Jump to content

Topic di Gioco


b4d

Recommended Posts

@Voignar @L_Oscuro @Khitan

La cittadina di Rizin, un piccolo villaggio sorto ai piedi di una formazione montuosa semicircolare, punto favorevole alla protezione di attacchi da dietro. Un posto tranquillo e dove vivere in pace, popolato in maggior parte da contadini e cacciatori, qualche mercante di basso livello e una esigua milizia cittadina a proteggerlo. Avete deciso di recarvi lì perché siete venuti a conoscenza di un particolare e strano avvenimento per il quale alcuni degli abitanti sono andati a chiedere aiuto alle città vicine: sono stati trovati morti alcuni dei contadini che vivevano al di fuori delle mura della città, e fin qui potrebbe sembrare tutto normale, ma sono le cause ad essere singolari. A quanto hanno detto i cadaveri presentavano svariate ferite da taglio su arti e addome, e attorno a queste ferite la carne era andata subito in necrosi; tutto fa pensare ad un veleno, ma nei dintorni del villaggio non c'è nessuna bestia capace di questo. Inoltre su alcuni dei corpi erano anche presenti un altro tipo di ferite - che avevano lo stesso effetto dei tagli, ma sembra sia più accentuato - simili a punture; e ancora, non c'è nulla nei dintorni del villaggio che possa causare queste cose.

Avete quindi deciso, chi per studiare una possibile nuova forma di vita, chi per guadagnarci qualcosa, chi per altri motivi, di recarvi al villaggio a controllare per capire se fosse fattibile o meno come lavoro; ma probabilmente lo sarebbe stato, non sembra una minaccia così grande per le vostre capacità.

Avete viaggiato qualche giorno in totale tranquillità, ammirando le pianure e le praterie che precedono la foresta oltre la quale si trova il villaggio; e anche attraversare quest'ultima non è stato un problema. Arrivate all'imbrunire e una volta giunti e chiesto in giro dove avere maggiori informazioni siete stati indirizzati alla Locanda del Cinghiale Ubriaco, dove il locandiere vi avrebbe potuto spiegare meglio la situazione.

Ed è esattamente all'entrata della locanda che vi ritrovate tutti e tre, desiderosi di entrare. Appena vi vedete non ci fate caso, ma qualche secondo dopo vi riconoscete a vicenda, siete comunque relativamente famosi data la vostra carriera e le vostre facce sono piuttosto conosciute.

Una volta scambiati i saluti ed entrati scrutate l'interno: il locale è costruito interamente in legno, la disposizione dei tavoli permette un facile passaggio tra uno e l'altro senza intralciare nessuno e l'atmosfera è molto accogliente, le luci delle lanterne sono piuttosto soffuse e danno un'aria di tranquillità. La locanda è semi-piena, popolata quasi interamente di cacciatori - potete dire dall'abbigliamento - che si bevono una birra e fanno due chiacchiere; notate il bancone del locandiere in fondo alla sala, di legno finemente intagliato.

Dietro il bancone si trova un umano davvero enorme: sarà quasi due metri, sia di altezza che di spalle; veste una maglia di tela grigiastra, sopra la quale vi è un grembiule bianco con varie macchie, sia di cibo che di bevande. È pelato e ha dei baffi ben curati, la barba rasata. Sta al momento asciugando un bicchiere con un panno un po' troppo sporco e logoro.

Quando vi vede entrare alza la testa e vi saluta Buonasera, desiderate?

Una volta che vi siete avvicinati vi chiede Non mi pare siate del posto, siete qui per quella questione?

Quando lo interrogate sulle aggressioni vi dice Brutta storia, non abbiamo idea di cosa possa essere. Secondo me c'è lo zampino di qualcuno dall'esterno, che ha non so quali obiettivi. Quelle creature sono sicuramente bestie magiche o comunque frutto della magia, e nei boschi, nelle grotte e nelle montagne nei dintorni non si trova nulla di questo tipo. Parla molto preoccupato, cosa strana per un uomo della sua taglia. Sembra che la vita di questo villaggio sia davvero tranquilla, difficilmente spezzata da avvenimenti come questo.

Comunque, aggiunge, a fine discorso un consiglio che vi posso dare è di andare a bussare alla porta di Lion domani mattina, è il cacciatore più esperto del villaggio e in questi giorni ha fatto qualche ricerca sulla faccenda, di sicuro ne sa di più di tutti. Abita nell'ultima casa verso le montagne, la riconoscerete perché è su una piccola collina.

Finito di discutere sulla vostra missione vi dice Allora, volete bere qualcosa? Il primo giro lo offre la casa. E vi sfoggia un magnifico sorriso, con tutti i denti estremamente bianchi e lucenti.

 

P.s.

Spoiler

Le regole del pbf sono quelle comuni per il forum. Nome del pg nel titolo, bold per il parlato, etc. etc.
Per mantenere una certa fluidita' nella lettura, chiederei che tutti scrivano in prima persona al presente.

Per il resto c'e' poco da dire.
Buon game a tutti! 🙂 

 

Link to comment
Share on other sites

Andor, chierico della conoscenza

Il viaggio è stato lungo, ma piacevole. Quando ho sentito di quelle strane morti, il primo sentimento che ho provato è stato di immensa curiosità: quale bestia può causare tali ferite? Non ho mai letto di nulla del genere!

Certo, mi è dispiaciuto anche per le vittime, ma l'opportunità di incontrare e catalogare una nuova tipologia di creatura mi distrae facilmente da altri pensieri.

Durante il viaggio ripasso mentalmente ogni specie, razza e creatura incontrata e studiata, ma nulla.

Quando arrivo alla Locanda del Cinghiale Ubriaco, non mi sorprende di incontrare altri avventurieri: se la notizia era giunta a me, era giunta sicuramente ad altri interessati.

Appurato che abbiamo gli stessi interessi, e scambiati i convenevoli, parliamo col locandiere, che si dimostra molto loquace. Veniamo così a conoscenza di un certo Lion, che potrebbe metterci sulla giusta strada per sciogliere un tale nodo.

Prima di poter parlare con gli altri avventurieri, rispondo al locandiere.

"Grazie per tutte le informazioni, buon uomo. E per il giro offerto dalla casa.

Io prenderò dell'acqua, possibilmente aromatizzata con del limone.

Come cena, portatemi pure il piatto della casa del giorno, e dopo gradirei una delle vostre stanze per la notte."

La parlata è educata, ma lenta, ogni parola scandita perfettamente.

Attendo che anche gli altri ordinino da mangiare, prima di cominciare a confrontarci sulla faccenda.

 

Link to comment
Share on other sites

Drake Edwards, Falco Pellegrino

Le bestie magiche non sono propriamente il mio pane quotidiano, tendo ad occuparmi di mostri ben più "civilizzati" solitamente, ma quando mi sono giunte alle orecchie le richieste d'aiuto, trovandomi più o meno in zona, non ho potuto rifiutare. Non è il mio tipico lavoro, ma si tratta comunque di innocenti in difficoltà... e non mi stupirebbe se dietro a tutte quelle morti ci fosse una creatura intelligente, una mente fredda con chiari scopi in mente. Un altro potente convinto di poter fare il bello e cattivo tempo sulle pelli della gente comune. Se così non fosse, anche se raramente mi sbaglio su queste cose, almeno salverò delle vite. Un piccolo passo verso la redenzione... ma comunque meglio degli ultimi giorni passati a gozzovigliare.

Arrivato alla locanda riconosco altri due avventurieri. Non ho mai avuto modo di lavorare con loro, tendenzialmente preferisco lavorare solo, ma se il loro nome è giunto alle mie orecchie un motivo dovrà pur esserci, quindi li accolgo con un caldo sorriso prima di presentarmi con un profondo inchino. Falco Pellegrino, al vostro servizio. Dico loro rimettendomi in posa eretta. Non ho dubbi che abbiate sentito parlare di me, così come sono convinto che siamo tutti qui per lo stesso motivo. E cosa c'è di meglio che viaggiare in compagnia? Ridacchio allegro mentre ci dirigiamo verso l'oste. Ascolto le sue parole con interesse e prima di allontanarci per dirigerci ad un tavolo a parlare meglio, gli rispondo sempre con il tono allegro ed un po' smargiasso. Per me un calice del vostro miglior vino e mi unisco al mio compagno a riguardo di cibo e alloggio. Ma se mi permettete: oltre al vecchio Lion sapreste dirci se alcuni dei morti avessero famiglia? Ed eventualmente dove poter rintracciare suddette famiglie?

@Tutti

Spoiler

ASPETTO FISICO

Drake è un elfo alto e slanciato. Lunghi capelli biondi gli scendono sulle spalle, incorniciando un volto abbronzato dal tempo e dalle intemperie, con larghi occhi verdi e zigomi pronunciati. Sul mento è possibile vedere un'ombra di barba, poco curata. Indossa abiti comodi: un paio di pantaloni verde scuro, una camicia dalle maniche larghe che un tempo era probabilmente bianca, un paio di stivali alti fino al ginocchio con ricami dorati di ali ed un gilet dello stesso verde scuro dei pantaloni. Sulle spalle porta un mantello lungo fino alle caviglie dello stesso verde degli occhi e sul capo un cappello a tesa larga... anch'esso verde. Sulla schiena porta un arco intagliato, con un magnifico smeraldo incastonato al centro, ed alla cinta porta uno stocco di ottima fattura. 

COSA POTRESTE SAPERE DI LUI

Visto che il master dice che siamo più o meno rinomati, questo è quello che potreste sapere di Drake. Innanzitutto lo conoscete come Falco Pellegrino, non come Drake. Si dice che sia una sorta di vigilante, che viaggia di città in città, fermandosi giusto il tempo necessario per ridurre il tasso di criminalità. Lotta per i poveri e gli indifesi, proteggendoli da criminali e prepotenti. Nonostante sia una sorta di eroe del popolo, non sono poche le città in cui ha una taglia, poiché tende a fregarsene delle leggi ed a non sopportare i soprusi, anche se essi vengono perpetrati da nobili, guardie cittadine o potenti magnanti. Una sorta di robin hood. Si narra che le sue frecce siano in grado di scatenare grandi poteri arcani e che nessuno sia mai riuscito a catturarlo o a scoprire qualcosa sulla sua vera identità o sul suo passato. Si dice anche che sia un amante del buon vino, delle donne, del cibo raffinato ed in generale dei piaceri della vita.

 

Link to comment
Share on other sites

Quando richiedete una stanza il locandiere è ben felice di consegnarvi le rispettive chiavi, comunicandovi che se non ci saranno problemi pagherete le due monete d'argento dell'alloggio domani mattina alla vostra partenza. Vi comunica anche che pagando la stanza i pasti sono inclusi. Quindi, congedandosi per un attimo si dirige verso una porta dietro al bancone, la apre e dice Tre piatti della casa tesoro. E una dolce voce femminile gli risponde Arrivano subito.

In due minuti vi viene servito dalla figlia dell'uomo - una bellissima umana dai capelli rossi e ricci, con lentiggini sul viso e occhi verdi; circa sulla ventina - e dal suo meraviglioso sorriso uno stufato di manzo con patate e carote, dal gusto intenso e piacevole. Mia moglie è una cuoca da paura. Si vanta l'uomo, mentre mangiate.

Durante il pasto risponde alle vostre domande Purtroppo le vittime sono le intere famiglie, non c'è nessun altro a cui chiedere. Però se desiderate vedere i corpi sono ancora nella chiesa, il chierico del villaggio ha benedetto e trattato i corpi in modo che non marciscano.

Link to comment
Share on other sites

Andor, chierico della conoscenza

Sorrido all'oste. Come sempre, la mia parlata è lenta. Ricercata.

Lei è una persona decisamente in gamba. Ha anticipato la mia prossima domanda. Esaminare i corpi delle povere vittime è di importanza cruciale. Fondamentale, direi.

L'indomani, certamente ci recheremo presso le personalità che ci ha tanto gentilmente indicato.

A voi il giusto compenso per i servigi tanto gentilmente offerti.

Lascio le monete d'argento sul bancone, aggiungendo una terza moneta d'argento come mancia.

Link to comment
Share on other sites

Drake Edwards, Falco Pellegrino

Mi siedo con quelli che apparentemente saranno i miei compagni per quest'avventura. Quando arriva la figlia dell'oste a portarci i piatti le lancio un sorriso smagliante, dimentico quasi istantaneamente del padre. Grazie mille. Dico rivolto verso di lei, avvicinando la mano per aiutarla con i piatti ed assicurarmi di sfiorare la sua nel prendere il mio. Se il cibo sarà buono almeno la metà di quanto angeliche sono le mani che lo portano potrei diventare cliente abituale... Parlo all'oste ma i miei occhi non si staccano da quelli della figlia.

Quando la ragazza si allontana riporto la mia attenzione verso il gruppo. Ascolto le risposte dell'uomo e mi rivolgo agli altri. Intere famiglie uccise, quindi non persone a caso allontanatesi nei boschi. Interessante. Cosa dite di fare? Io propenderei per andare di prima mattina a dare un'occhiata a questi corpi. Non che me ne intenda troppo di cadaveri e cose simili, ma male non potrà fare. Quindi direi di andare da questo Lion per farci indicare, e magari accompagnare, dove sono stati ritrovati i cadaveri e da lì investigare un po'. Mi rivolgo nuovamente all'oste. Nonostante stiamo parlando di cadaveri il mio tono è sempre allegro e gioviale. Altro che vi viene in mente sul caso buon uomo? Strani avvistamenti negli ultimi tempi, persone del villaggio che si comportano in maniera strana o diversa dal solito... cose del genere?

 

Link to comment
Share on other sites

Tan 

il viaggio non mi pesa, ed una volta entrato nella locanda mi siedo ad attendere che entri altra gente, dimentico quasi del tutto dei miei compagni di tavolo o dell’oste. Specie quando attacca col racconto delle disgrazie, il mio sguardo inizia a vagare su qualunque donna ci sia nel locale, fino a quando non vedo la ragazza che ci porta i piatti, e d’improvviso mi faccio molto, ma molto attento, alla ragazza 

Buonuomo, posso permettermi di ricompensarvi per questa cena? Oltre al conto, che credo sarà alto, mi permettete un piccolo spettacolo? O temo di dover trascorrere la serata a lavarvi le pentole, vista l’abilità di vostra moglie 

ciò detto mi alzo dal tavolo, facendo apparire da una tasca della veste il flauto e dalla manica Tallyd, un piccolo pseudodrago rosso fuoco 

Ah, per il piano d’azione, fate voi. Poi mi dite 

Descrizione 

Spoiler

Tan è il classico mezzelfo alto e slanciato, sebbene gli anni in strada gli abbiano inspessito i muscoli e lasciato qualche livido in più del normale. Porta i capelli rossi legati in un codino e tirati all’indietro, indossa una veste logora e consumata dai viaggi, sopra una camicia bianca piena di rattoppi e cuciture, pantaloni in pelle rossicci e stivali neri che hanno visto giorni decisamente migliori. Porta sempre con se un flauto bianco, e lo usa spesso e volentieri sia quando sta fermo che quando cammina per strada ed un bastone da viaggio bruciacchiato alle estremità. Tallyd è un piccolo pseudodrago rosso scarlatto, che di solito rimane nelle tasche della veste o nello zaino, ma che salta fuori quando deve esibirsi, o mangiare a sbafo

Dm

Spoiler

Persuasione +6 sull’oste, se serve; Performance +6 se mi da il permesso di suonare 

 

Link to comment
Share on other sites

Andor, chierico della conoscenza

3 ore fa, Khitan ha scritto:

Drake Edwards, Falco Pellegrino

Intere famiglie uccise, quindi non persone a caso allontanatesi nei boschi. Interessante. Cosa dite di fare? Io propenderei per andare di prima mattina a dare un'occhiata a questi corpi. Non che me ne intenda troppo di cadaveri e cose simili, ma male non potrà fare. Quindi direi di andare da questo Lion per farci indicare, e magari accompagnare, dove sono stati ritrovati i cadaveri e da lì investigare un po'.

Faccio un cenno al Falco Pellegrino.

Per quello posso essere di aiuto. Ho studiato parecchi cadaveri, purtroppo. E con l'aiuto di Oghma potrei capire qualcosa che è sfuggito ai sapienti del luogo.

Dico "sapienti" con un cenno di sufficienza. Come se in realtà non li considerassi veri sapienti.

 

Link to comment
Share on other sites

Drake Edward, Falco Pellegrino

Sorrido alle parole di Andor, soprattutto al suo modo di pronunciare la parola "sapienti". Ottimo direi. Allora è deciso! Osservo quindi il terzo compagno, Tan, lanciare lo stesso sguardo alla ragazza che ho lanciato io, prima di disinteressarsi completamente alla questione. Rimango ad osservarlo, senza fare nulla per nasconderlo, diversi secondi, prima di fare spallucce tra me e me. Almeno se è bravo a suonare avremo una colonna sonora degna.

Link to comment
Share on other sites

Il locandiere fa un cenno col capo ad Andor per ringraziarlo della mancia.

Quando però nota Falco Pellegrino e Tan osservare un po' troppo sua figlia richiama la vostra attenzione con uno schiarimento della voce piuttosto chiassoso e guardandovi torvo da dietro il bancone. Tutti i commensali si voltano verso di voi, con le facce preoccupate. Forse l'uomo è molto geloso di sua figlia, più di quanto poteste immaginare. E probabilmente qui è una cosa risaputa.

Purtroppo non ho altre informazioni per voi, questo è tutto ciò che si sa nel villaggio, a parte ciò che avrebbe potuto scoprire Lion oggi. Dice, sempre con espressione severa.

Poi, dopo che Tanto parla gli risponde in modo burbero Come ho detto il conto è di due monete d'argento e comprende la stanza. Il tuo compare ha anche già pagato. Se però vuoi suonare fai pure.

Ricevuto il permesso del locandiere Tan comincia a suonare, riempiendo il locale con una dolce melodia, che in parte rasserena gli animi scaldati dal precedente avvenimento. Il piccolo draghetto si esibisce sul tavolo, facendo piroette, acrobazie e soffiando piccole vampate dalla bocca. I clienti si radunano attorno a voi per ammirare meglio quell'essere magico tanto sconosciuto in un piccolo villaggio come Rizin.

Col suo tempo tutto si tranquillizza completamente e viene dimenticata l'audacia dei due, la figlia del locandiere comincia addirittura a danzare assieme e sua madre, a tempo della musica di Tan.

Questa bellissima atmosfera viene interrotta dallo SLAM! della porta d'ingresso, dalla quale entra un uomo vestito da contadino respirando affannosamente per una evidente corsa. Si appoggia allo stipite ansimando, con svariate gocce di sudore che gli colano lungo il viso Joshua, c'è stato un altro attacco! Il vecchio Hampton è stato ucciso pochi minuti fa. Mia moglie è andata ad avvisare il chierico. Un cacciatore gli si avvicina e lo aiuta a sedersi per riprendere fiato, mentre il locandiere - che a quanto avete capito si chiama Joshua - gli porta un bicchiere d'acqua. Calmati, ci sono questi uomini ora. E vi indica. Sono venuti qua apposta per la questione. Si volta a guardarvi, per poi continuare Credo vi convenga andare alla chiesa immediatamente.

Link to comment
Share on other sites

Drake Edwards, Falco Pellegrino

Quando la porta viene spalancata violentemente la mia attenzione, che ancora di sottecchi si rivolgeva prevalentemente alla figlia dell'oste, si focalizza completamente sul nuovo arrivato. Il sorriso svanisce dal volto sentendo le sue parole. Mi guardo rapidamente attorno, per vedere le reazioni dei vari avventori, alla ricerca in particolare di qualche espressione fuori posto, non abbastanza preoccupata. 

Dov'è avvenuto l'attacco? Chiedo alzandomi e dirigendomi direttamente verso l'uomo appena entrato, ignorando l'oste. Più che alla chiesa dovremmo dirigerci sul luogo del delitto. Parlo rivolgendomi ora ad Andor. Decido di ignorare Tan, che finora ha dimostrato un interesse pari a zero sulla questione. Le tracce potrebbero essere ancora fresche...

@DM

Spoiler

Vorrei cercare di capire se tra gli avventori, oste compreso, ci sono reazioni diverse dal "Oh no!". Per capire se qualcuno ha qualcosa da nascondere insomma. Se serve ho un misero Insight +1 e un Perception +2

 

Link to comment
Share on other sites

Andor, chierico della conoscenza

Faccio un cenno affermativo.

Concordo. È più urgente recarci presso il luogo dove si è consumata la tragedia ultima. Possiamo trovare indizi utili per la nostra cerca!

Attendo che ci venga indicato il luogo dove viveva il vecchio Hampton.

Link to comment
Share on other sites

Hampton abitava in periferia, dove ci sono stati gli altri attacchi. Dice l'uomo, con la faccia totalmente sconvolta La sua casa è a 5 minuti appena usciti da Rizin, verso la foresta. Si vede lungo la strada per arrivare qui, l'avrete sicuramente notata durante il viaggio. Era l'unico che coltivava cocomeri. In effetti ha ragione, avevate visto una casa con fuori un orto e dei cocomeri lungo la strada.

Tutte le persone della locanda sono vicine all'uomo per sostenerlo, tutti estremamente e seriamente preoccupati.

La figlia di Joshua lo stringe forte e vi guarda con gli occhi lucidi Vi prego, fermate questa follia. Non voglio che altri muoiano.

@all

Spoiler

E con il cliché della bella dama che chiede aiuto direi che possiamo iniziare davvero XD

 

Link to comment
Share on other sites

Tan 

E giustamente, mentre uno cerca di guadagnarsi la pagnotta, appare dal nulla l’intoppo. Decido di non commentare la brusca interruzione, anche perché capisco la fretta, e quindi scendo dal tavolo dov’ero salito per suonare e mi avvicino al contadino appena entrato, dove già sono i miei due compagni 

State tranquilla, mia signora, non esiste cosa che qualche cervello fino ed un po’ di sani muscoli non possano sistemare. E direi che andare a vedere la casa dell’ultimo morto sia in effetti più interessante 

Link to comment
Share on other sites

Andor, chierico della conoscenza

Faccio segno di sì con la testa. Mi alzo per avviarmi, mentre non smetto un secondo di parlare 

Ebbene sì, ho avuto modo di notare il campo di cocomeri, mentre venivamo qui.

Un fatto curioso: cocomero e anguria sono sinonimi in molte culture, ma altrove vengono chiamati meloni, ma è improprio. Il melone, a parte essere un frutto decisamente diverso, ha anche una provenienza diversa. In alcune nazioni lo mangiano con sale e pepe, ritenendolo poco digeribile.

Ne esiste una varietà chiamata cantalupo, ma non ha nulla a che fare con l'animal'animale, quanto con la regione di provenienza...

Link to comment
Share on other sites

Drake Edwards, Falco Pellegrino

Faccio un occhiolino alla figlia dell'oste, cercando di non farmi vedere dal padre, per rassicurarla, prima di lanciarmi oltre la porta. Guidaci Andor. Gli dico quando inizia a parlare di cocomeri e della casa che ha visto. Cammino veloce, quasi una mezza corsa. Più tardi arriviamo, meno fresche saranno le tracce.

@DM

Spoiler

Quindi non ho notato nulla di strano tra gli avventori quando è giunta la notizia della morte del contadino? 

 

Link to comment
Share on other sites

Correte velocemente e in poco più giungete alla casa del vecchio Hampton, che riconoscete appunto grazie ai cocomeri nell'orto del giardino. La porta della casa è semi-aperta e già solo avvicinandovi venite investiti da una puzza micidiale di cadavere, come se dentro ci fosse qualcuno morto da tempo, di sicuro più di quella che potrebbe essere al massimo un'ora.

Una volta entrati vi trovate in una stanza del tutto sottosopra, ma a grandi linee era un salotto. Sembra che sia passato un uragano: sedie ribaltate e mobili a terra; la pelle della poltrona è squarciata qua e là da qualcosa di sicuramente affilato.

Vi guardate attorno esplorando la stanza, fino a giungere alla poltrona sopracitata, vicino al camino.

Nel camino c'è ancora qualche piccola brace che scoppietta, lasciando alzare una piccola colonna di fumo.

Disteso con la faccia sulla legna carbonizzata c'è il corpo di un umano anziano, dai capelli bianchi; supponete sia il vecchio Hampton. Il suo cadavere è immerso in una pozza di sangue, e la puzza ora che siete vicini è così forte da farvi quasi venire la nausea.

È completamente ricoperto da squarci, tanto che dei suoi abiti non rimangono altro che brandelli. Le braccia e la schiena sono quelli messi peggio: tante ferite che sembrano essere inflitte con una precisione chirurgica, anche per la distanza stranamente precisa ed uguale tra l'una e l'altra. Attorno ad esse la carne è già di un colore verde marcio, putrefatta totalmente.

La scena descrive una totale brutalità: è ovviamente stato attaccato sulla poltrona, per poi essere ucciso e buttato sui carboni ardenti del camino.

Cercando di ignorare l'odore e la cattiveria con cui è stato compiuto un tale atto continuate a cercare in casa, fino a trovare una finestra che da sul retro rotta, i vetri sul pavimento all'interno della casa, non fuori.

@all

Spoiler

Ho tirato a tutti perception per vedere se trovavate informazioni aggiuntive.

Tan: 15+3 = 18

Andor: 17+4 = 21

Drake: 16+2 = 18

Se si giudica la campagna dal suo inizio spaccate tutto XD

Tutti e tre dopo essere accorsi sulla scena notate che nei vetri della finestra ancora sull'infisso ve ne è uno insanguinato, e guardando fuori una lieve scia di sangue prosegue verso le montagne

Link to comment
Share on other sites

Drake Edwards, Falco Pellegrino

Entrati nella casa trattengo a stento un conato di vomito. La mano va al volto a tappare naso e bocca per cercare di filtrare quell'odore nauseabondo. Esito alcuni secondi guardandomi attorno. Noto il corpo riverso sulle braci, i segni di lotta, la casa sottosopra. Mi faccio coraggio, estraendo un fazzoletto da sotto il mantello e legandomelo su bocca e naso, e mi avvicino al cadavere, osservandolo distrattamente, concentrando la mia attenzione sulla stanza. Da quello che ho capito l'esperto dovresti essere tu. Dico rivolgendomi ad Andor ed indicando il corpo riverso. Ammetto di non invidiare minimamente le tue conoscenze in questo momento. L'odore è insopportabile così vicini al corpo. Cerco di fare respiri brevi e leggeri, per non essere sopraffatto. Vuoi provare a controllarlo mentre io e Tan ci guardiamo un po' attorno? Quella striscia di sangue dico indicando il verto infranto si dirige verso le montagne ma proverei comunque a cercare di capire qualcosa di più su con cosa abbiamo a che fare prima di lanciarci in un'inseguimento alla cieca.

Mentre parlo inizio ad aggirarmi nella stanza, concentrandomi prevalentemente sulle zone in cui il combattimento sembra essere stato più violento, come la poltrona squarciata o i mobili a terra. Tan vuoi darmi una mano? Chiedo mentre inizio ad ispezionare con più attenzione.

@DM

Spoiler

Lascio lo studio del corpo ad Andor e mi concentrerei sull'investigare un po' in giro, concentrandomi prevalentemente sulle zone in cui il combattimento sembra essere stato più intenso. Sono alla ricerca di indizi su cosa potrebbe aver causato tutto ciò: ciuffi di pelo, impronte, resti, studio degli squarci per capire se si tratta di lame, artigli o cos'altro, ecc...

Investigazione +7. 

 

Link to comment
Share on other sites

Tan

Già non vomitare quando entro in casa è un'impresa titanica, e la sola idea di dover ispezionare da vicino, o dentro, il corpo del morto mi fa rivoltare lo stomaco. La cosa che più mi attira è la finestra distrutta, è palese che l'aggressore sia entrato da lì, quindi faccio un cenno al Falco e gli dico Io controllo la finestra, ed il terreno fuori, magari ci sono orme o qualcosa di simile 

Dm

Spoiler

Investigation +3, Insight +0, Perception +3; riesco a capire a grandi linee quanto era grande la finestra e quanto grande quello che ci è passato attraverso?

 

Link to comment
Share on other sites

Falco Pellegrino inizia a girovagare per la casa in cerca di qualche traccia che possa ricondurre all'assalitore, mentre Tan si avvia alla finestra per controllarla e per controllare possibili impronte.

@Khitan

Spoiler

Investigation: 10+7 = 17

Controlli la poltrona per verificare gli squarci: non sembrano essere stati fatti da un'arma comune tipo una spada o un pugnale, perché il taglio è sì quello di una lama affilata, ma alle estremità è poco profondo, mentre avvicinandosi al centro si fa più profondo. L'unica arma a cui puoi paragonare simili tagli è una falce, ma le dimensioni - a livello di larghezza e di lunghezza - dei tagli ti fanno credere sia qualcos'altro, le falci sono più lunghe e più grosse. Ma non hai idea di cosa.

Per il resto in casa non ci sono impronte

@Voignar

Spoiler

Investigation: 20+3 = 23

Come esci dalla finestra ti imbatti subito in una serie di impronte, in linea con la scia di sangue. Le segui per un poco per riuscire a giudicare il numero di creature, in quanto non riesci a riconoscere a cosa possano appartenere (Nature: 6+0 = 6).

Le impronte vanno effettivamente verso le montagne, più precisamente verso la parte più a sinistra della formazione montuosa semicircolare, se seguono il percorso ipotetico che hai tracciato ispezionandole un po'.

Tornando indietro osservi di più la finestra e confronti la grandezza della rottura con le taglia delle impronte e capisci che effettivamente la stessa creatura che ha rotto la finestra è quella che ha lasciato le impronte, ed è di taglia media.

 

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...