Jump to content

Giocatori di ruolo bamboccioni


Recommended Posts

Ciao,

volevo chiedere: è solo una mia impressione o i 2/3 buoni dei giocatori di ruolo sono dei bamboccioni? Le caratteristiche dei suddetti bamboccioni, nell'ordine cronologico in cui vengono si manifestano, sono:

1) dopo averti contattato per manifestare grande voglia di partecipare alla campagna, spariscono senza fornire alcuna spiegazione;

2) dopo averti contattato per partecipare alla campagna, e dopo che il giocatore e/o il master ha perso tempo per scrivere il BG e la scheda spariscono senza fornire alcuna spiegazione;

3) sono piangina, che minacciano di smettere di giocare se il master non concede quella particolare opzione letta su un manuale supplementare;

4) a campagna in corso, prima diminuiscono la frequenza di partecipazione, poi accampano scuse che è un periodo difficile per lo studio o il lavoro, infine spariscono definitivamente senza fornire alcuna spiegazione (e poi scopri stanno giocando in altre due campagne).

Nella mia pur modesta esperienza mi è parso di rilevare che la giovane età è si indicativa dell'immaturità (sparire senza neanche "ciao scusa ci ho ripensato, scusa del disturbo" è davvero roba da "pisellini"), ma non risolutiva. Episodi di questo genere ne ho visti con al centro persone ben oltre i 30 anni di età e di entrambi i sessi.

Che ne pensate?

Ciao, MadLuke.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 14
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ciao,

i "bamboccioni", se vogliamo tenere il termine, sono i ragazzi/adulti oltre i 30 anni che vivono con i genitori senza uscir di casa nonostante ne abbiamo la possibilità economiche, direi che l'utilizzo qui è improprio.

Forse il termine adatto al tuo intervento è semplicemente "immaturi".

Sulla percentuale 2/3 io non mi ritrovo, nel senso che ho avuto sempre a che fare con amici che ci tenevano a partecipare anche solo per provare, poi quelli a cui non piaceva lo dicevano e si ritiravano dopo una o due partite.

Anche se faccio parte di un'associazione che promuove il gdr devo dire che ho sempre giocato con una cerchia ristretta di amici ed ho sempre avuto giocatori per lunghe campagne, mai toccate e fuga o tirapacchi (anche se per almeno due beta test ho avuto a che fare un un ritardatario cronico, ma è un altro discorso).

ciao ;)

Link to comment
Share on other sites

i "bamboccioni", se vogliamo tenere il termine, sono i ragazzi/adulti oltre i 30 anni che vivono con i genitori senza uscir di casa nonostante ne abbiamo la possibilità economiche, direi che l'utilizzo qui è improprio.

I "bamboccioni" sono, da dizionario: uomo sciocco, goffo, immaturo; anche, irresoluto, privo di carattere. Che è esattamente ciò di cui parlo io.

Se poi tu prediligi la semantica del defunto ministro Padoa Schioppa al vocabolario Garzanti, per carità, sono ben altri i vizi. :-)

Ciao, MadLuke.

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

volevo chiedere: è solo una mia impressione o i 2/3 buoni dei giocatori di ruolo sono dei bamboccioni?

Ragionevolmente posso pensare ad una correlazione tra le due categorie. Se non altro perché la passione per il gioco e l'immaginazione sono caratteristiche tipicamente poco correlate con l'ordine mentale. Valore che spesso interpretiamo come maturità e a volte è solo sintomo di avere poco da mettere in ordine nella mente, ma questo è un tema diverso.

Detto questo non faccio previsioni percentuali su soglie non definite di bamboccionità.

Una piccola celia. Senza offesa, mi sembra che tu faccia spesso psicologia spiccia e generalizzazioni bizzarre. Capisci bene come dal tuo post, ragionando allo stesso livello di psicologia spiccia, una persona potrebbe provare a estrarre anche una tua descrizione, come giocatore di ruolo, non particolarmente adulatoria. A me non succede spesso che dopo avermi conosciuto la gente si allontana senza darmi spiegazioni.

Link to comment
Share on other sites

non penso sia il caso di analizzare così il messaggio di MadLuke.. mi sembra più uno sfogo del genere "possibile che siano tutti pazzi?!?". ovviamente, non tutto il mondo è pazzo (anche se a volte lo sembra..)

comunque, io ho avuto la fortuna di avere sempre buoni gruppi di gioco.. quindi non ti so dire!

Link to comment
Share on other sites

Una piccola celia. Senza offesa, mi sembra che tu faccia spesso psicologia spiccia e generalizzazioni bizzarre. Capisci bene come dal tuo post, ragionando allo stesso livello di psicologia spiccia, una persona potrebbe provare a estrarre anche una tua descrizione, come giocatore di ruolo, non particolarmente adulatoria. A me non succede spesso che dopo avermi conosciuto la gente si allontana senza darmi spiegazioni.

Non sono minimamente offeso, ci mancherebbe, e riconosco che come giocatore sono parecchio esigente sia come PG che come master, e forse per questo da anni mi intendo al 100% solo con 2-3 compagni, anche se devo dire da poco credo di aver conosciuto dei davvero validi elementi. E altresì vero che diverse persone, sia master che giocatori, li ho allontanati io invece, però, e qui sta la grossa differenza, sempre fornendo spiegazioni estremamente esaustive (figurati, come sono prolisso io poi...!), per cui si può essere d'accordo oppure no, ce la si può anche prendere a male (nel caso qualcuno ci tenesse molto a giocare) però penso che lo scambio onesto, franco e sincero sia sempre imprescindibile (e io sono così dai tempi della scuola coi professori fino ad ora coi superiori al lavoro), e chi lo sfugge... E' un bamboccio.

(Inoltre io parlavo anche di gente che manda una mail e poi sparisce... non può avermi conosciuto! :-))

Ciao, MadLuke.

PS. Sulla correlazione tra fantasia e immaturità, trovo la tua tesi davvero molto interessante, però mi sovviene subito un caso: Steve Jobs era più che fantasioso, era visionario, eppure pare fosse un puntiglioso spaccamaroni che di più non si poteva, come la mettiamo? :-)

Ma non voglio smontare tout-court la tua tesi che per me rimane interessante. Il mio proposto è un caso limite, mentre una teoria di questo tipo andrebbe verificate su ben più larghe fette di popolazione.

- - - Aggiornato - - -

Beh devo dire di si purtroppo, ma non i 2/3, forse la metà a dir tanto,

la scusa dello studio è la più usata...

Meno male che non sono l'unico sfigato allora! :-)

E si, hai ragione, la metà corrisponde di più anche alla mia esperienza (sono comunque tanti!).

Ciao, MadLuke.

Link to comment
Share on other sites

Sulla correlazione tra fantasia e immaturità, trovo la tua tesi davvero molto interessante, però mi sovviene subito un caso: Steve Jobs era più che fantasioso, era visionario, eppure pare fosse un puntiglioso spaccamaroni che di più non si poteva, come la mettiamo? :-)

Beh, correlazione non significa "tutti gli X sono Y", significa che è più facile essere Y se si è X. Ho amici fantasiosi e capaci di staccare da tutto, che riprendono un libro appena il semaforo è rosso ma riescono a essere attenti sul lavoro, puntuali negli appuntamenti e precisi nelle relazioni. Solo che le persone fantasiose e ordinate mentalmente sono rare. Altrimenti Steve Jobs non sarebbe famoso :)

Link to comment
Share on other sites

Anche io ho avuto esperienze come te purtroppo...ma la maggior parte se ne sono andati o hanno smesso perchè pensavano che fosse un gioco da sfigati...io proprio sta gente non la capisco...se non ti piace dillo! Mica ti mangio! Ma se ti piace e te ne vai perchè pensi che non sia una cosa abbastanza f**a, allora sei proprio un bamboccione...per non dire di peggio...quindi sì, ho avuto a che fare con molti bamboccioni...

Link to comment
Share on other sites

Non mi trovo sulla proporzione. Vero che qualcuno l'ho trovato. Ma c'è caso e caso, senza generalizzazioni, per la mia esperienza. Le spiegazioni poi, uno se vuole e ci tiene se la fa dare, ti consiglio di provare. Scoprirai che qualcuno ha veramente un periodaccio, qualcuno cambia campagna perché non si trovava con il master, o con qualche singolo giocatore, o con lo stile di gioco, qualcuno invece lascia il mondo del gdr perché "troppo adulto". L'unica cosa in comune tra tutti i vari casi, è solamente il fatto che non hanno avuto il "coraggio" di ammettere a se stessi prima, e agli altri poi, la cosa; e hanno lasciato "scivolare" via la faccenda, che con il tempo che scorre diminuisce l'affezionamento ed è più sempliche che mettersi al lavoro per migliorare le cose e trovare una soluzione.

Link to comment
Share on other sites

Di persone che giocassero da diverso tempo, a me non è capitato mai, al limite qualche "novizio" entrato a gioco già iniziato, e con Personaggi non facilissimi da gestire.

Guarda, purtroppo a me è capitato in entrambi i casi...!!!! Per quanto riguarda i neofiti dico che può capitare...a mio avviso o ti innamori o scappi appena puoi!! :) Ma quando ho visto persone che abbandonavano perchè avevano paura di quello che gli dicessero gli altri proprio ci sono rimasto male...e per me quelli sono proprio dei c******i...spero non capiti mai a nessuno perchè ti ritrovi con degli amici che vedi meno spesso solo perchè si vergognano del giudizio degli altri...spero di non essere andato troppo in OT...

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Si, capitato più e più volte avere a che fare con queste persone. Che poi la cosa più fastiosa è la mancanza di rispetto e il tempo che ti fanno perdere. Per me questo genere di persone può andarsi a fare al diavolo. Non gli dò peso, non mi faccio il sangue acido per loro.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...