Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Il Futuro di D&D

Ci sono in ballo grandi piani per D&D 5E nei prossimi anni e in particolare in vista del 50° anniversario del gioco di ruolo più celebre del mondo.

Read more...

In Arrivo il Rules Expansion Gift Set

A inizio anno prossimo la WotC farà uscire un set di tre manuali per coloro che sono interessati alle espansioni regolistiche per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 4 - La Lista degli Avversari

Volete aggiungere spessore e profondità ai vostri scenari senza per questo complicarvi la vita a tener traccia degli spostamenti di ogni singolo mostro o nemico? The Alexandrian ci offre uno strumento formidabile per la gestione in tempo reale di scenari complessi e di moltitudini di avversari. 

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #2

Andiamo a scoprire delle novità legate a classi, razze e mostri che saranno presenti nella Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

La Free League ha annunciato il GdR ufficiale di Blade Runner

Andiamo ad immergerci nell'iconico universo di Blade Runner con questo nuovo prodotto della Free League in arrivo l'anno prossimo.

Read more...

Una tranquilla passeggiata nel bosco - Spin-off - tdg


Athanatos
 Share

Recommended Posts

Una tranquilla passeggiata nel bosco

Spin-off di personaggi infimi del Mercante di Dawnstar

@Maya e Trevor

Spoiler

Sono passate poche ore da quando Liam, Frederik, Dwogash e Nathaniel sono partiti per andare a caccia di Krogan, il cugino malvagio di Frederik. Voi, invece, siete stati lasciati soli con Rarorac. Lui ed il suo lupo, Rarorac non è mai solo senza Wolf, il suo lupo.

Ovviamente non vi potevate aspettare che il druido vi tenesse in città, infatti così non è, Rarorac si è subito stancato degli edifici ed ha deciso che vuole andare a meditare su una pietra mistica nel bosco d'argento.

Partite con qualche cosa che avevate e qualche altra che racimolate prima di partire, qualcuno di voi si dimentica qualche bacchetta e qualcun altro si confonde le contorte vie di Silverymoon, ma riuscite nonostante tutto a farvi strada e trovare la via per le porte della città.

Conclusa l'impresa, vi mettete in marcia e giungete ad una foresta prima del calar del sole.

Non temete gli alberi, statemi vicini e non vagate. Questa foresta è pericolosa di notte, specialmente dove sto andando io. Ma non temete, conosco un amico molto esperto di questo posto che sicuramente vi terrà compagnia nel breve tempo che sarà via. Avvisa il druido.

Giungete ad una radura, trovando qui un fuoco ed un mezz'orco accanto ad esso.

@Grug

Spoiler

Era un giorno di caccia come un altro nella foresta, quando ti giunge un uccello che ti porta un messaggio da Rarorac, il druido che conosci da tempo. Lui ti dice che è diretto a meditare su un altare pericoloso nella foresta d'argento, quindi ti affida dei compagni a cui tiene molto e ti chiede di tenerli al sicuro.

Giunge il giorno prefissato ed il druido non tarda ad arrivare, con il suo solito compagno animale al fianco, un giovane umano ed una giovanissima tielfing, ti raggiungono alla tua radura e si siedono accanto al tuo fuoco.

@Maya, Trevor, Grug

Spoiler

Rarorac si assicura che state tutti bene, che vi siate rinfocillati e che siate pronti a dormire, quindi vi saluta. Tornerò all'alba, non dovete temere, Grug qui è esperto di foreste, orchi e goblin non girano da queste parti e se state qui non incontrerete nessuno. Ora devo andare, ho bisogno di meditare sugli eventi presenti e futuri e c'è un altare di grande potere in questa foresta che devo raggiungere. Wolf, con me!

Detto questo, vi lascia soli.

@Therwyn

Spoiler

Questa tua passeggiata si sta rivelando più lunga del previsto, non eri mai stata nel bosco d'argento per così tanto tempo ed ora che ci sei continui ad esplorarlo senza sosta.

Si comincia a fare tardi, ma sei abituata a passare notti nelle foreste quindi questo non ti spaventa, all'improvviso cominci a sentire il crepitare di un fuoco e ti avvicini per vedere.

Quello che trovi è un campo in mezzo ad una radura in cui stanno un mezz'orco, una tielfing ed un umano. Sembrano tutti molto giovani e pare esserci anche una quarta tenda, ma non scorgi nessun altro.

All'improvviso senti un ululato in lontananza, poi un'altro, poi un'altro più vicino. Anche il tuo compagno si sta facendo nervoso. Non c'è dubbio, dei lupi si stanno avvicinando e probabilmente troveranno questa radura se quei tre non se ne vanno.

@tutti

Spoiler

@1701E, @Karsh, @smite4life, @Roald Nordavind. Ecco a voi il topic di gioco della campagna infima. Sono andato veloce sull'introduzione per buttarvi subito nell'azione. Ricordate che adesso siete infimi, quindi anche pulirvi con l'edera potrebbe essere letale(:D). Scherzi a parte, buon gioco a tutti, spero vi piaccia questa storia un po' meno seria e ragionata del solito.

 

Link to comment
Share on other sites


Maya

Descrizione

Spoiler

Maya ha l'aspetto di una giovane e graziosa Mezz'elfa dai capelli rossi e dalla pelle ambrata. Sembrerebbe una normale ragazzina di quella razza, magari un po' esile ed emaciata, se non fosse per le piccole corna che le adornano la fronte e che ne tradiscono una discendenza di ben altra natura. Indossa un sobrio completo da viaggio grigio e sopra un mantello verde.

Master, Trevor, Grug

Spoiler

Accolgo con gioia la possibilità di fare una passeggiata nella foresta con Rarorac e Wolf...In teoria dovrei studiare, ma di certo il Maestro non si arrabbierà se ne approfitterò per imparare qualcosa sulle creature della foresta, no? I Principi di Evocazione mica scappano!

Affronto la lunga passeggiata fischiettando e guardandomi intorno, nonché chiacchierando con Trevor, il nuovo arrivato, per scoprire qualcosa su di lui. In fondo lo conosciamo così poco, quindi non credo si arrabbierà solo perché gli sto chiedendo chi è, da dove viene, come mai andava per mare se non gli piaceva la vita del marinaio, se ha una fidanzata che lo aspetta e cosa ne pensa delle Thinkerbell, no?

Comunque rimango attenta a ciò che mi circonda, pronta a cogliere ogni dettaglio dei fiori, delle piante e degli animali che incontriamo: la foresta attorno a Silvermoon è folta e rigogliosa e nulla può rovinare il mio umore...beh, quasi nulla.

A smorzare il mio umore ci pensa la guida a cui Rarorac ci lascia per andare a meditare. Non che abbia nulla contro il suo amico, ma... E' un Orco, dannazione!

Beh, non proprio un Orco. Un Mezz'Orco in realtà, ma non c'è molta differenza.

Non posso fare brutta figura, o farei vergognare il Mestro Liam, però... mi dico, forzando un sorriso e facendomia avanti. Mi piazzo di fronte al Mezz'Orco porgendogli la mano e dicendo Molto piacere, Grug. Io sono Maya... 

Poco dopo Rarorac ci lascia ed io ne approfitto per sistemare la mia tenda e sedermi su un sasso liscio. Sono a disagio di fronte allo sguardo del mezz'Orco, ma non intendo darlo a vedere. Mi metto quindi a leggere il libro che il Maestro mi ha assegnato come compito. Si tratta di un grosso tomo, dalla copertina rigida borchiata in ferro e dalle pagine un po' rovinate dal tempo e dalla continua consultazione...uno dei libri su cui ha studiato il Maestro, se ho ben capito. 

però che noia...siamo qui...dovremmo vedere la foresta...

Alla fine, con uno sbuffo chiudo il libro, rivolgendomi alla nostra guida e chiedendo E allora, Grug...vivi qui nella foresta? Sei una specie di guardiacaccia? O un Druido come Rarorac?

 

Link to comment
Share on other sites

Trevor

Master, Maya, Grug

Spoiler

Dopo aver lasciato il nano alla sua missione mi sono ritrovato da solo con il druido e l'apprendista del mago. Ho preso quello che potevo, la mia armatura e le mie armi e mi sono messo in cammino con Rarorac e Maya. Lei la trovo molto graziosa, le piccole corna che le spuntano dal capo mi intimoriscono un po', ma i suoi modi sono comunque garbati e gentili. Facciamo conversazione per il tempo che restiamo soli, almeno lei parla e io ogni tanto rispondo per quello che posso, un po' imbarazzato. No non ho una ragazza, ero per mare per guadagnarmi da vivere e vedere un po' il mondo, ma il mio sogno è diventare cavaliere, non so cosa siano le Thinkerbell. Vedo che comunque lei rimane all'erta e concentrata e ci provo anch'io. Si vede che è rimasta a lungo con il gruppo di avventurieri. Provo un po' di invidia, poi però penso ai segni lasciati sulla mia spalla dalle pacche di Frederik e mi rallegro, perché so che presto riceverò anch'io il mio addestramento. Non sono infastidito dalla presenza del lupo, anzi trovo la sua presenza piacevole, forse per il portamento fiero ed elegante della creatura.

Dopo aver vagato per un po', incontriamo la nostra guida. E' un mezz'orco e Maya ha una reazione di iniziale disagio. Io sono Trevor. Dico presentandomi e porgendo la mano a Grug

Descrizione

Spoiler

Trevor è un ragazzo di 16 anni robusto e ben piazzato, dalle mani callose e forti si intuisce che ha iniziato a lavorare fin da tenera età. Ha capelli castani quasi rasati e i suoi occhioni da ragazzone dolce sono anch'essi castani

 

Link to comment
Share on other sites

Grug

Descrizione

Spoiler

Grug è un giovane mezz'orco di una 15ina d'anni, a cui sta già cominciando a spuntare una discreta peluria sulle braccia e sul volto. Alto e massiccio, è vestito d'una rabberciata tunica corta e calzoni al polpaccio. Sopra tutto, porta una rudimentale corazza di cannucce di palude intrecciate, un arco che è poco più di un ramo piegato a tracolla, una faretra di frecce malfatte ed una, più raffinata al fianco, che controlla a vista come fosse un tesoro. Cammina aiutandosi con una lunga zappa a mo' di bastone da viandante. 

Accendo con facilità il fuocherello, stando ben attento a spianare il terreno ed a mettere dei sassi a protezione. In uno spiedo fine, infilzo una manciata di cavallette belle succulente, che lascio ad arrostire piano piano, piantando una estremità dello spiedo nelle vicinanze delle fiamme. Proprio mentre sto mangiando la prima locusta, vedo arrivare le tre figure ed il lupo, quindi mi alzo sorridendo e mostrando le corte zanne smussate. Prima di salutare i tre, mi chino di nuovo sulle ginocchia, arruffando il pelo di wolf "Ciao bello! Sei tornato a casa, eh?" quindi saluto Rarorac con un lieve inchino della testa, goffo, quasi arrossendo al sentirmi presentare come esperto. "Io sono Grug" commento, in maniera superflua, stringendo con la mano callosa e coperta da un'ombra di peli la mano della tiefling "Taglio la legna e coltivo la terra, ma vado anche a caccia e cammino per questi boschi da quando sono nato, ed è così che ho incontrato Rarorac ma io no druido, solo uomo di bosco!" squadro i due nuovi arrivati sorridendo "Voi che fate nei boschi? Grug non hai mai visto voi qui vicino"  

Link to comment
Share on other sites

Maya

Siamo compagni di Rarorac, in viaggio con lui... Rispondo di slancio poi, quando mi rendo conto del fatto che questo potrebbe lasciar intendere che sia abile e potente quanto il Druido, correggo il tiro cioè, il mio maestro lo è. Io lo accompagno per imparare la magia. Solo che adesso lui e il maestro di Trevor sono andati in missione in un posto lontano e pericoloso e hanno chiesto a Rarorac di...beh, di stare con noi e insegnarci qualcosa sulla natura.

Non per proteggerci, mica abbiamo bisogno di protezione!

Link to comment
Share on other sites

Trevor

Grug, Maya

Spoiler

Sei qui da solo? Chiedo al mezz'orco cercando di capire come mai viva qui come un eremita. E soprattutto, ci sono pericoli da queste parti? Continuo a chiedere curioso di sapere se c'è possibilità di fare esercizio con l'ascia.

 

Link to comment
Share on other sites

Therwyn

descrizione

Spoiler

Therwyn è una piccola halfling. Ma proprio piccola: è bassa e magrolina anche per la sua razza, quindi rispetto agli umani è davvero minuscola. Gli arruffati capelli neri incorniciano un volto curioso e simpatico, con degli occhi enormi e verde che scrutano curiosamente i dintorni. Abiti semplici di cuoio, uno zaino con qualche utensile da cucina e poco più completano una figura a cui in generale non daresti un soldo!

All'improvviso esco dalla radura, rispondendo alle parole del tipo grosso e vestito di ferraglia: Beh, certo che ce ne sono di pericoli! Per esempio, se non vi preparate a dovere verrete attaccati da un branco di lupi: con tutta l'attenzione che state attirando qui, dovreste essere felici che arrivano solo loro! Forza, preparatevi a difendervi adesso! Non so se posso convincerli che non siamo una buona preda! Esclamo, con un tono incredibilmente più allegro di quanto le mie parole potrebbero fare intendere!

Link to comment
Share on other sites

@Grug

Spoiler

Sai che questa foresta contiene un branco di feroci lupi mannari, di solito non cacciano dove vi siete fermati ma con creature intelligenti è più difficile prevedere il comportamento. In ogni caso sai che sono molto più pericolosi e letali di un comune branco di lupi. Rarorac non li teme ma tu, di solito, hai sempre preferito starne alla larga.

 

Link to comment
Share on other sites

Maya

Sto ascoltando il Mezz'Orco che spiega di essere solamente un abitante dei boschi e non un suo guardiano, quando una specie di bambina spunta dal nulla.

Quando compare mi prende un accidente e la mano corre automaticamente alla bacchetta del Maestro, solo per scoprire di...averla dimenticata!

Oh, porca... Penso in orchesco, con un linguaggio che farebbe di certo arrabbiare Liam. Un istante dopo il mio cervello collega le parole della bambina no, dell'Halfing ed un brivido freddo mi corre lungo la schiena.

Lupi? Che lupi? Chiedo, lanciando un'occhiata a Grug non si era parlato di lupi. Non sarebbe meglio andare a cercare Rarorac? Sai dov'è l'albero che cercava?

Istintivamente mi sposto verso le mie cose, cominciando a raccoglierle in fretta.

Link to comment
Share on other sites

Therwyn

Beh, lupi! Immagino tu sappia come sono fatti no? Un po' come Borg qui... E mi volto ad indicare al mio fianco, dove non c'è nessuno... Con un moto di stizza, quindi, torno dietro al cespuglio da dove sono sbucata esclamando: Dannazione, Borg! Dovresti accompagnarmi tu! Non poltrire!!! Il cespuglio si muove convulsamente, e l'istante successivo vi trovate davanti ad una scena ridicola di una mini bambina (le dimensioni corrispondono più o meno a quelle di una bambina di 3-5 anni, anche se con proporzioni leggermente più mature) che tenta di trascinare un enorme mastino per la collottola, mastino che si limita a muovere leggermente la zampa per mandarla gambe all'aria!

AH! Uffi Borg! Sei un inutile ammasso di pulci! Ma per la miseria! Almeno potresti provare a.... Vengo interrotta da degli ululati ben più forti dei precedenti, e più vicini, che finalmente mi zittiscono.

Dopo un istante in cui mi guardo attorno, continuo più a bassa voce: Ecco, io credo che dovremmo andarcene... Mi sembrano un po' troppi e troppo agitati per provare a parlarci... E Borg è vecchiotto, non può difenderci più di tanto... Dovremmo trovare un posto sicuro qui vicino, voi ne conoscete qualcuno?

Link to comment
Share on other sites

Maya

No, nessuno...a parte la città... Commento, infilando in fretta e furia le cose nello zaino e cercando un pezzo di legno adatto a fungere da torcia.

Io non ne ho bisogno per vedere al buio, ma Trevor sì. Inolte credo che gli animali ne abbiano paura, no?

Spoiler

Cercare e conoscenze natura...so qualcosa sui lupi????

 

Link to comment
Share on other sites

Maya si guarda intorno e sta per prendere un ramo da accendere come torcia, poi si volta e si rende conto che potrebbe usare un legno dal falò che avete acceso.

@Maya

Spoiler

Sai che i lupi cacciano in branchi e sono grossi cani, o i cani sono piccoli lupi? Agli orchi che ti tenevano prigioniera piaceva cacciarli ma spesso qualcuno ci rimaneva morto dopo una battuta di caccia.

Sai che agli animali non piace il fuoco ma averne paura? Dipende da quanto fuoco si sta parlando.

 

Link to comment
Share on other sites

Trevor

Ehi ma tu...sono le uniche parole che riesco a pronunciare dalla comparsa della piccola halfling e del mastino. Blatera qualcosa su un branco di lupi ma non riesco a darle credito. Quando gli ululati si fanno più vicini capisco che non mentiva.

Afferro ascia e scudo e mi metto davanti a tutti. È il caso di andare, ora! Grug facci strada

Link to comment
Share on other sites

Ehm... sì. Lupi! Dice Grug, riprendendosi dai suoi pensieri. Mannari sì. 

Di... di qua. Punta verso una direzione della foresta. Seguitemi! E comincia a prendere le sue cose velocemente e partire. Sembrandovi molto più nervoso ed incerto di quando lo avete incontrato.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Cominciare a seguire Grug che vi conduce con passo sicuro attraverso il bosco... almeno all'inizio sembrava sicuro, poi vi pare sempre più indeciso e titubante.

Correte tra un albero ed un'altro, attraversate siepi, inciampate su radici e venite rallentati dal cane dell'halfling.

Dietro di voi continuano ad ululare i lupi, senza mai perdere vantaggio su di voi, come se vi stessero alle calcagna. 

Infine giungete ad uno strapiombo che vi blocca il passaggio, in fondo ad esso un fiume corre rapido ma profondo, alla vostra destra, in lontananza, vedete quello che sembra un ponte pericolante, alla vostra sinistra notate una piccola cascata alla cima della quale il fiume è al livello del suolo.

Il mezz'orco vi guarda con sguardo perso. Io... non ricordo questo posto.

Dietro di voi, gli ululati si fanno sempre più vicini.

Link to comment
Share on other sites

@tutti

Spoiler

La cascata non è molto alta, circa dieci/dodici metri. Però voi siete a cinque/sei metri dal letto del fiume, dovreste scendere per attraversare sulla cascata. Inoltre non è un fiume molto lento, potreste rischiare di essere trascinati dalla corrente.

@Maya

Spoiler

Sai che l'acqua nasconde le tracce ed aiuta a mascherare gli odori. La cosa migliore per ingannare i lupi sarebbe muoversi con il fiume, con tutti i rischi del caso, ma anche attraversarlo potrebbe darvi qualche possibilità di disperderli.

 

Link to comment
Share on other sites

Maya

Attraversiamo il fiume lì! Dico, indicando la cascata ed il punto in cui il fiume stesso sembra guadabile forse contribuirà a cancellare le nostre tracce e cancellare il nostro odore...

Quindi guardo la Halfing, così piccola da sembrare una bambina, e dico forse è meglio se ti fai aiutare da lui... Indicando il mezz'orco.

Anch'io avrei bisogno di aiuto, probabilmente, quindi mi avvicino all'allievo di Frederick avgiungendo e tu aiuterai me...

Link to comment
Share on other sites

Guardate dove vi indica la tielfing: a circa venti metri alla vostra sinistra e cinque metri giù dal ripido dirupo. In fondo il fiume scende dalla roccia alla velocità della pioggia o poco più rapidamente, il letto del fiume sembra meno profondo che dove siete adesso, ma almeno all'altezza del ginocchio del mezz'orco. Le rocce sporgenti sono numerose, appuntite e piene di muschio, inoltre non sono abbastanza da creare un ponte di roccia attraversabile senza passare per l'acqua.

Grug guarda l'halfing. Posso portare lei, pesa come una piuma, ma non l'animale. Dice indicando il grosso cane. Sa nuotare?

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Similar Content

    • By Ian Morgenvelt
      Saint-Malo, 7 Luglio 2015, Ore 10.00
      La cittadina di Saint-Malo è una delle perle della Bretagna, soprattutto in questo periodo dell'anno, quando viene animata dal Folklore du Monde, uno dei più grandi festival folkloristici internazionali. Questa ricorrenza è anche una delle rare occasioni in cui la comunità sovrannaturale e quella umana riescono ad incontrarsi senza creare problemi: l'atmosfera festiva e le stravaganti iniziative degli umani permettono anche alle creature più eccentriche di camminare per strada senza temere di infrangere la Mascherata o imbattersi in quei folli dei Liberatori. 
      Ma quest'anno qualcosa sembra essere andato storto, attirando una vera e propria tempesta sul festival. Il ritrovamento del cadavere tra le vie della Citè, la vecchia cittadella edificata dai nazisti, e la strana pioggia gelatinosa che ha "bagnato" la città durante la notte hanno attirato l'attenzione di diversi individui, più o meno raccomandabili. Il festival ha ripreso il suo programma, ma è chiaro a tutti come qualcosa si stia muovendo in città, qualcosa che potrebbe sconvolgere questo tranquillo porto bretone. E, indirettamente, ne siete stati coinvolti anche voi. 
      Amy, Andrea, George, Marcel, Oisin, Petras
      Tutti
      Nota
       
    • By MasterX
      Ok bois credo che sia meglio aprire un qualcosa di separato non vorrei gonfiare la sessione organizzazione. allora per il mondo di gioco pensavo ad un qualcosa piuttosto vecchio avrà tipo 12 miliardi di anni. che ha avuto un periodo di formazione durato 15-20 anni (grazie agli dei), prevalentemente pianeggiante (con delle zona montagnose e poche zone collinari) , con un'aria bella grossa aria desertica (stile deserto del gobi/area ex vulcanica) Chiamato i terreni Cinerei tutt'ora ancora fumanti. per il livello di acqua pensavo un 60%/70%  o qualcosina in più come la terra. (il pianeta è grande come saturno circa qualcosina in più) , il livello di tecnologia è verso il 1600 ma solo alcune zone predilette possiedono una tecnologia simile , il resto e praticamente medievale o rimasto all'età della pietra/bronzo. passatemi i termini non nascondo che ci potrebbero essere cose (passatemi il termine) Sandalpunk , Stonepunk e Swordpunk. per la mappa del mondo di solito uso un generatore casuale. ma se volete o conoscete un'qualcosa di migliore posso provare a costruire qualcosa ad ok. appena posso posterò dei messaggi dedicati alle razze e alle divinità. per qualsiasi idee/spunti per il mondo di gioco scrivete qui e vediamo un pò. 
    • By Ian Morgenvelt
      Nome dell'ambientazione: 
      Pianeta Terra, anno 2015: all'oscuro della maggior parte dell'umanità, le creature dei miti e delle leggende hanno continuato a prosperare, integrandosi nella nostra società e modificandola profondamente.
      Temi
      Temi principali
      Come nelle fiabe: Le leggende, i miti, le fiabe e l'epica… sono tutti metodi con cui l'umanità ha tramandato le imprese di esseri fondamentalmente diversi da loro. Dei, "lupi cattivi", streghe, troll ed elfi sono molto più reali di quanto si possa pensare, come sapevano gli antenati degli uomini moderni: le storie non erano solamente racconti per allietare una serata, ma avvertimenti su questo mondo tanto affascinante quanto pericoloso.
      Questi esseri, ormai dimenticati o scherniti, non sono certo spariti nel nulla: sono cambiati, ma hanno mantenuto i loro ruoli narrativi. E, soprattutto, vivono tutt'ora in mezzo a noi, nascondendosi sotto pelli mortali e penetrando in profondità nella società moderna. O fuggendo totalmente da essa, infestando luoghi che tutt'ora vengono guardati con timore irrazionale: da dove nascerebbero le leggende metropolitane, altrimenti? La Grande Mascherata: Le storie del passato sono state dimenticate o guardate come sciocche superstizioni con cui si trastullavano i nostri avi. E proprio per questo la maggior parte delle persone si rifiuta di credere al soprannaturale, anche quando viene messa di fronte a prove inconfutabili. Il cervello umano non riesce ad accettare che possa esistere qualcosa di tanto assurdo, in grado di farci sentire totalmente inermi e impotenti: per questo ogni uomo attiva una sorta di meccanismo di autodifesa, razionalizzando qualunque avvenimento a cui assiste. La deflagrazione infuocata creata dal mago? Una fuga di gas, non c'è dubbio! E quelle fotografie spaventose di un lupo sono chiaramente il frutto della mente fantasiosa di un appassionato di Photoshop. E via dicendo.  I Liberatori: Non tutti gli uomini sono ignari del soprannaturali. Parte di loro sono dotati della capacità di vederlo e comprenderlo, che sia una benedizione (o maledizione) di famiglia o semplice arguzia. E, ovviamente, alcuni di loro sono in grado di comprenderne i vantaggi. Ma la reazione più comune è indubbiamente un'altra: la paura.
      E' proprio per questo che sono nati i Liberatori, una società che vuole eradicare il soprannaturale e far tornare l'umanità sul trono che si è affibbiata da sola. Molti li conoscono come semplici complottisti da forum, folli che continuano ad insistere sull'esistenza dell'area 51 o sulle prove dei presunti avvistamenti di fate e folletti. Ma pochi conoscono ciò che vi è realmente dietro: questi uomini e queste donne sono un vero e proprio esercito, pronto ad eseguire il proprio compito con cieca devozione. Diverse creature lo hanno imparato a proprie spese: anche un drago non può nulla contro una folla armata di fucili automatici.  La tua vita per la tua Nazione: Le persone che sono certamente state in grado di sfruttare il soprannaturale sono i capi di stato (sempre ammesso che siano realmente tali). La magia e l'occulto sono regolati da leggi, come tutti gli altri aspetti della vita quotidiana, anche se tendono ad essere più blande e permissive, per non limitare le occasioni offerte da questi poteri. Una delle più famose è il cosiddetto Servizio Eterno: la necromanzia, la tradizionale magia nera, non è illegale, a patto però che il mago abbia un Sigillo statale. Sigillo che comporta la possibilità di venire arruolati per controllare gli "uomini" che difendono il proprio stato: gli eserciti e parte delle unità di polizia (in base ai singoli stati) sono innocenti sacrificati e rialzati da oscuri riti, spesso dotati di un istinto animalesco ed un cervello semplice. L'unica cosa che riesce a tenerli a bada è il potere controllato dai necromanti, in grado di farli ballare come marionette. E non sempre per il bene della patria.  Temi Secondari
      Cabala di potere Gli arcanisti sognano pecore elettriche I signori del crimine Il nemico alle porte Il tempo è denaro La rottura del patto Venti di magia
    • By Ian Morgenvelt
      @Athanatos @Cronos89 @Ghal Maraz @PietroD  @Pippomaster92 @shadizar @Tarkus @Zellos 
      Come vi avevo anticipato, con la creazione dei Volti abbiamo terminato di creare l'ambientazione. Noterete che abbiamo ancora molti dettagli da tratteggiare e molti buchi da riempire: è una cosa voluta, in questo modo sarete libero di aggiungere tutti i dettagli che vorrete con i vostri personaggi.
      E, infatti, inizieremo proprio a crearli a partire da questo post. Vi guiderò passo per passo, approfittandone per spiegarvi le regole del sistema, così che abbiate modo di "digerirle" e farmi tutte le domande del caso. 
      Partiamo dalle base, ossia la risoluzione dei conflitti: qualunque sfida viene risolta tirando 4 dadi a 6 facce abbastanza particolari, a cui viene poi sommato il valore dell'abilità che si vuole utilizzare per superare l'ostacolo. I dadi, in particolare, variano tra -1 e +1 (1-2: -1, 3-4: 0, 5-6:+1), fornendovi così un bonus che può variare tra -4 e +4. Vi spiegherò in maniera più specifica il funzionamento delle prove e dei combattimenti quando vi avrò introdotto le abilità, ma iniziate pure a farmi tutte le domande che volete sulla questione. 
      La prima cosa che dovremo definire saranno gli Aspetti, il centro del personaggio e dell'intero sistema. Un Aspetto è una breve frase che descrive un luogo, una situazione o, in questo caso, un personaggio. La frase che utilizzate deve essere facilmente inseribile in un discorso: per poterli utilizzare per influenzare le meccaniche, infatti, dovrete inserirli direttamente nella narrazione. 
      I vostri personaggi saranno definiti da un totale di cinque Aspetti: il Concetto base, il Problema, la Relazione e due Aspetti liberi. Inizieremo a focalizzarci sui primi due, che saranno il fulcro del vostro personaggio.
      Il Concetto base indica la sua identità, le sue parti essenziali. Dovrete quindi scrivere una breve frase che lo riassuma ("Il nuovo Cavaliere Nero", "Guardiano del Tempio di Efeso", "Mago folle"...) e una descrizione di qualche riga che presenti il personaggio. Non scrivete il background completo, solamente le sue caratteristiche principali e la sua identità.
      Il Problema, invece, rappresenterà un difetto del vostro personaggio. Deve essere qualcosa che renda la vita del vostro PG più complicata: potrebbe trattarsi di una vera e propria debolezza, come quelle di molte figure mitologiche (il calcagno di Achille o i capelli di Sansone, per dire), di un rapporto complicato con un familiare/amico/conoscente, un nemico molto importante... Qualunque cosa vi venga in mente, insomma. Anche in questo caso dovrete scrivere una breve frase per riassumerlo e una rapida descrizione. 
      Una volta che avremo definito Problema e Concetto base vi spiegherò il funzionamento della risorsa più importante del gioco (i punti Fato) e la sua influenza sugli Aspetti. 
      Nota finale, staccata dal resto: come volete che gestisca il tiro dei dadi? Lo delegate completamente a me o preferite usare una app/sito per tirarli voi? E sareste eventualmente interessati ad un canale di chat più diretto rispetto al forum, per chiedere dubbi vari (e riempirlo di spam, meme e cagate varie, come parte di voi ben sanno)?
    • By Ian Morgenvelt
      @Athanatos @Cronos89 @Ghal Maraz @PietroD  @Pippomaster92@shadizar @Tarkus @Zellos 
      La campagna di FATE è ufficialmente aperta! Giocheremo una prima avventura e partiró da quella per creare la campagna. Io posterò ogni due giorni e vi chiederei di essere costanti: voglio tenere un buon ritmo. Ovviamente non ci sono problemi di nessun tipo se non avete nulla da dire o se siete troppo impegnati: basta che mi scriviate in privato per avvisarmi. 
      In questi giorni, mentre finisco Lady Blackbird con parte di voi, vorrei iniziare a fare il punto della situazione per organizzare i prossimi passi. Vorrei quindi che mi diceste se conosciate FATE e, nel caso, quanto lo conosciate: nel caso partiate da zero non dovrete preoccuparvi, ci penserò io a guidarvi nella creazione del PG (e, in ogni caso, il sistema è molto semplice). Potete intanto dare un'occhiata al regolamento, che trovate linkato in "Link Utili": useremo FATE condensato, che è una versione leggermente migliorata di FATE core (se conoscete il secondo conoscete il primo, di fatto).
      Prima di riflettere sui PG, però, dovremo creare l'ambientazione in cui verrà ambientata l'avventura. Per farlo useremo un metodo che ho creato pescando materiale da varie fonti: ognuno di voi dovrà proporre due "temi", che possono essere media vari (libri, film, canzoni...), veri e propri aspetti che vorreste approfondire (esempio: "Magia oscura e misteriosa" o "Mondo distrutto"), particolari luoghi o qualunque altra cosa che vorreste rendere un tratto caratteristico dell'ambientazione. Ognuno di voi avrà quindi 3 voti a sua disposizione e un veto, un voto che potrete usare per bloccare un tema proposto da un altro giocatore e che, ovviamente, non siete obbligati ad usare. I quattro temi con più voti saranno le caratteristiche principali dell'ambientazione, mentre gli altri saranno aspetti marginali e di minore importanza. Io raccoglieró il tutto e definirò quindi il mondo sulla base di quanto uscito.
      Passeremo quindi a creare i Volti, dei PNG che rappresentano un tema. Ogni tema avrà un Volto favorevole e un Volto contrario: ognuno di voi dovrà sceglierne uno e creare il corrispondente PNG. 
      Prima di iniziare a proporre i temi dovremo definire il genere della campagna (anche a grandi linee: nulla ci vieta di inserire degli elementi più fantasy in un'ambientazione fantascientifica, ad esempio): iniziate a discuterne tra di voi e vedremo cosa uscirà. L'unico "veto" che metto è sull'horror: non penso di essere in grado di narrare una vera e propria avventura di questo genere, al massimo potrei inserire alcuni elementi più inquietanti o gotici.
      Voti
      Cabala di potere: 2 Come nelle Fiabe: 4 Gli arcanisti sognano pecore elettriche: 2 I signori del crimine: 2 Il nemico alle porte: 1 Il tempo è denaro: 1 I liberatori: 3 La tua vita per la tua Nazione: 3 La grande mascherata: 4 La rottura del patto: 1 Venti di magia: 1 Veti
      Devils (and Angels) may cry Mondi che collassano
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.