Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Dungeons & Dragons: Dark Alliance annunciato ai The Game Awards 2019

Questa notte, orario italiano, si sono tenuti a Los Angeles i The Game Awards 2019, evento dedicato alla premiazione dei videogiochi migliori dell'anno (potete trovare qui il filmato di tutto l'evento). Durante questa occasione è stato annunciato un nuovo videogioco basato su D&D: si tratta di Dungeons & Dragons: Dark Alliance, seguito spirituale dei videogiochi d'azione Dark Alliance 1 e 2 usciti anni fa per PlayStayion 2, Xbox e Game Cube.
Creato da Turque Games, Dungeons & Dragons: Dark Alliance sarà un gioco cooperativo per 4 giocatori, i quali potranno vestire i panni di quattro eroi mitici dei reami dimenticati, Drizzt Do'Urden, Cattie-Brie, Wulfgar e Bruenor. Il gioco, infatti, sarà ambientato nei Forgotten Realms, più precisamente ad Icewind Dale (la Valle del Vento Gelido) e sarà disponibile a partire dall'autunno del 2020.
Qui di seguito potete vedere il trailer dell'annuncio:
Fonti:
https://multiplayer.it/notizie/dungeons-dragons-dark-alliance-annunciato-con-un-trailer.html
https://www.enworld.org/threads/dungeons-dragons-dark-alliance-video-game-announcement-trailer.669112/
Read more...

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Medieval, Tales from Europe

Cari avventurieri, giocatori e narratori, il viaggio che vi apprestate a compiere vi porterà in un’ambientazione storica dal carattere rustico, bizzarro e spesso pericoloso. Dalla caduta dell’impero Romano fino alla scoperta dell’America, un periodo lungo quasi 1000 anni, vario, complesso e ricco di sorprese: il Medioevo. In questo tempo buio e difficile, l’intera Europa è teatro di scontri feroci, di brutalità e di sofferenze, come testimoniano le Crociate, le epidemie, la caccia alle streghe, la minaccia incombente dell’inquisizione da un lato e quella delle arti occulte dall’altro. 

Nata dal viscerale esordio di Tales for Gamers Publishing, Medieval, Racconti dall’Europa vuole portare i giocatori di ruolo in un mondo assurdamente reale e imprevedibile, il nostro mondo, privo di elementi immaginari, in uno dei suoi tempi più catartici.
 Una sola razza. Tutti i personaggi sono di razza umana.  11 Nuove Classi (Mestieri). In Medieval, Racconti dall’Europa puoi giocare 11 nuove Classi, definite quindi Mestieri, ognuna delle quali altamente personalizzabile attraverso la scelta di 3 differenti archetipi.
 Un sistema low-magic. Medieval, Racconti dall’Europa introduce per la prima volta nel mondo dei giochi di ruolo il Mestiere dell’Arcanista, una delle nuove classi giocabili. Quando l’Arcanista inizia a recitare le sue formule, la gente viene avvolta da un terrore angosciante e la loro mente viene influenzata. Alcuni di loro, i più deboli, potrebbero vedere accadere qualcosa (una porta chiusa a chiave che si apre inspiegabilmente, ad esempio), avere una reazione e sperimentare un risultato tangibile, reale come una freccia nel petto! L'Arcanista usa la paura come un’arma e, in questa ambientazione, essa può essere affilata come una lama o anche di più.
Decentralizzazione del combattimento.  La categoria sociale a cui appartieni e quindi il lignaggio della gente che conosci, il lavoro che svolgi, il modo in cui parli, così come le capacità organizzative che possiedi, acquisiscono una notevole importanza per la costruzione della tua fortuna. Sopravvivere non dipenderà soltanto dalla capacità di combattere.  
 Nuove meccaniche di combattimento. Viene introdotta la possibilità di colpire parti del corpo specifiche attraverso le azioni di Attacco speciali: (Colpo Preciso e Colpo Mortale). Viene introdotto anche un nuovo sistema di combattimento chiamato Duel Fighting in cui i combattenti fanno di tutto per non essere colpiti, muovendosi, parando e sfruttando gli elementi dell’ambiente circostante. Il cuore di questo sistema é una nuova reazione introdotta nel gioco, chiamata Parare, che prevede un tiro per colpire contrapposto per intercettare i colpi in entrata.
Armi e Danni realistici. I danni inflitti vengono incrementati e una Spada, un’Ascia o una Balestra nelle mani giuste possono diventare micidiali da subito!         
Un gioco più competitivo.  Pochi colpi di arma sono quasi sempre fatali anche a livelli alti e la morte spesso può sopraggiungere da cause diverse da quelle del combattimento: Inquisizione, epidemie e carenze di risorse durante i viaggi.        
 Nuove meccaniche per l’avanzamento di livello. Il nuovo sistema di gioco prevede la progressione dei livelli attraverso il raggiungimento di obiettivi di trama oltre che attraverso il combattimento.

I giocatori avranno tratti più umani e meno divini. Medieval, Racconti dall’Europa vuole essere un’ambientazione estremamente realistica e tutti i personaggi (giocanti o non giocanti) sono stati concepiti per essere individui tutt'altro che perfetti e invincibili. I Punti Ferita massimi sono stati ridotti. Inoltre, personaggi che non hanno familiarità con alcune armi o oggetti posseggono una caratteristica chiamata Incompetenza (l’opposto della Competenza). Per quanto riguarda l’equipaggiamento, viene introdotto un sistema di slot per poter trasportare un peso realistico in base alla categoria di oggetto. Questi tratti più umani trovano una profonda personalizzazione nella scelta delle diverse etnie e culture che sostituiscono i background della 5 Edizione, ognuna delle quali con profonde differenze in termini di debolezze e punti di forza.
Ci sarà un concetto tutto nuovo di "Sovrannaturale", non ci sarà nessun pericolo sovrannaturale che non sia l’essere umano stesso. Qualsiasi fenomeno inspiegabile che possa assomigliare ad un effetto magico è in realtà un trucco suggestivo. Chi assiste all'evento pensa di vedere qualcosa di sovrannaturale se fallisce un Tiro Salvezza, ne viene spaventato ed il livello di suggestione è tale da sviluppare effetti concreti a carico della sua persona o dell’ambiente che lo circonda.

Medieval, Racconti dall’Europa nasce da un team di appassionati e creativi con sede in Italia, amanti del loro territorio e della storia medievale in cui esso è immerso, ancora oggi così forte e determinante.
Un volume di 250+ pagine riccamente illustrato, in formato A4, brossurato, con copertina cartonata rigida e con interni a colori per guidarti all’interno di questo nuovo mondo, dalla creazione dei personaggi all’introduzione delle nuove meccaniche di gioco.
Richiedilo nella magnifica versione limitata Deluxe! Stampato su carta riciclata, con copertina rigida in seta e una cover con un’illustrazione alternativa, votata dai sostenitori a fine campagna.
A seconda del contributo scelto si potranno ottenere anche La Maledizione dell’ultimo Templare, un’avventura introduttiva di 10-12 ore di gioco, un’ottima opportunità per esplorare ed imparare le basi del mondo di Medieval, Racconti dall’Europa e due booklet: Scontri e Nemici, per aiutare il narratore nella progettazione degli incontri e Oggetti Leggendari, con gli oggetti leggendari della mitologia medievale come Excalibur, Durlindana ed il Graal.

Medieval, Tales From Europe offre inoltre la possibilità di poter scaricare per una prima visione le descrizioni di tutti i mestieri e la scheda completa di Guerriero ed Arcanista.
Potete trovare maggiori informazioni nella pagina Kickstarter del progetto qui sotto.
Link al Kickstarter: https://www.kickstarter.com/projects/1034101316/medieval-tales-from-europe-a-5e-rpg-setting?ref=discovery&term=5e
Read more...

Dare Vita a Rethmar

Articolo di Ed Greenwood del 05 Dicembre
Abbiamo gettato le fondamenta di Rethmar ("che posto è, chi lo governa e cosa succede"), ora dobbiamo trovare un modo per rendere questo villaggio veramente vivo. La prima cosa che ho fatto, come ho detto nel precedente articolo, è stato domandarmi quali storie potessi narrare in questo luogo partendo dalle radici che abbiamo creato.

Quindi, come funziona questa questione del portare in vita?
Possiamo schematizzarla nella maniera seguente (che, ripeto, non è la "Via Corretta" a meno che non la troviate funzionale):
Gruppi di potere e personaggi famosi (cabale, fazioni e faccendieri locali, PNG influenti) Ultime voci (notizie, pettegolezzi e i gossip del momento) Eventi recenti e ciò che sta accadendo (come siamo arrivati alla situazione attuale nel corso degli anni e cosa deve ancora svilupparsi, che siano solamente voci e che i locali lo sappiano o meno) Ciò che si sussurra (i segreti, gli intrighi dietro alle quinte e i crimini, chi sono gli esponenti della malavita locale) Normalmente li analizzo in questo ordine una prima volta, poi torno indietro e aggiungo delle parti ad ogni sezione, aggiornando eventualmente la lista in caso utilizzi il luogo come scenario di gioco.
Ma, come abbiamo già detto, Rethmar non è solo "un nome su una mappa". Ha della storia passata (che trovate nel precedente articolo). E questi fatti ricadono proprio nell'ultima categoria, i Sussurri, quindi analizziamola per prima, per segnare ciò che abbiamo già stabilito in maniera da non creare contraddizioni.
Sto parlando degli
Ambulanti di Claunkrar
La Piaga degli Incantesimi ha portato scompiglio tra gli Ambulanti di Claunkrar (che allora erano la forza dominante a Rethmar), dato che i loro leader segreti erano una incerta alleanza di beholder e illithid, spesso intenti a raccogliere oggetti magici o impegnati in lunghi esperimenti per aumentare il proprio potere e la propria longevità (era ovvio a tutti che le tensioni per la leadership stavano crescendo fino a degenerare in un conflitto violento per la supremazia, che tutti volevano vincere, senza limitarsi a sopravvivere).
Come risultato delle loro sperimentazioni magiche, la maggior parte di questi leader è impazzita, o è stata distrutta, quando la magia si è scatenata durante la Piaga degli Incantesimi e le porte (portali) della rete nota come Tesoro Strisciante sono state pesantemente danneggiate. La maggior parte di questi portali sono ora delle trappoli mortali o delle strane zone magiche invece che dei collegamenti funzionali di teletrasporto, e gli Ambulanti di Claunkrar sono ormai svaniti, mentre i loro "bruti" e i loro agenti attivi si sono sparsi per il mondo per ricostruirsi delle vite a seguito della devastazione provocata dalla Piaga (i loro leader sono svaniti e i portali della loro rete sparsa lungo tutto il Faerun si sono spenti).
Esistono ancora alcuni portali funzionanti sparsi in varie cantine e retrobottega in tutta Rethmar, ma la maggior parte della gente non sa dove conducano e non osa testarli.
Anche un paio di beholder e illithid folli e mutati dalla Piaga sono sopravvissuti, nascondendosi a Rethmar o sotto la città, ma anche nel resto del Faerun. Non comandano nulla di ciò che rimane degli Ambulanti. Ciò che rimane del gruppo di mercanti (chiamato in onore del suo fondatore, il gruppo di avventurieri noto come le Spade della Tempesta di Claunkrar, il cui leader da tempo morto, Ildro Claunkrar, era un rozzo ma furbo attaccabrighe dalla barba rossa proveniente da Talashar) è una società dedita al contrabbando, a rapimenti e furti al momento composta da qualche dozzina di umani controllati da una mezza dozzina di doppelganger, i discendenti di coloro che erano stati assunti per tenere i contatti tra gli illithid e i beholder e gli agenti attivi umani prima che gli Ambulanti venissero colpiti dalla Piaga. Vivono nelle ombre di Rethmar, più una storia da taverna che un fatto, dato che il loro stile oggigiorno è puntato sull'essere lesti, subdoli e sul tenere un profilo basso in modo da farsi sfuggire meno informazioni possibili; sono più interessanti a guadagnarsi da vivere che a comandare, conquistare o diventare ricchi.
Quindi gli Ambulanti, ormai senza più un nome ufficiale, sopravvivono come una società segreta dedita al "lavoro sporco" controllata da dei doppelganger, che usano le loro abilità da mutaforma per diventare delle vecchie negozianti, dei monelli di strada sfregiati o qualunque altro aspetto che non li faccia sembrare pericolosi durante un'interazione con i PG. Manipolano le loro pedine tra i Rethmariani piuttosto che puntare al conflitto aperto, ammesso sia possibile, ma agiranno contro chiunque sembri interessato a strappare il controllo di Rethmar dalla Cintura o a dare vita alla loro "gilda misteriosa".
Tutto ciò che i Rethmariani sanno dei Claunkrar è solamente che "servivano dei mostri particolarmente spaventosi e non siamo sicuri che siano veramente scomparsi", quindi ogni fatto misterioso o sinistro che accade in città li vede come probabili colpevoli.
Mentre stiamo ancora analizzando "Ciò che si sussurra" andiamo a trattare l'unica altra voce locale: che "c'è del movimento sotto la città", nel vasto labirinto del Sottosuolo che chiunque sa trovarsi sotto al proprio scantinato e che "si estende fino a Waterdeep e oltre!"... e che i consiglieri della Cintura Manthar Horndren e Ravendra Cardegult stavano quasi per sterminare il resto della Cintura per proclamarsi Lord e Lady di Rethmar, un intrigo fermato solamente dopo che la loro relazione di copertura si è trasformata in disprezzo reciproco e dato che Timone Tetro ha deciso di prendersi personalmente il compito di condannare a morte, come esempio per tutti, un gruppo di Marmaci la cui lealtà si era spostata dalla Cintura ai soli Horndren e Cardegult.
Bene, abbiamo schierato le nostre prime risorse e sistemato l'ultima categoria, torniamo alle altre.
Ora come ora, Rethmar non ha nessun venditore locale e il caos causato dalla Piaga ha distrutto la maggior fonte di mercanti della città, quindi non ci sono dei veri gruppi di potere, esclusi quelli che conosciamo, e un solo personaggio ambizioso che ha ottenuto abbastanza successi da diventare famoso: l'energico, distratto, ricco buffone con migliaia di progetti e schemi sempre in atto chiamato Amalrus "Il Tricheco" Gordroun (umano CN, proprietario di una quarantina di vagoni per carovane che viaggiano per Faerun in cerca di profitti). Sarà felice di includere i PG in molti dei suoi piani, ma la maggior parte finirà con un disastro, a meno che i personaggi non ignorino l'intervento di Gordroun e non abbiano successo per conto proprio.
Invece, per le notizie del momento: Rethmar è sempre piena di storie portate dai viaggiatori e dai carovanieri che passano per la città, in cerca di un boccale di birra offerto per essersi inventati o per aver esagerato una "novità" interessante che potrebbe essere più o meno simile alla realtà. Il risultato di queste storie è che molti Rethmariani credono che la maggior parte del Faerun stia per scendere in guerra e che, con una delle prossime carovane, arriveranno anche i reclutatori di soldati. Pensano anche che i draghi si stiano scatenando lungo la Costa della Spada, che alla gente nel Cormyr e nella Sembia crescano dei tentacoli dalla testa e che delle cittadelle volanti stiano attraversando in lungo e in largo il Faerun, cercando nuovi luoghi dove attraccare....come Rethmar con le sue numerose fonti d'acqua.
Cosa che ci porta agli eventi più recenti: la cosa più significativa accaduta a Rethmar nell'ultima decade è l'arrivo dei rifugiati dagli altri luoghi devastati dalla Piaga, che hanno causato una conseguente crescita della città. Ma molti cittadini non si fidano di questi profughi e continuano a guardarli con sospetto: potrebbero esserci dei problemi da un giorno all'altro.
Non ho scritto molto in questo articolo, ma è sufficiente, a mio parere, per rendere Rethmar più viva. Se stessi giocando una campagna nella città le righe sarebbero aumentate vistosamente, ma quanto fatto è sufficiente a mio avviso in caso si tratti solamente di un luogo di passaggio.
Potreste, ovviamente, avere delle idee differenti, quindi iniziate a cambiare dettagli, aggiungere cose o a riempire quei dungeon sotto le cantine di Rethmar. Forse qualcosa dal Sottosuolo è emersa in superficie durante una notte, iniziando a saccheggiare, razziare e infondere un senso di terrore nella brava gente di Rethmar. E anche nel resto degli abitanti...
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/making-rethmar-come-alive.667089/
Read more...

5 Modi per Tenere in Vita i Vostri Cattivi

Articolo di J.R. Zambrano del 04 Dicembre
Non c'è nulla di meglio di un bel nemico ricorrente, specialmente in D&D dove nessuno fugge mai via dai combattimenti. La causa maggiore risiede nella griglia di battaglia. La maggior parte delle cose che decidono di scappare lo fa o troppo tardi o non riesce a sfuggire al raggio degli attacchi a distanza dei PG, spesso notevole. Specialmente visto che i PG continueranno ad avanzare e sparare con tutte le loro forze per cercare di finire un nemico prima che scappi e possa tornare più avanti.
Questo si pone in estremo contrasto con gli epici inseguimenti e le fughe a rotta di collo (da parte di entrambe le parti) che rendono molte storie eccitanti. Se il re dei banditi continua a morire ogni volta che appare, non avrete mai la possibilità che esso riveli la sua connessione personale con uno dei membri del gruppo, o di far apparire il re dei banditi continuamente nei momenti peggiori. E, da un certo punto di vista, ha anche senso. Dopotutto se considerate la cosa da un punto di vista strettamente regolistico il vostro obbiettivo è di sconfiggere i nemici. Le regole dicono che potete continuare a fare fuoco e, se lasciate fuggire il nemico, quel maledetto del DM lo farà tornare per tormentarvi.

Mentre invece in altri ambiti narrativi, vogliamo vedere gli eroi perdere, essere minacciati o disorientati dai nemici, che riescono a scappare per tornare a combattere un altro giorno. Eberron: Rising from the Last War capisce il vostro dolore, cari DM, ed offre degli ottimi consigli per far vivere a lungo i vostri cattivi in modo che rimangano impressi nel gruppo. Ne abbiamo anche aggiunti di nostri, dandovi cinque modi per tenere i vostri malvagi in vita.
Non essere davvero presenti

Non possono uccidervi se non vi trovato davvero sul posto. Una facile e comoda soluzione per avere un malvagio che continui a riapparire è di farlo essere presente tramite i suoi lacchè. Esso manderà sempre i suoi scagnozzi a fare il lavoro sporco, o apparirà tramite olocomunicazione o incantesimi di illusione che funzionano esattamente come gli olocomunicatori di Star Wars, rimanendo al sicuro dalla vendetta dei giocatori.
Oppure potete anche provare il popolare metodo "il cattivo scompare dentro un passaggio segreto appena i giocatori entrano nella stanza e il vero scontro è quello con le con le guardie che ha lasciato dietro di se", come dimostrato da Mola Rom in Indiana Jones e il Tempio Maledetto. Ovviamente la cosa funziona in entrambi i sensi. I giocatori non avranno la possibilità di pugnalare a morte il vostro malvagio creato minuziosamente, ma d'altro canto il malvagio sarà in grado di colpire i giocatori, e questo significa che sarà compito dei suoi lacchè adempiere al suo volere. Un approccio sospetto nel migliore dei casi.
Usare quegli oggetti magici

Immaginate che il vostro cattivo stia effettivamente combattendo contro il gruppo. Ecco, dovrebbe avere un sacco di scagnozzi attorno, dato che in D&D la scontata conclusione di un combattimento tra molti PG e un singolo avversario è il fatto che i PG useranno il loro numero per schiacciare il nemico prima che possa fare qualcosa di davvero notevole. Ma anche con tanti scagnozzi e tirapiedi attorno, il vostro malvagio corre sempre il pericolo di essere l'unico bersaglio di tutti gli attacchi del gruppo di giocatori.
Questo è il momento in cui l'avversario ha la possibilità di mostrare un po' del tesoro che è destinato al gruppo. Fategli tracannare una pozione di guarigione o usare qualche altro oggetto magico consumabile (o anche permanente) per ottenere un effetto potente. I giocatori salteranno dalle loro sedie, segneranno ogni cosa e chiederanno che il cattivo la smetta di usare il loro tesoro.
Avere una via di fuga

Ovviamente, se avete un antagonista furbo, potrebbe già aver preparato delle opzioni per una fuga veloce. Nel bel mezzo di un combattimento, si potrebbe buttare giù da un edificio mentre una nave volante elementale passa lì sotto. O forse potrebbe saltare su una chiatta o dentro un portale che sta per chiudersi: mai sottovalutare il valore di una veloce via di fuga quando le cose si mettono male. Personalmente non le userei troppo spesso, per paura che possano risultare troppo una trovata deus ex machina. Ma potete dare agli avventurieri un po' di respiro e mandare il chiaro messaggio "questo combattimento è finito" con solo una semplice mossa.
Usare le regole per gli inseguimenti

Ecco qualcosa che non ho visto accadere troppo spesso. Se il vostro avversario tenta la fuga non usate i sei round successivi solo per capire quanto lontano possono muoversi il Warlock e il Ranger del gruppo mentre continuano a bersagliare il cattivo con frecce e deflagrazioni magiche. Dichiarate solamente che userete le regole per gli inseguimenti nel momento in cui l'avversario scappa via. Potrete continuare il gioco senza interruzione richiedendo che chiunque voglia fuggire dal combattimento debba fare un tiro (va bene sia in atletica che in acrobazia) e, se lo superano, la scena di combattimento cambia e diventa invece una Scena di Inseguimento.
Se non avete letto le regole per gli inseguimenti nel Manuale del Dungeon Master vi siete persi delle eccellenti regole di fuga/sfida di abilità per D&D 5E.
Fingere la propria morte

Alla fine, quando tutti gli altri modi falliscono, usate la brevettata, comprovata e sicura soluzione di far simulare la propria morte al vostro malvagio in modo da poter scappare via. Ci sono un bel po' di metodi differenti per farlo: c'è il classico metodo delle Cascate di Reichembach, nel quale il cattivo finisce giù da un burrone o dentro un compattatore dei rifiuti o in un edificio che sta per esplodere, ed anche se il suo corpo non si trova non c'è alcuna possibilità che sia sopravvissuto.
Spoiler, ovviamente la possibilità che sia sopravvissuto c'è, ed è proprio quello che succede. Fatelo succedere troppo spesso e il vostro diventa un mondo da fumetto di supereroi, ma se usato con parsimonia può rendere eccitante ogni "vittoria".

C'è un'altra soluzione che potete usare, più attiva. Fate lanciare Morte Apparente al malvagio durante un combattimento (ancora meglio se è uno stregone ed usa Incantesimo Celato) e, mentre appare morto, segnatevi tutto quello che accade. Dopo che l'incantesimo finisce il vostro malvagio sarà di ritorno. O magari metterà lui stesso in giro la voce della propria morte per fare le cose in grande.
Quali sono i modi che usate per far tornare i vostri antagonisti ricorrenti? Fatecelo sapere nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/12/dd-five-ways-to-keep-your-villains-alive.html
Read more...

Idee regalo natalizie per i vostri DM

Articolo di Talien del 02 Dicembre
In quanto DM che possiede una stampante 3D, posso crearmi da solo molti prodotti interessanti per i GDR. Quindi, quando si tratta di regali, devono essere abbastanza unici da non poterli facilmente realizzare da solo. Questi prodotti sono messi in ordine crescente, dal meno costoso al più costoso. Fate clic sui titoli per acquistarli su Amazon.
Indicatore di Danno per Attacchi ad Area della CZYY ($13)
Quando si utilizzano le miniature, tracciare rapidamente e comodamente le aree di effetto degli incantesimi costituisce spesso una sfida. Ecco per voi questo indicatore di danno, un cerchio trasparente con tutte le aree di effetto tipiche chiaramente evidenziate. Sovrapponete semplicemente il cerchio alle miniature e potrete determinare rapidamente chi muore e chi vive.

Tracciatore di Iniziativa della CZYY ($20)
Non sopporto la gestione dell'iniziativa e ogni metodo che ho adottato finisce di solito per confondere me o i giocatori. Questa spada è la cosa più vicina che ho visto a una soluzione intrigante, che rende molto chiaro chi va per primo e per ultimo tramite bandieruole riscrivibili che potete rimuovere o inserire nella spada.

Schermo del DM Personalizzabile della Stratagem ($20)
Sebbene questo schermo sia nominalmente pensato per la Quinta Edizione di Dungeons & Dragons, esso è composto da una serie robusta e pieghevole di inserti che potete scambiare per conto vostro e, quindi, è adatto ad ogni gioco. Anche le immagini sulla parte frontale sono inseribili e si possono togliere a piacimento e, dunque, possono essere sostituite con quattro pagine di contenuti per i giocatori (rivolte verso l'esterno), oltre alle quattro pagine di contenuti rivolte al DM. È anche utilizzabile con dei pennarelli a secco cancellabili, dunque se è necessario segnare l'iniziativa o qualsiasi altra cosa, è possibile scrivere facilmente sullo schermo e cancellare il tutto in seguito.

Pedane per Combattimenti Multilivello 3D della CZYY ($23)
Quando i giocatori iniziano a volare su una mappa, diventa rapidamente difficile tenere traccia con le miniature l'altezza relativa di tutti. Utilizzate queste pedane di combattimento, che facilitano l'identificazione visiva di chi è a quale livello. Vale la pena notare che le miniature in metallo saranno probabilmente troppo pesanti per queste pedane da combattimento.

Griglia divisa in Esagoni e Quadratini per Giochi di Ruolo ($25)
Questo è un tappetino pieghevole in vinile su cui è possibile scrivere con pennarelli cancellabili a secco e ad umido. Ancora meglio, un lato è diviso in esagoni e l'altro in quadrati da un pollice (2,54 cm). Ho usato tappetini da battaglia molto più grandi, ma sono ingombranti e difficili da mettere nello zaino. Inoltre comprende otto diversi tipi di terreno (quattro griglie con due lati: ciottoli/pergamena, bianco/taverna, terra desolata/erba, mare/stellare). La scatola che le contiene ha le dimensioni di un manuale di gioco, il che ne rende facile anche il trasporto.

Cifrario del Faraone formato Mini ($26)
Le escape room utilizzano spesso una varietà di cifrari e questa è una divertente variante egiziana che può essere facilmente adattata ai giochi da tavolo per il GM intraprendente.

Cryptex Codice da Vinci ($30)
Per il DM che vuole fornire un elemento tattile al suo gioco, questo fantastico cryptex richiede un codice che può essere impostato dal proprietario. Viene fornito con due anelli in elfico. Questo cryptex ha tratto ispirazione dal film de Il Codice Da Vinci ed è stato da allora usato parecchio nelle escape room. Ignorate la descrizione che riporta il fatto che questo fantastico dispositivo sia da intendere come un regalo romantico: i DM sapranno cosa farne!

Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/holiday-gift-ideas-for-your-gamemaster.668739/
Read more...
poyson bite

ira dei giusti TDG l'incursione 1.1

Recommended Posts

metto qui il link al topic di servizio per averlo comodo:

postare: scrivete pure in prima o terza persona come vi aggrada, preferirei tempo presente ma se vi va meglio scrivete al passato.

tutto ciò che è narrato va scritto normalmente, ciò che viene detto va in grassetto, eventuali pensieri in blu, tutto ciò che è fuori dal gioco, regolo, tiri per colpire ecc in spoiler, eventuali segreti, scritte su bigliettini che solo alcuni di voi leggono, sussuri tra un pg e l'altro vanno sotto spoiler, sarò io poi che deciderò tramite coerenza o prove se gli altri vengono a sapere o meno tali segreti, comunque sotto spoiler solo le azioni, discorsi ecc che sono dichiaratamente segreti.

a breve il primo post che darà via all'avventura, intanto aggiornate le preferenze e stay tuned! =)

Share this post


Link to post
Share on other sites

da settimane oramai a Kenabres si registra un fermento che non smette di intensificarsi: Armasse si avvicina!

la festa di Armasse è tradizionalmente un occasione per il popolo e i crociati di distrarsi dalla continua battaglia contro l'orda demonica. in questo giorno i popolani vengono addestrati gratuitamente da alcuni dei migliori maestri d'arme della città nell'uso delle tecniche di combattimento basilari, i cavalieri scelgono i propri scudieri, vengono elette nuove cariche, i nuovi sacerdoti recitano i loro voti e gli studiosi mettono il loro sapere all'occorrenza dei cittadini, il tutto accompagnato da danze, giochi di svariata natura, duelli cortesi, rievocazioni di antiche battaglie, rappresentazioni teatrali, giostre cavalleresche, buona musica, arte di ogni genere, sconti imperdibili nelle immancabili bancarelle dei negozi del centro e le migliori pietanze e bevande della città.

la festa è attesa con ovvia trepidazione tanto dai militari quanto dai popolani, essa permette a tutti di vivere per un giorno una vita normale, lontani dagli orrori di un campo di battaglia sanguinoso contro avversari osceni e terrificanti. Armasse è un vero toccasana, quasi un miracolo per il morale dei cittadini, che trovano in essa un motivo per andare avanti con le loro difficili vite, dando loro una spinta positiva che si protrae per settimane anche dopo l'evento.

tutta la città è coinvolta nella festa, in ogni piazza e nelle vie principali c'è sempre qualche bancarella o altro tipo di intrattenimenti, tuttavia il vero cuore della celebrazione è da sempre Piazza Clydwell, appena a ovest della Gran Cattedrale di San Clydwell, onorato templare della chiesa di Iomedae che si sacrificò pur di racchiudere una massa di demoni in una prigione a prova di fuga creata dai soli incantesimi divini dei suoi confratelli, scena raffigurata anche sulle vetrate sul fronte della cattedrale stessa.

vi trovate tutti in piazza Clydwell, nel cuore delle celebrazioni, in altre parti della città probabilmente i festeggiamenti sono già iniziati ma i militari sopratutto si radunano qui ogni anno per assistere alla cerimonia d'apertura ufficiale celebrata dalla più alta carica cittadina, il Reggente Condottiero Hurul Shappok. è proprio qui infatti, dalla balconata ovest della Cattedrale che egli terrà il suo discorso. 

nel viso degli uomini e delle donne d'arme si intravede l'orgoglio, armi e armature tirate a lucido per l'occasione. intorno alla massa di militari vi sono tuttavia anche i popolani, abitanti del quartiere di Vecchia Kanembas, il quartiere che racchiude gli edifici che una volta erano l'originale villaggio di Kanembas da cui poi si è sviluppata tutta la città nella sua grandezza. i civili sono lontani rispetto alla Cattedrale e alcuni di essi stanno in religioso silenzio attendendo la comparsa del Reggente e le sue parole, altri fanno giocare i bambini, ridono, scherzano, si sentono barzellette raccontate, si vedono visi pieni di gioia... almeno una volta l'anno...

la piazza è immensa, circondata ai suoi lati di bancarelle dei negozi più antichi e pregiati della città, su di un lato sorge l'imponente struttura laterale della Cattedrale, il cui campanile svetta a fianco e la sua campana di rame riflette i raggi di un sole che mette allegria ma che grazie a un lieve vento fresco non ammorba la giornata con temperature afose. il ciottolato a terra fa risuonare il peso degli stivali dei militari che ogni tanto si muovono, l'intricata fontana al centro della piazza segna il confine tra lo schieramento dei militari e la popolazione, la sua acqua chiara zampilla dalle decorazioni a tema floreale in freschi rigagnoli dove alcuni popolani cercano refrigerio. il profumo di buona birra e vino d'annata riempie l'intera zona mentre in una bancarella lontana di un macellaio i cuochi stanno organizzandosi per mettere sui fuochi un cinghiale intero.

è questo il clima che si respira alla festa di Armasse, finalmente un giorno di riposo dall'orrore che striscia oltre le soglie delle mura cittadine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Artemis Lightbow

@Tutti -  Descrizione

Spoiler

Artemis Lightbow è un giovane di bell'aspetto dai capelli castani e dagli occhi color del cielo. Indossa un'armatura in cuio dalla quale fuoriescono i risvolti di un abito da intrattenitore di colore rosso e al collo ha come collana un simbolo sacro di Shelyn in legno, riferimento alla sua venerazione nei confronti della Rosa Eterna. Alla cintola porta una spada lunga e attaccato alle spalle, insieme allo zaino e alla faretra con le frecce, ha un arco corto. Se c'è un dettaglio dello zaino che può attirare l'attenzione è certamente il flauto traverso che spunta da una delle tasche laterali, che talvolta utilizza durante le sue esibizioni canore tra una strofa e l'altra. Sul suo volto è presente quasi sempre un sorriso che è sintomatico del suo carattere buono e spensierato.

Il clima festivo che si respira in questo momento a Kenabres non può che farmi tirare un sospiro di sollievo e rallegrarmi. La visione della gioia in un luogo che è molto vicino alla desolazione e ai conflitti che animano la Piaga del Mondo non può che rasserenare gli animi. Lo trovo sintomatico del fatto che la speranza non sia morta e, anzi, sia ancora decisamente più che viva e arda forte nei cuori dei cittadini e dei combattenti che hanno scelto di imbracciare le loro armi contro i demoni e, anzi, mi induce a pensare una cosa sola "Spero che la lietezza di questo momento fiabesco possa perdurare anche nei giorni. In terre come questo accadimenti simili sono davvero una rarità" . L'atmosfera incantata che permea l'aria in questo momento risveglia il mio spirito di cantore e coerentemente con i precetti dell'amorevole e dolce Rosa che venero non posso che cercare di contribuire alla magia che si è creata aiutando a farne fiorire la bellezza, soprattutto per quei bambini che in questo momento stanno giocando allegramente per la piazza. La loro spensieratezza mi tocca così tanto che decido di avvicinarmi per intrattenerli con un po' di musica mentre giocano. Tenendomi leggermente in disparte comincio a cantare un motivo dalle tinte allegre e dolci per accompagnare il loro gioco e nel mentre estraggo il flauto traverso che ho in una delle tasche laterali del mio zaino per utilizzarlo per suonare qualche nota di accompagnamento al mio canto di tanto tra una strofa e l'altra.
@DM

Spoiler

Nel caso per intrattenere i bambini fossero necessari degli skill check ho Intrattenere (Canto) + 8 e Intrattenere (Strumenti a Fiato) + 4

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vor Kardim

Descrizione

Spoiler

Il volto del giovane è coperto di cicatrici lasciate dalle ferite ricevute e dalle suture impiegate per tenergli insieme la carne. Non è del tutto raccapricciante ma di certo ha un'aria intimorente. Ha i capelli ingrigiti prematuramente. 
Il corpo ha subito la stessa sorte, anche se apparentemente tutto ciò che ha passato lo ha irrobustito contro la furia degli elementi. Resta un uomo poderoso, nonostante di tanto in tanto fitte di dolore lo rallentino o lo infastidiscano. 

Attualmente porta sul volto una mezza maschera che copre lo zigomo destro, l'orbita corrispondente e la fronte, le parti più ferite e orribili alla vista; è una maschera di cuoio conciato, molto semplice e priva di qualsiasi decorazione salvo un simbolo di Iomedae in filo d'argento.

Mi aggiro per le vie di Kenabres con sguardo un po' assorto e meditabondo. Ammiro la festosità dei suoi abitanti, ricordandomi come sia per scene come queste che combattiamo e versiamo il sangue giorno dopo giorno. 
Raggiungo finalmente la piazza antistante alla Cattedrale, e mi fermo ad osservare gli altri crociati. Riconosco qui e là qualche volto familiare, reclute che come me sono giunte da poco. Io, in realtà, sono già stato tempo fa in queste terre ma sono stato costretto ad allontanarmene. 
Oggi intendo prima di tutto riposarmi. Ma non per pigrizia, vecchio mio. Per ricordare meglio che cosa proteggo con la mia vita. Tutto sommato, sono di buon umore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ulrich Graveborn

Descrizione

Spoiler

Un uomo molto alto, apparentemente nient'altro che un uomo molto particolare, almeno finché non sorride. I canini fin troppo appuntiti, uniti al pallore mortale della pelle, i capelli neri e gli occhi del blu delle notti senza luna tradiscono la sua ascendenza non morta ad un occhio attento. I lineamenti del volto sembrano scolpiti nel marmo da una mano esperta, cosí come il resto del corpo. Generalmente sembra essere avvolto da una aura di innaturale grazia.
Veste con comodi abiti, che coprono il piú possibile il corpo, forniti di guanti e lunghi stivali aderenti, anche se da quando si trova nella Piaga del Mondo ha preso l'abitudine di portare sotto i vestiti la corazza di piastre smaltate, con incisa la Spirale simbolo della sua dea. Nello zaino sulla schiena porta una serie di fiaschette piene di erbe, dalle forme e i colori piú disparati. Da quando deve combattere porta sulla schiena la lunga lancia e la balestra appartenute a Sergey, prive di decorazioni ma curate maniacalmente.

Nell'unico giorno di festa e riposo dai combattimenti per Kenabres sono probabilmente l'unico che prova a fare ció di cui vive. "Anche nel giorno di Armasse nascono bambini, si infettano denti e si fratturano polsi" sono solito ripetere alle persone che tentano di distogliermi dal mio lavoro. E come ogni anno, cado nella trappola tesa dai divertimenti e dalle risate. Una trappola ben dolce, in cui si inciampa con piacere. Mi unisco anch'io ai festeggiamenti, stando attento che il corteo invisibile che solo io sento non riversi come al solito le sue gravi voci su bambini e astanti. Arrivato alla piazza centrale saluto i vecchi pazienti con un sorriso e delle parole gentili, prendendo posto vicino all'amata fontana. Ormai ho usato la sua fresca acqua in talmente tante occasioni da considerarla una cara amica...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ulf Widar

Descrizione:

Spoiler

Ulf è un umano piuttosto alto e robusto, vestito di pelli pregiate. Sul suo viso cresce una folta barba marrone, che completa il suo aspetto inselvatichito. Due profondi occhi verdi sembrano contenere una notevole dose di saggezza. Al suo fianco, sempre a breve distanza, si trova un grosso felino maculato e ricoperto da un'armatura di cuoio. Sembra docile, ma la sua dentatura racconta tutt'altra storia.

"E così questa è Kenabres... Sembra che almeno ogni tanto riescano a divertirsi da queste parti. Siamo arrivati nel giorno giusto, Alfsigr." dico rivolto al giaguaro che mi accompagna. Uno sbadiglio da parte sua mette in mostra una pericolosa fila di taglienti canini, ma non c'è minaccia negli occhi del felino, che osserva curioso il popolo in festa. "Forza, vieni, andiamo a cercare qualcosa da mangiare."

Edited by GammaRayBurst

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sylvar

La città è finalmente in festa e per qualche ora tutti sembrano dimenticare il conflitto perenne che affligge quella parte di mondo. Sorrido mentre mi muovo tra la folla, cercando una bancarella che venda qualche dolcetto Per una volta è bello vedere tutti felici, è per questo che combattiamo penso tra me e me Mi da una birra? domando ad una delle bancarelle, allungando una moneta

Aspetto

Spoiler

Alto e longilineo, Sylvar spicca di certo tra la folla anche per via della sua chioma bionda che porta raccolta in una coda, mostrando le orecchie appuntite. GLi occhi sono di un azzurro intenso e paiono quasi brillare di luce propria. Dalle spalle, sopra il mantello azzurro spunta un arco e una faretra, mentre alla cintura ha legato un libro coperto di rune.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Samaya Estreal

Aspetto

Spoiler

Samaya è una tiefling di appena 19 anni, nonostante la giovane età gli occhi color ora dalla pupilla verticale sembrano appartenere a una persona molto più avanti negli anni. Ha capelli bianchi legati in una coda lunga fino alle spalle, qualche ciocca le contorna il viso. Sulla testa ha due corna nere, le corna hanno delle protuberanze simili ad anello che corrispondono all'età della tiefling. Non è molto alta, mediamente è più bassa di una spanna rispetto a molti dei guerrieri umani presenti. La corporatura è relativamente robusta. Ha la pelle color grigio cenere che ogni tanto pare avere dei riflessi rossastri. Indossa una mezza armatura nera e un mantello per cercare di nascondere la robusta coda, col cappuccio tenta invece di celare le corna. Alla vita porta un pugnale, mentre dietro alla schiena ha lo scudo e un'ascia da battaglia.

Entro nella piazza e osservo i crociati in attesa del discorso di rito. Se Arval fosse ancora vivo non avrei problemi ad unirmi a loro. Ma adesso... nella migliore delle ipotesi mi calpesterebbero la coda. Mi sistemo meglio il cappuccio per nascondere le corna, sistemo il mantello per celare al meglio la coda e mi dirigo verso la fontana. Mmm c'è già qualcuno, sarà meglio sedersi dalla parte opposta. Camminando a passo rapido supero un umano che sta suonando un flauto, passo accanto all'uomo seduto sulla fontana e mi siedo a distanza da quest'ultimo. Immergo una mano nell'acqua in cerca di un po' di refrigerio. Vi sono diversi bambini che giocano, due di questi mi si avvicinano e mi sorridono. Gli sorrido a mia volta, ma questi, forse vedendo le mie corna, si spaventano e scappano via.

Sospiro.

Edited by Albedo

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Albedo

Spoiler

ti muovi attraverso la folla distrattamente, ricordando che, proprio un anno fa, il tuo mentore, Arval, era qui presente e si era preso un angolino di piazza dove spiegava ad un gruppetto di fabbri cittadini i rudimenti su come usare al meglio un maglio per proteggere le loro fucine. una risata grassa quella del nano, risata che si faceva sentire per buona parte della piazza ma che oggi non riecheggiava nella stessa.

Arval era uno dei pochi a essersi fidato di te e del tuo petto, per lui interessava solo la volontà di schiacciare le orde oscure... certo, lui diceva così ma in realtà era una persona buona che aveva a cuore la salute dei suoi parenti lontani, una figura che mal si sposa con il consueto immaginario del mercenario. 

e ora che il nano non c'era più ti serviva un nuovo lavoro... dubitando che i crociati si sarebbero mai fidati di una tiefling rimaneva una sola opzione, un altro gruppo mercenario. 

nella piazza ci sono molti volti conosciuti, spesso capi di altre compagnie mercenarie o loro emissari che venivano a parlare di strategie o a portare messaggi ad Arvale ai suoi luogotenenti. riconosci alcuni di questi al limitare dell'assembramento militare che domina parte della piazza. 

gli Scorpioni Gialli, le Asce Incrociate, i Falchi delle Spine, i Randagi, c'era l'imbarazzo della scelta, molte compagnie mercenarie con i suoi più alti in gra erano li schierate in piazza... chissà se qualcuno di loro ti avrebbe mai accettata nonostante il tuo aspetto...

@Pippomaster92

Spoiler

dopo tutto quel tempo passato in riabilitazione e a tentare di farti accogliere nella fede di Iomedae finalmente eccoti li, pronto di nuovo a dar battaglia al maligno, stavolta più pronto, più esperto e con le armi giuste. questa giornata segna per te un vero "nuovo inizio". attorno a te vedi anche molte reclute della crociata... per un momento ti chiedi quanti di loro sopravviveranno alla prima missione...

anche i veterani tuttavia oggi sembrano essere contenti, sebbene nei loro occhi c'è una vena di tristezza che anche se celata c'è e tu lo sai tanto quanto lo sanno loro. persino i feriti sono arrivati per vedere il discorso, accanto a te c'è un guerriero con il braccio ingessato, poco più avanti un arciere con una bendatura attorno alla testa, eppure le ferite non li hanno fermati, sono qui anche loro a godersi una giornata di vita, di vita vera.

tra la folla vedi anche alcune facce note, sei stato lontano dal campo di battaglia a lungo ma questo non ti ha impedito di essere messo al corrente delle attuali cariche importanti all'interno dei crociati. alcuni dei loro più grandi campioni erano presenti nella piazza, tra loro spiccavano tre figure di alto rango, la paladina mezzorca Irabeth, campionessa della Guardia dell'Aquila, lo stregone guerriero Vlakan, eroe della Lancia Fiammeggiante e infine il marescallo Kurt, una delle figure più importanti della Spada dell'Aurora.

tutte le maggiori compagnie dei crociati erano presenti e con esse anche molte di quelle minori come L'Arco Raggiante, piccola unità di arcieri votati a Erastil oppure le famigerate Zanne del Mondo, una fazione che racchiude in se i membri meno avvezzi alla disciplina militare, piena di barbari e guerrieri che non fanno altro che avventarsi scompostamente sul nemico ma che, nonostante le tecniche rozze, possono contare un elevato numero di successi.

sembra che davvero tutti siano venuti alla festa... 

@Cronos89

Spoiler

la festa continua tra tante facce vecchie e nuove, molte reclute appena mandate al macello al fronte, pochi veterani... sai bene che la loro sorte dipende anche da te, da tutti i Guardiani dello Squarcio, la confraternita di maghi segreta che ha la sua sede sotto la biblioteca di Ala Spezzata, chiamata più comunemente Alanera. per un momento ti chiedi se anche voi guardiani potete permettervi una giornata di risposo vista l'importanza dei vostri studi... ma poi ti ricordi le fredde parole di uno dei tuoi superiori:

le tue capacità ci sono più utili a protezione di questo circolo, non al suo interno.  

parole dure, pronunciate dalle labbra di un vecchio mago umano, sebbene tu sia parte dei guardiani da anni sei sempre stato sottovalutato. ma ciò ti permette di godere di queste giornate essendo a tuti gli effetti "più un militare che uno studioso" almeno secondo i guardiani anziani. 

tuttavia qualcosa nel folto della folla attira la tua attenzione, una familiare testa irta di capelli argentei spunta da in mezzo alla folla accompagnandosi a un bastone con due lune incise che si intersecano alla sua sommità. è un elfo come te, non ci hai mai parlato ma lo hai visto più volte alla sede dei Guardiani. un certo Aravashinal, entrato nella congrega da solo qualche anno. te lo hanno definito come un altezzoso paranoide, un pacato complottista che però ha aiutato a svelare alcune infiltrazioni di malvagi all'interno della città segnalando il tutto ai cacciatori di streghe. che cosa ci farà mai in mezzo alla folla in questa occasione di festa?

@GammaRayBurst

Spoiler

 la città non ti sembra nemmeno quella giusta, l'atmosfera festosa che ti accoglie non era quella che ti eri immaginato ma con un pò più di attenzione noti tante piccole cose, un uomo accanto a te con sole tre dita sulla mano, uno che si siede a bordo della fontana a riposare sfregiato in viso, un bambino che gioca con una benda su un occhio...

tuttavia sembra che quest'oggi tutti siano felici, spensierati... e forse... forse a loro serve davvero questa giornata... 

in lontananza vedi la donna che ha intercettato il tuo arrivo in città, vi eravate incontrati la mattina stessa, poco dopo l'alba, mancavano ancora pochi chilometri prima di giungere in città quando un drappello di esploratori capitanato da quella donna ti aveva intercettato, ti avevano fatto domande e, quando fu appurato che non eri una minaccia, ti scortarono ai cancelli cittadini dove vi separaste. 

ora rivedi l'umana dai capelli scuri passare tra la folla a qualche decina di metri da te, unico "contatto" se così vogliamo dire, che hai in tutta la città... forse lei potrebbe dirti cosa sia questa festa... eppure non riesci a ricordare il nome... Ane... Ane qualcosa...

@Ian Morgenvelt

Spoiler

sembra che anche altri cerusici abbiano preso parte alla festa, alcuni li vedi indaffarati a chiaccherare con vecchi pazienti per sapere come stanno dopo operazioni e medicine, altri invece hanno approntato una bancarella dove spiegano ai popolani il proprio sapere medico rispondendo alle loro domande in merito alle più comuni malattie ed infezioni e come trattarle. ebbene si, un medico, in fin dei conti, non riposa mai, non se lo può permettere.

in lontananza vedi uno dei cerusici più famosi di tutta Kanembares, Lang Sian, un vecchio monaco delle terre orientali, forse proveniente dal Tian Xia o da chissà quale regno lontano, giunto qui, dove c'è bisogno, con il suo tocco guaritivo che ha del miracoloso e la sua saggezza ermetica, a volte cinica, ma rispettosa di tutte le forme di vita. senza dubbio un individuo che può insegnare molto a chiunque abbia l'umiltà di ammettere di conoscere fin troppo poco del mondo.

dall'altra parte della piazza invece vi è l'ex paladino mezzelfo Barrin, che ha messo da parte l'armatura per abbracciare a piene mani la sua fede in Sarenrae e darsi a una vita di pace, povertà e carità verso il prossimo, un esempio di purezza di cuore e altruismo per tutti anche se alcuni crociati tendono a vederlo come un ottimo elemento che ha abbandonato i loro ranghi.

@Nereas Silverflower

Spoiler

la tua esibizione rende euforici i bambini e coinvolge alcuni adulti, poco dopo altri due bardi si uniscono a te, uno con una chitarra, l'altro con un tamburello, le persone attorno a voi danzano e l'allegria si fa sentire, ad un tratto un uomo dalla voce profonda esclama: eccolo! riferendosi alla comparsa del Reggente Condottiero facendo calare il silenzio nell'area e facendo voltare tutti. qualche secondo di silenzio e poi l'uomo si gira verso di voi sorridente con una mano che si gratta la tempia: scusate! mi era sembrato di vederlo! l'ilarità scoppia nella piccola folla li attorno e tutti ridono di gusto.

i bambini si avvicinano di nuovo a te e ai colleghi  intrattenitori e cominciano a chiedere di raccontare una storia. uno dei bardi ti allunga un otre dal cui stretto beccuccio si diffonde un aroma fruttato di vino facendoti segno di bere e passarlo agli altri presenti.

sembra tutto così lontano dagli altri giorni, non sembrano le stesse persone, la stessa città... per una volta... tutti sorridono.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sylvar

Spoiler

Strano Penso tra me e me mentre sorseggio la birra che cosa ci fa qui?  Non sembra un tipo da festa mi muovo verso di lui, senza però avere alcuna intenzione di attaccare bottone forse vuole solo assicurarsi che tutto fili liscio, i miei confratelli non sembrano apprezzare questa festa

Spoiler

quella dei guardiani è una sorta di società segrata? oppure i membri sono noti alla popolazione?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Cronos89

Spoiler

i guardiani degli squarci sono una società segreta, le alte cariche della città e dei crociati e dei cacciatori di streghe sanno della loro esistenza ma i guardiani preferiscono far sapere della propria esistenza meno possibile, qualificandosi spesso come maghi, studiosi o eruditi indipendenti all'interno della città, raramente fanno parte delle missioni operative fuori dalle mura ma a volte succede e sono in quei casi costretti a ricorrere a falsi nomi e pseudonimi per celare la loro vera affiliazione con i soldati che spesso li accompagnano. comunque hanno le alte cariche dalla loro quindi ben pochi problemi con la legge ecc, i più problematici con cui avere a che fare sono i cacciatori di streghe che fanno sempre troppe domande scomode, sebben non ci sia mai stata da parte loro alcuna accusa formale c'è dell'attrito tra le 2 organizzazioni.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Samaya Estreal

Coraggio. Vediamo di sfruttare l'occasioen per trovare un lavoro. Mi alzo dalla fontana e facico qualche passo verso il punto in cui vedo raggruppati il maggior numero di mercenari.

E chi mi accetterebbe? Scartiamo subito gli umani... là c'è un mezz'orco. Proviamo. Mi tiro in avanti il capuccio per nasconder eil più possibile il mio volto, tengo la coda un po' sollevata per tenerla celata sotto il mantello e mi avvio verso un mezz'orco alto quasi il doppio rispetto a me. A fatica riesco a raggiungerlo, noto con piacere che mi sta osservando.

Mi chiamo Estreal, cerco un ingaggio in un gruppo mercenario. Ho servito precedentemente nel gruppo delle Ombre bianche del nano Arval Cuordiroccia. Penso che uno scudo e un'ascia da guerra possano farvi comodo.

Attendo il suo giudizio tenendo il capo chino, sento i suoi occhi, e quelli dei suoi osservarmi e giudicarmi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Artemis Lightbow
@poyson bite

Spoiler

Tra me e me penso "Questo clima festivo di gioia sta davvero toccando tutti... è tutto davvero così bello... Genitori miei, seppur non sappia più dove siate a seguito di quel terribile giorno, spero di rendervi onore nel continuare la missione che vi eravate preposti e con le mie azioni riesca a portare la felicità nei cuori sia in giorni belli come questi che nella più buia e fatidica delle ore.." e nel mentre accarezzo il simbolo sacro di Shelyn che ho al collo. Quando mi viene offerto il vino, accetto e ne bevo giusto un piccolo sorsetto incuriosito dal forte odore fruttato poiché non sono mai stato un grande amante degli alcolici, poi passo l'otre agli altri adulti presenti. Prima di iniziare a cantare una storia per la felicità dei bambini poiché ritengo ingiusto che gli adulti si godano il vino mentre loro rimangono a bocca asciutta chiedo loro di paziantare giusto un attimo e mi guardo intorno in cerca di una bancarella che venda dolcetti alla frutta, i miei preferiti, da offrire loro scandagliando inoltre i dintorni anche in cerca di spiriti un po' più infelici per chiedere loro se vogliono unirsi a noi per ascoltare e donare un po' di gioia anche a lui.
@Master

Spoiler

Se riesco ad avvistare la bancarella per comprare i dolciumi, dimmi quanto devo scalare dall'ammontare di monete che ho ancora con me. Inoltre se nel mentre vedo qualcuno che è da solo e ha l'aria un po' infelice, gli chiede se vuole unirsi a noi per il racconto

 


 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ulrich Graveborn

Master

Spoiler

Noto che anche i miei colleghi, nonostante si siano fatti qualche scrupolo come me, hanno ceduto alla festa. Guarda c'é anche il vecchio Lang Sian. L'unica volta che ci ho parlato è stato quando mi ha visto usare erroneamente del curaro per trattare una ferita da taglio. Sarebbe un vero piacere discuterci assieme. E magari ha qualche erba dal suo paese. Inizio ad avvicinarmi al banchetto del vecchio monaco, prima di notare Barrin. O almeno, sono i miei vecchi compagni a farmelo notare, con parole acri e accuse nei suoi confronti. No, non è un traditore. Ha semplicemente scelto di servire la causa in modo diverso. Ed è pur sempre meglio di quei criminali che si nascondono tra i crociati, no? Arrivato al banchetto, saluto l'uomo con un sorriso prima di parlare con voce cortese Salve messer Lang Sian. Sono Ulrich, uno dei tanti medici di Kenabres. Passavo di qui e ho notato il suo banchetto. Ho deciso di approfittarne, sia per informarmi sulla sua salute che per chiederle se abbia qualche erba particolare. Le mie scorte si sono quasi esaurite, è difficile trovare qualcosa di buono qui. Concludo con la solita formalità eccessiva. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@tutti

Spoiler

scrivo ora che ho un pò di tempo per alleggerirmi il prossimo post, aspettate però prima le risposte di pippoaster e gamma ray brust, dopo di quelle posterò di nuovo io e sarà il momento in cui scriverò per tutti perchè inizierà la cerimonia d'apertura ;)

@Ian Morgenvelt

Spoiler

il vecchio Lang ti vede arrivare e ti accoglie con un sorriso, sembra non dare peso alle tue prime parole, forse nella sua terra vi è un altro tipo di approccio interpersonale ma sembra soprassedere e ascolta con attenzione le tue parole. alla tua domanda sulla sua salute ti risponde sempre con un sorriso un giovane come te dovrebbe prodigarsi per il bene del popolo, non a quello di un povero vecchio e i suoi acciacchi, ma apprezzo l'interessamento e ti rassicuro che a parte i segni dell'età sto divinamente. per quel che riguarda le erbe del mio paese devo darti una delusione figliolo, questo clima non favorisce la nascita delle piante officinali delle mie terre e io rispetto la loro decisione, sarebbe crudele provare a piantarle qui, tanto quanto strapparle da terra per fare un viaggio così lungo, non trovi? è strano,sembra quasi che il vecchio monaco parli delle piante al pari delle persone, creature con sentimenti, capaci di prendere decisioni, ma in un certo senso... aveva ragione. se ti servissero rifornimenti piuttosto recati da Soluzione di Topazio, è un negozio di erbe e preparati alchemici molto ben fornito, di loro che ti mando io!  

il vecchio infine ti si avvicina e ti mette una mano sulla spalla e in quel momento senti chiaramente un pizzico della poderosa energia dell'anziano entrare in te, il suo tocco ti fa sentire meglio ma c'è di più, un altro incantesimo, il monaco si distanzia da te e con una faccia sempre sorridente inizia a parlarti nella sua lingua e ti rendi conto di riuscire, per un istante a capire le sue parole. 

non preoccuparti per le ferite del corpo, cura piuttosto quelle dell'anima... io sono vecchio per queste cose, nessuno mi da più ascolto oramai... stai alla larga da quel negozio, vi è una strana energia all'interno.    

queste sono le parole dell'anziano, che poi si mette a ridere come se ti avesse raccontato una barzelletta la gente attorno al saggio ride senza aver capito la "battuta" quando ad un tratto tutti si girano verso il fondo della piazza, verso la Cattedrale, il Reggente è uscito dalla balconata, la cerimonia sta per iniziare.

Spoiler

il vecchio ha usato su di te l'incantesimo virtù, hai 1 punto ferita temporaneo per 1 minuto, poi ha lanciato su di te comprensione dei linguaggi permettendoti di capire le sue parole per qualche istante nonostante parlasse in un altra lingua, dissimulando poi il tutto come fosse stata u battuta.

 

@Albedo

Spoiler

ti avvicini al mezzorco e inizi a presentarti, non sembra essere molto sveglio, nonostante i trofei di guerra che porta addosso, questo ti guarda con aria un pò spaesata ma al sentir parlare delle Ombre Bianche sembra accendersi di intelletto.

ah, le Ombre Bianche! si si, ho sentito parlare di voi, mi dicevano che erano tutte morte però, non mi stai fregano vero? una mancanza di tatto degna della sua parte orchesca.

il tono inavvertitamente alto della voce del mezzosangue si fa sentire più di quanto avresti voluto e attira l'attenzione, alcune persone si avvicinano a te formando un piccolo cerchio. il primo a prendere parola è un oreade con un immensa mazza da guerra sulla spalla, porta i segni di affiliazione dei Martelli della Tempesta 

una superstite delle Ombre Bianche? mi spiace per te, il nostro capo era molto rispettoso del vostro, abbiamo digiunato per voi il giorno in cui abbiamo saputo della notizia un rispetto profondo quello dell'omone di pietra a cui il seguente commento strideva fortemente.

si avvicina poi un umano coperto da una pesante armatura in cuoio, un mantello nero con cappuccio lungo fino a metà schiena, il trucco bianco in viso, l'araldica di uno Scorpione Giallo alla cintura, Daren, il capo della discussa legione dello Scorpione Giallo, un gruppo di ex criminali usati per infiltrazioni sotterranee dietro le linee nemiche e, stando a quel che si sente in giro, molto ben pagati. 

le vecchie Ombre? sapevo che prima o poi vi sareste fatti ammazzare, quel nano doveva andare in pensione anni fa! 

l'oreade è lesto a piazzarsi tra te e l'umano dagli occhi di ghiaccio e la lingua venefica, conscio che potevano sorgere guai. in quel momento però tutti si girano verso il fondo della piazza, verso la Cattedrale, il Reggente è uscito dalla balconata, la cerimonia sta per iniziare e vedi dietro al membro dei Martelli il viscido Scorpione defilarsi tra la folla.

@Cronos89

Spoiler

noti che l'elfo si sta muovendo attraverso la folla ma non sai dove voglia andare, riesci tuttavia a raggiungerlo e si, ora hai la certezza che sia lui. Aravashinal non è certo un tipo da festa, sicuramente ha un motivo per essere qui ma quale? sembra stia andando di fretta ma non sai dove. potrebbe servirgli una mano o una scorta e decidi di seguirlo ma proprio mentre passi in mezzo a una schiera di soldati in armatura questi si compattano formando un muro quasi invalicabile senza chiedere loro l'esplicito permesso e l'elfo ti sfugge dietro di loro. 

osservando i gueieri noti che sono tutti rivolti verso la cattedrale, dalla quale balconata è spuntato il Reggente che si sta schiarendo la voce, è l'ora della cerimonia d'apertura. 

@Nereas Silverflower

Spoiler

recuperi qualche dolcetto che per l'occasione sono venduti a costi irrisori, qualche spicciolo in argento ti basta per comprarne un piccolo vassoio che i presenti accettano di buon grado, lasciando la precedenza ai bambini. nel tragitto vedi un paio di anime in pena e con il tuo entusiasmo li coinvolgi. i bambini si siedono attorno alle tue gambe, un vecchio artigiano ti porta addirittura una sedia. il tuo racconto, prevalentemente fiabesco incanta i bambini mentre gli sguardi dei genitori e degli altri adulti carezza i piccoli in modo affettuoso. fai appena in tempo a finire l'ultima parte del racconto quando ad un tratto tutti si girano verso il fondo della piazza, verso la Cattedrale, il Reggente è uscito dalla balconata, la cerimonia sta per iniziare.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Samaya

Certo, a fare la spia da lontano non rischi nulla, d'altrone è un umano... Faccio per togliermi mantello e mantello e a prendere la mia ascia, quando lìoreade si pone fra me e quel vigliacco.

Grazie, amico mi. Arval ti proteggerà nella prossima battaglia.

Tutti si girano verso il reggente, mi giro anch'io. Inutile prendersala con degli esseri come quello.

 

nota: non so se riesco a collegarmi questo week end, se necessario usate pure il mio pg, o saltatelo. Sorry.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vor Kardim

Spoiler

Osservo il fior fiore dei veterani, e anche le nuove reclute. Poveracci, non sanno cosa aspettarsi. 

Noto alcuni dei campioni delle tre fazioni, ma non vado a disturbarli. Non mi sembra il momento adatto. Invece mi rilasso e aspetto l'inizio della cerimonia in tranquillità.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ulf Widar

Spoiler

Sebbene mi sembri tutto così alieno, non mi dispiace vedere la città in festa nonostante tutte le avversità. Significa che la mia terra non si è ancora arresa ai demoni e che c'è ancora speranza. Sono contento per chi riesce ad essere allegro e spensierato almeno per un giorno, ma, forse perché non sono mai entrato in contatto con gli orrori che affliggono questa città, non riesco ad essere altrettanto spensierato io stesso. Le ferite e le mutilazioni che vedo anche sui membri più innocenti della società mi lasciano l'amaro in bocca, ma non ho intenzione di rovinare la festa a chi più ne ha bisogno e ho gran cura di tenere dentro di me tutti i miei pensieri. "Guarda Alfsigr, lì c'è un volto familiare. Andiamo a salutare." Alzo la mano sia in segno di saluto, sia per farmi riconoscere fra la folla. "Buongiorno!" esclamo quando arrivo a portata di voce, facendo uno sforzo per ricordare il nome completo della donna.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ulrich Graveborn

Master

Spoiler

Sorrido alle prime parole dell'uomo sul mio lavoro, prima di ascoltare interessato la parte sulle piante. Effettivamente non ha tutti i torti... Non sarebbe corretto tentare di farle crescere qui. Certo che è strano che un cerusico consideri le piante come se fossero esseri umani. Dopo il suo consiglio rispondo con lieve ironia A quanto pare un giorno di festa è una cura molto piú efficace di ferri e unguenti. Terró conto del suo consiglio, il negozio deve essere decisamente ottimo. Concludo sincero, con rispetto per la sapienza del vecchio. Lo guardo poi perplesso quando mi trasmette una benedizione capace di farmi comprendere la sua lingua, sorridendo in risposta alla sua risata per coprire il vero significato. Oscure forze qui in città... In un negozio di medicinali tra l'altro! Aiutami tu, Signora delle Anime, e concedimi la capacità di capire cosa sia bene e cosa sia corruzione. Mi volto poi a guardare il discorso del Reggente, con lo sguardo ancora inquieto per le parole di Lang.

Master

Spoiler

Ho sentito parlare della Soluzione di Topazio? Ci sono mai andato? Nel caso servisse ho Locali +0 (+1 se posso castare Guida).

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sylvar

Spoiler

Mi fermo quando i soldati mi fanno muro, ma a parte inarcare un sopracciglio non faccio nulla 'ora però sono curioso, indagheró dopo' dico voltandosi verso la balconata

Spoiler

Ho messo gli apici per il pensiero perché dal cellulare mi da problemi col colore. O mi colora tutto o niente...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.