Jump to content

La censura.


Recommended Posts

Perchè l'Italia censura? Ha paura che il bimbo, vedendo la riga di sangue che cola dalla bocca, possa traumatizzarsi se non vede TUTTA la schermata grigia? (come fanno in Naruto e Cavalieri dello zodiaco)

Ha paura che i personaggi possano risultare troppo umani se parlano di cose come la morte?

Ha paura che una ragazza non possa avere le sue cose? (in un anime che non mi ricordo come si chiama, forse piccoliproblemidicuoreeccetera, tutti festeggiavano l'onomastico di una ragazza, ma in realtà erano le sue prime mestruazioni).

Ha paura che il bimbo possa diventare un pornomane, vedendo Kaito che succhia il dito a Lucia perchè si è punta con un ago e lui vuole fare il carino?(questa me l'ha passata la mia ragazza, se no non lo guardo io XD)

E allora, perchè lo fa solo con gli anime nuovi?

Dragonball ha liiiiiiiiiiiiitri e liiiiiiiiiiiiiiiiiitri di sangue, certe volte si vede attraverso le persone, per i buchi che si fanno.

Una volta in Lupin, vecchia serie, quando la ridavano su Italia uno, Lupin e compagnia finiscono in una spiaggia di nudisti, e le ragazze (poppute come al solito) erano NUDE, niente allusioni, NUDE, e si, si vedevano i capezzoli.

A sto punto, se vogliono essere coerenti, dovrebbero censurare anche esplorando il corpo umano..del resto, ditemi un cartone dove si vede più sangue, più organi, più frattaglie e gente che soffre e sanguina? :lol::lol:

Rispondete al sommo quesito.

Perchè l'italia censura l'animazione, mentre in america south park se lo guardano pure i bimbi?

Perchè qua non comprendono che se una cosa è disegnata a matita, NON è per forza per bambini...anzi, gli anime se sono per bambini, vengono DICHIARATAMENTE definiti tali, esempio ufo baby, Bubuchacha eccetera.

Un anime è un telefilm (o film) disegnato a matita. Cara Caccaset, (o Me*daset che dir si voglia), censurare un anime giapponese in italia, è come se in giappone censurassero i vostri preziosi Cesaroni, Amici, grandi fratelli, enormi suocere, isole dei mafiosi, talpe, moffette, ornitorinchi ballerini eccetera ;-)

voi che ne dite? Condividete il mio pensiero? :-p

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 37
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Il pensiero è condiviso...

O almeno... io lo condivido...

In effetti è una cosa che mi sono spesso cheisto anche io... un avera risposta non ce l'ho... diciamo, al posto della risposta, ho una serie di ipotesi (che nonvado qui a snocciolare perchè sarebbe una lungaggine inutile)...

Il vero problema è che non c'è niente che si possa fare per eliminare il problema.... :banghead::banghead::banghead::banghead::banghead::banghead::banghead::banghead:

:bye:

PS: una piccola aggiunta... mi sembrava che ci fosse già una discussione simile, ma probabilmente era talemnte vecchia da essere evaporata... comunque ho trovatoquesta: http://www.dragonslair.it/forum/showthread.php?t=7062&highlight=censura ... che secondo me ha il suo perchè... non si parla proprio di censura... ma è un discorso che si collega...

:bye:

Link to comment
Share on other sites

E allora, perchè lo fa solo con gli anime nuovi?

non lo fa....lo ha sempre fatto. Quanti di voi sanno che Geordie, in realtà, era la storia di una ragazzina bionda che veniva molestata dal nonno?

E di questi esempi se ne potrebbero fare molti.

La censura è insita nel comportamento umano, lo fanno ovunque, e gli stati uniti non sono proprio l'esempio migliore come liberisti. ;-)

Purtroppo ci saranno sempre persone che riterranno giusto decidere cosa si può vedere/ascoltare e cosa no. Una volta erano i singoli a farlo. Io genitore impedisco a mio figlio di vedere profondo rosso all'età di 5 anni, poi, se vuole e gli piace il genere se lo guarda quando è più grande. Ma alla base c'è sempre qualcuno che "taglia".

Io, ad esempio mi sono rassegnato ad acquistare e vedere alcuni titoli censurati. Ci sono film che compaiono in versione integrale, ad esempio, solo in Olanda....ma amo i doppiatori italiani e non mi va, non sempre almeno, di acquistare un film in coreano o giapponese con sottotitoli, se va bene inglesi, se va male in qualche altra lingua sconosciuta.

Rassegnati, succederà sempre.

Link to comment
Share on other sites

Io per il problema delle censure, ho semsso di guardare gli anime su italia 1, e se a volte li guardo, le censure fanno ridere (ad esempio quelle fatte al genio delle tartarughe in DragonBall) o sono del tutto fuori luogo, questo problema ci sarà per sempre tutte le generazioni di adolescenti/adulti solleveranno questo problema, ma nessuno li ascolterà mai

Link to comment
Share on other sites

Perchè qua non comprendono che se una cosa è disegnata a matita, NON è per forza per bambini...anzi, gli anime se sono per bambini, vengono DICHIARATAMENTE definiti tali, esempio ufo baby, Bubuchacha eccetera.

Perché abbiamo una concezione diversa della cosa.

Potrei chiederti, perché permettono ancora il campionato di calcio? Quando mi fa solo orrore pensare che c'è la gente che muore di fame e i calciatori prendono milioni di euro per tirare calci a una palla? Quando dopo appena una giornata ci sono già state violenze e dei tifosi che hanno razziato un autogrill? Quando dopo la morte di un polizziotto che non faceva altro che il suo lavoro l'anno scorso, dopo 2 settimane si è ripreso tutto come se nulla fosse accaduto?Perché non ho mai sentito di tifosi violenti in un qualsiasi altro sport italiano?

Io dico: perché è l'Italia, dove la massa segue il gregge, dove "il calcio è lo sport più bello", dove "i cartoni sono per bambini", dove non posso far loro sentire la parola "uccidere" per cui dico eliminare come se fosse un file, dove non si capisce che una scena grigia sottolinea solamente che c'è del sangue, dove un ragazzo che si chiama Monkey D. Rufy (e non a caso) si chiama Rubber come se fosse stato destinato a diventare di gomma, dove non si capisce perché Pegasus e Andromeda non abbiano un nome (Chi vincerà l'armatura di Pegasus? Mah...forse Pegasus?), dove i nomi giapponesi vengono italianizzati per chissà qualche motivo antinipponico, dove a differenza del resto del mondo s'inventano una sigla completamente diversa con immagini a caso.

E' l'italia, rassegnati.

Link to comment
Share on other sites

hai voglia di esplicare?

certo che ti riferissi alla cara dottoressa Slepoj (non dovrò mica spiegare perchè Andromeda doveva essere censurato no? :lol::lol::lol:) riporto un trafiletto da un sito web (son troppo pigro):

Allo stesso modo Vera Slepoj, personaggio forse ancor più accreditato date le cariche assunte (è stata per un periodo addirittura presidentessa degli psicologi italiani), lasciò l’opinione pubblica di stucco quando nell’aprile del 1997, presso un Festival d’animazione svoltosi ad Amalfi, esordì affermando che l’eroina dei ragazzi, Sailor Moon, deviava le tendenze sessuali dei ragazzi.

La nostra cara Vera Fattucchiera (assieme a occhio malocchio, ninetto rigetto e a tutti gli altri Sgorbions) allora tenne banco un bel pezzo sul fatto che i cartoni animati con protagoniste eroine che cambiavano vestito spingevano i ragazzini al travestitismo, l'omosessualità e chi più ne ha più ne metta.

Tutto ciò ancor prima dell'arrivo delle Sailor Lesbiche del sistema solare esterno (poche polemiche, ma due morose che divennero magicamente amiche per la pelle... seeee... dagli di tagli, scene bianche, dissolvenza....) e soprattutto delle sailor transessuali (non mi ricordo come si chiamavano! azz... sto invecchiando): quando questi 3 simpatici cavalieri sailor che diventavano femmine dopo una veloce trasformazione sessuale al ritmo dei soliti jingle (probabilmente "potere degli estrogeni di luna" e via dicendo) fecero esplodere mille polemiche, i sacri oracoli di CL del Moige si strapparono le vesti, la signora Slepoj ricevette le stigmate (con annesse guerriere sailor transessuali che spargevano sale sulle sue ferite, ma lei tanto invocava padre Pio), 999 bambini divennero bambine, oltre a ricevere il segno della Bestia, e infine magiamagiamagia di mediaset, le trasformazioni delle 3 sailor vennero oscurate e, se ben ricordo (d'altronde con i tumulti e le rivolte mondiali scoppiate a causa delle sailor transgender ci fu un gran casino) le tre sailor divennero SORELLE dei 3 tizi (come dire "Nicoletta Paciaroni è la sorella di Fabio Ciambotti".. e chi ha orecchie per intendere intenda :cool:).

Grazie dunque a questo intervento divino di annullamento della doppia sessualità i giovani e scattanti genitori del Moige poterono dormire sonni tranquilli, la cara dottoressa venne assunta in cielo (da dove, leggevo recentemente, ha convinto la figlia di celentano di non essere lesbica, solo che le piacciono le donne :sleep: ) e i cori angelici inviarono sulla terra l'onniscente e onnipresente professor Meluzzi, che ci ha deliziati negli scorsi 6 anni dall'Italia sul Due, scagliandosi contro chi vuole abbattere la famiglia tradizionale con tutta la foga di san bernardo di chiaravalle (il quale, a proposito, ha intrapreso un lungo pellegrinaggio con la signora Slepoj; entrambi sono andati a Mediaset a benedire quel santo programma educativo che è amici di Maria de Filippi, contro il quale non può nè deve levarsi neppure mezza voce di critica, pena la scomunica da parte della santa sede e l'obbligo di guardare tutte le 1400 puntate di Uomini e donne e di "in Mezz'ora" di Lucia annunziata).

Link to comment
Share on other sites

Onestamente non vedo questo tipo di censura un problema, i bambini non capirebbero quello che vedono ma immagazzinerebbero comunque le immagini nella loro memoria. Non sono psicologo ma in questo ci vedo un velato pericolo. Altrimenti dovrei poter far vedere un porno ad un mio ipotetico figlio per spiegargli l'origine della vita. Credo che la conoscenza vada a tappe che non devono essere bruciate, poi non vedo che problema vi faccia...basta andare nel magico mondo di internet o in fumetteria ed avrete le vostre serie prive di censura.

Solo un'osservazione: i cartoni italiani (e i nomi) vengono ripresi, con tanto di censura, dal mercato americano. Non so se per una forma di controllo degli stati uniti nei confronti delle giovani menti del globo o per incapacità endemica di tradurre il giapponese in maniera decente. Un esempio: Street Fighter, Byson in realtà sarebbe stato il pugilone di colore ma per non far pensare a Tyson in america hanno invertito un po' di nomi. Per noi Byson è il supercattivo finale, come in america.

Link to comment
Share on other sites

Onestamente non vedo questo tipo di censura un problema, i bambini non capirebbero quello che vedono ma immagazzinerebbero comunque le immagini nella loro memoria. Non sono psicologo ma in questo ci vedo un velato pericolo. Altrimenti dovrei poter far vedere un porno ad un mio ipotetico figlio per spiegargli l'origine della vita. Credo che la conoscenza vada a tappe che non devono essere bruciate, poi non vedo che problema vi faccia...basta andare nel magico mondo di internet o in fumetteria ed avrete le vostre serie prive di censura.

Hai ragione, i bambini non capirebbero quello che vedono per il semplice fatto che il cartone non è destinato alla loro fascia d'età. Tuttavia, per salvare capra e cavoli, si trasmettono cartoni destianti a ragazzi censurati in modo tale da poter essere visti anche dai bambini.

Lo trovo fastidioso ed ignorante.

Link to comment
Share on other sites

Onestamente non vedo questo tipo di censura un problema, i bambini non capirebbero quello che vedono ma immagazzinerebbero comunque le immagini nella loro memoria. Non sono psicologo ma in questo ci vedo un velato pericolo. Altrimenti dovrei poter far vedere un porno ad un mio ipotetico figlio per spiegargli l'origine della vita. Credo che la conoscenza vada a tappe che non devono essere bruciate, poi non vedo che problema vi faccia...basta andare nel magico mondo di internet o in fumetteria ed avrete le vostre serie prive di censura.

Viene da chiedersi, in questo caso, come mai la mia generazione, quella dei nati nei primi anni 80 e cresciuti a robottoni, Dragonball, Ken e Cavalieri dello Zodiaco (in onda all'epoca su reti locali e con tutto il sangue ben in evidenza!) non si sia trasformata in massa in un'orda omicida... o in un branco di maniaci sessuali, dato che all'epoca godevamo anche delle ammiccanti semi-nudità che si sfoggiavano in Lamù o Yattaman :-p

D'altra parte: tu non faresti leggere a tuo figlio di 8-9 anni l'Isola del Tesoro, o magari l'Ultimo dei Mohicani? Sono libri in cui non mancano violenza e morte, ma nonostante questo sono grandi storie per ragazzi. E non mi sembra abbiano mai prodotto danni, anzi... a parte forse qualche malsana passione per i pirati o gli indiani :-D

Link to comment
Share on other sites

D'altra parte: tu non faresti leggere a tuo figlio di 8-9 anni l'Isola del Tesoro, o magari l'Ultimo dei Mohicani? Sono libri in cui non mancano violenza e morte, ma nonostante questo sono grandi storie per ragazzi. E non mi sembra abbiano mai prodotto danni, anzi... a parte forse qualche malsana passione per i pirati o gli indiani

Quoto.

Oltretutto da qualunque parte la si veda la censura verso gli anime non può essere giustificata se non con i preconcetti/pregiudizi/stupidità di chi li programma: se dovessimo dire "gli anime van censurati per la presenza di violenza/sesso/storie che possono turbare i ragazzi" allora devono andare censurati anche molti TG del giorno d'oggi, molti film che passano in TV (non nascondiamoci che ormai gli autori han le pigne nel cervello e riempiono di sangue ogni pellicola pur di vendere: anni fa film inutili come Hostel o Saw non si sarebbero mai visti se non tra gli amanti del gore, perchè gli sceneggiatori sapevano come fare un film horror senza basarsi esclusivamente sullo splatter), tutti i programmi con tette e culi al vento (metà della programmazione della tv italiana) e infine tutti i programmi "d'approfondimento" (vabbè...) odierni: dall'Italia sul due a Il Bivio a Le Iene ai programmi dell'Alda d'Eusanio parlano di stupri, cambi di sesso, suicidi di massa alle 2 del pomeriggio (oh, 2 DEL POMERIGGIO!!! roba da imbecilli).

Quindi, dovessimo censurare gli anime per salvaguardare la purezza delle menti dei nostri pargoli, prima bisognerebbe dare una sforbiciata al 60% degli altri programmi TV, senza contare che sul Web i bambini/ragazzi quelle cose le imparano/vedono lo stesso.

Aggiungo inoltre che, passino le sailor transgender, ma se censuriamo le sailor lesbiche non facciamo altro che continuare a trattare l'omosessualità come una cosa sbagliata; quale modo migliore di un cartone animato per insegnare ai bambini la diversità e la non discriminazione? Diciamoci la verità, sappiamo perchè si censurano certe cose in Italia, per lo stesso motivo per cui una povera ragazza che sta in coma da 20 anni non può decidere di morire... ma vabbè, lasciamo stare...

Link to comment
Share on other sites

Mah, a me il discorso sembra molto semplice. I cartoni animati sono e vanno trattati come opere d'arte. Non li reputi adatti e non vuoi trasmetterli così come sono? Perfetto, non li trasmettere proprio. Ma non stravolgerli, partendo oltretutto dall'idea profondamente sbagliata che dato che sono cartoni animati per forza debbano essere adatti a bambini.

Vedere stravolta quella che considero un'opera d'arte lo considero un crimine. Mi fa piangere il cuore.

Link to comment
Share on other sites

Io la vedo in maniera molto semplice la cosa...

Mediaset è una rete commerciale che ottiene parte dei suoi profitti se il numero di telespettatori che segue il programma è alto, no?

Quindi trasmette l'anime del momento (es naruto -__-) in una fascia d'orario in cui tutti i bambini sono davanti alla tv: ore 14-14:30 (dopo scuola) --> quindi gli ascolti sono alti e mediaset è felice.

Di contro però ci deve applicare le censure! Alla fine x i ragazzini non cambia nulla, ma a noi grandicelli da parecchio fastidio...

Purtroppo l'unico modo per eliminare ste benedette censure è quello di trasmettere l'anime in una fascia oraria meno appetibile per gli ascolti... ergo... scordiamoci pure un anime non censurato su mediaset XD

E' una battaglia che non si vincerà mai; ma tanto a noi che ci frega? Ormai internet è alla portata di tutti ed il mondo del fansub ci fornisce anime di tutti i generi e di qualità superiore a quello che vediamo in tv. Poi al massimo c'è sempre mtv che a mio parere fa un discreto lavoro nell'ambito dell'animazione giapponese^^

Link to comment
Share on other sites

Io la vedo in maniera molto semplice la cosa...

Mediaset è una rete commerciale che ottiene parte dei suoi profitti se il numero di telespettatori che segue il programma è alto, no?

Quindi trasmette l'anime del momento (es naruto -__-) in una fascia d'orario in cui tutti i bambini sono davanti alla tv: ore 14-14:30 (dopo scuola) --> quindi gli ascolti sono alti e mediaset è felice.

Di contro però ci deve applicare le censure! Alla fine x i ragazzini non cambia nulla, ma a noi grandicelli da parecchio fastidio...

Purtroppo l'unico modo per eliminare ste benedette censure è quello di trasmettere l'anime in una fascia oraria meno appetibile per gli ascolti... ergo... scordiamoci pure un anime non censurato su mediaset XD

E' una battaglia che non si vincerà mai; ma tanto a noi che ci frega? Ormai internet è alla portata di tutti ed il mondo del fansub ci fornisce anime di tutti i generi e di qualità superiore a quello che vediamo in tv. Poi al massimo c'è sempre mtv che a mio parere fa un discreto lavoro nell'ambito dell'animazione giapponese^^

infatti....ma quando li fa mtv gli anime non censurati? tardi....nella fascai protetta vengono tagliate tutte le scene...però pensandoci bene è abbastanza logico che censurino qualcosa in quegli orari...non tutto ma qualcosa si...

Link to comment
Share on other sites

infatti....ma quando li fa mtv gli anime non censurati? tardi....nella fascai protetta vengono tagliate tutte le scene...però pensandoci bene è abbastanza logico che censurino qualcosa in quegli orari...non tutto ma qualcosa si...

In realtà si è scoperto che nemmeno quelli di Mtv sono proprio "al naturale" :rolleyes:

Tornando IT, capisco il pensiero di Onirica e altri, ma perchè deturpare un prodotto per adattarlo? Se alle Hawaii vendessero gli abiti da sera di Valentino (tanto per fare un nome) rimaneggiati per renderli adatti al clima caldo, quindi sforbiciando maniche e gambe dei pantaloni, non si griderebbe allo scandalo? Perchè invece gli Anime giapponesi devono essere trattati così e si può passarla liscia? Il fatto di doversi rivolgere all'illegalità (perchè alla fine i mezzi alternativi che citate non sono proprio previsti dalla legge) non mi sembra una buona soluzione, se un prodotto arriva in Italia e lo pago, pretendo che sia integro e come lo intendevano i produttori.

Per chi parlava poi dell'america non censuratrice, lì ne fanno anche di peggio, ridisegnando intere scene, un bigottismo che rasenta il ridicolo... :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Perchè invece gli Anime giapponesi devono essere trattati così e si può passarla liscia?

Esatto, soprattutto quando nelle stesse fasce orarie degli anime "rimaneggiati" vanno in onda programmi molto meno adatti ai bambini?

Per chi parlava poi dell'america non censuratrice, lì ne fanno anche di peggio, ridisegnando intere scene, un bigottismo che rasenta il ridicolo...

Beh, lì c'è pure qualcuno che ha detto "Bush ha ottenuto da Dio il mandato per la guerra in Iraq"... non so se mi spiego... :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Mmm, spero che nessuno ne abbia a male ma ho letto moooolta retorica in alcuni interventi.

- La TV per adulti fa schifo, ci sono peli di topa e seni in bella mostra, i tg (e non solo) ti fanno vedere la gente morta (manco fossero il sesto senso) e gli insegnamenti che passano sono sbagliati (a mio avviso). Faccio due considerazioni che chiunque nato prima degli anni 80 farebbe: io non guardo la tv e non la farei guardare a mio figlio, la presa che hanno i cartoni sulle giovani menti non è la stessa del resto della tv spazzatura.

- Se mio figlio leggesse sarei l'umo più felice della terra e gli farei leggere L'Isola del Tesoro e Siddharta se volesse, ma questo non ha nulla a che vedere con la tv. Se l'impatto mediatico della tv fosse lo stesso di un libro l'italia sarebbe una Repubblica, forse più che far leggere l'isola del tesoro ai ragazzi dovremmo leggere libri come 1984 o la fattoria degli animali per capire che cosa è la comunicazione oggi.

- La verità è che molti cartoni sono fatti per quelli di prima degli anni 80 che sono, ormai, cresciuti e quindi richiedono qualcosa di più maturo. Quindi per farli vedere ai ragazzi li adattano. Poi se non ricordo male Kenshiro era censurato, eccome. Georgie, Lady Oscar erano censurate. Non considerando che 30 anni fa si applicava il concetto di "autocensura" per cui si evitavano certe scene o certi concetti.

Non capisco il problema, sei adulto ed hai facolta di scelta (vedere l'anime censurato o no) e vuoi imporre ai bambini di guardare transessuali e sangue come fossero "normali". Specifico cosa intendo per "normali" prima che arrivi il moralista di turno a darmi del bacchettone: nel mondo esistono sia trans (che possono essere della bravissime persone) che gli spargimenti di sangue. Onestamente i primi sono un risultato chirurgico e i secondi l'esempio della stupidità umana, sono comunque due cose non troppo "naturali" ne che mi auspico per mio figlio. Poi se va a trans perchè gli piace ci passo anche sopra, se va in giro a fare stragi gli passo sopra (con la macchina e poi giù di retro).

Poi se parliamo di anime come opere d'arte bisogna valutarle singolarmente, Sailormoon io la censurerei dal primo all'ultimo minuto, tranne la prima Dragonball lo censurerei in toto, i nuovi Gundam li debellerei dalla faccia della terra. Se poi mi censurano Mononoke o Nausicaa o Akira penso ad un'opera d'arte rovinata. Al che mi cerco la versione non censurata e me la godo.

Oni

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...