Jump to content

Crees

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    846
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Crees last won the day on May 18 2018

Crees had the most liked content!

Community Reputation

276 Viverna

1 Follower

About Crees

  • Rank
    Antico
  • Birthday 02/06/1988

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • GdR preferiti
    D&d, Pathfinder, Warhammer
  • Occupazione
    Chef
  • Interessi
    Grappling, surf, free solo, cani e cucina.
  • Biografia
    Sono un giovane cuoco giramondo, malato di sport, amante dei cani e con una gran passione per i gdr.

Recent Profile Visitors

2,139 profile views
  1. Grombrindal, nano sventratore. La battaglia infuria, ed con essa. Alzo la pesante ascia dei miei antenati attaccando il lupo piú vicino alla fanciulla e gridando "Morte"nell'antica lingua.
  2. @Voignar io uso il tiradadi di lapo, ma puoi usare il sistema che preferisci. @Casa se lo vedo gli faccio le congratulazioni da parte vostra 😉
  3. @Voignar si è lo stesso tavolo di cuppo , la ragazza è la veterana ! I dadi li tirate voi quando pensate si attivi una mossa. @Marco NdC " Per evitare di buttarla in rissa, al soldato basta che johann si allontani dal tavolo"
  4. -Quoto Marco riguardo gli appetiti. -Riguardo le mosse, se pensate che la fiction attivi e quindi necessitá di un tiro buttatevi, poi correggiamo nel post seguente se serve. - Riguardo il ritmo, in realtá cercheró di aumentare un poco, ma questo agosto mi é arrivato con le ferie inaspettate di parte dello staff a lavoro ed una paternitá. Quindi mi sono trovato un attimo schiacciato. Scappo a lavoro, buon week end.
  5. @Casa Clovis Esterno delle Mura, Padiglione dei Mercanti, Tenda di Felix << Non ci crederai mai. Leas Dirkwood, uno stramaledettissimo mezz'elfo. Possiede una delle miniere piú piccole ed evidentemente gli affari non gli vanno benissimo se decide di fare qualcosa di tanto rischioso. Ha un piccolo ufficio nel centro cittá, non avrai problemi a trovarlo. >> dice bevendo frettolosamente. << Potrebbe essere una buona idea usare gli orchi. Potremmo addirittura scaricare la colpa su di loro se qualcosa andasse male. Bravo, non ci avrei pensato. >> ti guarda allontanarti per poi risponderti. << Sicuramente! Si tratterá di corrompere o minacciare, niente che tu non sappia fare. >> ti strizza l'occhio. Oramai é serata inoltrata, puoi unirti agli avventori della locanda, oppure andare direttamente al campo degli orchi, che cosa fai? @Marco NdC Leyrold @Voignar Iterius @Cuppo Johann Padiglione dei Mercanti Applausi, risa, urla, insulti e tutto quello che ci si puó aspettare da una locanda di questo tipo. Il bardo accende gli animi dall'alto della sua cassa, Johann attizza le fiamme e Iterius per ora riesce almeno ad ordinarsi da bere assistendo alla scena. Leyrold, la tua voce arriva anche alle orecchie dei sordi, e stai certo che molti dei presenti, almeno quelli meno ubriachi, domani si ricorderanno di te e soprattutto del tuo Signore e della sua Spada Fiammeggiante. Quando Johann ti richiama lo riconosci subito e come non farlo. Volente o nolente eravate entrambi presente alla battaglia delle Lande infrante. Una delle tue ballate migliori fra le altre cose. Osservi l'uomo accanto a lui. Torvis Conclave il Cavaliere Errante. E' alto con le spalle larghe, protetto in una spessa armatura di metallo grigio, e cuoio. I suoi lunghi capelli grigi sono raccolti in una coda di cavallo. Il volto segnato dal tempo, mostra una barba di media lunghezza, ben curata. Le storie che hai sentito su di lui sono molte e tutte incredibili. Così ben studiate che sai che c'é la mano di un bardo esperto dietro. Qualcuno che lo ha seguito e ha romanzato ogni suo passo, ogni sua avventura. Solitamente i Bardi raccolgono solo il buono, trasformando ogni evento infausto in qualcosa da sfruttare. Gli aneddoti vergognosi vengono accuratamente raccolti ma celati, sia per evitare le ire dei signori, sia per usarli per ricatti quando servono. Gli ordini dei Bardi si scambiano spesso queste storie, in uno spirito di condivisione ed unità proprio di un ordine tanto nobile e votato al tramandare la storia come il vostro. Ma purtroppo, che tu sappia, Torvis Conclave potrebbe veramente essere il piú grande Cavalieri di tutti i tempi. Johann, tu hai i tuoi validi motivi per dubitare di Torvis. Vi siete trovati spesso sul lato opposto dello schieramento, e mai una volta lo hai visto scendere in battaglia di persona, ma solo mandare avanti i suoi uomini. Non ci si puó fidare di un uomo che non combatte in prima fila affianco dei propri fratelli, giusto? Oltre a questo, le storie sul suo conto trascendono quello che uno qualsiasi dei grandi guerrieri che conosci potrebbe realmente compiere. Mentre ti avvicini, ti guarda con la sua arroganza e quel senso di superiorità che lo contraddistingue, mentre uno dei suoi soldati si alza frapponendosi fra voi. É piú basso di te, ma sembra scolpito nel marmo. Negli occhi un atteggiamento di sfida. Dal tavolo della tua compagnia senti un paio di sedie cadere. Qualcuno dei tuoi si alzato a sua volta. Iterius Due pesanti boccali di birra ti vengono lasciati sul tavolo da una cameriera dalle forme rotonde e provocanti che prende le monete direttamente dalla tua mano. Il tuo compagno di bevute intanto si é decisamente avvicinato al tavolo sbagliato. Quella che sembra essere chiaramente una compagnia mercenaria ha fra le sue fila una donna che spicca per aspetto e carisma e non sei stupido che Vertius ne sia stato attratto. Porterá guai la cosa, lo sai giá, ma intanto la tua attenzione viene catturata da un altro dettaglio. Un sospiro insignificante nella trama della magia. Come se qualcuno avesse utilizzato un incanto, oppure ne avesse avuto intenzione ma poi si fosse trattenuto. Che sia stato Vertius per affascinare la Donna guerriera? Intanto gli animi sembrano scaldarsi, mentre la ballata del bardo s'interrompe per un attimo. Che cosa fate? @Menog Gantulga Esterno delle Mura, Padiglione esterno. Gli uomini ti guardano stupiti. In fondo gli hai colti in una discussione privata e probabilmente riguardo un qualche affare losco. Ascoltano le tue parole per poi esplodere tutti in una fragorosa risata. Uno di loro, un uomo basso, con un pizzetto curato e le mani pitturate fa un passo nella tua direzione. << Tu mi piaci ragazzo. Ti farei conoscere volentieri mia sorella, ma credo che tu stia sbagliando. >> si avvicina ancora sussurrando, e marcando vistosamente l'atto ponendo la mano aperta vicino alla bocca, come a mascherare le sue parole alle orecchie degli altri. << Non siamo uomini di pietra.>> sorride tornando dagli altri, << Ma, per tua fortuna, siamo uomini d'affari e ci servono giusto due braccia in piú per un affaruccio in cittá. Dove troveresti tanti uomini di pietra con cui parlare, che ne dici?>>. Si volta verso le due guardie, senza aspettare una tua risposta. << Avete visto, abbiamo il quarto. Tutto risolto mi pare. >> Le guardie sghignazzano, per poi aprire la porta di legno, mostrando i cunicoli deserti del borgo. Che cosa fai?
  6. Grombrindal Nano Sventratore. Mi riscuoto dai pensieri di morte mentre osservo i miei compagni attaccare i cani. Quelle bestie affamate sono tutt'altro che una sfida dignitosa ma uno scontro é uno scontro. A differenza degli uomini che mirano alle bestie piú vicine, io attraverso lo spazio per proteggere le donne sull'altro lato.
  7. Sono ancora a lavoro ma stasera leggo tutto quello che avete scritto e se non sono morto rispondo. Una sola cosa. Potete conoscervi, come no. A parte quel legame specifico ( non è la mia prima avventura ) , gli altri si possono creare anche durante la partita. Io non vi ho messo paletti proprio perché volevo giocaste quello che vi andava. Avete optato per pg molto diversi e con bg molto distanti? Bene così, io cercherò di farvi collimare in un gruppo prima o dopo !! PS se riuscite e volete, modificate stasera, così se riesco posto fra stanotte e domani Comunque a più tardi ! Buona serata
  8. Siamo decisamente al completo e non riuscirei a gestire più giocatori, ma comunque onestamente , dopo il nostro trascorso sia come giocatori della stessa campagna (di @Marco NdCNdC fra l'altro, che qui è giocatore) sia quando io masteravo e tu giocavi, trovo sorprendente che ti proponi come giocatore.
  9. @Cuppo Johann Esterno delle Mura, Padiglione dei Mercanti Sophia é alta e con le spalle larghe, una bellezza esotica dall'aspetto pericoloso. Quando arrivi ti guarda con quegli occhi allungati, e quell'espressione mista fra l'ammirazione e odio insensato. Non sei mai stato bravo a capire le donne e forse non lo sarai mai. E lei non é sicuramente una donna qualunque. L'unica a sedere ad una tavola di veterani. É in gamba, abile con lancia e scudo come nessun altro, ma non si é meritata veramente il posto fra di voi, non del tutto almeno. Questo é quello che pensa, alle ombra delle tue gesta e degli altri. Non ci sono canzoni in suo onore, o storie di formidabile ingegno o furia. La sua ambizione é utile, perché la rende manipolabile, come ben giá sai. Il problema che potresti non essere l'unico ad aver notato questo suo tratto e mentre lo pensi, vedi gli occhi del Fondatore osservarvi andare via. Il padiglione dei mercanti é un caleidoscopico e babelico intreccio di lingue diverse, colori e profumi. Datteri, olive e frutta secca trovano spazio fra pesce affumicato, selvaggina arrosto e fiumi di birra scura e cascate di vino annacquato. Con grandi tendaggi aperti, bracieri, lunghe panche lignee e tavoloni, una grande locanda condivisa da probabilmente piú di un oste é stata tirata su fra i banchi dei venditori, i carri pieni di merci varie e losche trattative. Gli uomini che sono con te attirano subito lo sguardo dei commensali, come é ovvio che sia. Armati o meno, essi sono giganti, pieni di cicatrici e quando si siedono si crea inevitabilmente uno spazio intorno a loro, questo almeno per i primi dieci minuti. Quando il loro cantare, ridere e scherzare rivela che nonostante l'aspetto divino, anche loro sono umani. Mentre fate festa e conoscete uno dei Locandieri e alcuni dei tuoi uomini alcune delle loro figlie, noti a qualche tavolo di distanza un volto fastidiosamente familiare. Torvis Conclave il Cavaliere Errante, conosciuto da tutti per le sue gesta incredibili, come quella volta che taglio la testa ad un troll di caverna con un solo fendente, o quando vinse ad un gioco d'astuzia la libertà sua e dei suoi uomini contro un signore della guerra che gli aveva catturati. Inutile dire che dubiti seriamente di ogni parola spesa su suo conto. Che cosa fai? @Casa Clovis Esterno delle Mura, Padiglione dei Mercanti, Tenda di Felix << Ecco qua l'uomo giusto per il lavoro giusto! Ma che dico, per ogni lavoro. Siediti, siediti. >> Felix Brightwood é un bastardo. In ogni senso della parola. Venderebbe sua madre se sapesse chi é per accumulare qualche altro lingotto d'oro o pietra preziosa. Odia tutti indiscriminatamente. Orchi, elfi, nani se ancora esistono, e anche gli altri uomini. Lui ama solo la ricchezza e la sua Cavalla, Ofelia. La tenda é opulenta, ma non del tutto, tradendo il braccio corto del suo proprietario, che vuole apparire ma anche accumulare. Lui é calvo con tre denti d'oro ed una vistosa cicatrice sulla nuca, la cui storia é diversa a seconda di chi sia a raccontarla. << Lascia perdere quegli orchi, ho un altra proposta da farti. La "pietra grigia" quella stramaledetta ed unica pietra grigia di cui é costruita questa imbellettata cittá sacra. Ho un contatto all'interno che é disposto a farcene avere un carro, prima che questa pagliacciata della tregua sia finita, ma dobbiamo trovare il modo di entrare in cittá. Questa pietra vale una fortuna ti dico, ma che dico due fortune. La mia e la tua. Ma il contatto é un vigliacco e non si prenderá il rischio di portarla fuori. Si limiterá a lasciare il carro, non sorvegliato ad un certa ora di domani. Sta a noi trovare il modo di portarlo fuori da li. >> Si sfrega le mani, tirando fuori una mappa della cittá che mostra l'unico grande portale d'accesso, piú alcune uscite minori collegate alle torri, da cui il carro dovrebbe poter passare con un pó di fatica. << Non ti chiedo neanche se sei interessato, perché per i Dei vecchi e quelli nuovi so che lo sei. Questa é una mappa, sul retro il nome del contatto e del suo piccolo negozio in cittá. Quello che ti serve é un lasciapassare ed il denaro per pagarlo. Io metto il denaro, tu il resto. Ad affare concluso ci venderemo le pietre dividendoci in modo piú o meno equo i guadagni. >> Rimane seduto a fissarti con i grandi occhi blu spalancati aspettando un tuo pensiero. Che fai? @Marco NdC Leyrold Interno delle Mura, Palazzo di Lord Volking -----> Padiglione dei Mercanti << Maestro Leyrold, come ci riuscite? Ad avere sempre la parola giusta, pronta li quando serve. >> Glover, lo scudiero, si avvicina trafelato, come se avesse corso per arrivare comunque in ritardo. I lunghi capelli riccioli e neri coronano il volto perfettamente squadrato e giovane. << Eccitato? Assolutamente, sedere assieme a tutti quei grandi Lord, ai Re dei luoghi piú remoti, ai grandi generali delle piú importanti compagnie d'arme. Come potrei non esserlo? Domani si fa la storia. E voi, voi sarete la per scriverne e cantarne, sará un giorno incredibile. >> Avanza a grandi passi per alcuni metri, prima che tutta la spavalderia generata da quei discorsi lasci il posto al suo solito fare vagamente imbranato. << Avete visto Lady Meave stasera? Era bellissima in quell'abito rosso. >> La figlia del vostro signore ha moltissimi abiti e di moltissimi colori differenti, ma sembra che al povero Glover l'ultimo sembri sempre il piú bello. Mentre camminate osservi la cittá. É incredibile come in dieci anni niente sia cambiato, ne una pietra, ne una pianta. Come se tutto fosse magicamente tenuto immobile nel tempo. Tutto a parte ovviamente i suoi abitanti, volti invecchiati ed alcuni del tutto nuovi. Uscite dalla grande porta immergendovi nel caos delle tendopoli, tenendovi ben stretto il vostro lasciapassare, sapendo che senza quel benedetto documento rimarreste bloccati fuori insieme a tutti gli altri. In lontananza la tenda "locanda" vi attira con i suoi richiami. Donne, cibo, birra e vino. Oltre a questo, per te ci sono anche i volti di guerrieri dalle gesta ben note ai bardi. Che cosa fai? @Menog Gantulga Esterno delle Mura, Padiglione esterno. Ti lasci la tendopoli alle spalle, mentre risali il crinale che segue il profilo della cinta muraria, per avere una visuale piú completa del lato destro della cittá fortezza. Le mura sono di pietra liscia, difficili da scalare le pattuglie meno di quanto ti saresti immaginato. Forse per via della grande tregua, o forse perché nessuno ha mai provato a conquistare Borgo Grigio. Non vedi reali accessi praticabili ,se non un piccolo canale di scolo la cui grata, usurata dal tempo e dall'acqua, potrebbe essere aperta facendo un pó di rumore. Un pó piú avanti invece, sotto una delle torri, una porta secondaria é aperta ed un piccolo manipolo di uomini sta parlottando fra di loro. Potresti provare ad avvicinarti e vedere se si tratta di un occasione o meno. Due sembrano guardie cittadine. Gli altri tre, dei nobili di qualche terra lontana. Che cosa fai? @Voignar Iterius Interno delle Mura. Vecchia torre. ----> Padiglione dei Mercanti Raggiungi il tuo compagno che non ha ancora passato il piccolo ponte che collega la torre alla strada principale di Borgo Grigio, quella che dalla grande fontana ridiscende fino al porto fluviale, dove le navi dei Lord piú importanti dei regni del sud sono state ormeggiate. Vertius é di una bellezza irriverente, cosí terribilmente sfacciata che chiunque scommetterebbe l'abbia ottenuta attraverso una delle sue pozioni. Non ci andrebbe cosí lontano infatti. Quando ti avvicini ti elargisce un largo e malizioso sorriso. << Hai fatto bene ad uscire da quel tugurio ammuffito. Andiamo voglio portarti in un posto. >> Camminate a lungo, fra viuzze strette vibranti di un sottile potere arcano nascosto. Un riverbero delle pietre della montagna con cui sono costruite le strade e le case sicuramente, ma anche qualcos'altro. Come se fra i mattoni e le piastrelle su cui posi i passi siano intrecciati complicati incantesimi e rituali. Forze qualche protezione magica? O qualche forma di controllo? Difficile dirlo senza spendere tempo a studiarlo. Voi proseguite, fin oltre le grandi porte che vi separano dalle tendopoli senza fine, dove il vociare, gli schiamazzi, i canti ed i fuochi, trasformano l'atmosfera serena di poco fa, in una piú gioviale a cui sicuramente non sei abituato. Vertius invece sembra proprio essere a suo agio. Un trasformista, questo é certo. << Non restare imbambolato che sennó ci fissano tutti. Proviamo ad essere parte del volgo, beviamoci qualcosa. >> Che cosa fai? @ TUTTI
  10. Ragazzi, scusate l'attesa, sto lavorando al post. Se riesco lo invio prima di pranzo altrimenti stasera quando rientro dal lavoro!
  11. Da qualche parte Seduto su un trono di ossa, eretto in cima ad una torre di alabastro, il Re Stregone osservava qualcosa che solo lui poteva vedere. Un ombra nella stanza, una presenza rapace ed invisibile che attendeva paziente l'adempiersi di un fato ineluttabile. Alla destra della sua macabra seduta un pilastro sorreggeva un vecchio e pesante tomo dalla fattura ingnota, mentre dall'altro lato si ergeva un grande specchio rettangolare, semicoperto da un drappo bianco e pesante. Oltre a questo solamente un altro oggetto spiccava nella stanza spartana e sacrale come una tomba. Uno strumento arcano il cui utilizzo era difficile da determinare. Una serie di cilindri che ruotavano dipendenti l'uno dall'altro, alternandosi e producendo un suono meccanico e regolare. Grigio Borgo Inizio inverno - Ventiduesimo giorno di Tregua La nebbia che solitamente inghiottiva ogni cosa, sembrava essere accorsa altrove, fuggendo dai freddi venti d'inverno, risalendo gole ed abbarbicandosi ai crinali scoscesi nei terreni limitrofi. I muri di roccia si mostravano nel loro antico splendore perfetto, risuonando del passaggio di mille e più persone, in una calca che solo di rado era stata vista fra le vie strette e serpeggianti, i ponti sospesi su acque eteree che dalla sommità della città sacra, si diramavano da per tutto, come il sistema venoso di un grande mostro dormiente. I colori di decine di araldiche svettavano fra gli edifici e sulla tendopoli senza fine intorno alle mura, dove ogni giorno si aggiungevano rifugiati e dignitari da ogni parte del continente. Un continente che respirava il suo primo momento di pace da tempo immemore, una pace che però non era altro che un illusione. Il fulgido momento di calma prima di una tempesta ben peggiore di quella si era appena interrotta. Regni, clan, ordini e razze avevano smesso di combattersi per far fronte comune agli invasori. Spuntati da chissà dove, i Cavalieri Neri erano apparsi alla testa di enormi armate di guerrieri, assaltando la civiltà dai luoghi più estremi ed inesplorati del continente. I loro soldati erano una commistione di genti e razze deformi, deviati e nascosti anch'essi da sinistre armature. Le storie sulla loro assenza di umanità, paura o senso di conservazione si erano già espanse fra le taverne ed i vicoli. Gli invasori avevano portato una distruzione senza precedenti, fermati solamente da incredibili baluardi di forza, castelli o città fortezza, che non avrebbero retto ancora per molto. Domani ci sarebbe stato il grande incontro fra i lord, i Re ed i piú grandi comandanti del continente, per decidere il futuro di loro tutti. Vi trovate a Grigio Borgo, ognuno di voi é arrivato qui seguendo la sua strada, ognuna diversa, ognuna incredibile. Ma il fato o chi per lui, ama complottare e vi metterà presto l'uno sul cammino dell'altro. @Cuppo Johann Esterno delle Mura, Padiglione centrale dell'esercito. Il sole è basso. L'imponente città eterna si apre davanti a te con la sua pietra grigia e l'ombra della montagna. Avete percorso la distanza che vi separava da quel luogo leggendario come se gli stessi Cavalieri Neri vi fossero alle spalle, e forse è proprio così, in un certo senso. Il grosso della Compagnia e due membri della Tavola ( dimmi tu chi ) sono rimasti a gestire Iskal. I tendaggi sono stati montati in file regolari e perfette con al centro una grande tenda comune per ospitare voi Veterani quando dovete parlare. Gli uomini che vi hanno scortato sono fra i migliori della Compagnia del Doppio soldo. Disciplinati, instancabili e secondi a nessuno nell'uso della loro arma d'eccellenza, lo Spadone. Oltre le mura, in uno degli edifici destinati ai nobili, Thalia si sta sistemando. La futura regina ha una tempra più unica che rara, capace di stupirti più e più volte. Siete d'accordo di incontravi domani mattina per raggiungere insieme il vostro seggio al grande consiglio che si terrà. Ma stasera sei libero di fare ciò che vuoi. Parlare con gli altri Veterani riguardo la situazione, oppure unirti ai tuoi uomini che si stanno dirigendo alla locanda improvvisata nel Padiglione dei Mercanti od ancora, visto che hai libero accesso alla città esplorarne le vie. Che cosa fai? @Casa Clovis Esterno delle Mura, Padiglione dei Mercanti. La carovana a cui ti sei unito ha viaggiato lentamente, ingrossandosi sulla via, fino a diventare un fiume di carri e persone. Mercanti da ogni luogo hanno messo in salvo i loro averi ed attività, fiutando le possibilità di un evento unico ed eccezionale. I più potenti uomini del continente riuniti nella stessa città, mettendo da parte screzi, conflitti e quant'altro. Un occasione unica per mettersi in mostra e fare affari. Guardi alla città che ti sovrasta con rabbia e avidità. Sai che chi conta veramente si trova all'interno di quelle mura. E sai anche che è quello il tuo posto. Domani si terrà il grande evento di cui tutti parlano e te sei confinato lí fuori,fra soldati qualunque, venditori di cianfrusaglie e rifugiati di guerra. Intorno a te il frastuono degli uomini che bevono, commerciano, scommettono ad ogni ora del giorno si scontra con il senso di mistero e misticismo che la grande montagna emana. Uno dei tuoi contatti della Gilda dei Mercanti ha chiesto d'incontrarti e ti aspetta nella sua tenda. Puoi andare da lui subito, o farlo aspettare e finire il discorso che avevi iniziato ieri sera con la bella cameriera della locanda improvvisata davanti al carro dove dormi. Cosa fai? @Marco NdC Leyrold Interno delle Mura, Palazzo di Lord Volking. Dalla finestra della tua camera la vista è incredibile ed ancora non riesci a non rimanerne incantato. Il solo osservare le guglie, i tetti spioventi, gli archi di pietra e le acque mistiche ti fanno venir voglia di tramutare le tue sensazioni in musica e versi. Ringrazi ancora la tua buona sorte che ha messo fra il pubblico di una delle tue prime esibizioni in città Lord Volking. Gli è piaciuto così tanto sentir cantare delle sue gesta che dalla povera stanza sopra la Taverna del Tasso D'Oro, all'ampia camera con terrazzo sull'intera città è stato un attimo. Il Lord Conquistatore, si é assicurato che tu possa godere di ogni agio, mentre ti prepari ad essere al suo fianco al piú grande evento della recente storia del mondo. Oltre a te, nella magione che Grigio Borgo ha messo a disposizione per il signore di Viseriz, dimora la moglie, la figlia ed il giovane scudiero membro di un altra famiglia nobile minore. Suo l'arduo compito di mantenere al sicuro la famosa spada fiammeggiante di Lord Volking. La sera sta per sopraggiungere e sei libero dai tuoi doveri fino al mattino. Potresti continuare l'esplorazione della incredibilmente vasta e tentacolare città da dove avevi interrotto nei giorni passati ( dimmi tu dove), oppure scoprire il significato dei continui sorrisi della figlia del tuo signore, o ancora accontentare la voglia di svago dello scudiero, che vuole andare a vedere la tendopoli. Che cosa fai? @Menog Gantulga Esterno delle Mura, Padiglione esterno. Non siete fatti per stare in mezzo a loro. Sono gente debole, che si nascondono dietro le loro prigioni di pietra e legno. Ora che sei arrivato a Grigio Borgo lo puoi dire con ancor più fermezza. Dei giovani che hanno lasciato la tua gente in cerca di risorse ed informazioni per assecondare le visioni dello sciamano, solo tu ti sei allontanato così tanto. Il tuo cuore soffre la nostalgia delle immense steppe e dei luoghi dove ami cacciare ma la tua missione é precisa. Trovare un modo per cui tu ed il tuo popolo possiate sopravvivere a ciò che verrà. L'immensa tendopoli è accasciata come un corpo morto contro le mura della città ed i loro abitanti si agitano come vermi in attesa che qualcuno decida del loro destino. Lo trovi rivoltante ma non ti lamenti, dopo tutto anche te, come loro, sei lí davanti alle grandi porte, in attesa. Unirti alle genti della tendopoli può darti l'occasione di conoscere qualcosa della grande minaccia che incombe, potresti pure trovarti un lavoro come cacciatore per i numerosi eserciti a cui servono costanti rifornimenti. Nulla ti vieta di esplorare la mura, magari trovi un modo di entrare al loro interno. Che cosa fai? @Voignar Iterius Interno delle Mura. Vecchia torre. Sei stupito della vastità della loro biblioteca. Sapevi che a Borgo Grigio un ordine di stregoni praticava una magia antica, legata alla terra e che usava la speciale pietra della montagna per catalizzare potenti incantesimi offensivi, ma non pensavi che avesse raccolto così tanta conoscenza. Peccato non averne accesso. Siete stati accolti con rispetto e gentilezza, ma percepisci chiaramente la loro sfiducia nei vostri confronti e forse non puoi neanche biasimargli. Le pratiche del Regno di Dretus sono ben note a tutti e generalmente mal viste. Vi hanno sistemato in una vecchia torre grigia alla base della grande fontana al centro della città, dove i membri più anziani del loro ordine hanno i laboratori e gli uffici personali. Sei stato onorato di aver avuto l'incarico, insieme ad altri Baccellieri e Maestri di accompagnare l'Arcimago in quel Viaggio e di certo lo sfrutterai per la tua scalata al potere, ma non puoi non pensare a come la situazione sia grave. Questo non è un esercito di stupidi guerrieri sanguinolenti, o di qualche invasato religioso. I Cavalieri Neri e le loro armate risultano immuni ad ogni forma di divinazione e questo fa pensare che fra le loro fila vi siano esperti praticanti delle arti magiche che occultano i loro spostamenti, le loro intenzioni. Non avere il vantaggio magico é un pensiero terrificante. Le ombre stanno calando velocemente ed hai diverso tempo a disposizione prima dell'indomani quando dovrai prendere posto accanto ad Uneras, alla destra dell'Arcimago. Borgo Grigio é un luogo unico ed antico, carico di mistiche energie interessanti da esplorare per un incantatore. Potresti scoprire qualcosa di più sulla pietra con cui é eretta la città, oppure tentare d'intrufolarti in qualche area proibita della torre, come la biblioteca. Il tuo amico Vertius é appena uscito e se ti sbrighi potresti raggiungerlo, chissà dove é diretto? La scelta é tua. Che cosa fai?
  12. Grombrindal, Nano Sventratore Era cosí la morte senza onore? Ero giá uno spettro destinato a vagare su questo mondo fino alla fine delle sue rotazioni? Il mio corpo era stato fatto a pezzi eppure era sempre li, a ricordarmi che non potevo morire, non come fanno tutti almeno. Mi ero trascinato dietro al gruppo, come un cane che non porta preda, inutilmente, lasciandomi guidare di strada in porta, all'ombra ed al sole. Ubriacandomi quando potevo e scivolando in sonni senza sogno. Le voci del gruppo lontane. Quella mattina avevo fatto un passo indietro, di nuovo oltre la soglia della vita. Mi ero lavato, avevo affilato la mia arma, che aveva ancora il sangue incrostato della bestia del caos, ed avevo pregato i miei avi e mio fratello, di darmi la perseveranza per cercare una fine degna. Sceso le scale nella comune, i colori erano tornati ad avere una parvenza di realtá. Mi sedetti mangiando abbondantemente e salutando con parole che non erano grugniti gli altri. Erano concentrati sulla loro missione per conto del divino. Ammiravo il loro genuino impegno. Io desideravo solamente morire, ma viaggiare insieme a loro non era tanto male dopo tutto. << Io ho le monete di Kiril. >> Si girarono tutti a guardarmi. Dopotutto era la prima volta che partecipavo ad una delle loro discussioni sul da farsi.
  13. Ragazzi, sono un paio di giorni oblerato di lavoro. Mercoledì sono di festa e faccio il post introduttivo. @Marco NdC condividimi la mappa quando puoi. I link delle schede le ricontrollo in queste mattine ! Buona domenica sera
  14. Ciao ragazzi, - Riguardo i link di drive dovete inserire qua il link condivisibile a tutti, altrimenti mi chiede l'accesso. - Per le mappe bel lavoro. Se @Marco NdC si occupa di aggiornarla, se ho capito la tua intenzione, puoi usare quella che preferisci. Riguardo Grigio Borgo, lo metterei verso il centro della mappa. - @Voignar puoi tenerti il famiglio se é solo per caratterizzare il pg. Ricordati che in teoria, visto ció che hai stabilito nella fiction, potresti anche utilizzare la mossa rituale per crearti una bestia chimerica piú forte. Sto mettendo insieme ció che é stato detto, ed in questi giorni si aprono le danze. Se volete modificare qualcosa dei bg é il momento giusto.
  15. Ragazzi domani mattina la mia ragazza parte e stará via due mesi. Avró quindi tutto il tempo di concentrarmi sui passatempi ludici, a parte ovviamente il lavoro. Domani pomeriggio metto quindi insieme le varie informazioni prese fino ad ora. Oggi probabilmente, salvo eccezzioni, saró impegnato a portarla un pó a giro per la ridente Germania, prima che se ne torni in italia. Detto questo: - Appena riesco vi faccio un ultima serie di domande ( se mi rendo conto che mi servono, altrimenti poi passo al post. ) - Se volete usare il format di Marco a me va piú che bene. Condividetemi il link di drive - Se volete intrecciare i Bg molto bene, sentitevi liberi di modificare quanto scritto. - @Marco NdC se hai tempo e voglia di tirare fuori dal cilindro la mappa con qualche riferimento visivo dei Regni, ovviamente mi va piú che bene. - @Menog ecco le tue domande - I migliori cavalli del continente. I piú veloci, i piú forti ed impavidi. Cavalli degni dei Re. Dimmi due Regni che si sono rivolti alla tua Tribú per le cavalcature recentemente e quali cavalli gli avete dato - La tua Tribú si sposta spesso, ma rimanendo generalmente sempre nelle stesse regioni ( individua le steppe geograficamente, ponendo con quali regni é confinante e se ci sono altri tipi di climi, flora e fauna a cui sei abituato a coesistere.) - Sei un cacciatore. Nel tuo popolo questo ha un significato profondo, importante, a cui le tue genti guardano con rispetto riverenziale. Non solo perché i cacciatori procurano il sostentamento, c'é anche un altra ragione, legata ad antiche leggende e rituali. Parlami di una di queste leggende e di un rituale ad essa collegata. - Hai un debito di sangue con qualcuno, che prima o poi verrá a riscuotere. Dimmi perché, io ti diró con chi.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.