Jump to content

Che classi scegliereste per Pathfinder 2.0?


Recommended Posts

(non so se è la sezione giusta!) 

La Paizo ieri ha annunciato Pathfinder 2.0. Non si sa ancora molto, tutto quello che sono riuscito a sapere è che ci sarà un round con tre azioni indifferenziate, un profiency bonus e, a detta loro, un design che rimane incentrato sulla personalizzazione del personaggio, differentemente da 5e. 

Adesso, la mia domanda è questa: quali sono le classi che inserireste e quali quelle che scartereste dalle liste Core, Base, Hybrid e Alternate?

C'è qualche classe non core che secondo voi ha la stessa rilevanza ormai di una core? Ci sono delle classi malriuscite, che si possono rimuovere? 

es. la mia lista

Spoiler

Core: tutte

Base: Alchemist, Magus, Summoner

Hybrid: Bloodrager, Swashbuckler

Alternate: Ninja

 

Link to comment
Share on other sites


Premessa: quanto ho scritto sotto non è una verità assoluta, son solo dei ragionamenti e delle opinioni personali.

Core: tutte tranne Ladro, Mago e Stregone

Base: Alchimista, Convocatore, Magus e Oracolo

Hybrid: Bloodrager, Arcanist, Investigator

Alternate: nessuna (vedi specifica sotto)

Fa un po' strano vedere eliminare tre delle classi "standard" (e so che la Paizo non lo farà mai, si taglierebbe troppi giocatori), ma a mio parere non sono veramente adatte ad un sistema che punta sulla personalizzazione, anche se per motivi differenti.

Mago e Stregone praticamente non permettono nessuna scelta, se si escludono gli incantesimi. L'opzione da selezion é una sola e caratterizza tutta la classe, bloccandola in uno schema rigido. L'Arcanist puó rappresentare efficacemente entrambi i concept e presenta una struttura piú adatta alla modularità a cui vorrebbero puntare.

Il Ladro non è male nella struttura, ma ha un sostanziale problema di fondo: non è un vero e proprio skillmonkey. L'Investigator é un maestro nel campo delle abilità con qualche capacità per cavarsela in combattimento. È questo che mi aspetto da un Ladro, non una classe con molti PA. Non a caso, l'Operative di Starfinder ha un approccio piú simile all'Investigator (anche se senza estratti).

L'Oracolo l'ho aggiunto solamente per un fattore di affetto, è una delle classi che preferisco.

Non ho inserito le classi Alternate per un semplice motivo: a mio parere andrebbero inserite direttamente come archetipi di determinate classi, senza creare un opzione a parte.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Sono d'accordo con te ian, però questo dipende da se (e in caso come) intendono modificare le meccaniche della magia. Se lo fanno, potrebbe risultare ridondante avere due full caster arcani, ma anche due divini. 

In effetti, io lavorerei un po' al contrario: stabilisci quanti full caster vuoi avere (in termini di liste) e crei una struttura di classe per ciascuno. Per esempio potresti fare "arcano", "divino" e "naturale". A quel punto, attraverso gli archetipi puoi permettere la focalizzazione, magari anche della stat di lancio: un archetipo basato sulla magia innata ti porta a essere lo spontaneo sul carisma, uno sulla contemplazione dell'universo quello sulla saggezza (e magari anche a costruire un arcano sulla saggezza!) e infine quello sull'intelletto, la conoscenza e la logica quello basato sull'intelligenza (e quindi magari anche dei divini basati sull'intelligenza)....

Ma evidentemente sto andando completamente off topic, quindi arrivo con la mia lista:

  • core: tutte tranne il ladro
  • base: Alchimista, Convocatore, Magus, Oracolo
  • ibride: Investigatore

Le alternate vanno benissimo come archetipi, l'investigatore va bene al posto del ladro, Alchimista, Convocatore e Magus introducono concept che non si riescono a ricreare altrimenti (anche se il magus lo vedrei bene come ottenuto via archetipi...) e l'Oracolo per ragioni di simmetria! :D

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Eccomi con le mie idee e la mia lista :D 

  • CORE: Barbaro, Bardo, Druido, Guerriero, Paladino (modificandolo in stile 5e dove l'allineamento non è più un obbligo alla base), Ranger.
  • BASE: Alchimista, Pistolero, Magus, Convocatore (preso dall'Unchained però)
  • IBRIDE: Swashbuckler

Per Mago e Stregone si usa l'Arcanista.

Per Oracolo e Chierico si usa un'altra classe che li incarni entrambi, in stile Arcanista.

Investigatore al posto del Ladro, concordo con chi l'ha già detto.

L'Antipaladino diventa automaticamente parte del Paladino.

Aggiungerei una classe in stile Dread Necromancer ed una che permetta di creare costrutti o macchinari utilizzabili dal PG (una cosa stile Rumble di LoL

Spoiler

Rumble.(League_of.Legends)_full.1203558.thumb.jpg.8885a13a8b5c3fb1bc9f3674a64915da.jpg

)

Edited by The Machine
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Secondo me cambierà proprio la lista delle classi, alcune saranno inserite in altre e forse non ci sarà una suddivisione in alternate, occult, hybrid ecc... anche perché dovuta alla partenza da un sistema 3,5 che richiedeva la retro compatibilità per lanciare il prodotto.

Tuttavia nel corso degli anni verranno in un qualche modo riprese tutte, accorpandole o meno, per mantenere la varietà di possibilità precedente che vedeva pure la presenza di spider man... :joy:

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

@Ian Morgenvelt sono d'accordissimo con te, l'Operative si Starfinder è molto meglio. Soprattutto sono delineati bene gli archetipi del Ladro classico (Combattente agile - Avanguardia - "Ninja" -  Spia - Detective) che è troppo spesso un miscuglio non chiaro tra queste. 

Boh io ho messo tutte le Core perché o rifai tutto d'hpo oppure punti sulla tradizione... fosse per me rifarei tutto da zero XD 

Siamo comunque d'accordo tutti e quattro che Alchemista, Convocatore e Magus riproducono delle concept talmente belli e talmente diversi dal resto che andrebbero inseriti subito nel Pantheon delle Core. 

E sapete quale altra classe è così imo? Il Kineticist. Chiaramente non con quelle meccaniche occulte - in senso letterale. Sostanzialmente perché riproduce due cose: l'Energy Controller dei supereroi (e le sue rivisitazioni manga) e un altro tipo di Mago che poteva benissimo essere stato creato così durante gli anni (tranne la focalizzazione sugli elementi... quello che voglio dire è che se non avessi mai visto un incantatore arcano in 3.P e mi avessero presentato il Kineticist, non avrei posto obiezione al fatto che ben rappresenti un incantatore arcano...). Ecco secondo me ci sta un casino 

E le altre Occulte?

Io conosco anche il Mesmerista e fatemelo dire la inserirei di nuovo. Ho sentito parlare bene dell'Occultista, dal nome sembra cagare flavor a bidoni da 100 litri, ma non la conosco. 

Ma soprattutto. La Psionica?

Cavolo la Dreamscarred Press (3rd Party, e la migliore) oltre ad aver fatto una sua Witch, la Malefex, coi controgioielli di famiglia, meglio di quell'altra perché più pura (senza incantsimi e incentrata sulle msledizioni) ha anche riproposto le vecchie classi psioniche (<3) ed aggiunto due classi dai concept troppo fighi: l'Aegis e il Vitalist. 

Per chi non le conoscesse:

- il Vitalist è una sorta di Druido incentrato sulle forze olistiche delle creature viventi (vecchia Teoria di Gaia, la forza di tutte le creature viventi: da La Forza di Star Wars all'ecosistema di Avatar all'Energia Sferica di Goku), sostanzialmente crea dei campi tra tutti gli alleati e permette il trasferimento dei buff da uno all'altro e cura.

- l'Aegis è uno che si fa la sua armatura di ectoplasma personalizzata. Una sorta di Iron Man.

So che non succederà mai, ma sono dei concept molto fighi. 

E poi la Psionica rulez. E basta. 

 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, Lord Karsus ha scritto:

Siamo comunque d'accordo tutti e quattro che Alchemista, Convocatore e Magus riproducono delle concept talmente belli e talmente diversi dal resto che andrebbero inseriti subito nel Pantheon delle Core. 

Mah, sai, su questo posso non essere d'accordo. L'alchimista sicuramente è una classe quasi per forza a parte, tanto che la hanno inserita nelle classi base.

Il convocatore NI, in quanto può essere un arcano che si concentra su un certo tipo di magia e che perde qualcosa per avere il superfamiglio.

Il magus proprio NO, perché di fatto è l'incrocio tra mago/combattente, il guerriero arcano non era sufficiente a dare una caratterizzazione simile.

Quindi toccherà vedere le prime indiscrezioni per farsi un'idea di cosa può mancare. Gli stessi incantatori base possono già includere la possibilità anche dello psionico e kinecineta.

I problemi per i quali sono state inserite certe classi ibride è proprio per la rigidità al 3,5 delle classi base che non permettevano di intervenire in maniera risoluta con archetipi, talenti ecc...

Secondo me toccherà vedere come saranno le classi base, libere da schemi vetusti. Anche perché secondo me già di base si avranno un maggior numero di mosse tra le quali scegliere, gli incantesimi stessi daranno una maggior caratterizzazione al personaggio.

Io comunque, vedendo come si sono mossi in passato, sono quasi sicuro che vedremo un sistema stupefacente dal punto di vista della creazione dei personaggi, non può che migliorare ulteriormente.

Link to comment
Share on other sites

Sí, anche secondo me non abbandoneranno le classi core. Spero peró che provino a migliorarle (risolvendo la scarsa personalizzazione del Chierico e del Mago, ad esempio, o rendendo il Ladro nettamente diverso). 

Le Occulte le ho automaticamente scartate semplicemente perché raramente i GdR fantasy inseriscono la psionica o concept simili all'interno del manuale base. Sarebbe una mossa decisamente interessante, d'altro canto.

Se dovessi scegliere tra le classi Occulte, selezionerei certamente l'Occultist, il Mesmerist e il Kineticist.

Il primo (oltre ad essere la classe che preferisco in assoluto, ma questo non conta :Dé la classe piú versatile di Pathfinder: vuoi un caster? Seleziona Convocazione, Necromanzia e Illusione. Vuoi un combattente secondario? Trasmutazione e Abiurazione. Un personaggio piú infido? Illusione e Ammaliamento. E il bello è che una specializzazione non preclude le altre. Ha anche un flavour molto solido: un incantatore che ottiene potere da degli oggetti del passato, spesso con una forte importanza personale.

Il secondo è forse l'unico ammaliatore che funziona senza doverci pensare troppo.

Invece sul terzo concordo in pieno con quanto hai detto.

Il lavoro fatto dalla Dreamscarred è egregio. Anche il Path of War è un prodotto eccellente.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Ian Morgenvelt ha scritto:

Sí, anche secondo me non abbandoneranno le classi core. Spero peró che provino a migliorarle (risolvendo la scarsa personalizzazione del Chierico e del Mago, ad esempio, o rendendo il Ladro nettamente diverso). 

Mi sfugge dove sia la scarsa personalizzazione di mago e chierico, due classi con cui puoi fare praticamente tutto. Puoi ribaltarle come calzini e tirare fuori sempre qualcosa di interessante. 

E il ladro boh, penso sia la più riuscita di tutte. Specialmente se dimentichiamo la parola Ladro e usiamo l'inglese Rogue. I concetti son ben diversi. 

Edited by Dmitrij
Link to comment
Share on other sites

34 minuti fa, Dmitrij ha scritto:

Mi sfugge dove sia la scarsa personalizzazione di mago e chierico, due classi con cui puoi fare praticamente tutto. Puoi ribaltarle come calzini e tirare fuori sempre qualcosa di interessante. 

E il ladro boh, penso sia la più riuscita di tutte. Specialmente se dimentichiamo la parola Ladro e usiamo l'inglese Rogue. I concetti son ben diversi. 

Con personalizzazione parlo semplicemente di possibilità di scegliere opzioni differenti: il Mago sceglie Scuola (ed eventuale Sottoscuola) e il Chierico il Dominio (ed eventuale Sottodominio). Altre classi hanno molte piú scelte da compiere, nonostante siano meno versatili di un Mago o un Chierico: basta guardare l'Alchimista, il Magus o il Ladro. 

Per il Ladro ho spiegato nel mio primo post il motivo per cui lo modificherei. Io proverei a creare una cosa piú simile all'Operative di Starfinder, appunto, che rappresenti i vari significati della parola Rogue.

Link to comment
Share on other sites

@Zaorn Sì sì per il Magus chiaro, intendevo solo Alchimista e Summoner.

Per il Summoner no dai, sostanzialmente è come se anzichè creare un personaggio crei un mostro!! 

Comunque secondo me hai ragione, ho buoni presentimenti :)

Esempio: coi Solarian di Starfinder non senti troppa mancanza né dei Paladini, né delle Lanterne Verdi, né degli Jedi. È veramente un concept ben fatto! 

Speriam bene :)

 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator

Giusto per info generica, non so se lo sapete già o meno, la lista della classe basi del Rulebook del Playtest è la seguente: "There will be 12 classes, including the 11 core classes from the first edition Core Rulebook and the alchemist."

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Il 11/3/2018 alle 01:26, Ian Morgenvelt ha scritto:

Con personalizzazione parlo semplicemente di possibilità di scegliere opzioni differenti: il Mago sceglie Scuola (ed eventuale Sottoscuola) e il Chierico il Dominio (ed eventuale Sottodominio). Altre classi hanno molte piú scelte da compiere, nonostante siano meno versatili di un Mago o un Chierico: basta guardare l'Alchimista, il Magus o il Ladro. 

Per il Ladro ho spiegato nel mio primo post il motivo per cui lo modificherei. Io proverei a creare una cosa piú simile all'Operative di Starfinder, appunto, che rappresenti i vari significati della parola Rogue.

Penso che dal momento che mago e chierico sono incantatori totali, la loro chiave di personalizzazione risieda soprattutto nella lista incantesimi. Scuole, domini, in parte anche la scelta della divinità, sono accessori alla caratteristica e forza principale: la magia. E' lì che vengono definiti e personalizzati. Ed è lì che il buon giocatore realizza il suo sforzo di personalizzazione rinunciando a quell'incantesimo che sì, è forte e può accedervi, ma non ha a che fare con il personaggio che ha creato. Questo è solo un atto di volontà di chi gioca.
Personalmente poi non sono un amante di inspiration points, reservoir points e meccanismi simili introdotti con alcune classi, così come non sono mai riuscito a farmi piacere il factotum in 3.5. Mi sembrano abilità che, improvvisamente e con poca eleganza, la classe tira fuori dal cilindro del design come se si trovasse un mucchietto di monete in tasca, o per terra.

Quanto al ladro, credo che interpretarlo come un semplice skillmonkey, una classe basata sull'uso delle abilità, sia limitativo, visto che il "contenitore" ladro include anche archetipi più orientati al combattimento. Perché un assassino non è necessariamente uno skillmonkey, ad esempio. Insomma, l'attacco furtivo è altrettanto caratterizzante del ladro quanto le sue skills. Se poi all'investigator danno una progressione da "furtivo" uguale e la chiamano "studied strike", a me pare molto più un'obbrobrio questo.

Mi rendo conto che sono pensieri molto personali comunque ;) come quelli di ciascuno, del resto.
Pensa che neppure l'osannato magus mi piace più di tanto :P ,così come non mi è mai piaciuto il duskblade, per la loro insistenza nel definire gli ibridi marziali/arcani come gish, quando il gish è solo una delle possibili declinazioni.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Dmitrij ha scritto:

Penso che dal momento che mago e chierico sono incantatori totali, la loro chiave di personalizzazione risieda soprattutto nella lista incantesimi. Scuole, domini, in parte anche la scelta della divinità, sono accessori alla caratteristica e forza principale: la magia.

Premetto che la mia è opinione personalissima, ma ho sempre visto il chierico come una cassetta del pronto soccorso mobile e null'altro. La sua caratterizzazione, sempre a mio giudizio, è pari a zero e spiego perché:

magie: a differenza del mago, le ha tutte (salvo le restrizione da divinità) per cui non può farsi una "sua lista" che lo contraddistingue, se è intelligente si adatta alla situazione in cui si trova quindi chierico A= chierico B= chierico C =...

Arma = 99% sceglie l'arma della sua divinità (anche perché in caso contrario non avrebbe molto altro), il mago è paradossalmente più libero... il guerriero non paragoniamolo nemmeno

Feat: progresso base senza feat bonus che limitano non di poco la personalizzazione del chierico (e del mago), e da cui lo stregone si stacca in modo netto divenendo molto più personalizzabile.

Questi personalmente sono i motivi per cui per me mago e chierico sono delle cose fisse e immobili, dove se crei 100 chierici/maghi, alla resa dei conti ne avrai si e no 10 realmente diversi dagli altri 90.

Ed è il motivo per cui spero molto in un nuovo sistema di magie e costruzione dei pg, perché il chierico ha il suo fascino, ma per il mio gusto è ingiocabile.

Link to comment
Share on other sites

Hai citato una parte del mio discorso, lasciandone fuori un'altra che non può essere omessa.

Cita

Ed è lì che il buon giocatore realizza il suo sforzo di personalizzazione rinunciando a quell'incantesimo che sì, è forte e può accedervi, ma non ha a che fare con il personaggio che ha creato. Questo è solo un atto di volontà di chi gioca.

Di 100 maghi/chierici ne verranno fuori 10 soltanto se il giocatore si lascia attirare da quella barriera di lame/disintegrazione, perché sì, non c'entra niente con il concept, ma sono forti/utili/se è intelligente...".
Oppure il mago specialista proprio non ce la fa a rinunciare a trasmutazione?

Quanto al discorso sulle armi, sinceramente... no. Stiamo parlando di classi dove la magia definisce e, giocoforza, l'arma impugnata passa in secondo piano, se non in terzo. Nel mago l'arma riveste importanza solo se concept e costruzione lo prevedono (e si può benissimo fare). Per un personaggio che ha imboccato la via arcana, conscio di doverci dedicare tutto se stesso, ha senso. Il chierico è un personaggio che dedica anima e corpo ad una fede e che lo mostri anche attraverso simboli espliciti, tra cui l'arma, non mi pare niente di trascendentale. Ma anche qui, è questione di volontà del giocatore. La lista delle armi semplici è lunga e variegata. Poi se uno vuole lo spadone non ha voglia di spendere il talento di competenza per il proprio chierico perché non è funzionale, sinergico o quant'altro benissimo e legittimo, ma non diamo colpa al chierico.

Sui talenti. Il mago li ha. Il chierico effettivamente no e sarei pure d'accordo a dargliene (divini) come sono stati dati al mago. In pathfinder talenti poi se ne prendono in abbondanza. (Inoltre resta la questione di bilanciamento: sono fullcasters per gli dei, quanto forti volete farli diventare ancora?).

Se contestiamo classi come il chierico o il mago perché non hanno abbastanza talenti e non possono impugnare asce naniche e catene chiodate (in realtà possono, sono ad un talento di distanza), beh allora siamo fuori strada.

Il problema non è la mancanza di possibilità personalizzazione. E' il giocatore che 9 volte su 10 fallisce il tiro su volontà contro powergaming.

Link to comment
Share on other sites

È innegabile che a livello di personalizzazione mago e chierico stanno sotto agli altri full-caster. La personalizzazione della spell list la possono fare tutti, quindi è un argo!ento relativamente inutile. Ora andiamo a vedere la colonma delle capacità speciali:

Mago: 1 scuola che concede due poteri (che si finiscono di prendere quasi subito e a volte sono quasi inutili) e 5 talenti in croce.

Chierico: 2 domini per un totale 4 poteri (tra lo scarso e l'utile,ma che entro l'8° livello abbiamo preso tutti lasciando un buco dei livelli più alti), incantesimi bonus che spesso conosciamo già e una capacità curativa che scala di un dado ogni livello dispari (ec he puoi potenziare/personalizzare solo sprecando talenti).

Ora vediamo che hanno gli altri full-caster

Stregone: decine di stirpi, ognuna delle quali fornisce un'abilità di classe nuova, poteri fino al 20°, talenti bonus tra i quali scegliere (e visto che son più quelli della lista che quelli che possiamo selezionare, l'atto di compiere una scelta personalizzata c'è) e incantesimi bonus he non andranno a sovrapporsi con la nostra lista base.

Druido: Non sto a fare l'elenco, basta dire che su 20 livelli, in 15 prendiamo sempre almeno un privilegio interessante.

Oracolo: Decine di maledizioni con effetti unici, decine di misteri tra cui scegliere, ognuno dei quali fornisce nuove abilità di classe, incantesimi che non vanno a sovrapporsi a quelli che già conosciamo e una decina di rivelazioni tra cui scegliere per personalizzare il pg.

Fattucchiere: Decine di patroni che forniscono incantesimi che non rischiano di sovrapporsi a quelli che scegliamo di mettere nel famiglio e una lista lunghissima di fatture con cui personalizzare il pg.

Arcanista: Tutti gli exploit.

Sciamano: Decine di spiriti che forniscono incantesimi extra, fatture (a cui vanno aggiunte le fatture generiche) e poteri addizionali. Aggiungiamoci poi lo spirito errante e non ne usciamo più.

Parapsichico: Discipline psichiche, con incantesimi e capacità extra, più una lunga serie di amplificazioni feeniche tra cui scegliere.

 

Edited by Lone Wolf
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

23 ore fa, Lone Wolf ha scritto:

Mago: 1 scuola che concede due poteri (che si finiscono di prendere quasi subito e a volte sono quasi inutili) e 5 talenti in croce.

Chierico: 2 domini per un totale 4 poteri (tra lo scarso e l'utile,ma che entro l'8° livello abbiamo preso tutti lasciando un buco dei livelli più alti), incantesimi bonus che spesso conosciamo già e una capacità curativa che scala di un dado ogni livello dispari (ec he puoi potenziare/personalizzare solo sprecando talenti).

Non sono granché in accordo con le tue tesi in quanto non hai considerato gli archetipi, molto più vari per le classi citate. 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.