Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Gli Ordini Ignobili

Goblin Punch oggi ci propone degli spunti ed idee per degli ordini di paladini davvero fuori dall'ordinario.

Read more...

Il Futuro di D&D

Ci sono in ballo grandi piani per D&D 5E nei prossimi anni e in particolare in vista del 50° anniversario del gioco di ruolo più celebre del mondo.

Read more...

In Arrivo il Rules Expansion Gift Set

A inizio anno prossimo la WotC farà uscire un set di tre manuali per coloro che sono interessati alle espansioni regolistiche per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 4 - La Lista degli Avversari

Volete aggiungere spessore e profondità ai vostri scenari senza per questo complicarvi la vita a tener traccia degli spostamenti di ogni singolo mostro o nemico? The Alexandrian ci offre uno strumento formidabile per la gestione in tempo reale di scenari complessi e di moltitudini di avversari. 

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #2

Andiamo a scoprire delle novità legate a classi, razze e mostri che saranno presenti nella Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

Urban Fantasy - Alba gu bràth [TdG II]


Pippomaster92
 Share

Recommended Posts

La morte di Obkin ha sconvolto tutti quanti. Sley e Matt sono abbracciati in silenzio, mentre Skie trema per i singhiozzi e la rabbia. 

Sembrano passati pochi istanti, ma l'arrivo di un gruppo di persone alle vostre spalle vi riporta alla realtà. Si tratta dell'Osservatore in persona, scortato da una dozzina di fatati armati di spade argentee. Vedendovi in questo stato l'unseelie vestito di nero, con i capelli sciolti sulle spalle, si avvicina a Brian con aria preoccupata. 

@Cronos89 @athelorn @Ian Morgenvelt

Link to comment
Share on other sites


Brian O'Donand

Obkin mi parla con la sua solita razionalità, ma la unisce ancora una volta a delle dimostrazioni di affetto ed emozioni. Ma prima che possa rispondere la vedo sempre più confusa, la vedo disperarsi e provare ad afferrarmi senza che nessuno possa farci qualcosa, finché non inizia a svanire lasciando dietro di sé il silenzioso grido di aiuto che aveva lanciato verso di me. Guardo con occhi sgranati il punto in cui si trovava il suo fantasma, sentendo un dolore simile a quello provato durante la mia prima notte di nozze. E' morta. E' scomparsa definitivamente, senza che potessi fare nulla. Sento una lacrima rigarmi il volto e stringo un pugno di rabbia, provando a soffocare il dolore in quell'emozione che mi spesso mi ha aiutato. Come l'altra volta: non sono riuscito a difendere chi amavo. E ho perso tutto. Dei passi alle mie spalle mi riportano alla realtà: sono i rinforzi che avevo chiamato. L'Osservatore si avvicina a me, preoccupato dal nostro pianto e dall'atmosfera tragica. Ma questa volta sarà diverso: lo st***zo che si è illuso di poter modellare la vita altrui per i suoi bisogni è qui a portata di mano e pagherà. Ed è meglio per lui che abbia un modo per usare i suoi giochini in maniera utile. Guardo l'entrata della cattedrale con un'espressione dura sul volto, come a voler sottolineare la promessa che ho formulato nella mia testa. Do la mia attenzione all'Osservatore, cercando di ricompormi da quanto successo. Osservatore, Obkin è stata uccisa mentre ci stavamo ritirando dalla cattedrale. Siamo stati visitati dal suo spirito poco fa: ora è scomparsa. Guardo empaticamente l'essere fatato: non apprezzo il suo atteggiamento e la sua decisione di non immischiarsi in questa faccenda, ma so quanto amasse Obkin e quando la notizia può costare per lui. Dobbiamo fermare quel pazzo, ora più che mai: non voglio che ci siano altre vite sacrificate solo per permettergli di trasformare in realtà i suoi deliri.

Link to comment
Share on other sites

Alle parole di Brian gli occhi dell'Osservatore, simili a quelli di un rapace, si spalancano per la sorpresa, poi restano chiusi alcuni istanti. Quando il fatato li rivolge nuovamente verso il Fianna sono colmi d'ira e ben più che umidi. "Lei era solo una ragazzina umana! Avresti...non dovevi permetterle di venire qui! Lei...lei..." ritrova a mala pena il controllo. Con voce atona da ordini ai suoi fatati "L'operazione di supporto è annullata. Entrate e catturate ogni singolo nemico, trascinatelo qui. Trovate il corpo dell'agente Obkin e...abbiatene cura. Voi altri" si rivolge a voi in tono tagliente. Le sopracciglia simili a lunghe penne sono ritte e arruffate, il naso sottile e dritto conferisce al fatato l'aria di un uccello da preda "Avete parlato di un guardiano? Dovete distruggerlo. Trovate tutto quello che può ricollegare questo posto a Moore. Farò diramare immediatamente un mandato di cattura internazionale a nome della Corte dell'Aria e della Notte" 

Le ultime parole strappano a Sley uno sguardo stupito.

Link to comment
Share on other sites

Neil

Stringo a me Skie, cercando di farmi forza per entrambi, anche se la morte di Obkin è stat ala goccia che ha fatto traboccare il vaso. Quando il fatato si rivolge a noi annuisco Moore è stato il mio maestro, se lo vedrò cercherò di ucciderlo metto in chiaro le cose. Non voglio che quell'uomo passi il resto dei suoi giorni in prigione,voglio solo vederlo morto

Link to comment
Share on other sites

Brian O'Donand

Sostengo lo sguardo dell'Osservatore senza nessun cenno di pietà: per quanto mi riguarda, è anche una sua responsabilità. Se fosse intervenuto prima, forse Obkin non sarebbe... Il guardiano è un non morto, un'ombra potenziata da un rituale oscuro che collega più anime ad essa. Ha portato qualcosa per far fronte a questo nemico? Chiedo come farebbe un soldato al suo ufficiale, senza traccia di emozioni, aiutato dal mio addestramento a mantenere la calma: la salvezza di Obkin dipende da questi momenti. Non dico nulla dopo le parole di Neil, anche se il lampo d'ira che passa nei miei occhi fa capire che il destino che riserverei a Moore è ben peggiore della morte. Cerchiamo di prendere vivo il nostro bersaglio. Dobbiamo capire quanto sia potente la sua organizzazione. E, forse, salvare Obkin.

Link to comment
Share on other sites

"Abbiamo la magia, non temete. E i miei soldati sono esperti nel gestire creature innaturali. Siete sicuri che Moore sia qui? Mi sembra strano" l'Osservatore riesce a darsi un contengo.

Nota

Spoiler

Ricordo che non siete qui per catturare Moore, nessuno vi ha detto che si trova qui. Ma avete interrogato (Matt e Sley con Obkin) un altro poliziotto che aveva indagato su Moore. E lui vi ha detto che in precedenza questo era il suo centro operativo, e che era protetto da un guardiano. 

 

Link to comment
Share on other sites

Brian O'Donand

No, non ne siamo sicuri, ma potrebbe essere molto probabile. Ci è stato detto che creare il guardiano gli ha richiesto un certo sforzo, non son sicuro che saprebbe farlo due volte. Anche con il potere della Lancia. E lasciare una simile creatura in un covo diverso dal proprio non mi sembra esattamente un'ottima mossa. Dico all'Osservatore, spiegando cosa mi abbia portato ad essere convinto della presenza di Moore. Preparati per il peggio e spera per il meglio, diceva sempre Aed. 

Link to comment
Share on other sites

L'Osservatore annuisce e fa un cenno alle sue guardie, che si dispongono a semicerchio e cominciano ad avanzare verso la cattedrale. 
Lui invece si volta, dando la schiena all'edificio. "Io terrò lontani intrusi e ficcanaso. Voi recuperate Obkin e cercate di capire se c'è qualcosa di importante in quel luogo. I miei soldati vi proteggeranno" dopo di che comincia a lanciare un lungo e complesso incantesimo, facendo gesti particolarmente elaborati nell'aria. 

Avanzate con la vostra agguerrita scorta fino al portone principale della cattedrale, rimasto socchiuso. Dentro c'è il buio più totale, ma la cosa non sembra impensierire i fey con voi. 

Link to comment
Share on other sites

Brian O'Donand 

Faccio segno di aver ricevuto il messaggio ed estraggo ciò che rimane della mia spada dal mio fianco. Cammino cautamente, sapendo però di poter contare sugli occhi dei fey alle nostre spalle.

La cattedrale è completamente buia, anche se il fatto non impensierisce i soldati dell'Osservatore. Luce. Chiedo ai miei compagni, tenendo la spada in guardia per parare eventuali colpi. 

Link to comment
Share on other sites

Kat

Per tutta la scena dal ritorno di Obkin son rimasta piu' silente e stordita da quanto vedo. Il parlare con un morto è gia' tanto per me... ma vedere quel morto in una persona con cui avevo mangiato la pizza fino a poco prima, buona dopotutto... e vederla disperarsi e dannarsi tanto nella morte mi ha lasciato con lo sguardo un attimo perso... un attimo durato quasi minuti. 

Quando mi riprendo ho seguito tutta la conversazione fin ora anche se chiaramente sono ancora un po' sconvolta: avrei voluto fermare Brian dall'uccidere la maga che, per quanto crudele... glielo avevo promesso. Malvagia o no, potevo forse aiutarla. 

Per richiamarmi a me stessa scarrello il pesante cannone anticarro e recupero la munizione da terra, reinserendola nel caricatore. Mi chino sul cadavere della maga, riponendo la sua testa vicina al corpo e rimettendole nella bocca il dente che  tenevo in mano. 

Seguo i miei compagni ancora silente, memore di dover Brian affosso i miei pensieri e mi appoggio alla porta, cannone alla mano pronta all'irruzione al loro fianco
 

Link to comment
Share on other sites

Quasi come un sol uomo, un fatato si e uno no illumina la propria spada con una luce simile a quella della luna. 
Il portone viene aperto del tutto, e l'interno della cattedrale viene svelato ai vostri occhi. 

Le innumerevoli file di panche sono ancora in ordine, e nessuno è in vista. L'altare in fondo alla navata invece è spostato di lato, a rivelare una gradinata che scende verso le profondità della terra.
Avanzate lentamente e con cautela, i fatati al vostro fianco vi fanno da ala da entrambi i lati, scrutando tra le panche in cerca di possibili pericoli. Ad un certo punto uno si ferma e solleva un po' di più la spada. Il suo volto non tradisce alcuna emozione, ma vi fa un cenno. 

Tra le panche giace il corpo di Obkin, una piccola pozza di sangue si è allargata sotto il capo. Dalla posizione sembra che stesse avanzando carponi quando un colpo l'ha centrata.
 

Link to comment
Share on other sites

Brian O'Donand

I fatati, forti di un addestramento militare presumibilmente secolare, illuminano le loro lame, creando abbastanza luce da permetterci di osservare l'interno della cattedrale. Entriamo cautamente nell'edificio, guardandoci intorno in cerca di pericoli. Dopo aver passato qualche fila di panche, uno dei fatati si ferma e alza la spada, illuminando quello che si trova sul pavimento della cattedrale. Obkin... Trattengo un altro attacco di rabbia, mentre i miei occhi diventano nuovamente lucidi. Avrei dovuto proteggerla. E invece son fuggito, come un codardo! Il suo sangue sporca anche le mie mani. Vedere il corpo rende la sensazione della morte ancora più vicina e reale, aumentando il rimorso e il senso di impotenza nei confronti del tirannico fato. Non posso piangermi addosso, non aiuterà Obkin. Lei non lo avrebbe voluto. Faccio un ultimo, silenzioso saluto alla ragazza e parlo ai fatati Due di voi la scortino fuori: l'Osservatore si merita di vederla un'ultima volta. E noi... Noi la faremo pagare ai suoi assassini.

Link to comment
Share on other sites

Kat

Proseguiamo nella navata centrale, brandendo il mio fucile controllo ovunque, brandendolo di lato di quando in quando pronta ad usare l'enorme lama sotto di esso. I fatati attorno a noi hanno una chiara aria: militari. Militari veri e consumati di professione... forse piu' adatti di noi per lavori come questi, vista come è finita.  

Muovendoci ed esplorando molto presto troviamo il corpo di Obkin: era acquattata tra le panche ed un colpo sembra averla centrata. 
Non era una mia protetta, era piu' la scorta dei miei protetti dopotutto... ma il senso di colpa per averlo permesso non per questo si placa di certo. Osservandola mentre anche Brian la osserva appoggio il fucile alla panca vicino. Mi chino sul suo corpo, mordendomi il labbro inferiore osservando il corpo. 
Alle parole di Brian cerco un mio fazzoletto di stoffa in tasca per poggiarglielo sul capo in rispetto e non mostrare un volto forato.

La prendo in braccio io stessa, con delicatezza. Sicuramente piu' di due militari di fretta. 
Ci penso io, Brian. Arrivo subito. dico con voce bassa, portandola fuori dall'Osservatore lasciando temporaneamente la' il mio fucile anticarro con l'enorme lama a baionetta sotto. 

Link to comment
Share on other sites

Neil

Entro nella cattedrale dietro ai fatati, non sono decisamente l'uomo più utile in una situazione di combattimento, ma non ho alcuna intenzione di tirarmi indietro.
Quando vedo Obkin mi si stringe lo stomaco e le gambe si fanno molli ci sarei potuto essere io li, o Skie... penso tra me e me cercando istintivamente con lo sguardo Skie 

Come ho fatto a non accorgermi di niente in tutti questi anni? Quell'uomo era un padre per me, come... mentre Kat porta via Obkin delle lacrime scivolano lungo la mia guancia, ma cerco di darmi un contegno scusate

 

Link to comment
Share on other sites

Kat porta il corpo di Obkin all'esterno, e nel frattempo i fatati controllano la navata: non ci sono altri passaggi aperti, le uniche due porte sono chiuse da questo lato con un lucchetto e portano probabilmente alla sacrestia. Sembra che l'unico modo per scendere sia il passaggio celato sotto l'altare. 

Kat

Spoiler

Porti Obkin vicino all'Osservatore, che fissa il cadavere con aria distrutta. Il suo incantesimo cede, e impreca riprendendo a concentrarsi su di esso. "Raggiungi gli altri, qui ci penso io" 

Quando torna Kat i soldati hanno terminato di creare un piccolo perimetro difensivo, bene illuminato, attorno all'altare "Dobbiamo scendere. Se avete capacità o magie adatte alla situazione questo è il momento di usarle: più tardi potrebbe essere tardi. Da ora in poi siamo in una missione di distruzione, con un solo obbiettivo di cattura, Mr. Moore. Non abbiamo l'equipaggiamento necessario alla cattura di altri prigionieri. Perciò ci sarà violenza, deve esservi chiaro" dice uno dei fatati, un seelie con una piccola coroncina di vischio che quasi stona con la divisa d'assalto verde scuro e nera. 

Link to comment
Share on other sites

Brian O'Donand 

Annuisco alla richiesta di Kat, lasciandola andare verso l'esterno della cattedrale. Normalmente l'avrei fatto di persona, ma non son sicuro di poter toccare quel corpo senza sentirmi colpevole. Intanto, aiuto i soldati ad ispezionare la cattedrale: è presente un solo passaggio aperto, le altre porte son chiuse con un lucchetto. 

Quando la Duale torna nella cattedrale un seelie ci informa sull'obiettivo della missione. Batto il pugno metallico contro il palmo dell'altra mano, con una macabra risolutezza negli occhi. Nessun prigioniero, chiaro. Inizio poi a pronunciare alcuni incanti in successione, per poter comunicare silenziosamente tra di noi.

Master

Spoiler

Messaggio su tutti.

 

Link to comment
Share on other sites

Neil

Non ho intenzione di farne dico mentre controllo la pistola. Le mie capacità sono molto limitate, specialmente nel tempo, ma non ho intenzione di fare nuovamente da peso stiamo vicini dico a Skie non voglio perderti di vista

Spoiler

Mi diresti nuovamente le risorse utilizzate nello scontro precedente?

 

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.