Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Beowulf: Age of Heroes - Intervista a Jon Hodgson di Handiwork Games

Jon Hodgson, uno degli autori de L'unico Anello e di Avventure nella Terra di Mezzo, ci racconta la sua ultima fatica, l'ambientazione per D&D 5e basata su Beowulf.

Read more...

Piante: Parte I

Eccovi un altro articolo dedicato ai mostri iconici dei nostri giochi, con alcuni interessanti suggerimenti su come utilizzarli in modo non convenzionale. In questo caso si parla di piante e vista la lunghezza dell'articolo lo stesso verrà diviso in due pubblicazioni.

Read more...

Lucca Comics & Games 2020 diventa interamente digitale

Lucca Changes passa completamente in digitale. Se gli appassionati non potranno andare a Lucca, allora Lucca va dagli appassionati.

Read more...

Sottoclassi, Parte 5

La WotC ha rilasciato gli Arcani Rivelati di Ottobre 2020, nel quale possiamo trovare due nuove Sottoclassi per D&D 5e basate sul tema dei draghi.

Read more...

Viaggio nella DM's Guild III - I 100 Incipit

Oggi andiamo ad analizzare uno dei primi lavori dei "Revel Tales", gruppo di talentuosi creatori di contenuti di recente formazione, ma con grandi idee e capacità dalla loro parte. Esso è formato da Matteo Ruggiero, Andrea Garrone e Matteo Airaghi!

Read more...

Recommended Posts

Dopo aver sperimentato il sistema di Sobrietà in Kingdom come: deliverance, Mi è venuta in mente una meccanica per gestire i pg ubriachi e rendere il tutto più immersivo: 

Ogni volta che si fallisce il ts per rimanere sobri si ottiene un livello di ubriachezza

1 L'alcool scioglie la lingua, puoi aggiungere metà del tuo bonus di competenza a tutti i ts e prove di caratteristica basate sul carisma. 

2 il freno inibitore si allenta, dovrai sottrarre un d4 a tutti i ts e prove di caratteristica basate su saggezza

3 la coordinazione si riduce, dovrai sottrarre un d8 a tutti i ts e prove di caratteristica basate su destrezza, intelligenza e saggezza. 

4 La vista ti si riduce, ottieni svantaggio a tutti i tiri per colpire, a tutte le prove e i ts basati su saggezza e intelligenza. Inoltre, le prove di Furtività falliscono automaticamente. 

5 il personaggio sviene per 1d4 ore, e al risveglio subisce un livello di affaticamento. 

Il personaggio subisce tutti gli effetti dei livelli precedenti. Con un riposo breve, il livello scende di 1,mentre con un riposo lungo di 2. 

Che ne pensate? Lo implementereste in una campagna? Che modifiche potrei fare? 

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites

  • Replies 31
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ruolandolo.  Non tutto ha bisogno di un riscontro numerico imho

Ti dirò, in gioco abbiamo sempre usato qualche malus per chi beve troppo, e nessun bonus. Questo non ha mai scoraggiato nessun giocatore dal far bere e strabere il suo PG. Le situazioni in cui i PG so

Considera che il mio non è un discorso teorico, è la mia esperienza concreta con diversi gruppi di gioco. So che ci sono anche giocatori differenti che giocherebbero un asceta proibizionista pur di no

24 minuti fa, Lord Danarc ha scritto:

Estremamente sbilanciante.

purtroppo in 5e c’é poco spazio per una cosa del genere secondo me. Chi mai berrebbe oltre il primo livello? Inoltre è macchinoso. 

Ci avevo pensato, effettivamente. Potremmo dare dei vantaggi alle bevande, come la birra che sazia per un pò i i liquori che danno resistenza al freddo. Così uno è invogliato a bere e ha più probabilità di subire gli effetti 

Link to post
Share on other sites

Considerando che in 5e si gioca tutto sulle condizioni di affaticamento puoi fare così. Col freddo se bevi troppo (discrezionale) Hai vantaggio alla prova di costituzione ma se la canni becchi due livelli.

col caldo... beh col caldo L’alcool fa male. Ahahaha

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Lord Danarc said:

Estremamente sbilanciante.

purtroppo in 5e c’é poco spazio per una cosa del genere secondo me. Chi mai berrebbe oltre il primo livello? Inoltre è macchinoso. 

E chi sarebbe mai sobrio? Gli avventurieri si porterebbero dietro zaini di pozioni dell'ubriachezza (aka cicchetti) per beneficiare sempre del bonus di carisma 😄

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Ji ji ha scritto:

E chi sarebbe mai sobrio? Gli avventurieri si porterebbero dietro zaini di pozioni dell'ubriachezza (aka cicchetti) per beneficiare sempre del bonus di carisma 😄

Ecco, mi ero dimenticato di mettere questa piccola postilla: ovviamente il giocatore deve ruolare il suo livello di Ubriachezza, quindi può essere buono un barbaro ubriaco per intimidire un bandito, ma per un bardo non potrebbe essere così semplice supplicare il re di risparmiarti mentre sei brillo 😂

Link to post
Share on other sites

Secondo me l'idea è simpatica. Propongo un paio di variazioni per tentare di risolvere i problemi evidenziati, senza stravolgere l'idea di base:

  • Accorpare i primi due livelli di ubriachezza
  • Dopo il primo ts di COS per restare sobri fallito, inserire invece una specie di meccanica di "dipendenza" (più bevi e più tendi a continuare), basata magari su dei ts di SAG, o qualcosa di simile, così che ci sia un certo rischio di ubriacarsi seriamente e non sia una scelta obbligata quella di bere un po' prima di fare prove di carisma.

 

Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, Lord Danarc ha scritto:

Mi pare solo una complicazione ulteriore in cui si inseriscono ts a rotazione. La 5e è strutturata in modo da essere semplice. 

E' senz'altro una complicazione, non ulteriore perché sostituisce i ts di COS per restare sobri, e comunque non molto diversa dalla meccanica ufficiale relativa ai livelli di indebolimento. Inoltre essendo una home-rule (per definizione opzionale) è normale che nel suo ambito complichi un po' le cose rispetto alle regole base...

Per alleggerirla (immagino ti riferisci al secondo punto) si potrebbe fare il ts di SAG solo quando il giocatore vorrebbe far smettere di bere il suo PG. Nella mia idea tali ts falliti non fanno passare al livello di ubriachezza successivo ma impediscono al PG di capire da solo che è meglio smettere di bere. Se il giocatore lo vuole far continuare a bere, o se fallisce il ts, i livelli di ubriachezza vengono decisi a seconda di quanto e per quanto tempo il PG beve.

Edited by Maudea96
aggiunta
Link to post
Share on other sites

Personalmente, a meno che non si voglia che la dipendenza sia una componente importante della sfida proposta ai giocatori o ai personaggi, non ne vedo molto la necessità. In generale l'alcool non ha particolari effetti positivi (no, non protegge dal freddo, anzi: fa sentire meno il freddo, ma essendo vasodilatatore ti fa perdere calore più rapidamente e aumenta i danni che il freddo fa, come scoprirono tristemente le famose gavette di ghiaccio), quindi un tradeoff meccanico è difficile da creare. Direi che vedo due modi per giocarlo:

  1. Esclusivamente come uno strumento di interpretazione. Bevo perché voglio che il mio personaggio si diverta, e bevo fino a intossicarmi quanto voglio, avendo anche eventualmente effetti meccanici negativi (e una lista come quella proposta può andare benissimo per dare ispirazione). Voglio che il mio personaggio abbia un problema con l'alcool? Glielo metto come flaw, e prendo ispirazione quando mi lascio andare.
  2. In un mondo magico, le pozioni possono essere alcooliche! In quel caso, un sistema meccanico può essere divertente, con un tradeoff tra quante pozioni bevi e il tuo livello di lucidità. Ma credo funzioni solo in campagne non particolarmente serie 🙂
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Io ti consiglierei di farla semplice:

  • TS su costituzione ogni 3 pinte di birra, con i superalcolici che richiedono un TS ogni due cicchetti e i distillati più strani e pesanti (Liquore nanico, vino di funghi goblin, etc) che ne richiedono uno ogni boccale o cicchetto.
  • Nuovo tratto razziale: Sobrietà Nanica I nani hanno sempre vantaggio ai tiri salvezza contro l'ubriachezza perchè è risaputo che la loro razza regge molto bene l'alcol.
  • Effetti dell'ubriachezza: tutti gli attacchi e tutte le prove di abilità hanno svantaggio. Quindi non solo le prove fisiche come Acrobazia hanno svantaggio perchè i personaggi non hanno coordinazione ma anche quelle mentali come Storia perchè non sono è lucidi per ricordare le cose e quelle di carisma come Persuadere perchè dicono tutto quello che gli passa per la testa e biascicano.
  • Effetti dell'ubriachezza (incantesimi): tutti gli incantatori, sia arcani che divini, devono tirare automaticamente sulla tabella della magia caotica dello Stregone origine Magia Selvaggia perchè il loro essere poco lucidi gli fa sbagliare gesti e/o parole magiche e gli incantesimi prendono effetti inaspettati. (per non rendere la cosa troppo penalizzante non dare questo effetto agli incantesimi che richiedono tiro per colpire, dai solo lo svantaggio come per gli attacchi con armi)

 

Edited by Grimorio
  • Like 1
Link to post
Share on other sites
38 minuti fa, Grimorio ha scritto:

Io ti consiglierei di farla semplice:

  • TS su costituzione ogni 3 pinte di birra, con i superalcolici che richiedono un TS ogni due cicchetti e i distillati più strani e pesanti (Liquore nanico, vino di funghi goblin, etc) che ne richiedono uno ogni boccale o cicchetto.
  • Nuovo tratto razziale: Sobrietà Nanica I nani hanno sempre vantaggio ai tiri salvezza contro l'ubriachezza perchè è risaputo che la loro razza regge molto bene l'alcol.
  • Effetti dell'ubriachezza: tutti gli attacchi e tutte le prove di abilità hanno svantaggio. Quindi non solo le prove fisiche come Acrobazia hanno svantaggio perchè i personaggi non hanno coordinazione ma anche quelle mentali come Storia perchè non sono è lucidi per ricordare le cose e quelle di carisma come Persuadere perchè dicono tutto quello che gli passa per la testa e biascicano.
  • Effetti dell'ubriachezza (incantesimi): tutti gli incantatori, sia arcani che divini, devono tirare automaticamente sulla tabella della magia caotica dello Stregone origine Magia Selvaggia perchè il loro essere poco lucidi gli fa sbagliare gesti e/o parole magiche e gli incantesimi prendono effetti inaspettati. (per non rendere la cosa troppo penalizzante non dare questo effetto agli incantesimi che richiedono tiro per colpire, dai solo lo svantaggio come per gli attacchi con armi)

 

E quindi perchè mai uno dovrebbe bere? Questo è il modo di fare regole che non saranno mai usate. 

Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Lord Danarc ha scritto:

E quindi perchè mai uno dovrebbe bere? Questo è il modo di fare regole che non saranno mai usate. 

Perché  l'alcolismo non da vantaggi nella vita reale, ma anzi offre solo svantaggi a livello pratico, e quindi non dovrebbe darne neppure in game.

I personaggi potrebbero bere per fare gli stupidi, o per ricevere informazioni o premi tramite una gara di bevute.

In più il tuo discorso non ha senso, è pieno di GDR con regole che danno solo svantaggi (follia, corruzione, etc) eppure la gente usa quelle regole.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

La gente che gioca con meccaniche che danno solo svantaggi lo fa senza scegliere di averli. Nel caso dell’alcolismo invece sarebbe “prendiamo svantaggio”.
il problema non sta nel fatto che la regola da solo svantaggi ma che lo fa in conseguenza della scelta dei personaggi il che la renderà una meccanica inutilizzata. In pratica sarebbe l’opposto della versione proposta inizialmente in relazione alla quale hanno Fatto notare che “nessuno sarebbe mai sobrio”.

nella vita reale (che Non sempre è un buon esempio) la gente beve per divertirsi, dimenticare ecc. in gioco come simuli il “divertimento”?

Edited by Lord Danarc
Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, Lord Danarc ha scritto:

nella vita reale (che Non sempre è un buon esempio) la gente beve per divertirsi, dimenticare ecc. in gioco come simuli il “divertimento”?

Ruolandolo. 

Non tutto ha bisogno di un riscontro numerico imho

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
58 minuti fa, Lord Danarc ha scritto:

nella vita reale (che Non sempre è un buon esempio) la gente beve per divertirsi, dimenticare ecc. in gioco come simuli il “divertimento”?

Puoi sempre concedere l'ispirazione se pensi che l'alcol potrebbe alleviare lo stress degli avventurieri che rischiano la vita ogni giorno nei dungeon.

Link to post
Share on other sites
3 hours ago, Lord Danarc said:

La gente che gioca con meccaniche che danno solo svantaggi lo fa senza scegliere di averli. Nel caso dell’alcolismo invece sarebbe “prendiamo svantaggio”.
il problema non sta nel fatto che la regola da solo svantaggi ma che lo fa in conseguenza della scelta dei personaggi il che la renderà una meccanica inutilizzata. In pratica sarebbe l’opposto della versione proposta inizialmente in relazione alla quale hanno Fatto notare che “nessuno sarebbe mai sobrio”.

nella vita reale (che Non sempre è un buon esempio) la gente beve per divertirsi, dimenticare ecc. in gioco come simuli il “divertimento”?

Ti dirò, in gioco abbiamo sempre usato qualche malus per chi beve troppo, e nessun bonus. Questo non ha mai scoraggiato nessun giocatore dal far bere e strabere il suo PG. Le situazioni in cui i PG sono in un bar/taverna/pub/locanda/festa sono comuni e tutti sbevazzano.

Un esempio tipico: lunga scena in una discoteca, a un certo punto dico "sono le tre e questo è il quarto cocktail, o smetti di bere o ti tocca fare un tiro di Salute per vedere se hai dei malus di ubriachezza". La risposta di solito è "eh va beh, che faccio altre due ore in disco senza bere? Tiro". In rari casi è "ok ragazzi, in effetti considerato che sono qua per un'azione sotto copertura e non per divertirmi cerco di darmi una calmata, magari al prossimo giro prendo una Red Bull". La scelta è sempre in funzione di cosa farebbe il PG, non delle meccaniche.

Nella peggiore delle ipotesi potrei dire "se il PG smette di bere però devi smettere anche tu di svuotarmi la bottiglia di Armagnac". In quel caso sono sicuro al 100% che verrebbero accettati senza esitare anche i malus più brutali 😄

Edited by Ji ji
  • Haha 2
Link to post
Share on other sites

Considera che il mio non è un discorso teorico, è la mia esperienza concreta con diversi gruppi di gioco. So che ci sono anche giocatori differenti che giocherebbero un asceta proibizionista pur di non incorrere in un malus di -1 a un'abilità che non useranno mai.

Edited by Ji ji
  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Rakzar
      Salve a tutti,
      come DM ho un dubbio su cosa fare quando un giocatore sbaglia ad usare il suo personaggio, perché non ha interpretato bene le regole.
      In dettaglio, un giocatore avevo fatto confusione tra il livello del suo personaggio e quello degli incantesimi, così al livello 2 (ranger) ha memorizzato un incantesimo di livello 2 e lo ha usato per due intere sessioni, finché non mi sono accorto io (non ricordo perché sono andato a controllare).
      Io gli ho semplicemente fatto cambiare l'incantesimo, però in effetti lo aveva usato molto ed era stato molto utile a tutto il gruppo ...
      Voi come vi comportate quando capitano cose del genere o similari?
      Grazie
    • By Lorien
      Ciao a tutti! Mi sono da poco affacciato a questa bellissima edizione di D&D ed ho qualche dubbio. La Deflagrazione occulta del Warlock crea dei raggi aggiuntivi aumentando di livello. Con la Deflagrazione Agonizzante si aggiunge il Carisma ai danni. La mia domanda è, metto il carisma una volta soltanto o lo metto per ogni raggio?
      Grazie per la risposta
    • By Dulotio
      Buongiorno, questo è il progetto è per un'arma che sto sviluppando, fatemi sapere cosa ne pensate, e se vi sembra troppo sbilanciata,
      (scusate per la bruttezza del disegno, ma non è proprio il mio campo)
      Mazza composita di Traubon
      La mazza di Traubon è un prototipo ideato dall'omonimo ingegnere nanico Traubon, risultato di numerosi anni di studi nel campo delle armi tecnologicamente avanzate. La mazza si sviluppa in tre modalità, entrambe cambiabili ruotando il meccanismo posto alla base della mazza (richiede un'azione di movimento), estraibile applicando una leggere pressione sui due pulsanti presenti alla base dell'arma e roteando l'impugnatura. Passare da una modalità all'altra richiede l'utilizzo di un piccolo motore che sfrutta l'aria compressa (20 utilizzi):
      Classic Bat: Una normale mazza in ferro. Critico x2. 1d6 danni. Contundente Spike Mace: Dalla mazza fuoriescono delle punte in ferro tramite un meccanismo a molla attivato dal piccolo motore ad aria compressa presente all'interno dell'arma. Le punte rimangono attivati per massimo 10 round, dopodiché si ritraggono. 1d8 danni Critico x2. Contundente e Perforante Rampino Frusta: La mazza viene impugnata dal lato superiore e per tale motivo non deve avere le punte derivanti dalla Modalità "Spike Mace". Dalla parte inferiore esce una corda lunga 6 mt che termina con un rampino. Lanciare efficacemente il rampino richiede una prova di Utilizzare Corde (CD 16). Inoltre, quando si impugna a due mani la mazza di Traubon in questa modalità è possibile, superando una prova di utilizzare corde (CD 18), far roteare velocemente la corda attorno a se per evitare che si avvicinino degli avversari. In tale modo è possibile aggiungere un ulteriore bonus +1 alla CA. Questa azione viene considerata un'azione bonus, e può essere esercitata esclusivamente nel caso in cui ci si metta in difesa totale. Cosa ne pensate? È in qualche modo sbilanciata. So che di fatto è una 3 in 1, però il fatto di richiedere ogni volta un'azione di movimento e gli utilizzi derivanti dal motore, di fatto la rendono semplicemente un'arma particolare.
      Grazie in anticipo per i feedback

    • By Lucane
      Prendendo spunto da questo articolo ho provato il combattimento senza griglia in 5a e mi è piaciuto. 
      Oggi ho letto quest'altro articolo e mi è venuta voglia di provarlo anche nella 3.5. 
      Secondo voi è possibile senza operare modifiche al regolamento? Gli stessi consigli e considerazioni dei due articoli possono apllicarsi anche alla 3.5? 
      Preciso che non consiero giocare senza griglia un modo migliore di giocare e nemmeno il contrario. Vorrei quindi evitare le diatribe su questo punto. 
      Grazie!
    • By Keyn
      Dopo il mio tentativo di creare una razza homebrew da zero e il risultato tutto sommato ben riuscito ho deciso di continuare e provare qualcosa di un pò più complesso.
      Una razza che mi è sempre piaciuto giocare su pathfinder 1e e che mi è dispiaciuto molto non trovare su D&D 5e è il Dhampir
      Perciò ho tentato di creare una mia interpretazione della razza in questione, con tanto di sottorazze, per la 5° edizione di D&D
      Premessa: so che ci sono già diversi homebrew per la razza dei Dhampir ed anche alcune razze ufficiali per un PG vampiro infatti per molte capacità e tratti razziali mi sono ispirato ad alcune di esse cambiando alcune cose che mi sembravano troppo potenti o poco se non per nulla utilizzabili, in particolare il modo nel quale sono gestite le sottorazze appartiene ad un altro homebrew che ho visto qualche mese fa io mi sono solo limitato a cambiare alcune cose e ad aggiungere un pò di flavour text
      Detto questo se avete opinioni consigli o critiche sono tutte ben accette
      Dhampir.pdf

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.