Jump to content

Vale73

Ordine del Drago
  • Posts

    48
  • Joined

  • Last visited

About Vale73

  • Birthday 07/18/1973

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

Vale73's Achievements

Esperto

Esperto (6/15)

  • Conversation Starter
  • Week One Done
  • One Month Later
  • One Year In
  • First Post

Recent Badges

6

Reputation

  1. Ciao a tutte e tutti, stavo pensando e ripensando alla regola (opzionale) sul manuale di espansione Tasha's Cauldron of Everything che permette di mettere a qualsiasi caratteristica, e non solo a quelle canoniche, i bonus razziali sulle caratteristiche. Istintivamente mi piaceva: mio figlio (12 anni) ha creato un dragonide artefice (background sapiente), e gli ho lasciato mettere il +2 in Intelligenza, anzichè Forza, e il +1 in Forza, anzichè Carisma, e anche la storia di background è venuta molto bene. Mi piacciono in generale tutte quelle regole che tendono ad ampliare la libertà di scelta e di personalizzazione in fase di creazione del personaggio. E poi mi sono venuti in mente i Nani delle Montagne: +2 in Costituzione, +2 in Forza, Competenza sulle Armature Leggere e Medie, da un punto di vista delle meccaniche di gioco. E mi sono accorto che, da un punto di vista strettamente regolistico, potrebbero essere gli incantatori in armatura definitivi: Nano delle Montagne Mago: +2 in Intelligenza, + 2 in Costituzione (buona sia per i pf che per i tiri salvezza per non perdere la Concentrazione sugli Incantesimi), competenza sulle armature leggere e medie e quindi possibilità di lanciare tranquillamente incantesimi in armatura, secondo le regole della 5a; Nano delle Montagne Stregone (o Warlock): +2 in Carisma, +2 in Costituzione (e lo Stregone ha anche il Bonus di Competenza sui Tiri Salvezza su Costituzione), possibilità di lanciare incantesimi in armatura come sopra. Inoltre, a mio avviso, la possibilità di mettere liberamente i bonus di caratteristica potrebbe rendere ancora più frequenti alcune build, privilegiando caratteristiche che sono a mio avviso più utili di altre in questa edizione di D&D: un esempio per tutti, la Destrezza. Fino al manuale di Tasha, se veramente volevi giocare un guerriero, un chierico, un paladino nano, difficilmente lo costruivi sulla Destrezza, perchè non avevi bonus su quella caratteristica e, soprattutto se usavi lo standard array o il point buy system per costruire il personaggio, il massimo che potevi ottenere in Destrezza era 15, contro il 16 o il 17 in Forza. Con la regola di Tasha, penso che sarà moooolto più frequente vedere Nani Paladini, Chierici o Guerrieri costruiti sulla Destrezza, in armatura leggera, che brandiscono uno stocco. Un ampliamento di immaginario, non necessariamente negativo.... D'altro canto la regola di Tasha sul libero posizionamento dei bonus di caratteristica rende più appetibili combinazioni altrimenti poco vantaggiose da un punto di vista meccanico delle regole, e quindi magari raramente scelte per questo: nani o mezzorchi ranger, incantatori o bardi (quasi tutti i ranger che ho visto sono costruiti sulla destrezza), ad esempio. Così... non riesco ad avere un'opinione precisa su questa regola e se introdurla o meno nelle mie campagne... Voi che ne pensate? L'avete provata? Come ha funzionato al vostro tavolo? Grazie mille, buona estate e buona vita!
  2. Ciao a tutte e tutti, sto pensando di acquistare il Cypher System e il volume di espansione Expanded Worlds, e di investire tempo ed energie in questo gioco, cercando anche di convincere il mio gruppo abituale a provarlo. Vorrei sapere che ne pensa chi già lo conosce e ci gioca, perchè ci sono delle cose che mi piacciono moltissimo (per cui mi sa che alla fine lo prenderò comunque...), mentre altre non mi piacciono/mi lasciano un po' perplesso... Comincio con le cose che mi piacciono un sacco: mi sembra un elegante gioco di ruolo universale, con regole semplici senza essere semplicistiche è basato sulla narrazione e sulla "fiction" ha una flessibilità molto molto grande (mi sembra vedendo e leggendo recensioni) in fase di creazione e sviluppo dei personaggi e' comprensivo anche di ambientazioni e generi poco esplorati, come il "romance", ad esempio, o il fairy tale, o avventure con eroi bambini. Sono un appassionato di Sistemi Universali alla Gurps, e mi piace l'approccio narrativistico del Cypher System dalle pagine che ho letto del manuale mi piace moltissimo l'approccio "meta-" alla costruzione di ambientazioni, personaggi e avventure Veniamo alle cose che non mi piacciono o mi lasciano perplesso... non sono entusiasta dei sistemi in cui il Game Master non tiri i dadi, un po' come accade in Dungeon World. Il Game Master è un giocatore al tavolo, e a me. come giocatore, piace tirare i dadi. Inoltre, se voglio aiutare i giocatori alterando i risultati di un tiro di dado non posso farlo. Chiaramente li posso risparmiare agendo "nella fiction", ma il gioco così mi sembrerebbe un po' troppo scoperto: se un avversario stordisce i personaggi anzichè ucciderli ai giocatori può arrivare il messaggio "Ok, il Master non ci vuole far morire". Terza cosa, ci sono dei lanci che il Game Master dovrebbe lanciare lui in segreto, tipo tutti i lanci di furtività, di percezione, di cercare o individuare oggetti, di intuizione per capire gli stati d'animo di una persona... Non mi fa impazzire che li tirino i giocatori. Sì, il Game Master può non rivelare la soglia di difficoltà, ma mi sembra comunque troppo scoperta come dinamica... E' un problema che ho anche con D&D 5e, usando le regole come sono scritte. Pathfinder 2e prevede per esempio che questo tipo di lanci di dado venga lanciato in segreto dal Game Master. Gli Aggettivi: il mio dubbio è che possano ingabbiare un po' troppo l'interpretazione dei personaggi. Mi spiego meglio: se io creo un "Empatico Adepto che Compie Miracoli", o un "Irascibile Guerriero che Brandisce Armi Pesanti" (non so se esista un Focus del genere...), questi Aggettivi "Empatico", "Irascibile", o "Calmo", ad esempio, non costringono un po' troppo il giocatore ad interpretare sempre nello stesso modo il personaggio, visto che, da quanto capisco, vantaggi meccanici nel gioco sono collegati agli Aggettivi? Non rischiano di essere paradossalmente più condizionanti degli Allineamenti Morali di D&D o Pathfinder o giochi simili? Quanto sono condizionanti o influenti i Cripto nel gioco? Personalmente ho giocato con i miei figli a "Mostri? Niente paura!" (No, thank you, Evil!", sempre della Monte Cook Games) e lì erano carini come idea... Mi sembra che in alcune ambientazioni, tipo quelle prettamente storiche, magari Impero Romano senza magia, possano risultare un po' forzati e artificisosi, e che debbano essere inseriti per bene nell'ambientazione... Premessa, vengo da giochi di ruolo tradizionali, come si può intuire, quindi probabilmente le mie riserve derivano da questo background ludico: che ne pensate? Mi consigliate o no, in questo senso il Cypher System? Vorrei davvero conoscere le opinioni di chi lo conosce e lo gioca, magari anche in una delle sue forme come Numenera, o The Strange o Gods of the Fall: grazie!
  3. Ciao, una domanda secca: le stirpi piccole, goblin, halfling e gnomi, hanno limitazioni nelle armi che possono impugnare, in Pathfinder 2? Sto leggendo, probabilmente in modo superficiale, il manuale, ma non riesco a trovare nulla al riguardo. Grazie mille!
  4. Q 1602 Secondo le regole per come sono scritte e per come sono/devono essere intese, un Paladino può usare le Punizioni Divine o gli Incantesimi di Punizione, come Punizione Collerica, quando colpisce lanciando a distanza un'arma in mischia (lanciando ad esempio un martello, un giavellotto, un pugnale o un'accetta)? Se interpreto bene il manuale inglese, dice "quando il paladino colpisce con un attacco con un'arma da mischia, non mi sembra che specifichi che l'attacco debba essere in mischia. O è sottinteso? Sono certo che con un arco o una balestra il paladino non possa usare punizioni divine o incantesimi di punizione (se non Punizione del Marchio, che parla di colpire "con un'arma", senza specificare), ma con un'arma da mischia lanciata? Ci sono informazioni ufficiali? Tipo Sage Advice, Tweet di Jeremy Crawford o cose simili? Grazie! Q 1603 I danni +2 dello Stile di Combattimento "Duellare", o "Duellante", si applicano anche quando l'arma da mischia viene lanciata? Secondo me no, perchè il testo dice che i danni si applicano quando il personaggio "impugna" ("is wielding") un'arma da mischia, non quando la lancia, ma vorrei esserne sicuro. Anche in questo caso ci sono fonti ufficiali? Vorrei davvero cercare di giocare D&D 5e usando le regole sia per come sono scritte sia per come sono intese. Grazie ancora!
  5. Ciao a tutte e tutti: vorrei rendere più tattico il combattimento nelle mie campagne di D&D 5e introducendo delle regole opzionali dalla DMG. Ho dei dubbi sul Fiancheggiamento, dal momento che dà addirittura Vantaggio (l'equivalente di +4/+5) a due personaggi che fiancheggino un mostro, o a due mostri che fiancheggino un personaggio. Mi pare sinceramente molto alto, forse troppo, come bonus. Nelle precedenti edizioni (3.0 - 3.5 - 4) mi pare che il Fiancheggiamento desse la condizioni di Colto alla Sprovvista o di +2 all'attaccante. Generalmente tendo a giocare i GDR usando il regolamento così come è scritto, e non vorrei rifarmi ad edizioni precedenti, ma il Bonus di Vantaggio per il Fiancheggiamento mi pare davvero tanta roba, forse troppo. Qualcuno lo usa? Come vi siete tovati? Che ne pensate? Grazie e possa il d20 esservi amico!
  6. Ancora una domanda su un'abilità di classe presentata in Tasha's Cauldron of Everything (forse vale la pena di fare un Thread di post dedicati al Tasha's Cauldron of Everything, se diventano tanti?). Oggetto: l'Abilità alternativa "Favored Foe" ("Avversario Prescelto"?) che un Ranger può scegliere al 1° livello al posto di "Favored Enemy", abilità standard del manuale del giocatore. Se ho capito bene, un Ranger può marchiare uno specifico avversario dopo averlo colpito, e infliggergli danni aggiuntivi; questa abilità dura massimo per un minuto, e finisce anche se la Concentrazione del Ranger viene spezzata (sì, purtroppo è un'abilità a Concentrazione, sigh!). La mia domanda è: che succede se il Ranger uccide il suo avversario "marchiato" prima che sia trascorso un minuto, o se in qualsiasi modo l'avversario riesce a sfuggirgli senza che sia finito l'effetto di "Avversario Prescelto"? L'abilità non lo dice. temo che implicitamente se l'avversario muore l'effetto finisca automaticamente. Stavo pensando di permettere al Ranger di usare un'azione bonus per scegliere un altro avversario come "marchiato", se e finchè dura l'effetto di "Avversario Prescelto". Che ne pensate? Grazie, buona fine d'anno, e un 2021 pieno di "20" favorevoli! 😊
  7. Ciao a tutte e tutti: ho appena acquistato e dato un'occhiata superficiale a "Tasha's Cauldron of Everything", e ho una domanda rispetto ad un'abilità del Paladino. L'abilità in questione è "Harness Divinity". Ho capito come funziona, ed è carina: mi lascia perplesso l'ultimo periodo, che dice quante volte, in base al livello, il Paladino possa usarla, prima di recuperare tutti gli usi con un Riposo Esteso. Ora, "Harness Divinity" ("Imbrigliare Divinità? "Controllare Divinità?" "Convogliare Divinità?") sfrutta uno degli usi di Incanalare Divinità del Paladino. Secondo il Manuale del Giocatore il Paladino può usare soltanto una volta Incanalare Divinità prima di dover utilizzare un Riposo Breve o Esteso prima di potervi fare ricorso nuovamente. Quindi deduco che, anche se il Paladino può usare più volte Imbrigliare Divinità prima di un Riposo Esteso, dovrà comunque spendere almeno un Riposo Breve prima di utilizzarla nuovamente, giusto? Spero di essere stato chiaro, grazie e auguri di Buone Feste e un 2021 di rinascita!
  8. Ciao a tutte e tutti, e buon periodo di Natale, sperando che sia per quanto possibile sereno e caldo. Sto cercando di venire a capo di alcuni aspetti delle regole di PF2, che sta rapidamente diventando uno dei miei giochi preferiti, quando si parla di fantasy, insieme a D&D 5e e Uno Sguardo nel Buio 5e. Nello specifico: se ho capito bene non ci sono "competenze" negli scudi, giusto? Gli incantatori, soprattutto quelli arcani, possono imbracciarli normalmente senza bisogno di ulteriori requisiti? Possono lanciare incantesimi imbracciando uno scudo? Istintivamente direi che possono imbracciarli regolarmente, ma per gli incantesimi direi che devono avere entrambe le mani libere, soprattutto quelli con componenti somatiche. Non riesco a trovare però regole chiare in questo momento sul manuale di base, anzi, mi sembra che dica che gli incantatori possano lanciare incantesimi anche se hanno un oggetto in mano, o qualcosa del genere. Qualcuno mi saprebbe indicare dove trovare risposte chiare sul manuale a queste due domande? Gli incantatori possono automaticamente imbracciare scudi e avvalersi del bonus alla AC, se usano un'azione per alzare lo scudo? Possono lanciare incantesimi se imbracciano uno scudo, e magari non hanno nulla nell'altra mano? Mi rendo conto che probabilmente per PF2 devo cambiare molti automatismi o assunti di base che ormai ho in automatico: ho iniziato a giocare nel 1985, appena il Basic scatola rossa arrivò in Italia... Buone feste a tutte e tutti e grazie!
  9. Ciao a tutti, una domanda molto secca e semplice: quale attributo utilizza il Monaco in Pathfinder 2e per i suoi "incantesimi focalizzati" ki? Non riesco a trovare la regola esplicita sul manuale di regole base (ho la versione inglese). Carisma? Saggezza? Grazie mille! Happy gaming and stay safe!
  10. Interessa anche a me molto questo manuale! Chissà se con il tempo introdurranno anche sistemi varianti per le Skill, che continuo a considerare non proprio entusiasmanti come sono trattate nel gioco... E chissà se avranno posto la parola definitiva sul Ranger!
  11. Come già scrivevo in un thread simile, consiglio tre proposte: Castles & Crusades: è un mix della trolllord games tra la 3a edizione di D&D, senza però talenti e skills, e la 1a ed. di AD&D. I talenti sono reinseriti in modo molto opzionale nella Castle Keeper's Guide (la Guida del Gamemaster), e soprattutto c'erano in rete una serie di pdf fatti mooolto bene, per me, da un fan, Sir Derrick Omote Landowner, intitolati Advanced Castles & Crusades, che reintroducevano, sia pur in modo molto leggero, Talenti, Skills, Domini dei Chierici, e tantissime altre cose. Puoi dargli un'occhiata: è un gioco "old school" che può essere personalizzabile abbastanza a piacimento. (www.trolllord.com) (Advanced Castles & Crusades: https://sites.google.com/site/advancedcastlesandcrusades/) Fantastic Heroes & Witchery: per me è a mio avviso uno dei migliori giochi OSR presenti sul mercato. Unisce tratti di Castles & Crusades, di Swords and Wizardry e di altri giochi di ruolo a una quantità di materiale regolistico preparato dall'autore stesso. Ha interpretazioni interessanti e originali sulla magia (i Maghi Bianchi curano) e permette di giocare molto bene anche ambientazioni alla Flash Gordon o fantascientifiche, comunque. Rovescia in modo interessante le restrizioni stirpe/classe/livello delle prime edizioni di AD&D: i semi umani sono limitati quanto al livello in molte classi condivise con gli umani, ma hanno anche delle classi a cui soltanto loro possono accedere. Anche se ci sono cose che non mi piacciono e che non ho mai introdotto nelle mie partite, è ad oggi a mio avviso uno dei più completi regolamenti OSR. Unica pecca, mancano i mostri nel manuale, ma si possono utilizzare così come sono i mostri presi da OSRIC, Castles & Crusades o qualsiasi altri gioco OSR. Non l'ho giocato direttamente, ma sento parlare molto bene di The Dark Eye - Uno Sguardo nel Buio 5a edizione. Io ho giocato la 1a edizione in italiano edita dalla EElle negli anni 80 in Italia. Da quello che vedo è un gioco piuttosto complesso e dettagliato, con una fortissima ambientazione dal sapore europeo e leggendario medievale; meccanicamente è un d20 in cui si deve lanciare sotto il valore di Caratteristiche e Capacità per avere successo. Usando soltanto il regolamento base è un sistema abbastanza low magic, da quello che ho visto. E' sicuramente supportato in lingua inglese, oltre che tedesca, la lingua di origine, e dovrebbe esserci sicuramente il manuale base almeno in italiano. https://12gem.me/uno-sguardo-nel-buio/. Puoi provare! Buona scelta e ogni bene!
  12. Aggiungo altre due proposte: Castles & Crusades: è un mix della trolllord games tra la 3a edizione di D&D, senza però talenti e skills, e la 1a ed. di AD&D. I talenti sono reinseriti in modo molto opzionale nella Castle Keeper's Guide (la Guida del Gamemaster), e soprattutto c'erano in rete una serie di pdf fatti mooolto bene, per me, da un fan, Sir Derrick Omote Landowner, intitolati Advanced Castles & Crusades, che reintroducevano, sia pur in modo molto leggero, Talenti, Skills, Domini dei Chierici, e tantissime altre cose. Puoi dargli un'occhiata: è un gioco "old school" che può essere personalizzabile abbastanza a piacimento. (www.trolllord.com) (Advanced Castles & Crusades: https://sites.google.com/site/advancedcastlesandcrusades/) Fantastic Heroes & Witchery: per me è a mio avviso uno dei migliori giochi OSR presenti sul mercato. Unisce tratti di Castles & Crusades, di Swords and Wizardry e di altri giochi di ruolo a una quantità di materiale regolistico preparato dall'autore stesso. Ha interpretazioni interessanti e originali sulla magia (i Maghi Bianchi curano) e permette di giocare molto bene anche ambientazioni alla Flash Gordon o fantascientifiche, comunque. Rovescia in modo interessante le restrizioni stirpe/classe/livello delle prime edizioni di AD&D: i semi umani sono limitati quanto al livello in molte classi condivise con gli umani, ma hanno anche delle classi a cui soltanto loro possono accedere. Anche se ci sono cose che non mi piacciono e che non ho mai introdotto nelle mie partite, è ad oggi a mio avviso uno dei più completi regolamenti OSR. Unica pecca, mancano i mostri nel manuale, ma si possono utilizzare così come sono i mostri presi da OSRIC, Castles & Crusades o qualsiasi altri gioco OSR. Buona scelta e ogni bene!
  13. Non l'ho giocato direttamente, ma sento parlare molto bene di The Dark Eye - Uno Sguardo nel Buio 5a edizione. Io ho giocato la 1a edizione in italiano edita dalla EElle negli anni 80 in Italia. Da quello che vedo è un gioco piuttosto complesso e dettagliato, con una fortissima ambientazione dal sapore europeo e leggendario medievale; meccanicamente è un d20 in cui si deve lanciare sotto il valore di Caratteristiche e Capacità per avere successo. Usando soltanto il regolamento base è un sistema abbastanza low magic, da quello che ho visto. E' sicuramente supportato in lingua inglese, oltre che tedesca, la lingua di origine, e dovrebbe esserci sicuramente il manuale base almeno in italiano. https://12gem.me/uno-sguardo-nel-buio/. Puoi provare!
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.