Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Vampiri 5E ha vinto l'Origins Award come Miglior GDR

Articolo di Morrus del 16 Giugno 2019
Sono stati nominati i vincitori degli Origins Award e Vampire: The Masquerade 5th Edition ha ricevuto il premio nella categoria dei giochi di ruolo mentre il Mordenkainen’s Tome of Foes della WotC lo ha vinto in quella dei supplementi per i GDR.

Ecco la lista completa dei vincitori:
Gioco dell’Anno: Root (Leder Games) Gioco da Tavolo: Root (Leder Games) Gioco di Carte: The Mind (Pandasaurus Games) Gioco per Famiglie: The Tea Dragon Society Card Game (Renegade Game Studios) Gioco Collezionabile: Keyforge: Call of the Archons (Fantasy Flight Games) Gioco di Ruolo: Vampire: The Masquerade 5th Edition (Modiphius Entertainment) Supplemento per Giochi di Ruolo: Mordenkainen’s Tome of Foes (Wizards of the Coast) Gioco di Miniature: Necromunda (Games Workshop), Star Wars Legion (Fantasy Flight Games) Accessorio per Giochi: Placca trofeo con testa di drago nero (WizKids) Link all’articolo originale: https://www.enworld.org/forum/content.php?6405-Vampire-5E-Is-Origins-RPG-Award-Winner
Read more...

E' uscito il manuale Acquisitions Incorporated!

A partire dal 18 Giugno 2019 è uscito Acquisitions Incorporated, supplemento per D&D 5e collegato alla celebre campagna giocata per anni da Penny Arcade e conosciuta con il nome di Acquisitions Inc. Il manuale, ufficialmente finanziato e riconosciuto dalla WotC, contiene un'avventura per PG di livello 1-6,  regole per creare e gestire una proprio Franchise (una vera e propria impresa d'affari), una serie di ruoli speciali per chi lavora nell'impresa, nuovi Background, opzioni per PG e altro ancora.
Per chi tra voi non lo conoscesse, Acquisitions Inc. è iniziato circa una decina di anni fa (durante il periodo della 4a Edizione di D&D) sotto forma di un podcast, durante il quale Chris Perkins (attuale membro del D&D team presso la WotC e uno dei principali designer della 5e) e altri esponenti del Penny Arcade mettevano in scena la loro personale campagna di Dungeons & Dragons. Con il passare degli anni l'Acquisitions Inc. ha ottenuto un successo tale da diventare un vero e proprio show dal vivo, simile a ciò che è oggi il celebre Critical Role con Matt Mercer. Inoltre, Penny Arcade è diventato anche il responsabile dell'organizzazione del gioco dal vivo presso il circuito di convention PAX, oltre che del più recente PAX Unplugged.

L'Acquisition Inc. giocato dal vivo con Chris Perkins come DM
Dopo tanti anni di successo, Penny Arcade ha deciso di pubblicare un manuale per D&D dedicato interamente all'Acquisitions Inc. L'idea era quella di finanziare il progetto attraverso Kickstarter, ma quando la WotC ha scoperto ciò che Penny Arcade stava creando, ha deciso di proporre loro una collaborazione e di finanziare lei la realizzazione del manuale, che ora è finalmente disponibile per l'acquisto.
Qui di seguito potete leggere la descrizione ufficiale del manuale, pubblicato sul sito ufficiale della WotC:
Acquisition Incorporated
Un prodotto di D&D creato in collaborazione con Penny Arcade Inc.
BENVENUTI AD ACQUISTIONS INCORPORATED!
Esplorate un gran numero di pericoli e di personalità per il più grande gioco di ruolo al mondo.
Quando siete agli inizi nell'attività del partecipare alle avventure, può non essere male poter contare su un qualche appoggio. Può essere di grande aiuto avere accesso ai potenti artefatti, alla competenza e lavori che l'Acquisitions Incorporated (Acq Inc) è in grado di offrire a una nuova impresa. Unitevi a Omin Dran, Jim Darkmagic e a Viari come mai prima nel manuale di Campagna per Dungeons & Dragons di Acquisition Incorporated!
Preparatevi per il successo quando tenterete di gestire la vostra impresa fantasy, utilizzando tutti gli ingredienti di cui avete bisogno per includere Acquisition Incorporated nella vostra campagna di D&D, in modo da fondare il vostro franchise e assumere i ruoli speciali al suo interno. In aggiunta, ci sono sempre delle posizioni che potrebbero diventare disponibili...semplicemente non provate a chiedervi come mai.
Imparate tutto quello che vi serve per far partire la vostra impresa fantasy dal momento che inizierete la vostra carriera oggi, in qualità di orgogliosi membri dell'Acquisitions Incorporated. Acquisitions Incorporated ha tutto quello di cui avete bisogno per giocare a D&D 5e come se foste sul palco assieme alla squadra (del Penny Arcade, NdTraduttore) al PAX! Nuovi Background, nuove opzioni per i PG, informazioni sui franchise e molto altro! Iniziate il vostro franchise di Acquisitions Incorporated all'interno dei Forgotten Realms o di qualunque altro luogo del Multiverso. Acquisitions Incorporated è un nuovo genere di campagna di D&D pieno di pazzesche attività criminali (il termine originale è "heist", difficile da tradurre in italiano; pensate ai colpi alla Ocean's Eleven, NdTraduttore) e momenti esilaranti, ed è uno dei nuovi modi per raccontare fantastiche storie di D&D. Include un'avventura che porterà i personaggi dal livello 1 al livello 6, stabilendo la rivendicazione del vostro gruppo su un mondo che esso ha appena iniziato ad esplorare - e da cui ha appena iniziato a ricavare del profitto. DETTAGLI DEL PRODOTTO:
Prezzo: 49,95 dollari
Data di uscita: 18 Giugno 2019
Formato: Copertina rigida
Lingua: Inglese
Fonte: https://dnd.wizards.com/products/tabletop-games/rpg-products/acqinc
Read more...

5 modi per spendere una fortuna

Articolo di J.R. Zambrano del 12 Giugno 2019
Qual è il punto nell'andare a svolgere delle missioni e mettere da parte dell'oro se poi non lo si può spendere in qualcosa di incredibile? Ecco a voi alcuni consigli su come spendere i vostri risparmi in gioco.
Parliamo di ricompense. Vi siete impegnati con grande fatica per non mandare a gambe all'aria la campagna, avete effettivamente seguito i vari indizi/obiettivi/richieste di aiuto che il DM vi ha tirato contro e avete finito le missioni che vi si erano presentate. E questa volta siete riusciti a fermare il paladino prima che dicesse "Il duro lavoro è una ricompensa di per sé", quindi vi siete trovati con un bel gruzzolo d'oro. Ogni tanto capita. Quindi cosa ci farete ora?
E prima che diciate "comprare armi magiche e oggetti meravigliosi" sappiate che vi state dando la zappa sui piedi. Quelli si possono già trovare nelle tabelle dei tesori casuali. E se il vostro DM non le usa, diventerà presto frustrato dai combattimenti contro i mostri "resistenti ai danni non magici" e da quanto sono lunghi, quindi finirà per farvene trovare qualcuna lo stesso.
E in ogni caso stareste spendendo soldi in oggetti da usare per fare altre missioni. Vi siete sudati quelle MO, MA, MR e, occasionalmente, ME. Spendetele in qualcosa di degno da avere. Non investitele nel rendere il prossimo dungeon più facile da affrontare, quel +1 non è così fondamentale quando il vostro chierico può lanciare Benedizione e il mago può lanciare Palla di Fuoco. Se dovete fare un investimento fatelo in qualcosa che valga la pena. Quindi non siate noiosi e spendete i vostri soldi immaginari in qualcosa di incredibile; dopotutto nella vita reale non potete comprare un castello.

Quartier Generale
Nella vita reale non potete comprare un castello, ma in D&D sì. Non costa neanche così tanto tutto sommato. Anche se non fosse un castello, qualsiasi gruppo di avventurieri dovrebbe avere una sorta di quartier generale, anche se fosse semplicemente una stanza riservata per voi in una taverna malfamata. Magari potreste finalmente mettere in mostra tutti quei preziosi oggetti d'arte che continuate a trovare e rendere invidiosi i nobili che vi vengono a trovare. Qualsiasi posto compriate impegnatevi e fatelo davvero vostro.

Fatevi fare qualcosa su misura.
Solitamente molti giocatori passano abbastanza tempo a pensare a come appaiono i loro personaggi. A meno che non pensiate ai vostri personaggi solo come ad un assieme di statistiche sempre in crescita, potreste pensare di cambiare il vostro aspetto iconico. Comprate dei vestiti da nobili, quelli da 200 mo. Come direbbe Adam Ant, spendete i vostri soldi per apparire fantastici e attirare l'attenzione.

Una banda, un araldo e un seguito personali.
Bene, parliamo di professionisti salariati. Certo ci sono portatori di torce, scopritori di trappole e così via (anche se qualsiasi mercenario può essere uno scopritore di trappole se giustamente stimolato), ma perché non assumere un bardo che canti le vostre eroiche gesta? O un araldo che annunci il vostro arrivo a corte? Oppure un alchimista o un erborista personali? Perché girare per negozi? Assumete direttamente un professionista, fategli mettere su l'attività nella vostra base e avrete un PNG particolare da amare e apprezzare.

Mezzi di trasporto
Se Ghosts of Saltmarsh ha dimostrato qualcosa è che D&D funziona meglio con le navi. Quindi prendetevi una nave. Oppure un carro per trasportare cose. O meglio ancora convincete il DM a farvi mettere delle ruote alla vostra nave e avrete due mezzi di trasporto in uno. Niente più Fantasy Uber per il vostro gruppo.

Compratevi un titolo nobiliare
Altrimenti, se davvero volete cambiare le carte in tavola, chiedete al DM (o a qualsiasi PNG sia al potere) quanto costa comprarsi un titolo nobiliare. Dopotutto anche nel nostro mondo è stato fatto ripetutamente. Con sufficiente oro si può comprare di tutto e, se non lo si spende, si può solo rendere stagnante l'economia del vostro mondo fantasy. Quindi non vi trattenete e andate a spendere quantità ingenti di oro in maniera irresponsabile.
Fateci sapere in che modo preferite spendere il vostro oro nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/06/dd-5-ways-to-spend-a-fortune.html
Read more...

Colonne Sonore per GdR

La Sonor Village è una compagnia di Roma che si occupa di sonorizzazioni e di creazione di colonne sonore, che lavora alla creazione di materiale per vari GdR.   Sentiamo cosa ha da dirci @Antonio Affrunti, il direttore di questa compagnia, in merito ai loro progetti legati al mondo del gioco di ruolo:   In questi anni Sonor Village ha lavorato per i seguenti editori: Upper Comics, Verbavolant, Fallvision, Acchiappasogni, Minos Game, Hyper Comix, I.D.E.A., A.P.S., Scuola di GdR, Dicegames Italia  e altri.
Read more...

Una Vita da Mimic

Articolo di J.R. Zambrano del 08 Giugno 2019
Quando un mostro può essere qualsiasi cosa non c'è fine al divertimento. Diamo assieme uno sguardo più ravvicinato al Mimic.
Il mostro....era qui un secondo fa lo giuro...aspetta forse si è nascosto in quel baule....no, non è lì. Ma allora dove potrebbe essere andato? Forse è diventato la scrivania? Maledizione tutto questo è davvero imbarazzante. Dopo tutta la fatica fatta, il viaggio nel sottosuolo, i tre mercenari dispersi che ci hanno aiutato a "identificare" il mostro, il faticoso rientro (tra cui quello sfortunato incontro con la nave container) e ora abbiamo pure perso il mostro che speravamo di mettere sotto i riflettori. Direi che è il caso che stiate all'erta, potrebbe essere dovunque. Potrebbe essere qualsiasi cosa.

Ciascuna di queste miniature di mimic è a sua volta un vero mimic. Mimiception.
Il Mimic è parte integrante della storia di D&D. Trova la sue radici nella filosofia di creazione dei dungeon di Gygax, per cui praticamente ogni elemento del dungeon poteva e doveva essere un pericolo per il gruppo. I giocatori non dovevano mai riposare sugli allori. I Mimic erano un modo per assicurarsi che i giocatori non si sentissero mai completamente al sicuro. Anche scoprire un tesoro poteva essere un rischio.

La lezione che si voleva impartire era quella di non fidarsi mai di niente. Specialmente quando pensate che il DM stia distribuendo delle ricompense. Il Mimic è un esempio perfetto di come sfruttare la mentalità dei giocatori (e non solo dei personaggi). Questo approccio era amato da Gygax, che inventava trappole e puzzle pensati per ostacolare le persone che sedevano al tavolo con lui. Questo è il mito per cui cose come La Tomba degli Orrori sono così leggendarie.
I Mimic sono semplicemente la naturale evoluzione di questo concetto. E penso che ci sia qualcosa di platonico dietro il concetto di questo mostro. Sono creature che hanno necessariamente delle motivazioni o una chiara origine - anche se in seguito sono diventati esseri del Sottosuolo - ma a volte potevano essere amichevoli e altre letali. A prescindere da come andava la cosa, sicuramente la faccenda diventava interessante quando ci si trovava davanti ad un mostruoso baule parlante affamato di avventur(i)e(ri).

Tutto ebbe inizio con il Mimic della 1E. Nel 1977 dentro il primo Manuale dei Mostri abbiamo intravisto per la prima volta queste creature sotterranee, descritte come incapaci di sopportare la luce del sole. In grado di imitare perfettamente legno o pietra, questi Mimic esistevano in due varietà. Quelli più piccoli da 7-8 Dadi Vita e che a volte potevano essere amichevoli (oltre ad essere più intelligenti dei loro cugini più grandi), se venivano sfamati: questi Mimic potenzialmente amichevoli potevano a volte aiutare un avventuriero, fornendo consigli su ciò che avevano visto di recente.
I Mimic più grandi, da 9-10 Dadi Vita, attaccavano qualsiasi cosa indiscriminatamente, come ci si poteva aspettare.
Anche se quello nell'illustrazione è uno scrigno, i Mimic potevano assumere la forma di colonne, porte, sedie ed ogni oggetto composto della sostanza che potevano imitare. Rimanevano in agguato aspettando di essere toccati da una creatura, per poi attaccare con i loro pseudopodi e con la colla adesiva, che faceva sì che le creature che ci entravano in contatto rimanessero appiccicate al Mimic stesso. Presumibilmente finché la colla non si dissolveva oppure il Mimic non veniva distrutto.
I Mimic ricevettero anche un articolo della serie "Ecologia di..." su Dragon #75, con come autore Ed Greenwood che spiegava come essi avessero delle macchie oculari (punti dove erano presenti organi fotosensitivi molti sensibili) sparse su tutto il corpo, motivo per cui erano accecati dalla luce solare diretta.

Il Mimic della 2E è molto più colorato, avendo assunto una tinta rosso accesso che sicuramente poteva attrarre degli avventurieri. Questi Mimic sono più dettagliati. Non sono semplicemente dei mostri già esistenti in natura: devono essere creati magicamente con un carapace esterno che li protegga da eventuali prede che decidono di combattere per la propria vita. Esistono in due varietà come prima, normale e uccisore, e ciascuna fa quello che si potrebbe pensare.
I Mimic della 2E sono più grandi delle loro controparti della 1E, ma a parte questo sono praticamente uguali, compresi gli attacchi con i 3d4 pseudopodi e con la colla adesiva, che ora viene gestita più chiaramente a livello di regole. Si può dissolvere con l'alcool, anche se ci vogliono tre round, dopo di che ci si può liberare. Altrimenti gli avventurieri sono attaccati al Mimic che può attaccarli liberamente.
Tuttavia, nonostante le similitudini tra le versioni della 1E e 2E, quest'ultima rimane l'edizione più importante per lo sviluppo del Mimic per una ragione

Mimic spaziali. Esatto. Introdotti in Spelljammer, questi Mimic potevano fingersi delle zone di spazio aperto, con il loro colore naturale della pelle che sembrava una visione del cosmo. O, in alternativa potevano apparire come detriti alla deriva, come navi (o parti di navi) da tempo abbandonate, in attesa che un avventuriero le reclamasse. Potevano anche lanciare incantesimi, erano illusionisti esperti e amavano mangiare i maghi e rubare le loro cose. Direi che il vecchio adagio si dimostrava vero: siamo ciò che mangiamo.

I Mimic della 3E avevano una colorazione molto più naturale. I loro pseudopodi sono ancora menzionati nella descrizione, anche se l'illustrazione mostra chiaramente due braccia pronte a compiere il tipico attacco di schianto che ha caratterizzato i Mimic così a lungo. Ci è voluto fino alla 3E per categorizzare gli attacchi naturali che non fossero morsi e artigli come schianto, ma è cosa buona che si sia trovata quella categoria generale.
Questi Mimic, tuttavia, erano molto meno potenti. Le meccaniche di D&D avevano iniziato ad essere un po' meno punitive e questo appare chiaro nella loro capacità adesiva. Non era più una cattura automatica, ma c'era un tiro salvezza sui Riflessi con CD 16 per evitare di perdere un'arma quando li si attaccava. Detto questo, il Mimic aveva anche ottenuto un attacco stritolante che poteva usare su qualsiasi creatura con cui era in lotta, cosa resa molto più semplicemente grazie al suo adesivo naturale. E 1d8+4 danni non sono cosa da poco.

I Mimic della 4E finirono un po' fuori dai binari. C'erano i soliti vecchi Mimic che tutti conoscevano ed amavano, detti Mimic Oggetto in questa edizione. Solo che questi Mimic potevano assumere la forma di un qualsiasi oggetto OPPURE potevano tornare alla loro forma "originaria", quella di una melma, per poter fare tutte le cose divertenti che fanno le melme, tra cui schiacciarsi in spazi molto piccoli senza subire svantaggi.
Tuttavia c'era un'altra forma di Mimic in questa edizione, una che poteva assumere la forma di un altro essere senziente, usandone la forma per uccidere i simili e mangiarne altri, assumendone la forma e lasciando dietro di sé una scia di cadaveri sfruttando il suo aspetto sempre in cambiamento. Il che sembra molto simile ad un Doppelganger, ma tranquilli vi giuriamo solennemente che sono cose differenti.

Il Mimic della 5E è un trionfante ritorno alle origini. L'illustrazione mostra chiaramente cos'è un Mimic e come funzione. Ritengo che questa immagine sia la migliore trasposizione del concetto di fondo del mostro che abbiamo avuto sin dalla 1E, il che è tutto un dire. Come in precedenza il Mimic ritorna ad essere in grado di assumere la forma di qualsiasi oggetto fatto di pietra, legno o altri materiali basilari, e sono celebri per assumere spesso la forma di scrigni. E nella 5E queste capacità sono rappresentate perfettamente a livello meccanico dall'Imitazione Perfetta, che è valida fintanto che rimangono immobili. Non appena un Mimic si muove viene messo in uso l'adesivo - e questi Mimic sono in grado di afferrare qualsiasi cosa Enorme o più piccola con la loro colla. Tuttavia è sufficiente una prova con CD 13 per scappare alla presa, il che apparentemente implica che la loro colla ha perso parecchia forza dal 1977 ad oggi.
Tuttavia hanno il lusso di poter infliggere danni E usare la colla con i loro attacchi di pseudopodi, il che li pone in posizione perfetta per usare il loro attacco con il morso, cosa che permette al Mimic di infliggere danni perforanti e da acido ad un ritmo notevole.
E questo è il Mimic, una colonna portante della storia di D&D. Essi incarnano il "gioco" per certi aspetti: sono divertenti, ma anche letali, e quando appaiono non ci si sente troppo in colpa nel combatterli, dato che sono essenzialmente dei bauli. Oppure, citando uno dei miei episodi preferiti, una porta che conduce in una stanza con uno scrigno (che ovviamente è un secondo Mimic).
Ci si può sempre divertire con loro e hanno portato alla creazione di cose meravigliose, come il Mimic Antico delle dimensioni di una piccola casa, un mio grande favorito. Quindi, se state cercando un modo per fregare i vostri giocatori, beh, vi basterà voltarvi di nuovo verso questo articolo, dato che in realtà è anch'esso un Mimic.
Graaaaaarararghh!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/06/rpg-monsters-its-a-mimics-life-for-me.html
Read more...
Random Graph

PbF Ravnica: zino heist [TdG]

Recommended Posts

@Tutti

Spoiler

Ok, eccoci qua finalmente @Zellos @Menog @Lazzarus Ledd @Voignar @Talantyr . Conoscete le procedure: mettete il nome del personaggio bello in evidenza all'inizio del post, il parlato in grassetto e i pensieri colorati, con tutto quello che non è narrativa infilato in uno spoiler. Nel primo post includete una breve descrizione del vostro personaggio.

 

È una mattina di inizio primavera a Ravnica: le strade della città infinita si riempiono di nuovi odori e colori, come se anche loro fossero appena usciti dal letargo. Le strade pulite del decimo distretto, la zona più "centrale" e istituzionale di Ravnica, sono tinte dai petali dei fiori più precoci. Il sole è già alto e le persone si affaccendano nel Qvadrat Kos, al cui centro si erge la statua del famoso veterano Wojek, noto luogo di ritrovo di informatori e forze dell'ordine, in una zona neutra tra la mole incombente di Nuova Prahv e la ricca zona residenziale sotto l'egida degli Orzhov. La taverna che cercate è proprio lì di fronte: spaziosa e ben arredata come ci si aspetta dalle zone centrali, ha comunque quell'atmosfera opaca e angoli poco illuminati che ben si adattano agli affari di qualunque tipo.

All'interno trovate l'uomo con cui avete appuntamento, allettati da una gradita sacca di zino* sonanti: grasso e dai vestiti sgargianti, Alexey Sarv è un uomo di mezza età che si guarda attorno ansioso, un po' fuori luogo con il viso imbellettato e i capelli impomatati. Dopo avervi scorto entrare dall'ingresso, rimane pensoso qualche secondo per confermare che siate voi, e poi vi fa segno di sedervi insieme a lui..."Grazie di essere venuti, è una questione di una certa urgenza e voi vi siete fatti la reputazione di un gruppo che... porta risultati."

 

Spoiler

Come avrete capito, gli zino sono le monete d'oro standard di Ravnica, e gli zib la loro centesima parte. Le monete fino a 1 zino vengono coniate dagli Azorius, quelle d'oro da 1 e 5 dai Boros mentre i tagli di platino da 10 e 100 zino sono affare degli Orzhov, che hanno anche la loro moneta interna, da 1 zib, detta obolo.

Ho aggiunto la mappa di questa zona per aiutarvi a visualizzarla.

 

rav10-2.png

Edited by Random Graph
Aggiunta mappa 2a circoscrizione
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Il Cacciatore"

 

Mentre entro alla locanda, più di qualche avventore mi osserva vagamente intimorito e quelli che mi sono "tra i piedi" subito si spostano dalla mia strada lasciandomi individuare facilmente con lo sguardo il grasso figuro che cercavo. 
Si riduce sempre tutto ai soldi. Come gli altri compagni con cui attualmente condivido un gruppo, degli zino sonanti fan sempre gola, se non altro per avere maggiori chances nelle mie ricerche personali, per così dire.

Mi avvicino al tavolo dove l'uomo di mezz'età ci aspetta, con la mia solita aria torva, gli occhi quasi sono solo nere fessure che increspano un volto segnato dal tempo e dagli eventi traumatici che evidentemente mi hanno segnato in passato, come si può notare dai capelli precocemente brizzolati. 
«Di che si tratta?» dico senza troppi fronzoli o presentazioni inutili, una volta che tutto il gruppo si è accomodato al tavolo.
Ormai mi conoscete e sapete che normalmente non sono un tipo di molte parole.

 

@Descrizione:

Spoiler

zxjwvob.jpg

 

Voi tutti mi conoscete solo con il nome di "Cacciatore" e potete intuire facilmente che provengo da un passato piuttosto losco, fatto di criminalità, nonostante io oggi sia un cacciatore di taglie solitario che va proprio in giro a caccia di criminali. "Combatto il fuoco con il fuoco", si direbbe. 
Quando mi sono unito al gruppo dunque, l'ho fatto per dare una mano e contribuire a rendere la città un posto più sicuro dalle inside - esterne e interne - che la minacciano costantemente, oltre ovviamente per cercare informazioni per conto personale e avere maggiori introiti finanziari.

 

Provato dagli eventi segnanti della mia vita, i capelli neri corvini sono in poco tempo diventati brizzolati.
Occhi scuri, spenti e vuoti.
Sul viso si possono leggere le difficoltà che ho passato, in battaglia, certo, ma pure il dolore che devo aver provato nel privato. Un leggero pizzetto di barba sfatta mi adorna il mento contribuendo a darmi quell'aria come di qualcuno che ha fatto a pugni con la vita. E che ha perso.
Ho 37 anni ma per via degli eventi del mio passato, sembra li stia portando male.

Per il resto, il mio è un fisico atletico, nonostante abbia una costituzione piuttosto robusta. Vedermi in azione fa capire quanto in realtà l'aspetto esteriore conti poco. Un guerriero temprato nelle battaglie che tende ad affidarsi ai suoi istinti e alle proprie abilità, più che ad un armatura vera e propria.
Al massimo uso armature leggere o non le uso affatto, limitandomi ad usare un po di magia, come avete avuto modo di vedere le volte che abbiamo combattuto assieme.

Normalmente sfoggio vesti eleganti, sebbene un po consunte o non propriamente pulite/stirate. Abituato certo ad uno stile di vita agiato ma si capisce chiaramente che non faccio parte dell'aristocrazia e che non faccio nulla per nasconderlo.
Porto, infine, legate alla cintura ai fianchi ben 4 faretre (2 per parte) per quadrelli da balestra e uno scudo decorato sulla schiena.
Attualmente non ho altre armi con me, a parte uno stocco che pende al fianco sinistro, in parte ad una delle faretre... che sembrano essere inutili, visto che non ho la grossa balestra con cui mi avete visto combattere altre volte.
 

 

Edited by Lazzarus Ledd

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brogmir  Ordruun

 

Dopo le esercitazioni mattutine sono uscito armato e vestito di tutto punto per le strade della città.

La gente si spostava al mio passaggio per due motivi : sono un minotauro Boros e...io non mi sposto.

Dopo un po' di cammino mi sono congiunto agli altri, non riesco ancora bene a fidarmi di loro visto il loro appartenere ad altre gilde e questo loro lo sanno, ma un combattimento non si rifiuta mai ed è meglio sempre avere qualcuno con se.

Saluto solo con un cenno di capo mentre l'elmo mi da sempre quell'aspetto terrificante con un fuoco rosso che esce da dove dovrebbero esserci gli occhi.

Entro nella taverna guardandomi attorno un poco per capire l'ambiente e faccio solo un cenno all'oste

sei birre

dico indicando il tavolo con il signore che ci aspetta e mi siedo prendendo la sedia più massiccia che trovo visto il mio peso non certo leggero

 

 

 

Spoiler

image.png.85afd87f771e4be8ed6d1ede1b913b4a.png

Brogmir  non è certo un minotauro particolare per la sua specie. come tutti i membri del suo clan ha tagliato la coda taurina per poter indossare le vesti e le armature.

Porta un armatura composta solo da parabraccia e spallacci oltre che un elmo che gli fa gli occhi di fiamme infernali

porta una spada al fianco a cui non si separa mai e tiene un anello al naso e un paio alle dita.

Muscoloso ed atleticoha una stazza massiccia e una forza straordinaria, ma sopratutto ha due corna decisamente importanti.

Non spicca di parlantina, ma di sicuro sa come picchiare e come farsi valere in una discussione "amichevole"

Sembra anche capirci abbastanza di tattica e un po' perfino di politica tra le gilde, anche se sapete non essere molto propenso a fidarsi di altre gilde, specialmente dei selesnya

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Drath il Dal

Sono venuto da solo, come spesso accade, con le braccia impegnate a spingere il mio carretto. Nonostante la mattinata presto ho subito iniziato a lavorare, aiutato da Shriek a controllare che nessuno si avvicinasse alla merce non vista. Alla fine, lascio il carretto alla discrezione del taverniere (ed al glifo esplosivo che c'è su un foglio sotto il telo che copre le merci) ed entro.

Noto che i primi arrivati sono il Cacciatore ed il minotauro e per un secondo alzo gli occhi al cielo.

«Brogmir, Cacciatore... non vi hanno troppo importunato, no? Vero, mastro Sorv?» dico mettendomi a sedere, girando la sedia per potermi appoggiare allo schiena. Osservo negli occhi il nostro "ospite", cercando di metterlo un poco a suo agio.

«Della migliore birra, ovviamente. Mica vorremo che mastro Sorv si danneggi l'ugola con birra non eccezionale, no?» dico sorridendo.

DESCRIZIONE

Spoiler

IMG_1032.thumb.PNG.aff3f5fa2aa613390074b3ab69150314.PNGtumblr_naynqoqHuH1thxsmlo3_500.jpg.e25af36401f389a5f1ee20a2da33c724.jpg

Drath il Dal è un giovane ragazzo umano, poco più su della ventina, abbastanza particolare. Probabilmente nato fra i gruul (visto alcuni dei feticci di ossa e pietra che porta fra i capelli, oppure la mania di lasciarsi crescere a mo di artigli le unghie di mani e piedi, come anche i tatuaggi tribali od il fisico asciutto e muscolare che mette spesso in mostra), adesso è un mercante-mediatore od un tuttofare nella città di Ravnica. Sembra saperne sempre una più del diavolo, specialmente quando si tratta di fare velocemente in città: scorciatoie più o meno sicure sono il suo pane quotidiano  e non stentereste a credere che la maggior parte siano state trovate da lui per scappare ad un cliente irato o piuttosto dalle forze dell'ordine. E' sempre accompagnato dal suo famiglio Shriek, una creatura volante alquanto raccapricciante e strana, forse un esperimento simic o izzet.

Da quello che sapete di lui, prima dell'entrata in gruppo, ha aiutato in alcuni casi Azorius, Boros ed Orzhov in questioni di malavita ed ha un gran apprezzamento per gli izzet ed i loro ninnoli, ma anche le feste dei Rakdos.

@Random Graph

Spoiler

Parto subito col primo tiro!
Per mettere a suo agio il nostro intelocutore, persuasion a +9 ( 3 di carisma e 3x2 di Persuasion!

 

Edited by Zellos

Share this post


Link to post
Share on other sites

Azrek 

Arrivo alla taverna appena finito il turno di ronda, quindi in abiti più "civili" dei soliti, anche se il medaglione al mio collo mostra chiaramente la Gilda di cui faccio parte. MI dirigo senza troppe cerimonie al tavolo dove aspetta il mio contatto, facendo un minimo cenno di saluto a chi è già presente Cinque, per me acqua correggo l'ordine del minotauro, voglio rimanere lucido 

Spoiler

Azrek è un ragazzo sui venticinque anni, anche se la barba corta ed il cipiglio perenne lo fanno sembrare più vecchio. Non ha particolari segni di riconoscimento, ed il fisico muscoloso si accenna appena sotto la cotta di maglia ed il mantello che ha sulle spalle, al fianco ha una spada lunga ed un manganello d'ordinanza

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ilromov

È mattina presto, per quanto primavera c'è ancora quell'aria pungente, il mantello non fa altro che svolazzare mentre mi avvicino alla taverna per l'appuntamento con il signor Sarv. La taverna è già piena di ogni tipo di persona, non faccio fatica a trovare il gruppo che mi aspetta

 Chissà come mai sembrano tutti tenere le distanze da loro... Penso dentro di me un po'sarcastico.

Nona ppena arrivo al tavolo sento Drath ordinare sei birre "Non pensi sia un po'presto per cominciare a bere?" Dico lui con un sorriso. Dopodiché mi rivolgo al tavolo "Buongiorno signori, bella giornata oggi eh?"

 

 

Spoiler

Irmolov non passa inosservato, è un grande lossodonte , sui venticinque anni. non tende a vestirsi molto, pensa che potrebbe incutere timore  più di quanto probabilmente già fa. Possiede qualche placca decorativa sulle zone di proboscide e pancia. L'unico indumento che indossa è il suo lungo mantello bianco, non sembra separarsene mai. Questo perché è un dono del suo maestro e salvatore, ormai morti. 

Porta uno scudo sulla schiena e una spada alla cintura, ma al momento sta camminando accompagnato da un bastone alto tanto quanto lui. 

 

La foto la metto dopo , da telefono non so come fare , è comunque tratta dalla carta loxodon wayfarer di magic

 

Edited by Talantyr

Share this post


Link to post
Share on other sites

Drath il Dal

«A mia discolpa, Ilromov, non le ho ordinate io, ma Brogmir. E ritengo abbia ragione: hai mai visto cosa fa l'acqua al ferro, se lasciato per troppo tempo ammollo? Mi vuoi forse dire che i nostri stomaci sono più forti del ferro? O che gli osti non guardano male chi prende acqua perché non costa granché?» dico tutto di un fiato un poco sghignazzando verso il lossodonte.

Il mio famiglio si poggia lentamente sulla mia spalla, scrutando con i minuscoli occhietti un po' tutti, fauci snudate. Ringhia leggermente (che poi sarebbe il suo normale esistere).

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'oste vi porta le vostre ordinazioni, si prende una moneta d'oro e vi scruta con un sopracciglio espressivamente alzato: l'entrata di un tale gruppo per stazza e armamentario ha messo a disagio i più benpensanti (o i più bisognosi di discrezione) tra i clienti della taverna.

Il vostro cliente invece è deliziato dalla vostra aria combattiva e si sente decisamente rincuorato dalle bevanda offerta da Drath, anche se lancia un'occhiata disgustata al suo famiglio."Sarv, Alexey Sarv, stilista del balletto del terzo distretto", lo corregge. Lisciandosi i baffi impomatati vi espone il suo problema: "Ho un caro, caro amico di nome Daarijo Dvorak. Mi duole ammetterlo ma per quanto sia bello non è tra le persone più brillanti della città, per usare un eufemismo. Un paio di notti fa ci siamo dedicati ad una serata di bevute e di carte, e alle ore piccole sono tornato a casa. Da allora non ho più avuto notizie di lui..." conclude, lasciandosi andare in un profondo sospiro. "Non sono entusiasta nel confessarlo ma ci siamo dedicati al divertimento in una zona poco raccomandabile; c'è una taverna, il Wojek Sbilenco, nel sesto precinto, non lontano dal quartiere delle fonderie. Ho paura che coi suoi abiti eleganti – modestamente, li ho disegnati io! –" si ferma un attimo a gloriarsi della vostra ammirazione, ma procede " ho paura che sia stato rapito, o peggio!" riferisce, finendo con una lacrimuccia subito tamponata da un pacchiano fazzoletto.

Sarv vi descrive un bell'uomo sulla trentina scarsa, in abiti eleganti, dai capelli biondo-rossicci e vi indica sulla mappa appesa al muro della taverna il punto in cui grossomodo si sono visti l'ultima volta. Come compenso, vi offre 200 zino a testa, metà ora e metà quando ritroverete il suo amico. "Posso contare su di voi in quest'ora buia per me e per il mondo della moda di Ravnica?" vi chiede speranzoso.

Edited by Random Graph

Share this post


Link to post
Share on other sites

Drath il Dal

Nonostante l'occhiata rivolta al famiglio (che coccolo di rimando senza staccare gli occhi al nostro interlocutore), continuo ad ascoltare tranquillamente ciò che lo stilista ha da dirci.
Finito che ha di parlare, osservo gli altri.

«Oh beh, scoprire che fine ha fatto una persona scomparsa? Niente di più facile. Tengo solo a precisare che quanto ci darete (fra adesso ed il resto) è solo nel caso in cui si tratti di una sparizione semplice. Se dovessero esserci tremende complicazioni, il prezzo potrebbe alzarsi. Ma non preoccupatevi, non siamo né esosi né ingiusti.» dico osservando gli altri, quasi mi riferissi più a loro che a noi.

«Potreste descriverci nuovamente, ATTENTAMENTE il vostro amico? Oltre che al suo abbigliamento, visto che è una vostra opera, anche nell'aspetto e negli oggetti che portava, grazie.» concludo sorridendogli.

Edited by Zellos

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Ma certo, cercherò di darmi una descrizione che gli renda giustizia!" Si schiarisce la gola e inizia con voce affettata a decantare: "Capelli del colore del primo accenno di tramonto tra le guglie di Ravnica, portati con un taglio a paggetto come impone l'ultima moda e solitamente, tenuti insieme da un nastro lavanda; un pallore delicato ed elegante, che ben si accosta ai suoi occhi verdi come i prati di Vitu Ghazi! Un naso nobile, nobilissimo, come la sua statura! Un corpo forte e vigoroso, sono sicuro che è riuscito a difendersi qualunque cosa sia successa! Quando l'ho lasciato indossava un meraviglioso abito di raso verde scuro e vinaccia, ampie maniche, collo alto, culottes color avorio!" si ferma un attimo a sospirare "Sono proprio fiero di quello."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Drath il Dal

Guardo il nostro ospite col sorriso, indicandolo agli altri alla fine della descrizione.

  «Ecco, questo è essere accurati, no?» dico col sorriso. «Direi che, mastro stilista, potremmo metterci all'opera quanto prima.»  dico lanciandogli l'occhiata eloquente del "lasciaci i soldi", per poi alzarmi e tendergli la mano, per stringerla vigorosamente (ma non dolorosamente)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brogmir  Ordruun

 

ascolto i due parlare per poco per poi bermi la birra quasi non ascoltando i due

quando mi pare abbiano finito

e quindi chi dobbiamo picchiare ?

faccio sbuffando

no perchè fino ad ora ho capito che è sparito e l'hanno rapito della gente sconosciuta...ma se non sappiamo chi è come facciamo a picchiarli ?

comunque per la cifra va bene...basta non ci sia di mezzo Azorius o Boros...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Drath il Dal

Mi porto le mani al volto. 

<<Brogmir, uno di questi giorni devi presentarmi qualcuno dei tuoi superiori, così posso portarli a mangiare qualcosa di caldo e bere qualcosa di buono. 

Per capire dove indirizzarti ci pensiamo noi, tranquillo. >>

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ilromov

"Chiedo scusa Drath, sarò arrivato in ritardo e mi sono perso quel pezzo, oppure siete voi straordinariamente in anticipo?" dico guardandoli già pronti a dover cominciare senza di me, prendo una sedia cercando di non fare trambusto e mi ci siedo, nonostante la mole sono particolarmente aggraziato nei movimenti. Rivolgendo lo sguardo di nuovo a Drath "Riconosco che hai un argomentazione valida, che non posso vincere, non qui e non così presto" 

Quando il nostro mandante comincia a parlare faccio subito silenzio e appoggiando i gomiti sul tavolo lascio che i pugni riuniti sorreggano il mio volto trattenendo la proboscide oltre il tavolo. "Semba un tipo appariscente questo suo amico, signor Sarv, forse troppo, in un quartiere non troppo raccomandato può essere un rischio. Lo ritroveremo, si fidi di noi." dico in modo calmo così da rassicurare lo stilista. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Il Cacciatore"

 

Mentre ascolto la seconda descrizione del disperso, i miei occhi si alzano al cielo, quasi roteano all'indietro per un istante prima di tornare a posarsi sul nostro interlocutore, sempre scuri e fessurizzati come se nulla fosse successo.  
Prendo comunque un paio di appunti che trascrivo su di un piccolo taccuino con un gessetto di carboncino, prima di posarlo nuovamente su una delle tasche del mio lungo soprabito.
Lascio che siano gli altri a parlare, resto ad ascoltare e do un rapido quanto conciso segno d'assenso quando Drath dice di "mettersi all'opera", prima di finire la mia birra.

«Se non c'è altro, messer Sarv, siamo pronti a procedere.» dico alzandomi, pronto per partire, mentre mi pulisco le labbra con il dorso della mano.

@Tutti:

Spoiler

Se non c'è altro da dire/chiedere, per me si può "skippare" a quando ci avviciniamo abbastanza alla taverna "il Wojek Sbilenco" oppure, se il master ha altri piani, a quando succede qualcosa di importante.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Azrek 

rimango in silenzio, visto che tutte le domande importanti le hanno già fatte. Aspetto quindi che si possa iniziare questa ricerca 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo stilista mette mano al portafogli e fa scivolare sul tavolo un testimonio di debito, riscuotibile in qualunque banca Orzhov, per la cifra pattuita dell'anticipo. Rincuorato rispettivamente dalla vostra fiducia, brutalità, e compassione, esce dalla taverna col cuore più leggero.

Seguendo le indicazioni del vostro committente, vi mettete in cammino per il sesto precinto: la zona nordest che vi ha indicato è piena di piccoli magazzini per le fonderie più a ovest, taverne di bassa lega per il dopolavoro degli operai e istituzioni per divertimento di genere più laido. Nonostante una parte del quartiere sia all'ombra del Forte Kamen, le forze Boros preferiscono dare più attenzione al commercio che si svolge sull'altro lato, in Via Latta , poiché qua è forte l'influenza Rakdos, che si estende da uno dei loro club più grandi, detto il Mattatoio. 

Facendovi strada tra viuzze sporche e strette, riuscite a trovare il Wojek Sbilenco. La taverna non potrebbe essere più diversa da quella precedente: finestre sfasciate, un ubriaco che dorme nel suo vomito sulla porta, all'interno un'atmosfera scura, umida, e disfattista. Il proprietario, un grasso goblin senza un occhio, vi accoglie con una scatarrata e uno sputo dietro il bancone. "Beh?" chiede laconico.

Spoiler

Non so se volete tutti entrare o se volete aspettare fuori, nel caso ovviamente possiamo separare il gruppo. Mappa per riferimento, siete nel quartiere della Gore House.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Il Cacciatore"

 

Non posso che domandarmi per un momento che genere di divertimenti cercavano Sarv e il suo amico in un posto come questo.
Scruto un attimo i miei compagni, facendo segno che intanto io entro, se loro vogliono controllare il retro della locanda o altro.

Entrando, supero senza guardare il vecchio rivolto sul suo stesso vomito, avvicinandomi al grasso goblin con la mia solita aria truce. 
«Una birra... e delle informazioni.» dico allungando un paio di zino d'oro verso il goblin. Lascio il tempo al locandiere di intascarsele, mentre osservo il resto dello squallido ambiente

@Dm:

Spoiler

All'interno della locanda noto altro di particolare? O forse qualcun'altro degli avventori un po appartato, che sembra che mi stia osservando/ascoltando? Riesco a scorger qualcosa di particolare/dannoso per me e i miei amici (qualcuno appostato, forse, con una lama - esempio -?)
Ci sono altri avventori, in ogni caso e che tipi sono?

Percezione Passiva: 18

Percezione Attiva: +8 -> farei una prova, ma nel caso se viene fuori meno di 10 come tiro di dado, ho pur sempre il 18 per "notare/sentire cose"...

 

Edited by Lazzarus Ledd

Share this post


Link to post
Share on other sites

Drath il Dal

«Oh beh, speriamo che non ammazzi nessuno. Brogmir, mi daresti una mano, io faccio quello accomodante, te stai accanto a me truce e a braccia incrociate a far vedere i muscoli?» chiedo col sorriso, mentre mi allontano dal carretto insieme al minotauro (dandoci spesso una occhiata) per poi iniziare a chiedere in giro ai passanti se hanno visto il nostro uomo.

In caso di risposta negativa torno a prendere il carretto e vado verso il retro della taverna.

@Random Graph

Spoiler

Allora, persuasione ho il +9.
Per la percezione invece il +4 (quindi passiva 14)

 

Edited by Zellos

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brogmir  Ordruun

 

seguo Drath per le vie per aiutarlo come dalui richiesto

se vuoi li sbatto anche al muro

faccio senza sorridere o altro, come se dicessi sul serio

comunque qua siamo in territorio Rakdos, ma nel caso possiamo chiedere aiuto al forte se dovesse mettersi male

 

Spoiler

percezione passiva 18

aiuto Darth come riesco, nel caso ho intimidire +2

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.