Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By Lucane

I Mondi del Design #10: 'Old School' nei GdR e in Altri Giochi: Parte 2 e Parte 3

Eccoci con la seconda e terza parte della disamina che Lew Pulshiper propone delle differenze tra Old School e Nuova Scuola. Il punto di vista dell'autore è chiaro e a tratti estremo, voi come la pensate?

Read more...

Con Me nella Tomba: Il Gioco di Taffo

La Taffo e MS Edizioni hanno realizzato un Gioco da Tavolo con un'unica Regola: dovrai giurare di portare quel Segreto Con Te nella Tomba!

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Red Giant e Thurian Adventures

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Avventure Investigative #8: Un Tocco di Spoiler

D&D può essere usato per creare delle avventure investigative interessanti? Eccovi l'ottavo articolo di una serie in cui espongo le mie idee in merito.

Read more...

Sondaggio sugli Incantesimi

I giocatori di D&D 5E sono chiamati a fornire la loro opinione sugli incantesimi del Manuale del Giocatore.

Read more...

Dungeon World


Recommended Posts

A discapito dei risultati, ogni tot mesi ci riprovo.

Cerco un gruppo per cominciare una campagna con sistema Dungeon World. L' avventura sarà, come nei canoni del gioco, incentrata molto sui personaggi e le loro scelte. Epica ma con tinte di realismo, date soprattutto dall'enfasi su meccaniche survival di esplorazione in ambienti ostili e selvaggi, e sulle guerre campali. Sempre da manuale, in fase di creazione, i giocatori avranno modo di plasmare il mondo di gioco, ( benché abbia un idea precisa riguardo il filone generale, ho lasciato volutamente diversi spazi bianchi da riempire.). Mi piacerebbe qualcosa da portare avanti sul lungo periodo, magari anche scambiandoci il ruolo di master, durante le avventure del gruppo. ( Si questa é pura utopia.) 

Per qualsiasi info, chiedete pure. 

 

Link to comment
Share on other sites


sarei interessato (anche allo scambio del ruolo del master) ma il tempo è tiranno quindi ti chiedo: qual è la frequenza di messaggio che richiedi?

legata alla prima domanda c'è anche questa: qual è la distanza di tempo tale per cui 2 messaggi sono considerati contemporanei? (es marco scrive il mio pg raccoglie il rubino; paolo 3 giorni dopo descrive che è il suo pg a raccogliere il rubino)

 

poi una curiosità:

la creazione dei pg (data la sua particolarità) sarà fatta su una chat (tipo discord) tutti assieme o hai pensato a qualcosa sempre via forum?

 

grazie

Link to comment
Share on other sites

Un paio di domande anch'io a parte quelle già richieste.

Sarebbe possibile aggiungere grimworld alla base di razze e classi ?

questo lo chiedo per vari motivi tra cui : un po' mi rompe la limitatezza di dungeon world di volere solo gli archetipi tipici(esempio nessun nano mago ecc) e inoltre le mosse di morte mi piaciono molto dando una storia anche alla fine di un pg e non solo alla sua vita

 

seconda domanda : puoi darci un idea maggiore del filone ? ^^ esempio più investigativo, combattimenti o cosa ?

Link to comment
Share on other sites

Ciao ragazzi, allora andando con ordine :

- "Frequenza": non ho pretese al riguardo. Lavoro molto e sono sempre pieno d'impegni. Cercherei di mantenere il minimo per non far scemare l'interesse, tipo un post ogni due giorni, massimo tre. 

- "la distanza di tempo per cui due..." Onestamente non mi sono mai trovato difronte al tipo di situazione che descrivi. Comunque metterei un ordine per postare e poi vediamo.

- " creazione" la facciamo sempre via forum sulla gilda, oramai sono rodato e non dovremmo avere problemi. 

 

 

- " grim world" non al momento. Non ho il manuale, ne il tempo di leggerlo o assimilarne i concetti per integrarli ad un eventuale storia, o almeno non se voglio farla bene. Non escludo la possibilità, se riusciamo a mettere su un gruppo che ha continuità , ad implementare il manuale. Ma almeno per la prima avventura rimango fedele al classico. 

 

Riguardo la storia, un mondo frazionato ed in guerra, le cui fazioni si uniscono per combattere un male comune. A seconda di come verranno sviluppati i personaggi, avevo pensato sia a sessioni "diplomatiche " per creare effettivamente l'alleanza, sessioni di esplorazione per recuperare artefatti necessari alla guerra, ed i vari conflitti. Poi tutto girerà intorno ad un idea specifica che ho in testa, ma che oltre ad esserne il perno è anche l'epilogo, quindi non ve ne posso parlare. Vedremo se andrete abbastanza in là nell'avventura per vederne il finale. 

Riguardo il reclutamento direi di arrivare almeno a tre giocatori oltre al master. 

 

Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, Crees ha scritto:

- " grim world" non al momento. Non ho il manuale, ne il tempo di leggerlo o assimilarne i concetti per integrarli ad un eventuale storia, o almeno non se voglio farla bene. Non escludo la possibilità, se riusciamo a mettere su un gruppo che ha continuità , ad implementare il manuale. Ma almeno per la prima avventura rimango fedele al classico.

Per me nessun problema ^^ chiedevo più per il fatto delle razze che di tutto il resto, ma va bene anche dungeon world base ^^

Link to comment
Share on other sites

Visto che abbiamo raggiunto i 4 partecipanti vedo in giornata di aprire la gilda così cominciamo con la creazione. Chiunque volesse unirsi può comunque scrivere qui, che allargare la community di DW fa sempre bene, visto che i giocatori si contano sulle dita di una mano. A tal proposito vi segnalo 

@Cuppo Si comincia tutti da qualche parte, perciò nessun problema a prenderti a bordo.

Qui il manuale 

https://www.dungeonworld.it/

Edited by Crees
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Il 9/7/2020 alle 11:58, Marco NdC ha scritto:

È un periodaccio per me. Se possono bastare 1-2 post/settimana, ma candido volentieri come Bardo.
Il BG posso anche lasciarlo in parte o in toto al GM, per meglio adattarlo all'ambientazione.

1-2 post/settimana potrei tenerli anche io.

dite voi se va bene (non voglio togliere il posto ad un altro più regolare)

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Siamo decisamente al completo e non riuscirei a gestire più giocatori, ma comunque onestamente , dopo il nostro trascorso sia come giocatori della stessa campagna (di @Marco NdCNdC fra l'altro, che qui è giocatore) sia quando io masteravo e tu giocavi, trovo sorprendente che ti proponi come giocatore. 

Link to comment
Share on other sites

Ah ok. Trovalo sorprendete quanto mi pare. Volevo propormi lo stesso. Forse con un altro master la cosa era differente. E poi che problema ci sarebbe a proporsi? Non è che provo rancore o altro solo perché la gilda con marco Ndc non abbia funzionato. 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Ian Morgenvelt
      Come avevamo anticipato a Febbraio, la Magpie Games rilascerà nel corso del prossimo anno un gioco di ruolo ambientato nel mondo di Avatar, la famosa serie animata. Questo lunedì sono uscite alcune importanti novità su questo progetto: è stato confermato che il sistema utilizzato sarà il Powered by the Apocalypse e, soprattutto, è stato rilasciato un Quickstart ottenibile gratuitamente iscrivendosi alla newsletter della casa editrice. Il manualetto è composto da 55 pagine e contiene tutto il necessario per iniziare a provare il sistema.
      E' stato inoltre annunciato che il GdR arriverà su Kickstarter il 03 Agosto.
      Andiamo quindi a leggere l'annuncio della Magpie Games:
      Link al sito del progetto: https://magpiegames.com/avatarrpg/
    • By Ian Morgenvelt
      E' stato annunciato un nuovo GdR targato Magpie Games, ispirato al mondo di Avatar, la famosa serie di animazione.
      Il 3 Febbraio la Magpie Games ha rilasciato un comunicato stampa per annunciare una novità che farà felici molti fan del mondo ludico: ha, infatti, ottenuto una licenza per creare una serie di contenuti che porteranno il mondo di Avatar: La Leggenda di Aang e La Leggenda di Korra sui tavoli di tutti i giocatori di ruolo. Il manuale è atteso per Febbraio 2022 e verrà seguito nel 2023 da due supplementi, intitolati Republic City (Città della Repubblica, traduzione non ufficiale) e Spirit World (Il Mondo degli Spiriti, traduzione non ufficiale). 
      Stando al comunicato, inoltre, è possibile presumere che il gioco sarà un Powered by the Apocalypse.
      Leggiamo quindi il comunicato stampa rilasciato dalla Magpie Games:
      Fonte dell'annuncio ufficiale: https://www.magpiegames.com/2021/02/03/new-rpg-set-in-world-of-avatar-tla-tlok/?fbclid=IwAR3hXUeGUvXw6S0xfDejDQDcJb5F3oGNT6JK6rCT88RgA_2GwVLB0STnt9U
      View full article
    • By Ian Morgenvelt
      Il 3 Febbraio la Magpie Games ha rilasciato un comunicato stampa per annunciare una novità che farà felici molti fan del mondo ludico: ha, infatti, ottenuto una licenza per creare una serie di contenuti che porteranno il mondo di Avatar: La Leggenda di Aang e La Leggenda di Korra sui tavoli di tutti i giocatori di ruolo. Il manuale è atteso per Febbraio 2022 e verrà seguito nel 2023 da due supplementi, intitolati Republic City (Città della Repubblica, traduzione non ufficiale) e Spirit World (Il Mondo degli Spiriti, traduzione non ufficiale). 
      Stando al comunicato, inoltre, è possibile presumere che il gioco sarà un Powered by the Apocalypse.
      Leggiamo quindi il comunicato stampa rilasciato dalla Magpie Games:
      Fonte dell'annuncio ufficiale: https://www.magpiegames.com/2021/02/03/new-rpg-set-in-world-of-avatar-tla-tlok/?fbclid=IwAR3hXUeGUvXw6S0xfDejDQDcJb5F3oGNT6JK6rCT88RgA_2GwVLB0STnt9U
    • By Ian Morgenvelt
      Il 3 Gennaio il designer indipendente David Lombardo ha annunciato tramite un tweet di aver adattato il sistema di Laser&Feelings, uno dei pioneristici giochi creati da John Harper, per creare un gioco di ruolo da tavolo ispirato alla famosa saga videoludica di Dark Souls. Il gioco parte da alcune premesse appropriate per l'ambientazione: i personaggi giocheranno dei personaggi cupi e tormentati e dovranno affrontare imprese come "Raccogliere le Anime dei Quattro Signori" o "Creare l'Altare della Prima Fiamma". Si tratta, però, di un gioco estremamente particolare e richiede alcune premesse: andiamo a scoprirne tutte le sfaccettature e ad esplorare quello che ci offre.
      Il predecessore: Laser&Feelings

      Ispirato da un album dei Doubleclick, John Harper ha creato il suo Laser&Feelings, un GdR narrativo dalle meccaniche tanto semplici quanto innovative che segue il formato dei "giochi da una pagina". E non si tratta di un'iperbole per spiegare la scarsa complessità: l'intero regolamento di Laser&Feelings è infatti contenuto in una pagina A4. Questa scelta, però, non è un semplice esercizio di stile fine a sé stesso: il gioco funziona al pari di qualunque altro sistema. Il foglio può essere diviso in due parti: la prima contiene le regole, mentre la seconda i consigli per i master, principalmente spunti di trama e generatori casuali di avventure. Il sistema, infatti, è fortemente basato sull'improvvisazione: spinge i master a preparare poco materiale e fornisce dei sistemi per improvvisare delle avventure seguendo gli spunti forniti dai giocatori, veri protagonisti del gioco. Il primo di questi è lo spunto da cui parte la trama, un evento decisamente spiazzante e che spinge i giocatori a pensare fuori dagli schemi: i personaggi saranno l'equipaggio di una nave in missione esplorativa, il cui capitano è stato soverchiato da un'entità psichica ed è attualmente ricoverato in una capsula medica. 
      Le regole, come anticipato, sono estremamente semplici e riprendono la struttura di Trollbabe di Edwards. I personaggi scelgono un numero da 2 a 5 e determinano chi sia il loro personaggio all'interno della nave e quali siano i suoi obiettivi. Per risolvere un conflitto si tira un d6, aggiungendone un secondo in caso si sia "addestrati" e un terzo nel caso si sia "esperti": tirando sotto al proprio numero si riuscirà in una prova di Laser, tirando sopra in una prova di Sentimenti (Feelings). I due tipi di prove non sono altro che un modo per indicare due approcci differenti per risolvere le situazioni, che vengono scelti di volta in volta dal giocatore sulla base di quanto stia narrando: il primo indica le situazioni in cui il personaggio usa la scienza o la ragione per superare una sfida, mentre il secondo quelle in cui vengono usati i sentimenti (appunto) o i rapporti interpersonali. Più successi si ottengono e migliore sarà il risultato: un singolo successo, infatti, comporta che avremo superato la prova pagando un prezzo, che si tradurrà in una conseguenza determinata dal master. Inoltre, nel caso in cui si ottenga esattamente il proprio numero si otterrà un Laser Feelings, un successo che permette ai giocatori di fare una domanda al master su ciò che sta accadendo. 
      Dai Laser alle Spade

      Dopo questa doverosa premessa, guardiamo come sia stato adattato il sistema. Il primo cambiamento è nel dado, che viene modificato dal d6 al d10 e, analogamente, il numero scelto dal giocatore varierà tra 2 e 9. Anche le statistiche sono state modificate: al posto di Laser e Sentimenti troveremo Spada (per indicare le azioni più aggressivi e distruttive) e Scudo (per le azioni svolte con cautela o quelle principalmente difensive). Ma sarà ancora una volta compito del giocatore scegliere quale approccio venga usato dal proprio personaggio per risolvere ogni sfida. 
      La vera novità è rappresentata, però, dall'aggiunta delle classi e della Postura. Sono entrambi sostituti di due parti dei personaggi di Laser&Feelings (rispettivamente, il ruolo nella nave e il "Laser Feelings"), che però aggiungono delle nuove meccaniche decisamente interessanti. Il ruolo del personaggio, infatti, offre anche un'abilità speciale unica per ogni classe, attivabile spendendo Postura: questa è una risorsa che viene generata ogni volta che si ottiene esattamente il proprio numero su un dado, utilizzabile anche per cambiare il proprio numero, alzandolo o abbassandolo di un punto. Si tratta di meccaniche interessanti e che ben si sposano con un gioco più incentrato sull'azione e sul combattimento. 
      Consiglio, poi, di dare un'occhiata al gioco anche in caso non siate interessati al sistema: il generatore casuale di missioni è uno strumento perfetto per tutti quei master che volessero giocare una campagna in un mondo ispirato a quello di Dark Souls o dei suoi "figliocci" (come l'altrettanto famoso Bloodborne). I nomi di PNG e luoghi e gli spunti di trama possono aiutarvi a improvvisare delle situazioni al volo o aiutarvi a risolvere eventuali crisi creative.
      Il sistema è disponibile interamente su itch.io (trovate il link in calce), compresa una seconda pagina di regole con ulteriori consigli per i master, un generatore di nemici e tesori, e degli esempi di oggetti magici. Sono, inoltre, presenti delle regole opzionali, che rendono il gioco più tattico. Viene venduto con una formula pay what you want ed è disponibile sia come PDF che come jpg.
      Link al PDF del gioco: https://awkwardturtle.itch.io/sword-board
    • By Ian Morgenvelt
      Egg Embry di ENWorld ha intervistato Mark Diaz Truman, il CEO di Magpie Games, parlando del nuovissimo Urban Shadow 2E.
      Articolo di Egg Embry del 17 Novembre
      Il pluripremiato Urban Shadows sta finanziando una seconda edizione tramite un Kickstarter. Nel numero 269 di Knights of the Dinner Table (NdT: una rivista a fumetti strettamente legata ai GdR) ho recensito la prima edizione di Urban Shadows; quindi sentir parlare di una seconda edizione per uno dei migliori GdR Powered by the Apocalypse ha immediatamente catturato la mia attenzione. Mark Diaz Truman, CEO della Magpie Gaming e designer di Urban Shadows 2e, ha accettato di parlare con me delle novità di questa nuova edizione del gioco, di cosa abbia imparato sui PbtA nel corso degli anni e di cosa siano riusciti ad ottenere dal recente Magpie Games Design Festival. 

      EGG EMBRY (EGG): Ti ringrazio per avermi concesso del tempo per parlare del Kickstarter. Per quelli che non conosco il gioco, che cos'è Urban Shadows 2E?
      MARK DIAZ TRUMAN (MARK): Urban Shadow è un gioco di ruolo da tavolo urban fantasy con una forte componente politica, dove i mortali e il soprannaturale lottano per il potere su una città dei giorni nostri. Vampiri, fate, cacciatori, maghi e altro ancora combattono nelle ombre... O stringono accordi segreti per i propri pezzi di strada o i propri grattacieli. I giocatori interpreteranno dei potenti archetipi, protagonisti di storie e legati in qualche modo al sovrannaturale. Verranno travolti dai conflitti e dai complotti politici riguardanti il passato, il presente ed il futuro della città, il tutto mentre i mortali rimarranno ignari di queste lotte per il potere. Urban Shadows è stato originariamente pubblicato nel 2015, dopo un kickstarter di successo svoltosi nel 2014, ha venduto migliaia di copie ed ha vinto un ENnie Awards per le Migliori Regole. Ora, più di 6 anni dopo, stiamo tornando sulle strade oscure delle città con Urban Shadows: Second Edition, aggiornando le regole del gioco, il suo aspetto e gli strumenti forniti per supportare delle storie in continua evoluzione di urban fantasy politico.
      EGG: Entrambe le edizioni usano il sistema Powered by the Apocalypse. Che cosa lo rende adatto per Urban Shadows: Second Edition?
      MARK: Negli ultimi dieci anni abbiamo notato che il sistema Powered by the Apocalypse (PbtA) funziona meglio per giochi dove i giocatori "giocano per vedere cosa succede" in ogni situazione in evoluzione, che stiate giocando dei giovani supereroi in una megacittà fantastica o dei narcotrafficanti Messicani finiti in mezzo alla guerra contro lo spaccio. Funziona meno bene per storie fitte di dettagli specialistici e realistici o per partite focalizzate sulla tattica e sui combattimenti, principalmente perché il sistema funziona meglio quando i giocatori devono prendere scelte difficili e il master può continuamente introdurre nuove idee. Urban Shadows è completamente focalizzato sulla politica di una città urbana, una palude mutevole di alleanze dove i personaggi dovranno trovare il modo per cavarsela. E' il perfetto PbtA, uno dove la meccanica principale (le mosse) vi aiuta a focalizzare e dirigere la narrazione verso quei conflitti che rendono una storia interessante. Siamo molto felici di poter perfezionare e dare nuova linfa vitale al gioco con la seconda edizione!
      EGG: La prima edizione del gioco ha una solida fanbase. Cosa vi ha portato a scegliere di pubblicare una nuova edizione piuttosto che espandere la prima con altri manuali?
      MARK: Negli ultimi cinque anni la Magpie Games ha sviluppato e creato diversi giochi che hanno superato i limiti e ridefinito cosa possano fare i PbtA. Pensiamo che sia venuta l'ora di applicare le lezioni che abbiamo imparato ad Urban Shadow, creando un gioco più focalizzato e semplice da usare, oltre che pieno di nuove idee e miglioramenti, inclusi nuovi strumenti per GM e giocatori. Siamo, inoltre, eccitati all'idea di creare dei nuovi manuali con delle illustrazioni di qualità e un buon graphic design. In breve... stiamo creando Urban Shadow 2E perchè siamo lieti di revisionare e perfezionare il nostro lavoro! In particolare stiamo lavorando molto sull'andamento del gioco. Nella 1E i giocatori generavano i propri pettegolezzi e non avevano molte ragioni per interagire con gli altri PG, cosa che portava i personaggi a "nascondersi nel proprio buco" durante un'intera sessione. Nella 2E stiamo aggiungendo una nuova meccanica, i Centri Cittadini, che focalizza l'azione su un'area della città e fornisce ai giocatori numerose ragioni per spendere del tempo assieme!
      EGG: E' un'ottima aggiunta. Nel gioco è possibile giocare su più livelli, dato che si possiede sia il proprio personaggio che un Cerchio. Come funziona?
      MARK: I Cerchi di Urban Shadow  rappresentazioni delle organizzazioni politiche dai confini molto blandi che illustrano le differenti affiliazioni e lealtà del mondo, ognuna dotata di una comunità con le proprie politiche interne e i propri problemi. La Notte, per esempio, raccoglie i vampiri, i mannari, i fantasmi che vagano per le strade e tutti i mortali che sono stati mutati dalle forze sovrannaturali in "altro", che ancora combattono strenuamente per il proprio angolo di città. Ogni personaggio ha un Cerchio a cui appartiene, determinato inizialmente dal proprio archetipo. Ad esempio, il Mago è un membro del Cerchio del Potere. Durante il gioco il Mago può usare le proprie conoscenze relative al proprio Cerchio (e altri Cerchi) per cercare qualcosa o dare un nome ad una faccia, facendo in modo di sfruttare le politiche cittadine più importanti per far avanzare i propri piani. Oltre a permettervi di invocare un Cerchio durante il gioco, US2E ha un "turno delle fazioni", dove i PG e i PNG di una fazione possono fare tutte le azioni relative al riposo. Potreste far spargere la voce tra il vostro Cerchio dicendo che avete bisogno di una guardia del corpo o un artefatto magico o consultare i vostri contatti per capire cosa stia accadendo negli altri Cerchi.

      EGG: La pagina della campagna promette dei nuovi archetipi per la seconda edizione. Potresti dirci qualcosa?
      MARK: Abbiamo due nuovi archetipi che vogliamo aggiungere al manuale base: l'Imp e il Prescelto. Grazie a loro ogni Cerchio è legato a tre libretti, dato che sono legati rispettivamente al Potere e al Caos, e ci aiutano a portare in gioco dei nuovi conflitti legati ad ogni archetipo. Il Prescelto è un personaggio che ha pronunciato un giuramento di protezione e servizio nei confronti di una delle influenti fazioni del Cerchio del potere, per esempio, un concilio di maghi o un ordine segreto di immortali. Ma sarà in grado di tenere fede a tale giuramento di fronte alla corruzione della città? L'Imp è un demone fuggito dall'inferno grazie ad una distrazione o un errore amministrativo, che ora gestisce un'attività commerciale di servizi per creature sovrannaturali. Ma saranno in grado di non farsi divorare dalle proprie spese, assicurandosi di riuscire a rimanere in città e sfuggire dalle mani degli inferi? Oltre a questi libretti stiamo recuperando e aggiornando una mezza dozzina di libretti dai supplementi della prima edizione (il Drago, l'Immortale, il Portatore, ecc...) e ne stiamo aggiungendo altri mano a mano che vengono sbloccati nuovi stretch goal! (NdT: visto l'andamento del Kickstarter, sappiamo già che verranno sviluppati anche l'Angelo, l'Antico, la Strega e il Tormentato)
      EGG: Esiste una anticipazione gratuita del gioco, Urban Shadow 2E Quickstart. Quali parti della nuova edizione si trovano al suo interno?
      MARK: Siamo molto orgogliosi delle nostre meccaniche e degli strumenti per il sistema, quindi abbiamo cercato di mostrare l'intero sistema nelle 40 pagine del quickstart. Potrete trovare le mosse base, le mosse del Cerchio e il Debito, la creazione del personaggio, i Centri Cittadini e il nuovo "turno delle fazioni" dove il master tira dei dadi per vedere cosa stiano facendo le altre fazioni dietro alle quinte! Il manuale finale avrà molte più informazioni (250+ pagine), inclusi tutti i dodici libretti e un sacco di suggerimenti per il GM, ma avrete già a disposizione tutto ciò che vi serve per giocare un'intera campagna se scaricate il quickstart gratuito.
      EGG: L'ambientazione è stata pensata per creare storie che potrebbero essere descritte come "Constantine e The Dresden Files incontrano The Wire e la saga di John Wick". The Wire è nota per il suo realismo, mentre The Dresden Files è decisamente sopra alle righe. Come riesce Urban Shadows 2E ad unire tutti questi stili narrativi?
      MARK: Urban Shadows si focalizza soprattutto sulle identità sovrapposte e sulle lealtà conflittuali, mettendo costantemente i personaggi in situazioni dove dovranno prendere decisioni difficili a proposito del futuro della città. Detto questo, il gioco funziona ad un livello metaforico, prendendo spunto da opere più "realistiche" come The Wire per strutturare questi conflitti mentre usa il linguaggio e gli strumenti dello urban fantasy per permettere ai giocatori di tuffarsi più facilmente nel vivo dell'azione. In altre parole, non vogliamo che i giocatori mandino i propri personaggi a delle riunioni del consiglio cittadino per permettere ai propri personaggi di raggiungere i propri obiettivi, ma... pensiamo che sia decisamente spettacolare vedere un vampiro appellarsi ad un concilio di maghi per sospendere l'esecuzione della sentenza pronunciata contro l'immortale che ha violato le regole più importanti della città.
      EGG: Durate il lockdown molte compagnie hanno tenuto delle convention online, ma voi avete provato un approccio differente con il Magpie Games Design Festival. Su che cosa si è focalizzato?
      MARK: Il Magpie Games Design Festival è stata un'opportunità per permetterci di condividere gli strumenti e gli schemi che usiamo alla Magpie Games con la comunità, soprattutto le persone del nostro server Discord! Questa mattina ho tenuto un workshop dove discutevo i fondamenti del design di un PbtA, che ha mostrato molti dei cambiamenti alle mosse base e alla struttura generale del gioco introdotti da US2E, e molti partecipanti hanno mostrato i propri playtest e abbiamo aiutato ciascuno con dei gruppi di supporto al termine della giornata. Il festival è stato gradito moltissimo! Siamo contenti di vedere le conversazioni, i discorsi e tutta la teoria del game design che sta uscendo da questo evento. Al momento vogliamo tenerne un altro all'inizio della primavera, dove inseriremo ulteriori workshop, playtest e peer review. Se volete essere i primi a sapere quando annunceremo le date, unitevi immediatamente alla mailing list o al server Discord! E, sebbene non abbiamo tenuto una convention online, abbiamo lanciato il nostro Curated Play Program lo scorso Aprile, permettendo ai giocatori di giocare con dei GM con un piccolo contributo. Abbiamo giocato centinaia di sessioni, più o meno una convention al mese, da Aprile e le nostre giocate tendono ad essere prenotate con settimane d'anticipo. Date un'occhiata alla nostra lista qui, che include partite di US2E usando il nuovo materiale del Kickstarter!
      EGG: Mi piacciono questi approcci innovativi con i fan online! Ti ringrazio per avermi parlato. Per i fan interessati a seguire la Magpie, dove possono trovare altre informazioni?
      MARK: Controllate il nostro sito, iscrivetevi alla nostra mailing list [in fondo alla pagina del sito], seguiteci su Instagram, Twitter o Facebook e unitevi alle nostre communities su Discord e Reddit! 
      Urban Shadows: Second Edition della Magpie Games
      Termine: 19 Novembre 2020, 16.00 EST "Il pluripremiato gioco di ruolo da tavolo di urban fantasy politico ritorna con una edizione nuova di zecca!" Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/urban-shadows-2e-an-interview-with-mark-diaz-truman-magpie-games.676259/
      Visualizza articolo completo
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.