Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By Lucane

I Mondi del Design: 'Old School' nei GdR e in Altri Giochi: Parte 1

In questa prima parte di tre articoli che mettono a confronto Old School e stili di gioco più recenti, Lew Pulshiper analizza a suo le principali differenze in fatto di fallimento e narrazione. 

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: CY_BORG, Il Mulino e il Gigante, New Edo

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Una Breve Storia dei Blocchi delle Statistiche dei Mostri

In questo articolo vengono analizzate le principali variazioni che i blocchi delle statistiche dei mostri di D&D hanno subito nel tempo.

Read more...

Ragionando sui Viaggi nelle Terre Selvagge - Parte 2

In questa seconda parte vedremo come aggiungere maggiore complessità ai nostri itinerari.

Read more...

La casa degli orrori

Gareth Ryder-Hanrahan ci presenta una breve idea per una serie di nuovi nemici di Fear Itself legati ad una casa degli orrori fin troppo reale...

Read more...

Sorpresa


Bellerofonte
 Share

Recommended Posts

Ordine di iniziativa standard:

Cita
  1. Deneb
  2. Raftal
  3. Ofira
  4. Elle
  5. Tholin, altrove, fa altre cose
  6. Nemici vari

A un certo punto, immediatamente dopo 4, un alleato (Tholin) entra in battaglia teletrasportato, prendendo alla sprovvista i nemici. Da master, gli ho concesso un turno extra dato dalla sorpresa. Quindi solo per quel turno:

Cita
  1. Deneb
  2. Raftal
  3. Ofira
  4. Elle
  5. Tholin, azione di sorpresa extra
  6. Nemici vari

e in quello successivo, avendo tirato di iniziativa >3

Cita
  1. Deneb
  2. Raftal
  3. Tholin, iniziativa normale
  4. Ofira
  5. Elle
  6. Nemici vari

Sono un po' nabbo con le meccaniche della 5e, è corretto oppure no?

Link to comment
Share on other sites


i nemici non erano sorpresi!

la sorpresa si stabilisce prima dell'iniziativa.

la sorpresa non dà una azione in più a chi sorprende (come hai fatto fare a tholin), ma è il sorpreso che non può agire.

Edited by Casa
  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

È corretto come dice Casa.

Tholin avrebbe avuto "solo" vantaggio. In pratica è corretto dire che il pg teletrasportato coglie di "sorpresa" i nemici, tuttavia è giusto distinguere la meccanica di sorpresa che si determina prima dell'inizio dello scontro e la sorpresa durante lo scontro, ovvero quella "sorpresa" che genera vantaggio (come l'azione nascondersi o l'incantesimo invisibilità).

In questo caso Tholin compare quando lo scontro è gia iniziato, perciò avrebbe agito nel turno immediatamente dopo il punto 4 (causa il teletrasporto) e avrebbe beneficiato di vantaggio, dopodichè nel round successivo avrebbe seguito la sua iniziativa (se avesse fatto il tiro piu alto di tutti avrebbe agito per primo dal secondo round).

Ricapitolando la turnistica è:

Round 1

36 minuti fa, Bellerofonte ha scritto:
  • Deneb
  • Raftal
  • Ofira
  • Elle
  • Tholin, sua azione beneficiando di vantaggio
  • Nemici vari

Round 2

37 minuti fa, Bellerofonte ha scritto:
  • Deneb
  • Raftal
  • Tholin, iniziativa normale
  • Ofira
  • Elle
  • Nemici vari

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, Bille Boo ha scritto:

Domanda: non capisco perché Tholin cambia posto nell'iniziativa al round 2. Me lo potete spiegare?

Tholin si aggiunge al combattimento causa il teletrasporto, nel turno in cui è teletrasportato agisce tra il punto 4 e il punto 5 perche è in quella frazione di tempo che avviene il teletrasporto e l'azione di Tholin, in seguito il pg entra di fatto nella turnistica e tita di iniziativa per capire quando agirà.

In sostanza nel turno in cui lui viene teletrasportato agisce in quel frangente ottenendo pure vantaggio "simulando" una sorpresa, poi dal turno successivo verifica qual è la sua reazione agli eventi tirando di iniziativa per vedere quando agirà.

Link to comment
Share on other sites

3 minutes ago, SamPey said:

Tholin si aggiunge al combattimento causa il teletrasporto, nel turno in cui è teletrasportato agisce tra il punto 4 e il punto 5 perche è in quella frazione di tempo che avviene il teletrasporto e l'azione di Tholin, in seguito il pg entra di fatto nella turnistica e tita di iniziativa per capire quando agirà.

In sostanza nel turno in cui lui viene teletrasportato agisce in quel frangente ottenendo pure vantaggio "simulando" una sorpresa, poi dal turno successivo verifica qual è la sua reazione agli eventi tirando di iniziativa per vedere quando agirà.

Quindi non ha lanciato lui il teletrasporto. Stava "ritardando"?

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Bellerofonte ha scritto:

è corretto oppure no?

Forse mi sfugge qualcosa, ma io lo interpreto diversamente:

  1. Se il teletrasporto l'ha lanciato Tholin, dovrebbe avvenire al suo turno di iniziativa (quindi 3°), dopodiché potrebbe continuare il suo turno, avendo già usato azione /azione bonus /altro  per lanciare il teletrasporto.
  2. Se l'ha lanciato Tholin, ma come azione preparata, avviene al momento dell'innesco (quindi immagino come 5° nell'iniziativa), ma spende la sua reazione e non può fare altro.
  3. Se è stato lanciato da altri fattori, Tholin agirà in combattimento direttamente nel round successivo, nel suo turno come 3° nell'iniziativa, perché il suo turno in questo round l'ha "speso" ovunque si trovasse prima di essere stato teletrasportato.

Nel primo caso, poi, concordo sul fatto che possa beneficiare di vantaggio dato dal fatto che gli altri combattenti non si aspettano la sua apparizione, senza che ci sia "sorpresa" nel senso meccanico del termine.

Edited by Maudea96
  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Da regolamento è esattamente come ha scritto Maudea96 (anche se nel primo caso non penso possa beneficiare del vantaggio perché tra la sua apparizione ed il suo primo turno, i nemici hanno agito e, da quello che c'è scritto, non sembra che il pg fosse invisibile) e aggiungo un'altra opzione:

4) se è stato teletrasportato da qualcun altro e lui ha preparato l'azione per attaccare in qualche modo, può sfruttare la sua reazione per l'attacco subito dopo il teletrasporto per attaccare con vantaggio

 

NB in 5e non è contemplato il "ritardare l'azione" come in 3.5 che spostava l'ordine di iniziativa (come anche l'azione preparata). In 5e hai un ordine di iniziativa e quello resta a prescindere dalle varie condizioni

 

  • Like 1
  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Minsc ha scritto:

(anche se nel primo caso non penso possa beneficiare del vantaggio perché tra la sua apparizione ed il suo primo turno, i nemici hanno agito e, da quello che c'è scritto, non sembra che il pg fosse invisibile)

In realtà nel primo caso, se ha ancora azioni a disposizione, può avere vantaggio.

È nel terzo caso che effettivamente non avrebbe neanche vantaggio dato che i nemici hanno già agito, e quindi l'hanno visto (e infatti ho corretto il mio post precedente, grazie!). Al massimo potrebbe avere vantaggio solo contro Ofira ed Elle, che non agiscono tra la sua apparizione e il suo primo turno...

Link to comment
Share on other sites

10 minutes ago, Minsc said:

NB in 5e non è contemplato il "ritardare l'azione" come in 3.5 che spostava l'ordine di iniziativa (come anche l'azione preparata). In 5e hai un ordine di iniziativa e quello resta a prescindere dalle varie condizioni

Era questo il senso della mia domanda. Grazie 🙂

Link to comment
Share on other sites

8 minuti fa, Maudea96 ha scritto:

In realtà nel primo caso, se ha ancora azioni a disposizione, può avere vantaggio.

È nel terzo caso che effettivamente non avrebbe neanche vantaggio dato che i nemici hanno già agito, e quindi l'hanno visto (e infatti ho corretto il mio post precedente, grazie!). Al massimo potrebbe avere vantaggio solo contro Ofira ed Elle, che non agiscono tra la sua apparizione e il suo primo turno...

Si assolutamente, volevo scrivere 3 ma ho clamorosamente sbagliato numero

Link to comment
Share on other sites

Si, l’eliminazione della possibilitá di ritardare è voluta. Reinserendola verrebbe meno la reazione visto che con il ritardo compi tutto il turno (azione, bonus, movimento) mentre con la reazione solo l’azione che hai preparato o quella prevista dalla reazione. E poi avresti comunque a disposizione la reazione. 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

18 minuti fa, Bellerofonte ha scritto:

permettere questa cosa in gioco potrebbe incidentare qualche meccanica 5e della quale sono all'oscuro?

Provo a risponderti anch'io, basandomi sulla domanda "Can you delay your turn and take it later in the round?" che c'è a pag. 10 del Sage Advice Compendium. In sostanza, il primo punto della risposta parla di maggiore lentezza, il secondo del fatto che l'iniziativa diventa relativamente inutile se tutti possono ritardare il proprio turno a piacere, il terzo, più meccanico, fa notare che potrebbe variare la durata di certi effetti e incantesimi che dicono "fino al tuo prossimo turno".

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Le meccaniche che si sballerebbero sono senz'altro quelle delle condizioni fino all'inizio/fine del prossimo turno del pg o del png.

Secondo me la cosa che si potrebbe gestire con più elasticità è l'iniziativa tra pg/png dello stesso schieramento ad inizio incontro.

Per fare un esempio, l'iniziativa è:

PG1

PG 2

PG 3

MOSTRO 1

MOSTRO 2

PG 4

PG 5

Se pg2 è il barbaro che vuole caricare in mezzo ai nemici e pg3 è lo stregone che vuole lanciare palla di fuoco, io non mi farei problemi ad invertirli nel primo round di gioco se i pg lo richiedono, a patto che l'iniziativa neo round seguenti resti pg1, pg3, pg2 ecc

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Non ci può essere sorpresa, che esplicitamente esiste solo se il nemico non è conscio di un pericolo imminente: chiacchierando, spada nel fodero, pensiero perso alla discussione avuta con l'amata prima di partire. Se il nemico è in combat, non può quindi essere preso di sorpresa.

Secondo punto, il mago nel suo primo turno dopo che è arrivato ha l'azione a disposizione. Il mago prima di teletrasportarsi non era in combat, viveva la sua vita e decide di lanciare un incantesimo. Come tutti gli incantesimi lanciati fuori combat, non ci interessa il conto delle azioni. Arrivato, entra in combat. Solo a questo punto, al suo arrivo, tira l'iniziativa. Questo è quello che sarebbe successo se non ci fosse stato un combat in corso tra altri PG: il mago avrebbe teletrasportato sul nemico, si tira l'iniziativa, e avrebbe le sue azioni normali. Stessa cosa.

Quindi il mago arriva all'inizio del round (per comodità, ma vedi spoiler), e tira l'iniziativa. Al suo turno potrà agire normalmente.

Spoiler

Nota: se non piace che arrivi per forza a inizio round, un sistema più complesso ma comunque bilanciato (nel senso che il bonus di iniziativa ha più o meno lo stesso ruolo) consiste nel tirare un dado per decidere quando arriva nel round, per poi tirare l'iniziativa sommando l'iniziativa del PG selezionato e poi facendo modulo iniziativa max (compresa quella tirata da lui). Sarebbe abbastanza complessa da spiegare e probabilmente completamente inutile, ma è come la gestirei io. Esempio: quattro PG già in combat, iniziativa 23, 21, 11,5. Arriva il mago, e tira 1d4: 3. Arriva nel turno del terzo PG. A questo punto tira l'iniziativa, ci somma 11 e fa modulo 23. Se ottenesse 23 con il suo tiro, vorrebbe dire che la sua iniziativa sarebbe (23+11)%23 = 11, e agirebbe immediatamente: la sua reazione è stata molto rapida, e agisce subito dopo il teletrasporto. Se ottenesse 18, la sua iniziativa sarebbe (18+11)%23 = 6, e quindi agirebbe subito prima del quarto PG, mentre se ottenesse 16 agirebbe dopo di lui. Se ottenesse 9, la sua iniziativa sarebbe (9+11)%23 = 20 e quindi agirebbe al round successivo, subito dopo il secondo PG. Se tirasse 1, la sua iniziativa sarebbe (1+11)%23=12, e quindi sostanzialmente rispetto a tirare 23 salterebbe un round. Il tiro di iniziativa avrebbe quindi lo stesso ruolo del normale tiro di iniziativa : tirando il massimo agisci subito dopo il teletrasporto, tirando il minimo salti un turno e agisci nel round successivo. Ma non costringerebbe a apparire a inizio round necessariamente.

 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Secondo me è così:

Se un personaggio arriva sul luogo di uno scontro e si aggiunge alla lotta per prima cosa si verifica se lui è sorpreso o meno (a maggior ragione se arriva teleportato) poi tira iniziativa se è arrivato a metà round e fa un tiro troppo alto agirà nel round successivo.

Se invece il pg, anche se si trova in un’altro luogo, è già a conoscenza dello scontro, o se comunque  il master lo desidera, può decidere di fargli tirare iniziativa a inizio scontro per misurare anche le sue azioni con il sistema del tempo di un combattimento per sapere esattamente in quale momento arriverà. In questo caso se il pg era consapevole dello scontro agirà per iniziativa normalmente , in caso contrario tirerà percezione per non essere sorpreso e nel caso lo sia perderà il suo primo turno, o parte di esso se ne ha già usato una parte per arrivare.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, bobon123 ha scritto:

Secondo punto, il mago nel suo primo turno dopo che è arrivato ha l'azione a disposizione. Il mago prima di teletrasportarsi non era in combat, viveva la sua vita e decide di lanciare un incantesimo. Come tutti gli incantesimi lanciati fuori combat, non ci interessa il conto delle azioni. Arrivato, entra in combat. Solo a questo punto, al suo arrivo, tira l'iniziativa. Questo è quello che sarebbe successo se non ci fosse stato un combat in corso tra altri PG: il mago avrebbe teletrasportato sul nemico, si tira l'iniziativa, e avrebbe le sue azioni normali. Stessa cosa.

Quindi il mago arriva all'inizio del round (per comodità, ma vedi spoiler), e tira l'iniziativa. Al suo turno potrà agire normalmente.

Spoiler

 

Non sono convinto su quando iniziare a contare le azioni: se il mago sa dello scontro e sceglie di teletrasportarsi lì, anche se prima non era in combattimento, mi pare qualcosa di simile a quando alcuni PG combattono in una stanza, mentre altri che sono in un'altra stanza a fare altro sentono i rumori dello scontro e decidono di andare lì. In quel caso tirano l'iniziativa prima di muoversi verso la stanza del combattimento e tutto quello che fanno prima di arrivare fa comunque parte del loro turno, o no?

Se invece il mago viene teletrasportato ignaro dello scontro (o comunque non agendo in prima persona), l'approccio nello spoiler mi piace molto, anche se mi accorgo che è complicato e non tutti sceglierebbero di adottarlo.

2 ore fa, savaborg ha scritto:

Se un personaggio arriva sul luogo di uno scontro e si aggiunge alla lotta per prima cosa si verifica se lui è sorpreso o meno (a maggior ragione se arriva teleportato)

Anche questo ha un suo perché, ma c'è qualcosa di ufficiale che espliciti il fatto che chi arriva dopo (non al primo round) possa essere sorpreso o meno? So che in qualche SA c'è scritto che chi arriva dopo non può sorprendere, ma il contrario?

Link to comment
Share on other sites

2 minutes ago, Maudea96 said:

Non sono convinto su quando iniziare a contare le azioni: se il mago sa dello scontro e sceglie di teletrasportarsi lì, anche se prima non era in combattimento, mi pare qualcosa di simile a quando alcuni PG combattono in una stanza, mentre altri che sono in un'altra stanza a fare altro sentono i rumori dello scontro e decidono di andare lì. In quel caso tirano l'iniziativa prima di muoversi verso la stanza del combattimento e tutto quello che fanno prima di arrivare fa comunque parte del loro turno, o no?

Se invece il mago viene teletrasportato ignaro dello scontro (o comunque non agendo in prima persona), l'approccio nello spoiler mi piace molto, anche se mi accorgo che è complicato e non tutti sceglierebbero di adottarlo.

Concordo, sicuramente dipende dai dettagli. Il caso che ho considerando è un caso in cui il mago sia altrove e si stia trasportando lì sapendo che ci sia o ci possa essere un combattimento in corso, ma senza possibilità di avere chiara idea della cronologia. Una scena tipo: "Il Mago è nel suo studio, bevendo un Tè. Un messaggio telepatico lo raggiunge: "Vieni, siamo sotto attacco!". Immediatamente il Mago riconosce la voce dell'amico, l'unico che potrebbe contattarlo in questo modo, e si teletrasporta alla Roccaforte del Tramonto, pronto a combattere."

  • Se il mago arrivasse invece completamente ignaro della possibilità di combattimento il risultato sarebbe identico, ma il mago al suo primo turno potrebbe essere sorpreso, a discrezione del master.
  • Se il mago stesse vedendo invece il combattimento da lontano, nel momento in cui decida di intervenire tirerà l'iniziativa: il fatto che ci si avvicinerà teletrasportandosi non cambia niente, appena vuole intervenire in un combattimento di cui ha presenza tira l'iniziativa. Da lì in poi gioca normalmente, può correre o teletrasportarsi, ma a questo punto le azioni si contano. Si teletrasporta, avrà in caso l'azione bonus e il movimento da usare immediatamente, e poi aspetterà il suo prossimo turno.
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By korhil
      Buon pomeriggio. Avendo da poco iniziato la 5ed vi chiedo:
      Se con uno stregone preparo un azione di attacco con un incantesimo. Nel momento in cui scatta l azione preparata, posso applicare la metamagia? Per esempio inc raddoppiati?
      Grazie
    • By Daya
      Ciao a tutti! 
      Ho un dubbio. Sto ruolando un pg ladro con archetipo assassino a livello 5 attualmente. Allora, ho il talento "combattere con due armi" che quindi mi permette di avere un'azione bonus per un secondo attacco anche con armi non leggere. La prima domanda è : essendo un'azione bonus devo fare anche per questo attacco un txc o se colpisce il primo lo faccio in automatico? L'altra domanda, quella che mi interessa di più, é: ho azione scaltra, che mi permette di svolgere un'azione bonus solo per disimpegno/ nascondermi ecc, posso utilizzare entrambe le azioni bonus nello stesso turno derivando da un talento e un privilegio di classe o se uso una non posso usare l'altra? (es. Se mi nascondo posso fare un attacco, poi l'altro attacco con azione bonus, poi il furtivo e poi usare l'azione bonus del privilegio di classe per nascondermi e fare un altro furtivo il turno seguente?) Grazie mille ragazzi! 
    • By Azog il Profanatore
      Ehilà, salve a tutti.
      Volevo chiedere pareri su come "gestire la caduta da un tetto, mi spiego meglio: Il pg sta inseguendo dei cattivi su per i tetti e inciampa. Casca giù dal tetto, magari da un palazzo con sei piani. Deve per forza tirare per ogni finestra che incontra per appendersi e salvarsi? Voi come fate in caso qualcuno caschi in un burrone, è già spacciato o cosa?
      Perché non vorrei incentrare tutto su il tiro singolo di destrezza (sei Gastone salti sei Paperino caschi giù e muori) ma nemmeno dar troppe possibilità di salvezza (finestra uno, mancata, due, mancata, tre, mancata, quattro, mancata, cinque, mancata, sei, presa, e mi riarrampico su per il muro.
      E anche l'arrampicata voi come la gestite? (Tipo su per un muro di un palazzo con finestre oppure su per un muro di roccia)
      Grazie!!!
    • By Dulotio
      Buongiorno a tutti.
      Nel mio party c'è un Warlock di lv. 6 e alcune sue meccaniche mi stanno creando più di qualche problema. Ogni volta che credo di aver trovato una soluzione, do un'occhiata al manuale (Perfetto Arcanista) e vengo nuovamente assalito dai dubbi. Fondamentalmente il mio problema è la possibilità di legare la deflagrazione alle invocazioni nello stesso round. Ma per essere certo di avere tutte le soluzioni sotto controllo preferire fare un elenco di situazioni e capire cosa è legit e cosa no. Trovo anche molto problematico il talento "Capacità Massimizzata" (Cadv)
      Scenario 1
      È il round del warlock. Decide di lanciare una deflagrazione mistica unita all'invocazione sulfurea. 3d6 della deflagrazione (che diventato danni da fuoco grazie all'invocazione) + 2d6 della sulfurea se fallisce il TS Riflessi. Il mio dubbio è: ma lanciare una invocazione (Deflagrazione sulfurea) non è un'azione standard (pg. 11 Cadv)? Può farlo nello stesso round? Non sarebbe più corretto usare l'invocazione nel primo round e scagliare la deflagrazione nel secondo? 
      Scenario 2
      Il warlock decide di fare la medesima cosa dello scenario 1, ossia applicare l'invocazione "Deflagrazione mistica" ma vuole utilizzare anche il talento Capacità massimizzata. 3d6 massimizzati sono 18 danni. Ma si massimizzano anche i 2d6 aggiuntivi derivanti dalla sulfurea in caso di fallimento del TS?
      Scenario 3
      Il warlock oltre alla deflagrazione sulfurea vuole utilizzare l'invocazione "Catena mistica" (Cadv pg.131). A livello di regolamento non c'è problema, poiché Deflagrazione sulfurea è una invocazione a Essenza Mistica mentre Catena mistica è un'invocazione Modifica Deflagrazione e il manuale specifica proprio che è possibile applicare ad una deflagrazione questi due tipi di invocazioni. Io mi chiedo quanti round servano. Perché ok il warlock può lanciare le invocazioni a volontà ma una invocazione è un'azione standard. Il mio giocatore sostiene che possa fare tutto nello stesso round, ma secondo me ne servono almeno 3: 1 round invocazione deflagrazione sulfurea; 2 round Invocazione Catena mistica; 3 round lanci la deflagrazione
      Scenario 4
      Il warlock decide di utilizzare l'invocazione "Colpo orrendo" (Cadv pg.132). La descrizione dell'invocazione dice che con un'azione standard puoi effettuare un'attacco in mischia e l'avversario è come se fosse stato colpito da una deflagrazione, considerando anche le modifiche della deflagrazione. Ma se il giocatore volesse usare anche la deflagrazione sulfurea può farlo nello stesso round? o deve aspettarne 2: 1 round invocazione sulfurea (è un'azione standrd); 2 round Colpo orrendo con la mazza leggera = 1d6 (mazza)+3d6 (deflagrazione) +2d6 se fallisce il TS (sulfurea)
    • By Grimorio
      Il testo di Aggirare altre creature recita:
      Puoi attraversare lo spazio di una creatura non ostile. Al contrario, puoi attraversare lo spazio di una creatura ostile solo se la creatura è almeno due taglie più grande o più piccola di te. Ricordati che per te, lo spazio di un’altra creatura è considerato terreno difficile.
      Che la creatura sia amica o nemica, non puoi terminare volontariamente il movimento nel suo spazio.
      Se ti allontani dalla portata di una creatura ostile durante il movimento, provochi un attacco di opportunità, come spiegato più avanti in questo capitolo.
      Il mio dubbio è su questo passaggio:  Che la creatura sia amica o nemica, non puoi terminare volontariamente il movimento nel suo spazio.
      Vale anche per i corpi dei caduti? Un combattente potrebbe terminare il movimento nello spazio occupato dal corpo di un compagno o un avversario che è stato ucciso? Soprattutto in uno spazio ristretto dove non è possibile posizionarsi altrove per attaccare in mischia.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.