Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Crawford rivela le razze presenti in Eberron: Rising from the last War

Attraverso il suo account Twitter, il Lead Designer Jeremy Crawford ha deciso di rivelare quali razze giocabili appariranno in Eberron: Rising from the Last War, il primo manuale ufficiale cartaceo su Eberron per la 5e in uscita il 19 Novembre 2019.
Le vere e proprie nuove Razze saranno:
Warfarged (Forgiati) Changelings (Cangianti) Kalashtar Shifters (Morfici) Nel manuale, inoltre, compariranno anche le versioni giocabili di:
Goblin Bugbear Hobgoblin Orchi (in un altro Tweet, Crawford chiarisce che gli Orchi di Eberron saranno leggermente diversi rispetto a quelli pubblicati in Volo's Guide to Monsters)
Read more...

Eberron: Rising from the Last War arriva a Novembre!

La Wizards of the Coast ha rivelato la data di uscita e il prezzo del primo manule d'ambientazione collegato a uno dei setting classici di D&D. Si tratta di Eberron: Rising from the Last War, specificatamente descritto come un "D&D Campaign setting and adventure book" (manuale d'ambientazione e d'avventura). Il manuale in lingua inglese uscirà il 19 Novembre 2019 al prezzo di 49,95 dollari (non sono ancora noti data di uscita e prezzo della versione italiana) e conterrà, oltre alle informazioni generali sul mondo di Eberron e un approfondimento dedicato alla città di Sharn, una campagna d'avventura ambientata nella regione del Mournland, nuove opzioni per PG, (tra cui la nuova Classe dell'Artefice e i Marchi del Drago), navi volanti, la nuova regola del Group Patron (un Background per il gruppo intero) e molto altro ancora.
Qui di seguito trovate la descrizione ufficiale di Eberron: Rising from the Last War, mentre in fondo all'articolo vi mostriamo la copertina standard del nuovo manuale e quella speciale della versione limitata (per ingrandire le immagini cliccate su di esse).
 
Eberron: Rising from the Last War
Esplorate le terre di Eberron in questo supplemento di campagna per il più grande gioco di ruolo al mondo.
Che sia a bordo di di una nave volante o della cabina di un treno, imbarcatevi in una emozionante avventura avvolta nell'intrigo! Scoprite segreti sepolti per anni da una guerra devastante, nella quale armi alimentate dalla magia hanno minacciato un intero continente.
Nel mondo post-bellico la magia pervade la vita di ogni giorno e persone di ogni sorta si riversano in Sharn, una città di meraviglie dove i grattacieli squarciano le nubi. Troverete la vostra fortuna nelle squallide strade cittadine oppure rovisterete gli infestati campi di battaglia alla ricerca dei loro segreti? Vi unirete alle potenti Case dei Marchi del Drago, spietate famiglie che controllano tutte le nazioni? Cercherete la verità in qualità di reporter di un giornale, di un ricercatore universitario o di una spia governativa? Oppure forgerete un destino in grado di sfidare le cicatrici della guerra?
Questo manuale garantisce strumenti di cui sia i giocatori che il Dungeon Master hanno bisogno per esplorare il mondo di Eberron, inclusi la Classe dell'Artefice - un maestro delle invenzioni magiche - e mostri creati da antiche forze belligeranti. Eberron entrerà in una nuova era di prosperità o l'ombra della guerra discenderà su di esso ancora una volta?
Una completa guida di campagna per Eberron, un mondo dilaniato dalla guerra e armato da tecnologia alimentata dalla magia, da uno dei titoli più venduti sul DMs Guild: Wayfarer's Guide to Eberron. Una veloce immersione nelle vostre avventure pulp grazie all'utilizzo dei luoghi d'avventura facili da usare e creati per il manuale, contenenti mappe di treni lampo (lightning trains), navi volanti, castelli fluttuanti, grattacieli e molto altro. Esplorate Sharn, una città di grattacieli, navi volanti e intrighi in stile noir, e crocevia per le genti del mondo sconvolte dalla guerra. Include una campagna per personaggi interessati ad avventurarsi nel Mournland. Giocate l'Artefice, la prima classe ufficiale ad essere rilasciata per la 5a Edizione di D&D dall'uscita del Manuale del Gioatore. L'Artefice fonde magia e invenzione per creare oggetti meravigliosi. Create il vostro personaggio usando un nuovo elemento di gioco: il Patrono di Gruppo (Group Patron), un Background per tutto il gruppo. 16 nuove razze/sottorazze - il numero più alto rispetto a quelle pubblicate fin ora negli altri manuali di D&D - in cui sono inclusi i Marchi del Drago, che trasformano magicamente certi membri delle razze del Manuale del Giocatore. Affrontate mostri orrorifici nati dalle guerre più devastanti del mondo. DETTAGLI DEL PRODOTTO
Lingua: inglese
Prezzo: 49,95 dollari
Data di uscita: 19 Novembre 2019
Formato: Copertina rigida


Link alla pagina ufficiale del prodotto: https://dnd.wizards.com/products/tabletop-games/rpg-products/eberron
Read more...

Il Barbaro e il Monaco

Articolo di Ben Petrisor, con Dan Dillion e F. Wesley Schneider - 15 Agosto 2019
Nota: le traduzioni dei nomi delle meccaniche citate in questo articolo sono non ufficiali.
Questa settimana due Classi, il Barbaro e il Monaco, scoprono nuove possibilità da playtestare. Il Barbaro riceve un nuovo Cammino Primordiale: il Cammino dell'Anima Selvaggia (Path of the Wild Soul). Nel frattempo il Monaco ottiene una nuova Tradizione Monastica: la Via del Sè Astrale (the Way of the Astral Self). Vi invitiamo a dare una lettura a queste Sottoclassi, a provarle in gioco e a farci sapere cosa ne pensate. Tenete d'occhio il sito di D&D per un nuovo sondaggio e fateci sapere in quest'ultimo cosa ne pensate dell'Arcani Rivelati di oggi.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
Arcani rivelati: il barbaro e il monaco
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/barbarian-and-monk
Read more...

Intervista a Massimo Bianchini di Asmodee Italia su D&D 5e

Massimo Bianchini, Country Manager di Asmodee Italia e dal 1997 una delle principali teste dietro alla traduzione dei manuali di D&D, ha di recente rilasciato un'intervista al sito Tom's Hardware, grazie alla quale possiamo farci un'idea più chiara sul modo in cui la Asmodee Italia gestisce la localizzazione di D&D 5e in italiano e su cosa possiamo aspettarci per il prossimo futuro.
L'intera intervista è disponibile sul sito Tom's Hardware, mentre qui di seguito potrete trovare alcuni estratti riguardanti specificatamente D&D 5e.
Grazie a @Checco per la segnalazione.
 
In questa epoca di ritorno in auge del gioco di ruolo Asmodee si è “portata a casa” uno dei prodotti più noti e diffusi sul mercato: Dungeons & Dragons. Come sta andando la linea editoriale?
Sta andando molto bene, e anche Wizards of the Coast e Gale Force 9 sembrano molto contente di quanto stiamo sviluppando sul mercato. Non c’è la certezza assoluta, ma in base alle informazioni di cui siamo in possesso, l’italiano è la seconda lingua in cui vengono venduti più manuali al mondo (dopo ovviamente l’inglese)!
La domanda più “pressante” e diffusa nella community dei giocatori di D&D è: “quando esce il modulo X?” “qual è la linea editoriale per raggiungere le pubblicazioni USA?”. Cosa possiamo rispondere in merito? Wizards of The Coast ha “ingranato la quinta” nella velocità di lancio di prodotti… come riuscirete a stare al passo?
L’accelerazione da parte di Wizards of the Coast si è verificata nel corso dell’ultimo anno e al momento stiamo cercando delle contromisure per riuscire a stare al passo. L’idea iniziale era quella di seguire la schedule di uscite originale con l’inserimento in semi-contemporanea delle novità più importanti dell’anno. Ed effettivamente, almeno inizialmente, eravamo riusciti a recuperare “tempo”: la nostra frequenza di uscite era più alta rispetto a quella delle uscite americane.
Purtroppo ora non è più così: il successo world-wide di D&D ha dato un impulso pazzesco alle produzioni americane e stiamo cercando con tutte le nostre forze di tenere il ritmo. Occorre anche dire che alcuni accessori prodotti da Gale Force 9 (come gli schermi del DM dedicati alle campagne o le carte incantesimo, oggetti magici e dei mostri) sono produzioni aggiuntive che portano via risorse, e che vanno ad aggiungersi alla realizzazione dei manuali. (E bisogna anche aggiungere che il gioco da tavolo del Dungeon del Mago Folle, in uscita a fine anno, è andato in coda alla produzione: lo staff che se ne occupa, per ovvie esigenze di coerenza, è lo stesso).
Il discorso generale è che è molto difficile lavorare su prodotti in maniera che non presentino errori di traduzione, e come si può immaginare ciò porta via molto tempo. In ogni caso, pur essendo partiti in ritardo rispetto alle edizioni di altri paesi (Francia, Spagna o Germania, per nominarne qualcuno) siamo comunque in linea con il numero di uscite di questi ultimi.
Il mercato USA gode di numerose versioni “collector” dei vari volumi. Sarà possibile vedere qualcosa anche per il mercato italiano o i numeri attuali sono ancora lontani da permettere stampe di manuali in edizioni diverse?
Siamo in attesa, ormai da molti mesi, dell’autorizzazione alla pubblicazione di questi magnifici manuali “collector”, che sono molto richiesti e che speriamo prima o poi di riuscire a portare nei negozi.
D&D ricopre un posto particolare nella tua evoluzione sia di appassionato sia lavorativa. Da quanto segui il prodotto come “giocatore” e da quanto come “addetto ai lavori”? Quando hai saputo di avere “in casa” il gioco quali sono state le tue reazioni? Felicità o “terrore” per la fan base che avresti dovuto affrontare?
Considerando che il primo manuale che ho editato risale al 1997 (Manuale del Giocatore di AD&D Seconda Edizione) direi che la fase del “terrore” l’ho passata da un pezzo. Diciamo che per la Quinta Edizione ero un po’ preoccupato perché non avevo seguito molto le uscite in inglese dal 2014 in poi… Quando abbiamo ottenuto i diritti, nel 2017, ho dovuto rispolverare glossari e terminologie che non toccavo da molti anni (dal 2009, ultimo manuale che ho seguito per la Quarta Edizione), ma alla fin fine crediamo di avere svolto un buon lavoro.
Attualmente siamo arrivati alla sesta stampa, che consideriamo un bel traguardo! C’è da dire che ho curato solamente la pubblicazione del Manuale del Giocatore, per tutte le altre uscite mi sono avvalso di una mia collaboratrice storica molto in gamba, Chiara Battistini, che sta seguendo tutta la produzione, lavorando sulla traduzione di un’altra pietra miliare del settore, Fiorenzo Delle Rupi.
Quanto del tuo bagaglio culturale e di esperienza troviamo nella attuale versione del gioco? Ti sei “portato dal passato” qualche glossario o elemento che avete utilizzato per mantenere una coerenza con le vecchie edizioni?
Ho una cartella “Glossari” creata più o meno nel millennio scorso, che ho (abbiamo) utilizzato nel corso di tutte le edizioni. In origine, cercammo di mantenere coerenza con la vecchia scatola rossa di D&D, pubblicata da Editrice Giochi, come ad esempio il mitico Dardo Incantato.
In linea di massima abbiamo sempre cercato di mantenere il massimo della coerenza possibile tra un’edizione e l’altra, anche nei termini più ricercati. Per esempio, nella Guida degli Avventurieri alla Costa della Spada, di prossima uscita, i termini geografici sono esattamente gli stessi della scatola base di Forgotten Realms di AD&D Seconda Edizione, pubblicata più di vent’anni fa!
Attualmente Asmodee attraverso Gale Force 9 detiene i diritti per la pubblicazione dei manuali cartacei e non quelli PDF. Il mercato sempre più sembra richiedere la vendita in bundle o anche singola per le versioni digitali… se si aprisse la possibilità secondo te il mercato italiano sarebbe una piazza interessante per questa tipologia di distribuzione?
Devo dire che nutro forti dubbi in merito, da noi la pirateria è ancora ampiamente diffusa, anche se capisco che sarebbe molto comodo avere la versione in pdf dei manuali per facilità di consultazione durante le sessioni di gioco. C’è da dire che è un problema che non si pone, dal momento che questa non è una decisione che spetta ad Asmodee Italia ma bensì a Wizards of the Coast.
Qualche numero sulla vendita di D&D in Italia? Siamo rimasti alle 10.000 copie del Manuale del Giocatore, qualche aggiornamento?
Al checkpoint di metà luglio siamo arrivati a 14.000 copie, ma il periodo migliore dell’anno è da settembre in poi.

Fonte: https://www.tomshw.it/culturapop/asmodee-dungeons-dragons-e-giochi-di-ruolo-intervista-a-massimo-bianchini/
Read more...

Le prime Anteprime di Pathfinder 2e: diversi mostri, la scheda del PG e altro

Pathfinder 2e uscirà in lingua inglese l'1 Agosto 2019, ovvero all'incirca fra una settimana (come vi avevamo scritto in un articolo, invece, la versione italiana dovrebbe arrivare intorno all'Aprile del 2020). Per l'occasione, dunque, la Paizo ha deciso di mostrare alcune anteprime tratte dai due manuali base, il Core e il Bestiario: la scheda del PG, alcuni estratti dalle sezioni per il DM, e le statistiche del Goblin, dello Scheletro, del Gremlin, del Gogiteth, e di numerose altre creature.
Troverete le anteprime infondo all'articolo: per ingrandire le immagini cliccate su di esse. Due versioni ad alta definizione della Scheda del PG, tuttavia, una delle quali progettata appositamente per la stampa, sono disponibili ai seguenti link:
❚ Scheda del PG di Pathfinder 2e colorata
❚ Scheda del PG B/N pensata per la stampa
Per visionare, invece, diverse altre anteprime sui mostri di Pathfinder 2e rispetto a quelle pubblicate in questo articolo, potete visitare questa pagina del sito della Paizo (anche in questo caso, cliccate sulle immagini per ingrandirle).











Read more...
Bellerofonte

Capitolo V: Barusha

Recommended Posts

Cita

Tredicesimo giorno del VI mese, anno 1491, ore 18:30 || +57 giorni dalla partenza

Isola Sconosciuta || Brezza verso Sud, Caldo e nuvoloso

@Pippomaster92 @Ghal Maraz @Fezza

E9D4dIH.jpg

La contessa si trasforma in un elfo alato che la porta a una trentina di metri d'altezza, oltre il quale il vento inizia a minare la sua stabilità di volo.

@Sandrine

Spoiler

In 100km in ogni direzione si estende natura incontaminata. Dietro di te il mare, con la Speranza acquattata dove il suo pescaggio glielo permette; a Est ed Ovest, il promontorio si estende interrotto da piccole spiagge come quella in cui siete approdati. Di fronte a te, il terreno è prevalentemente brughiera, con qualche sprazzo alberato qui e lì. Nessuna traccia umana.

Osservare: 15

Sigbjorn ascolta con attenzione Randal nel suo sproloquio, per poi rispondere: "Mh." che pare di approvazione. Fortunale intanto osserva la spiaggia; saranno circa 400m di larghezza per 15 di lunghezza, con sabbia sottile e biancastra. L'acqua cristallina è piena di ciottoli sul fondale, e il bagnasciuga ha portato a riva alcune conchiglie dalle forme strane, seppure visibilmente senza valore commerciale. 

Edited by Bellerofonte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Randal

Hey, guardate qui che conchiglie strane, mai viste di queste forme.. e voi? Mi chino a raccogliere svariate conchiglie per osservarle bene, lasciandole poi cadere quando mi sono fatto un'idea sulla forma, odore e del materiale di cui sono fatte.
Se differiscono - e in cosa - rispetto a quelle alle quali sono abituato me lo segno su di una pergamena utilizzando la penna di Arrigo cosicchè io non debba impegnarmi nello scrivere e possa continuare ad osservare e studiarle.

Cerco poi di assaggiare la salinità dell'acqua per capire se differisce rispetto a quella di Capo Speranza. Quando lo faccio guardo Sigbjorn e gli dico ..sai, se ci fosse una sorgente di acqua dolce da queste parti sarebbe molto meno salata.

[Conoscenze natura: 12 + 6 (spendo 1 ispiration point)] 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sandrine Alamaire

"Niente... spiaggia e rocce a destra e sinistra, brughiera con macchie di alberi davanti a noi. Così per miglia e miglia", dico, planando a terra. 

"Non ho visto segni di civiltà".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunale

Osservo la leggiadra Contessa mentre vola sulle sue splendide ali. Provo un po' di invidia e una certa dose di ammirazione. Ma non è il momento di pensare a queste cose, non mentre sono capitano.

Mi carezzo il mento pensieroso "Allora procediamo un po' verso l'entroterra: magari troviamo corsi d'acqua, cacciagione e cose simili. Occhi aperti" aggiungo aprendo la fila con l'arma in pugno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 3/1/2019 alle 15:54, Bellerofonte ha scritto:

Tredicesimo giorno del VI mese, anno 1491, ore 19:30 || +57 giorni dalla partenza

Isola Sconosciuta || Brezza verso Sud, Caldo e nuvoloso

Un altro mugolio di Sigbjorn sancisce il suo totale disinteresse per le conchiglie; l'uomo segue il suo capitano, piazzandosi alle sue spalle come un'ombra.

@Randal

Spoiler

Conchiglie meravigliose quelle, di tipologia e colore diverse rispetto a quelle a cui sei abituato; al di là delle differenze cromatiche e di forma però, non celano segreti occulti, se non una differenziazione darwiniana della fauna nemmeno poi così pronunciata.

Rimani deluso anche dall'acqua: salata, come al solito. 

Conoscenze (Natura): 24

Proseguite verso l'entroterra tutti insieme guidati dal vostro capitano, anche se a malapena riuscite a reggere il suo passo svelto. La brughiera infinita si estende di fronte a voi. In un'ora di camminata, senza una parvenza di strada, fate poco più di tre chilometri senza imbattervi in nulla che non siano rocce ed erba. Intanto, il tramonto sancisce la fine delle vostre ore di luce...

Edited by Bellerofonte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Randal

Niente? Commento un pò deluso
E noi che volevamo cercare segni di civiltà, sembra disabitata questa terra. Sembra.
Peraltro nessun segno di fonti di acqua dolce.. e questo è male.
Però insomma.. che bello è aver messo i piedi sulla terraferma dopo quasi 2 mesi di viaggio sulla Speranza? 

Qualcuno di voi ha trovato dei frutti o fiori di qualche tipo, qualcosa che secondo voi poteva essere commestibile? Qualsiasi roba strana che abbiate potuto vedere intendo eh

Nel frattempo il sole sembra calare inesorabilmente e non vorrei rimanere in un posto che non conosco per tutta la notte, molto meglio la nostra nave ..a proposito. Se torniamo sulla nave non è meglio?

[Randal ha velocità 12m, regge bene il passo di Fortunale]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunale

"Certo, potrebbe essere davvero un luogo disabitato. Oppure no, e abbiamo trovato solo un luogo che la gente del posto non frequenta" medito sul da farsi, poi prendo la decisione "Andare avanti ora non ha molto senso. Torniamo alla spiaggia e accampiamoci li. La ciurma sarà rassicurata e in caso di pericolo potremo raggiungere facilmente la nave; domani mattina di buon'ora riprenderemo l'esplorazione. E sulla via del ritorno, Sandrine, vorrei che ripetessi il trucchetto con le ali: di notte sarà più facile individuare segni di civiltà, se qui usano il fuoco..."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sandrine Alamaire

"Aye, Capitano"", rispondo, ubbidiente, ma con un tono leggermente divertito. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 4/1/2019 alle 14:27, Bellerofonte ha scritto:

Tredicesimo giorno del VI mese, anno 1491, ore 20:45 || +57 giorni dalla partenza

Isola Sconosciuta || Brezza verso Sud, Caldo e nuvoloso

Ripercorrete gli stessi passi all'indietro, e tornate esattamente nel punto in cui siete approdati. Sigbjorn si occupa di tagliare e spostare alcuni vecchi scheletri di albero che la corrente ha portato a riva, il combustibile per la vostra serata sulla terraferma; Fortunale accende il fuoco, e mentre Sandrine è di ricognizione, Randal si avventura su alcuni scogli poco distanti dalla riva, dove alcuni animaletti hanno trovato rifugio: ricci di mare, granchietti, forse anche qualche vongola. 

Dopo qualche minuto il cuoco ritorna con abbastanza cibo per due persone. 

@Randal

Spoiler

Mentre il carpentiere ed il capitano concentrano la loro attenzione sul fuoco, noti un segnale luminoso provenire dalla Speranza. Alcuni ticchettii brevi, seguiti da altri più lunghi con pause in mezzo; stanno usando un linguaggio nautico che ti è molto familiare, imparato quando eri piccolissimo. Il messaggio recita: "N-O-T-I-Z-I-E", a cui probabilmente manca un punto interrogativo.

@Sandrine

Spoiler

Nuovamente riesci a raggiungere il picco di circa 400m d'altezza senza iniziare a sentire le forti correnti di vento sballottolarti via; la distanza che riesci a coprire è la stessa di prima, e tralasciando il falò acceso dai tuoi compagni e il puntino luminoso della Speranza, nuovamente non vedi nulla. Cento chilometri è il tuo limite, a meno che tu non riesca a trovare un modo per salire più in alto o vi mettiate a circumnavigare l'isola in cerca di porti.

@Tutti

Spoiler

Osservare [Sandrine | Randal | Fortunale | Sigbjorn]: 23 | 24 | 3 | 2

Sopravvivenza [Fortunale | Sigbjorn | Randal]: 28 | 10 | 17

Conoscenze (locali) (passivo) [Randal]: 21

 

Edited by Bellerofonte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Randal

Meglio che niente rifletto a voce alta quando torno verso il piccolo falò che il Capitano si è prodigato di approntare. 
Ora dovremo capire come cucinare queste cose qua.. io ho tutto nella cucina della Speranza, non mi sono portato dietro pentole e il resto. Mi gratto leggermente il capo cercando di venir fuori da quella situazione
Ho un'idea, se vi va: cucina alla pietra, eh? Come i vecchi tempi, certo non sarà il massimo e mancherà tutto di condimento ma questo è quello che abbiamo e dobbiamo arrangiarci. Se Sigbjorn ci procurasse alcune pietre, o frammenti di scogli, abbastanza sottili da poterle mettere sotto al fuoco un pò rialzate sarà come cucinare su di una pietra da cucina.

Poi, con un gesto della mano mi strofino gli occhi per capire se ci vedo bene o è il buio che fa dei brutti scherzi AH! Giusto ..commento dopo aver volto lo sguardo verso la Speranza ..dovremmo anche comunicare qualcosa a quelli rimasti sulla nave, ci hanno appena chiesto se abbiamo notizie. Fortunale.. comunichi tu con loro tramite i segnali luminosi? 

E poi mi metto all'opera cercando di pulire i granchi e i ricci di mare, per le vongole ci vorrà una specie di miracolo affinchè si aprano ma.. hey.. è tutto quello che ho trovato e dobbiamo farcelo bastare

[Prendo il 10 in professione cuoco: 10+6 (uso 1 punto ispirazione sfruttando Cunning Knowledge) = 26]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sandrine Alamaire

"Niente, capitano. Da qui fin dove possono i miei occhi, anche alterati dalla magia, non scorgo fuochi o fiamme", aggiungo, a mia volta. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunale

"Peccato. Forse è davvero un posto deserto. Domani cerchiamo di circumnavigarlo. Fa niente, Sandrine: riposati pure" prima di andare a rispondere alla nave mi rivolgo al cuoco "Ho mangiato per anni carne semi cruda, non puoi fare di peggio nemmeno impegnandoti"

DM

Spoiler

Rispondo con una torcia.

Tutto bene. Riposo spiaggia. Occhi aperti.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 5/1/2019 alle 14:23, Bellerofonte ha scritto:

Tredicesimo giorno del VI mese, anno 1491, ore 21:00 || +57 giorni dalla partenza

Isola Sconosciuta || Brezza verso Sud, Caldo e nuvoloso

Il capitano si impegna a rispondere e riceve un segnale positivo che chiude la comunicazione; Sigbjorn si arrovella per creare quella che secondo lui è una possibile cucina - ma assomiglia più ad un mucchio di grosse pietre messe alla rinfusa sul fuoco, che a Randal tocca aggiustare per bene.

Il vichingo carpentiere non è soddisfatto della poca quantità di cibo; notoriamente in silenzio, esprime un "Mphf" di disapprovazione e prova egli stesso a cercare altro cibo nei dintorni - invano. 

Randal come al solito riesce a fare miracoli, sfamando tutti con una zuppa dell'ultimo minuto. Una gran fatica, ma per lui solo complimenti.

...il fuoco scoppietta di fronte a voi, e l'aria è pregna ancora dei rimasugli di pesce finiti nelle braci; l'Oceano d'Oriente è talmente mansueto da sentirsi a malapena, e sotto le stelle e la luna, la Speranza è il vostro unico faro nell'orizzonte. Il fuoco scoppietterà ancora per qualche ora.

Edited by Bellerofonte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunale

"Voglio dormire qui, ma dobbiamo essere cauti: facciamo turni di guardia a coppie, e se accade qualsiasi cosa strana o insolita svegliate tutti" ordino fissando il buio dell'entroterra "Meglio stanchi che morti"

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sandrine Alamaire

"Capitano? Turni doppi? In cinque? Sarà... una lunga notte. Domani... non sarò al massimo della mia forma magica...", dico, ma poi, come se niente fosse, inizio a raccontare una storia. Una storia di marinai, di uomini e donne coraggiosi, di una grande tesoro nascosto. 

Buonanotte, ciurma. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunale

Io non ho usato le mie risorse magiche, mentre Sandrine potendo volare a lungo può esserci molto utile. Capisco la sua obiezione.
"Giusto, nostromosorrido chiamandola così, perché nonostante sia brava nel suo lavoro proprio non è un titolo che le si addice "Allora fai il primo turno, poi io coprirò il tuo secondo"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Randal

Oh, io faccio quel che volete eh.. anche due turni. Mi prendo più tempo per me nei prossimi giorni al massimo! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 5/1/2019 alle 18:59, Bellerofonte ha scritto:

Quattordicesimo giorno del VI mese, anno 1491, ore 06:00 || +58 giorni dalla partenza

Isola Sconosciuta || Brezza verso Sud, Caldo e nuvoloso

Alla luce del fuoco, il nostromo vi racconta incredibili storie d'avventura che hanno come protagonisti pirati e navi maledette - e nessuno di voi può fare a meno di sovrapporre il volto di Nero e la sua Jocasta sulle descrizioni della contessa - ma trascorsa una mezz'oretta, alla fine decidete di fare la cosa più logica: i non-incantatori, Sigbjorn e Randal, si occupano di tenere la guardia durante la notte mentre Fortunale e Sandrine possono riposare in santa pace durante le otto ore necessarie al loro sonno.

@Sandrine

Spoiler

Il tuo sonno è relativamente tranquillo. Sogni una nave tutta tua dove ogni marinaio ha imparato alla lettera il galateo, ed il ponte è un grande palcoscenico attrezzato che ti vede protagonista ogni sera; poi, una visione: sei enormi massi nascosti nella nebbia si ergono su una collina. Tu in mezzo, ascolti sussurri indistinguibili che ti chiamano verso quelle costruzioni. Uno accanto all'altro, i piloni di pietra hanno incisi simboli arcaici che in Primordiale riconosci come le sei fasi della vita: Nascita, Infanzia, Adolescenza, Maturità, Vecchiaia, Morte. Ogni menhir associato ad un simbolo, e sotto quello della Morte, vedi qualcosa luccicare. Un altro frammento dell'artefatto dello Scacchista.

Ti svegli la mattina successiva ancora un po' disorientata, ma facendo mente locale arrivi subito alla conclusione che i sogni raramente sono un caso da quando siete partiti, e che lo Scacchista te l'aveva preannunciato: sei vicina.

ZGemd83.jpg

@Fortunale

Spoiler

La tua nottata non è delle più tranquille. Sogni il tuo vecchio brigantino perso nel blu infinito dell'Oceano d'Oriente. A bordo sei ancora tu il capitano, ma la ciurma non è delle migliori; hai Kiltus come primo ufficiale, Josephine al timone, Vaniglio sulla spalla e Lupo Grigio e Jimbo addetti alle vele. Tuo fratello, dritto a prua, osserva l'orizzonte e non si volta mai un attimo indietro, per cui lo riconosci solo dalle enormi spalle da mezzogigante. E dopo un tempo indefinito in mare, comprendi: sei su una nave di morti che non toccherà mai più terra. L'incubo termina quando vieni spaventato dall'eco di un "Wof!" canino che ti riporta alla realtà. Ti desti di soprassalto, sei ancora sull'isola misteriosa.

@Randal

Spoiler

Una delle nottate di guardia più noiose della tua vita. Per miracolo non ti sei addormentato, perché Sigbjorn non ha spiaccicato una frase completa in otto ore circa. La spiaggia ti è sembrata davvero deserta - a parte verso le tre e mezza, quando ti pareva di aver sentito rumori sul bagnasciuga ma non hai trovato niente. 

E' l'alba quando vi alzate, con le braci fumanti oramai spente da un pezzo di fronte a voi. La nave è lì dove l'avete lasciata, e potete notare i primi movimenti a bordo della ciurma che si sveglia in contemporanea a voi. A quale mitica avventura andrete incontro quest'oggi?

Edited by Bellerofonte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Randal

[Nella notte]
Senti Sigbjorn, guarda le stelle che stanno sopra le nostre teste, cosa vedi? Mio padre mi diceva sempre che noi uomini tentiamo di dare un volto che conosciamo a qualsiasi cosa osserviamo.. tipo guarda quella serie lassù punto il dito in alto non ti ricorda un orso? E quella là non sembra un lupo? Chissà che Lupogrigio non sia "volato" lassù e ci stia osservando in questo momento.
Pensiamo sempre alle stelle quando le vediamo di notte.. ma ci sono anche di giorno.. 
mi fermo aspettando che dica qualcosa ma.. ovviamente.. niente.

Faccio spallucce, ho tentato di comunicare su qualcosa che avrebbe potuto apprezzare anche lui essendo uomo del Nord, pensavo che nelle notti avesse rimirato le stelle e tentato di dare forma ai suoi pensieri. Magari anche si.. ma è proprio fatto così,non parla.

Proseguo il resto della notte a cercare di pescare qualcosa mettendomi poco distante da loro usando la mia canna da pesca improvvisata che cerco di costruirmi nella notte.
So bene che di notte c'è più attività nell'acqua e ho più possibilità di far trovare ai belli addormentati una gustosa colazione

[Uso una canna pesca improvvisata e ci attacco il mio "Fishing tackle" che mi dà +1 a pescare]

[La mattina]
Oh.. è quasi ora di svegliare quei due, il fuoco ormai è spento e sulla Speranza stanno iniziando le manovre del mattino. Lascio a te il piacere.. io mi occupo della colazione.
Cerco di preparare qualcosa e se proprio non ho niente disegno sulla sabbia un bel pescepalla gigante con un sorriso sotto, almeno si sveglieranno col sorriso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunale

Mi risveglio di malumore, ma cerco di fare buon viso a cattivo gioco e dopo essermi rivestito di tutto punto cammino un po' sulla spiaggia per chiarirmi le idee. Non mi allontano molto, in realtà, restando in vista dell'accampamento.

Dopo qualche minuto torno e, se Sandrine è ancora sveglia, le chiedo di parlarle in privato "Non offendetevi, probabilmente lo saprete anche voi, tra poco. Ma devo prima dirlo a lei" spiego agli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.