Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Quella copertina di Eberron è solo un segnaposto

Negli ultimi giorni numerose persone, sia negli USA che in altre parti del mondo, hanno iniziato a lamentarsi della qualità della copertina fin ora mostrata per Eberron: Rising from the Last War, primo manuale d'ambientazione cartaceo su Eberron per la 5e. Jeremy Crawford, dunque, Lead Designer di D&D 5e, ieri ha voluto rassicurare tutti con un Tweet, spiegando che la copertina fin ora mostrata su Amazon e sul sito ufficiale di D&D è una illustrazione interna al manuale usata come segnaposto (considerato che la news del manuale è diventata nota grazie al suo avvistamento sullo store di Amazon qualche giorno fa, non mi stupirei se la WotC fosse stata costretta a scegliere una immagine a caso perchè presa in contropiede e obbligata a rivelare il manuale prima del previsto, NdR). La vera copertina del manuale, creata da Ben Oliver, deve invece essere ancora rivelata.
L'immagine utilizzata al momento possiede più dettagli di quanto rivelato sulla copertina segnaposto. Potete vederla qui di seguito (cliccate sull'immagine per ingrandirla):

Read more...

Crawford rivela le razze presenti in Eberron: Rising from the last War

Attraverso il suo account Twitter, il Lead Designer Jeremy Crawford ha deciso di rivelare quali razze giocabili appariranno in Eberron: Rising from the Last War, il primo manuale ufficiale cartaceo su Eberron per la 5e in uscita il 19 Novembre 2019.
Le vere e proprie nuove Razze saranno:
Warfarged (Forgiati) Changelings (Cangianti) Kalashtar Shifters (Morfici) Nel manuale, inoltre, compariranno anche le versioni giocabili di:
Goblin Bugbear Hobgoblin Orchi (in un altro Tweet, Crawford chiarisce che gli Orchi di Eberron saranno leggermente diversi rispetto a quelli pubblicati in Volo's Guide to Monsters)
Read more...

Eberron: Rising from the Last War arriva a Novembre!

La Wizards of the Coast ha rivelato la data di uscita e il prezzo del primo manule d'ambientazione collegato a uno dei setting classici di D&D. Si tratta di Eberron: Rising from the Last War, specificatamente descritto come un "D&D Campaign setting and adventure book" (manuale d'ambientazione e d'avventura). Il manuale in lingua inglese uscirà il 19 Novembre 2019 al prezzo di 49,95 dollari (non sono ancora noti data di uscita e prezzo della versione italiana) e conterrà, oltre alle informazioni generali sul mondo di Eberron e un approfondimento dedicato alla città di Sharn, una campagna d'avventura ambientata nella regione del Mournland, nuove opzioni per PG, (tra cui la nuova Classe dell'Artefice e i Marchi del Drago), navi volanti, la nuova regola del Group Patron (un Background per il gruppo intero) e molto altro ancora.
Qui di seguito trovate la descrizione ufficiale di Eberron: Rising from the Last War, mentre in fondo all'articolo vi mostriamo la copertina standard del nuovo manuale e quella speciale della versione limitata (per ingrandire le immagini cliccate su di esse).
 
Eberron: Rising from the Last War
Esplorate le terre di Eberron in questo supplemento di campagna per il più grande gioco di ruolo al mondo.
Che sia a bordo di di una nave volante o della cabina di un treno, imbarcatevi in una emozionante avventura avvolta nell'intrigo! Scoprite segreti sepolti per anni da una guerra devastante, nella quale armi alimentate dalla magia hanno minacciato un intero continente.
Nel mondo post-bellico la magia pervade la vita di ogni giorno e persone di ogni sorta si riversano in Sharn, una città di meraviglie dove i grattacieli squarciano le nubi. Troverete la vostra fortuna nelle squallide strade cittadine oppure rovisterete gli infestati campi di battaglia alla ricerca dei loro segreti? Vi unirete alle potenti Case dei Marchi del Drago, spietate famiglie che controllano tutte le nazioni? Cercherete la verità in qualità di reporter di un giornale, di un ricercatore universitario o di una spia governativa? Oppure forgerete un destino in grado di sfidare le cicatrici della guerra?
Questo manuale garantisce strumenti di cui sia i giocatori che il Dungeon Master hanno bisogno per esplorare il mondo di Eberron, inclusi la Classe dell'Artefice - un maestro delle invenzioni magiche - e mostri creati da antiche forze belligeranti. Eberron entrerà in una nuova era di prosperità o l'ombra della guerra discenderà su di esso ancora una volta?
Una completa guida di campagna per Eberron, un mondo dilaniato dalla guerra e armato da tecnologia alimentata dalla magia, da uno dei titoli più venduti sul DMs Guild: Wayfarer's Guide to Eberron. Una veloce immersione nelle vostre avventure pulp grazie all'utilizzo dei luoghi d'avventura facili da usare e creati per il manuale, contenenti mappe di treni folgore (lightning trains), navi volanti, castelli fluttuanti, grattacieli e molto altro. Esplorate Sharn, una città di grattacieli, navi volanti e intrighi in stile noir, e crocevia per le genti del mondo sconvolte dalla guerra. Include una campagna per personaggi interessati ad avventurarsi nel Mournland. Giocate l'Artefice, la prima classe ufficiale ad essere rilasciata per la 5a Edizione di D&D dall'uscita del Manuale del Gioatore. L'Artefice fonde magia e invenzione per creare oggetti meravigliosi. Create il vostro personaggio usando un nuovo elemento di gioco: il Patrono di Gruppo (Group Patron), un Background per tutto il gruppo. 16 nuove razze/sottorazze - il numero più alto rispetto a quelle pubblicate fin ora negli altri manuali di D&D - in cui sono inclusi i Marchi del Drago, che trasformano magicamente certi membri delle razze del Manuale del Giocatore. Affrontate mostri orrorifici nati dalle guerre più devastanti del mondo. DETTAGLI DEL PRODOTTO
Lingua: inglese
Prezzo: 49,95 dollari
Data di uscita: 19 Novembre 2019
Formato: Copertina rigida


Link alla pagina ufficiale del prodotto: https://dnd.wizards.com/products/tabletop-games/rpg-products/eberron
Read more...

Il Barbaro e il Monaco

Articolo di Ben Petrisor, con Dan Dillion e F. Wesley Schneider - 15 Agosto 2019
Nota: le traduzioni dei nomi delle meccaniche citate in questo articolo sono non ufficiali.
Questa settimana due Classi, il Barbaro e il Monaco, scoprono nuove possibilità da playtestare. Il Barbaro riceve un nuovo Cammino Primordiale: il Cammino dell'Anima Selvaggia (Path of the Wild Soul). Nel frattempo il Monaco ottiene una nuova Tradizione Monastica: la Via del Sè Astrale (the Way of the Astral Self). Vi invitiamo a dare una lettura a queste Sottoclassi, a provarle in gioco e a farci sapere cosa ne pensate. Tenete d'occhio il sito di D&D per un nuovo sondaggio e fateci sapere in quest'ultimo cosa ne pensate dell'Arcani Rivelati di oggi.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
Arcani rivelati: il barbaro e il monaco
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/barbarian-and-monk
Read more...

Intervista a Massimo Bianchini di Asmodee Italia su D&D 5e

Massimo Bianchini, Country Manager di Asmodee Italia e dal 1997 una delle principali teste dietro alla traduzione dei manuali di D&D, ha di recente rilasciato un'intervista al sito Tom's Hardware, grazie alla quale possiamo farci un'idea più chiara sul modo in cui la Asmodee Italia gestisce la localizzazione di D&D 5e in italiano e su cosa possiamo aspettarci per il prossimo futuro.
L'intera intervista è disponibile sul sito Tom's Hardware, mentre qui di seguito potrete trovare alcuni estratti riguardanti specificatamente D&D 5e.
Grazie a @Checco per la segnalazione.
 
In questa epoca di ritorno in auge del gioco di ruolo Asmodee si è “portata a casa” uno dei prodotti più noti e diffusi sul mercato: Dungeons & Dragons. Come sta andando la linea editoriale?
Sta andando molto bene, e anche Wizards of the Coast e Gale Force 9 sembrano molto contente di quanto stiamo sviluppando sul mercato. Non c’è la certezza assoluta, ma in base alle informazioni di cui siamo in possesso, l’italiano è la seconda lingua in cui vengono venduti più manuali al mondo (dopo ovviamente l’inglese)!
La domanda più “pressante” e diffusa nella community dei giocatori di D&D è: “quando esce il modulo X?” “qual è la linea editoriale per raggiungere le pubblicazioni USA?”. Cosa possiamo rispondere in merito? Wizards of The Coast ha “ingranato la quinta” nella velocità di lancio di prodotti… come riuscirete a stare al passo?
L’accelerazione da parte di Wizards of the Coast si è verificata nel corso dell’ultimo anno e al momento stiamo cercando delle contromisure per riuscire a stare al passo. L’idea iniziale era quella di seguire la schedule di uscite originale con l’inserimento in semi-contemporanea delle novità più importanti dell’anno. Ed effettivamente, almeno inizialmente, eravamo riusciti a recuperare “tempo”: la nostra frequenza di uscite era più alta rispetto a quella delle uscite americane.
Purtroppo ora non è più così: il successo world-wide di D&D ha dato un impulso pazzesco alle produzioni americane e stiamo cercando con tutte le nostre forze di tenere il ritmo. Occorre anche dire che alcuni accessori prodotti da Gale Force 9 (come gli schermi del DM dedicati alle campagne o le carte incantesimo, oggetti magici e dei mostri) sono produzioni aggiuntive che portano via risorse, e che vanno ad aggiungersi alla realizzazione dei manuali. (E bisogna anche aggiungere che il gioco da tavolo del Dungeon del Mago Folle, in uscita a fine anno, è andato in coda alla produzione: lo staff che se ne occupa, per ovvie esigenze di coerenza, è lo stesso).
Il discorso generale è che è molto difficile lavorare su prodotti in maniera che non presentino errori di traduzione, e come si può immaginare ciò porta via molto tempo. In ogni caso, pur essendo partiti in ritardo rispetto alle edizioni di altri paesi (Francia, Spagna o Germania, per nominarne qualcuno) siamo comunque in linea con il numero di uscite di questi ultimi.
Il mercato USA gode di numerose versioni “collector” dei vari volumi. Sarà possibile vedere qualcosa anche per il mercato italiano o i numeri attuali sono ancora lontani da permettere stampe di manuali in edizioni diverse?
Siamo in attesa, ormai da molti mesi, dell’autorizzazione alla pubblicazione di questi magnifici manuali “collector”, che sono molto richiesti e che speriamo prima o poi di riuscire a portare nei negozi.
D&D ricopre un posto particolare nella tua evoluzione sia di appassionato sia lavorativa. Da quanto segui il prodotto come “giocatore” e da quanto come “addetto ai lavori”? Quando hai saputo di avere “in casa” il gioco quali sono state le tue reazioni? Felicità o “terrore” per la fan base che avresti dovuto affrontare?
Considerando che il primo manuale che ho editato risale al 1997 (Manuale del Giocatore di AD&D Seconda Edizione) direi che la fase del “terrore” l’ho passata da un pezzo. Diciamo che per la Quinta Edizione ero un po’ preoccupato perché non avevo seguito molto le uscite in inglese dal 2014 in poi… Quando abbiamo ottenuto i diritti, nel 2017, ho dovuto rispolverare glossari e terminologie che non toccavo da molti anni (dal 2009, ultimo manuale che ho seguito per la Quarta Edizione), ma alla fin fine crediamo di avere svolto un buon lavoro.
Attualmente siamo arrivati alla sesta stampa, che consideriamo un bel traguardo! C’è da dire che ho curato solamente la pubblicazione del Manuale del Giocatore, per tutte le altre uscite mi sono avvalso di una mia collaboratrice storica molto in gamba, Chiara Battistini, che sta seguendo tutta la produzione, lavorando sulla traduzione di un’altra pietra miliare del settore, Fiorenzo Delle Rupi.
Quanto del tuo bagaglio culturale e di esperienza troviamo nella attuale versione del gioco? Ti sei “portato dal passato” qualche glossario o elemento che avete utilizzato per mantenere una coerenza con le vecchie edizioni?
Ho una cartella “Glossari” creata più o meno nel millennio scorso, che ho (abbiamo) utilizzato nel corso di tutte le edizioni. In origine, cercammo di mantenere coerenza con la vecchia scatola rossa di D&D, pubblicata da Editrice Giochi, come ad esempio il mitico Dardo Incantato.
In linea di massima abbiamo sempre cercato di mantenere il massimo della coerenza possibile tra un’edizione e l’altra, anche nei termini più ricercati. Per esempio, nella Guida degli Avventurieri alla Costa della Spada, di prossima uscita, i termini geografici sono esattamente gli stessi della scatola base di Forgotten Realms di AD&D Seconda Edizione, pubblicata più di vent’anni fa!
Attualmente Asmodee attraverso Gale Force 9 detiene i diritti per la pubblicazione dei manuali cartacei e non quelli PDF. Il mercato sempre più sembra richiedere la vendita in bundle o anche singola per le versioni digitali… se si aprisse la possibilità secondo te il mercato italiano sarebbe una piazza interessante per questa tipologia di distribuzione?
Devo dire che nutro forti dubbi in merito, da noi la pirateria è ancora ampiamente diffusa, anche se capisco che sarebbe molto comodo avere la versione in pdf dei manuali per facilità di consultazione durante le sessioni di gioco. C’è da dire che è un problema che non si pone, dal momento che questa non è una decisione che spetta ad Asmodee Italia ma bensì a Wizards of the Coast.
Qualche numero sulla vendita di D&D in Italia? Siamo rimasti alle 10.000 copie del Manuale del Giocatore, qualche aggiornamento?
Al checkpoint di metà luglio siamo arrivati a 14.000 copie, ma il periodo migliore dell’anno è da settembre in poi.

Fonte: https://www.tomshw.it/culturapop/asmodee-dungeons-dragons-e-giochi-di-ruolo-intervista-a-massimo-bianchini/
Read more...
Bellerofonte

Capitolo V: Una Piccola Parte

Recommended Posts

9 minuti fa, Bellerofonte ha scritto:

Quarto giorno del X mese, anno 1491, ore 00:00 || +162 giorni dalla partenza

Piano Onirico

@Sandrine

Spoiler

All'inizio lo sospettavi ma ora ne sei convinta. Gli Arconti tendono col tempo a riconoscere più facilmente se si trovano in un sogno oppure no, complice probabilmente le pessime esperienze iniziali col piano onirico alle quali stranezze vi siete abituati col passare dei giorni. Passeggi in un viale alberato di tua conoscenza, il cui diametro e la cui altezza sono incredibilmente più grandi di quanto logicamente dovrebbero; capisci immediatamente che quelli sono i ricordi che avevi di quando eri ancora una bambina, un periodo nel quale tutto sembra gigante se visto con i tuoi occhi. Ricordi chiaramente i fiori e l'aria calda, ma si sa, nei sogni non ci sono odori: ed è un peccato, perché l'intera Vaudemont sboccia in questo periodo dell'anno.

rrDgA01.jpg

Passeggi solitaria da tempo immemore; non sai come sei arrivata lì, ma la cosa non ti preoccupa.

@Fortunale

Spoiler

Il vento soffia teso da est alzando le onde oltre la linea dell'orizzonte. La Cercascogli si muove agile sferzando il bordo dell'acqua senza paura, guidata dal suo leggendario capitano il cui nome è del vento impetuoso che la nave porta con sé ovunque vada.

Qnnof6E.jpg

Da Arconte quale sei riconosci subito il Piano Onirico quando lo attraversi in sogno per via di quelle piccole stranezze che ti capitano mentre impugni il timone della tua vecchia nave; vedi gabbiani in cielo ma non li senti strillare, il vento soffia forte eppure non senti l'odore di salsedine: e poi, ovviamente, ricordi la morte di Jimbo per opera della Zephira quand'eccolo invece che si arrampica come una scimmia tra le corde di babordo. La nave ha le balliste cariche e gli uomini tutti ai loro posti; le vedette sono state raddoppiate, le vele tese a metà e ognuno ha le armi a portata di mano. Tondley si adopera a legare alcune cime a poppa, e lo senti dire: "Il capodoglio è vicino, capitano. Lo sento nell'aria."

Forse sarà che sei lontano dal mare da troppo tempo, o magari è la nostalgia di quando essere per mare significava soltanto navigare, invece che combattere eserciti di morti e gestire personaggi irrequieti, tradimenti e magia degli Spiriti. Bei tempi, quelli!

@Randal

Spoiler

Sogni. Non importa cosa, ma sogni. Si può dire uno dei traguardi più grandi che hai raggiunto negli ultimi tempi; per alcuni può non significare niente, altri perfino ignorano questo particolare aspetto della vita notturna di ognuno di noi, ma per te che hai sperimentato l'abisso nero del sonno ogni notte negli scorsi mesi, sapere che la malattia dell'Arconte è svanita definitivamente è un sollievo come pochi.

2mf4kb6.jpg

Passeggi per terre desolate che una volta furono un reame; cupole all'orizzonte, enormi, ciclopiche. La sommità di queste istoriate nella stessa maniera dei menhir che rinchiusero Uthen, ed il cielo vagamente coperto permette al sole di illuminare di un giallo spento la rovina che ti circonda; nell'aria, polvere di cui non senti l'odore. Il silenzio è il tuo unico compagno di viaggio.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunale

Spoiler

So bene di trovarmi in un sogno, ma poco importa. Di recente mi sono spesso sentito fuori dal mio elemento: troppe situazioni strane, troppi inganni. Un uomo, a vivere così, perde la fibra che lo rende tale.

Perciò mi godo questa situazione di normalità stando al gioco e continuando a navigare. A quanto pare stiamo andando a caccia di capodogli, un'attività da vero uomo di mare. Decido di assecondare il sogno e anzi incalzo Jimbo "Ah, ottimo! Armate le fiocine e pronti a calare la lancia. Non sarà facile, vecchio mio!"

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Besnik

Spoiler

"Eccoli!" Jimbo ti porta nove arpioni lucidati a puntino in una sacca logora, tenuti insieme da una vecchia cima legata a scorsoio. Li lascia accanto a te, appoggiati al retro del timone, e poi torna a tirare le vele nella direzione che più vi aggrada. Tondley commenta: "Ho sentito dire che è un maschio adulto. Ha affondato una nave lo scorso mese, sapevate?" Tessa aggiunge: "La Pequod. C'era un amico del mio ex-marito lì sopra, riposi in pace. Vediamo di non fare la stessa fine."

La Cercascogli infrange la chiglia contro l'ennesima onda, bagnando il ponte d'acqua marina. Una delle vedette urla: "Pinna a tribordo! Cinquecento piedi!" l'avvistamento è quindi a poco più di duecentocinquanta metri dalla nave. Il vento soffia moderato da est e la dritta della nave è puntata a sud. Se decidessi di voltare la nave in direzione della balena, avresti il vento in coda. Quando si dice, il destino.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sandrine Alamaire

Spoiler

Accenno qualche passo di danza, un fiore intrecciato tra i miei capelli, mentre intono un motivetto a labbra chiuse. 

Ricordo il tepore vellutato del primo sole caldo, stemperato dalla brezza che odora del mare non troppo distante e delle cime erbose sovrastanti le rupi.

Non c'è tempo più infinito di quello dilatato di un ricordo, bagnato nelle lenta suggestione onirica. 

Calpesto il sentiero battuto di una memoria fanciullesca, la terra cosparsa di ghiaia e frasche di un giorno ideale, divenuto immortale ed imperituro nella malinconia velata e suggestiva di una bambina mai cresciuta. 

Cerco con gli occhi l'ombra che conosco: so che è lì, dove mi aspettava sempre, triste e pensierosa, gli occhi fissi su di me, ma persi in un tempo ed un luogo distante miglia incalcolabili. 

Lo chiamo. Mio padre è lì. 

La silhouette nera profilata sul verde del giardino. 

Lo chiamo. 

"Scacchista?".

Chi altri?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Sandrine

Spoiler

Una folata di levante strappa via alcuni petali dagli arbusti floreali della galleria, ed insieme ad essi, il profilo di Antoine d'Alamaire scompare dietro uno stormo di petali proprio nell'attimo in cui si volta verso sua figlia. Al suo posto, due sedie di ferro bianco poste l'una di fronte all'altra con in mezzo un tavolino sul quale è in corso una partita a scacchi già iniziata. Una delle sedie ospita lo strano figuro che hai chiamato, mentre l'altra aspetta solo te.

"Contessa. Bentornata, bentornata! Avete avuto avversari temibili nella vostra ultima partita, perché non venite un po' qui a rilassarvi?"

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sandrine Alamaire

Spoiler

"Come posso rifiutarvi, mio signore? La vostra ospitalità è ormai divenuta per me unica e proverbiale", rispondo, un lieve sorriso (spero!) sul mio volto trasfigurato dal sogno, mentre calco la distanza impossibile che mi separa dallo Scacchista. Lo studio, quel giocatore che tesse la trama nascosta della partita in cui sta cangiando, precipitosamente, la mia stramba e surreale esistenza.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Sandrine

Spoiler

Mentre lo osservi, capisci subito una cosa: la partita che sta giocando è priva di senso. Ci sono più di due coppie di alfieri, tra i bianchi manca il re e alcune pedine non sono dove si potrebbero naturalmente trovare.

"La vostra ospitalità lo è, dopotutto siamo a casa vostra." la voce dello Scacchista, roca e profonda come al suo solito, fa riferimento all'ambientazione del sogno oppure al fatto che vi trovate all'interno della tua testa? "Permettetemi un plauso per l'ottima mossa compiuta contro Remph nell'ultimo scontro. La sua cattura ha dell'eccezionale! E noto con piacere che avete il medaglione di Abelas con voi, bene, bene...posso chiedere se avete intenzione di usarlo in un prossimo futuro?"

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunale

Spoiler

"Ah, un combattente, quindi! Quello che mi ci voleva!" sogghigno, saggiando con lo sguardo le punte degli arpioni. Affilati e ben temprati, come da mio ordine. Sono un capitano giusto, ma su tre cose non transigo: cibo, gomene e arpioni. Devono essere sempre al meglio possibile. 

La vedetta mi avvisa che la bestia è vicina, e lascio il timone al mio secondo, afferrando sotto braccio gli arpioni. Quando ne soppeso uno nella mano il mio spirito si trasmette lungo l'asta, ben visibile nella forma di piccole scintille bianco-azzurre. "Iniziamo la caccia, ciurma!"

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sandrine Alamaire

Spoiler

"Per quanto mi piacerebbe essere in grado di scrivere il futuro a mio piacimento - e vi assicuro che il mondo si troverebbe preso a danzare il Duetto dei Cigni Innamorati, in eterno -, mi è difficile dire anche solo ciò che farò domattina, al risveglio", rispondo, schermendomi, ma in piena onestà.

"Credo che ciò potrà accadere, comunque... soprattutto, se avrò modo di comprendere maggiormente ciò che è testè accaduto e qual è stato il ruolo dei due fratelli, nonchè del mio defunto ex-arcanista, nelle lotte di Barusha, che siano recenti o meno...".

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Fortunale

Spoiler

Un'ondata di entusiasmo pervade il ponte della nave quando dai il via alla caccia. Tessa prende il timone roteandolo in direzione degli sbuffi all'orizzonte, con la nave che ondeggia e il morale alle stelle; un paio di pinne, lo sfiatatoio che emerge, la sagoma pallida del cetaceo che affiora di tanto in tanto. Protetta dalle onde, la balena si nasconde sotto il pelo dell'acqua ma è impossibile che non vi abbia già notato.

eJJITnP.png

L'animale è davvero enorme; i tuoi uomini hanno preparato le balliste e hanno ridotto il drappeggio delle vele per far decelerare la nave al minimo indispensabile. Ora aspettano i tuoi ordini.

@Sandrine

Spoiler

"Permetti che ti aiuti a schiarire le idee.

Il fratello del defunto Arconte del Tempo fu mio apprendista, come te. Uhm, non esattamente come te, a dire il vero, visto che la sua bravura gli costò la vita nel Grande Gioco contro colui che voi chiamate Tiberius; ah, quel mortale mi diede partite degne del loro nome! Il nostro gioco continua attraverso le ere ed è giunto fino a te, Sandrine. Sono contrariato, ora non avrò più la possibilità di concludere la partita in sospeso con lui. Tutta colpa di Vendetta."

Tutto ti è improvvisamente più chiaro. Se Tiberius aveva ucciso Abelas, ex-Arconte delle Parole, allora aveva senz'altro conosciuto lo Scacchista molto prima del vostro primo incontro in sogno. Ecco perché all'inizio aveva così tanto timore di lasciarti intraprendere il percorso delle Parole; ecco perché lo Scacchista lo teneva così tanto in considerazione; ecco perché tra tutti, tu eri la (s)preferita dell'elfo. Ti eri trovata ad essere una pedina di un gioco che andava avanti da più tempo di quanto potessi immaginare.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sandrine Alamaire

Spoiler

"Beh, ammetto di sentirmi un poco offesa e decisamente contrariata, ora", dico, osservando la scacchiera. 

"Non solo mi state dicendo, adesso, tutto questo, rendendo fastidiosamente ridicole certe mie azioni. Ma, soprattutto, state candidamente ammettendo che io non sono la vostra preferita! Ciò è...

è...

...è qualcosa che necessità di essere corretto! Con la massima celerità!!!

Ora, siate cortese e non celatemi altro, per favore!

Presumo che Uthen avesse ricevuto il vostro medaglione dal fratello. Direttamente o indirettamente.

Ma com'è possibile che Uthen fosse ancora Arconte, anche da spirito, mentre Abelas no? Il cuoco dice di avete interloquito con entrambi i fratelli... 

È forse privilegio dello Spirito del Tempo conservare i suoi poteri al proprio Arconte, anche dopo la morte? Per la natura stessa del Tempo, in quanto sé?

A tal proposito... poteva Uthen impiegare, in qualche modo, il potere del medaglione? Credevo che ogni Spirito imbrigliasse i suoi poteri in maniera esclusiva, ma Uthen mi è parso particolarmente legato a quell'oggetto... forse per ragioni affettive?

Per la capacità di impiegarne la forza?

O era forse perché ne conosceva, e temeva, la potenza?".

Non ho esaurito le domande, ma lascio tempo allo Scacchista di digerirle. 

E di comprendere che non ero totalmente faceta, poc'anzi, nel parlare: non ho affatto apprezzato l'essere tenuta all'oscuro dei giochi intessuti stretti attorno a me.

Io sono la contessa Alamaire, per gli dèi!

Se questo Spirito mi ha scelto come emissaria, interprete e discepola, che impari a fidarsi di me, in primo luogo. 

E che apprenda bene una lezione ulteriore: non sono una pedina ordinaria. 

Guardo nuovamente gli scacchi e poggio la mano su un alfiere bianco. 

Immobile, poi, attendo. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Sandrine

Spoiler

Lo Scacchista provoca un boato che fa tremare l'intero sogno semplicemente...ridendo. "La tua gelosia mi adula, ma Fen'Harel è riuscito a tenermi testa anche quando non più Arconte dei Sogni. Non è da tutti." aspetta cosa? "Uthen ha ricevuto un dono che alcuni trattano come una maledizione. E' stato bandito dalla morte. Alcuni Spiriti, i più potenti, possono concedere questo privilegio agli Arconti del Tempo, della Morte...o della Vendetta, quando questi raggiungono l'apice del loro potere.

Il medaglione d'altro canto era un mero ricordo affettivo di suo fratello, ultima testimonianza della sua esistenza; se ben ricordo, l'Arconte del Tempo promise a Randal di spezzare la maledizione a battaglia finita, ergo lo spettro di suo fratello sarebbe andato perduto in ogni caso. Ma non posso negare che sì, poteva sentirsi minacciato dalla mia presenza - non a caso è stato il mio potere a sigillarlo.

La conoscenza dei Nomi ti rende temibile come nessun altro; ora che possiedi anche il bastone del Temibile Lupo, ogni Arconte farebbe bene a pensarci due volte prima di contraddirti."

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sandrine Alamaire

Spoiler

"Se io fossi bandita dalla morte, immagino che sarebbe una maledizione per il mondo...", sorrido, prima di tornare seria. 

"E quindi Tiberius è stato a sua volta un Arconte. Il che spiega la sua padronanza della Oniromanzia.

Ed anche perché fosse, apparentemente, convinto che esistesse un modo per separare Randal da Vendetta. 

D'altronde, se ben ricordo la nostra prima, vera conversazione, mio signore, in un non troppo lontano passato anche mia madre vi ha servito. E ne avete parlato come se vi fosse sopravvissuta. 

Il che, nuovamente, contraddice il principio base per cui la separazione dello Spirito dalľArconte che lo ospita dovrebbe inevitabilmente uccidere il latore...

Affascinante. 

Una volta di più. 

Sempre che lady Genevieve, Contessa Consorte e Principessa Sposa, sia davvero sopravvissuta. La qual cosa mi auguro con assoluta veemenza. 

Purtroppo, la cerca di mia madre dovrà ancora attendere. 

 La maledizione non si è spenta e, a questo punto, temo per colpa mia. Sebbene Uthen mi abbia lasciato intendere che non avesse alcuna volontà di risparmiarci.

Non mi sono sentita libera di scegliere altrimenti. Magari con maggior calma e raziocinio. 

Ah! Un agire che sarebbe stato alquanto inusuale, per me. Presumo. 

Tutto sommato, oggi qualcosa ha appreso. Ma mi manca ancora tanto. 

Il Bastone, per esempio... mi spaventa. Non capisco quanto potere celi e custodisca. Quanti Spiriti avesse, precedentemente, già catturato, il Temibile Lupo. E non so che fare, di loro. 

Non solo oggi. 

Mi avete scelta con cura, Scacchista, presumo. 

Una giocatrice che non sa dire di no. Abile nel giuoco più antico ed istintivo. Mortalmente affascinata, da tale giuoco. 

Le Parole. 

Dunque... giochiamo?".

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunale

Spoiler

Sollevo il primo arpione e mi preparo a scagliarlo non appena la bestia è a portata.

"Grande guerriero del mare, montagna che emergi dai flutti! Prega i tuoi spiriti e preparati per l'ultima battaglia!"

Spoiler

Per quanto sia un sogno, in caso ti serva con un arpione faccio +10 1d6+5+(1d6 elettrici)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Sandrine

Spoiler

"La morte dell'Arconte quando lo Spirito si distacca è una regola universale, e come tale ha delle eccezioni. Tuttavia non sono certo che Genevieve potesse definirsi Arconte, di certo non lo era delle Parole. Non superò la prova d'iniziazione.

Stasera è successa una cosa insolita, non trovate? Dopo aver distrutto l'esercito di Uthen, al calar delle tenebre avreste dovuto aspettarvi di essere nuovamente circondati, eppure i cadaveri sono rimasti tali. Pensiamoci su." il re bianco cade. "Quando il re cade, sulla scacchiera i pedoni rimasti restano in piedi. La maledizione può essere terminata, ma i non-morti che Uthen ha animato, anche se liberi da costrizioni, non sono morti perché il loro padrone è stato annientato prima di poter concedere loro riposo." Una vittoria a metà, quindi. Però ora sei sicura che una volta abbattutone uno, questi non si risveglierà al calare delle tenebre.

"Ma come, non ve ne siete accorta? Stiamo già giocando."

@Fortunale

Spoiler

Lanci il primo dardo, che affonda nella pelle dell'animale; questi sparisce sott'acqua per qualche secondo, lasciandovi nel più assoluto silenzio. "Si sta ritirando?" chiede mormorando Jimbo, "No. Il capitano l'ha fatto incazzàre. REGGETEVI!" urla Tondley, e prevedibilmente un attimo dopo sentite la nave sussultare. Alcuni degli uomini cadono a terra, altri corrono sottocoperta a controllare la situazione. La pinna dell'animale esce in superficie dal lato opposto della nave.

ziBbzg4.png 

TxC: 18 (dado) + 10 (bonus) - 4 (2 incrementi di gittata) = 24 non arpionata, troppo distante! | Danni: 20

Sezione #1 della Cercascogli subisce 15 danni contundenti

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sandrine Alamaire

Spoiler

"Sbaglieró, forse, mio signore, ma ho sempre più netta l'impressione che, tutto sommato, noi non cessiamo mai di giocare...", ribatto, contando i pezzi. 

"Affascinante metafora. Vediamo chi è chi, oggi, su questa spianata bicroma...", aggiungo poi, cercando di appaiare ai pezzi sulla scacchiera delle eventuali controparti nel mondo reale. 

Beh, sì. 

Se davvero esiste, un mondo reale. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunale

Spoiler

Recupero l'arpione mentre la bestia si immerge, e l'arma mi ritorna in mano proprio mentre il colosso emerge all'altro lato della nave. 
Faccio un paio di passi, gonfio i muscoli del braccio e scaglio di nuovo l'arma, questa volta mirando al retro della pinna, là dove i fasci di muscoli si sovrappongono formando una zona molto più dura...difficile da perforare, ma una volta piantato lì l'arpione non si scalza mai.

DM

Spoiler

Ira, mi sposto il minimo giusto per vedere la bestia, attacco.
+14 1d10+9+(1d6 elettrici)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Sandrine

Spoiler

"Audace osservazione..." sghignazza lo Scacchista; osservi la tavola da gioco sfasata, nel quale il re e la regina neri, pur facendone parte, sono già caduti.

8UzM0ny.png

@Fortunale

Spoiler

Un altro arpione, stavolta a portata delle funi! Colpisci con veemenza esattamente nel punto in cui avevi mirato e la punta di ferro dell'arma penetra in profondità. Ti ritrovi con una fune in mano che però ti scivola, non riuscendo a competere con la mostruosa forza dell'animale; fortuna che, accanendosi contro la nave, non si è mossa abbastanza da portare con sé tutta la cima.

La chiglia sente i colpi delle pinne e delle testate del capodoglio, e stavolta anche tu cadi a terra; qualcuno dal ponte inferiore urla: "Capitano! Ordini!" le balliste sono pronte e caricate con dardi comuni, gli uomini pronti a far fuoco. Che strategia adotterai contro il signore del mare?

YkktJIw.jpg

TxC 30 critico confermato! | Danni: 29, Arpionata!

Prova di forza contrapposta per mantenere il controllo: 28 [Balena] VS 7 [Fortunale]

Sezione #2 della Cercascogli subisce 26 danni contundenti

Equilibrio [Fortunale]: 7 prono!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sandrine Alamaire

Spoiler

"Due re ed una regina? C'è forse qualcosa che volete intendere, mio buon signore?", domando, sorniona.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunale

Spoiler

"Tirate sulla coda! Dobbiamo immobilizzarlo" ordino rialzanfomi e afferrando al contempo un altro arpione, che scaglio di nuovo verso la bestia.

DM

Spoiler

Esattamente come prima, salvo il movimento per alzarmi

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.