Jump to content

Paladina ombra


Recommended Posts

Ragazzi, ho una situazione SPINOSISSIMA da sottoporre alla vostra attenzione.
Non so se questa sia la sezione corretta, lo spero, non mi trovo più molto con questa nuova organizzazione del forum.

Premessa: io sono il DM, vi scrivo per chiedervi un consiglio

Il gruppo di avventurieri si è preposto di svuotare dai non morti la Torre Notturna (avventura ufficiale), e si è trovata immersa in una situazione problematica.
Una delle stanze che doveva contenere delle ombre, normalissime, siccome le normali ombre erano delle pippe che venivano distrutte in un round, ho deciso che dovesse contenere delle ombre un po' più forti. Considerando che le ombre standard hanno 3 DV, e quelle avanzate ne hanno 9, ho fatto una media stimata di 6DV, mantenendo i danni dell'ombra base, la stessa CA, tutti quanti i valori, eccetto incrementare i PF delle ombre, e di conseguenza la loro resistenza allo scacciare (con l'aumento dei DV). Inizialmente la scelta mi è sembrata sensata, anche quando il numero di ombre (tiro casuale di 1d6, da manuale di ambientazione) nella stanza è risultato essere 6: la paladina si era preparata l'azione, quando ha visto le ombre dentro la stanza, avendo lei previsto che potessero esserci non morti, ha scacciato. Tre su sei sono fuggite, e ne sono rimaste altre tre. Parte l'iniziativa, le tre ombre si avvicinano (senza caricare) partendo per prime, e toccano la paladina. 3d6 danni alla forza, di cui un attacco critico (quindi raddoppiato), in sostanza 4d6, a conti fatti. 15 danni alla forza, la paladina scende a 0 in forza, muore, e tirando il d4 per determinare i turni di attesa per il suo ritorno come ombra esce che dopo due turni rinascerà come ombra non morta. Sua sorella (PNG) cerca di utilizzare un artefatto, per salvarla, ma riesce soltanto ad evocare un esterno (ursinal) che aiuterà il party per 9 round, e poi viene brutalmente disintegrata e trasformata in una gemma da 22.500 mo. Il neanderthal di turno prova a combattere le ombre, ci riesce, più o meno, ma queste gli risucchiano 16 punti di forza, poi scompaiono, lui (berserker furioso) termina l'ira e la furia, finendo esausto, e con la penalità alla forza va a 0, svenendo. Rimane solo l'elfo monaco, che fa appello allo stesso artefatto usato dalla sorella della morta, e riesce a barattare alcuni anni di vita per degli oggetti magici. Fra questi vi è uno specchio, da me creato ad hoc, oggetto ad uso singolo, che se usato per riflettere l'immagine di una creatura non morta, questa guardandosi riuscirà a "risvegliarsi".

Ora...

Indubbio è che il monaco userà questo oggetto sull'ombra della paladina, ma devo ancora decidere cosa esattamente questo specchio fa. Attualmente l'ombra della paladina è una semplice ombra maggiore (con 9 DV), senza livelli di classe, né altro, è maligna ed è controllata dall'ombra che l'ha creata. Quando si vedrà allo specchio, cosa accadrà? Ecco qualche possibile opzione:
- Riconoscerà sé stessa, liberandosi di fatto dalla servitù dell'altra ombra: resterà un'ombra non morta, mantenendo l'allineamento, i dadi vita, ecc, però acquisirà la coscienza di sé (per quanto deviata dal male) e la possibilità di accedere, o addirittura l'accesso diretto, alla classe di prestigione della Progenie Emancipata (Specie Selvagge);
- Riconoscerà sé stessa, riacquisterà la propria coscienza, l'allineamento, le memorie, ogni cosa, compresi i livelli di classe, di fatto passando da essere un'ombra superiore ad essere ciò che era prima, però con l'archetipo Creatura Umbratile (Specie Selvagge).

Non so decidermi, tra queste due soluzioni, o su altre possibili. Così come non so se sia giusto lasciare che da Caotica Malvagia torni ad essere improvvisamente Legale Buona.

Inoltre c'è la faccenda del neanderthal a terra, con forza 0. Ha raggiunto forza 0 in seguito alla penalità da status "esausto", quindi non dovrebbe diventare un'ombra. Tuttavia, se un'ombra lo provasse a ciucciare, lui sarebbe immune, fino a che resta esausto?
Vorrei complicare la vita al party, anche se non troppo, ma abbastanza da non permettere loro da risolvere subito la situazione con un paio di incantesimi.

RIASSUNTO DEL PARTY
Presente alla sessione:
- Aasimar stirpe di diavolo Paladina/Anima prescelta (eccelso), LEP 11
- Tiefling stirpe di celestiale Ladra/Maga (eccelso), LEP 11 -----> N.B.: PG sotto il "comando" dell'aasimar, grazie ad Autorità.
- Neanderthal Guerriero, Ranger, Barbaro, Berserker furioso, Primeval, LEP 11
- Elfo nella neve stirpe di titano Monaco, Tigre mannaro (per ora ha solo 2 degli 8 livelli del mannarismo), LEP 10

Assente dalla sessione:
- Fey'ri Guerriero/Warlock (eccelso), LEP 11
- Nano Guerriero/Ladro (eccelso), LEP 9
- Umano Chierico/Duskblade (eccelso), LEP 9

Edited by The Nemesis
Link to comment
Share on other sites


Intanto come consiglio spassionato la prossima volta magari è meglio se le ombre si distribuiscono su più bersagli. Perché è vero che colpiscono al 50%, ma se colpiscono tutte o ci sono critici com'è successo si rischia l'instant kill. Soprattutto se sai che nonostante siano PG eccelsi di 11° sono vulnerabili a certi attacchi (il che è molto strano).

Delle due proposte la seconda mi piace di più. Se non ti piace che si ribalti di nuovo l'allineamento potresti pensare di far sì che solo metà dell'allineamento torni normale. Quindi tira in segreto un dado: se è dispari diventa CB, se è pari LM. A questo punto la classe diventa la variante appropriata del paladino.
Una nota: parlane col giocatore della paladina se le va bene un cambio di allineamento e classe. Se no falla tornare normale dato che già un PG è schiattato.

Il barbaro come mai è esausto? Alla fine del combattimento non è più esausto.

Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, KlunK ha scritto:

Il barbaro come mai è esausto? Alla fine del combattimento non è più esausto.

Se non ho capito male il party è solo all'11° livello, quindi il barbaro non può aver completato la cdp del berserker perciò niente Tireless Frenzy. Dato che Ira+Furia somma i bonus ma anche i malus al termine dello stato furioso si va direttamente in condizione esausta, a meno che non mi sia sfuggito qualcosa.. in tal caso come non detto XD

A mio avviso hai pienamente ragione, il problema non era tanto del livello delle ombre ma per il fatto che queste sono state gestite un po maldestramente dal DM. Se il party non è sufficientemente organizzato per la difesa da un certo tipo di avversari, 9 volte su 10 concentrare gli attacchi su un singolo personaggio ne causa quasi sempre l'instant-kill.

Senza voler offendere l'operato del DM eh.. sia ben chiaro questo. Parlo per esperienza diretta in quanto anche io da master ho fatto qualche cappellata che ha causato parecchio dolore ai personaggi dei giocatori XD Sono errori comuni che ci stanno, basta attrezzarsi di conseguenza.

Parlare con i giocatori imho è LA soluzione da preferire: se il giocatore del paladino vuole mantenere la classe io direi che la legalità va mantenuta (perchè è questo aspetto a caratterizzare il paladino, la disciplina e il rispetto del proprio codice di condotta) ma si può modificare la propensione dal bene al male. Se il giocatore ruola bene ne possono uscire degli sviluppi mica da ridere, d'altronde niente è più clamoroso di un araldo della luce che passa al "dark-side"..:bat:

 

Link to comment
Share on other sites

Qualche appunto:
- il neanderthal è esausto perché ha preso solo due livelli da berserker furioso, ed ha cessato volontariamente la furia per non volgersi ad attaccare i propri compagni, quando le ombre sono scomparse sotto il pavimento lasciando lui insieme al monaco;
- la scelta di mandare tutte le ombre contro un unico nemico non è stata una casuale o maldestra, ma la precisa intenzione di seguire le indicazioni dell'avventura, come è scritto sul manuale. Inoltre non morti sono creati, comandati e gestiti da un PNG boss finale, che tramite degli oggetti specifici disseminati nella torre riesce a dare ordini ai suoi non morti, ed ha la possibilità di vedere a piacimento, o quasi, quello che sta avvenendo all'interno dell'edificio. Aggiungiamoci il fatto che i PG avevano già affrontato altre ombre in passato, sempre nella torre, sempre in stanze simili, sempre con la stessa metodica (e non una sola volta, ma ben altre tre volte!), quindi conoscevano la metodologia d'azione delle ombre.

Penso che seguirò il consiglio di parlare con il giocatore, lui sicuramente vorrebbe il suo PG integro, vivo, senza cambi di allineamento, ma vedo un po' come gestire la faccenda sul lungo termine. Il fatto è che alla prossima sessione quasi sicuramente il monaco proverà a "risvegliare" l'ombra della paladina, questo significa che devo decidermi sul come gestire a livello regolistico la faccenda.
Seppur per un breve periodo, questa creatura deve essere qualcosa xD
Il fatto è di decidere cosa, che creatura, con quanti livelli di cosa, con quali archetipi, ecc.

 

Ripropongo la domanda: se un'ombra va dal barbaro e lo tocca, ora che ha forza 0, gli risucchierebbe comunque la forza, oppure è immune ai danni alla forza fino a quando rimane esausto?

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, The Nemesis ha scritto:

Qualche appunto:
- il neanderthal è esausto perché ha preso solo due livelli da berserker furioso, ed ha cessato volontariamente la furia per non volgersi ad attaccare i propri compagni, quando le ombre sono scomparse sotto il pavimento lasciando lui insieme al monaco;
- la scelta di mandare tutte le ombre contro un unico nemico non è stata una casuale o maldestra, ma la precisa intenzione di seguire le indicazioni dell'avventura, come è scritto sul manuale. Inoltre non morti sono creati, comandati e gestiti da un PNG boss finale, che tramite degli oggetti specifici disseminati nella torre riesce a dare ordini ai suoi non morti, ed ha la possibilità di vedere a piacimento, o quasi, quello che sta avvenendo all'interno dell'edificio. Aggiungiamoci il fatto che i PG avevano già affrontato altre ombre in passato, sempre nella torre, sempre in stanze simili, sempre con la stessa metodica (e non una sola volta, ma ben altre tre volte!), quindi conoscevano la metodologia d'azione delle ombre.

Ma l'affaticamento di ira e furia permane solo finché è in corso il combattimento. Non è terminato?

Comunque non prendere come un'accusa quello che ti è stato detto riguardo all'instant kill. Semplicemente solitamente è meglio fare agire un nemico in modo da non fargli uccidere i PG. Se per esempio un nemico fa 4 attacchi e con il 3° manda a -5 un PG, non è che il 4° attacco lo fa ugualmente per assicurarsi che sia morto, quanto piuttosto si lascia la possibilità di salvezza.
Poi ci può stare per mille ragioni concentrarsi solo su un PG, ma ci sono di questi rischi.

1 ora fa, The Nemesis ha scritto:

Ripropongo la domanda: se un'ombra va dal barbaro e lo tocca, ora che ha forza 0, gli risucchierebbe comunque la forza, oppure è immune ai danni alla forza fino a quando rimane esausto?

Una creatura esausta ha una penalità alle caratteristiche, mentre quelli dell'ombra sono danni. RAI è alla mercé del nemico quindi dovrebbe essere ucciso (e non avrebbe senso essere immune solo perché immobile), RAW penso che i danni si applicano ugualmente a parte (a prescindere da penalità) e se raggiungono il totale della forza la creatura muore. 


P.S. Se il giocatore vuole mantenere il PG originale, lasciaglielo fare: lui è contento e tu ti eviti mille dubbi su cosa diventa.

Edited by KlunK
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, The Nemesis ha scritto:

Qualche appunto:
- la scelta di mandare tutte le ombre contro un unico nemico non è stata una casuale o maldestra, ma la precisa intenzione di seguire le indicazioni dell'avventura, come è scritto sul manuale. Inoltre non morti sono creati, comandati e gestiti da un PNG boss finale, che tramite degli oggetti specifici disseminati nella torre riesce a dare ordini ai suoi non morti, ed ha la possibilità di vedere a piacimento, o quasi, quello che sta avvenendo all'interno dell'edificio. Aggiungiamoci il fatto che i PG avevano già affrontato altre ombre in passato, sempre nella torre, sempre in stanze simili, sempre con la stessa metodica (e non una sola volta, ma ben altre tre volte!), quindi conoscevano la metodologia d'azione delle ombre.

Penso che seguirò il consiglio di parlare con il giocatore, lui sicuramente vorrebbe il suo PG integro, vivo, senza cambi di allineamento, ma vedo un po' come gestire la faccenda sul lungo termine. Il fatto è che alla prossima sessione quasi sicuramente il monaco proverà a "risvegliare" l'ombra della paladina, questo significa che devo decidermi sul come gestire a livello regolistico la faccenda.
Seppur per un breve periodo, questa creatura deve essere qualcosa xD
Il fatto è di decidere cosa, che creatura, con quanti livelli di cosa, con quali archetipi, ecc.

 

Ripropongo la domanda: se un'ombra va dal barbaro e lo tocca, ora che ha forza 0, gli risucchierebbe comunque la forza, oppure è immune ai danni alla forza fino a quando rimane esausto?

Certamente, ma tu sei il master e il tuo primo compito non è uccidere il party perchè l'avventura lo richiede XD Sei tu a dover tenere le fila di tutto l'andazzo e devi collaborare con i giocatori. Come giustamente ti ha detto Klunk sarebbe opportuno lasciare sempre una possibilità di salvezza ai giocatori, specialmente se affrontano avversari contro cui non hanno contromisure efficaci e/o comunque estremamente aleatorie e limitate.

Anche se hanno già affrontato ombre ma tu vedi che al momento non sono in grado di opporgli resistenza se non con pesanti perdite (cosa che da quanto ho capito è poi successa), puoi benissimo "tirare il freno" e mandarli KO invece di ucciderli del tutto. Se poi proprio vedi che, nonostante tutti i tuoi sforzi per mantenerli in vita, questi fanno di tutto per farsi ammazzare allora dagli l'estrema unzione XD

Da come hai aggiornato le info sembra che i giocatori sapessero benissimo di affrontare le ombre ma sono andati avanti alla "viva il chierico" pensando di fare terra bruciata. Imho la perdita di un pg ci stava, ammazzarne metà un po meno. Ma sono considerazioni personali e quindi opinabili a prescindere ;)

Sull'ultima domanda: se il barbaro è esausto è solamente in una condizione limitante temporanea, quindi, come ha detto Klunk, le ombre possono mangiarselo come e quando gli pare ;)

Link to comment
Share on other sites

La mia intenzione è quella di far giocare ai giocatori i loro PG, come a loro piace (entro i limiti dell'ambientazione e della coerenza, però ciò non toglie che possano esservi incidenti di percorso. La paladina è morta, è resuscitata come ombra non morta, e per ora è questo il suo status, ma anche se io voglio lasciare che in futuro essa torni ad essere ciò che era prima, mi piacerebbe che avesse un iter di ritorno più lungo di un "Uccidetemi, non sopporto questa forma, e poi rianimatemi". Detta così, la faccenda si risolve troppo facilmente per i miei gusti. Un incantesimo e via. Va bene per gli alti livelli, ma anche se non sono agli inizi, un minimo di traccia di quello che è diventata vorrei lasciarglielo, almeno per un po'. Per questo stavo valutando come gestirla, anche nel caso in cui in questo preciso momento non fosse possibile riportarla in vita, per qualche ragione.

Spoiler

Ad esempio: il "Cuore"interferisce con gli incantesimi per rianimare le persone (come viventi, non come non morte).

 

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, The Nemesis ha scritto:


Penso che seguirò il consiglio di parlare con il giocatore, lui sicuramente vorrebbe il suo PG integro, vivo, senza cambi di allineamento, ma vedo un po' come gestire la faccenda sul lungo termine. Il fatto è che alla prossima sessione quasi sicuramente il monaco proverà a "risvegliare" l'ombra della paladina, questo significa che devo decidermi sul come gestire a livello regolistico la faccenda.
Seppur per un breve periodo, questa creatura deve essere qualcosa xD
Il fatto è di decidere cosa, che creatura, con quanti livelli di cosa, con quali archetipi, ecc.

Beh, se proprio no vuoi farla una cosa troppo facile da un'incantesimo e via, puoi sempre inventarti che il boss ha un artefatto o qualcosa che contiene l'energia vitale delle persone uccise dalle Ombre nella torre. Finchè non viene svuotato/distrutto, l'anima della paladina non può tornare in vita o trovare il riposo eterno.

Detto questo, adesso mi sorge un dubbio. Come ti muoveresti nel caso facessi diventare la paladina un'umbratile? Le creature umbratili sono sempre caotiche malvagie, che è incompatibile con l'essere un paladino. Le fai ignorare quella parte dell'archetipo? Sarà suscettibile a tutti i tipi di Punire?

Link to comment
Share on other sites

Se non ricordo male su Arcani Rivelati c'è la variante caotica/malvagia del paladino (Paladin Of Slaughter mi sembra), ma a mio parere calza poco, meglio passare direttamente a Guardia Nera a sto punto. Sennò c'è il paladino della Tirannia (altra variante di classe presente su Arcani Rivelati) che dovrebbe essere legale/malvagio. Alla fine il paladino è una figura emblematica che può rappresentare sia l'epitome del bene che del male, a mio parere è la legalità che deve essere necessariamente mantenuta. E' una figura con pesanti implicazioni ideologiche e con una disciplina ferrea (motivo per cui se perde la classe non la può più riavere), e il massacro indiscriminato nel caos della battaglia non gli si addice (imho).

L'idea del "filatterio delle anime" secondo me è ottima e merita di essere approfondita. Non escluderei a priori il cambio di allineamento ma questa è una questione da risolvere in separata sede col giocatore del paladino.

Link to comment
Share on other sites

La questione dell'allineamento è facilmente superabile dal fatto che l'oggetto in questione, se le risveglia la memoria e la coscienza, le restituisce anche il suo vecchio allineamento. Come esistono non morti neutrali, e lich buoni, potrebbe anche esistere un'ombra Legale Buona, anche se quelli che sono attaccati alle regole scritte tireranno il naso schifati. Io sono dell'opinione che, entro i limiti del giocabile, siano le regole ad essere asservite al gioco, ed ai giocatori, e non il contrario. Una paladina Legale Buona anima prescelta della sua divinità, che non si è ancora macchiata di gravi crimini (attaccare un guardinal è un gesto deprecabile, e per questo potrebbe dover chiedere ammenda), è tale in qualunque forma essa si trovi, se la sua coscienza rimane invariata. Quello che mi resta da valutare è se effettivamente quel MdL di +5 dato dalla creatura umbratile sia uno scambio equo, fattibile, o se sia soltanto uno spreco di tempo e livelli, che complica tutto inutilmente.

Link to comment
Share on other sites

Non credo che Creatura Umbratile sia una buona cosa, per un PG. Per come lo intendo io, il sottotipo incorporeo gli rende impossibile portare alcun tipo di equipaggiamento (visto che a: non ha un corpo materiale, e b: non ha un valore di Forza). Anche se le abilità speciali dell'archetipo sinergizzano abbastanza bene con quelle di un Paladino (bonus alla CA basato sul Carisma, scambiare più PF e CA per 50% di non subire danni, TxC su Destrezza) non credo valgano la pena di perdere i vari oggetti magici che possedeva.

 

Link to comment
Share on other sites

C'è una cosa che non ho capito e da cui dipendono le mie proposte, ovvero quanto peso vuoi che abbia questa trasformazione della paladina sulla vostra avventura.

Se vuoi "semplicemente" aggiungere un po' di pepe per una o due sessioni, l'idea del "filatterio" suggerita da darkgloomie è perfetta e secondo me (a patto di costruire degli incontri in cui sia in grado di fare qualcosa nonostante l'incorporeità e la probabile immunità dei nemici ai danni alle caratteristiche)  anche l'archetipo Creatura Umbratile può andare bene.

In alternativa, soprattutto se non ti è agevole trovare modi per compensare l'incorporealità, puoi pensare a qualcosa di meno "elegante" dandole l'archetipo Necropolitano (LM) e considerandola sotto l'effetto di un Anello dell'Intermittenza fino a quando non ritornerà in vita. In questo modo, credo, si crea ugualmente il flavour  della "ex-ombra risvegliata": possedendo i tratti dei non morti è immune agli attacchi delle ombre e non è ancora completamente affrancata dalla sua precedente condizione (questo dovrebbe essere rappresentato dall'anello dell'intermittenza. Come ho detto, non è molto elegante). La probabilità di fallimento, inoltre, dovrebbe essere una motivazione più che sufficiente per voler tornare alla condizione originaria. Se ti sembra troppo approssimativo e/o non vuoi che lo specchio abbia questo effetto, potrebbe essere l'espediente che ti serviva per evitare si risolva la situazione con gli incantesimi: se il gruppo, come paventavi prima, va verso la strada del "uccidetemi, non sopporto questa forma, e poi rianimatemi" potrebbero scoprire che a causa del "filatterio" la resurrezione è riuscita solo in parte, con questi effetti. 

 

Se invece vuoi che riguadagnare la sua forma precedente diventi un pezzo importante di avventura, centrale per il personaggio, la prima cosa che mi è venuta in mente per gestire il più "regolisticamente" possibile una situazione del genere è la variante dei fantasmi di Ghostwalk. Per farla semplice, usato lo specchio la paladina si risveglierebbe come un fantasma ( il che mi sembra anche coerente: d'altronde, un'Ombra senza capacità speciali e senza tratti dei non morti assomiglia molto ad un fantasma). In Ghostwalk, i fantasmi non sono non morti cattivi e dannati come quelli del Manuale dei Mostri, quindi può avere tranquillamente il suo vecchio allineamento. Non hanno MdL, ma le qualità speciali che ottengono sono diverse e molto meno incisive di quelle descritte nel MM. La particolarità dei fantasmi di Ghostwalk è che mantengono i livelli di classe precedenti la loro dipartita, ma quelli successivi possono essere investiti solo nella classe dell' Eidolon, una specie di guerriero per fantasmi che ad ogni livello pari consente di selezionare un Ghost Feat: sono molto flavour e molti si addicono tanto alle Ombre quanto ai fantasmi. L'idea che mi aveva fatto venire in mente questa classe è la seguente: quando un fantasma raggiunge un certo numero di livelli da Eidolon, subisce una cosa denominata La Chiamata che lo costringe a lasciare il Piano Materiale e ad andare "dall'altra parte". Perchè non applicare questo stesso concetto alla tua paladina ma con la trasformazione in Ombra? Lo specchio avrebbe dovuto risvegliarla completamente, ma l'artefatto detenuto dal Cattivo ha bloccato una parte della sua anima, impedendo al processo di compiersi del tutto. Lo specchio ha fatto ciò che ha potuto, risvegliando l'Ombra dinanzi a sè, ma senza l'anima completa questa è una soluzione temporanea: l'anima tornerà a corrompersi fino a diventare nuovamente un'Ombra, a meno che non si recuperi la porzione racchiusa nel filatterio. Questa progressiva degenerazione dell'anima è rappresentata dall'avanzamento nella classe dell'Eidolon e dai Ghost Feat che concede. A un certo livello (che puoi arbitrariamente decidere) il personaggio si trasforma di nuovo in Ombra.

Se questa idea ti piace, ti consiglio di dare alla paladina la possibilità di agire per un certo numero di  volte al giorno come se fosse sotto gli effetti dell'incantesimo Forced Manifestation, in modo che non sia costretta a rivendere tutti i suoi oggetti magici ma sia obbligata a scegliere strategicamente quando combattere e quando essere incorporea. In alternativa, come suggerisce il manuale stesso, potresti abbassare il costo dell'incantamento Ghost Touch da +3 a +1. Ci sono anche talenti e oggetti magici che servono allo scopo comunque.

Per quanto riguarda il barbaro, se mi trovassi nella tua situazione non avrei dubbi sul fatto che possa venire trasformato in Ombra. Tuttavia, riflettendo sulla tua domanda mi è venuto un tarlo che non riesco a togliermi: dal momento che più che una risposta alla tua domanda è un dubbio sulla tua domanda lo lascio in spoiler per evitare di allungare ulteriormente questo post :) .

Spoiler

Il mio dubbio è il seguente: come ho detto, se mi trovassi nei panni del Master in una situazione simile, RAI non avrei dubbi e lascerei che le Ombre uccidano il barbaro. Ma è possibile giungere alla stessa conclusione RAW? Le voci di combattimento dell' Ombra sono le seguenti 

Spoiler
Strength Damage (Su)

The touch of a shadow deals 1d6 points of Strength damage to a living foe. A creature reduced to Strength 0 by a shadow dies. This is a negative energy effect.

Create Spawn (Su)

Any humanoid reduced to Strength 0 by a shadow becomes a shadow under the control of its killer within 1d4 rounds.

e sempre dall' SRD apprendiamo che 
Spoiler

Keeping track of negative ability score points is never necessary. A character’s ability score can’t drop below 0.

ora, unendo queste informazioni, non dovremmo giungere alla conclusione che RAW, paradossalmente, le Ombre non hanno modo di danneggiare un personaggio che abbia già raggiunto un punteggio di forza 0?

Spero di esserti stato utile.

Link to comment
Share on other sites

Caranil non capisco dove stia il problema: da come è scritta la regola, una volta che il personaggio raggiunge il valore 0 nella forza muore direttamente, quindi l'immunità o meno ai danni alla forza è secondaria dato che il pg crepa comunque. E' come se un cadavere fosse immune alla condizione dell'annegamento, dell'asfissia o dell'infarto, bella forza XD

Quindi, una volta raggiunto il valore 0 di forza, dapprima il pg muore e poi risorge come ombra. La consecutio temporum di tale evento ovviamente sta alle decisioni del master.

Link to comment
Share on other sites

In realtà, quando un PG raggiunge forza 0 non muore, ma sviene. Qui sta il problema, perché effettivamente non so se la penalità alla forza è da considerarsi effettivamente una riduzione di tale punteggio, tale da impedire altri danni da parte delle ombre. Aprirò un topic a sè stante sull'argomento.

L'idea del fantasma è carina, ma penso che la applicherò in maniera differente, ascoltando anche altri consigli, ossia attribuendo sì l'archetipo "creatura umbratile", con la differenza che anziché farla diventare un non morto essa diventerà un senza morte, che tuttavia resterà legato al cuore delle tenebre (e qui Kain si sentirà fischiare le orecchie) perché esso, in un certo senso, è come se l'avesse generato - le ombre sono state create grazie all'aiuto di quel "manufatto".

Continuate pure a proporre idee e consigli in ogni caso, ho ancora tempo per vagliarle e rivedere la mia decisione prima della prossima sessione ;)

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Principe Arthas ha scritto:

Caranil non capisco dove stia il problema: da come è scritta la regola, una volta che il personaggio raggiunge il valore 0 nella forza muore direttamente, quindi l'immunità o meno ai danni alla forza è secondaria dato che il pg crepa comunque. E' come se un cadavere fosse immune alla condizione dell'annegamento, dell'asfissia o dell'infarto, bella forza XD

Quindi, una volta raggiunto il valore 0 di forza, dapprima il pg muore e poi risorge come ombra. La consecutio temporum di tale evento ovviamente sta alle decisioni del master.

nah, se uno arriva a 0 per effetto dell'attacco di un'ombra muore, sennò diviene paralitico.

20 minuti fa, The Nemesis ha scritto:

In realtà, quando un PG raggiunge forza 0 non muore, ma sviene. Qui sta il problema, perché effettivamente non so se la penalità alla forza è da considerarsi effettivamente una riduzione di tale punteggio, tale da impedire altri danni da parte delle ombre. Aprirò un topic a sè stante sull'argomento.

L'idea del fantasma è carina, ma penso che la applicherò in maniera differente, ascoltando anche altri consigli, ossia attribuendo sì l'archetipo "creatura umbratile", con la differenza che anziché farla diventare un non morto essa diventerà un senza morte, che tuttavia resterà legato al cuore delle tenebre (e qui Kain si sentirà fischiare le orecchie) perché esso, in un certo senso, è come se l'avesse generato - le ombre sono state create grazie all'aiuto di quel "manufatto".

Continuate pure a proporre idee e consigli in ogni caso, ho ancora tempo per vagliarle e rivedere la mia decisione prima della prossima sessione ;)

Gli effetti dell'Ira svaniscono alla fine dell'incontro, quindi il personaggio non dovrebbe essere più a 0 forza.

L'unico "problema" che mi viene è come trattare l'incorporeità del personaggio, se la rendi un fantasma/umbratile. Gli dai automaticamente Tocco Fantasma a tutto quello che possiede? si lo so mi fisso sulle meccaniche xP

La Tiefling è il PNG che è stata trasformata in una gemma? Cosa pensi di fare al riguardo? Se la gemma non è necessaria per farla tornare in vita, potresti renderla parte integrante del risvegliod della paladina- usare la gemma come "cuore" temporaneo.

Link to comment
Share on other sites

Nemesis: rileggendo mi rendo conto che non fosse scritto chiaramente, scusami, ma suggerendoti i fantasmi di Ghostwalk intendevo fornirti di un modo per gestire questa "corruzione" della paladina seguendo delle regole e uno schema più che proporre di farla diventare un fantasma a tutti gli effetti. Quando dicevo che i Ghost Feat si addicono tanto alle Ombre quanto ai fantasmi intendevo proprio dire che potevi usare queste regole per gestire meccanicamente la trasformazione ma riadattandola come preferisci (pensavo anche io  a qualcosa come un "senza morte"). Inoltre, soprattutto se vuoi che la sua condizione perduri per più di una manciata di sessioni, credo sia una soluzione più bilanciata che attribuirle improvvisamente un archetipo con MdL +5, ma ovviamente questo spetta a te deciderlo. Inoltre, mi sono dimenticato di specificare che i livelli nella classe dell'Eidolon vengono convertiti in livelli di una classe a scelta del giocatore una volta tornato in vita, quindi potresti usare queste regole anche nel caso tu voglia che la condizione della paladina perduri per qualche livello ma non le stravolga la scheda.

Principe Arthas: a ciò che ha detto Nemesis, aggiungo quest'altra difficoltà. La voce combattimento di un'Ombra non dice "quando un personaggio raggiunge forza 0 mentre combatte contro un'Ombra, muore e risorge come Ombra", bensì "quando l'Ombra riduce a 0 la forza di un avversario, questi muore per risorgere 1d4 round più tardi come Ombra". Quindi abbiamo un'eccezione: il personaggio dovrebbe diventare indifeso (condizione normalmente prevista per forza 0), ma se a causare tale condizione è il tocco dell'Ombra, muore. Nel caso del barbaro esposto da Nemesis, il personaggio non ha raggiunto 0 in Forza a causa del tocco delle Ombre, motivo per cui giustamente Nemesis l'ha solo fatto svenire. Ora sorge il mio dubbio: l'Ombra può ucciderlo? Come ho detto, RAI si, senza pensarci. Ma RAW, l'Ombra (da quel che capisco) non ha modo di danneggiare un personaggio: l'unico attacco che ha causa danni alla Forza (e, come recita l'SRD da me citata, una statistica non può andare sotto 0) e anche ammettendo che possa lo stesso utilizzare un'azione di round completo per uccidere il PG, tecnicamente questi non muore per aver raggiunto 0 in forza, quindi non dovrebbe risorgere come Ombra. Questo ovviamente è paradossale, ragion per cui, lo ripeto nuovamente, se fossi il Master permetterei all'Ombra di uccidere il barbaro e farlo risorgere come Ombra. Ma mi pare che a voler applicare le regole come scritte si incappi in questo cortocircuito.

Edited by Caranil
Link to comment
Share on other sites

18 minuti fa, darkgloomie ha scritto:

Gli effetti dell'Ira svaniscono alla fine dell'incontro, quindi il personaggio non dovrebbe essere più a 0 forza.

Il problema, per l'appunto, è proprio questo: lo scontro è ancora in atto, con la paladina risvegliata che sta attaccando l'ursinal, le ombre che NON sono scappate, si sono solo rifugiate sotto il pavimento (e nel prossimo turno attaccheranno, il barbaro se può essere "ciucciato", altrimenti qualcun altro, di fatto cogliendo alla sprovvista chiunque non dica esplicitamente che fa attenzione sotto ai piedi, visto che andando sotto terra sono automaticamente nascoste.

18 minuti fa, darkgloomie ha scritto:

La Tiefling è il PNG che è stata trasformata in una gemma? Cosa pensi di fare al riguardo? Se la gemma non è necessaria per farla tornare in vita, potresti renderla parte integrante del risvegliod della paladina- usare la gemma come "cuore" temporaneo.

La gemma, di fatto, contiene la sua anima, quindi è assolutamente necessaria per il suo ritorno in vita xD

19 minuti fa, darkgloomie ha scritto:

L'unico "problema" che mi viene è come trattare l'incorporeità del personaggio, se la rendi un fantasma/umbratile. Gli dai automaticamente Tocco Fantasma a tutto quello che possiede? si lo so mi fisso sulle meccaniche xP

In verità no. In forma di ombra non ha bisogno dell'armatura (più o meno), non ha bisogno di impugnare armi, o degli altri oggetti che prima poteva indossare.

 

In merito a tutto il resto, prevedo che la paladina alla fine del viaggio della torre, potendo tornare vivente, lo farà, per cui non mi arrovello troppo, per ora penso che gli darò l'archetipo, e poi finita la torre se lo leverà. Questo per evitare troppi casini, già ho altro a cui pensare, ho bisogno di una soluzione pratica e giusta ^^

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...