Jump to content

PaoloDisa

Ordine del Drago
  • Posts

    45
  • Joined

  • Last visited

About PaoloDisa

  • Birthday 02/10/1995

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Ancona
  • GdR preferiti
    D&D

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

PaoloDisa's Achievements

Studioso

Studioso (5/15)

  • Dedicated Rare
  • Reacting Well Rare
  • One Year In
  • First Post
  • Collaborator

Recent Badges

7

Reputation

  1. Q 1639 1) Posso "grapplare" e buttare a terra l'avversario nello stesso momento? 2) Una creatura da me grapplata, può essere usata come arma improvvisata per colpire un'altra creatura?
  2. Buonasera a tutti, sto per iniziare una mini campagna al livello 14. Volevo creare un pg che fosse abbastanza resistente e fungere da grappler. Pensavo o a un battlemaster per manovre interessanti tipo grappling strike (consigli su altre manovre utili?), lo stile di combattimento disarmato e avere accesso a tanti aumenti di caratteristica per avere For 20, tavern brawler e skill expert su atletica. Ragionavo poi sull'aggiungere magari qualche livello da barbaro e fare 11 battlemaster/ 3 barbaro bear totem per l'ira e quindi vantaggio alle prove di atletica; in questo caso manterrei i 3 attacchi del guerriero ma perderei ben due talenti o Asi. Cosa ne pensate? Avete altri suggerimenti di build? Ho però 2 limitazioni. Devo per forza essere un nano, e non posso utilizzare il Rune Knight per motivi di ambientazione.
  3. Q 1635 Per quanto riguarda la spell Animate objects: 1. Gli oggetti possono attaccare durante lo stesso turno in cui li ho evocati, dopo aver dato loro il comando con l'azione bonus? 2. Dopo aver usato l'azione bonus al primo turno per dare loro il comando, nei turni successivi gli oggetti continuano a seguire il comando precedente? Posso quindi riutilizzare l'azione bonus come voglio nei turni successivi al primo?
  4. Ma il bersaglio deve essere accondiscendente per tutta la durata del lancio dell'incantesimo giusto? cavolo individuazione dei pensieri è fantastico, l'unica pecca è che il bersaglio è a conoscenza del fatto che io sto sondando la sua mente, potrebbe essere un'arma a doppio taglio. Comunque grazie mille dei consigli provo a buttare giù una lista degli incantesimi. Abbiamo anche accesso a degli oggetti magici tra cui 1 molto raro 1 raro e 1 non comune, qualche idea interessante che non riguardi troppo il combattimento? C'è qualcosa di meglio della solita staffa del potere?
  5. Conoscenza delle leggende non lo conoscevo neanche, però non mi è molto chiaro il suo funzionamento, potreste farmi un esempio pratico? Comunque tutti spunti interessanti, pensavo di aggiungere il sempre verde suggestione di massa che può tornare molto utile, e potreste suggerirmi qualche utilizzo interessante di "contingency"? Inoltre un bel simulacrum come lo vedreste?
  6. Ciao a tutti, sto per iniziare con i miei compagni una mini-campagni a sfondo "politico", saranno presenti quindi molti dialoghi, trame politiche, inganni, discussioni più o meno pacifiche, investigazioni e solo pochissimi combattimenti. Volevo creare un pg Mago puro di 13° livello, scuola di illusione. Quali sono secondo voi gli incantesimi Fondamentali per affrontare una campagna del genere? Magari incantesimi di illusione, o magari per leggere nella mente delle altre persone, per controllarle contro il loro volere, per estrapolare informazioni, per nascondersi o per rendersi utili in generale. Grazie a tutti
  7. Q1631 Come funziona booming blade con il bladesinger? Cioè posso fare un attacco con booming blade e un attacco normale nello stesso turno? Grazie
  8. Io sono di un parere quasi opposto, secondo me l'interpretazione del personaggio è fortemente collegata alle caratteristiche. Per me un pg con forza 8 semplicemente non è forte ed è poco muscoloso. Se sfondo una porta o sollevo qualcosa di pesante semplicemente ci riesco perchè sono forte, al contrario magari conosco benissimo la fisica, le leve, l'equilibrio ecc ma non avendo un briciolo di forza non riesco a mettere in pratica ciò che so in teoria. Avrebbe più senso forse dire, ok ho un pg che ha forza 8, il mio pg pensa di essere muscoloso e si descrive come tale, ma in realtà non lo è per niente. In una quest logica un pg con 8 int può tranquillamente arrivare alla soluzione corretta ma in un modo non convenzionale, quindi non seguendo un ragionamento accurato, ma più con azioni dettate dall'istinto o dalla casualità questa è una questione che riguarda il carattere del pg, la mia era più una domanda sul come interpretare le caratteristiche mentali. No farmi dare tutte le risposte alle quest è un pò eccessivo, ma un mago con 20 int che ha passato la vita intera sui libri è chiaro che abbia accesso a conoscenze che al barbaro orco sono estranee, non sta ai giocatori metterci l'ingegno, ma sta ai giocatori interpretare le caratteristiche che hanno assegnato ai propri pg. Questa cosa già la facciamo tutti più che altro per appassionarci alla storia che stiamo vivendo, magari uno che sta interpretando un pg con scarsa memoria può "far finta" di non ricordare nulla, questo si. Diciamo che il problema che sta alla base è anche che le caratteristiche alte le scegliamo anche per rendere il pg performante, quindi ho scelto di mettere int alta sia perchè volevo interpretare un pg intelligente, studioso, colto ecc ma anche perchè le abilità dello scholar vanno su intelligenza (lo scholar può tirare su medicina con int oltretutto). Quindi viene da chiedermi sono le classi che giochiamo che ci indirizzano a una specifica interpretazione del personaggio? Qualcuno ha mai fatto un mago stupido? In questo senso le classi ufficiali che abbiamo sui manuali sono alquanto limitanti, come posso fare un pg intelligente e studioso di medicina se nelle classi non trovo una rappresentazione meccanica dell'idea di interpretazione che mi ero prefissato per il mio pg. Questa discussione mi sta facendo pensare molto, ma allo stesso tempo mi sorgono sempre nuovi dubbi 😅
  9. Scusate se vado un po' OT, ma volevo chiedervi: quanto pensate sia utile prendere spunto/imparare a ruolare da una cosa come Luxastra, non pensate si discosti un po' troppo dal gioco di ruolo vero e proprio? Non so, ma io la vedo molto di più come una "serie tv" a sfondo d&d.
  10. Wow, sono contento di aver creato una discussione che vi interessa e che ha sviluppato anche idee contrastanti. Diciamo che devo fare un pò mente locale, con tutti gli spunti che mi avete dato. Penso siate tutti d'accordo che comunque è importante iniziare dando una propria impronta specifica al personaggio; ma comunque piano piano, soprattutto in una campagna lunga, faccio in tempo ad aggiustare il tiro e a capire bene o male quali sono le cose positive e negative del mio modo di giocare. Farò sicuramente leggere questa discussione anche al mio master cosicchè anche lui possa farsi un'idea e possa darmi una mano. Mi trovo abbastanza d'accordo con @Lyt riguardo a non sovraccaricare troppo il master chiedendogli di studiarsi cose che non sono di sua competenza, allo stesso tempo anche io non ho molto tempo di studiare cose di medicina solo per giocare perfettamente un pg medico, ovviamente se ho la possibilità di prepararmi qualcosa prima delle sessioni, o di cercare qualcosa durante una sessioni non esiterei nel farlo. Comunque molto sta anche a come si comporta il party intorno a me. Per esempio il mio personaggio xxx sa benissimo come funziona un eventuale infezione di una brutta ferita, a me Paolo in quel momento non viene in mente niente di corretto da dire, allora finisco per improvvisare, a quel punto un altro pg potrebbe intervenire dicendo "ah ma quindi vorresti dire che è accaduto .................", dandomi magari una mano a dire una cosa che non mi era venuta in mente, ma che sicuramente il mio pg avrebbe saputo spiegare. Come la vivreste una situazione del genere? Devo dire che questo mi ha fatto riflettere, forse la via più sicura sarebbe sempre quella di fare domande al master prima di agire, nel prepararsi troppo bene al di fuori del gioco c'è il rischio che sia un giocatore a imporre le proprie regole al master e non il contrario.
  11. Intanto grazie a tutti per le risposte e per gli spunti che mi avete dato. Diciamo che per come avevo pensato il mio pg, intelligenza per lui significa una mente allenata, da cui ne deriva una grande capacità di ragionamento e di "problem solving", e una cultura e conoscenza del mondo che lo circonda fuori dal comune, perchè legge libri in continuazione da quando è piccolo. Questo si potrebbe tradurre sul chiedere in continuazione al master domande del tipo "cosa sa il mio pg riguardo a questa razza x, o riguardo a questo fenomeno ambientale y, o riguardo a questo avvenimento storico z; ovviamente non potrà avere tutte le risposte perchè comunque anche la conoscenza umana ha un limite, ma la mia paura è che fare troppe domande al master potrebbe risultare meccanico e noioso.
  12. Salve a tutti, innanzitutto non sapevo quale fosse la sezione giusta dove postare questo topic, in caso avessi sbagliato mi scuso in anticipo. Sto per iniziare una nuova campagna con il mio gruppo (dovrebbe essere molto lunga perchè inizieremo al livello 1, e dovrebbe finire intorno al livello 15) e ho deciso di creare un pg di classe scholar (homebrew) che ha già superato la "prova bilanciamento" con il mio master. Apro questo topic non tanto per chiedere consigli su come buildare il personaggio, ma più per chiedere alcuni consigli per inpersonificarlo efficacemente. Come "ruolereste" un personaggio dotato di grande intelligenza che non ha alcun potere magico? Mi sono accorto che è complicato far apparire il proprio personaggio più intelligente di quanto sia il giocatore che lo controlla, inoltre essendo il mio pg uno studioso di medicina (archetipo phisician della classe) dovrei avere accesso a conoscenze della materia che io stesso non ho. Un'altra domanda riguarda il dare importanza agli aumenti di caratteristica. Secondo voi è solo una questione di numeri, o deve cambiare anche l'approccio del giocatore? Mi spiego meglio, se la mia intelligenza passa da 16 a 18, secondo voi questo cambiamento deve essere rappresentato anche dal mio modo di giocare? in che modo? Spero di aver spiegato bene le mie perplessità, grazie. PS. se qualcuno ha giocato o anche solo letto la classe in questione potrebbe dirmi cosa ne pensa e/o come si è trovato a giocarla.
  13. Q 1581 Le armi +1 o +2 sono da considerare magiche per quanto riguarda il superare le resistenze dei mostri ai danni taglienti contundenti e perforanti?
  14. Q 1580 Da monaco, posso usare i colpi senz'armi se imbraccio un arco?
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.