Jump to content

Worldbuilding e asse terrestre. Follie di un master psicopatico.


Recommended Posts

Long story short: da un annetto sto procedendo con la creazione di un'ambientazione. Non è la prima volta che lo faccio, non sarà l'ultima (temo). 

Ho cominciato dal medio-piccolo: un continente un po' più piccolo dell'Europa. Clima mitteleuropeo con un nord gelido e un sud mediterraneo. Tutto tranquillo. 

Ora però sto espandendomi oltre al continente conosciuto per cominciare a tirare le fila del resto del mondo. Ho stabilito che

  • Si tratta di un pianeta-geoide pressappoco della stessa dimensione della Terra.
  • Orbita attorno ad una stella molto simile al nostro sole. Impiega 360 giorni esatti a compiere una rivoluzione attorno al sole.
  • La durata del giorno è di 24 ore esatte. 
  • Ha una luna un poco più grande della nostra ma un poco più distante (cifre irrisorie). Il mese lunare è esattamente di 36 giorni, e dunque ci sono 10 mesi. Le esamane sono appunto di sei giorni. 

La luna è abitata e ha una sua atmosfera, ma per ora non ci riguarda. 
Stavo passando oltre e cominciando a disegnare una bozza di mappa del globo, quando sono stato fulminato da questo video.

E mi sono detto... Perché no? Perché il nostro bel mondo non dovrebbe avere un'inclinazione dell'asse superiore ai 54°?
Dato che la sanità mentale mi è uscita dalle orecchie molto tempo fa, invece di accantonare l'idea come una cavolata ho deciso di fare un tentativo. 

Ora, la mia idea è che il continente che per ora ho tratteggiato (e dove giocano i miei giocatori, tra l'altro, da sei mesi) non sia effettivamente "al posto dell'Europa" sopra l'equivalente del tropico di quel mondo. No, si trova sotto l'equatore, ed è per questo che il freddo è comunque al nord: perché l'asse, inclinato di 54°, fa sì che l'equatore sia congelata per buona parte dell'anno, e che un polo sia un deserto torrido per metà anno e un deserto gelido per l'altro. Nel mezzo, però, c'è sicuramente abbastanza spazio per metterci delle terre temperate.
Specialmente se con un oculata gestione delle correnti oceaniche riesco a smorzare il contrasto di temperature. 

Ovviamente ci sono dei problemi, che devo capire come risolvere. Ho molto più interessi che competenze nel campo scientifico...

Per ora ho alcuni dubbi:

  1. Per avere una zona abitabile non polare (e per polare intendo a livello di irradiamento solare, non temperature), quanto deve essere inclinato l'asse, e quanto deve essere grande il pianeta?
  2. Le stagioni come vengono stravolte? Per ora ho gestito il passaggio delle stagioni come qualcosa di molto preciso, e vorrei mantenerlo. Posso sempre dire che sono gli dei a mantenere tutto in ordine, e perché no: è il loro ruolo. Ma vorrei restare abbastanza verosimile. Vorrei evitare di chiamare in causa la magia per giustificare ogni cosa. 
  3. A livello di alba e tramonto, come vengono percepiti da chi si trova su un pianeta così inclinato?

Sostanzialmente ho difficoltà a figurarmi in senso pratico tutte queste caratteristiche quotidiane. Se poi il tutto diventa assolutamente inconciliabile con un mondo simil-terra abbandonerò l'idea. Ma se mi dovesse riuscire di incastrare questa peculiarità nel mio mondo... sarebbe fantastico. 

C'è qualche anima pia che conosce abbastanza l'astronomia da darmi una mano?

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


Non capisco quale sia il problema: ti risulta che il continente simil-europeo che avevi creato risulterebbe avere un clima troppo gelido, troppo torrido o addirittura incompatibile con la vita umana? Perché potresti risolvere la cosa semplicemente spostandolo geograficamente in un altro punto del pianeta. 

Comunque ti consiglierei di rimanere molto vicino alle caratteristiche della Terra, anche piccole variazioni nelle caratteristiche del nostro pianeta possono portare a situazioni incompatibili con la vita per come la conosciamo, nonché a scenari alieni e difficilmente gestibili in modo coerente.

Edited by Le Fantome
Link to comment
Share on other sites

Premessa: 

Adoro questo genere di domande e idee😂 (si, forse sono un po' matto) 

E dato che sono studiato🤓 posso provare ad aiutarti

Per tutta onestà però devo fare presente che la mia prof di scienza ha saltato metà del programma, e l'altra metà lo ha spiegato con i piedi. Quindi potrei commettere degli errori (provo a farmi aiutare da internet e da ricerche mie personali fatte tempo fa per divertirmi)😅😂

Come idea mi ricorda molto quella di Planetos (nome dato dai fan per il mondo di game of thrones), Che per via di un particolare giro attorno al suo sole fa durare le stagioni periodi che sembrano casuali (da pochi mesi a decenni interi)

Per rispondere alle tue domande:

3 ore fa, Pippomaster92 ha scritto:

Per avere una zona abitabile non polare (e per polare intendo a livello di irradiamento solare, non temperature), quanto deve essere inclinato l'asse, e quanto deve essere grande il pianeta?

Teoricamente potrebbe anche essere orizzontale e qualcuno o qualcosa potrebbe viverci. Ma dato che vuoi un inclinazione di 54° è tutto più fattibile. La vita continuerebbe ad esistere, anche se cambierebbe un pò 

La grandezza del pianeta cambia poco le carte in tavola. Certo, dato che magari l'area abitabile è in percentuale minore, avere un mondo più grande ti consente di avere più aree da riempire con citta e simili. Ma tieni conto che la gravità cambierebbe, insieme alla attività magmatiche che si farebbero più intense 

Quindi, terra più grande = Più gravita, più terremoti, più eruzioni, e più calore terrestre (quest'Ultimo non va a influire troppo sul mondo, non ti preoccupare, il calore della terra non è neanche lontanamente paragonabile a quello di una stella)

 

3 ore fa, Pippomaster92 ha scritto:

Le stagioni come vengono stravolte? Per ora ho gestito il passaggio delle stagioni come qualcosa di molto preciso, e vorrei mantenerlo. Posso sempre dire che sono gli dei a mantenere tutto in ordine, e perché no: è il loro ruolo. Ma vorrei restare abbastanza verosimile. Vorrei evitare di chiamare in causa la magia per giustificare ogni cosa. 

Il ciclo delle stagioni dipende da come il pianeta ruota attorno al sole. Quindi rimarranno abbastanza invariate... come tempi (senza contare la differenza tra 365 e 360)

Ogni stagione sarà molto più "intensa" rispetto al nostro mondo. Quindi inverni più freddi ed estati più calde. Questo perché, per via della maggior inclinazione la terra sarà più o meno vicina al sole rispetto al nostro mondo

3 ore fa, Pippomaster92 ha scritto:

A livello di alba e tramonto, come vengono percepiti da chi si trova su un pianeta così inclinato?

Se la terra continua a girare normalmente non cambia molto. Ma come ho detto sarebbero estati più estreme. In estate giorni più lunghi e in inverno notti più lunghe rispetto al nostro mondo

Forse sai delle Notti polari, notti e giorni nel estremo nord (e sud) che durano da un minimo di 24 ore ad un massimo di 6 mesi (5 mesi, stando al tuo calendario). Beh quelle rimarrebbero (ma è logicamente impossibile che durino più di metà anno). Ma dovrebbero diventare più comuni, Quindi salendo verso il nord i giorni cominceranno a farsi strani (proprio come ho detto per le giornate durante le stagioni) 

 

Ti allego un paio di link che ho usato per confrontare le mie idee:

https://www.focus.it/scienza/spazio/cosa-accadrebbe-se-lasse-terrestre-fosse-verticale

https://www.sapere.it/sapere/strumenti/domande-risposte/scienza-tecnologia/asse-terrestre-perpendicolare-piano-orbita.html

https://it.wikipedia.org/wiki/Notte_polare

Questi link parlano di casi estremi, ma te ti servono solo come base per creare una via di mezzo 

Considerò che se il tuo mondo è sempre stato così molte di queste cose non succederebbero (poiché il mondo è nato per essere fatto cosi)

 

Se hai domande fa pure (proverò a rispondere)😅

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

La presenza in sé di una zona abitabile non è un problema. Se c'è una zona ultra-calda (polo) e assumiamo che l'equatore sia freddo, ci sarà sempre, ragionevolmente, una zona intermedia temperata. Inutile fare calcoli, al limite basta aggiustare la "potenza di irraggiamento" del sole per far tornare le cose.

Tieni presente però che, se la tua zona non è l'equatore, per come hai combinato le cose la zona sarà per metà dell'anno più calda dell'equatore e per metà dell'anno più fredda dell'equatore. Quindi, se il tuo equatore è per tutto l'anno freddo, la tua zona non-equatoriale sarà temperata d'estate ma ultra-gelida d'inverno. Non puoi, cioè, dire che l'equatore è sempre più freddo della tua zona. Non so se mi sono spiegato.

Alba e tramonto vengono percepiti in modo normale, non c'è differenza sostanziale con il nostro pianeta. Semplicemente, la durata del giorno e la durata della notte potrebbero essere molto estreme a seconda del periodo dell'anno, un po' come nelle zone circumpolari nostre. Più il giorno si allunga/accorcia e più i punti, all'orizzonte, in cui avvengono alba e tramonto si avvicinano tra loro; in un giorno lungo il sole partirà dal punto-alba e farà il "giro lungo" nel cielo fino al punto-tramonto; in un giorno corto il sole partirà dal punto-alba e si ritufferà subito nel punto-tramonto passando pochissimo tempo in cielo e senza arrivare mai al picco.

Sinceramente: io ti sconsiglierei di fare valutazioni "scientifiche" circa l'abitabilità e il clima del pianeta, perché, a volerle fare per bene, tirerebbero in ballo considerazioni che vanno ben oltre la geometria. Avrebbe un ruolo preponderante la circolazione atmosferica, per esempio, che non può essere approssimata con un calcolo facile su un foglio di carta.

La perplessità principale è: se un polo è ghiacciato per metà dell'anno e rovente nell'altra metà, è ragionevole aspettarsi fenomeni atmosferici sconvolgenti ogni volta che il polo si "scongela" e la sua enorme quantità d'acqua si scioglie ed evapora, mentre dall'altra parte il suo gemello si "ricongela".

Anche durante tutto l'anno ci sarebbe da aspettarsi venti molto forti che trasportano il calore (e il vapore acqueo) verso la parte buia del pianeta.

La tua idea è intrigante ma farla funzionare è complesso e richiede competenze che vanno al di là delle mie.

Sai cosa farei io se fossi al tuo posto?

Spoiler

Farei un pianeta con asse inclinatissimo ma con anno (periodo di rivoluzione) lunghissimo. Per molti dei nostri anni (o addirittura molte generazioni) la vita in una certa fascia di territorio scorre tranquilla, con clima temperato, senza stagioni. Ma piano piano il clima inizia a cambiare: si va verso il Grande Cataclisma che si ripete ciclicamente, un cataclisma che porta tempeste, uragani, alluvioni, e prelude a una lunga era in cui quella fascia di territorio diventerà freddissima e inospitale. La gente deve prepararsi alla Grande Migrazione verso la fascia opposta rispetto all'equatore, quella che diventerà la nuova fascia temperata, approfittando della "finestra" dell'equinozio.

Bell'idea, quasi quasi me la rigioco!

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, Bille Boo ha scritto:
Spoiler

Farei un pianeta con asse inquinatissimo ma con anno (periodo di rivoluzione) lunghissimo. Per molti dei nostri anni (o addirittura molte generazioni) la vita in una certa fascia di territorio scorre tranquilla, con clima temperato, senza stagioni. Ma piano piano il clima inizia a cambiare: si va verso il Grande Cataclisma che si ripete ciclicamente, un cataclisma che porta tempeste, uragani, alluvioni, e prelude a una lunga era in cui quella fascia di territorio diventerà freddissima e inospitale. La gente deve prepararsi alla Grande Migrazione verso la fascia opposta rispetto all'equatore, quella che diventerà la nuova fascia temperata, approfittando della "finestra" dell'equinozio.

Bell'idea, quasi quasi me la rigioco!

 

Bel idea (anche questo mi ricorda molto Planetos) Mi affascina molto l'idea di stagioni che durano generazioni. Gli spunti di riflessione sono infiniti. Ma per farlo non si dovrebbero prendere le cose troppo scientificamente

WALL OF TEXT (vi annoio solo perche mi pare di capire che a @Pippomaster92 interessa qualcosa di scientifico)

Ma a voler essere fiscali ci sarebbero due problemi (ovviamente solo se vogliamo tenerci alla scienza pura [cosa che comunque sconsiglierei, meglio usare la scienza solo come base {c'è il rischio di impazzirci senno}])

 

Una regione con una sola stagione sarebbe o molto freddo o molto caldo, dato che non ci sarebbe lo scambio di temperature che avviene nel nostro mondo. Per esempio, da noi in Italia in estate il mediterraneo raccoglie energia che rilascia durante l'inverno (creando così un clima temperato), inoltre molte piante che non potrebbero esistere.

Questo primo punto è trascurabile, è solo un dettaglio scientifico. Il pianeta sarebbe comunque abitabile da un popolo abituato a questo stile di vita

Si può facilmente risolvere facendo in modo che la stagione desiderata dai nativi sia la primavera. Stagione perfetta per queste cose, con una temperatura decente, natura rigogliosa e abbondanti piogge (che la loro mancanza in estate potrebbe portare alla siccità). L'estate al contrario sarebbe la tomba di quasi ogni popolo, senza la presenza di piogge (necessarie alle grandi comunità)

 

Il problema viene con il secondo punto, se la rotazione attorno al sole è lenta di generazioni anche il cambio di stagioni sarà lento anni. Quindi abbastanza impercettibile. Il problema quindi non sarà il "Grande Cataclisma" ma la "Grande Estate" o il "Grande Inverno" (se si decidesse di vivere in autunno)

E lo spostamento potrebbe durare decenni senza troppi problemi (a meno che non si decida che le stagioni cambino a una velocità incredibile, ma cosi si abbandona un idea scientifica)

 

Se si abbandona il ferreo sentiero della scienza invece si apre un mare di possibilità

  • Un popolo avversario che invece è abituato ad altre stagioni
  • Bestie che cominciano a migrare assieme al popolo, creando una minaccia
  • Rovine di vecchie civiltà 
  • Eserciti nemici che ne approfittano per rendere schiavi i popoli più deboli
  • Citta sotterranee che ignorano il cambio di stagione

Le idee sono infinite

Link to comment
Share on other sites

Aggiungo una pillola rapida (utile se vuoi giocare una campagna Hardcore) usando D&D o simili

Il disturbo affettivo stagionale (SAD), anche noto come depressione d'inverno potrebbe creare problemi di insonnia ai player. Puoi farli tirare un d20 ad ogni riposo lungo. Se fanno sopra il 10 faranno il riposo lungo normale. Se fanno un tiro sotto il 10 varrà come riposo breve. E se fanno 1 non riescono a chiudere occhio

Potrebbe essere un idea carina... e sta sicuro che i player finiranno per impazzire quanto i loro pg😂😂

Link to comment
Share on other sites

Ah, come temevo i problemi sono consistenti. 

In effetti il problema è che sarebbe necessario un "retcon", che non sono disposto a fare. L'anno è già assodato come lungo 360 giorni da 24h l'uno. E le quattro stagioni sono esattamente di 90 giorni l'una. A questo punto inserire un inclinazione particolare rischia di mandare tutto all'aria.

Terrò il pianeta principale ad un'inclinazione simile a quella terrestre e via. 

Però... C'è un però! La luna abitata potrebbe essere inclinata così. Intanto perché non l'ho ancora definita, ergo non devo ancora fare dei retcon. È bene o male una tela bianca. In secondo luogo è abitata da umani ma governata da una razza di gemelli che sono sempre l'uno l'opposto dell'altro. Il tema della specie è dualità, opposti, luce e ombra, virtù e vizio, estremi. Avrebbe senso che il mondo creato per questi individui dal loro dio creatore sia effettivamente duale. 

Avevo ipotizzato una luna-planetoide che funzionasse con il pianeta come un sistema di pianeti binari. Essendo più piccola del pianeta avrebbe un comportamento "da luna". 

Inizialmente avevo pensato alla lunahpianeta come ad un pianeta eyeball, ovvero tidally locked con il sole (le fasi lunari non sono date solo dall'ombra del pianeta sulla luna, ma anche dalla rotazione della luna stessa e dal differente albedo delle due metà, ghiacciata e desertificata). 

Ma potrei invece pensare ad una luna inclinata...

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

48 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

In effetti il problema è che sarebbe necessario un "retcon", che non sono disposto a fare. L'anno è già assodato come lungo 360 giorni da 24h l'uno. E le quattro stagioni sono esattamente di 90 giorni l'una. A questo punto inserire un inclinazione particolare rischia di mandare tutto all'aria.

Per curiosità, hai gia iniziato la campagna? se si quanto avete visto del mondo?

Perché nel caso non sei obbligato a fare un retcon. La durata del anno (delle stagioni e dei giorni) infatti non cambia anche inclinando la terra. Fammi sapere, magari troviamo una soluzione

 

51 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Però... C'è un però! La luna abitata potrebbe essere inclinata così

Beh si, anche questa è una soluzione molto interessante. C'è solo da considerare che la luna gira a sua volta attorno alla terra, ma puoi semplicemente ignorarla come cosa. Non è un grande problema infatti (o meglio, se chiedi ad un astronomo ti riempirà la chat, ma io per tua fortuna non sono molto informato al riguardo hahaha)

Link to comment
Share on other sites

Hanno fatto tutta la primavera e tra poco finirà l'estate. 90 giorni l'una sul calendario.

Sono state stagioni "normali", non hanno avuto temperature troppo estreme, anche se trovandosi abbastanza a nord le temperature sono più fredde (abbastanza simili a quelle scandinave, sono effettivamente in zona subartica). Una primavera molto mite e fredda, un'estate di disgelo e tempeste. 

In realtà la mia luna non gira attorno alla terra, ma essendo pianeti doppi il baricentro risulta fuori dalla "terra", anche se di poco. Ma questo è il meno.

 

devo valutare come si comporta un pianeta tidally locked con il sole se al contempo è un pianeta doppio. Per questo forse vale la pena di usare la luna con inclinazione a 54º o più. È altrettanto estrema come cambiamento di clima, e al contempo non è complesso come un pianeta eyeball. 

 

P s. In tutto questo c'è un terzo pianeta, ma non ci interessa perché è esattamente l'anti-terra ed è invisibile oltre il sole, è sempre speculare alla terra stessa.

Link to comment
Share on other sites

56 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Hanno fatto tutta la primavera e tra poco finirà l'estate. 90 giorni l'una sul calendario.

Sono state stagioni "normali", non hanno avuto temperature troppo estreme, anche se trovandosi abbastanza a nord le temperature sono più fredde (abbastanza simili a quelle scandinave, sono effettivamente in zona subartica). Una primavera molto mite e fredda, un'estate di disgelo e tempeste. 

Beh teoricamente potresti dire che le temperature estreme del estate sono state annullate perché i pg si trovano abbastanza a nord

E che quindi li aspetta un inverno ed un autunno rigidi e difficili

Ma non insisto, so quanto potrebbe essere difficile fare e spiegare una cosa simile ai player😂

 

59 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

In realtà la mia luna non gira attorno alla terra, ma essendo pianeti doppi il baricentro risulta fuori dalla "terra", anche se di poco. Ma questo è il meno.

 

devo valutare come si comporta un pianeta tidally locked con il sole se al contempo è un pianeta doppio. Per questo forse vale la pena di usare la luna con inclinazione a 54º o più. È altrettanto estrema come cambiamento di clima, e al contempo non è complesso come un pianeta eyeball. 

Non sono sicuro di aver capito come funziona il ciclo della luna. Ma apparte questo mi sembra un buon piano per continuare ad usare le tue idee senza dover fare un retcon

Link to comment
Share on other sites

1 hour ago, Pippomaster92 said:

devo valutare come si comporta un pianeta tidally locked con il sole se al contempo è un pianeta doppio. Per questo forse vale la pena di usare la luna con inclinazione a 54º o più. È altrettanto estrema come cambiamento di clima, e al contempo non è complesso come un pianeta eyeball. 

Mi sono perso. Dove è stato detto che il pianeta è tidally locked?

Non può essere tidally locked con il sole se al contempo ruota attorno a un baricentro esterno insieme alla sua luna, a meno che il periodo dell'intero sistema pianeta-luna non sia uguale all'anno. Ma avendo tu già mostrato giorni "normali", con albe e tramonti, come può esserci tidal lock con il sole?

 

1 hour ago, Pippomaster92 said:

Sono state stagioni "normali", non hanno avuto temperature troppo estreme, anche se trovandosi abbastanza a nord le temperature sono più fredde (abbastanza simili a quelle scandinave, sono effettivamente in zona subartica). Una primavera molto mite e fredda, un'estate di disgelo e tempeste. 

Se hai fatto vedere solo primavera ed estate, teoricamente sei ancora in tempo a dire che il pianeta è ad asse molto inclinato, ti basterà far vedere un autunno e un inverno estremamente freddi e bui.

 

 

 

Edited by Bille Boo
Link to comment
Share on other sites

In pratica (ma devo ancora valutare se la cosa non complica troppo le cose inutilmente) sono due copri celesti gemelli.
In realtà secondo alcune interpretazioni Terra e Luna sono pianeti binari, questo perché la nostra luna è molto più grande di quanto non dovrebbe essere un normale satellite per un pianeta come il nostro.
D'altra parte il baricentro (il punto attorno al quale orbitano due corpi) di Terra-Luna cade all'interno della Terra stessa. Per essere un vero sistema binario dovrebbe essere esterno ai due corpi.

Nel mio caso, sono indeciso se considerare il satellite una semplice luna e via, oppure se considerarlo un pianeta binario assieme al primo. In tal caso però temo di complicare le cose senza ricevere in cambio nulla di davvero vantaggioso, oltre magari al semplice effetto wow quando i giocatori scopriranno di far parte di un pianeta doppio. In particolare, un pianeta doppio ha il casino di essere tidally locked internamente (i due pianeti si fronteggiano in modo fisso, e sul lato opposto non vedranno mai l'altro pianeta); in secondo luogo ci sono le eclissi planetarie. Credo sia solo un casino. 

2 minuti fa, Bille Boo ha scritto:

Mi sono perso. Dove è stato detto che il pianeta è tidally locked?

Non può essere tidally locked con il sole se al contempo ruota attorno a un baricentro esterno insieme alla sua luna, a meno che il periodo dell'intero sistema pianeta-luna non sia uguale all'anno. Ma avendo tu già mostrato giorni "normali", con albe e tramonti, come può esserci tidal lock con il sole?

 

 

Si in effetti non sono stato chiaro, senza i nomi dei pianeti si capisce davvero poco. Aggiungo che sto scrivendo tutto ciò per chiedere consiglio ma anche per chiarirmi le cose XD

Eos è il pianeta principale, orbita attorno a Sole. 
luna (nome da definire, in minuscolo per evitare confusioni con la nostra Luna) orbita attorno a Eos. Mi piaceva l'idea, in origine, di renderlo un satellite di Eos ma anche renderlo tidally locked con il Sole. In modo da averlo metà alla luce e metà all'ombra, sempre. 
In verità, mi rendo conto ora, la nostra Luna è già così pur restando locked alla Terra. Quindi potrei fare lo stesso con Eos-luna e avere comunque un satellite "bianco e nero".

Ho usato il termine "pianeta" per indicare luna, perché una delle mie idee è appunto di avere un sistema binario composto da Eos e luna, e dunque non da pianeta + satellite ma da pianeta + pianeta. 

17 minuti fa, Lyt ha scritto:

Beh teoricamente potresti dire che le temperature estreme del estate sono state annullate perché i pg si trovano abbastanza a nord

E che quindi li aspetta un inverno ed un autunno rigidi e difficili

La parte nota di Eos è stata già descritta come il classico continente europeo medio: non troppo caldo, non troppo freddo, non troppo brullo e non troppo piatto. Proprio una classica "Europa Fantasy". 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

3 hours ago, Pippomaster92 said:

Eos è il pianeta principale, orbita attorno a Sole. 
luna (nome da definire, in minuscolo per evitare confusioni con la nostra Luna) orbita attorno a Eos. Mi piaceva l'idea, in origine, di renderlo un satellite di Eos ma anche renderlo tidally locked con il Sole. In modo da averlo metà alla luce e metà all'ombra, sempre. 
In verità, mi rendo conto ora, la nostra Luna è già così pur restando locked alla Terra. Quindi potrei fare lo stesso con Eos-luna e avere comunque un satellite "bianco e nero".

La nostra Luna non è in tidal lock col Sole, è in tidal lock con la Terra.

Se luna ed Eos sono un sistema binario non credo che sia possibile che uno dei due sia in tidal lock col Sole senza che lo sia anche l'altro (= cosa che implicherebbe 1 anno = 1 giorno).

Poi naturalmente, essendo fantasy, puoi fare come vuoi 🙂

 

Edited by Bille Boo
Link to comment
Share on other sites

10 minuti fa, Bille Boo ha scritto:

Allora ho letto male. Avevo capito che sostenevi che è sempre la stessa metà a essere illuminata dal sole.

Si intendevo che in origine volevo che luna orbitasse attorno a Eos, ma a sua volta che luna tramite magia fosse tidally locked non a Eos ma al Sole stesso.
Ma in effetti era solo per avere una luna "eyeball" mezza ghiacciata e mezza calda. A questo punto però posso averla anche lasciandola tidally locked ad Eos.

12 ore fa, Lyt ha scritto:

Comunque stai facendo un grande lavoro per un dettaglio secondario come l'astronomia. Spero che i tuoi player sappiano apprezzare lo sforzo. Perché non è assolutamente una cosa banale, GG

Sono un maniaco in queste cose. Sto tenendo aperta una wiki per l'ambientazione, ho creato un sistema di lingue più realistiche (non linguaggi veri, non sono un linguista) e metto molta lore al fuoco. Ma ai miei giocatori piace un sacco, ci divertiamo tutti di più così. 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...