Jump to content

La miniera perduta di Phandelver [TdG]


Brenno
 Share

Recommended Posts

Vi siete tutti ritrovati a Neverwinter, quando Gundren Rockseeker, un amico nano che avete in comune, nonché vostro datore di lavoro, vi ha contattati per una missione: scortare un carro di mercanzie e vettovaglie fino al turbolento insediamento di Phandalin, situato ad un paio di giorni di viaggio a sud-est della città. Gundren sembrava particolarmente euforico riguardo al motivo del viaggio, ma anche vagamente misterioso, limitandosi a dire che lui e i suoi fratelli avevano scoperto "qualcosa di grosso", e che vi avrebbe pagato 10 mo a testa per la consegna dei suoi rifornimenti alle Provviste di Barthen, un avamposto commerciale di Phandalin.

Poi è partito prima di voi a cavallo, scortato da un combattente di nome Sildar Hallwinter, spiegandovi che doveva arrivare sul posto prima di voi per "sbrigare alcuni affari".

Avete passato gli ultimi giorni di viaggio lungo la Strada Alta a sud di Neverwinter e soltanto poche ore fa avete svoltato a est lungo la Pista di Triboar. Finora il viaggio è stato tranquillo, ma questo territorio può essere pericoloso. Si dice che vari banditi e fuorilegge si nascondo in agguato lungo il sentiero.

x tutti

Spoiler

Potete presentare i vostri personaggi, facendo riferimento ai BG delle schede, tutti conoscete Gundren, se qualcuno di voi vuole può anche fare in modo di conoscere qualche altro PG, altrimenti vi siete tutti conosciuti per la prima volta durante il viaggio. Se vi va potete anche motivare e raccontare come vi siete conosciuti in passato con Gundren (amico di infanzia? vi ha aiutato ad uscire da una brutta situazione in passato? ecc...)

Dopo le presentazioni ditemi chi guida il carro (almeno 2 personaggi) e gli altri dove sono posizionati, se all'inizio, o alla fine della fila, a fianco del carro o in avanscoperta.

Chiunque può guidare il carro non servono abilità particolari, il carro è trainato da due buoi ed è pieno di provviste alimentari e strumenti minerari di vario tipo. Barilotti di carne di maiale, e di birra, una dozzina di sacchi di farina, pale, picconi e piedi di porco, lanterne e olio. Il valore del carico è di circa 100 mo.

 

Edited by Brenno
aggiunta la razza di Gundren
Link to comment
Share on other sites


Airell   

Ancora non mi spiego come sono finito su questo carro .. Maledetto Gundren.. Mi mette sempre nei guai, e per cosa? Due spiccioli!

Va beh.. Sarà solo un altra storia che i menestrelli narreranno alle genti che vogliono conoscere le gesta del valoroso Airell!

Seduto dietro al carro osservo con aria distratta e uno strano sorriso il panorama della pianura che stiamo attraversando. L'aria leggermente salubre che proviene dal mare ad ovest rinfresca l'aria e ciò mi rende stranamente contento.. forse mi ricorda il mio villaggio...Thundertree.. almeno credo.

Chissà di cosa si tratta.. qualcosa di grosso ha detto Gundren.. sarà la volta buona per diventare un famoso guerriero?

Voi non mi sembrate di Neverwinter.. come avete conosciuto Gundren? chiedo al resto della banda che si trova sul carro, ma non presto molta attenzione alla risposta degli altri.

Sapete quando lavoravo al porto di Neverwinter conobbi Gundren, da allora siamo diventati amici.. Mi ha aiutato molto quando non avevo molto, anzi quasi nulla.. Ora invece non me la cavo male, ma non punto a campare come un qualsiasi stolto, non sottovalutatemi!

 

 

Descrizione & Personalità

Spoiler

Airell è un uomo alto, dai capelli neri e scompigliati.
Indossa un armatura di cuoio e una grande spada dalla lama squadrata sulla schiena, di ottima fattura ma si vede che gli occorre un affilatura fatta bene.
Sul suo fianco porta una faretra di cuoio scuro, le cui frecce sporgono e sembrano sempre pronte all'uso.
Sull'altra spalla porta allacciato un lungo arco di ottima fattura, di un legno molto resistete e elastico, sul quale manico sono presenti varie rune in una lingua di origine elfica.

Quando mi pongo un obiettivo, lo perseguo a prescindere dalle difficoltà da superare. Uso inoltre parole altisonanti, nel tentativo di apparire più intelligente di quanto  non sia in realtà.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Roryn Rockseeker (Nano delle Colline)

Come sempre i sentieri sotterranei che percorre Dumathoin sono innumerevoli ed imprevedibili e stavolta mi hanno condotto qui seduto su un cassero con in mano le redini che conducono questo carro trainato da buoi insieme a persone che conosco a malapena. Beh a dire il vero più che Dumathoin la colpa è di mio cugino Gundren che mi ha chiesto questo favore... e non potevo certo rifiutarmi... ma poteva almeno dirmi qualcosa in più!!!

E poi era troppo euforico e di solito quando lo è c'è sempre un rovescio della medaglia... speriamo bene. Comunque non è la prima volta che gli faccio qualche favore, ma stavolta mi sono ritrovato in mezzo ad un'accozzaglia di persone che non avevo mai visto prima. Li sto studiando da quando siamo partiti e per il momento preferisco starmene sulle mie e capire bene con chi ho a che fare. Fortuna che il viaggio è quasi terminato, così forse Gundren si degnerà di dirmi qualcosa in più.

[NDG]

Spoiler

Roryn è un nano decisamente alto per la sua razza con il suo metro e cinquanta di altezza, ed ha una corporatura massiccia e robusta. Porta una folta barba nera, ben curata, in cui si notano due trecce. Indossa una intricata cotta di maglia, alle spalle ha uno scudo su cui campeggia il simbolo di Dumathoin, una pietra preziosa di colore verde, ed al collo porta un medaglione d'argento con lo stesso simbolo. Al suo fianco c’è un solido martello da guerra. Durante il viaggio si è dimostrato taciturno e riservato.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Elijah Capobosco

E' passato del tempo da quando mi sono lasciato Phandalin alle spalle, non per mia scelta, ma per cause di forze maggiore. Devo dire che quella volta me la sono vista brutta: qualcuno dice che noi halfling "abbiamo più cul.o che anima" ma io penso che la fortuna aiuti gli audaci, e modestamente io sono un dannato audace. Mi sono rifugiato a Neverwinter dove ho atteso fin troppo a lungo: la mia vendetta deve essere compiuta. Ho sentito di qualcuno, giù a Phandalin, che cova il mio stesso risentimento. Quando Gundren mi ha detto che si stava dirigendo laggiù non ci ho pensato due volte ad accettare: ecco perché sono un audace, nessuno avrebbe avuto il coraggio di tornare lì, non dopo quanto successo. Inoltre ho lasciato mia zia senza nemmeno una parola: dovrò fare in modo che stia tranquilla, o morirà di crepacuore.

Mi ritrovo nel retro di un carro a condividere il viaggio con gente che conosco appena. Sembrano persone tranquille e sebbene io non ami parlare molto del mio passato due chiacchiere non credo possano farmi male nell'ultima parte di viaggio che ci separa dalla nostra meta.

L'ho conosciuto in una locanda di Neverwinter. Gli ho fregato qualche soldo ai dadi. sogghigno, con le mani finisco di intagliare un pezzo di legno dandogli la forma di un piccolo cavallo. Era talmente ubriaco che avrei potuto lasciarlo in mutande! Non l'ha mai capito che baravo...e non intendo di certo dirglielo! sorrido malizioso mentre con i miei occhietti furbi studio le reazioni di quelli con cui condivido il viaggio.

per tutti

Spoiler

Elijah è un piccolo Halfling dalla faccia furbetta, quasi sempre coperta dal lembo di una sciarpa rossa che ne cela le fattezze. Dello stesso colore sono i capelli che gli incorniciano il volto: sul lato destro cadono tre lunghe trecce che ondeggiano ad ogni suo movimento. Non è molto robusto, ma compensa questa mancanza con un'innata agilità che gli consente di cavarsela in ogni occasione. Usa un arco di buona fattura per difendersi, meno la spada corta che porta al fianco. Alle spalle, nonostante la stazza ridotta, indossa quasi sempre uno zaino stracolmo di oggetti: "strumenti del mestiere", come li chiama lui...

dxjlg3.jpg

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Roryn Rockseeker (Nano delle Colline)

Sobbalzo leggermente alle parole del piccolo hin. Distolgo un attimo lo sguardo dalla strada che stiamo seguendo e volto leggermente il capo verso di lui sul retro del carro "L'inganno non porta mai lontano ed alla lunga ti si ritorce contro!" sentenzio con un tono di voce duro. Quindi torno a guardare il percorso che si snoda davanti a noi. Non è tanto il fatto che abbia approfittato di mio cugino ad infastidirmi, quanto l'inganno in se per se.

Link to comment
Share on other sites

Medardo Corlinn (umano nobile guerriero)

Ho passato la mia vita, fin da quando ho preso coscienza di chi fossero un tempo i Corlinn di cui ero l'ultimo discendente, a trovare il modo di riportare in auge il nostro nobile casato. Sono nato e  cresciuto in una casa cittadina di Waterdeep con i racconti delle glorie e fasti passati, della splendida tenuta di Colle Corlinn di come fossimo noti anche alla corte di Neverwinter, di come tutto sia andato perso con l'eruzione del vulcano e la devastazione dei nostri possedimenti. Per fortuna il nostro amico e socio in affari Gutren Rockseeker ci ha teso una mano nel momento più buio della nostra storia permettendoci di restare a galla e di reinventarci come commercianti al dettaglio a Waterdeep vendendo tutto comprando ad un prezzo di favore tutto ciò di cui non avevamo più bisogno e facendoci addirittura un prestito senza interessi per avviare la nostra nuova attività e proponendosi come nostro principale fornitore. 

Adesso che è lui ad aver bisogno di me, ora che il futuro del nostro casato giace nelle mie sole mani da quando mio padre è spirato, non posso tirarmi indietro; soprattutto quando di mezzo c'è un lavoro che mi riporterà nei pressi dei nostri vecchi dominii. Lì dei coloni erano ricostruendo un vecchio villaggio minerario, Phandalin, distrutto secoli fa dagli orchi. Se la famiglia Corlinn si facesse carico di amministrare e portare legge ed ordine in quel luogo, esso potrebbe trasformarsi nella loro miglior occasione di risorgere dalle ceneri in cui versiamo da ormai tre decadi. Bisognerà convincere la popolazione ad accettare di affidarsi e chinarsi a noi, ma conto di poterli convincere mostrando loro quanto è forte il sangue Corlinn e quanto capace sono con l'aiuto anche del cavaliere Hallwinter che so essere già partito alla volta di Phandalin con Rockseeker. Sempre che anche lui non abbia delle mire al riguardo e quello che potrebbe essere uno splendido sodalizio non si trasformi una una rivalità su cui otterrà il controllo di Phandalin, ma ho fiducia in Gundren, se lo ha scelto ci saranno dei buoni motivi ed avrà fatto tutte le considerazioni del caso.

Al momento mi trovo su un carro in compagnia di altre quattro persone, non conosco nessuno di loro, ma tutti in qualche modo conoscono Gundren, il nano mi pare mi abbia detto sia suo cugino mentre il ragazzo lavorava per lui al porto, anche lui deve molto al nano, l'halfling sta già raccontando di come si sono conosciuti e di come lo abbia alleggerito al tavolo da gioco imbrogliandolo, non mi pare l'idea più geniale spifferare a degli sconosciuti queste cose, soprattutto se è immaginabile che alcuni di noi siano dei suoi amici o comunque persone a lui leali. Al momento quello meno chiaro è l'elfo, di poche parole, ma a giudicare da ciò che porta con sè sembra chiaro si tratti di un mago.

"Visto il favore che ti sta facendo, dandoti un lavoro onesto, cosa che immagino tu non sia abituato a svolgere, potresti anche restituirglieli visto che hai barato." commento con un certo tono critico, ma senza alzare i toni, il mio sguardo dice già tutto.

Aspetto

Spoiler

Medardo è un giovane uomo di 29 anni, di altezza media e fisico allenato. Ha occhi marroni, il viso ben rasato ed i capelli castani con un taglio molto in voga fra gli uomini di ceto alto della Costa della Spada. Indossa un'armatura di ottima fattura, probabilmente su misura da come gli calza a pennello ma ciò che davvero spicca è la sua grande ascia. L'arma ha una foggia elegante e semplice e seppur lo stile, agli occhi do un esperto, la faccia risalire a secoli orsono come creazione, essa è in perfetto stato. Lungo il piatto dell'ascia spicca un emblema in bassorilievo di uno stemma araldico con al di sopra "Corlinn" e di sotto "Pronti & Affilati"; probabilmente si tratta di un'arma di famiglia ereditata di generazione in generazione.

 

Edited by Pyros88
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Elijah Capobosco

Sapevo che l'argomento avrebbe suscitato i più disparati commenti, così un mellifluo sorriso compare beffardo sul mio volto alle parole di alcuni miei compagni. Oh, non preoccupatevi messere. Ho già ripagato a dovere Gundren. E ci ho anche perso ad essere sincero: lo considero un buon amico, e sebbene io mi diverta a barare con lui a dadi, non c'è somma di denaro estorta non ripagata in birra. Solo che quel dannato nano beve come una spugna! Giocare d'azzardo non è forse già di per sé un inganno? commento girandomi verso l'altro abitatore delle montagne. Mi sto già divertendo con la moralità dei miei nuovi compagni. Ah, se solo sapessero cosa mi porta a Phandalin! CI sarà di sicuro da divertirsi una volta lì!

Link to comment
Share on other sites

Medardo Corlinn (umano nobile guerriero)

"Non credo ci sia bisogno di ricordarti che ogni gioco ha le sue regole per poter funzionare altrimenti sarebbe il caos e non si capirebbe più chi ha ragione di vincere e chi no. O forse per te ha ragione di vincere chi arraffa di più e riesce a tenerselo per sè?" dico usando lo stesso tono beffardo. "Tralasciando poi cosa disponga la Legge come punizione per chi bara o ruba." dico stavolta più serio.

Edited by Pyros88
Link to comment
Share on other sites

Elijah Capobosco

Non posso far a meno di sorridere divertito. Mi piace aver stuzzicato i miei compagni, d'altra parte adoro seminare zizzania tra le persone che mi circondano. Come adoro barare al gioco d'azzardo: mi viene naturale, sarà una dote la mia.  Per essere punito dovrei essere scoperto. E credetemi, messere, scommetto un soldo che non riuscireste a scoprirmi nemmeno dopo aver appena ammesso le mie colpe! ghigno beffardo, contnuando ad intagliare il pezzo di legno. Non sta venendo molto bene e somiglia ad un cavallo solo per me che lo sto facendo. Ma tranquilli, dato che sento una punta d'apprensione nelle vostre parole: non giocheremo mai a dadi insieme! Eheh

Link to comment
Share on other sites

Airell

Sfiderai Gundren quando saremo arrivati! Questo viaggio sta durando un eternità! dico in tono ironico verso l'halfing continuando ad  osservare i miei compagni di viaggio, quello cosa  sta intagliando di preciso? Cosa dovrebbe essere?

Parlando di cose serie qualcuno di voi, ha qualche informazione sulla fantomatica "roba grossa" che Grunden ha trovato? esclamo entusiasta.

 

Link to comment
Share on other sites

Samiel

Seduto sul retro del carro sfoglio lentamente il il tomo delle preghiere, nella speranza che l'abbraccio di Oghma renda più piacevole il viaggio. Alzo gli occhi di tanto in tanto osservando i miei compagni di viaggio.

Non sarà affatto un viaggio tranquillo

Le voci sghignazzati e le risate sguaiate mi fanno capire che non avrò pace nella mia lettura. Decido di intervenire.

Cosa credete abbia per le mani Gundren? Vi siete fatti qualche idea?

I pensieri andarono indietro di qulche mese, quando il nano si era recato al tempio di Oghma per far identificare e valutare alcuni tomi ritrovati in uno scantinato di una vecchia villa in disfacimento. Nulla di particolare valore, ma da quella volta, goni tanto, Gundren andava al tempio con qualche oggetto. Era li che lo aveva conosciuto e tra i due era nato un rapporto, se non di amicizia, quantomento di collaborazione e compagnia reciproca.

Questa storia di Gundren capita proprio al memento giusto, finalmente anche io potrò dimostrare quanto valgo...sono certo che troverò qualcosa di interessante al castello Cragmaw.

Aspetto di Samiel

Spoiler

Samiel è un elfo alto, dai lunghi capelli corvini elegantemente legati dietro la testa in una coda, mentre di lato davanti alle orecchie scendono due piccole trecce. Il suo aspetto è pacato e serio, come mostra anche il suo abbigliamento che consiste di una tunica di un tenue color grigio-bluastro legata in vita con una cintura grigia.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Medardo Corlinn (umano nobile guerriero)

"Suppongo una qualche ricca vena mineraria, forse un vecchio sito minerario che i coloni hanno scoperto e riaperto." rispondo pensoso all'elfo che aveva deciso finalmente di socializzare invece di stare in silenzio a leggere il proprio libro.

Edited by Pyros88
Link to comment
Share on other sites

Procedete lungo la Pista di Tribor ancora per circa mezza giornata.

Superata una curva, avvistate due cavalli morti che bloccano il passo, stesi a terra a una quindicina di metri davanti a voi. Da ognuna delle carcasse spuntano varie frecce decorate di piume nere.

Il bosco è fitto fino al limitare del sentiero in questo tratto: su entrambi i lati si apre un profondo fosso pieno di fitti arbusti.

Link to comment
Share on other sites

Medardo Corlinn (umano nobile guerriero)

"Dannazione, temo siano i cavalli di Rockseeker e Hallwinter." dico scendendo immediatamente dal carro ed impugnando saldamente la mia arma. Guardandomi attorno con circospezione mi avvicino ai cavalli per assicurarmi che siano quelli del mio amico nano e del suo compagno di viaggio.

Spoiler

Test Percepire +2

 

Link to comment
Share on other sites

Airell 

La situazione non è delle migliori.. FERMA IL CARRO!  grido a chi guida il carretto.

MI sporgo leggermente dal carretto  cercando di usarlo come un eventuale  copertura e, impugnando saldamente il mio fedele arco, sfilo dalla faretra una freccia tenendomi pronto a colpire

 

Spoiler

test di percepire+3

 

Link to comment
Share on other sites

Roryn Rockseeker (Nano delle Colline)

Tiro immediatamente le briglie e faccio fermare i due buoi. Sobbalzo alle parole dell'umano. Se quelli sono veramente i cavalli di mio cugino e del suo accompagnatore temo il peggio per loro. Siamo in un luogo troppo esposto e troppo adatto ad un'imboscata. Dal cassero osservo la vegetazione su entrambi i lati. La cosa non mi piace per niente. Istintivamente la mia mano sinistra si porta sul manico del grosso martello che mi porto dietro.

[NDG]

Spoiler

Percezione +3

 

Link to comment
Share on other sites

Elijah Capobosco

Quando il nano tira le redini di scatto perdo il controllo del pezzetto di legno che stavo intagliando, facendolo finire fuori dal carro. Intuisco subito che qualcosa non va e mi sporgo con la testa all'infuori per vedere cosa succede. Due cavalli morti, quel che è peggio sono le frecce dalle piume nere che spuntano dalle carcasse. Mi guardo intorno ritirandomi per un istante nel carro, il tempo di afferrare il mio arco e la faretra di frecce. Istintivamente sguscio all'esterno, cercando di posizionarmi tra i due buoi che ci trainano. L'idea è quella di nascondere il mio corpo minuto tra le due bestie, in modo da poter colpire indisturbato qualora ce ne fosse bisogno.

dm

Spoiler

prova di furtività +7 per nascondersi tra i buoi. Inoltre, io che ho bazzicato a Phandalin, ho qualche conoscenza riguardo frecce dalle piume nere?

 

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.