Jump to content

Per buoni veleni o non veleni?


Ashem Helm

Recommended Posts

Salve a tutti,devo fare una banale domanda...per i buoni vabbene usare dei tipi di veleni per combattere,che sono scritti nel DM?volevo sapere..perchè sto per fare un arciere arcano..ma per adesso sono solo un ranger co l'arco di livello 2,avevo intensione di impregnare le frecce di un veleno di sonnifero?può andare?o consigliate di evitare il veleno essendo buoni?

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 39
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Se stai parlando di D&D 3.0 o 3.5 usare i veleni che danneggiano caratteristiche è un'azione malvagia, usare quelli che invece hanno altri effetti è un'azione neutrale. Usare un veleno che addormenti non è un'azione malvagia.

Se tu avessi bisogno di veleni che danneggiano le caratteristiche, esistono le rovine (pagine 34 e 35 del Manuale delle Imprese Eroiche). Sono delle specie di veleni per buoni che danneggiano le caratteristiche e i non morti e gli esterni malvagi non ne sono immuni. Funzionano solo contro le creature malvagie. Sono un po' particolari : oltre ai danni segnati, aggiungono un 1 danno se il nemico è un non morto o un elementale malvagio, 2 se è un esterno malvagio o un chierico di una divinità malvagia.

Inotre aggiungono ai danni il modificatore di Carisma del nemico. Tutte le rovine (tranne il ghiaccio dorato) inoltre risucchiano le caratteristiche, non fanno semplicemente danni.

Inoltre esistono le positossine (pagine 74 e 75 del Liber Mortis), veleni che fanno danni alla caratteristiche e che funzionano sui non morti. Usarle non è considerata un'azione malvagia e molte provocano risucchi di caratteristica e non semplici danni. Non possono ridurre i punteggi sotto l'1 (tranne la mortalità liquida).

Link to comment
Share on other sites

Se stai parlando di D&D 3.0 o 3.5 usare i veleni che danneggiano caratteristiche è un'azione malvagia, usare quelli che invece hanno altri effetti è un'azione neutrale.

Uh? Questa distinzione dove si trova? A memoria non ricordo manuali dove ci sia.

Usare un veleno che addormenti non è un'azione malvagia.

BoED, immagino? Sempre detto che quel manuale dice un sacco di idiozie.

Se tu avessi bisogno di veleni che danneggiano le caratteristiche, esistono le rovine (pagine 34 e 35 del Manuale delle Imprese Eroiche). Sono delle specie di veleni per buoni che danneggiano le caratteristiche e i non morti e gli esterni malvagi non ne sono immuni. Funzionano solo contro le creature malvagie. Sono un po' particolari : oltre ai danni segnati, aggiungono un 1 danno se il nemico è un non morto o un elementale malvagio, 2 se è un esterno malvagio o un chierico di una divinità malvagia.

Inotre aggiungono ai danni il modificatore di Carisma del nemico. Tutte le rovine (tranne il ghiaccio dorato) inoltre risucchiano le caratteristiche, non fanno semplicemente danni.

Curioso come l'uso dei veleni sia considerato un'aizone malvagia, ma se usi i veleni per i non morti non lo sia. Il BoED è sempre peggio.

Dicendo la mia: metto da parte il BoED che tanto è il prodotto di un party dove le sostanze psicotrope erano state sostituite alle bevande. Usndo un po' di buon senso, il veleno può essere al limite una soluzione vigliacca, ma imho non più di un ladro che ti fa un furtivo dalla distanza. In se' usare il veleno non è un'azione malvagia, checchè ne dica il libro delle immondità epiche: se è l'unico modo per raggiungere un avversairo protetto, anche un paladino potrebbe pensarci.

Come nota a latere, vorrei capire perchè usare un veleno sonnifero sia meno malvagio che un veleno che danneggi le caratteristiche. In media, se hanno effetto, fra i due lascia molto meno scampo il sonnifero (coup de grace anyone?).

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

Come nota a latere, vorrei capire perchè usare un veleno sonnifero sia meno malvagio che un veleno che danneggi le caratteristiche. In media, se hanno effetto, fra i due lascia molto meno scampo il sonnifero (coup de grace anyone?).

Una cosa che mi e` sempre stata sulle scatole dell`allineamento. Se usi un veleno paralizzante (in senso dndesco) che lascia un nemico immobile per un paio di giorni ma vivo sei malvagio, se lo fai a cubetti col sacro vendicatore no. Anche senza tirare in ballo i veleni buoni del BoED, non vedo molti motivi per considerare malvagio l`uso dei veleni in se`.

Link to comment
Share on other sites

Black quel manuale è una piaga perche confonde di più le idee sulla bontà da far sembrare i buoni degli ipocriti ed la cosa strana invece ed che il BoVD sembra un manuale serio se paragonato al suo opposto(che c'e sotto un campagna denigratoria contro i buoni in modo da far sembrare il male molto più coerente ed meno ipocrita?).

Link to comment
Share on other sites

Secondo me, se usi un veleno paralizzante o narcotico, per catturare l'avversario vivo senza correre il rischio di ucciderlo, è un'azione buona.

Se non lo è, significa che, per la stessa ragione, allora è malvagio anche combattere infliggendo danno non letale (sempre per catturare vivo l'avversario)!

Link to comment
Share on other sites

Ricordo che secondo il libro delle fosche tenebre il male nel mondo di d&d è oggettivo! Un azione è considerata malvagia o meno a prescindere dal contesto (e dal buonsenso mi verrebbe da aggiungere)

IMHO questo modo di vederla è triste, ma non sarebbe la prima ciofeca che ci tocca subire parlando strettamente BY RAW

Negli altri gdr, non saprei proprio dirti come è visto l'uso dei veleni

Link to comment
Share on other sites

@Blackstorm : io volevo solo illustrare cosa dicono le regole a proposito dei veleni. Da regolamento, è come dico io. Con un minimo di buonsenso, è come dici tu, senza ombra di dubbio. :yes: Io stesso ho fatto sempre usare i veleni anche ai miei personaggi buoni e sono d'accordo con te.

Uh? Questa distinzione dove si trova? A memoria non ricordo manuali dove ci sia.
Ma dove vuoi che sia, scusa? :D BoED! Eccoti la frase incriminata :

Utilizzare veleni che infliggano danni alle caratteristiche è un'azione malvagia in quanto infligge sofferenze non necessarie nel tentativo di rendere un personaggio incapacitato o di ucciderlo.
La parte in grassetto dovrebbe essere la spiegazione. Certo, interessante che le sofferenze siano obbligatoriamente non necessarie. Chissà perché.
Link to comment
Share on other sites

Ricordo che secondo il libro delle fosche tenebre il male nel mondo di d&d è oggettivo! Un azione è considerata malvagia o meno a prescindere dal contesto (e dal buonsenso mi verrebbe da aggiungere)

Infatti è una visione pessima, come noti anche tu...

@Blackstorm : io volevo solo illustrare cosa dicono le regole a proposito dei veleni. Da regolamento, è come dico io. Con un minimo di buonsenso, è come dici tu, senza ombra di dubbio. :yes: Io stesso ho fatto sempre usare i veleni anche ai miei personaggi buoni e sono d'accordo con te.

Ovvio, non ce l'avevo con te, mi riferivo al regolamento :)

Ma dove vuoi che sia, scusa? :D BoED! Eccoti la frase incriminata :

La parte in grassetto dovrebbe essere la spiegazione. Certo, interessante che le sofferenze siano obbligatoriamente non necessarie. Chissà perché.

La spiegazione è qualcosa di abominevole. A questo punto, io secondo loro dovrei utilizzare il poderoso sempre al masimo delle mie possibilità solo perchè così finisco prima il mio avversario. Che poi siano sofferenze non necessarie è tutto da vedere, dal momento che un veleno che infligge danni alla cos abbassa i pf molto velocemente, specie su creature con molti dv. Ma come ho già detto, il BoED dovevano bruciarlo insieme alla mescalina che hanno usato per scriverlo.

Link to comment
Share on other sites

Be signori non è una novità che bene/male/caos/legge siano per forza oggettivi non solo per far funzionare il sistema degli allineamenti ma anche per il fatto che hanno fatto diventare questi assi delle forze cosmiche(grazie planescape) ed quindi non si deve stupire di questa cosa seno se gli assi di allineamento fossero soggettivi tanto vale non giocare con gl'allineamenti (come fanno Sine ed Runequest).

P.S:Ed anche dal semplice dettagli che questo gioco è creato dagli americani (quindi tanti di loro vedono bianco o nero non come noi europei che almeno su questo punto ci pensiamo su).

Link to comment
Share on other sites

Be signori non è una novità che bene/male/caos/legge siano per forza oggettivi non solo per far funzionare il sistema degli allineamenti ma anche per il fatto che hanno fatto diventare questi assi delle forze cosmiche(grazie planescape) ed quindi non si deve stupire di questa cosa seno se gli assi di allineamento fossero soggettivi tanto vale non giocare con gl'allineamenti (come fanno Sine ed Runequest).

Veramente si può tranquillamente giocare anche con gli allineamenti relativi.

Link to comment
Share on other sites

P.S:Ed anche dal semplice dettagli che questo gioco è creato dagli americani (quindi tanti di loro vedono bianco o nero non come noi europei che almeno su questo punto ci pensiamo su).

evitiamo commenti che potrebbero essere ritenuti offensivi,magari.

detto questo,usare un veleno tendenzialmente è un'atto subdolo (dubito che qualcuno girerebbe con una spada con su scritto "attenzione,arma avvelenata!") ma non è detto non sia da personaggio buono,dipende poi come la si usa.

Link to comment
Share on other sites

Se è un'atto subdolo in teoria è un'azione caotica (perché stai "barando") che malvagia(provochi sofferenza ed ferite ma una spadata con il poderoso che fa bene?).

Per Black: Davvero è possibile giocare con gli allineamenti relativi senza sconbusolare le logiche di quei piani ed quei esseri che rappresentano quell'asse?Non sto parlando di essere solo un pò flessibile con gli allineamenti per le creature terrene visto che già gli stessi manuali del giocatore fanno degli esempi lampanti come nel caso degli elfi ed dei nani giusto per evitare di fare gli stereotipi vaganti ma di cose un filino più pesanti come:

1)Se sono obbligato(senza nessuna alternativa manco quella di sacrificare me stesso) ha fare un sacrificio di una vita(manco consenziente per esempio) per salvare un grandisimo numero di vite,sono ancora di allineamento buono o no?

2)Se sono una guardia cittadina di allineamento legale neutrale o legale malvagia per esempio se accetto "bustarelle" per chiudere un occhio su le attività criminali della mia città sono ancora di allineamento legale?

Lo so sono situazioni un pò border-line ma questi sono i primi esempi che mi vengono in mente.

Link to comment
Share on other sites

Se è un'atto subdolo in teoria è un'azione caotica (perché stai "barando") che malvagia(provochi sofferenza ed ferite ma una spadata con il poderoso che fa bene?).

Che sia subdola non implica che sia caotica: anche il furtivo è subdolo, eppure un lb può farlo senza problemi.

Per Black: Davvero è possibile giocare con gli allineamenti relativi senza sconbusolare le logiche di quei piani ed quei esseri che rappresentano quell'asse?

Si.

Non sto parlando di essere solo un pò flessibile con gli allineamenti per le creature terrene visto che già gli stessi manuali del giocatore fanno degli esempi lampanti come nel caso degli elfi ed dei nani giusto per evitare di fare gli stereotipi vaganti ma di cose un filino più pesanti come:

1)Se sono obbligato(senza nessuna alternativa manco quella di sacrificare me stesso) ha fare un sacrificio di una vita(manco consenziente per esempio) per salvare un grandisimo numero di vite,sono ancora di allineamento buono o no?

2)Se sono una guardia cittadina di allineamento legale neutrale o legale malvagia per esempio se accetto "bustarelle" per chiudere un occhio su le attività criminali della mia città sono ancora di allineamento legale?

Lo so sono situazioni un pò border-line ma questi sono i primi esempi che mi vengono in mente.

1) potresti, dipende dalla situazione.

2) accettare bustarelle è caotico da quando in qua?

Link to comment
Share on other sites

da quando vai contro la legge.. accettare una bustarella non è di per se illegale, lo è se per quella chiudi un occhio. puoi accettarla e comportarti comunque in maniera legale, ma poi ne subisci le conseguenze (di chi ti ha passato la bustarella..)

Link to comment
Share on other sites

Se è un'atto subdolo in teoria è un'azione caotica (perché stai "barando") che malvagia(provochi sofferenza ed ferite ma una spadata con il poderoso che fa bene?).

Per Black: Davvero è possibile giocare con gli allineamenti relativi senza sconbusolare le logiche di quei piani ed quei esseri che rappresentano quell'asse?Non sto parlando di essere solo un pò flessibile con gli allineamenti per le creature terrene visto che già gli stessi manuali del giocatore fanno degli esempi lampanti come nel caso degli elfi ed dei nani giusto per evitare di fare gli stereotipi vaganti ma di cose un filino più pesanti come:

1)Se sono obbligato(senza nessuna alternativa manco quella di sacrificare me stesso) ha fare un sacrificio di una vita(manco consenziente per esempio) per salvare un grandisimo numero di vite,sono ancora di allineamento buono o no?

2)Se sono una guardia cittadina di allineamento legale neutrale o legale malvagia per esempio se accetto "bustarelle" per chiudere un occhio su le attività criminali della mia città sono ancora di allineamento legale?

Lo so sono situazioni un pò border-line ma questi sono i primi esempi che mi vengono in mente.

appunto,è caotico ma non malvagio,perché a quel punto un buono dovrebbe menare solo con danni non letali.

comunque la cosa è semplice,è malvagio se il personaggio crede sia malvagio.

Link to comment
Share on other sites

tutto il sistema di allineamenti di D&D si basa sull'esatto opposto di questa frase.

Questo è senz'altro vero. A buon senso, però, e secondo la mia personalissima e discutibilissima opinione, il DM può adattare l'uso dei veleni a consigli più miti; per esempio: avvelenare un nemico mettendogli il veleno nel cibo o in una bevanda, o (nel caso di un veleno a contatto) su un oggetto che lui tocca spesso può essere considerato malvagio (non che io ritenga necessariamente che sia così, è solo per trovare una posizione di mediazione tra regola scritta e buon senso), mentre usare un arma avvelenata non necessariamente malvagio.

Link to comment
Share on other sites

Allora, appurato che se si parla di d&d BY RAW si discute per niente, basta leggere il libro delle fosche tenebre e viene chiarito in maniera cristallina il discorso di quali azioni reputare malvagie e quali no, tutto il resto che dirò è da intendere IMHO

Secondo me avrebbero dovuto concentrarsi più sull'altro asse dell'allineamento: Legge-Caos

Generalmente (poi bisogna vedere caso per caso nelle ambientazioni) usare veleni è vietato dalla legge, quindi chi li usa non può essere legale, anzi: anche se di allineamento neutrale farne un uso consistente tenderà a spostare l'allineamento del pg verso il caotico. Questo presupposto cade se - ad esempio - il personaggio ottiene una specie di licenza per usare veleni (c'è addirittura un talento in merito mi sembra nel manuale Cityscape)

Se l'uso del veleno non è vietato (anarchia! :D) allora non esiste neanche questo problema.

Come ogni buon master dovrebbe fare (sempre imho eh), giudicare se l'uso del veleno è un azione malvagia o meno dipenderà direttamente dallo scopo per cui è stato usato.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...