Jump to content

Crees

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    830
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Crees last won the day on May 18 2018

Crees had the most liked content!

Community Reputation

271 Viverna

1 Follower

About Crees

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • GdR preferiti
    D&d, Pathfinder, Warhammer
  • Occupazione
    Chef
  • Interessi
    Grappling, surf, free solo, cani e cucina.
  • Biografia
    Sono un giovane cuoco giramondo, malato di sport, amante dei cani e con una gran passione per i gdr.

Recent Profile Visitors

2,066 profile views
  1. Ragazzi benvenuti. Per quelli di voi con cui ho già giocato ben trovati, con chi non ho avuto il piacere, spero che ci troveremo bene. Come detto nel reclutamento cercherò di postare ogni due giorni, sono flessibile con gli impegni di tutti cerchiamo solo di mantenere un ritmo che tenga viva l'attenzione e l'interesse. Io dal canto mio, cercherò con ogni post di trascinare in avanti la storia, in modo da non stagnare settimane sullo stesso passaggio. Riguardo la storia. Per cento anni e piú, il mondo che conoscete é sempre stato in guerra. Grandi regni si contrappongono per il dominio del territorio, per faide senza fine, lotte intestine e via dicendo. Mai un reale momento di tregua fino ad ora. Infinite orde di guerrieri, guidati da quattro Cavalieri Neri hanno invaso i territori piú esterni del continente, minacciando di portare morte e distruzione a tutte le sue genti. In virtù di questo, una grande tregua è stata dichiarata ed i Leader dei vari regni si stanno dirigendo alla città neutrale di Grigio Borgo. Dai nostri primi scambi verrà fuori l'ambientazione, non abbiate paura ad aggiungere particolari che vi sembrano interessanti, così come a far notare se qualcosa vi piaccia o meno. Buttate giù scheda e bg, implementando qualcosa dell'ambientazione ( regni, ordini cavallereschi, magici e via dicendo), senza scendere troppo nel dettaglio, una volta fatto vi porrò delle domande mirate per ampliare ogni sfaccettatura.
  2. Visto che abbiamo raggiunto i 4 partecipanti vedo in giornata di aprire la gilda così cominciamo con la creazione. Chiunque volesse unirsi può comunque scrivere qui, che allargare la community di DW fa sempre bene, visto che i giocatori si contano sulle dita di una mano. A tal proposito vi segnalo @Cuppo Si comincia tutti da qualche parte, perciò nessun problema a prenderti a bordo. Qui il manuale https://www.dungeonworld.it/
  3. Grombrindal, nano sventratore Ero rimasto lì in ginocchio. Le voci dei miei compagni distanti e surreali. Come altre volte avevo viaggiato fino alla soglia delle lande sconosciute che le genti chiamano morte, senza poterle attraversare. Pietra su pietra avevo eretto un piccolo tumolo per mio fratello, che non avrebbe dormito nelle grandi sale sotto la montagna, ma sarebbe rimasto la, nel mondo degli uomini in una misera stalla. La bestia deforme non aveva lasciato nulla da trasportare. Raccolsi un suo bracciale. Lo aveva forgiato nostro padre per lui. Lo avrei riportato a casa un giorno. Quando il mattino arrivó ero bianco come uno spettro, e di quello avevo anche le ineluttabili espressioni, ancora estraniato dal mondo, avrei seguito quello spaurito gruppo di sopravvissuti.
  4. Sulle razze ci possiamo venire incontro, anche eventualmente con una mossa raziale ad hoc . Comunque teniamo aperto il reclutamento ancora qualche giorno e poi vedo di aprire la gilda
  5. Ciao ragazzi, allora andando con ordine : - "Frequenza": non ho pretese al riguardo. Lavoro molto e sono sempre pieno d'impegni. Cercherei di mantenere il minimo per non far scemare l'interesse, tipo un post ogni due giorni, massimo tre. - "la distanza di tempo per cui due..." Onestamente non mi sono mai trovato difronte al tipo di situazione che descrivi. Comunque metterei un ordine per postare e poi vediamo. - " creazione" : la facciamo sempre via forum sulla gilda, oramai sono rodato e non dovremmo avere problemi. - " grim world" non al momento. Non ho il manuale, ne il tempo di leggerlo o assimilarne i concetti per integrarli ad un eventuale storia, o almeno non se voglio farla bene. Non escludo la possibilità, se riusciamo a mettere su un gruppo che ha continuità , ad implementare il manuale. Ma almeno per la prima avventura rimango fedele al classico. Riguardo la storia, un mondo frazionato ed in guerra, le cui fazioni si uniscono per combattere un male comune. A seconda di come verranno sviluppati i personaggi, avevo pensato sia a sessioni "diplomatiche " per creare effettivamente l'alleanza, sessioni di esplorazione per recuperare artefatti necessari alla guerra, ed i vari conflitti. Poi tutto girerà intorno ad un idea specifica che ho in testa, ma che oltre ad esserne il perno è anche l'epilogo, quindi non ve ne posso parlare. Vedremo se andrete abbastanza in là nell'avventura per vederne il finale. Riguardo il reclutamento direi di arrivare almeno a tre giocatori oltre al master.
  6. A discapito dei risultati, ogni tot mesi ci riprovo. Cerco un gruppo per cominciare una campagna con sistema Dungeon World. L' avventura sarà, come nei canoni del gioco, incentrata molto sui personaggi e le loro scelte. Epica ma con tinte di realismo, date soprattutto dall'enfasi su meccaniche survival di esplorazione in ambienti ostili e selvaggi, e sulle guerre campali. Sempre da manuale, in fase di creazione, i giocatori avranno modo di plasmare il mondo di gioco, ( benché abbia un idea precisa riguardo il filone generale, ho lasciato volutamente diversi spazi bianchi da riempire.). Mi piacerebbe qualcosa da portare avanti sul lungo periodo, magari anche scambiandoci il ruolo di master, durante le avventure del gruppo. ( Si questa é pura utopia.) Per qualsiasi info, chiedete pure.
  7. Grombrindal, Nano Sventratore. La bestia cade, ed io con lei. Mi accascio sulle ginocchia, fra il corpo di lei e quello di Kiril. Le artigliate del nemico hanno lasciato due segni profondi sul mio cranio, da cui scorre un sangue denso che cola fino a terra, passando sul mio corpo nudo. L' espressione del mio volto é un caleidoscopico vortice di rabbia, sofferenza e senso di impotenza. Il corpo di mio fratello é ridotto ad una poltiglia, la sua nobile anima sta già cercando l'ingresso per la sala degli avi, mentre io sono ancora qui, ostinatamente aggrappato alla mia vergognosa esistenza. Accarezzo ciò che rimane del suo viso, chiudendogli gli occhi con un gesto lento e cerimonioso. Le spalle curve sotto il peso delle mie mancanze, sono pitturate di icore nero, schizzato dall'aborto del caos, un altro nemico che non é riuscito ad uccidermi, ma che mi ha privato di un altra parte di me.
  8. Grombrindal, nano sventratore. Assorbo il colpo mentre estraggo la mia ascia dalle sue carni. Mio fratello giace martoriato sotto il demone. Il suo sangue si mescola al mio, che cola lentamente dalle ferite. Sputo addosso all'aborto uscito dalla mente contorta delle divinità perniciose, prima di alzare l'ascia. I miei compagni hanno paura, sentono il freddo richiamo delle energie del caos animare questo abominio. Ma non devono. Esso cadrà qui e ora. Gettò un occhio a Varl, l'unico che sembra essere in grado di combattere, prima di lasciare che la frenesia mi soppianti la mente. << Accecalo!>> Lascio ricadere l'ascia sul fianco del mostro, con più forza di prima. << Ti staccherò la testa e ne farò un trofeo. >>
  9. Grombrindal, nano sventratore Si dice che dirigendosi a nord, dovunque un pellegrino volti lo sguardo vedrebbe la natura rivoltarsi contro se stessa. Scariche di energia attraversare mari di sale, esalazione venefiche farsi cristallo e poi lava. Un terra brulla sconvolta dall'entropico potere che altro non è che manifestazione degli Dei del Caos. Guardando quella bestia, non potei nascondere un sorriso riconoscente agli avi, che mi avevano messo difronte ad una così fatta e perfetta macchina di morte. Almeno fino a quando non la vidi piombare su mio fratello. Una rabbia atavica e senza controllo percorse i miei nervi, che fecero scattare senza timore alcuno i miei muscoli contro la bestia. L'ascia tenuta salda con due mani. L'intento omicida ben chiaro, mentre saltavo letteralmente verso di lei per abbatterla.
  10. Grombrindal nano sventratore. Avevo ascoltato il racconto di Hans, con attenzione, mentre seduto a gambe larghe appoggiando la schiena contro una delle pareti, mettevo ben in mostra tutto ciò che di me c'era da raccontare. Un infinita serie di cicatrici lasciata dagli avversari che almeno avevano provato a rendermi l'onore perduto. I tatuaggi rituali degli sventratori avevano, anno dopo anno, riempito ciò che rimaneva della pelle spessa, rendendo la mia figura un simulacro per un ordine di reietti e naufraghi. Che vita miserabile era la mia, cosa mai avrei potuto dire? Certo avevo storie di duelli incredibili e qualche battaglia, ma avevano poco senso o splendore, per uno la cui sopravvivenza era un onta. Cominciai a raccontare del troll di caverna, quando il rumore mi fece voltare lo sguardo sopra di noi. Nelle ombre a me chiare come il giorno, scrutai gli anfratti e gli angoli di quel tetto, mentre le mani si stringevano all'ascia.
  11. Grombrindal , nano sventratore. Un sorriso sgembo, forse il primo che i miei nuovi compagni mi vedono fare da quando mi conoscono, alle parole di Markus. Mi alzo prendendo mio fratello sotto braccio, sembra aver bevuto troppo e ringraziando per le bevute esco dalla locanda, in direzione del granaio. Una volta dentro lascio che il nano si accasci per terra mentre osservo uno ad uno i miei compagni. Cosa facciamo?
  12. Grombrindal, nano sventratore. Raccolgo le mie cose, seguendo gli altri all'interno della locanda, strizzando prima gli abiti sulla porta. Sento lo sguardo pesante del locandiere su di me e l'odore di urina e sangue dell'umano morto la fuori che viene lavato via dalla pioggia, mentre chiudo la porta. Se giá eravamo ricercati, questo non ci aiuterá, ma non ci penso troppo. Mio fratello sapeva cosa sarebbe successo e senza scomporsi tanto ci aveva giá ordinato delle birre scure, pronte sul tavolo al nostro ritorno. << In quanti sono morti? >> chiede per poi sorprendersi della risposta e replicare << Solo uno non é male, sono stati fortunati. >> L'accenno di brindisi, viene smorzato dal clima serio. Tutti stiamo pensando a come uscire da quella situazione, o almeno i miei compagni. Io sono solo rattristato dallo scontro inutile, arrivando anche a pensare che potrei non incontrare mai nessuno in grado di rendermi l'onore.
  13. Grombrindal, nano sventratore. Il nero della notte non mi spaventa. Sono cresciuto osservando le scure gole dei crepacci e le gallerie sotterranee. Sotto la pioggia incessante li vedo come se fosse giorno. I due sprovveduti sono grezzi, ubriachi di coraggio liquido, ma questo non ne fa guerrieri o lottatori. Seguendo l'iniziativa di Markus, mi lancio contro l'altro avversario urlando, ma a differenza del mio compagno che mantiene una certa compostezza nel suo attacco brutale, io salto letteralmente addosso all'umano, cercando di colpirlo al volto con un pugno.
  14. Grombrindal, nano sventratore. Prima di uscire avevo brindato a mia volta sbattendo con forza il boccale, per poi gettarmi a grandi passi sotto la pesante coltre blu cobalto della pioggia che veniva giú con forza. Arrivato sotto l'albero accanto a Markus mi ero tolto gli stivali, affondando i piedi nel fango freddo. La terra mi era mancata. Scrocchiai rumorosamente le articolazioni, mentre scioglievo i muscoli sotto la pelle dura e gli intricati tatuaggi rituali, per poi raggiungere il mio compagno. Chiudo i pugni, allargo le gambe per trovare il giusto baricentro e prego gli antenati, mai volesse il fato che siano un gruppo di ubriachi a farmi ricongiungere con loro. Sarebbe triste, penso. << Le vostre vite sono giá corte, non avete nulla di cui preoccuparvi >>
  15. Domani e lunedi sono a casa e ricontrollo la scheda. Ma @dalamar78 é dei nostri alla fine? La gilda?
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.