Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Una Estate in Città - Lankhmar, la Città dell'Avventura

Articolo di J.R. Zambrano del 04 Luglio 2019
Volgiamo lo sguardo verso il passato e verso una delle più grandi e vivaci città di D&D. Se siete affamati di avventure urbane, date un’occhiata a Lankhmar, la Città dell'Avventura.
Ogni eroe proviene da un qualche luogo. Nascosta nelle profondità del regno di Nehwon, troverete una delle città più interessanti di sempre. Potete dire che è interessante perché dei borseggiatori vi attendono per derubarvi del vostro oro, è piena di distretti, trame, intrighi e risse, e sicuramente si tratta di una delle più influenti ambientazioni di D&D, ma non per la ragione alla quale state pensando.
Possiamo affermare con tranquillità che, anche se non avete mai letto nessuno dei racconti di Fritz Leiber su Fafhrd e il Gray Mouser, ne siete comunque stati influenzati. Come nota a margine, se non li avete letti dovreste comunque concedere una possibilità alla prima raccolta: sfogliarla e leggerla dopo aver giocato a D&D è un'esperienza affascinante. È qualcosa di similare al tornare indietro e vedere Robin Hood: Il Principe dei Ladri, ma solamente dopo aver visto Robin Hood: Un Uomo in Calzamaglia. Inizierete a vedere le radici storiche e tutti i piccoli riferimenti presenti nel gioco.

Anche solo l’idea stessa di “avventuriero”: Fafhrd e il Gray Mouser venivano spesso assunti e non erano schizzinosi sul chi lo faceva. Di fatto erano sovvenzionati da una coppia di arcanisti: Ningauble dai Sette [di solito sei] Occhi e Sheelba dal Volto Senza Occhi (tra i due ottenete un numero di occhi leggermente più normale della media, ma comunque entro parametri accettabili). Ma molto di ciò che pensiamo in relazione ai personaggi di D&D proviene da questa coppia: Fafhrd, un alto Barbaro che è abile nell’arte della spada e con le canzoni, e il Gray Mouser, un agile ladro che conosce sia l’arte della spada che quella della magia. La loro amicizia è leggendaria. Se volete, potete considerarli i primi murder-hobo.
E la città che chiamano casa può essere definita un personaggio tanto quanto loro due: profondamente corrotta, questa città marittima è la dimora di briganti e banditi nascosti dietro giusto un velo di apparenza sociale. Lankhmar di facciata è governata da un Sovrano e dalla nobiltà che lo segue, ma ci sono anche una potente Gilda dei Ladri, della quale i nostri (anti?)eroi fanno parte, una città sotterranea popolata da magici ratti senzienti e nomi evocativi che invitano ad esplorarla ulteriormente: Via del Buon Mercato, Vicolo delle Ossa (oppure l’incrocio tra Vicolo dell’Omicidio e Vicolo della Morte).
Se avete mai vissuto un’avventura urbana in D&D, è in larga parte per merito di Lankmar (che ha anche dato ad Ankh-Morpork un po’ di vita). Dunque fate attenzione ai lacci delle vostre borse E all’odore, e addentriamoci nella città di Lankhmar.
Nehwon

Posta nel mondo di Nehwon (oppure Nowhen per quelli di voi che non pronunciano compulsivamente nomi bizzarri al contrario per vedere se sono degli indizi)* Lankhmar è, come dicevamo, una città marittima, segnata come (40) nella porzione più a nord del continente isola centrale, che si chiama a sua volta Lankhmar, così chiamato proprio in virtù della sua più grande e celebre città.
Gran parte del mondo di Nehwon è sottomarino. I mari sono vasti e hanno inghiottito gran parte della terra, lasciando solo una ridotta parte del mondo da esplorare. E sebbene i personaggi possano immergersi al di sotto delle acque con l’aiuto della magia, finirebbero solamente per imbattersi nel Re dei Mari, che è tanto capriccioso quanto potente, per cui le visite di lunga durata non sono consigliabili.
Esplorando la superficie di Nehwon troverete un’ampia varietà di continenti che sembra stiano solo aspettando degli avventurieri che li deprivino dei loro tesori (il che, dato che il mondo esisteva affinché Fafhrd e il Gray Mouser potessero vivere della avventure nello stesso, ha senso). Che si tratti della perduta e arcana Simorgya, che affondò, come Atlantide, al di sotto delle onde, lasciando in vita solo sopravvissuti amareggiati per la loro antica gloria; degli imponenti picchi della Rampa delle Stelle, una gigantesca montagna che si dice sia la casa di un certo numero di creature invisibili con strane abilità magiche (o di cinque maghi dotati di un dubbio senso dell’umorismo) o della città di Ool Hrusp (una delle Otto Grandi Città, ora governate da un tiranno folle a cui piacciono tutti i tipi di combattimento gladiatorio), troverete sicuramente qualcosa per il quale vale la pena avventurarsi nel mondo.
Lankhmar
Ma nessun luogo è migliore di Lankhmar, la Città della Toga Nera (non chiedete). Diamo un’occhiata:

Diamine, c’è davvero di tutto. Osservando la città dall’alto, potete vedere come è decisamente piena di strade principali e di svariati vicoli ciechi, capolinea e zone affollate. Proviamo a farci un’idea di alcuni di questi luoghi spostandoci di distretto in distretto. Per prima cosa esaminiamo il Distretto del Parco
Distretto del Parco

Così chiamato per l’infame Parco del Piacere, un luogo trascurato e trasandato che ha la funzione di centro per incontri sotto banco e attività illegali. Gode della reputazione di “territorio neutrale” per gli incontri del mondo malavitoso e al contempo della reputazione, legata al proprio nome, di luogo perfetto per gli incontri degli amanti, leciti od illeciti che siano.
Il distretto del Parco attira così tante attenzioni illecite perché è anche la sede di tutte le gilde in città, il che include la Gilda dei Gioiellieri, la Gilda dei Carpentieri, la Gilda dei Sarti con la sua illustre storia e rituali, i Carrai e i Granai. Se può essere d’aiuto al funzionamento della città, lo trovate in questo luogo. E proprio per questo ci sono anche i ladri.
Distretto delle Feste

Aha, adesso si ragiona. Un intero distretto dedicato alle Feste e, diversamente dagli altri distretti dove si prova a nascondere con nomi bizzarri il fatto che ci siano vari tipi di attività illegali in ballo, il Distretto dei Festival è esattamente ciò che viene affermato nel nome. In questo distretto potete sempre trovare una qualche celebrazione che si sta svolgendo. Solitamente ben illuminato e adornato con molti alberi, il Distretto delle Festa è la casa di arbusti in fiore, gruppi di statue e di tutti gli altri elementi cardine che potreste desiderare per una "scena di inseguimento".
Altri luoghi degni di nota in questo distretto includono il Forno di Yun, un’attività nota per l’eccellente qualità dei prodotti sfornati e per la generosità (non è però noto il fatto che i suoi proprietari sono seguaci del Dio Ratto e agenti dei ratti della Lankhmar di Sotto che un giorno potrebbero insorgere per vedere la città cadere), la Lontra Allegra, una locanda che fa da casa ai viaggiatori ed è curata da uno staff paziente e adattabile, che è abituato a cambiare approccio per adattarsi alla celebrazione del giorno.
Distretto della Palude

Poi viene il Distretto della Palude, il più piccolo e povero tra i distretti di Lankhmar. Qui tutto è in rovina. Trattandosi di una versione fantasy dei bassifondi, gli edifici del Distretto della Palude si trovano in vari stati di degrado e alcuni hanno spesso anche grossi buchi nei muri oppure sono privi di parti del tetto. L’odore di vegetazione marcescente riempie l’aria, eccetto nei momenti in cui si leva lo Smog Notturno, che costituisce una temporanea e asfissiante tregua dall’odore di cavolfiore marcio.
Poiché è decisamente povero, le Guardie di Lankmar preferiscono starne alla larga, lasciando le varie bande a gestirsi da sole. Cosa che in gran parte effettivamente fanno. Nel Distretto della Palude chiunque è un potenziale nemico (o alleato). La necessità è madre dell'ingegno, ma porta anche ad avere strani compagni di letto.
Distretto della Piazza

Casa della Piazza delle Delizie Tenebrose, questo distretto ospita anche il mercato che gli dà il nome, così come molte gilde minori, santuari, maghi elusivi, ladri e un Magistrato molto ricco e corrotto. Questo distretto è decisamente cosmopolita per gli standard di Lankhmar. Di giorno, il luogo di mercato che dà il nome al distretto è una normale piazza piena di umani, anche se si dice che sia il più grande dei mercati di Lankhmar.
Ma di notte, la Piazza delle Delizie Tenebrose tiene fede al proprio nome. Nuovi venditori prendono posto alle bancarelle e una luce rossa soffusa illumina i volti mascherati e velati di avventori che passeggiano per il mercato, facendo acquisti illeciti e cercando la necessaria privacy. La versione notturna della Piazza presenta ogni tipo e forma di bevanda e alcolico, insieme a strane, ma potenti pozioni, fini polveri e oggetti incantati. La Piazza vanta la fama di essere in grado di trovare qualcosa per tutti, non importa quanto siano oscuri oppure… ecco… particolari… i loro gusti.
Distretto del Contante

Tutti in questo distretto camminano sul filo del rasoio…
Anche in questo caso sono all'opera le care vecchie convenzioni onomastiche proprie di Lankhmar e dei suoi abitanti. Questo distretto è infatti quello finanziario. Qui vi sono banche, prestatori di denaro (quando non sono visitati da spiriti passati, presenti e futuri), cambiavalute, ricettatori, usurai, banchi dei pegni. Di base se è coinvolto del denaro, ci sono buone probabilità che stiate negoziando con qualche nel Distretto del Contante.
Punti di interesse comprendono la Gilda dei Finanziatori, un opulento edificio su quattro piani che è protetto da elaborati lucchetti, trappole, bestie e guardie armate che si trovano lì per fornire un’elevata e non necessaria sicurezza ai già scarsi contenuti del caveau dell’edificio - ovvero gli incassi della gilda. Questo è anche il luogo più sicuro per le guardie, che in questo distretto hanno ben poco da fare oltre che godersi il ricco paesaggio e ripulire l’occasionale intrigo andato male.
Meno male, abbiamo a stento terminato i primi distretti e le cose sono già andate per le lunghe. Dunque per ora la chiuderemo qui. Ci rivediamo la prossima settimana per la seconda parte di questo articolo. Scaveremo un po’ più a fondo tra i distretti e parleremo un po’ di più di alcuni dei racconti di Fafhrd e del Gray Mouser che hanno aiutato ad ispirare Dungeons and Dragons.
Per saperne di più su Lankhmar
Nel frattempo, mi chiedo cosa potrebbe celarsi nel distretto del Filetto?
*Guardate che semplicemente non volevo essere fregato da Dracula, questo è tutto, e sì, sto guardando te Alucard.
Link all’articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/07/dd-summer-in-the-city-lankhmar-city-of-adventure.html
Read more...

I Migliori Moduli per la 1E

Articolo di J.R. Zambrano del 10 Luglio 2019
Torniamo indietro nel tempo, ai giorni dorati in cui è ambientato Stranger Things 3, quando tutto ciò che si voleva fare era giocare a D&D e vedere Joe Keery essere la miglior persona possibile. Negli ingenui anni '80, quando si pensava che le riforme economiche di Reagan avrebbero funzionato e quando le spalline erano così grandi da poterci far atterrare degli elicotteri, D&D 1E stava prendendo piede. C'erano avventure sperimentali pensate per i tornei, avventure più vecchie ereditate dai primi anni dell'edizione e alcune avventure che mostravano accenni di ciò che sarebbe stata la 2E. Delle moltissime avventure per D&D in giro per il mondo una parte sostanziale sono del periodo della 1E. Oggi daremo uno sguardo al passato e a queste prime avventura, scegliendo cinque tra le migliori.
Quindi appendete al muro le vostre luci natalizie, mettendoci vicine delle lettere e tenetevi pronti.
Il Tempio del Male Elementale (The Temple of Elemental Evil)

Cominciamo con un grande classico, uno che si è ripetuto per un motivo. Si tratta di uno dei dungeon più iconici di sempre. Se avete giocato a D&D è facile che abbiate sentito parlare del Tempio del Male Elementale. Esso riassume perfettamente l'esperienza da 1E, con i giocatori che passano da essere avventurieri di basso livello "deboli, provati e praticamente senza soldi" fino a diventare abbastanza potenti da poter sfidare la demone Zuggtmoy.
Non si può essere più 1E di così. L'avventura comprende una cittadina dove gli avventurieri possono recuperare scorte e provviste e un dungeon multilivello pieno di mostri, trappole e pericoli che diventano sempre più grandi man mano che si scende.
Il Sinistro Segreto di Saltmarsh (The Sinister Secret of Saltmarsh)

Non è certo un segreto, sinistro o meno, che io adori la serie di Saltmarsh. Se Il Tempio del Male Elementale racchiude il concetto base dell'esperienza con la 1E, allora Saltmarsh rappresenta un distaccarsi da essa, avventurandosi in un mondo narrativo più vasto.
Invece di essere concentrati su un singolo dungeon, i giocatori si trovano immischiati nei problemi di una piccola cittadina e devono investigare misteri, organizzare alleanze con dei Lucertoloidi, combattere orde di Sahuagin e molto altro, mentre fanno crescere la propria reputazione e sono liberi di scegliere le proprie azioni e perseguire i loro scopi. Avventure come queste sono ciò che rende D&D così popolare al giorno d'oggi.
Ravenloft

Se Saltmarsh era un passo verso le avventure narrative, allora Ravenloft è stato un salto a piè pari verso gli abissi di quel genere e le storie basate sui personaggi. Si tratta di un modulo che ha cambiato il corso della storia di D&D. Tracy Hickman e Laura Curtis, marito e moglie, già all'epoca creatori di alcune delle migliori avventure di D&D, decisero di affrontare la sfida di creare una storia basata sui miti e sugli archetipi legati ai vampiri, senza far diventare il tutto un banale cliché.
Da allora Ravenloft ha dato vita ad una propria ambientazione, è stato riadattato in Curse of Strahd e continua ad essere uno dei punti di riferimento per i GdR gothic horror, cosa che fa capire quanto fosse di qualità tale modulo, dove è anche apparso per la prima volta nella storia di D&D Strahd von Zarovich.
Quando Cade una Stella (When a Star Falls)

Questo potrebbe essere uno dei moduli meno conosciuti di questa lista, ma è davvero una della migliori avventure in circolazione. Scritta dalla TSR UK, When a Star Falls è un avventura piena di sorprese e colpi di scena, che vede i giocatori alla ricerca di una stella caduta con l'intento di riportarla ai suoi veri proprietari. Questa avventura porta i personaggi in territori leggendari, catturando un senso di fantastico e di fiabesco in un'avventura che lascia il segno.
Regina dei Ragni (Queen of the Spiders)

Questo è il primo "supermodulo" di avventure, che racchiude al suo interno sette differenti avventure, cominciando con Steading of the Hill Giant Chief (ovvero la prima parte di Against the Giants) per finire con La Regina della Fossa delle Ragnetele Demoniache (Queen of the Demonweb Pits). I giocatori parteciperanno ad una di quelle avventure high fantasy che rendono D&D così divertente, sfidando giganti, scendendo nel Sottosuolo per combattere Drow, Derro e Kuo-toa per finire nell'Abisso dove affronteranno Lolth in persona (anche se solo nella forma di semi-dea).
Si tratta della prima avventura davvero epica della storia D&D e si nota.
Quali moduli pensiate siano i migliori della storia di D&D? Come si raffrontano con la nostra lista? Fatecelo sapere nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/07/dd-the-best-1st-edition-modules.html
Read more...

Gli Artefatti di Ravnica sulla DMs Guild

Artefatti di Ravnica, scritto da Luca Maffia e ora disponibile sulla DMs Guild, introduce 10 Oggetti Magici appartenenti al mondo di Magic the Gathering, riadattati per essere utilizzati in Dungeons & Dragons. Inoltre, in questo compendio completamente illustrato, sono descritti altri 26 Oggetti Magici originali ispirati al piano di Ravnica, tra cui:
10 Armi da Fuoco Magiche. 2 Oggetti Meravigliosi per potenziare le evocazioni dei personaggi. 3 set di Oggetti Magici che donano proprietà aggiuntive se indossati al completo. Nuove pozioni da portare nelle vostre avventure. Artefatti di Ravnica è disponibile in lingua italiana.

Read more...

Scopriamo gli Old School Essentials e Dolmenwood

Articolo di Charles Dunwoody del 04 Luglio
Garvin Norman ha fondato la Necrotic Gnome per produrre regole, avventure e ambientazioni per D&D Basic/Expert. Ha iniziato a giocare a D&D da bambino negli anni '80 ed è tornato a giocare da adulto con D&D 4E e Pathfinder. Dato che D&D Basic non ha regole per ogni cosa, richiede delle discussioni tra i giocatori e il DM, cosa che Gavin apprezza. Invece di tirare per cercare le trappole i giocatori descrivono cosa e dove stiano cercando, un altro aspetto che gradisce. Ha quindi deciso che vuole tornare a giocare con un sistema più semplice e più "aperto".

Anche se Gavin usa le regole basilari di Basic D&D così come sono scritte, adora creare classi, oggetti magici, incantesimi e mostri. Il suo primo lavoro pubblicato, il The Complete Vivimancer, è una classe che modifica i corpi per i propri fini. La sua passione per la creazione lo ha portato al suo primo Kickstarter, dove offre le regole di Basic/Expert non solo come un manuale rilegato, ma anche in cinque volumi separati. Mano a mano che la Necrotic Gnome pubblicherà altro materiale, le classi potranno essere scambiate con quelle vecchie o mischiate insieme. Le altre regole possono essere tranquillamente tolte od aggiunte. La modularità degli Old-School Essentials è fondamentale per il suo continuo sviluppo.
Gli Old-School Essentials, sviluppati e discussi con impegno nel blog della Necrotic Gnome, sono stati creati partendo dai B/X Essentials, una diretta riproduzione delle regole originali del 1981. Old-School Essentials include varie coppie di pagine con regole correlate, così che il manuale possa essere aperto e messo sul tavolo dando al DM tutto ciò di cui avrà bisogno.
Altri nuovi manuali sono già in fase di sviluppo, con classi e incantesimi da Advanced D&D 1E che stanno venendo convertite agli Old-School Essentials e altre regole in cantiere. Inoltre, Gavin ha creato un'ambientazione chiamata Dolmenwood in una serie di riviste.
Un eccitante novità è che Dolmenwood verrà rilasciata sia per gli Old-School Essentials che per D&D 5E. Il suo secondo Kickstarter riguarderà un manuale sull'ambientazione, con dettagli sulla storia e sul background e con 184 "esagoni" descritti (probabilmente espansi in un secondo libro). Un manuale del giocatore e uno dei mostri verranno pubblicati di lì a breve. Dolmenwood può anche essere inserita come luogo in un'ambientazione già esistente.
Un mondo composto da varie fiabe frammentate e mischiate, Dolmenwood unisce il raccapricciante, il bizzarro e lo psichedelico in una sorta di pozione stregata che viene rovesciata su una foresta piena di miti. Questo strano bosco arcano è la casa di signori ultraterreni degli elfi, di animali parlanti e di streghe volanti dotate di magie in grado di catturare i viandanti innocenti che passano nella foresta.
Dolmenwood è stata descritta solo in delle riviste ed avventure fino ad ora, ma il futuro manuale riceverà il "trattamento deluxe". Gavin si è posto come obiettivo di avere delle illustrazioni a colori per ogni mostro che sarà presentato nell'eventuale bestiario.
Galvin ha pianificato di sviluppare parallelamente le nuove regole per gli Old-School Essentials mentre lavora su Dolmenwood. Sta lavorando a delle regole post-apocalittiche, su mostri avanzati e tesori, su delle avventure e si sta mettendo d'accordo con i produttori di terze parti per il loro sviluppo. 
Gavin ha detto che tutte le edizioni di D&D hanno il loro fascino, i loro pro e le loro particolarità. Vale la pena provarle tutte, facendo tesoro delle differenti esperienze che possono offrire all'interno del mondo dei giochi di ruolo fantasy. E spera che i giocatori delle nuove edizioni di D&D provino le atmosfere delle origini con gli Old-School Essentials.
Gavin consiglia questo prodotto proprio ai giocatori di D&D 5E e Pathfinder, per capire come fosse giocare con le prime edizioni del gioco, pur mantenendo un aspetto moderno e un lavoro attento di editing. Ha un forte rispetto per le nuove edizioni di D&D, ma non per questo ignora quelle più vecchie. Vuole incoraggiare i giocatori a provare uno stile più rilassato e a parlare e disquisire con i propri DM, mentre il mondo viene esplorato con l'improvvisazione e le descrizioni.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/forum/content.php?6305-Gavin-Norman-Necrotic-Gnome-Talks-Old-School-Essentials-and-D-D-5E-Dolmenwood
Read more...

Le votazione per gli ENnies 2019 sono iniziate!

Articolo di Morrus del 10 Luglio
Ora potete votare i vostri editori, Giudici e prodotti preferiti per gli ENnies Awards 2019! La piattaforma di voto è stata aperta e sarà funzionante fino alle 05 di mattina del 22 Luglio

"Vi ricordiamo che seguiamo la regola "Una persona un voto" ed è fondamentale che questo principio venga rispettato. Se avete già votato per un prodotto e/o giudice, vi preghiamo di non farlo nuovamente. Vi preghiamo inoltre di non chiedere ad altre persone di votare più volte per migliorare i risultati di un prodotto o giudice. Inoltre, gli editori che supportano o umiliano pubblicamente tramite campagne online, su social e/o email durante il periodo delle nomination e delle votazioni non potranno vedere i loro prodotti scelti come premi per quell'anno. Questo include, ma non è limitato a, gli account ufficiali delle compagnie e dei gestori delle stesse.
Buona fortuna a tutti i nominati!
Non vediamo l'ora di annunciare i vincitori durante il Gen Con, il 02 di Agosto alla Union Station di Indianapolis (Indiana). Per tutti coloro che non potranno esserci, l'evento sarà disponibile come streaming dal vivo!"
Potete votare qui. E invece trovate qui la lista completa dei candidati.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/forum/content.php?6464-Voting-for-2019-ENnies-Is-Live!
Read more...
AndreaP

Altro GdR [TdG] Nameless Cults - The Pits of Bendal-Dolum

Recommended Posts


25 Marzo 1922 - Arkham NE

L’ufficio del professor Armitage era al piano terra nel corridoio che portava alla biblioteca. Non molto grosso oltre alla scrivania aveva una grossa libreria ricolma di libri e uno schedario.

Una finestra sulla parete di fronte alla porta dava sul parco del campus principale e al di la si vedeva il dormitorio dei figli della classe media.

L’odore di pipa riempiva l’aria 

Dietro una scrivania ricoperta disordinatamente di faldoni stava seduto il professore con la sua pipa in mano. L’uomo sui sessanta anni con barba e capelli bianchi e piccoli occhiali da lettura a mezza luna aveva sempre un sorriso sul volto.
Direttore della biblioteca da più di 15 anni il professor Armitage era considerato un’istituzione nell’Università

“Benvenuti” disse con tono cordiale “sono contento che siate venuti qui rispondendo al mio invito. Penso che molti di voi si conoscano ma forse è meglio che ci presentiamo”

Tutti i presenti avevano infatti ricevuto uno scarno biglietto che chiedeva loro di presentarsi a quell’appuntamento, in quanto l’Università voleva assegnare loro un incarico.

@all

Spoiler

Nel primo post mettete una breve descrizione del pg, non solo fisica, ma anche quello che gli altri sanno del pg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ludwig Von Weber

Descrizione:

Spoiler

Alto, dal fisico slanciato e in ottima forma. Per nulla massiccio ne particolarmente forte in quanto interessato più all'eleganza che alla brutalità del sollevatore di sacchi di sabbia. Veste sempre in maniera distinta, tal volta in completo bianco magari con una camicia grigia oppure con completo color ocra e camicia bianca od azzurra. Immancabile il gillette e la cravatta. Tal volta anche il papillon, dipende dalla giornata o magari dall'umore. È una persona estremamente curata, il volto ben rasato tranne per un paio di folti baffi arricciati. I capelli sono biondi e di media lunghezza, sempre ben pettinati. Gli occhi azzurro chiaro danno quasi sul grigio nelle giornate uggiose donandogli uno sguardo penetrante difficile da sostenere.
Non si separa mai dal suo bastone, simbolo vezzoso del suo status di nobile.

Informazioni dei pg:

Spoiler

Ludwig è un nobile tedesco emigrato in america nel 1913 dopo aver fiutato le prime avvisaglie dell'imminente conflitto.

E' una persona affascinante, spensierata ed un po' eccentrica. È un amante di tutto ciò che è bello, dalla musica alle donne. Non si è mai sposato perchè dice di avere lo stesso terribile problema di Casanova ovvero il non riuscire mai a dire di no. Perciò rifiuta di pronunciare un si ad una donna riservando, in questo modo, un no a tutte le altre.

Concordo in pieno professore! Penso che delle presentazioni siano d'obbligo. Caricando il peso sulla mano sinistra posata sul bastone, faccio un breve inchino. Il mio nome è Ludwig Von Weber. E' un piacere fare la vostra conoscenza.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Craig Babcock

Descrizione

Spoiler

Uomo dal fisico prestante, Craig è più alto della media, con capelli castano scuri lisci e ben curati, occhi verdi brillanti e luminosi e due baffi anch'essi tenuti con cura. Veste sempre in maniera elegante ma con abiti comodi, dal materiale pratico e funzionale

 

Quello che sapete di lui

Spoiler

Craig è un agente speciale appartenente agli US Marshall, di un ramo particolare della divisione SDI (Special Division of Investigation) che si occupa di casi insoliti o occulti; sapete che è molto pratico di armi da fuoco ma sa combattere bene anche a mani nude. Pur essendo un membro delle forze dell'ordine vi è capitato di vederlo infrangere la legge anche se solo se costretto a farlo

Signori, lieto di fare la vostra conoscenza dico alzandomi in piedi e facendo un cenno della testa Agente Speciale Craig Babcock, US Marshall

Torno poi a sedermi, spostando nuovamente lo sguardo sul Professor Armitage

Share this post


Link to post
Share on other sites

Terence Eamon Buell

Descrizione

Spoiler

Terence è un ometto sulla cinquantina, con corti capelli bianchi, più scuri sul limite inferiore della capigliatura, vispi occhi azzurri, e sicuro di sè. È un medico e un professore piuttosto apprezzato, possiede un piccolo ambulatorio che ha affidato a un suo socio più giovane, mentre lui preferisce fare visite a domicilio. I suoi pazienti sono spesso uomini facoltosi, a cui dà la priorità, ma nella sua agenda c'è anche spazio per clienti meno abbienti - occorre solo assicurarsi la sua attenzione.

Nonostante la corporatura piuttosto minuta sembra trovarsi a suo agio in molte situazioni e sembra avere molta fiducia in sé, forse questa fiducia è dovuta alla vita piena di successi, relazioni proficue e frequenti scambi di opinioni e interessi. Si mostra molto aperto e socievole verso coloro che catturano il suo interesse. Agli altri riserva delle parole cortesi di circostanza, talvolta falsamente amichevoli, senza trattenersi troppo nella maggior parte dei casi. Tuttavia ama entrambe le proprie occupazioni, quindi riserva le giuste attenzioni sia a pazienti sia a studenti, senza farsi influenzare dal proprio giudizio.

L'esile e slanciato medico si presenta all'ufficio del professor Armitage vestito con un completo ruvido ma leggero, colorato con una mélange di marroni molto scuri e spenti e con la giacca sbottonata, un gilet di maglia marrone che presenta una sottile linea bianca che separa il collo dal resto del gilet, una camicia leggera bianca con tessuto a quadretti e un cravattino di seta a righine verticali nere. Ha con sé la ventiquattrore che usa all'università. Un paio di piccoli occhiali dalla montatura dorata pendono dal collo e poggiano sul cravattino.

Non tutti i presenti conoscono i nomi della moglie e della figlia, ma tutti sanno che è sposato.

Terence sorride e annuisce alle parole del collega, e ascolta in silenzio le presentazioni di tutti. È curioso di sapere per quale motivo Henry lo ha invitato e perché si trova in questo singolare ritrovo di conoscenze di data più o meno vecchia.

"Io sono Terence Eamon Buell, professore di medicina e medico" accenna un inchino educato.

"Lieto di rincontrarvi, signori."

Poi esegue un veloce e contenuto cenno verso il collega e con un sorriso aggiunge, a bassa voce: "Ciao, Henry.".

Share this post


Link to post
Share on other sites

25 Marzo 1922 - Arkham NE

Bene” disse Armitage “presto ci raggiungeranno altri tre miei conoscenti che si uniranno al gruppo.”

Come accennavo vi ho chiamato poichè l’Università vorrebbe affidarvi un incarico nell’ambito di una spedizione che sta organizzando. La spedizione, finanziata da privati, sarà gestita da un mio giovane collega, il dott. Jeremy Morgan ed è diretta nella giungla del Centro America”

Il professore si fermò osservando le facce dei presenti

@all

Spoiler

 

Ho presupposto che i pg di @Zellos e @Pyros88e @Ghal Maraz non siano ancora arrivati.

Procedo pacatamente per dare loro tempo di aggiungersi.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Niklas von Aehrentha

Descrizione 

Spoiler

Niklas von Aehrentha è il primogenito del casato von Aehrentha, un importante casato di antica nobiltà asburgica che ha saputo mantenere potere dopo la abdicazione del potere imperiale. La madre di Niklas è una nobildonna inglese ed il curioso accento del giovane lo fa sempre riconoscere.

Il giovane è un ragazzone che dal portamento si direbbe aver passato tutta la vita in una accademia militare: spalle larghe, fisico ben allenato e mani grandi forse troppo callose e ruvide per un membro della nobiltà.  Alcuni gli darebbero meno dei suoi ventiquattro anni di età, forse per il volto perfettamente sbarbato ed ancora un poco infantile: il capello biondo è tenuto stranamente lungo, in una treccia tenuta sulla spalla e gli occhi di un bel verde paiono guardare curiosi ogni cosa.

È vestito alla moda, bei pantaloni marrone scuro, scarpe in tinta laccate in bianco, una camicia bianca con foulard al collo coperta da un panciotto con orologio con catenella. La giacca è portata dietro la spalla al momento, anch'essa marrone, con toppe ai gomiti. Il foulard è tenuto al suo posto da una spilla d'oro rappresentante l'aquila bicefala, un vezzo antiquato.

Cosa sapete di lui 

Spoiler

Come spesso capita negli ambienti più abbienti, il giovane Niklas è cresciuto sapendo che avrebbe avuto un posto di prim'ordine nel mondo, cosa che neppure la fine della prima guerra mondiale aveva messo in discussione. Cionostante, sembra che il ragazzo non abbia alcun desiderio di alcunché che non sia conoscere: conosce le basi di almeno due strumenti, alcune facili frasi in almeno sei lingue, si è dilettato in scultura e pittura. Ha ormai abbandonato casa ( forse a causa di un mezzo scandalo con una nobildonna inglese amica della madre) e si è dato al viaggiare, andando di festa in festa, di villa in villa, dove il suo nome possa aprirgli le porte. Nonostante abbia abbandonato gli studi è estremamente informato in storia e storia dell'arte. Alcune malelingue asseriscono che nei luoghi dove lui si presenta giungano i guai poco dopo...

 Preceduta da una leggera bussata, la porta si apre. 

"Con permesso, spero di non disturbare troppo." dico dando un occhiata all'interno per poi sorridere al professore. 

"Lieto di conoscerla dal vivo, professore!" esclamò con tono gioviale verso il professor Armitage, tendendogli già la destra per stringergli la mano. 

Mi volgo solo dopo agli altri, un poco imbarazzato. 

"Vogliate scusarmi, per la mia maleducazione. Sono un amico di penna del professore, piacere di conoscervi: il mio nome è Niklas von Aehrentha"

Edited by Zellos

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ludwig Von Weber

Mi rivolgo con stupore al nuovo arrivato:

Per chi parla tedesco:

Spoiler

Von Aehrentha? Un concittadino suppongo! Che piacere! Cominciavo a sentirmi solo da queste parti!

Torno a parlare dunque con il professore. Siedo su una poltrona ed apro un astuccio d'argento da cui estraggo una sigaretta. Spero non le dispiaccia professore. La porto alle labbra e la accendo. Prendo una profonda boccata e lentamente espiro il fumo. La giungla del centro America... Sembra interessante! Mi adagio sullo schienale. Finalmente qualcosa per curare queste insopprimibile monotonia!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carter Grant

Descrizione

Spoiler

Carter Grant è un uomo dall'aspetto abbastanza anonimo, con lineamenti semplici e non rimarcati, anche se non sgradevoli. E' piuttosto minuto, sia d'altezza, che di corporatura, sebbene non mostri segni di malessere o di gracilità. Porta i capelli castani piuttosto corti e la barba è accuratamente rasata. Non ha un'aria particolarmente gioviale, ma non ha neppure accenni di sgradevolezza. Porta comunque più che dignitosamente i suoi trent'anni fatti.

Indossa un completo grigio in fresco di lana, un tre pezzi pantaloni, gilet e giacca, sopra un camicia bianca ed abbinato ad una cravatta regimental bianca e blu. I polsini sono chiusi da dei semplici gemelli, abbastanza disadorni, e la catena in oro di un orologio spunta dal taschino.

E' un ricercatore archeologo piuttosto brillante, stakanovista e dotato di parecchia forza di volontà; sempre sui libri, o sempre in una qualche spedizione tra Asia ed Africa. In carriera ascendente anche all'interno della Miskatonic, Carter tiene diversi corsi come docente a contratto, quando non è in missione di studio. Aspira chiaramente ad una cattedra fissa, ma la sua prima preoccupazione è per il lavoro sul campo; motivo per cui, nonostante la quasi totale mancanza di vita sociale  - cosa ben nota al campus - e nonostante la sua disponibilità a tenere anche fino a tre corsi a semestre, finora non è riuscito ad ottenere un inquadramento stabile e definitivo.

Carter bussò, aspettando poi un invito ad entrare.

Non appena fu dentro, si guardò attorno, cercando di identificare le facce e riconoscere quelle note. Salutò con deferenza, rivolgendosi dapprima al solo Armitage: "Buonasera, professore. Ho ricevuto il suo invito; chiedo venia per il leggero ritardo, ma un paio di studenti troppo zelanti non mi lasciavano più andare. E chiedo ovviamente scusa a voi tutti, perchè temo di aver interrotto una conversazione".

Si guardò attorno, nuovamente. "Alcune facce, devo ammetterlo, mi sono nuove. Il mio nome è Carter Grant, studioso di archeologia ed insegnante. Con chi ho l'onore di parlare?".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dale Cooper (agente BOI)

descrizione

Spoiler

Dale Cooper è un giovane uomo dall'aspetto distinto. È un agente del BOI (Bureau of Investigation), un nuovo ente investigativo di polizia federale fondato una decina d'anni fa, dal quale ha preso un congedo formativo per seguire gli studi di Psicologia qui alla Miskatonic.

Dale è un uomo di indole buona e dai solidi principi morali, caratterizzato da uno strano manierismo, tale da entusiasmarlo quando è soddisfatto, un modo di parlare estremamente saggio, uno spiccato senso dell'umorismo, dei modi estremamente affabili ed un grande amore per le torte, in particolare quelle di ciliegia, e soprattutto per «una dannata tazza di buon caffè».
La più consueta delle abitudini di Cooper è quella di annotare su taccuino le sue osservazioni quotidiane e i suoi pensieri riguardo a cio di cui si sta occupando. Spesso Cooper dimostra anche una personalità introversa, dovuta al suo profondo interesse per il misticismo e la mitologia, in particolare quella tibetana e dei nativi americani. È inoltre di religione Buddhista Zen.
Dotato di un'intelligenza intuitiva speciale, che lo rende in grado di capire con grande facilità quando qualcuno sta mentendo, nonché di intuire i sentimenti tra un uomo e una donna al primo sguardo, Cooper è essenzialmente un ottimo detective, nonché un agente del BOI finemente addestrato sia nel combattimento a mani nude che nell'uso delle armi da fuoco.

cosa sapete di lui

Spoiler

Nulla. Potreste ricordare di averlo già visto in giro per il campus ma non sapete che cosa lo porti alla Miskatonic.

Busso alla porta ed aspetto che dall'altra parte mi si dia il permesso di venire avanti.

Una volta dentro vedo che all'incontro non sono stato invitato solo io, la cosa non mi sorprende affatto, ma mi incuriosiscono le così variegate figure che, me compreso, sono state riunite. Alcune sono facce che ho già visto in giro, uno o due quasi sicuramente dovrebbero essere sei docenti, delle altre invece o non ho informazioni in particolare, anche se alcune ricordo di averle già viste in giro. Nessuno di loro mi conosce personalmente e non essendo una figura di spicco del campus mi presento subito: "Salve, sono Dave Cooper, laureando in Psicologia e detective del BOI." dico con un sorriso affabile per poi cercare un posto libero dove potermi sedere ed unire alla conversazione dopo aver stretto le mani offerte in saluto dagli altri individui che facciano le presentazioni.

3c7539faf0474f71e78ab6f831250d18.jpg

Edited by Pyros88

Share this post


Link to post
Share on other sites

Niklas von Aehrentha

In tedesco 

Spoiler

"Oh, è sempre un piacere trovare qualcuno che non sia un "coloniale". Sbaglio o forse ci siamo visti al gala della ereditiera Fitzgerald settimana scorsa?. Ridacchio un poco.

"Comunque dal vostro accento direi che siete un figlio del Kaiser...mentre io sono un figlio dell'Imperatore." Sorrido.

Dopo aver parlato un poco con Von Weber ed aver leggermente ridacchiato, mi volgo verso l'ultimo arrivato ( non prima di essermi presentato all'archeologo però)

Inarco un poco il sopracciglio all'ultimo arrivato, chiaramente incuriosito. 

"Detective di cosa? Non ho mai avuto gran memoria per le sigle..." 

Edited by Zellos

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ludwig Von Weber

In tedesco

Spoiler

Ecco perché il suo mi sembrava un volto noto! Non potevo certo mancare alla festa della dolcissima Adeleen!

Esattamente. Sono figlio del Kaiser per così dire... Comunque sia, padri diversi ma la Madre Lingua è sempre la stessa! Hahaha!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dale Cooper (detective federale)

"BOI, Bureau of Investigation. Molti dei tecnici e ricercatori dell'Agenzia, vengono proprio dalla Miskatonic o da Harvard." spiego pacatamente all'ospite straniero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

25 Marzo 1922 - Arkham NE

“Bene ci siamo tutti ora” disse il professore. L’ufficio era ora stipato di persone

Come dicevo il mio giovane collega Jeremy Morgan sta organizzando una spedizione finanziata da fondi privati nella giunga del centro America. Lo scopo della spedizione è scoprire il fato del Dottor Eric Williamson, uno dei mentori di del dott.Morgan nonché suo buon amico.”

“Tre mesi fa il dott. Williamson stava facendo una spedizione in quella stessa giungla per mappare delle rovine Maya. Tutti i contati con la spedizione furono persi due settimane dopo la partenza della spedizione e non fu più trovata alcuna traccia.”

“Morgan desidera ritrovare la spedizione precedente e continuare il lavoro di Williamson: su questo ha trovato dei fondi e mi ha chiesto di cercare un gruppo che lo accompagnasse.” Per questo ho pensato a voi: le vostre competenze mi paiono perfette per questo genere di missione. Ovviamente l’Università finanzierà il viaggio”

Fece una pausa.

@all

Spoiler

Come riportato in firma in questi giorni ho delle difficoltà a postare. Ho preferito quindi fare il post ordinario, per muovere il gioco, rimandando a domenica le considerazioni su come vi conoscete. Mi scuso. Sicuramente poi faccio un recap. Nel frattempo tutte le idee che avete espresso mi paiono valide: quindi portatele pure avanti nei dialoghi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Craig Babcock

Quando il giovane agente del BOi si presenta, inarco un sopracciglio

Avevo sentito parlare di questa nuova agenzia federale dico rivolto a Dale con un leggero sorriso sul volto Anche se non capisco a cosa serva per il momento..

Torno poi a rivolgere la mia attenzione al Professor Armitage

Interessante.. dico dopo che l'uomo di scienza ci ha spiegato il motivo della sua convocazione Il Dott. Williamson aveva inviato qualche notizia prima di sparire?

Share this post


Link to post
Share on other sites

25 Marzo 1922 - Arkham NE

Armitage scosse la testa alla domanda di Craig “L’ultima sua notizia è stata una comunicazione via telegrafo la sera prima di lasciare Belize, la città dell’Honduras Britannico da cui è partita la spedizione. Diceva che avrebbero risalito il fiume Belize come da piano.”
“Molti pensano che la spedizione abbia intralciato trafficanti di reperti Maya e Atzechi e che quindi non ci siano speranze di ritrovarla. Il dottor Morgan tuttavia pensa che valga la pena provarci, e in ogni caso il valore scientifico della spedizione è tale da aver permesso di trovare finanziatori.”

@Carter

Spoiler

Carter non conosceva di persona il dottor Morgan: pur molto rispettato nei circoli accademici per le sue ricerche nell’Archeologia, il giovane professore associato non aveva fatto pubblicazioni ne frequentato la facoltà negli ultimi anni per via di un periodo sabbatico che si era preso per problemi di salute.

@Carter e Dale 

Spoiler

Il professor Williamson era uno studioso di cultura Maya molto esperto e conosciuto: tuttavia era considerato dalla comunità scientifica come una persona eccentrica per alcune teorie sulla civiltà Maya che da molti non erano accettate

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ludwig Von Weber

Ascolto con attenzione le parole del professore. Aspiro una boccata dalla sigaretta con atteggiamento pensoso. Dobbiamo dunque aspettarci dei problemi? Potrebbe essere rischioso immagino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Terence Eamon Buell

Il medico si passa per qualche secondo l'indice tra i capelli dietro l'orecchio destro. Poi risponde "Immagino di sì, signor von Weber. Ma cos'è la vita senza un briciolo di pericolo?" gli sorride, nonostante lui e Niklas abbiano dimostrato maleducazione parlando in tedesco tra di loro.

A Henry "Piuttosto, dov'è ora il dott. Morgan, se è lecito saperlo?"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dale Cooper (detective BOI)

"Il Governo ne è già a conoscenza? Quando un cittadino americano scompare è bene informare subito il Ministero degli Esteri." dico non potendo prescindere dal mio ruolo di agente del governo nel venire a conoscenza di un fatto simile.

Share this post


Link to post
Share on other sites


25 Marzo 1922 - Arkham NE    

“Temo ci saranno dei pericoli” disse Armitage rivolto a Ludwig “ma devo dirle che queste spedizioni nelle terre selvagge ne presentano sempre. Questa non sarà diversa temo”

Poi si rivolse all’amico “Jeremy è già a Belize. Sta organizzando la spedizione con dei locali. E attende che il gruppo che l’università dovrà mandare lo raggiunga.”

Poi aggiunse rivolto a Dale “Ogni volta che parte una spedizione, l’Università informa il ministero per ottenere i visti ed i passaporti. Anche questa volta è stato fatto, e quando  Eric è scomparso abbiamo ovviamente preso contatto con il console nell’Honduras Britannico. Inutilmente purtroppo”

“Ovviamente sarete ricompensati dall’Università. E se lo vorrete il vostro nome potrà essere apposto come seconda firma nei paper che  il dottor. Morgan pubblicherà al rientro.” concluse

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.