Jump to content

Alla ricerca del gdr perduto


Sharknado
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti

Sono nuovo della piattaforma quindi spero di essere nel posto giusto,  sono alla ricerca di qualche gdr da provare, ma non essendo un esperto pensavo a qualcosa con un regolamento non troppo "impegnativo". Cercando un po su internet mi avevano incuriosito giochi tipo Sine Requie o Nameless Land (di cui mi piace l'ambientazione) anche se non disdegno assolutamente ambientazioni fantasy e via dicendo, di fatti anche un Vampiri mi attira molto. Vorrei sentire da giocatori più esperti di me qualche opinione sui giochi che ho citato e magari avere qualche consiglio su giochi diversi da questi, grazie.

Link to comment
Share on other sites


Sine Reque ha una ambientazione molto particolare e originale. Non ho giocato all'ultima edizione, ma l'edizione precedente aveva un sistema che funzionava con i tarocchi, molto letale e un po' macchinoso. Alcuni lo detestano, e c'è chi gioca con l'ambientazione di Sine Requie ma utilizzando un sistema diverso. Te lo consiglio, ma potresti non apprezzare il sistema.

Nameless Land lo conosco solo di nome, quindi non ti so dire molto purtroppo.

Riguardo ad altri giochi: dipende un po' dal tipo di esperienza che cerchi. Ci sono letteralmente centinaia di giochi di ruolo, più o meno noti, e alcuni offrono esperienze particolari.

qualche informazione in piú sarebbe utile - es. che tipo di genere o ambientazione ti piacerebbero/ti incuriosiscono? Come ti immagini il tuo gioco ideale? È un gioco tutto azione e combattimenti, oppure un gioco focalizzato es. sulle interazioni e la tensione tra i personaggi? Hai problemi con l'inglese? 

 

Link to comment
Share on other sites

Parto dicendo che io e l'inglese non siamo buoni amici e quindi mi sentirei di esclude giochi in cui bisogna cimentarsi in traduzioni varie, per quanto riguarda la tipologia e l'ambientazione sono veramente aperto a consigli,  posso dirti che l'unica vera esperienza di gioco che ho avuto è stato con la 3.5 di d&d che ho adorato sia per quanto riguarda l'ambientazione fantasy, che per la tipologia di narrazione e combattimento. Di sine requie mi aveva attirato molto il tipo di ambientazione, per la modalità di gioco con i tarocchi non saprei, potrebbe essere interessante e poi anche il fatto che i manuali reperibili della seconda versione (anno xiii) sono tutti in italiano mi rassicura decisamente. (Prima ho letto qualcosa su kult, potrebbe essere interessante anche una cosa del genere)

Edited by Sharknado
Link to comment
Share on other sites

Sine Requie ha un ambient carino, come detto, ma personalmente trovo il sistema di gioco intollerabile.

Se ti piace il fantasy 3.5style ma vuoi provare qualcosa di diverso il mio consiglio standard è Dungeon World, che ha il pregio di essere tutto in italiano e tutto disponibile online (qui: http://www.dungeonworld.it/ )

Se cerchi qua e la sul forum ci sono state discussioni a proposito e lo stesso link di li sopra ti rimanda ad articoli o testi esplicativi abbastanza significativi.

Link to comment
Share on other sites

20 ore fa, Albert Rosenfield ha scritto:

Sine Requie ha un ambient carino, come detto, ma personalmente trovo il sistema di gioco intollerabile.

Se ti piace il fantasy 3.5style ma vuoi provare qualcosa di diverso il mio consiglio standard è Dungeon World, che ha il pregio di essere tutto in italiano e tutto disponibile online (qui: http://www.dungeonworld.it/ )

Se cerchi qua e la sul forum ci sono state discussioni a proposito e lo stesso link di li sopra ti rimanda ad articoli o testi esplicativi abbastanza significativi.

Non sembra niente male Dungeon World.

C'è qualcuno che sa dirmi qualcosa su Nameless Land, sia la versione base che le varie espansioni?

Edited by Sharknado
Link to comment
Share on other sites

Ok, stando cosi' le cose ti consiglio qualche gioco - saranno consigli un po' a casaccio, dato che le preferenze che hai espresso sono molto generiche.

Ti e' gia' stato consigliato Dungeon World - e' un gioco di ruolo fantasy che ha avuto un sacco di successo. L'ambientazione e' fantasy alla D&D; il regolamento e' apparentemente semplice, ma va capito - ti consiglio di leggerti bene i testi/link esplicativi che citava @Albert Rosenfield. Il principale difetto di questo gioco e' che se non capisci il regolamento, il gioco non funziona. Il principale pregio e' che il regolamento e' costruito in modo tale da aiutare il GM a improvvisare e far si' che la storia vada avanti in direzioni interessanti con il minimo sforzo.

Il richiamo di Cthulhu (Raven Distribution). Questo e' un classicone. Il regolamento e' tradizionale. I giocatori interpretano persone comuni alle prese con orrori lovecraftiani. E' un gioco di ruolo di stampo investigativo, direttamente ispirato ai racconti di Lovecraft, quindi se sei familiare con questo autore ti puoi immaginare un po' il tono che ha il gioco. E' ambientato di default negli anni '20, ma ci sono regole per ambientare il gioco in epoche diverse. Rispetto a D&D, i personaggi non sono eroi dotati di poteri fantastici, quindi il tono e' molto diverso; il gioco e' molto letale, e i personaggi moriranno spesso. 

Un gioco simile come temi, ma che sfrutta un sistema diverso e' Sulle Tracce di Cthulhu. Quest'ultimo parte dalle stesse premesse del Richiamo di Cthulhu, ma sfrutta un sistema piu' moderno chiamato Gumshoe, e creato appositamente per gestire avventure investigative.

Ars Magica (Raven Distribution). La traduzione italiana e' di prossima uscita (probabilmente uscira' a Lucca comics). Qui i giocatori interpretano potenti maghi. Il sistema magico e' il principale pregio del gioco: i personaggi sono in grado di creare i propri incantesimi, ed il sistema di creazione e' molto libero. E' un gioco tradizionale, ma molto diverso da D&D in quanto i personaggi non vanno all'avventura come un team - il gioco si sviluppa nell'arco di decenni (ovviamente tempo in-game, non tempo reale), e i personaggi maghi passano la maggior parte del loro tempo facendo ricerche chiusi in una biblioteca, invece che nei dungeon. L'unica riserva e' il regolamento, che e' un po' piu' complesso rispetto ad altri gdr che ho inserito in questa lista.

Cani nella Vigna (Narrattiva). Gioco *non tradizionale*. Uno dei primi giochi non tradizionali ad avere un discreto successo al di fuori degli ambienti indie; ha vinto un sacco di premi. L'ambientazione e' davvero particolare : si tratta di un "far west che non è mai esistito", in cui i giocatori interpretano "Cani da guardia di Dio", una sorta di elite di prescelti che ha il compito di viaggiare di città in città con lo scopo di far rispettare la Fede e risolvere i problemi che incontrano. Il gioco ha due cose particolari: 1) il fatto che il gioco non dice mai in cosa consista la Fede; i Cani (e quindi i giocatori) hanno autorità assoluta per quanto riguarda la fede, e di fatto non devono rispondere delle proprie azioni. Questo e' intenzionale: uno degli obiettivi del gioco e' vedere come i giocatori giudicano moralmente i problemi che incontrano. 2) Il sistema di gioco, che e' ispirato al poker ed e' molto divertente.

Undying (Narrattiva). Simile a Vampiri come temi, ma il regolamento e' *non tradizionale* ed e' simile a quello di Dungeon World. In particolare, Undying si focalizza sui giochi di potere dei vampiri, visti in questo gioco di ruolo come predatori. A differenza di DW, Undying funziona senza dadi.

Fate (Dreamlord Press). Fate e' un sistema generico (senza una ambientazione predefinita). Si tratta di un gioco non tradizionale, pensato per creare storie in cui "i personaggi sono persone proattive e capaci che conducono vite drammatiche". E' stato tradotto in Italiano dalla Dreamlord press, ma il regolamento si trova disponibile anche online. Il regolamento e' molto diverso da quello di D&D, con cui sei familiare, ed e' diventato molto popolare negli ultimi anni.

Ps: ti segnalo anche questo post sul mio blog,  alla fine c'e' un elenco di gdr post-apocalittici (che mi sembra sia un po' il tuo genere)

Edited by greymatter
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

I giochi di ruolo che necessitano di più di un manuale di gioco (come D&D, che ne richiede tre) sono una piccola minoranza sul totale. Per la stragrande maggioranza dei giochi di ruolo, serve solo un manuale per giocare - Il richiamo di Cthulhu è uno di questi. Tutti gli altri giochi che ti ho elencato necessitano di un solo manuale, e sono in molti casi piuttosto economici.

Tornando a CoC, il Manuale Base contiene tutte le regole di cui hai bisogno. C'è un Manuale dell'Investigatore che contiene regole addizionali per i giocatori, ma è del tutto opzionale.

Non c'è una data ufficiale per D&D 5e in Italiano, ma pare che debba uscire più o meno in Ottobre, quindi verosimilmente lo faranno uscire per il Lucca Comics.

Link to comment
Share on other sites

Per il richiamo di cthulhu il mio consiglio è questo.

Anzitutto evita come la peste la versione D20 System, una tamarrata indecorosa.

Poi considera che è un gioco che ambisce a ricostruire un certo tipo di atmosfere, senza però darti tutti gli strumenti adeguati e lasciando molto spazio alla tua libera interpretazione e fantasia. Io ho giocato molte partite entusiasmanti a Il Richiamo di Cthulhu, ma anche molte veramente inutili.

Molto dipende dall'idea base dell'avventura e dalla voglia dei giocatori di seguirla. E' un gioco un po' "passivo" se mi passi il termine.

Se vuoi provare a giocarci, e potrebbe valerne la pena, penso sia importante che tu parti con un idea dell'avventura che vuoi fare molto forte e che si presta al gioco, oppure provare con un avventura prefabbricata, alcune sono spendibili in questo senso.

Il rischio è di giocare un investigativo orrorifico che non fa paura e la cui soluzione enigmatica è troppo lineare.

Link to comment
Share on other sites

Ho fatto una breve ricerca: Numenera è esaurito sul sito della Wyrd edizioni, ma mi sembra si trovi piuttosto facilmente su Amazon e eBay. Hai provato a cercare li?

a proposito della Wyrd Edizioni, mi hai fatto venire in mente che pubblicano 13th Age in Italiano, che è un piccolo gioiellino e che ti consiglio di provare. Fantasy alla D&D; basato sul d20 system ma con diverse modifiche prese da sistemi più moderni e narrativi.

Sul Richiamo di Cthulhu, sono d'accordo con Albert Rosenfeld. Una cosa da sottolineare è che molte avventure pubblicate per questo gdr non sono di grande qualità (con qualche eccezione).

 

Link to comment
Share on other sites

Grazie per il consiglio, il problema fondamentale è questo,  mi sono messo a cercare qualche gdr da comprare perché ho a disposizione il buono per i maggiorenni, soltanto che il regolamento del sito mette parecchie restrizioni agli acquisti possibili, sia per quanto riguarda i siti che per quanto riguarda le tipologie di articoli. Per questo sto cercando in lungo e in largo tra i vari siti disponibili il materiale ma spesso non è disponibile o ci sono altri problemi.

Per quanto riguarda CoC ho trovato disponibile la 7a edizione (se non sbaglio) manuale base e dell'investigatore, possono andare?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.