Jump to content

Kowalsky86

Members
  • Content Count

    18
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Kowalsky86

  1. Si forse la cosa migliore è lasciare i famigli per i bardi e permettere ai chierici di acquisire (tramite talento a liv.5 per non sbilaniare la classe) la possibilità di aquisire un elementare piccolo come "famiglio" preso dalla lista dei famigli elementali dalla lista dei famigli migliorati sul manuale del master e che si evolve come da regolamento. Credo sia un buon compromesso grazie per il suggerimento 😉
  2. Bhe il non c'entra niente puó dipendere dall'ambientazione. Il fatto che siamo abituati a vedere un famiglio su un mago non vuol dire molto. Tenendo presente che nella mia ambientazione ci sono un sacco di animali il famiglio potrebbe essere la versione non combattente dei compagni animali. In più tra i famigli migliorati ci sono gli elementali e considerando che nella mia ambientazione uno dei due domini dei chierici deve essere elementale concettualmente ci sta molto. Anzi in questo modo avrei l'occasione giusta per evidenziare la tematica degli elementi con situazioni sfiziose: si potr
  3. Talenti che permettano di accedere a queste cose per classi che non lo prevedono esistono? Quali sono i requisiti? Il fatto é che ho in mente una campagna senza maghi, stregoni e probabilmente paladini ma pensavo di dare la possibipità al gruppo di fare uso di gregari tramite il talento autorità e le capacità speciali di compagno animale. Permettere ad esempio ad un ranger di avere spendendo un talento la cavalcatura speciale del paladino o al chierico di avere un famiglio rischia di sbilanciare le cose? Esiste un meccanismo simile al 'livello effettivo' del druido e ranger per que
  4. Si stavo vedendo questa cosa per studiare le possibilità date da un rodomonte (classe base manuale del perfetto combattente) che effettivamente si comprende solo nell'ottica di diventare poi duellante. Faccio riferimento manuali principali (giocatore, master, manuali perfetti) La possibilità di utilizzare la mano libera per colpi senz'armi capisco sia non molto raccomandata perché si prendono malus e per funzionare bene ha bisogno di talenti ma é comunque una strada astrattamente percorribile che in alcune situazioni puó tornare utile. Quello che mi lascia perplesso é che la necessità d
  5. Volevo sapere quali benefici possa avere un personaggio di classe combattente che combatte senza scudo, come ad esempio un rodomonte. Mi viene in mente il talento deviare frecce, la possibilità di usare la mano libera per colpi senz'armi. Poi? C'é qualcosa nell'uso di abilità in combattimento?
  6. Ottima recensione. Rispondo qua oltre che su youtube per avere anche più pareri. Sono un master della 3.5 ma il manuale sembra davvero interessante. Più che l'avventura (dalla quale potrei magari prendere qualche spunto qua e la) quello che mi interessa davvero é l'ambientazione generale del mondo: le terre degli umani, le varie città e zone selvagge, pantheon, mappe del mondo, sistemi di potere e divisione in clan (mi pare sia stato accennato questo aspetto). Quanto spazio viene dedicato a questi aspetti dell'ambientazione? Varrebbe la pena di acquistarlo solo per questo? Quanto é pregn
  7. I ricordi belli spesso riguardano piccoli fatti. Ricordo la prima partita di una campagna. I pg di livello 1 dovevano affrontare la classica missione di scorta per un paio di carri mercantili. Il ladro del gruppo, subito comincia a guardarsi intorno sfregandosi le mani pensando a come sgraffignare qualcosa ai mercanti. Con loro, tra i vari mercanti, c'era un piccolo gnometto, dall'aria evidentemente timorosissina, sempre aggrappato alla sua piccola valigia, presentatosi come un mercante di sapone ambulante. Ma stranamente non apre mai la valigetta offrendo il suo prodotto ai pg. Il
  8. Giusto, hai messo l'accento due problemi importanti. 1) Non avevo valutato che il team avversario sarà percepito come un gruppo di pg del master e non come semplici png. Cosa che odio perché c'é il serio rischio che i giocatori approccino il gioco con uno spirito di contrapposizione tra giocatori e master che di solito non amo. Dovrei fare molta attenzione a non alimentarlo. 2) La mia idea fino a questo momento era di fare i tiri per gli 'eventi' dei png alla fine di ogni giornata in modo da sapere come comportarmi il giorno successivo (se ad esempio c'é possibilità che si incont
  9. Dai alcune idee sono carine e possono finire nella lista degli 'eventi' durante il viaggio con qualche piccolo aggiustamento permettendo qualche una interazione e uso di abilità in più. Ad esempio la rottura di un oggetto potrebbe verificarsi se un personaggio accidentalmente inciampa fallendo una prova equilibrio.
  10. Tendenzialmente dovrei sapere cosa hanno intenzione di fare i PNG ma in partita poi dovró sempre tener conto delle interazioni che hanno avuto con i pg nel villaggio e dopo. Poi l'uso dei dadi per determinare l'esito delle azioni dei png é molto discrezionale. A me piace inserire dei tiri semplificati, aggiunge una variabile che rende la storia in continua evoluzione anche per me.
  11. Tranquillo non mi offendo, se ho scritto su un forum é proprio per avere un feedback da altri dm e giocatori. Comunque ho detto 'qualcosa di simile', quello dei pokemon, non vorrei che l'idea di questo spunto per una situazione che potrebbe essere interessante sia stato frainteso come la volontà di adottare un rigido schema di quello che succede. La mia idea di base é proprio cominciare a proporre una situazione di questo genere nel contesto, appunto limitato, della prima avventura per poi vedere che succede introducendo tra l'altro una certa variabilità degli eventi anche per il master.
  12. Situazione 1) I pg vogliono ammazzare il team avversario. Situazione 2) I pg vogliono sabotare il team avversario. Situazione 3) I pg vogliono accordarsi con altri png per uccidere o sabotare il team avversario. Situazione 4) I pg vogliono accordarsi con il team avversario Situazione 5) i pg vogliono fingere di accordarsi con il team avversario Situazione impossibile) i pg vogliono che la competizione si svolga lealmente e onestamente. Quello su cui sto riflettendo è che in d&d é abbastanza difficile dare vita a degli scontri non mortali che permettano a d
  13. Qualcuno ricorda la figura dell'allenatore 'rivale' nei giochi dei pokemon? Da tempo mi chiedo se un qualcosa di simile possa essere trasportato efficacemente in una campagna di D&D. Ebbene finalmente ci sto provando! Riassumo la situazione. Sto creando una avventura per PG umani di liv. 1 ma di giovane età (tra i 12 e 14 anni, taglia piccola e malus di - 2 a FOR e SAG). Ho creato 8 personaggi per un team di 4 persone. I giocatori quindi potranno scegliere i propri personaggi e cominciare l'avventura. Nel loro villaggio un po barbarico i PG incontreranno i 4 personaggi dei quali
  14. Salve a tutti, sono un master di D&D 3.5 che non masterizza da circa 10 anni, vorrei riprendere a giocare con un gruppo composto da 3/4 giocatori. La mia idea sarebbe di partire con una sessione che faccia da prologo all'avventura principale, ambientata qualche anno prima dell'inizio dell'avventura quando i personaggi sono adolescenti. La questione principale è che l'ambientazione che avrei in mente comporta una serie di modifiche e restrizioni alle regole del gioco. Provo a darvi alcuni elementi sulle tematiche principali per darvi un'idea generale, quello che mi interessa è trasme
  15. Per una mia nuova avventura vorrei evitare di creare personaggi con il tiro dei dadi ma crearli assegnando punteggi standard. Ricordo di aver visto tempo fa delle tabelle in cui si specifica quanto "costano" i nuovi punti caratteristica sopra un certo punteggio ma non ricordo bene. Qualcuno sa darmi delle delucidazioni?
  16. Kowalsky86

    Salve

    Salve a tutti. Sono un ex-master che sta preparando l'ambientazione per un'avventura di personaggi di livello infimo di D&D 3.5 perchè mi piacerebbe riprendere un avventura per 4 giocatori, probabilmente uno sarà anche un nuovo giocatore. Sono qui per chiedere qualche suggerimento nel Tempio del gioco di ruolo italiano.
  17. Premessa Non mastero una partita da molti anni, attualmente stavo preparando una piccola ambientazione per una partita di D&D 3.5 che comporta una serie di modifiche e limitazioni alle regole di base. Ad esempio i PG potranno essere solo umani. Infatti l'idea era quella di ispirarmi più o meno vagamente ai norreni (i vichinghi) per creare un avventura ambientata in una regione civilizzata da soli umani (razza cui appartengono i PG) che abitano delle regioni fredde come quelle di tipo scandinavo. Nel mondo saranno presenti anche altre razze umanoidi però rivestiranno un ruolo marg
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.