Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

I 10 GdR più attesi del 2021

ENWorld ha stilato anche per il 2021 la sua lista di GdR più attesi dell'anno, andiamo a scoprirli assieme.

Read more...
By Lucane

Ninfe dei Cimiteri

Questa settimana GoblinPunch ci propone una rivisitazione in chiave più sepolcrale di un mostro classico di D&D: la ninfa.

Read more...

In arrivo una serie TV di D&D creata dallo sceneggiatore di John Wick

Lo sceneggiatore dei film di John Wick e della serie Marvel The Falcon and the Winter Soldier ha ricevuto l'incarico di scrivere la storia per una serie tv basata su D&D.

Read more...

Strumenti per i nuovi Dungeon Master

In questo secondo articolo della nostra rubrica dedicata ai nuovi DM andremo ad elencare i diversi strumenti assolutamente indispensabili per cominciare a masterare e quelli che si possono acquisire col tempo.

Read more...

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Caelum, Limitless Encounters, Mythos Monsters

Andiamo a scoprire assieme i Kickstarter in ambito GdR attivi in questo periodo.

Read more...

Capitolo 2


Recommended Posts

Haisendok

John

L’arrivo ad Haisendok è stato peggio del previsto.
Umidità e fuliggine l’hanno rosicchiata qui o là, e i polmoni marci degli abitanti l’hanno resa un’enorme sputacchiera a cielo aperto.
Perfino il Ventre del Kraken è una versione spettrale di quello che ancora emerge dai tuoi ricordi.
Prima dell’Eruzione, la locanda era un bello spasso. Soprattutto per quei marinai che dovevano rifarsi di mesi e mesi di naia.

Ma per qualche miracolo, sulla facciata nord della locanda ancora regge l’insegna:
un’enorme sagoma del mostro, con tanto di tentacoli mossi meccanicamente.
Su e giù, su e giù. Il loro cigolio è martellante.
Riecheggiano finanche nel salone interno, e di tanto in tanto fanno il paio con i cigolii del tavolo al quale sei seduto.
Descrizione:

Spoiler

La sala in cui ti trovi è di circa 300mq, e si trova al secondo piano. Ad ovest c’è il lungo bancone, e dietro le cucine con i magazzini. A nord ci sono le scale per le camere, e ad est l’ “ingresso”.
L’ingresso è stato ricavato dal muro. L’anno scorso la sala principale era di sotto, più grande e confortevole. Dopo l’eruzione è stata sommersa dalle acque.



Dopo un’eternità, si avvicina una certa Lunetta. O almeno così ti pare si chiamasse tempo fa, quando era ancora passabile.
La cameriera molla il vassoio, biascica qualcosa, prende i soldi, e con essi ritira pure il suo mucchio di pelle ed ossa. Il pavimento le fa il verso, cigolando passo-passo.

Maledetti cigolii. Sono un continuo.
Eppure, tra un cigolio e l’altro, al tuo orecchio è giunta anche qualche voce interessante.

- I mercati sono al collasso, ma il barone è riuscito comunque a piazzare centinaia di botti della sua riserva di Paglierino di Zanadar.
Si vocifera che quello in vendita sia stato tagliato con della robaccia, ma la Fratellanza sa come far chiudere un occhio qui o là.
Dunque, se il mondo deve finire affogato, preferisce farlo il più sbronzo possibile.
Qual è il problema?
Il problema è trovare un capitano disposto a portare a spasso quelle botti… e forse anche qualche altro carico un po’ meno dichiarato.
Eh già, perché in tempo di crisi la gilda dei Tre Boccali il suo occhio non l’ha chiuso proprio del tutto e, guarda caso, l’ultimo capitano ingaggiato dal barone, è finito con la gola tagliata. Proprio lì, ad un tavolo non molto lontano dal tuo…

- L’Ultima Speranza salperà tra due giorni all’alba, verso l’Isola Proibita.
I committenti sono quegli svitati degli Avventisti.
Gli Avventisti avranno tutti i difetti di questo mondo, ma a pagare, pagano bene.
Qual è il problema qui?
Il problema è che nonostante paghino bene, solo altri svitati hanno accettato una missione definita suicida, senza mezze misure.
Qualcuno di loro ce l’hai proprio di fronte.
Il capitano e altri tre della ciurma stanno dando il peggio di sé.
La puzza di alcol arriva ad ondate appena aprono bocca. E la aprono spesso.
Gli Avventisti non avranno badato troppo ai curriculum.
E non serve un esperto per capire che si schianteranno al primo scoglio. Magari per aver guardato al contrario nel cannocchiale, o qualcosa del genere.

- Sta rimbalzando la notizia di un grosso tizio con dei calzoni improbabili, che ha spaccato la faccia di uno al mercato.
Più che spaccato, gli ha proprio scavato una nicchia al centro, colpendolo con l’elsa della spada.
Il grosso tizio è indubbiamente uno straniero, c’ha dei tatuaggi in faccia, e quella cosa dei calzoni improbabili…
Ma certo! Non hai dubbi: scommetteresti l’Inafferrabile che quel tizio sia proprio Mororga.
Quante volte gli hai detto di lavorare sul suo aspetto? (legame)
Beh, ritrovandoti da solo in quel di Haisendok, uno come lui potrebbe darti una grossa mano. In tutti i sensi.
Chissà se c’è anche Teros il druido...

---

A quanto pare ce n’è di carne al fuoco… ma non c’è carne sulle natiche di Lunetta.
Dopo l’ennesima smanacciata, e l’ennesimo “tutto qui?”, la cameriera molla una vassoiata sul muso di uno dei tre dell’Ultima Speranza. Il capitano se la ride sbrodolando il suo vino.

«Brutta sgualdrin…» farfuglia quello col labbro sanguinante. «Ti insegno io le buone maniere!» e mette mano alla sciabola.

Gli altri presenti si scompisciano come scimmie ammaestrate. L’oste cerca di calmare le acque, ma risulta praticamente invisibile. Lunetta ha la faccia di chi l’ha combinata grossa, ma ormai è troppo tardi per uscirsene con un semplice “scusa”.

Cosa fai?

Nota:

Spoiler

Essendo appena entrato in città, puoi giocare la mossa “Un Amante in Ogni Porto”
Per ora non sono emerse figure femminili rilevanti, se non la moglie del barone.
Ovviamente puoi inventarti una vecchia fiamma di tua fantasia.

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

  • Replies 30
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Haisendok John L’arrivo ad Haisendok è stato peggio del previsto. Umidità e fuliggine l’hanno rosicchiata qui o là, e i polmoni marci degli abitanti l’hanno resa un’enorme sputacchiera a c

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok. Cigolii e decadimento. Basta poco a descrivere questa bettola, eppure me la ricordavo con un fascino diverso. Passo la mano sul legno martoriato dai

Haisendok -> Locanda “Ventre del Kraken” -> Sala principale John In barba alle vecchie assi sconnesse, lo sgabello scivola dritto e tosto sul pavimento, beccando l’incavo retrostante

Posted Images

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok.

Cigolii e decadimento. Basta poco a descrivere questa bettola, eppure me la ricordavo con un fascino diverso. Passo la mano sul legno martoriato dai tarli e respiro l'aria salmastra, pregna di alcol scadente e poca igiene. Stessa puzza ma fascino differente, si.  Sono passati diversi anni purtroppo o per fortuna, il mio riflesso sulle vetrate opache me lo conferma. Ero poco piú di un bambino quando attraversai il Mare Oppresso per arrivare in questo ingovernabile punta di continente. Non avevo ancora mai dato la caccia ad uno squalo, ne brindato al tavolo dei capitani. La pelle era ancora intonsa di violenza e inchiostro. Sapevo navigare certo, avevo giá ucciso e amato, ma lontano ancora ero dall'essere quello che sono oggi, penso con una punta di malinconia. Alla soglia dei mie trentanni sono il capitano della nave piú veloce mai costruita, a capo di una ciurma di pirati e tagliagole che farebbe impallidire un morto, eppure qualcosa della magia é andata perduta, sfibrata sotto il tacco pesante della vita. Oppure mi sono svegliato sotto una luna storta. Ho sicuramente ereditato il carattere mutevole di mia madre, mi rammarico, mentre addento uno dei tristi cosciotti di pollo che la cameriera ha lasciato sul mio tavolo. L'Inafferrabile ormeggia al largo dell'isola maledetta, mi attende che mi ricongiunga a lei, con aiuti, risorse ed un piano per piegare a nostro favore gli infausti accadimenti che stanno distruggendo i nostri porti, i nostri rifugi. Ed é per questo, che di tutte le piste che quella discarica a cielo aperto di Haisendok mi ha sussurrato, ho colto al balzo d'incontrare l'incauto ed a questo punto inadatto Capitano della Speranza.  Non vorrei ne mettermi a lavorare per gli Avventisti, ne inimicarmi la Fratellanza, ma il Consiglio, un nome altisonante per un gruppo di pirati arricchiti, é stato chiaro che volenti o nolenti bisogna far qualcosa per questi disastri naturali. Ed ammetto che trovo beffardo, il fare discreto eppure sagace, con cui il destino sembra avermi messo sulla strada di Mororga. Se questa non é un subdolo invito ad un altra e controversa avventura, io non sono l'eroe che sono.

Sotto il cappello a tesa larga osservo quindi con falso disinteresse la scena che si profila al bancone a pochi passi da me, fra il fragore di risate sguaiate e la tensione che monta mentre il marinaio mette mano alla spada.  Nello sventare una tragedia, che per molti dei presenti sembra essere comica, vedo un opportunità. Da seduto, spingo con un calcio lo sgabello vuoto davanti al mio tavolo.  Se miro bene dovrei riuscire a far finire l'assalitore a gambe all'aria.

 

Spoiler

Sotto il cappello a tesa larga osservo... Discernere realtá 2+3 +1 Sag = Fallimento

Da seduto spingo con un calcio...  Raffica 2+5 + 2 Des = Successo parziale ( - 1d6 ai danni)

 

Un amante in ogni porto : Utilizzerei la moglie del barone, se ti é congeniale.

 

John.jpg

Edited by Crees
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Haisendok -> Locanda “Ventre del Kraken” -> Sala principale

Spoiler
6 ore fa, Crees ha scritto:

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok.

Cigolii e decadimento. Basta poco a descrivere questa bettola, eppure me la ricordavo con un fascino diverso. Passo la mano sul legno martoriato dai tarli e respiro l'aria salmastra, pregna di alcol scadente e poca igiene. Stessa puzza ma fascino differente, si.  Sono passati diversi anni purtroppo o per fortuna, il mio riflesso sulle vetrate opache me lo conferma. Ero poco piú di un bambino quando attraversai il Mare Oppresso per arrivare in questo ingovernabile punta di continente. Non avevo ancora mai dato la caccia ad uno squalo, ne brindato al tavolo dei capitani. La pelle era ancora intonsa di violenza e inchiostro. Sapevo navigare certo, avevo giá ucciso e amato, ma lontano ancora ero dall'essere quello che sono oggi, penso con una punta di malinconia. Alla soglia dei mie trentanni sono il capitano della nave piú veloce mai costruita, a capo di una ciurma di pirati e tagliagole che farebbe impallidire un morto, eppure qualcosa della magia é andata perduta, sfibrata sotto il tacco pesante della vita. Oppure mi sono svegliato sotto una luna storta. Ho sicuramente ereditato il carattere mutevole di mia madre, mi rammarico, mentre addento uno dei tristi cosciotti di pollo che la cameriera ha lasciato sul mio tavolo. L'Inafferrabile ormeggia al largo dell'isola maledetta, mi attende che mi ricongiunga a lei, con aiuti, risorse ed un piano per piegare a nostro favore gli infausti accadimenti che stanno distruggendo i nostri porti, i nostri rifugi. Ed é per questo, che di tutte le piste che quella discarica a cielo aperto di Haisendok mi ha sussurrato, ho colto al balzo d'incontrare l'incauto ed a questo punto inadatto Capitano della Speranza.  Non vorrei ne mettermi a lavorare per gli Avventisti, ne inimicarmi la Fratellanza, ma il Consiglio, un nome altisonante per un gruppo di pirati arricchiti, é stato chiaro che volenti o nolenti bisogna far qualcosa per questi disastri naturali. Ed ammetto che trovo beffardo, il fare discreto eppure sagace, con cui il destino sembra avermi messo sulla strada di Mororga. Se questa non é un subdolo invito ad un altra e controversa avventura, io non sono l'eroe che sono.

Sotto il cappello a tesa larga osservo quindi con falso disinteresse la scena che si profila al bancone a pochi passi da me, fra il fragore di risate sguaiate e la tensione che monta mentre il marinaio mette mano alla spada.  Nello sventare una tragedia, che per molti dei presenti sembra essere comica, vedo un opportunità. Da seduto, spingo con un calcio lo sgabello vuoto davanti al mio tavolo.  Se miro bene dovrei riuscire a far finire l'assalitore a gambe all'aria.

 

  Contenuti nascosti

Sotto il cappello a tesa larga osservo... Discernere realtá 2+3 +1 Sag = Fallimento

Da seduto spingo con un calcio...  Raffica 2+5 + 2 Des = Successo parziale ( - 1d6 ai danni)

 

Un amante in ogni porto : Utilizzerei la moglie del barone, se ti é congeniale.

 

John.jpg

 


John
In barba alle vecchie assi sconnesse, lo sgabello scivola dritto e tosto sul pavimento, beccando l’incavo retrostante alle ginocchia del marrano.
PAM! Quando lo manda gambe all’aria, gli astanti, prima sghignazzanti, esplodono in un’unica fragorosa risata.
Raffica

Spoiler

A differenza di Taglia e Spacca, Raffica richiede un’arma (da lancio o da tiro). Cosa che uno sgabello non è.
In questo caso, quello che vuoi fare… lo fai e basta.
Sei un tipo abile. Mentre il marrano è sbronzo e distratto. Non c’è pericolo di fallire. Basta narrarlo così, e sei perfettamente in fiction 😉
Se proprio vuoi innescare Raffica con un’arma di fortuna, devi prima tirare uno Sfidare:
“Sfidare il pericolo si usa anche quando fai un’altra mossa nonostante un pericolo non previsto da quella mossa”
(Mosse -> Sfidare il Pericolo)
Il cui pericolo è: usare un’arma non da lancio, come se fosse da lancio. O qualcosa del genere.


«E questo chi diavolo sarebbe?» fa uno dei due “marinai” ancora in piedi. È un tipo smilzo. Capelli neri, a dir poco lerci.
«Non l’hai riconosciuto? È l’ “amico delle donne”» fa l’altro, più tarchiato. Ha una faccia trapezoidale, da cinghiale.
«E me la chiami donna quello scopettone?»

Lunetta abbassa lo sguardo, poi fila in cucina.

«Silenzio!» si erge il capitano. Il suo boccale piantato sul tavolo, tipo martelletto del giudice.
Come i capitani vecchia maniera, indossa un doppiopetto blu scuro. Colletto rialzato manco lì dentro picchiasse il vento da nord, e l’immancabile barba trasandata, ispida, bianca e rossiccia.  
«Non tollero che il mio equipaggio venga messo alla berlina davanti a tutti» continua. «Dategli una lezione!»
 
I due si guardano indecisi. In effetti il tuo aspetto non è dei più rassicuranti. E nemmeno la tua audacia.
«Sbrigatevi!» urla il capitano.
Tutti tacciono.
I due sfoderano le rispettive sciabole. Si avvicinano a te e, con loro, il puzzo d’alcol.
Smilzo viene da destra, tarchiato da sinistra.
Quello che hai buttato giù si sta rialzando, massaggiandosi il deretano. Per ora si limita a mollare un calcione di ripicca allo sgabello, restando indietro.

La cosa si fa interessante… ma per quanto tu sia sicuro del fatto tuo, senti che ti è sfuggita qualcosa… (segna PE per il fail in Discernere) .
Ma cosa?
Non c’è tempo:
smilzo attacca con una sciabolata diagonale, mentre tarchiato prova a completare la sua manovra di accerchiamento.
(dovrà fare il giro lungo, visto che a sinistra c’è il tuo tavolo)
Cosa fai?

Riguardo l’Isola Proibita/Maledetta

 

Spoiler

Se per “isola maledetta” intendi l’ “isola proibita”, considera che a riguardo è stato stabilito che:
“in passato tutti quelli che hanno osato solo avvicinarsi a quel posto, non sono più tornati. Le leggende sui pericoli che cela si fanno sempre più numerose, sempre più grottesche”

L’Isola Proibita è ammantata da un alone di mistero. Per cui, se per “a largo” intendi qualcosa tipo il poterla vedere, anche con un cannocchiale… è considerabile comunque come troppo vicino.
Al massimo si può valutare una qualche isola d’avamposto, intermedia tra Haisendok e l’Isola Proibita (che rispettivamente si trova verso nord-ovest, ad una decina di giorni).


Moglie del barone

Spoiler

No problem, hai carta bianca. Riguardo suo marito, il barone, ti ha spifferato cose interessanti su di lui. Poi ci ritorniamo.
Ad ogni modo, per la mossa, devi tirare +CAR

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok.

Guardo l'uomo andare a terra e la prevedibile reazione del resto della ciurma e del loro "Capitano". Sono sciocchi, ubriachi e mancano di tutte quelle capacità buone ad un uomo di mare, ma di questi tempi cani e porci sono finiti per imbarcarsi in cerca di una via di fuga da una vita misera e senza significato. É mentre divago mentalmente su questo, che l'attacco del mio avversario mi sorprende, o meglio, avrebbe potuto sorprendermi. La spada, fidata compagna di piú avventure di quanti ricordi, si frappone fra la mia faccia e la sciabolata diagonale dello "Smilzo", giusto in tempo per evitarmi danno.

Lo guardo con intento assassino. <<Non sono mai stato uno che reagisce bene alle minacce, ed estrarre le armi é stato un errore. Potevamo risolverla con una semplice rissa. >> sospiro scocciato, mentre mi alzo dalla sedia, spingendo via l'arma dell'avversario e gettando un occhio al "Tarchiato". << Siete sicuri di voler morire in questa bettola dimenticata dagli Dei? Potete ancora salvarvi se tornate a sedere da bravi.>>

Spesso l'intimidazione é la via piú semplice per risolvere questioni come quella. Se avessero seguito il mio "consiglio", sarei andato a discutere con il capitano, altrimenti... bhe altrimenti gli avrei uccisi.

Spoiler

La spada, fidata compagna di piú avventure di quanti .... Parare  1+6+2 Des = Successo parziale (1 presa/non subisco danno)

Siete sicuri di voler morire in questa bettola dimenticata dagli Dei?  .... Parlamentare 1+5+1 Car = Successo parziale

 

 

Riguardo l'isola proibitá allora facciamo cosí, consideriamo che l'Inafferrabile si trova ormeggiata al largo di una piccola isole sulla via.

 

Per la mossa un Amante in ogni Porto --> 3+3+1 Car = Successo parziale, mi aiuta ma ad un costo. Non appena serve ne butto giú una descrizione.

 

 

Link to post
Share on other sites

Haisendok -> Locanda “Ventre del Kraken” -> Sala principale

Spoiler
Il 16/12/2020 alle 14:50, Crees ha scritto:

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok.

Guardo l'uomo andare a terra e la prevedibile reazione del resto della ciurma e del loro "Capitano". Sono sciocchi, ubriachi e mancano di tutte quelle capacità buone ad un uomo di mare, ma di questi tempi cani e porci sono finiti per imbarcarsi in cerca di una via di fuga da una vita misera e senza significato. É mentre divago mentalmente su questo, che l'attacco del mio avversario mi sorprende, o meglio, avrebbe potuto sorprendermi. La spada, fidata compagna di piú avventure di quanti ricordi, si frappone fra la mia faccia e la sciabolata diagonale dello "Smilzo", giusto in tempo per evitarmi danno.

Lo guardo con intento assassino. <<Non sono mai stato uno che reagisce bene alle minacce, ed estrarre le armi é stato un errore. Potevamo risolverla con una semplice rissa. >> sospiro scocciato, mentre mi alzo dalla sedia, spingendo via l'arma dell'avversario e gettando un occhio al "Tarchiato". << Siete sicuri di voler morire in questa bettola dimenticata dagli Dei? Potete ancora salvarvi se tornate a sedere da bravi.>>

Spesso l'intimidazione é la via piú semplice per risolvere questioni come quella. Se avessero seguito il mio "consiglio", sarei andato a discutere con il capitano, altrimenti... bhe altrimenti gli avrei uccisi.

  Rivela contenuti nascosti

La spada, fidata compagna di piú avventure di quanti .... Parare  1+6+2 Des = Successo parziale (1 presa/non subisco danno)

Siete sicuri di voler morire in questa bettola dimenticata dagli Dei?  .... Parlamentare 1+5+1 Car = Successo parziale

 

 

Riguardo l'isola proibitá allora facciamo cosí, consideriamo che l'Inafferrabile si trova ormeggiata al largo di una piccola isole sulla via.

 

Per la mossa un Amante in ogni Porto --> 3+3+1 Car = Successo parziale, mi aiuta ma ad un costo. Non appena serve ne butto giú una descrizione.

 

 

 


John
Il “KLANG!” della tua parata viene accompagnato da un lunghissimo “OOOHHHH!” generale.
Mentre le due lame vibrano, anche l’aria vibra tutt'intorno, e gli spettatori sospendono il fiato per il prossimo colpo di scena.
Tuttavia lo smilzo e il tarchiato esitano, guardandosi con l’imbarazzo di chi è stato appena sgamato.
Dal momento in cui hanno tentato di affettarti, si sono rivelati per quello che sono: i tirapiedi sbronzi di un volgare capobanda.

«Brutti idioti, siete in tre contro uno!» ringhia il capitano, mentre butta nella mischia anche il terzo.
«Il tempo delle scazzottate è finito… romanticone» continua rivolgendosi a te. Gli occhi spiritati. «Ma da quale albero scendi? Non sai che il destino del mondo dipende dall’Ultima Speranza? Noi! Noi, siamo stati scelti dagli dei! E chi pesta i piedi a noi… li pesta agli dei!»

In effetti la cosa avrebbe una logica. Almeno nelle loro teste bacate prima, indottrinate poi.
Da quando hanno ricevuto l’imprimatur degli Avventisti, vengono ovunque trattati con timore reverenziale.
E questi sono i risultati.

Smilzo non indietreggia… ma nemmeno ti attaccherà. Lo capisci dal suo sguardo. Almeno non attaccherà finché qualcun altro, con più fegato di lui, non dimostri che sei meno forte di ciò che sembri.
Prec. 7 in Parlamentare

Spoiler

La mossa vale su un singolo PNG. Sennò va tirata con Sfidare.
Il successo parziale è che Smilzo è intimidito, ma non del tutto.
Per ora attende. Non farà la sua mossa finché non vieni ferito.
Richiesta sul 7+: La “garanzia concreta” che puoi dargli per farlo desistere al 100%, è fare ampio sfoggio delle tue abilità combattive.



Sicché lo smilzo viene scavalcato da quello che hai ribaltato con lo sgabello.
«E scansati!» dice sgomitando.
È un tipo pelato, brutto come la fame. Per lui la faccenda è più personale.
Ad ogni modo si limita a digrignare e a minacciarti con l’arma. Mica fesso. Aspetta che il tarchiato ti prenda dall’altro lato.
E così è. Dopo un po’, superata l’impasse, al grido di “Muori!” il tarchiato si avventa su di te.
Sai che l’attacco del compare, dall’altro lato, non si farà attendere...


Cosa fai?

Edited by Marco NdC
Link to post
Share on other sites

Haisendok -> Quartieri popolari -> Bettola

Mororga e Teros
Il risveglio nella bettola rimediata da Bazza è stato alquanto… pruriginoso.
I giacigli sono imbarcati, nodosi, e conterranno più pulci che steli di paglia.
Ma il resto non è così malaccio.
La stanza è relativamente spaziosa. Nell’angolo in fondo, la vostra roba è stesa in buon ordine ad asciugare. Compresa quella di Bazza, anche se Bazza non c’è.

Mororga
I tuoi vestiti, che sono stati più ammollo nel miscuglio di guano e muco acido, sono quelli ridotti peggio. Puzzano ancora un po’ e si sono scoloriti.
In particolare i calzoni presi al mercato, ricavati da una specie di tenda da circo a strisce bianche e rosse, sono diventati di un indistinto beige scialbo.
Il che non è necessariamente un male, visto che ti rendevano facilmente identificabile.
Mossa Razziale, Estraneo. Domanda di inizio sessione:

Spoiler

Cosa ti ha spinto a lasciare la tua terra?
Se rispondi, segna un PE



Teros
C’è del movimento da qualche parte.
Tendendo l’orecchio ti giunge un leggero squittire. Arriva da sotto le assi, lungo il muro al tuo fianco.
Due topolini se la raccontano (Lingua degli Spiriti). Bestiole intelligenti i topolini.
Quello più seccato dice che la nuova donna è stata con la vecchia donna per tutta la notte. Il che non gli ha permesso di gironzolare liberamente per lo spazio di sotto. Per cui adesso è molto affamato.
Evidentemente si riferisce a Bazza e la sua vecchia fiamma, proprietaria della bettola.

Entrambi
Per quanto le imposte caschino a pezzi e affaccino su uno spazio relativamente sgombro, rivelano comunque ben poco sull’ora che potrebbe essersi fatta.
Ma a sensazione avete dormito per un bel pezzo.
Mossa Accamparsi

Spoiler

Avete guarito la metà dei vostri PF massimi: Teros torna a 19/19, Mororga va a 20/23.
Non consumate razioni in quanto ospiti in “locanda”. E comunque Teros non l’avrebbe consumata (Preservato dalla Natura)
Nota: Potete raccontare cosa avete fatto prima di andare a dormire.



Dopo un po’ si presenta Bazza, avvolta in un telo grezzo che poco esalta la sua prorompente avvenenza.
Porta seco un vassoio carico, su cui traballano due tazze d’orzo fumante ed una pila di tozzi di pane duro. Praticamente sassoso.
«Per voi, amici. Io ho già fatto colazione»  vi informa, mentre posa il tutto su un tavolino.
Un bel passo indietro rispetto il ben di dio sullo sconfinato tavolo del barone. Ma a caval donato…

«Dormito bene?» chiede tutta arzilla. «Io e Amanda abbiamo “parlato” parecchio e… storia lunga… ma molte cose sono cambiate… adesso ha anche due gemelli, e il padre… va’ a sapere su che nave se l’è svignata… ma, come dicevo, storia lunga… L’ho già detto che ho già fatto colazione?»

Svogliatamente si lascia cadere sul giaciglio di Mororga.
«Siete riusciti a dormire su questi “cosi”?» dice mentre prova a stiracchiarsi.
Poi srotola la mappa, quella che ha preso da Oman “quattro denti”, e inizia a studiarsela.
«Mmh… vediamo…. È un’isola, non c’è scritto né il nome, né niente... ma il grosso vulcano lascia pensare all’isola di Quya, l’Isola Proibita. Che fantasia. Sapete cosa? Sta roba è un falso come tutti gli altri. Nessuno è mai tornato vivo dall’Isola, si sa… ma questa mappa almeno sembra vecchia» continua mentre se la gira e rigira.
«Ha un che di credibile. La si potrebbe rifilare ad un fesso che ha soldi da buttare» conclude, abbandonando la mappa a terra, e forse anche la sua idea.

«Ah… Amanda mi ha pregato di dirvi che... beh, che questa stanza le serve. Tempi grami per tutti. Cioè… io potrei anche restare... con lei si intende... ma se non potet… possiamo pagare la stanza… Cioè… le servono i soldi, capito? Ha anche i gemelli adesso a cui pensare...»

Teros
Alla voce di Bazza si aggiungono alla spicciolata altri squittii. Sembra che ci sia una riunione piuttosto concitata lì sotto.
Si accavallano un po' tutti. Difficile capire cosa dicono… ma a quanto pare di sotto sono arrivati uomini che sentono rabbia, che stanno parlando con la vecchia donna che sente paura.

Cosa fate?

Edited by Marco NdC
Link to post
Share on other sites

Teros (druido, elfo)

la sera prima non posso far altro che scusarmi con i miei amici per averli messi in pericolo a causa del cristallo che mi ero fatto ingenuamente rubare!

la mattina mi sento tutto sommato riposato poi bazza ci porta la colazione: nonostante 

la povertà della stessa, apprezzo il gesto e comincio a intingere il pane secco nell'orzo con la speranza rinvenga un po'.

un sorriso al primo chiacchiericcio dei topolini alche, dopo essere riuscito a fatica a fare qualche pezzetto, lancio un po' di pane in un angolo della stanza da dove mi sembra venissero gli squittii.

come sa bene Bazza, purtroppo non ho soldi da dare per la stanza quindi mi sarei riproposto togliere al più presto il disturbo, anche se non mi sarebbe dispiaciuto rimediare qualche spicciolo per ringraziare l'amica di Bazza.

Ma un secondo chiacciericcio invece mi preoccupa: mi alzo e mi rivolgo a bazza:

"tutto bene con la tua amica? sento come se qualcuno la stesse minacciando al piano disotto!"

 

Spoiler

@Marco NdC

spero di aver inquadrato bene la situazione!

 

Link to post
Share on other sites

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok.

 

Guardo con un sorriso sghembo i miei avversari, che non forse non sanno contro chi si sono messi.

Replico la mossa di prima, sicuro e spavaldo, con giá in mente cosa fare per l'attacco che subito seguirà. 

Forse troppo sicuro, troppo spavaldo e troppo concentrato sul prossimo attacco, visto che questa non sembra proprio essere una delle mie parate migliori. 

Spoiler

Replico la mossa di prima - Parata 1+3+2Des = Fallimento

Scusa la brevità, ma visto il tiro del dado non sapevo dove sarei finito. 

 

Link to post
Share on other sites

Haisendok -> Locanda “Ventre del Kraken” -> Sala principale

Spoiler
7 ore fa, Crees ha scritto:

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok.

 

Guardo con un sorriso sghembo i miei avversari, che non forse non sanno contro chi si sono messi.

Replico la mossa di prima, sicuro e spavaldo, con giá in mente cosa fare per l'attacco che subito seguirà. 

Forse troppo sicuro, troppo spavaldo e troppo concentrato sul prossimo attacco, visto che questa non sembra proprio essere una delle mie parate migliori. 

  Rivela contenuti nascosti

Replico la mossa di prima - Parata 1+3+2Des = Fallimento

Scusa la brevità, ma visto il tiro del dado non sapevo dove sarei finito. 

 

 


John
Le sciabolate sono una bella seccatura da parare. Almeno quando arrivano a due a due, con una manovra a tenaglia.
CLANG! Le lame impattano. Volano scintille. Questa volta indietreggi un po’. Stupide assi sconnesse.
Finisci ad un palmo dal tizio pelato. Non gli lasci lo spazio per muovere l’arma (tag “corta”). Ma per mollarti un sinistro, sì.
Volano altre scintille, ma questa volta le vedi solo tu.
Danno:

Spoiler

prendi 1d8+1 danni = 7 + 1 – 1 (arm.)=  7; Il +1 è perché sei sotto l’attacco di due nemici contemporaneamente. Segna PE


È stata una bella sventola, ma il tuo mento ha retto. La cosa si fa interessante.

«Oh, andiamo! Adesso siete pari!» protesta uno tra gli astanti «Lo straniero ha imparato la lezione. Ora vi chiede scusa e… e vi offr… e CI offre da bere, ok?»
«Tu sta zitto» risponde subito un altro. Non sia mai che gli venga rovinato lo spettacolo gratis.

Dall’altro lato:
«E non startene lì impalato!» urla il capitano all’indirizzo dello smilzo.
Quest’ultimo, vedendoti in difficoltà, riprende coraggio. Di certo non vorrà sfigurare col vecchio.

Adesso sono in tre ad accerchiarti. Vigliacchi.
La scena si è spostata in uno spazio relativamente sgombro della sala.
E’ di nuovo quello tarchiato a farsi avanti.

Cosa fai?


Nota:

Spoiler

 La richiesta sul 7+ in Parlamentare fatta allo smilzo è sempre valida. 

 

Edited by Marco NdC
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Ci sono questi momenti, questo tipo di mattine, che ti fanno riflettere. Ho lasciato la mia tribù che ero un giovane guerriero. Non è comune. E' chi sente gli dei della distruzione che gli urlano nelle orecchie mattina e sera e non si accontenta delle normali spedizioni di guerra, dei normali massacri, dei normali saccheggi.

Alcuni devono portare l'abbraccio degli dei più lontano. Mettersi alla prova, combattere gente più straniera, trucidare mostri più possenti o ripugnanti, prendere donne più esotiche. Di solito arriva un momento che questi araldi degli dei tornano alle loro tribù, se non vengono ammazzati sul campo di battaglia.

Ecco, diciamo che Mororga si è fatto prendere un po' la mano.

E quindi ti svegli in un luogo lontano, dopo molti anni, e in effetti se volessi tornare ai miei luoghi natii ci metterei anni pure se camminassi in fretta. Ho cantato la canzone del massacro lungo molte strade. Non so se tornerò mai a salutare i compagni di gioventù e le ragazze con i bei capelli neri delle mie terre. Il mio orizzonte temporale è limitato: il prossimo massacro, il prossimo banchetto, la prossima orgia, la prossima ferita grave.

Eh.

Bazza fa la sdolcinata. Sa combattere, è stata brava a quanto mi ha raccontato Teros. Ma non comprende la poesia del massacro. Sta come al solito cercando di dare a intendere quanto le piacciano le donne e quanto le stanno sul gozzo gli uomini, quasi che interessasse a qualcuno chi si scopa chi.

Mangio tutto quello che vedo, devo recuperare le forze.

"Mh. Se stiamo qua daremo qualche moneta alla tua amica." Mi rivolgo a Teros: "se andiamo sulla tua isola, è il caso di recarci alla bagnarola. Sei tu che sei fissato con l'acqua che sale e la fine del mondo."

Link to post
Share on other sites

Haisendok -> Quartieri popolari -> Bettola

Spoiler
Il 21/12/2020 alle 13:36, Casa ha scritto:

Teros (druido, elfo)

la sera prima non posso far altro che scusarmi con i miei amici per averli messi in pericolo a causa del cristallo che mi ero fatto ingenuamente rubare!

la mattina mi sento tutto sommato riposato poi bazza ci porta la colazione: nonostante 

la povertà della stessa, apprezzo il gesto e comincio a intingere il pane secco nell'orzo con la speranza rinvenga un po'.

un sorriso al primo chiacchiericcio dei topolini alche, dopo essere riuscito a fatica a fare qualche pezzetto, lancio un po' di pane in un angolo della stanza da dove mi sembra venissero gli squittii.

come sa bene Bazza, purtroppo non ho soldi da dare per la stanza quindi mi sarei riproposto togliere al più presto il disturbo, anche se non mi sarebbe dispiaciuto rimediare qualche spicciolo per ringraziare l'amica di Bazza.

Ma un secondo chiacciericcio invece mi preoccupa: mi alzo e mi rivolgo a bazza:

"tutto bene con la tua amica? sento come se qualcuno la stesse minacciando al piano disotto!"

 

  Rivela contenuti nascosti

@Marco NdC

spero di aver inquadrato bene la situazione!

 

 


Teros

Il tozzo di pane atterra e rotola a mo’ di ciottolo, allertando i topini.
Prima zittiscono. Poi si chiedono se quel cibo facile nasconda quella cosa che scatta veloce e che fa male, o se si possono fidare.

«Stanno minacciando Amanda?»
Bazza ti osserva cercando di capire. È ignara dei tuoi piccoli informatori squittenti.
«L’ho vista poco fa. Fidati, sta benone. A parte lo schifo generale, ovviamente…»

Nel mentre, Mororga che divora il divorabile è uno spettacolo a cui non ci si abitua mai.
«Beh, comunque ha ragione» dice Bazza al suo indirizzo, forse intromettendosi tra di voi.
«Dobbiamo inventarci qualcosa. E non solo perché ci servono soldi…»

Di scatto si alza dal giaciglio. Ma la sua voglia di azione si infrange subito sulla dura realtà.
Il ritorno ad Haisendok non si è rivelato come si aspettava. Questo è quello che ti ha confidato stanotte.
Sì, ieri con Oman “quattro denti” è stato divertente… ma la città si è ridotta ad un lazzaretto. Un recinto di facce grevi, che attendono che si compia il proprio destino nell’inedia o nel dare il peggio di sé.
La piratessa si perde nei suoi pensieri, fissando le nuvole oltre la finestra e aspettando che finiate la vostra colazione.

Nell’attesa uno dei topini, probabilmente il più giovane e imprudente, si fa avanti. Prima circospetto, poi arraffa il pane e come un fulmine fila dritto, di nuovo nel suo buco.
Segue qualche altro squittio. Si stanno consultando. Capisci che ai topini piace il pane, e il tuo odore sul pane. Di te iniziano a fidarsi.

 

 

Spoiler
Il 22/12/2020 alle 20:18, Ji ji ha scritto:

Ci sono questi momenti, questo tipo di mattine, che ti fanno riflettere. Ho lasciato la mia tribù che ero un giovane guerriero. Non è comune. E' chi sente gli dei della distruzione che gli urlano nelle orecchie mattina e sera e non si accontenta delle normali spedizioni di guerra, dei normali massacri, dei normali saccheggi.

Alcuni devono portare l'abbraccio degli dei più lontano. Mettersi alla prova, combattere gente più straniera, trucidare mostri più possenti o ripugnanti, prendere donne più esotiche. Di solito arriva un momento che questi araldi degli dei tornano alle loro tribù, se non vengono ammazzati sul campo di battaglia.

Ecco, diciamo che Mororga si è fatto prendere un po' la mano.

E quindi ti svegli in un luogo lontano, dopo molti anni, e in effetti se volessi tornare ai miei luoghi natii ci metterei anni pure se camminassi in fretta. Ho cantato la canzone del massacro lungo molte strade. Non so se tornerò mai a salutare i compagni di gioventù e le ragazze con i bei capelli neri delle mie terre. Il mio orizzonte temporale è limitato: il prossimo massacro, il prossimo banchetto, la prossima orgia, la prossima ferita grave.

Eh.

Bazza fa la sdolcinata. Sa combattere, è stata brava a quanto mi ha raccontato Teros. Ma non comprende la poesia del massacro. Sta come al solito cercando di dare a intendere quanto le piacciano le donne e quanto le stanno sul gozzo gli uomini, quasi che interessasse a qualcuno chi si scopa chi.

Mangio tutto quello che vedo, devo recuperare le forze.

"Mh. Se stiamo qua daremo qualche moneta alla tua amica." Mi rivolgo a Teros: "se andiamo sulla tua isola, è il caso di recarci alla bagnarola. Sei tu che sei fissato con l'acqua che sale e la fine del mondo."

 


Mororga
Dopotutto la colazione non era malaccio.
Niente è mai malaccio quando si ha fame.
E tu hai sempre fame.

Bazza è appoggiata con i gomiti sul davanzale, mostrando uno dei suoi lati migliori nonostante il telo spesso e grezzo non lo esalti granché.
Non lo fa con malizia. Non è quel tipo di donna. E poi è come se foste cresciuti insieme. Per lei siete un po’ come fratelli. In ogni caso, come ben sai, ha ben altri interessi.

Su una cosa siete spesso d’accordo però: bisogna inventarsi qualcosa.
Quanto hai goduto mentre rigiravi la spada in quel mostro schifoso?
Beh, non basta.
Non basta mai.

«Rimettetevi i vostri stracci» vi dice la ragazza, adesso rabbuiata.
Forse pensa ancora alla baronessa, o all'imbarcarsi sull'Ultima Speranza.
O forse non sa manco lei cosa vuole. E' pur sempre una donna.
 
Raccoglie le scodelle e fa per portarle disotto.
«Vi aspetto giù. Sbrigatevi» vi esorta mentre sparisce oltre l’uscio.

Nota sui dialoghi:

Spoiler

Se volete discutere tra di voi (sia in-game che off-game), potete farlo ad libitum. Mi dite quando avete finito ed io procedo.

 

Edited by Marco NdC
Link to post
Share on other sites

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok.
Mi massaggio la faccia, sorridendo. Era da un pó che nessuno mi colpiva in volto. I tempi delle scazzottate nelle taverne sono lontani, cosí come lontani sono i tempi in cui le prendevo piú che darne. Lascio scivolare via il ricordo e mi concentro sul momento. Potrei tentare qualche mirabolante acrobazia delle mie per portarmi in una posizione di vantaggio, ma voglio terminare lo scontro velocemente ed in modo brutale. In fondo gli avevo avvertiti. Avanzo contro il piú spavaldo dei tre che si fa avanti per attaccarmi e cerco di trafiggerlo alla gola con la spada. Una singola stoccata ben mirata dovrebbe bastare. Se si accascia, mi muovo piroettando contro l'altro dei tre, il brutto, lasciando lo smilzo per ultimo. Lascio partire un fendente per aprirgli la pancia.

Spoiler

Arma = Spada da duellante (  Media, precisa, perforante 1, peso 2 )

 

Una singola stoccata ben mirata dovrebbe bastare Taglia e spacca 1+6+2 (Des per arma precisa)= 9 

Lascio partire un fendente per aprirgli la pancia. Taglia e spacca  1+3 +2 ( Des per arma precisa) = 6 Fallimento

 

Link to post
Share on other sites

Teros (druido elfo)

Il 22/12/2020 alle 20:18, Ji ji ha scritto:

Mi rivolgo a Teros: "se andiamo sulla tua isola, è il caso di recarci alla bagnarola. Sei tu che sei fissato con l'acqua che sale e la fine del mondo."

Faccio un cenno a mororga chiedendogli un attimo di silenzio.

Il 26/12/2020 alle 16:35, Marco NdC ha scritto:

«Stanno minacciando Amanda?»
Bazza ti osserva cercando di capire. È ignara dei tuoi piccoli informatori squittenti.
«L’ho vista poco fa. Fidati, sta benone. A parte lo schifo generale, ovviamente…»

"No!" Dico interrompendo bazza "sta succedendo qualcosa: bisogna controllare" 

Purtroppo devo abbandonare il "discorso" con i topolini e mi dirigo al piano di sotto.

Spoiler

@Marco NdC decido di fidarmi dei topolini e vado a controllare

 

 

Link to post
Share on other sites

Haisendok -> Locanda “Ventre del Kraken” -> Sala principale

Spoiler
23 ore fa, Crees ha scritto:

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok.
Mi massaggio la faccia, sorridendo. Era da un pó che nessuno mi colpiva in volto. I tempi delle scazzottate nelle taverne sono lontani, cosí come lontani sono i tempi in cui le prendevo piú che darne. Lascio scivolare via il ricordo e mi concentro sul momento. Potrei tentare qualche mirabolante acrobazia delle mie per portarmi in una posizione di vantaggio, ma voglio terminare lo scontro velocemente ed in modo brutale. In fondo gli avevo avvertiti. Avanzo contro il piú spavaldo dei tre che si fa avanti per attaccarmi e cerco di trafiggerlo alla gola con la spada. Una singola stoccata ben mirata dovrebbe bastare. Se si accascia, mi muovo piroettando contro l'altro dei tre, il brutto, lasciando lo smilzo per ultimo. Lascio partire un fendente per aprirgli la pancia.

  Rivela contenuti nascosti

Arma = Spada da duellante (  Media, precisa, perforante 1, peso 2 )

 

Una singola stoccata ben mirata dovrebbe bastare Taglia e spacca 1+6+2 (Des per arma precisa)= 9 

Lascio partire un fendente per aprirgli la pancia. Taglia e spacca  1+3 +2 ( Des per arma precisa) = 6 Fallimento

 

 


John
Il Ventre del Kraken si è ridotto ad una pessima imitazione di un’arena di combattimento tra galli.
«Cinque pezzi che lo fa fuori il pelato allo straniero!» sbraita qualcuno da chissà dove.
«Tre pezzi che invece sarà il tappetto!» replica un altro a stretto giro.

Per sua delusione però, la tua lama anticipa proprio l’attacco del tappetto, il tarchiato, e per un banale principio geometrico: il suo braccio è ben più corto del tuo.
Danni:

Spoiler

Non hai tirato per i danni. Li tiro io per te. 1d8 = 6 + perforante 1)
Per la cronaca superi 1 punto di armatura (corpetti di cuoio, e cose del genere)



Sbronzo com’è, lì per lì non si accorge nemmeno di avere uno secondo sorriso nel mezzo della gola. Dopo qualche passo però realizza. Barcolla, si accascia trascinando giù un tavolo, e lanciando una maledizione afona, gorgogliante.

Tutti in piedi. La locanda è in delirio.
Lo smilzo si guarda attorno, deglutisce, tentenna di nuovo (prec. Parlamentare).
Quello brutto invece, su cui pende la scommessa di ben cinque “pezzi”, ha dimostrato ancora la sua vigliaccheria.
Nel momento esatto in cui ferivi il suo compare, ne ha approfittato per entrare col suo colpo.

Prendi danni:

Spoiler

Contrattacco per il prec. 7-9 in Taglia e Spacca.
Come sopra: azione simultanea di più nemici (tarchiato + brutto. Escludo lo smilzo). Danno 1d8+1 = 8 + 1 – 1 (arm.) = 8;
Ops… stando ai miei calcoli vai a 5 PF)



Ne segue uno scambio. La tua piroetta evita il danno solo in parte, ma è lui ad avere la peggio: si ritrova col panciotto squarciato da parte a parte.
La mano sulla ferita non impedisce lo scorrere copioso del sangue. Indietreggia inorridito. Po anche lui si accascia maledicendo.

Troppo sangue. Per di più versato dalla gente sbagliata. Questo è quello che avrà pensato lo smilzo, visto che si toglie definitivamente dai piedi (prec. Parlamentare).

In men che non si dica molte scommesse vanno in fumo. Lo scontro sembra già finito.
Gli astanti si danno una regolata. Anzi, appaiono increduli. Tutto sommato gli dei non sembrano poi sorridere come credevano all’Ultima Speranza.
Sarebbe anche divertente se non avessi la netta sensazione di aver trascurato qualcosa (prec. fail in Discernere). Ma cosa?
Forse quel leggero rigonfiamento sotto il doppiopetto del capitano, celava…

BOOOOOOM!!!
Hai solo una frazione di secondo per reagire allo sparo
(minaccia incombente -> Sfidare il Pericolo).
(considera il capitano a circa otto passi, sul lato del bancone)

Cosa fai?

Spiego il Taglia e Spacca

Spoiler

Taglia e Spacca non si attiva necessariamente ogni volta che si sferra un colpo, ma ogni volta che si entra in mischia.
Ho interpretato il primo Taglia e Spacca (risultato 9) come un'unica azione, descritta con due colpi.
Cioè:
Colpo alla gola VS tarchiato -> Piroetta -> Colpo alla pancia VS brutto.

Cito:
“Se l’azione che attiva può ragionevolmente fare del male a più di un bersaglio, tira una sola volta e applica i danni a ciascun bersaglio (ciascuno applica la propria armatura).”
(Mosse -> Taglia e Spacca)

Anche se non lo hai messo in fiction, ho dato per plausibile che un abile spadaccino potesse ferire due tirapiedi sbronzi con una singola manovra.
Ho applicato il tuo danno ad entrambi e non ho considerato il secondo Taglia e Spacca.
E non ho forzato la cosa perché sei a 5 PF 😉

 

Edited by Marco NdC
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Rimango con gli occhi da merluzzo a cercare di capire cosa succede, poi scrollo le spalle. Le vie di Teros sono sempre incomprensibili. Starà sentendo le voci dei suoi dei? O è rimbambito? No, non Teros, sarà sicuramente qualcosa che ha senso, e che Mororga non capisce.

Quindi faccio ciò che va fatto in queste situazioni. Esco dalla stanza e dico a nessuno in particolare "allora io vado a bere qualcosa alla bettola del Kraken o come si chiama" ed esco in strada. Ci sono un sacco di cose da fare, per esempio trovare dei pantaloni decenti o delle ragazze piene di vita o la Taran Gipoa. Prima però ci va qualcosa da bere.

Mi dirigo alla taverna del Kraken.

Link to post
Share on other sites

Haisendok -> Quartieri popolari -> Bettola

Spoiler
Il 27/12/2020 alle 23:14, Casa ha scritto:

Teros (druido elfo)

Faccio un cenno a mororga chiedendogli un attimo di silenzio.

"No!" Dico interrompendo bazza "sta succedendo qualcosa: bisogna controllare" 

Purtroppo devo abbandonare il "discorso" con i topolini e mi dirigo al piano di sotto.

  Rivela contenuti nascosti

@Marco NdC decido di fidarmi dei topolini e vado a controllare

 

 

 

 

Spoiler
10 ore fa, Ji ji ha scritto:

Rimango con gli occhi da merluzzo a cercare di capire cosa succede, poi scrollo le spalle. Le vie di Teros sono sempre incomprensibili. Starà sentendo le voci dei suoi dei? O è rimbambito? No, non Teros, sarà sicuramente qualcosa che ha senso, e che Mororga non capisce.

Quindi faccio ciò che va fatto in queste situazioni. Esco dalla stanza e dico a nessuno in particolare "allora io vado a bere qualcosa alla bettola del Kraken o come si chiama" ed esco in strada. Ci sono un sacco di cose da fare, per esempio trovare dei pantaloni decenti o delle ragazze piene di vita o la Taran Gipoa. Prima però ci va qualcosa da bere.

Mi dirigo alla taverna del Kraken.

 

Teros e Mororga
Mentre scendete dabbasso, Bazza vi precede con il vassoio spazzolato e la sua scia odorosa di sapone buono.
Le scale si snodano in un percorso apparentemente senza logica, angusto, su cui di tanto in tanto si affaccia l’ingresso ad un qualche tugurio.

Giunti al pian terreno della casa, dunque nella sua sala di ricevimento, vedete dall’altro lato, la porta principale che viene sonoramente sbattuta.
Qualcuno è appena uscito. Da come lo ha fatto, non sembra armato di buone intenzioni.

Amanda se ne sta lì, in silenzio, con lo sguardo chino.
«Tutto… bene?» le fa Bazza posando il vassoio.
«Vi stanno cercando» risponde asciutta, arrivando al dunque.
«Cosa?»
«Uno grosso, uno strano e una bella ragazza... Stanno cercando voi, giusto?»

Amanda è una donna piacente, più è meno dell’età di Bazza, ma segnata dalla vita così da mostrare almeno dieci anni di più.
Amanda: «Hanno trovato Oman. Quello dell’emporio. Lo chiamano Oman “quattro denti”. Ne sapete qualcosa?»
Bazza: «Ehm… dovremmo?» finge.
Amanda: «Dimmelo tu. Stanno cercando tre come voi, e hanno infilato il loro sporco naso anche a casa mia. Ho dovuto mentire, ma non sono brava in questo genere di cose. Credo che lo abbiano capito… Dunque, è chiaro che non sei qui per una rimpatriata. Che intenzioni avresti? Vuoi mettermi nei casini? Come già sai, ho già i miei problemi. E quella è gente che non scherza…»

 

 

Mororga
Lasci i tuoi amici a sbrigarsela con la questione di chi minaccerebbe Amanda e perché, e ti dedichi a faccende più importanti. Tipo aggiungere un po’ di alcol ad una colazione abbondante ma grama.

Attraversando i bassifondi noti alcune facce guardarti storto. Ha un senso. Dopotutto il signor “quattro denti” era un criminale in combutta con altri criminali, e stando ad Amanda, sarebbero sulle vostre tracce. Meglio così. Se ti daranno noie, avranno quello che hai avuto tu in abbondanza stamattina: pane per i loro denti.

Il Ventre del Kraken si presenta già da lontano, con la sua enorme insegna tentacolare.
Avvicinandoti senti qualcosa di inaspettato provenire dal suo interno: uno grosso, fragoroso BOOOOOOM!!!
Cosa fai?

 



Teros
Dopo che Mororga lascia la bettola, Bazza ti tira da parte per parlarti a quattr’occhi.
«Ho la sensazione che Oman sia sopravvissuto alla pozza e che abbia spifferato il fattaccio ai suoi compari.»

Il che non è da escludersi. In effetti, ricordando come sono andate le cose, hai fatto cadere il negoziante nella vasca mentre era solo svenuto.
E il mostro che era lì, e che avrebbe dovuto ucciderlo, invece è stato tirato su e ucciso da Mororga.

«La mia è un’ipotesi ovviamente» continua Bazza distogliendoti dai tuoi ragionamenti.
«Ad ogni modo non posso lasciare Amanda nella merda… Mi spiace, ma temo che dovremo separarci. È meglio che non ci vedano insieme per un po’. Io me ne starò buona qui, nel caso dovessero tornare quei bifolchi. Tu… boh… tu puoi trasformarti in qualcosa e volare via. Puoi farlo no? Non daresti nell’occhio.»

Tutto scorre velocemente. Forse troppo.
Mentre le parole di Bazza si susseguono, e con loro le varie possibilità da considerarsi, avverti un grosso e fragoroso “BOOOOOOM!!!”.
Non lo senti con le orecchie fisiche. È accaduto altrove, ma non lontano. Forse al Ventre del Kraken. O almeno così ti sembrava di aver visto per un lampo: la sua enorme insegna tentacolare.
Hai un brutto presentimento.
Il buon vecchio John Milligan potrebbe essere in pericolo (legame: Gli spiriti mi hanno detto di un grande pericolo che perseguita John)
 

Cosa fai?

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok.

Quella che poteva essere una semplice rissa si tramuta in un siparietto mortale in cui per poco non ci lascio le penne. Sarebbe stata una fine miserabile. Niente grandezza, nessun sconfinato oceano in cui affondare, nessun bardo a descrivere il momento. Sarebbe stata la lama di un ubriacone a prendere la vita dell'audace Capitano John Milligan... il solo pensiero mi rattrista. Ma l'universo ha altri piani per me. Si deduce dai corpi a terra ai miei piedi e dagli occhi spaventati dell'ultimo assalitore. Sputo sangue, senza nascondere il mio risentimento per le condizioni in cui mi sono ridotto, per poi alzare lo sguardo su quella specie di Capit... 

Boooom

Reagisco d'istinto, scivolando sotto il tavolo dove avevo consumato il mio pastoUna canna da fuoco, una stramaledetta canna da fuoco. Se esco vivo da qui é la volta che ne compro una, lo giuro sull'Inafferrabile. Rido a voce alta, prima che lui possa ricaricare e spararmi ancora ribalto il tavolo, utilizzandolo poi come trampolino per lanciarmi contro di lui. Se sono fortunato gli astanti hanno appena assistito ad un incredibile gesto atletico, altrimenti...bhé altrimenti é probabile che il Capitano della Speranza possa intrattenersi con un tiro al piattello molto ravvicinato. 

Spoiler

Reagisco d'istinto, scivolando sotto il tavolo dove avevo consumato il mio pasto   Sfidare il pericolo 3+6+2 Des = successo 

Prima che lui possa ricaricare e spararmi ancora ribalto il tavolo, utilizzandolo poi come trampolino per lanciarmi contro di lui. Spericolato 3+5+2 Des = 10 , prendo tre

  • Ti metti in mostra e ciò ti fa sentire favoloso: prendi +1 al prossimo tiro
  • Finisci esattamente dove volevi
  • Non attiri attenzioni indesiderate

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites

Teros (druido elfo)

Ascolto le parole di bazza annuisco ma sinceramente della sorte di oman mi interessa poco o niente del resto se avessi voluto ucciderlo avrei potuto farlo.

Mi sto per congedare da bazza quando percepisco come una esplosione: il sesto senso mi richiama alla memoria john sempre in prima linea a trovarsi nei guai: non è come mororga che i guai se li crea, john ci capita dentro e so che finirà in qualcosa di più grande di lui.

Saluto velocemente bazza e mi affretto al ventre del kraken: entro.

Spoiler

@Marco NdC Sono entrato nella locanda (probabilmente dopo mororga)

Se posso farei un discernere la realtà per vedere chi ha il controllo della situazione, ma non so se la situazione consente di fare cose oltre al semplice sguardo veloce prima di essere travolti dagli eventi.

 

Intanto Buon anno a tutti

 

Edited by Casa
Link to post
Share on other sites

Haisendok -> Locanda “Ventre del Kraken” -> Sala principale

Spoiler
20 ore fa, Crees ha scritto:

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok.

Quella che poteva essere una semplice rissa si tramuta in un siparietto mortale in cui per poco non ci lascio le penne. Sarebbe stata una fine miserabile. Niente grandezza, nessun sconfinato oceano in cui affondare, nessun bardo a descrivere il momento. Sarebbe stata la lama di un ubriacone a prendere la vita dell'audace Capitano John Milligan... il solo pensiero mi rattrista. Ma l'universo ha altri piani per me. Si deduce dai corpi a terra ai miei piedi e dagli occhi spaventati dell'ultimo assalitore. Sputo sangue, senza nascondere il mio risentimento per le condizioni in cui mi sono ridotto, per poi alzare lo sguardo su quella specie di Capit... 

Boooom

Reagisco d'istinto, scivolando sotto il tavolo dove avevo consumato il mio pastoUna canna da fuoco, una stramaledetta canna da fuoco. Se esco vivo da qui é la volta che ne compro una, lo giuro sull'Inafferrabile. Rido a voce alta, prima che lui possa ricaricare e spararmi ancora ribalto il tavolo, utilizzandolo poi come trampolino per lanciarmi contro di lui. Se sono fortunato gli astanti hanno appena assistito ad un incredibile gesto atletico, altrimenti...bhé altrimenti é probabile che il Capitano della Speranza possa intrattenersi con un tiro al piattello molto ravvicinato. 

  Rivela contenuti nascosti

Reagisco d'istinto, scivolando sotto il tavolo dove avevo consumato il mio pasto   Sfidare il pericolo 3+6+2 Des = successo 

Prima che lui possa ricaricare e spararmi ancora ribalto il tavolo, utilizzandolo poi come trampolino per lanciarmi contro di lui. Spericolato 3+5+2 Des = 10 , prendo tre

  • Ti metti in mostra e ciò ti fa sentire favoloso: prendi +1 al prossimo tiro
  • Finisci esattamente dove volevi
  • Non attiri attenzioni indesiderate

 

 

 

 

 

John
Più che una pistola, quella del sedicente capitano è un’arma da fuoco stravagante, rudimentale, che qualcuno volgarmente chiama “cannone a mano”.
Schivi il pallettone. Uno sbuffo e una pioggerella di schegge alla tua destra. Un attimo dopo salti nel fumo nero dello sparo e, squarciandolo, ti ritrovi faccia a faccia con quel gran bastardo che sparerebbe pure alle spalle di sua madre.

Non ci crede nemmeno lui. Com’è potuto accadere?
O almeno questo tradisce dal suo sguardo, mentre il petto ansima su e giù.
«Fossi in te ci penserei bene ragazzo» ha l’insolenza di dire mentre lo tieni con la lama alla tua mercé.

La gente è scioccata. Dov’è un bardo quando serve? Quattro contro uno, di cui uno con un cannone a mano. A raccontarla nessuno ci crederebbe.
E dove sono gli dei? Se il capitano dell’Ultima Speranza finisse infilzato, non ci sarebbe nemmeno più un’Ultima Speranza per il mondo?
Nessuno osa più scommettere.
Tutti aspettano il verdetto col fiato sospeso.
Cosa fai?

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

John Milligan - Ventre del Kraken, Haisendok.

Lo tengo stretto, molto stretto. Con la lama che gli minaccia la gola ed i miei occhi che si riflettono nei suoi.

<<Hai mandato i tuoi uomini ad uccidermi e quando gli hai visti cadere hai tentato di farlo tu stesso con un cannone a mano. Non hai avuto neanche la decenza di farlo spada alla mano. Cosa credi che stia per succedere ora?>>

Non gli concedo il tempo di rispondermi. La spada gli taglia la gola, mentre guardo la vita lasciare il suo corpo. Era un uomo senza onore, non mancherà a nessuno. Lascio che si accasci sullo sgabello mentre le vesti pregiate gli si tingono di rosso scuro. Mi siedo allo sgabello accanto ed ordino da bere all'oste che intanto si é nascosto alla vista, permettendo così ai presenti di aggiungere l'ennesimo dettaglio "piratesco" alla storia che si é appena compiuta.

Edited by Crees
Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.