Jump to content

Capitolo 3. Terrore in Freeport


AndreaP

Recommended Posts

Primavera - Giorno 2 Tarda Mattina [Sereno]

Velocemente i compagni tornarono sui loro passi fino a giungere al porto per poi dirigersi verso la barca del capitano

Lo spettacolo continuava e il capitano aveva assoldato dei menestrelli per intrattenere la folla in quella tradizione che faceva sì che i capitani si facessero fama anche organizzando eventi durante questa festa di tutta la città 

Anche un banco della birra era stato aperto

Senza problemi agli amici fu permesso di salire a bordo andando a trovare Lidon nella sua cabina 

Vedendoli il pirata sorrise "Rieccovi, sani e salvi" disse ordinando poi al suo attendente "Una birra per i miei amici"

"Allora come è andata?" chiese loro

Link to comment
Share on other sites

Mary

"Il posto era una trappola. Probabilmente per la nostra amica assassina per eliminare l'unico testimone del suo eventuale omicidio. Quel capannone era abitato da due ragni giganti che parlavano la lingua comune. Uno è tornato all'inferno da cui era venuto, l'altro è stato scacciato" rispondo tutto d'un fiato lanciando sul tavolo il mantello che era dell'assassina. 

"Nel magazzino c'era anche un uomo dentro un bozzolo dei ragni con un messaggio addosso "Devlin, locanda della luna marchese". Conosci il posto o questa persona?"

Link to comment
Share on other sites

Elizabeth

"Dannazione" penso come Mary comincia a snocciolare la verità, tutta, fedele persino nei dettagli insignificanti "Devo farle un corso su cosa e come dire certe cose.. così va a finire che gli dice tutto quello che sappiamo." Bevo la birra con voluttà, dissetandomi e placando un poco gli scrupoli Ci è toccato fare gli straordinari commento acida, fissandomi cocciutamente le unghie chiuse sul palmo, rovinate dall'intensa attività al magazzino. Una parte di me è sinceramente preoccupata dello stato dei vestiti e del trucco, come anche quello di Mary: una ragazza non può andarsene in giro in certe condizioni, non siamo mica uomini. Ci vuole un certo stile, un rigoroso decoro, e mettere in risalto le parti migliori nascondendo quelle un pò meno soddisfacenti. Pensando a questi dettagli, lo sguardo mi corre sulle gambe nude e sulla porzione esagerata di coscia in bella vista attraverso lo spacco infinito della gonna "Bè, io forse ho esagerato un pochino" mi trovo a pensare con malinconia, rivivendo la scena delle occhiate languide del capitano, oltre alle sue viscide avances. 

Link to comment
Share on other sites

Floki

Mentre seguo il resto del gruppo di nuovo all'interno della festa, lo sforzo che faccio per ignorare i bagordi generali è notevole. Nonostante le molte distrazioni vado verso la nave del Capitano Lydon, mentre nella mia testa turbinano alcuni pensieri.. cerco di scacciarli scuotendo il capo da destra a sinistra, andando poi a deglutire rumorosamente un grosso grumo di saliva, mentre facciamo il nostro ingresso, finalmente, all'interno della cabina del noto figuro.

Le parole di Mary arrivano subito al dunque.. io mi limito ad accogliere ben volentieri la birra che mi offrono, portando alla bocca il boccale e trangugiandone una buona quantità. "Burp!" ..apprezzo rumorosamente, qundi accenno un sorriso goffo verso i presenti, sollevando impercettibilmente il calice in segno di un silenzioso "salute". "Vi abbiamo risolto un problema.." ..ammesso che quelle creature effettivamente lo fossero.. "..ma non è ancora chiaro chi vi voleva morto e perché."

@DM:

Spoiler

Ho fatto il passaggio di Livello.
Ho portato Costituzione a 18, aumentando il TS, CA e PF.

 

Link to comment
Share on other sites

Primavera - Giorno 2 Tarda Mattina [Sereno]

"Maledizione" disse il capitano "pare che non sarà facile capire cosa stia succedendo"

"Comunque il nome Devlin non mi dice nulla, ma la locanda la conosco. E' una locanda con una pessima fama nella città vecchia. Frequentata da balordi o da chi vuole vendere qualcosa che non dovrebbe avere o da chi vuole non farsi trovare. Insomma un posto non adatto a belle ragazze come voi, salvo non intendano fare il lavoro più vecchio del mondo"
aggiunse bevendo la sua birra.

Link to comment
Share on other sites

Elizabeth

Dopo una vita passata a far la vita, l'accenno del capitano mi fa a malapena sbozzare un sorriso: la birra scesa felicemente giù per la gola mi ha ristorata, dissetata e tranquillizzata, permettendomi di riflettere a mente a lucida. Mi mordo un labbro nascosta dietro al boccale, sorvolando rapidamente sugli anni recenti, su quelli scorticanti precedenti, e sulla nostalgica e ormai irrecuperabile infanzia e adolescenza. Alla fine, le somme tratte non mi ingannano: un abbondante terzo della mia vita, pressoché l'intero ammontare della mia vita di donna, l'ho passato come prostituta, volente o nolente. Trattengo sospiri e lacrime tingendo di rabbia i ricordi, siano essi felici o dolorosi, e trasformo il sorriso di circostanza in un ghigno feroce Adatto o meno, se è lì che tocca cercare, ci andremo. Mi rimiro le unghie con fare leggero, aggiungendo dovrò rifarmi il trucco, altrimenti chi ci crede che vado lì per lavoro.. 

Link to comment
Share on other sites

Primavera - Giorno 2 Tarda Mattina [Sereno]

"Tu arrivi subito al punto?" disse ironicamente il capitano "Sì sono interessato a capire cosa accade tanto da pagarvi... diciamo 100 pezzi d'oro a testa?" propose mentre lo sguardo attirato dalle parole di Liz andava sul corpo di lei.

Link to comment
Share on other sites

Elizabeth

Guardo il capitano ed esulto dentro di me, trattenendomi dal leccarmi le labbra come una bambina golosa. Seguo i suoi occhi e gioco al più vecchio gioco del mondo: faccio dondolare le caviglie quando mi guarda le gambe; quando lo sguardo sale lascio scivolare il ginocchio accavallato un po' più vicino all'altro, dando l'impressione che si veda qualcosa di più; liscio la gonna e porto le mani sul ventre attirando i suoi occhi verso i miei : proprio così si divertono a chiamarle, i marinai ubriachi, neanche le donne fossero sceme e non sapessero che si riferiscono a ben altro; finalmente esausto dal solo guardare, arriva al volto e li lo congelo con uno sguardo gelido e spietato, quello della professionista consumata, non della ragazza smaliziata 100 per capire cosa succede. Per quello che vuoi tu, il prezzo lo trattiamo in privato e a giochi conclusi.. non mescolo mai due lavori. Scolo di colpo la birra rimasta, dando filo da torcere a Floki, e con un sorriso sardonico chiedo spensierata possiamo avere un altro giro? Tutto questo parlare mette sete. 

Link to comment
Share on other sites

Primavera - Giorno 2 Tarda Mattina [Sereno]

"L'affare mi pare chiaro. E voi similmente mi parete intenzionati ad accettare."

Poi estrasse un sacchetto ed iniziò a snocciolare monete "40 pezzi d'oro, anticipati. Voglio sapere tutto. Come avrete capito qui a Freeport fra i capitani si giocano partite di potere e l'informazione è tutto. Anche il SeaLord ha dei limiti nel suo potere, e questi limiti sono l'approvazione del Consiglio soprattutto sulle materie di soldi. Ma il consiglio è un club chiuso, in cui è difficilissimo entrare: sono posizioni a vita, ereditarie in caso di omicidio, in cui i nuovi membri vengono eletti dal consiglio stesso"

"Ecco per poter avere il potere di entrare in questo club esclusivo bisogna sapere cosa fa il Sea Lord, cosa fanno i consiglieri, avere l'appoggio della popolazione e avere informazioni da usare. Tutti i capitani che vogliono partecipare devono fare così: e io voglio essere della partita. E mi pare che la trama che state seguendo sia interessante"

"Affare fatto?"

Edited by AndreaP
Link to comment
Share on other sites

Mary

"Sono una pirata" disse indicando la una cicatrice in evidenza su un braccio scoperto "Queste cavolate di potere di voi uomini ricchi alla ricerca di potere per far vedere chi ce l'ha più lungo..."  sputò a terra "...mi fanno vomitare" faccio una pausa.

"MA voglio vederci chiaro in questa storia! Soprattutto 100 pezzi non si rifiutano mai, sono mesi di navi assaltate"

Diede un bel sorso alla birra "Io ci sto tesoro, eccome se ci sto" concluse battendo il pugno sul tavolo. Poi dopo essersi voltata a guardare il furetto che sopra la sua spalla mangiucchiava un piccolo pezzo di carne trovata nello zaino "E anche Max dice che ci sta"

Link to comment
Share on other sites

Elizabeth

Con la mente già su di giri per la birra scolata a stomaco vuoto dopo  la bagarre al magazzino, non riesco a trattenere la replica A me piace lungo.. Cosa ti fa vomitare? interrompendosi subito dopo quando capisco di aver mosso la lingua senza connetterla al cervello: il mio sguardo spaesato e confuso è palese conferma delle mie parole, involontaria battuta senza capo né coda. Arrossisco e blatero un pò a casaccio No.. che avete capito.. non intendevo.. chino il capo e imbarazzata mormoro .. Mary non volevo.. ecco.. io.. vengo con voi.. beninteso.. 

Link to comment
Share on other sites

Floki

Forse anche grazie alle parole dirette di Mery la conversazione volge rapidamente al punto focale. Muovo vistosamente il capo dall'alto in basso, facendo oscillare avanti e idnietro la mia folta barba, quindi con il pugno destro vado a colpirmi il petto producendo un tonfo ovattato: "Quaranta adesso e i restanti Sessanta di ritorno dalla Locanda.." ..spesso sono duro di comprendonio, quindi ho bisogno di ripetere le cose per imprimerle meglio nella mia testa. "..ci sto." ..pare un prezzo congruo. "Però noi siamo in cinque!" ..potrebbe venire a chiunque il dubbio che non sappia contare, ma subito vado puntando con il mio tozzo ditone il Furetto: "Anche Max vuole la sua parte!" ..un modo come un altro per alzare leggermente il prezzo con una scusa.. o per passare per scemo.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Primavera - Giorno 2 Mezzodì [Sereno]

"Io sono un pirata, e ne vado fiero. Ma i pirati non sono solo solitari, vivono in comunità che è meglio governare a proprio favore: ed è quello che provo a fare io" rispose il capitano

Poi aggiunse "Comunque non scherziamo, quattro siete e quattro verrete pagati"
"Bene vi aspetto qui, quando avrete delle nuove da comunicarmi, quindi"

Salutato il capitano gli amici si mossero verso la città vecchia attraversando la zona della festa

La Città Vecchia era il nucleo originale di Freeport, dove sorgevano le abitazioni più antiche ed i palazzi del potere cittadino. Era circondata da un secondo ordine di mura, spesse e antiche che la racchiudevano interamente incombendo sugli edifici

Superate le guardie poste all'ingresso della zona, gli amici seguirono una piccola strada che costeggiava le mura penetrando in un quartiere residenziale finché non giunsero davanti alla loro destinazione: un edificio di due piani in mattoni con l'insegna ammuffita

Da dentro si udiva un gran vociare

@all

 

Link to comment
Share on other sites

Elizabeth

Bé, veramente.. mormoro mordicchiandomi le labbra ..io sono intonata all'ambiente. Potrei entrare a chiedere lavoro e approfittarne per sondare le acque, separatamente da voi. Così evitiamo che ci sgamino subito, spero. Che ne dite? 

Link to comment
Share on other sites

Guillaume Bastonne

"Chèrie, ti posso assicurare, sulla fiducia, che in questa bettola non sono abituati a 'mercanzia' del tuo livello!",  sghignazzò Guillaume, facendo però effettivamente notare in che razza di contesto fossero.

"Non ti dico di non andare, ma smorza un po' i toni, se vuoi farti passare per una professionista del luogo. Altrimenti, saresti credibile come sarebbe credibile Floki in una biblioteca. A tal proposito... se vuoi rendere più veritiera la tua storia, il nostro mastro Nano potrebbe accompagnarti: una prostituta di un certo livello non girerebbe mai per simili zone senza un picchiatore o un pa**one attorno...".

Edited by Ghal Maraz
Link to comment
Share on other sites

Elizabeth

Storco il naso, ma il suggerimento è corretto Si, in questa guisa forse sarei eccessiva.. ma basta un pò di trucco a sistemare la cosa, e un protettore farebbe davvero al caso.. renderebbe la cosa più genuina. Poso lo sguardo sul nano con espressione divertita e lo apostrofo Cosa ne pensi? Riesci a spacciarti per guardia del corpo e pappone? Il fatto che siamo forestieri ci aiuterà a deviare i sospetti per la palese differenza fra domanda e offerta in un posto del genere.. anche se certi lestofanti e manigoldi trafficano sempre nei bassifondi.. commento infine, deviando in una stradina laterale e frugando la borsa in cerca dei trucchi.

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
×
×
  • Create New...