Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Opzioni Draconiche

La WotC ha rilasciato gli Arcani Rivelati di Aprile 2021, nel quale possiamo trovare vario materiale di gioco legato ai draghi.

Read more...
By Ahrua

Progettazione di uno Scenario Basato sui Nodi - Parte 9: Tipi di Nodi

In questo ultimo articolo della serie di articoli base sull'uso dei nodi per la creazione di scenari, The Alexandrian approfondisce la natura dei nodi.

Read more...

Paths Peculiar - Per favore Arthur Cobblesworth, vai a dormire

Uno One Page Dungeon di Niklas Wistedt incentrato su dei rumori molesti in un cimitero

Read more...

Recensione: Tasha's Cauldron of Everything

Con colpevole ritardo pubblichiamo la recensione del penultimo manuale uscito per D&D 5E: Tasha's Cauldron of Everything.

Read more...

Quando un lupo non è un lupo? - Parte 2

Oggi Goblin Punch vi parlerà di una possibile e viscida variante per i vampiri per le vostre avventure.

Read more...

Recommended Posts

Ciao a tutti. anche se è da un po' che on scrivo non ho abbandonato la passione e infatti adesso sono incappato in un problema.

Sono ormai svariati anni che, per varie vicissitudini, gioco di ruolo solo on line su un tavolo virtuale con il programma maptool.

Adesso però mi sono imbattuto in un problema di gestione della mappa e metagaming.

Nella prossima avventura che dovranno affrontare i miei giocatori, durante la tipica esplorazione di un dungeon, dovranno affrontare un subdolo effetto magico di confusione che ad ogni bivio potrebbe far prendere loro il senso dell'orientamento facendogli imboccare una via a caso.

Nulla di preoccupante e facilissimo da gestire a livello narrativo descrivendo di volta in volta il "nuovo" corridoio in cui si incamminano.

Nella realtà del tavolo virtuale invece le cose sono ben diverse. La mappa è già pronta e i personaggi la scoprono rendendola visibile man mano che si muovono esplorando.

Come fare quindi a proporre un simile effetto? In passato mi ero imbattuto in un simile problema con una avventura inventata da me ma all'epoca il labirinto era molto complicato e si era alle prime armi con il tavolo virtuale quindi avevo risolto (più o meno) ricoprendo nuovamente la mappa ogni volta che si smarrivano. Ora però siamo tutti più sgamati e non saprei come fare per gestirlo senza dover ricorrere al: "fingete di esservi persi".

 

Avete suggerimenti?

 

Grazie.

Link to post
Share on other sites

  • Replies 13
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Perdonami se la mia proposta ti risulterà ovvia, ma il mio consiglio sarebbe: non condividere la mappa in tempo reale. Non è mica obbligatorio. Quando si gioca in presenza, attorno ad un tavolo,

Su Roll20 c'è un tool tipo MS Paint. Col mio gruppo è capitato che i giocatori lo usassero per disegnare le mappe con il proseguire dell'esplorazione. Non è superbo graficamente, ma funziona.

Non necessariamente, con Zoom per dire puoi fare una condivisione di un file (fosse anche un Paint vuoto in questo caso) su cui tutti quanti i partecipanti possono annotare e disegnare quindi sarebbe

Perdonami se la mia proposta ti risulterà ovvia, ma il mio consiglio sarebbe: non condividere la mappa in tempo reale.

Non è mica obbligatorio. Quando si gioca in presenza, attorno ad un tavolo, non lo si fa: puoi benissimo non farlo anche online. Almeno per quell'avventura.

Se i tuoi giocatori se lo aspettano perché ormai ci sono abituati, di' che non hai avuto tempo di prepararla in versione per computer, o qualcosa del genere; tipo, che il dungeon viene da un vecchio manuale cartaceo. E se anche sospettassero qualcosa, pazienza. Un conto è sospettare e un conto è sapere.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Intanto grazie mille a tutti.

cercherò di rispondere in ordine ai vostri commenti.

Per disegnare le mappe uso da anni Campaign Cartographer 3. A mio giudizio veramente eccellente e ben fatto. Però mi vengono mappe tutt'altro che confuse.

Vero che attorno ad un tavolo vero non si presenta la mappa e si lascia la cosa nelle mani di un cartografo (o quando si è all'esasperazione la si disegna per loro man mano) ma una delle cose belle del tavolo virtuale è proprio il muoversi con la "Fog Of War" che si apre man mano come nel mitico Baldurs Gate con cui noi siamo un po' cresciuti. Infatti i token dei PNC/mostri sono contornati di verde e diventano contornati di rosso quando si incavolano.

I miei giocatori inoltre sanno benissimo che è praticamente impossibile trovarmi senza mappe pronte considerando il fatto della facile reperibilità in rete e che nel caso peggiore posso farmele. Inoltre, cosa che non avevo detto, stiamo giocando a all'AP di Pathfinder "Rise of the Runelord" e il fatto di cui sopra si svolge nell'avventura #5. Quindi non è plausibile che non la trovi.

Sarebbe comunque un forte metagame.

Infine usare un'altra mappa semplicemente manterrebbe il problema di fondo ma su una mappa diversa.

 

Nel meditare sulle vostre risposte però mi è venuta in mente questa cosa:
1) ai bivi inserisco il blocco della visione che quindi non alza la FOW fino a che non passano il tiro sulla confusione.
2) una volta che hanno esplorato un bivio l'effetto si traduce nel fatto che si muovono in una direzione ma alla fine del movimento si ritrovano da un'altra parte (che figurativamente sembra una sorta di teletrasporto).

Il punto 2 potrebbe essere molto fastidioso se stanno fuggendo da un combattimento e invece di allontanarsi ad un certo punto ci si ritrovano di nuovo in mezzo.

Che ne pensate? Questa è forse la soluzione meno metagaming che io sono riuscito a trovare.

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Grimorio ha scritto:

Non è possibile su un tavolo da gioco virtuale

Su Roll20 c'è un tool tipo MS Paint. Col mio gruppo è capitato che i giocatori lo usassero per disegnare le mappe con il proseguire dell'esplorazione. Non è superbo graficamente, ma funziona.

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator
2 ore fa, Grimorio ha scritto:

Non è possibile su un tavolo da gioco virtuale

Non necessariamente, con Zoom per dire puoi fare una condivisione di un file (fosse anche un Paint vuoto in questo caso) su cui tutti quanti i partecipanti possono annotare e disegnare quindi sarebbe fattibile una mappa comune.

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

la prima cosa che mi viene in mente è: per ogni pagina di roll20 (ad esempio),  una sola stanza del dungeon con il suo corridoio di accesso solo accennato (per far posizionare i token prima di entrare).

i corridoi non li rappresenti in pianta ma li narri, quindi i token vanno direttamente da una stanza all'altra.

perchè hai fatto così? ti chiederanno: 

un esperimento, una prova, poi a fine sessione fatemi sapere se preferite così o nel vecchio modo!

 

comunque questa cosa del metagame c'è sempre, non solo nel caso da te supposto!

immaginati un dungeon completamente esplorato tranne un quadrante della mappa tutto nero e nessun accesso al quadrante nero: prima cosa che si pensa è un passaggio segreto cui diversamente non avresti pensato. Poi magari non c'è però un tentativo di percezione o indagare lo fai!

Edited by Casa
Link to post
Share on other sites

Bene bene bene.

Un mucchio di materiale su cui riflettere.

Dunque, Maptool ha un suo editor interno con cui si può disegnare praticamente come se fosse un paint. Non è gran che e non avendolo mai provato non so se è attivo per i giocatori.

Il vero scoglio a queste proposte il layer di di blocco della visuale che andrebbe reimpostato di volta in volta.

Però.

Potrei in effetti ridisegnarmi la mappa. Smembrarla. Ricopiare ogni singolo pezzo 4 volte cambiando orientazione di ogni pezzo (90° di rotazione ad ogni copia). Disseminare la pagina attiva con tutti i pezzi separandoli e tenendoli oscurati uno dall'altro.

Ad ogni bivio se prendono la strada sbagliata li sposto nella pagina sul pezzo di mappa che andranno a vedere rioscurando tutto il resto. L'effetto globale percepito sembrerà rimane quello di piccoli teletrasporti ma ci sta con la confusione. Il mio token da GM dopotutto possiede la funzione di teletrasporto e raduno dei PG.

Si si. il metagame è insito nel gioco e forse ancora di più nel gioco al tavolo virtuale. Comunque nel corso degli anni numerose mappe hanno mostrato buchi neri dentro un dungeon. Spesso senza nascondere però stanze segrete ma solo elementi portanti o ampi tratti di roccia che dividevano gallerie. Quindi quello non è mai stato un problema. Dopotutto inoltre un passaggio segreto potrebbe anche nascondersi in un muro sottile che divide due stanze esplorate portando con qualche effetto in bolle di spazio o in altri luoghi. Quindi il tiro di perception ci sta ad ogni angolo.

Grazie ancora a tutti quanti per l'aiuto.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Tinklit
      Salve a tutti,
      visto questo periodo io e i miei amici stiamo giocando a D&d 5e su Roll20;
      Tra un mese faró io da Master per la prima volta dopo piú di 10 anni e non nella vecchia maniera alla quale siamo (posso dore tutti noi) abituati.
      Al fine di attingere magari anche dalle vostre esperienze, voi come gestite il vostro tavolo in qualità di DM?
      Specifico: oltre al supporto via pc, quando fate da Master ad un'avventura, tenete appunti cartacei sottomano? Se si, quali? Come li gestite? Come vi organizzate?
      Grazie a tutti per il supporto.
       
       
    • By Holivander
      Ciao a tutti, non so se l'argomento è già stato discusso... Probabilmente dato il periodo si, però non lo ho trovato.
      Stavo cercando un tavolo virtuale per avviare un'avventura pathfinder e poi forse una campagna online ed esplorando un po' ne ho trovati diversi, però normalmente a pagamento, alcuni abbordabili, altri a mio parere eccessivi. Non conoscendoli, mi sapreste consigliare un buon compromesso tra prezzo e prestazioni? Nel senso che ovviamente sarei partito con qualcosa di free, ma giustamente la gente deve mangiare, quindi... Non essendo la mia normale modalità di gioco, ma vedendo che le cose vanno per le lunghe, vorrei un tavolo virtuale soddisfacente ma che non costi troppo (preferibilmente con licenza acquistabile e non ad abbonamento mensile)
      Grazie anticipatamente per le risposte
    • By Hero81
      Ciao,
      supponiamo che io volessi creare una nuova casa editrice di GDR il cui scopo fosse tradurre in italiano i giochi della Sine Nomine Publishing.
      Nome: editrice quattro. (o quattro edizioni)
      Progetti: Godbound, Silent Legions, Stars without number.
      Dettagli:
      * per la distribuzione mi affiderei integralmente a DriveThruRpg
      * Godbound PDF lo metterei pay what you want senza minimo.
      * Godbound cartaceo lo metterei pay what you want con minimo che copra unicamente le spese di stampa e spedizione.
      * gli altri giochi....da decidere dopo aver visto come va Godbound.
       
      Quanto mi costerebbe a vostro avviso traduzione e impaginazione di Godbound?
      Che ve ne pare dell'idea in generale?
       
       
    • By Ermenegildo2
      Sto cercando degli spunti su come modificare il sistema di caratteristiche in cyberpunk2020.
      L'idea sarebbe di separare il massimo potenziale nella caratteristica dal suo punteggio attuale e differenziarlo tra i vari giocatori. Questo unito a delle ulteriori penalità per un uso eccessivo degli impianti dovrebbe rendere la scelta di prendere un innesto o no più interessante. L'idea sarebe di creare un mondo in cui questa frase:
      "Gli innesti ti permettono di superare i tuoi limiti fisici ma ti fanno perdere quella scintilla speciale negli esseri umani che porta al progresso"
      è strettamente vera senza eccezioni. Qualcosa di simile è presente nel manuale Pacific Rim quando vengono presentate alcune varianti del Solo che rinunciano agli innesti per ottenere dei bonus in condizioni specifiche. Io vorrei estendere la cosa a tutto il gioco e dotarla di livelli intermedi.
      Quindi in sostanza cerco dei sistemi di gioco in cui oltre al punteggio attuale di caratteristica sia presenta anche un meccanismo per stabile quale sia il massimo a cui puoi ambire. Punti bonus (ma non è strettamente necessario) per un sistema che supporti anche una diversa velocità di apprendimento.
    • By Pau_wolf
      Avete presente i soldatini di plastica che vendevano ovunque, e forse alcuni tabaccai e giocattolai di paese vendono ancora?
      Compresi dinosauri di plastica, insetti e animali vari.
      Ecco. Mi chiedevo se esistesse un gdr che mi permetta di usarli tutti. Non troppo complesso nel regolamento. E che possa possibilmente farmi usare dinosauri di diverse dimensioni, jeep, barricate, carri armati.... Ho rispolverato i miei vecchi giocattoli, e non so come altro usarli xD

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.