto di vedere ORC e sarei molto contento di abbandonare la WotC per questa debacle. Ma bisogna ammettere che qualche passo nella giusta direzione sia stato fatto: se non gliene si dà atto troveranno inutile provare a venire incontro alla comunity.

Attenzione, non cita royalties ma il documento legale (non il post su d&d beyond) non dice espressamente che non ce ne sono.

Fonte: https://medium.com/@MyLawyerFriend/lets-take-a-minute-to-talk-about-d-d-s-updated-open-game-license-ogl-1-2-5b95fe8889b2

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

La WotC ha espresso chiaramente il concetto che, per loro, la 'clausola morale' è irrinunciabile, perché.. perché, boh, loro sono di certo i nuovi paladini mondiali delľetica, immagino.

Del resto, sono l'unica grande corporazione nel mondo dei gdr e vanno raccontando che alla base della scelta della 1.1 c'era la lotta alle malvagie corporazioni nemiche! William Gibson, scansati!

In ogni caso, vista la permanenza certa della clausola morale, la OGL 1.2 sarà sempre inaccettabile. Anche perché, diciamocelo, non è una licenza aperta. Hanno anche allargato, invece di ridurlo, il materiale su cui dichiarano proprietà intellettuale esclusiva...

Edited by Ghal Maraz
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

OGL 1.2 codename: improved cagata pazzesca (cit)

Il pegi? Non pervenuto. Anzi, superato!

Da oggi ci pensa mamma Torquem...pardon...WotC/Hasbro a tutelarci dalla nostra stessa discrezionalità di scelta. 

 

Poi non dite che già ai tempi non ve l'avevo mai detto che mi parevano un tantinello partiti per la tangente con le fisime sul politically correct verso il fantasy tutto. Mettessero ¼ di sto zelo per la localizzazione ita invece di uscirsene fuori con ste trovate.🙄

Edited by Nyxator
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Grimorio ha scritto:

Attenzione, non cita royalties ma il documento legale (non il post su d&d beyond) non dice espressamente che non ce ne sono.

Fonte: https://medium.com/@MyLawyerFriend/lets-take-a-minute-to-talk-about-d-d-s-updated-open-game-license-ogl-1-2-5b95fe8889b2

Sono perfettamente d'accordo, e sono d'accordo in particolare con la sintesi che fa il pezzo che citi:

Cita

Do not mistake me — this is a massive step forward from the proposed OGL 1.1. Congratulations to the community for making your voices heard, and thanks to WotC for listening. However, we still have work to do.

Possiamo dissentire un po' sul ranking dei problemi, per me il 6f è il più importante, ma non sulla conclusione: molto meglio, ma c'è ancora da lavorarci.

Sulla questione delle royalties, altre letture legali sostengono non sia un grosso problema (una norma legale Americana citata spesso è che se tu scrivi una licenza e io non partecipo alla sua stesura, nell'interpretazione di qualsiasi ambiguità si deve supporre la lettura più favorevole a me e non a te), ma ovviamente concordo sarebbe meglio fosse chiaro. Rientra nelle parti da chiarire, non nelle modifiche per me sostanziali come il punto 6f.

Però credo sia utile e onesto dire che onestamente questa 1.2 sia migliorata rispetto alla 1.1 molto più di quanto mi aspettassi, non vedo a questo punto impossibile l'uscita di una OGL accettabile.

Link to comment
Share on other sites

Allora… il sondaggio è uscito e ho già fornito il mio (inutile? 🤔) feedback. A chi può interessare lo riassumo qui, nel caso vi servissero degli spunti.

Preoccupazioni sulla OGL 1.2

  • AVVISO DI DISAUTORIZZAZIONE DI OGL 1.0a → NO, NO, NO, NO e NO. Se volete proteggerci dall'uomo nero, create una licenza migliore e il pubblico vi seguirà. Il pubblico non la accetterà perché li costringete. Più stringete il pugno, più "le vostre prede" vi scapperanno tra le dita.
  • 1.b → l'OGL dovrebbe coprire qualsiasi utilizzo del "Contenuto concesso in licenza". È una licenza OPEN, nessuna eccezione. Sbarazzatevi del tutto del provvedimento o, meglio, fate solo una dichiarazione che dica chiaramente che qualsiasi tipo di prodotto è coperto.
  • 3.a → Avete paura che gli altri facciano meglio di voi? È così che funziona il mercato. Volete fare di meglio? Lavorate di più, non impedite ad altre persone di attaccarvi perché avete fatto un lavoro da poco e avete copiato quello di qualcun altro. Sbarazzatevi del paragrafo.
  • 3.b → "abbiamo consapevolmente e intenzionalmente copiato". Veramente? Volete dire che l'unico modo che qualcuno ha per vincere una causa è piazzare una cimice nel vostro ufficio e registrare il momento esatto in cui avete esultato perché avete copiato  i prodotti di qualcuno altro? Sbarazzatevi del paragrafo.
  • 6.f → Per favore ditemi che questo è un residuo di una "bozza (😬) precedente". Non siete la polizia morale dei giochi di ruolo e non dovreste aspirare ad esserlo. Una volta che qualcuno crea contenuti spregevoli o agisce in modo spregevole quando ha a che fare con i propri clienti, questi voteranno con il proprio portafoglio. Penso che sia stato chiaramente dimostrato con gli oltre 40.000 abbonamenti che avete perso dopo l'ultima "bozza". Inoltre, ciò che qualcuno fa nel proprio tempo libero, che non coinvolge prodotti o consumatori di giochi di ruolo, non dovrebbe assolutamente coinvolgervi (o chiunque altro nel mercato, se è il caso). Sbarazzatevi completamente di questo paragrafo e di qualsiasi altro riferimento ad esso.
  • 9.d → No, non si può dichiarare la “licenza nulla, né tra essa e la parte che ha ottenuto il provvedimento, né in toto”. in nessuna circostanza. Certamente è prevedibile che nel caso descritto in 9.d, "il resto di questa licenza sarà applicato come se quella parte che è inapplicabile o invalida non esistesse". Rimuovete l'opzione per dichiarare nulla l'intera licenza.
  • Licenza per i VTT → L'intera politica è uno scherzo. Se siete così spaventati che altri facciano un lavoro migliore di quello che state per offrire, lavorate di più e fate un'offerta migliore. Non cercare di mettere gli altri VTT fuori mercato o costringerli a "fare schifo", in modo che il vostro prodotto sia automaticamente il migliore per mancanza di concorrenza.

Commenti su Creative Commons Attribution 4.0 International e/o sui contenuti che verranno rilasciati sotto Creative Commons

  • State fingendo di distribuire "omaggi" con una licenza che non controllate (siete già gelosi dei ORC?), mentre l'unica parte che state effettivamente regalando è quella che sarebbe la più complessa da dimostrare in tribunale di cui davvero detenete i diritti (con un grossa possibilità che non ci riusciate).
  • Le meccaniche di gioco, come descritto più volte e da diverse fonti, non possono essere protette da copyright. Quindi non avete diritto di concederle in licenza. Ma è bello che lo facciate comunque.

Commenti sul badge creatore di contenuti

  • Non è un'idea terribile (soprattutto il fatto che può essere usarlo al posto della pagina con la licenza di OGL 1.2), ma dovreste consentire, in aggiunta al vostro logo di D&D, di usare il logo del creatore invece del testo "Creator Product".
  • Naturalmente, la sezione 5.a dovrebbe essere eliminata per evitare che (certamente per errore) i termini di utilizzo del badge vengano modificati all'improvviso e (sicuramente per sbaglio) comincino a includere un canone di licenza per l'utilizzo del badge e l'obbligo di usalo.

Altri commenti

  • Lasciate stare la OGL 1.0a e createne una migliore per i creatori di contenuti, non per voi stessi. In questo caso, i creatori vi seguiranno senza problemi e useranno la 1.2 senza esserci costretti.
  • Se continuate a cercare di costringere i creatori di terze parti ad usare le vostre regole, li perderete.
  • Like 2
  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites

La clausola sui contenuti contrari alla linea inclusiva di D&D non se ne andrà mai. Potranno modificare la natura esatta del procedimento ma vorranno uan qualche forma di bottone che gli permetta di mettere fine a qualsiasi problema nasca da una pubblicazione scomoda. Semplicemente serve a proteggere il valore del brand.

Sicuramente è possibile che siano in malafede e vogliano semplicemente avere uno strumento di censura mascherato.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

La clausola sui contenuti inaccettabili rimarrà sempre un problema e un'arma troppo potente nelle mani di una compagnia che vuole platealmente boicottare la concorrenza.

D'altro canto WOTC vuole mantenere una linea etica, condivisibile o meno, associata al marchio di D&D, inteso proprio come brand.

La via di mezzo che farebbe contenti tutti potrebbe essere quella di concedere il "creator badge" solo a quei prodotti che si impegnano a rispettare quel punto. Lasciando liberi gli autori di creare prodotti che trattano di tematiche più adulte senza però concedergli di esporre il badge con la famosa &.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Il 20/1/2023 at 19:12, MattoMatteo ha scritto:

Il punto "d" dice (credo, ma non penso di sbagliarmi) che anche se un tribunale conferma che questa licenza (tutta o in parte) non può essere fatta valere dalla Harbro, la Hasbro ha comunque ragione.
Il punto "e" dice che l'altra parte non può far valere le proprei ragioni con una azione legale di gruppo (e visti quanti soldi ha la Harsbro, se l'altra parte non è ricca sfondata non ha nessuna possibilità di farcela in un 1-contro-1).
Il punto "g" dice che l'altra parte rinuncia a qualsiasi azione legale contro la Hasbro.

Ciao,

Disclaimer: Non sono un legale, ma sto ascoltando Avvocati RPG player da tutte le parti che li trovo… 😜

9.d → Si riferisce al fatto che, in certe nazioni (o anche altri stati americani) certe clausole potrebbero non essere legali. Se questo succede (e la Wizard si trova alle strette, in una causa con qualcuno) può decidere che o parte o tutta la licenza diventa nulla (o con il singolo con cui sta litigando o con tutto il mondo) e (potenzialmente) la può a quel punto sostituire con quello che vuole. Questo è il motivo per cui quest causalo deve sparire assolutamente. È potenzialmente una backdoor per modificare la licenza nella sua interezza.

9.e → Praticamente si, anche se le "class actions" hanno regole un po diverse dalle cause normali e —credo— sia più per quel motivo che per altro.

9.g → Una licenza può chiedere a una (o tutte le) parti di rinunciare specifici diritti garantiti dalla legge, ed è —purtroppo— perfettamente legale. Questa licenza, se ci fai caso, lo fa un numero di volte…

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.