Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Progetta Le Tue Avventure #9: Programmazione ad Incontri

Eccovi il nono articolo della mia serie di consigli per progettare le avventure.

Read more...

Hexcrawl : Parte 7 - Scheda del DM

Un'utile scheda per i DM realizzata per aiutarli a tenere traccia degli esagoni da percorrere, degli incontri e di molti altri elementi importante durante un hexcrawl.

Read more...

Spunti di trama "Serpentini": Fazioni Ribelli - Parte 2

Continuiamo la nostra serie di agganci di trama basati sulle fazioni di Eversink.

Read more...

Death Metal

I metalli sono sempre stati estremamente preziosi per ogni civiltà, ma da dove hanno avuto origine?

Read more...
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 2 - La Legenda Essenziale

Dal blog The Alexandrian eccovi la seconda parte di una guida rapida alla creazione di una legenda per le nostre avventure. 

Read more...

Capitolo II: Lunghi Addii


Bellerofonte
 Share

Recommended Posts

Spoiler

Giorno -364, ore 8:10

Porto di Capo Ventura

Che nottata. Sapevi che non sarebbe stato tutto rose e fiori, ma...! Arruolare un pirata - anzi, due - e sottomettersi al nepotismo di Kerberos, avere una nobildonna montata a bordo, e dulcis in fundo Kaleb, che per descrivere i motivi del perché non lo si dovrebbe avere a bordo ti servirebbe una quadrilogia illustrata con appendice! No, la Eurus non era per niente l'avventura che ti eri immaginato, ma persone come Isaac e Kilash (e forse lo stesso Kerberos) pensavano che la tua presenza nella spedizione fosse oltremodo necessaria per garantire l'equilibrio di opinioni quando avreste attraversato la cintura d'Onice. E sia chiaro: quanta strada avrebbe fatto quella nave senza la voce della ragione - la tua - a opporsi alla follia collettiva?

Come ti ha insegnato tuo padre, il cibo ha un ruolo fondamentale nel convincere le persone. Non aveva funzionato benissimo durante il rapimento di Barbara Syvis, ma c'era anche da dire che quel panino non l'avevi cucinato tu! Ma a bordo sarebbe stata tutta un'altra cosa.

Ed a proposito del rapimento: Barbara e Josephine, le due adorabili Syvis ricercate da tutto il circondario, sono già a bordo della Bussola d'Argento, un vecchio brigantino a palo pirata riconvertito a servire i traffici marittimi di Capo Ventura. Kiltus è a terra e dirige le operazioni di carico di provviste, corde e armi in previsione del lungo viaggio che dovranno affrontare; un anno in mezzo al mare! Questa era nuova per entrambe le pel di carota. Ma non potevano farsi scoprire, né potevano restare rinchiuse nella Loggia - e chi meglio di te poteva capirle?

Il mezzelfo ti fa cenno di salire a bordo, dove puoi trovare entrambe a prua, con lo sguardo fisso sulla loro amata città.Barbara è come al solito elegantissima, ma non sai quanto i suoi modi - e i suoi vestiti - dureranno a bordo di una nave. Evidentemente è restia a lasciare andare decenni di educazione, libri in testa e corsetti, ma sarebbe meglio che nell'anno che avrebbe trascorso in mare imparasse una buona volta che c'è la vita fuori dalla sua bolla di vetro. Josephine invece ha tagliato i capelli ed indossa un vestito tipicamente da lavoro. E' stato evidentemente più facile per lei adattarsi alla vita marinara, che è abituata invece a quella militare. Non c'era poi così tanta differenza, in fondo: regole ferree, punizioni dure, e vita di mèrda.

Edited by Bellerofonte
Link to comment
Share on other sites


Randal

Prima di dirigermi verso il molo, dove sono stato informato che avrei potuto trovare Jo e sua madre, cerco qualcosa di significativo.. un pezzo di me. Non saprei cosa lasciarle.. si, alla fine credo le darò questo.. così si ricorderà della nostra ultima avventura. mi porto dunque dietro il monile che avevo comprato dal mercante anziano alla giostra.
[..]
Un semplice gesto, un'alzata di braccio a salutare un'amica di lungo corso, beh diciamo "intenso" più che lungo, dato dal mio continuo vai e vieni da una nave all'altra i miei periodi a terra durante i quali potevo frequentare Jo non erano poi così lunghi. Intensi è l'aggettivo giusto.
La madre elegantissima, lei con i.. capelli corti? Rimango leggermente basito dal vederla così sbarazzina beh alla fine sta bene anche così
Allora ..hai deciso dunque.. partirete sicuramente? dico avvicinandomi alle due con fare ciondolante e a passo molto lento, come se dovessi avvicinarmi ad un amico al quale non so bene cosa dire, ma al quale tengo veramente.
Il legno della nave è veramente resistente, lo percepisco dalla risonanza che produce quando ci batto sopra con il tacco, non avranno sicuramente problemi con questa imbarcazione, almeno su quello sono tranquillo.

Il mio tono è quello interrogativo tipico del bambino che chiede al padre se può comprargli il gioco che desidera e in cuor suo spera di averlo.. ma sa perfettamente che il genitore non ha la minima intenzione di acquistarlo. 

Link to comment
Share on other sites

Spoiler

Giorno -364, ore 8:15

Porto di Capo Ventura 

"Randy!" anche Josephine è spaesata nel vederti, a momenti direi perfino spaventata. Stai sicuro che non si aspettava di vederti lì. La madre, capace di un intuito femminile ben al di sopra di quello di tutti i presenti sulla nave messi insieme, passa una mano sulla spalla della figlia e avvisa entrambi: "Vado a concordare le ultime faccende col capitano Fuinur" ma c'era di più, e lo capite entrambi dal suo sorriso che vagamente vi ricorda quello della contessa Alamaire. Soli sul ponte, Josephine non sa che risponderti. "Sì…" mormora, e poi guarda in basso, alla punta degli stivali. "Non sapevo se saresti venuto." dice a bassa voce, evidentemente imbarazzata; però qualcosa ti dice che non è quel tipo di imbarazzo della serie ti sto aspettando, ma al contrario quella da cosa ci fai tu qui? Ma essendo una donna, è quasi scontato che questo atteggiamento possa avere altri tre-quattro-cinque-dieci livelli di interpretazione uno sotto l'altro, pronti per farti esplodere la testa.

Link to comment
Share on other sites

Randal

Un sorriso verso la madre che seguo con lo sguardo mentre si allontana, poi torno su Josephine. Stai bene con il nuovo taglio aggiungo mentre indico con il destro la rinnovata capigliatura. Nuova vita..zac.. mimo con la mano delle forbici. 

Non hai fatto niente per informarmi della vostra partenza Jo.. pensavi veramente che non lo sarei venuto a sapere? No dai.. in cuor tuo sapevi sarei venuto, potevo mica lasciarti partire così senza salutarti? Naaaa distolgo lo sguardo da lei e scritto l'orizzonte verso Est. 

Tu parti adesso..io tra un anno, chissà se mai ci rivedremo Jo. É laggiù che cercherò.. non so ancora cosa cercherò sinceramente ma un qualcosa lo troverò ben no? Tu cosa cercherai con tua madre, dove andrete? Se non saprò dove andrò almeno saprò dove sarai tu per poter venire a trovarti 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Spoiler

Giorno -364, ore 8:20

Porto di Capo Ventura 

Se fossi un altro tipo di master, adesso farei partire una bella canzone Disney con uccellini, musical e scale maggiori.

Josephine si accarezza i capelli nervosamente quando ti riferisci al nuovo taglio, ma non osa alzare lo sguardo verso di te. Si decide solo più tardi, quando, presa dalle tue parole, si accinge a risponderti. "Non è che non te l'ho detto perché non volevo salutarti! Cioè, in realtà sì...ma no! E' che...capiscimi." certo, rendi sempre tutto facile tu, Josie "Non volevo vederti andar via di nuovo. Anche se stavolta sono io che parto."

Gli occhioni da cerbiatta della ragazzina si riempiono di lacrime, e singhiozzando cerca di abbozzare un discorso dai toni sconnessi: "Mi hai ridato mia mamma, l'avete salvata e non ti ho nemmeno detto grazie, e ora...ora dobbiamo partire e lasciare casa e non so dove andremo, non so se torneremo e non voglio rimanere sola di nuovo...oddio, scusami."

Capitano delle Guardia cittadina. Sì, certo, come no. Un'adolescente a cui ultimamente sono successe troppe cose e che non sa più cosa deve fare.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Randal

Tranquilla Jo mi avvicino e mi affianco a lei per poi prenderle una mano non é questo il momento di essere tristi con l'altra mano libera le asciugo una guancia ..vieni! La porto sul bordo più esterno e avanzato del brigantino e volgo nuovamente lo sguardo verso l'orizzonte Anche se siamo quasi sempre stati divisi, ogni volta è stato bello ritrovarsi e raccontarci un sacco di cose. Pensa quante cose potremo dirci quando ci incontreremo di nuovo, perché capiterà sicuramente, me lo sento. 

Mi soffermo per qualche istante nel contemplare le creste d'onda che si infrangono sulla chiglia dell'imbarcazione e poi torno a volgere lo sguardo all'orizzonte 

Sai che esistono incantesimi che permettono di trovare la posizione degli oggetti ovunque siano, credo.. penso.. Naesala aveva detto qualcosa di simile.. beh insomma io ho pensato di darti questo le porgo il monile l'ho preso al mercato della giostra da un vecchietto che nessuno considerava, mi piaceva e.. ecco.. tieni, é tuo; così potrò trovarti ovunque sarai grazie agli incantesimi dei potenti maghi che sicuramente conoscerò.. credo. Un modo lo troverò 

Senti, ma proprio dove andrete non lo sai? 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Spoiler

Giorno -364, ore 8:25

Porto di Capo Ventura 

Josephine si asciuga le lacrime e si lascia trasportare sul ponte a guardare il mare. "Sono una frignona." commenta, e poi ti guarda entusiasta appena gli dai l'oggetto. Lo guarda incantata mentre se lo gira e rigira tra le mani cercando di capirne il significato. "E'...bellissimo!" la curiosità se la porta via per qualche secondo, tornando nel mondo reale poco più tardi. "Mia madre dice che andremo a sud-ovest, oltre i villaggi degli Elfi d'Acqua. Non conosco nulla di quella parte di continente, ma forse è meglio così: se non lo so io, non lo sapranno neanche i Syvis. "

Ti guarda un po' in viso, una cosa che alcuni non riescono a fare per molto tempo ininterrottamente.

"Ho visto la gente con cui ti imbarcherai. L'Halfling mi sembra simpatico, anche se non sembra uno che esegue gli ordini. La contessa è gentilissima, fattela amica il prima possibile. E so che non ci vai d'accordo, ma ho visto combattere Kaleb. Non so come faccia, ma è una riserva inesauribile di magia arcana. Vi serve uno come lui, da scatenare contro i vostri nemici."

La pietra che ha in mano continua a rotolare tra le sue dita, e i suoi occhi si perdono di nuovo verso il mare. "Randy, io ho già parlato con mia madre, e anche lei la pensa come me: qui non c'è più niente per noi. Abbiamo dato i nostri nomi a Kilash per entrare nella Settima Spedizione. So che sarete voi a decidere chi ci sarà e chi no, perciò volevo dirti che mi piacerebbe seguirti questa volta. E non doverti dire più addio." 

Le navi mercantili veleggiano in lontananza attraversando l'eremo orientale del continente in entrambe le direzioni. E nel frattempo, voi, sulla Bussola d'Argento, le guardate come quando eravate piccoli e sognavate avventure a bordo di qualcuna delle più grosse tra loro. Cresciuti, la prospettiva di partire non è più così allettante come una volta, ma mantiene ancora parte del suo fascino. 

"…quando tornerò, sarò più forte." dice infine Josephine.

Link to comment
Share on other sites

Randal

Stupida.. stupida e ancora stupida! Le mie parole non rispecchiano il sorriso che mi si palesa in volto, un sorriso a 32 denti.. 33 se ne avessi uno in più! 
Ma perchè non me lo hai detto subito? Le prendo entrambe le spalle con le mani e la guardo dritta negli occhi ..lo sai che i Pionieri hanno la possibilità di decidere.. e me lo dici solo adesso? Se non fossi venuto a salutarti.. bah.. non pensiamoci.. alla fine lo sapevi rido e forse mi emoziono anche un pò al pensiero lo sapevi che sarei venuto. Mi piace pensarla così almeno.
Poi le lascio le spalle e mi abbandono in un abbraccio. Forte, ma di quelli forti che fanno bene al cuore, Di quelli che ti scaldano dalla felicità che provi dentro.
Allora verrai.. partirai con me? Le chiedo una volta che mi stacco da lei e la guardo nuovamente negli occhi

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Spoiler

Giorno -364, ore 8:25

Porto di Capo Ventura

"Avevo paura che mi dicessi che era troppo pericoloso...come fai sempre!" e non aveva nemmeno tutti i torti, ma non teneva in conto forse il fatto che la Settima Spedizione non era stata organizzata da lei, ma da persone oltremodo competenti nel pianificare un'operazione in grande stile. Insomma, niente a che fare con il rapimento di sua madre.

Josie ti abbraccia altrettanto: "Ti guarderò le spalle, cuoco!" dice sorridente. 

Proprio in questo momento, Barbara appare a pochi metri da voi; sguardo fisso sul vostro abbraccio che si scioglie, espressione prima impassibile e poi un accenno di sorriso. "Signor Ridley." dice, rivolgendo la sua mano nella tua direzione, in attesa che tu faccia gli onori di casa "La volevo ringraziare di persona per ciò che ha fatto per noi. Le siamo eternamente grate, entrambe." i suoi occhi indugiano su quelli di Josephine, cercando conferma di qualcosa; quest'ultima risponde affermativamente. "Spero che la nostra presenza a bordo della Eurus vi sia di conforto e non presagio di cattiva sventura - tra i marinai le donne non sono proprio ben viste a bordo, giusto?"

Link to comment
Share on other sites

Randal Ridley

E io sarò ben felice di guardare le tue e ogni tanto il fondoschiena aggiungo in risposta a Josephine.
Scuoto la testa energicamente alla frase di Barbara. Per me è la stessa cosa, sono un cuoco, non un vero e proprio marinaio, anche se a volte mio padre mi addita di essere troppo l'uno quando crede che io batta la fiacca.. "hai imparato a batter la fiacca da quegli sciagurati di mozzi e marinai malcampanti, tu sei un cuoco, datti da fare o la gente morirà di fame e sarà solo colpa tua" pressapoco una delle frasi modello di Baffogrigio.
Ah.. mi stavo dimenticando.. ci sarà anche la Contessa Alamaire a bordo.. ed è una Pioniera. Stupendo a mio avviso! Tre donne nella ciurma! 
Enfatizzo il messaggio mimando con entrambe le mani il tre e muovendole ripetutamente credo non sia mai successa una cosa del genere prima d'ora. 
Sarà sicuramente una spedizione memorabile, di quelle che si ricorderanno i nostri pro pro pro pro pro nipoti e che altri potranno leggere sui libri di storia.

Sentite! Ora si deve far sapere la cosa ad un'altra persona molto importante, dovremmo dirlo a Naesala.. anche perchè, ecco.. io sono stato nominato Pioniere da pochissimo e non so un fico secco di regolamenti ed organizzazioni varie. Vi va di andare da lei a parlarci?
Ahhh.. altra cosa! Visto che.. si inomma.. Barbara dovrebbe essere stata rapita.. dovremo poi pensare anche ad un posto dove farla stare per tutto l'anno che passerà in preparativi in vista della fatidica data.

Mi fermo un attimo, sono tutto preso da mille idee per la testa che non ho ancora fatto una singola sensata ipotesi. Con calma Randal. Ragioniamo. Voi avete qualche idea?

  • Like 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Spoiler

Giorno -364, ore 8:30

Porto di Capo Ventura

Josephine è entusiasta e Barbara anche - a modo suo, s'intende - ma la gioia cala quando Randal inizia a pensare a un modo per portarle con sé da subito. Josie ti si avvicina e ti mette una mano sulla spalla.

"Randal, grazie per tutto quello che hai fatto per noi ma questa volta possiamo cavarcela da sole. Partiremo comunque con Kiltus. Staremo via un anno in mare, impareremo quello che c'è da sapere sulle navi e sul mare...e quando torneremo saremo pronte per venire con te. Tu hai già molto da fare qui: sei un Pioniere della Settima ora!" un velo d'orgoglio nei suoi occhi "Hai una nave da costruire, e un sacco di ricettari da sfogliare! Anzi, ecco un'idea: perché non lo scrivi tu, un ricettario? Piatti dall'Oceano d'Oriente. Chissà se perfino i pesci sono diversi, superata la cintura d'Onice…"

Barbara ridacchia della sua ingenuità. "Tesoro" le dice "Kiltus ha bisogno di una mano giù al molo." che era un modo per dire che lady Syvis voleva parlare un po' da sola con te; Josie sarebbe rimasta nei paraggi, se avessi voluto continuare a parlarle più tardi. La ragazza ti saluta con un sorriso e si avvia verso il pontile in legno, mentre sua madre ha i suoi occhi fissi su di te. Impassibile come - quasi - sempre.

Link to comment
Share on other sites

Randal

Ah.. mi irrigidisco brevemente quando sento la mano di Barbara che mi tocca la spalla per paura di aver detto qualcosa di non gradito e invece.. ..non avevo proprio capito che avreste voluto comunque partire. Beh, ci rivedremo alla partenza allora. Sicuramente.. per il ricettario si vedrà.. chissà che accozzaglia ne può venire fuori eheh

Lascio poi che Jo si allontani per andare verso il pontile e rimango in attesa di un qualche gesto, una parola dalla madre. Quello sguardo.. non mi dice nulla di buono

Link to comment
Share on other sites

Spoiler

Giorno -364, ore 8:40

Porto di Capo Ventura 

"E' meglio così" dice Barbara, cercando di alleviare il tuo dispiacere "Se restassimo a Capo Ventura saremmo solo un impiccio, e sai quanto Josie sia incline a mettersi nei guai." I suoi occhi indugiano sulla tua cicatrice, ma non è educato per lei chiederti come te la sei fatta, se non in momenti più opportuni.

"E' cresciuta in mezzo alle armi." e si spiegano tante cose, anche se questo Randal lo sapeva già. "Quando Gordon Uriel era ancora capo della guardia cittadina, la trovò che mio marito l'aveva appena abbandonata. La prese con sé e la trattò come uno dei suoi figli, crescendola come un ragazzo; povero Gordon: ha tre gemelli maschi e una vita con l'armatura addosso, non ha mai avuto talento per pizzi e merletti." un lieve sorriso si fa largo sul senso di colpa che predomina sul suo viso. "Le ha fatto da padre per come poteva, e tu e Kiltus siete il resto della sua famiglia." il sorriso svanisce. "Sono ancora una sconosciuta per lei. So che hai già fatto tantissimo per noi...per me. Ma qualsiasi cosa accada, veglia su di lei. Non ha nessuno a parte noi e...guardala: è ancora una bambina!" non lo sono forse sempre, i figli, agli occhi dei propri genitori?

 

Link to comment
Share on other sites

Randal

Annuisco alle parole di Barbara ora sta a lei.. a te scusa.. correggo il mio parlarle dandole del lei per un più informale "tu", data la situazione e anche il futuro ..cercare di starle vicina, comprenderla, ascoltarla.. amarla. Sei sua madre e tutto quello che vorrebbe da te credo sia questo.
Ti avviso però che non sarà semplice, ha un caratterino che ..mmm.. guarda. A volte è una così cocciuta testa di.. si insomma, ci siamo capiti. Comunque sarà anche cresciuta in armatura e tra la guardia cittadina ma rimane pur sempre una ragazza, una splendida ragazza che ha bisogno di scoprire il suo lato femminile latente, sono sicuro che sia lì da qualche parte nascosto sotto l'armatura.
Forse vuole nasconderlo.. magari quel nuovo taglio è ancora un segno in più che vuole dare.. non lo so, ma spero che assieme a te riuscirà a ritrovare la sua parte inespressa. Certo è che tornerà cambiata.

Si.. in parte lo è ancora le dico mentre la guardo che aiuta Kiltus, in cuor mio però so che una bambina non lo è più, anzi, ormai è una donna fatta e finita. Le manca solo quel "tocco" che sicuro Barbara le darà.

Link to comment
Share on other sites

Spoiler

Giorno -364, ore 8:50

Porto di Capo Ventura  

Barbara sorride alle tue parole, rincuorandosi. Sì, Josephine sarebbe migliorata parecchio con un po' di buone maniere e una dose di femminilità nella sua vita. La nobildonna si avvicina a te e mettendoti due mani sulle spalle e guardandoti da capo a piedi. "Parliamo di te ora! Tuo padre ti ha tirato su bene. Sai anche cucinare, da quello che mi ha detto Josie." e si avvicina con sguardo pestifero - ecco da chi l'ha ereditato! - al tuo orecchio destro. "Devi avere la fila dietro!" e scoppia in una frivola risata contenuta dal gesto di coprirsi il volto. 

Link to comment
Share on other sites

Randal

Ecco, sul cucinare ci posso mettere la mano sul fuoco.. giusto per rimanere in tema. Mentre per la supposta fila, che dire, non vedo nessuno dietro di me. 
Mi giro dietro e poi torno su di lei come a mimare la mancanza

Sarà che sono sempre stato o chiuso in cucina qui a Capo Speranza o chiuso nella cucina di un veliero qualsiasi, o forse per questa fastidiosa cicatrice, o proprio non sono un buon partito.
C'è da dire che non ho mai fatto nulla per guardarmi attorno, anzi. In effetti se non me l'avessi fatto notare tu adesso non mi sarei nemmeno mai girato.
Magari qualcuna c'è pure stata ma io non l'ho mai notata. Non nego che in qualche porto io abbia avuto degli incontri con l'altro sesso, però non è proprio considerabile come una relazione a mio modo di vedere. Gli occhi ce li ho, gli impulsi da uomo pure.

A proposito.. magari lei.. proviamo

Senti.. posso chiederti una cosa? Forse non saprai darmi una risposta ma io ci tento lo stesso.. 
Tiro fuori il cucchiaio di legno datomi da Miranda e glielo porgo con gentilezza, tenendolo appoggiato al palmo della mano destra, aperto in attesa che lei lo prenda
Ho ricevuto questo in dono. Non sto a spiegarti il perchè ed il percome ma ho la sensazione che ci sia più di quel che gli occhi vedono oltre questo legno. Tu sapresti darmi un'opinione? Percepisci qualcosa?

Link to comment
Share on other sites

Spoiler

Giorno -364, ore 9:00

Porto di Capo Ventura 

"Dovresti iniziare a pensarci, allora! Sei già bello che grande, dovresti pensare a farti una famiglia quando torneremo dall'Oceano d'Oriente!" Ecco qui, la mamma dietro la nobildonna, con uno dei suoi tipici sproloqui inopportuni e preoccupati sul futuro. Però è sinonimo del fatto che le piaci, se si preoccupa per te.

Prende il mano l'oggetto e i suoi occhi diventano bianchi e luminosi. "Vedo...qualcosa." lo accarezza ripetutamente, e poi la magia oculare l'abbandona, tornando a guardarti. "E' di una ragazza." la sua divinazione era stata piuttosto accurata. "Una ragazza a cui piaci!" Oh, no, un attimo: questa non è divinazione, è qualcosa di molto più potente. E' intuito femminile! "E' un mestolo bellissimo, che carina che incoraggia le tue passioni! Chi è? Come si chiama? E' carina?" …!

Link to comment
Share on other sites

Sandrine Alamaire

Molo

Spoiler

Cerco qualcuno di familiare con lo sguardo, la mia mano destra serrata attorno al fodero della Dionisia.

Il cuore... batte troppo. Troppo. 

Cosa mi sta succedendo? Ho paura! Paura. 

Paura di ciò che ho trovato, molto più grande ed imprevedibile di quanto sperassi. Di quanto volessi. 

Paura del futuro. Dell'incertezza. 

Maledizione, Kiltus! Non fare idiozie. 

Non lasciatemi sola di nuovo. 

'Dove siete? Sono qui. Qui di fianco '.

Abbasso il cappuccio. 

 

Link to comment
Share on other sites

Randal

Mmm.. magari non tornerò mai, magari vorrò stabilirmi in posti che considererò la mia nuova casa. Non si può mai dire cosa possa accadere nel futuro di una persona, men che meno nel mio futuro. L'unica cosa certa è che il mio destino è oltre la Cintura d'Onice.
Fare una famiglia.. 
mi soffermo a pensare a quell'eventualità non ci avevo mai pensato ma credo sia una naturale evoluzione della vita. Prima o poi arriverà.

Forse.. non so se io le piaccia, diciamo che non me l'ha dato per farmi capire che fosse interessata a me, diciamo solo che me l'ha dato per un altro motivo. E' che è stato praticamente.. materializzato dal nulla nella mia cucina. Una cosa mai vista. Beh, lo porterò con me, ci tengo.. ha una sorta di "vibrazione positiva", come fosse un porta fortuna non so se riesco a spiegarmi bene.
Ah.. per la cronaca, visto l'interessamento.. è molto carina.

Link to comment
Share on other sites

Spoiler

Giorno -364, ore 9:05

Porto di Capo Ventura

La voce di Barbara tintinna come un campanello d'ottone accordato su una tonalità minore, ed arriva alle orecchie della viandante dal volto appena scoperto che passeggia lungo la banchina accanto alla nave. "So di che vibrazione positiva si tratta…" ed inaspettatamente, ti arriva una gomitata amichevole dalla donna. Da quando è così socievole e compagnona? Dov'è finita lady Syvis-cammino-con-un-libro-in-testa? "Quando una ragazza fa un regalo così personale significa che è interessata sul serio. Le rifiniture sono elfiche...è un'elfa? Sì, lo è, ne sono sicura. Le elfe vivono a lungo, perciò sono sicura che ti aspetterà. Magari ripartirete insieme. Non la trovi una cosa romantica? Voi due, da soli, su una nave, verso terre ancora sconosciute…! Me la devi assolutamente presentare quando tornerò, e devi permettermi di farti da madrina quando avrete il vostro primo maschio" Il cuore di Barbara si perde verso Est, in elucubrazioni fin troppo a lungo termine, dando le spalle al molo - e, senza rendersene conto, a Sandrine. Kiltus e Josephine stanno caricando proprio ora una cassa piena di rape sulla nave, e parlottano scimmiottandosi a vicenda di quanto siano rispettivamente inutili. "Sfigato raccomandato!" - accusa Josephine - "Frignona piagnona!" - risponde Kiltus. Che ragazzini.

Le Dionisie vibrano e Kiltus lascia andare la cassa un po' troppo in fretta. "Ehi, sta' attento, testa di rapa!" lo sgrida Josie, lanciandogli una rapa addosso. Ma Kiltus guarda altrove, giù al molo, dove ad aspettarlo ci sono due persone, una delle quali è invisibile e lo sta salutando proprio adesso.  

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

  • Similar Content

    • By Ian Morgenvelt
      Saint-Malo, 7 Luglio 2015, Ore 10.00
      La cittadina di Saint-Malo è una delle perle della Bretagna, soprattutto in questo periodo dell'anno, quando viene animata dal Folklore du Monde, uno dei più grandi festival folkloristici internazionali. Questa ricorrenza è anche una delle rare occasioni in cui la comunità sovrannaturale e quella umana riescono ad incontrarsi senza creare problemi: l'atmosfera festiva e le stravaganti iniziative degli umani permettono anche alle creature più eccentriche di camminare per strada senza temere di infrangere la Mascherata o imbattersi in quei folli dei Liberatori. 
      Ma quest'anno qualcosa sembra essere andato storto, attirando una vera e propria tempesta sul festival. Il ritrovamento del cadavere tra le vie della Citè, la vecchia cittadella edificata dai nazisti, e la strana pioggia gelatinosa che ha "bagnato" la città durante la notte hanno attirato l'attenzione di diversi individui, più o meno raccomandabili. Il festival ha ripreso il suo programma, ma è chiaro a tutti come qualcosa si stia muovendo in città, qualcosa che potrebbe sconvolgere questo tranquillo porto bretone. E, indirettamente, ne siete stati coinvolti anche voi. 
      Amy, Andrea, George, Marcel, Oisin, Petras
      Tutti
      Nota
       
    • By MasterX
      Ok bois credo che sia meglio aprire un qualcosa di separato non vorrei gonfiare la sessione organizzazione. allora per il mondo di gioco pensavo ad un qualcosa piuttosto vecchio avrà tipo 12 miliardi di anni. che ha avuto un periodo di formazione durato 15-20 anni (grazie agli dei), prevalentemente pianeggiante (con delle zona montagnose e poche zone collinari) , con un'aria bella grossa aria desertica (stile deserto del gobi/area ex vulcanica) Chiamato i terreni Cinerei tutt'ora ancora fumanti. per il livello di acqua pensavo un 60%/70%  o qualcosina in più come la terra. (il pianeta è grande come saturno circa qualcosina in più) , il livello di tecnologia è verso il 1600 ma solo alcune zone predilette possiedono una tecnologia simile , il resto e praticamente medievale o rimasto all'età della pietra/bronzo. passatemi i termini non nascondo che ci potrebbero essere cose (passatemi il termine) Sandalpunk , Stonepunk e Swordpunk. per la mappa del mondo di solito uso un generatore casuale. ma se volete o conoscete un'qualcosa di migliore posso provare a costruire qualcosa ad ok. appena posso posterò dei messaggi dedicati alle razze e alle divinità. per qualsiasi idee/spunti per il mondo di gioco scrivete qui e vediamo un pò. 
    • By Ian Morgenvelt
      Nome dell'ambientazione: 
      Pianeta Terra, anno 2015: all'oscuro della maggior parte dell'umanità, le creature dei miti e delle leggende hanno continuato a prosperare, integrandosi nella nostra società e modificandola profondamente.
      Temi
      Temi principali
      Come nelle fiabe: Le leggende, i miti, le fiabe e l'epica… sono tutti metodi con cui l'umanità ha tramandato le imprese di esseri fondamentalmente diversi da loro. Dei, "lupi cattivi", streghe, troll ed elfi sono molto più reali di quanto si possa pensare, come sapevano gli antenati degli uomini moderni: le storie non erano solamente racconti per allietare una serata, ma avvertimenti su questo mondo tanto affascinante quanto pericoloso.
      Questi esseri, ormai dimenticati o scherniti, non sono certo spariti nel nulla: sono cambiati, ma hanno mantenuto i loro ruoli narrativi. E, soprattutto, vivono tutt'ora in mezzo a noi, nascondendosi sotto pelli mortali e penetrando in profondità nella società moderna. O fuggendo totalmente da essa, infestando luoghi che tutt'ora vengono guardati con timore irrazionale: da dove nascerebbero le leggende metropolitane, altrimenti? La Grande Mascherata: Le storie del passato sono state dimenticate o guardate come sciocche superstizioni con cui si trastullavano i nostri avi. E proprio per questo la maggior parte delle persone si rifiuta di credere al soprannaturale, anche quando viene messa di fronte a prove inconfutabili. Il cervello umano non riesce ad accettare che possa esistere qualcosa di tanto assurdo, in grado di farci sentire totalmente inermi e impotenti: per questo ogni uomo attiva una sorta di meccanismo di autodifesa, razionalizzando qualunque avvenimento a cui assiste. La deflagrazione infuocata creata dal mago? Una fuga di gas, non c'è dubbio! E quelle fotografie spaventose di un lupo sono chiaramente il frutto della mente fantasiosa di un appassionato di Photoshop. E via dicendo.  I Liberatori: Non tutti gli uomini sono ignari del soprannaturali. Parte di loro sono dotati della capacità di vederlo e comprenderlo, che sia una benedizione (o maledizione) di famiglia o semplice arguzia. E, ovviamente, alcuni di loro sono in grado di comprenderne i vantaggi. Ma la reazione più comune è indubbiamente un'altra: la paura.
      E' proprio per questo che sono nati i Liberatori, una società che vuole eradicare il soprannaturale e far tornare l'umanità sul trono che si è affibbiata da sola. Molti li conoscono come semplici complottisti da forum, folli che continuano ad insistere sull'esistenza dell'area 51 o sulle prove dei presunti avvistamenti di fate e folletti. Ma pochi conoscono ciò che vi è realmente dietro: questi uomini e queste donne sono un vero e proprio esercito, pronto ad eseguire il proprio compito con cieca devozione. Diverse creature lo hanno imparato a proprie spese: anche un drago non può nulla contro una folla armata di fucili automatici.  La tua vita per la tua Nazione: Le persone che sono certamente state in grado di sfruttare il soprannaturale sono i capi di stato (sempre ammesso che siano realmente tali). La magia e l'occulto sono regolati da leggi, come tutti gli altri aspetti della vita quotidiana, anche se tendono ad essere più blande e permissive, per non limitare le occasioni offerte da questi poteri. Una delle più famose è il cosiddetto Servizio Eterno: la necromanzia, la tradizionale magia nera, non è illegale, a patto però che il mago abbia un Sigillo statale. Sigillo che comporta la possibilità di venire arruolati per controllare gli "uomini" che difendono il proprio stato: gli eserciti e parte delle unità di polizia (in base ai singoli stati) sono innocenti sacrificati e rialzati da oscuri riti, spesso dotati di un istinto animalesco ed un cervello semplice. L'unica cosa che riesce a tenerli a bada è il potere controllato dai necromanti, in grado di farli ballare come marionette. E non sempre per il bene della patria.  Temi Secondari
      Cabala di potere Gli arcanisti sognano pecore elettriche I signori del crimine Il nemico alle porte Il tempo è denaro La rottura del patto Venti di magia
    • By Ian Morgenvelt
      @Athanatos @Cronos89 @Ghal Maraz @PietroD  @Pippomaster92 @shadizar @Tarkus @Zellos 
      Come vi avevo anticipato, con la creazione dei Volti abbiamo terminato di creare l'ambientazione. Noterete che abbiamo ancora molti dettagli da tratteggiare e molti buchi da riempire: è una cosa voluta, in questo modo sarete libero di aggiungere tutti i dettagli che vorrete con i vostri personaggi.
      E, infatti, inizieremo proprio a crearli a partire da questo post. Vi guiderò passo per passo, approfittandone per spiegarvi le regole del sistema, così che abbiate modo di "digerirle" e farmi tutte le domande del caso. 
      Partiamo dalle base, ossia la risoluzione dei conflitti: qualunque sfida viene risolta tirando 4 dadi a 6 facce abbastanza particolari, a cui viene poi sommato il valore dell'abilità che si vuole utilizzare per superare l'ostacolo. I dadi, in particolare, variano tra -1 e +1 (1-2: -1, 3-4: 0, 5-6:+1), fornendovi così un bonus che può variare tra -4 e +4. Vi spiegherò in maniera più specifica il funzionamento delle prove e dei combattimenti quando vi avrò introdotto le abilità, ma iniziate pure a farmi tutte le domande che volete sulla questione. 
      La prima cosa che dovremo definire saranno gli Aspetti, il centro del personaggio e dell'intero sistema. Un Aspetto è una breve frase che descrive un luogo, una situazione o, in questo caso, un personaggio. La frase che utilizzate deve essere facilmente inseribile in un discorso: per poterli utilizzare per influenzare le meccaniche, infatti, dovrete inserirli direttamente nella narrazione. 
      I vostri personaggi saranno definiti da un totale di cinque Aspetti: il Concetto base, il Problema, la Relazione e due Aspetti liberi. Inizieremo a focalizzarci sui primi due, che saranno il fulcro del vostro personaggio.
      Il Concetto base indica la sua identità, le sue parti essenziali. Dovrete quindi scrivere una breve frase che lo riassuma ("Il nuovo Cavaliere Nero", "Guardiano del Tempio di Efeso", "Mago folle"...) e una descrizione di qualche riga che presenti il personaggio. Non scrivete il background completo, solamente le sue caratteristiche principali e la sua identità.
      Il Problema, invece, rappresenterà un difetto del vostro personaggio. Deve essere qualcosa che renda la vita del vostro PG più complicata: potrebbe trattarsi di una vera e propria debolezza, come quelle di molte figure mitologiche (il calcagno di Achille o i capelli di Sansone, per dire), di un rapporto complicato con un familiare/amico/conoscente, un nemico molto importante... Qualunque cosa vi venga in mente, insomma. Anche in questo caso dovrete scrivere una breve frase per riassumerlo e una rapida descrizione. 
      Una volta che avremo definito Problema e Concetto base vi spiegherò il funzionamento della risorsa più importante del gioco (i punti Fato) e la sua influenza sugli Aspetti. 
      Nota finale, staccata dal resto: come volete che gestisca il tiro dei dadi? Lo delegate completamente a me o preferite usare una app/sito per tirarli voi? E sareste eventualmente interessati ad un canale di chat più diretto rispetto al forum, per chiedere dubbi vari (e riempirlo di spam, meme e cagate varie, come parte di voi ben sanno)?
    • By Ian Morgenvelt
      @Athanatos @Cronos89 @Ghal Maraz @PietroD  @Pippomaster92@shadizar @Tarkus @Zellos 
      La campagna di FATE è ufficialmente aperta! Giocheremo una prima avventura e partiró da quella per creare la campagna. Io posterò ogni due giorni e vi chiederei di essere costanti: voglio tenere un buon ritmo. Ovviamente non ci sono problemi di nessun tipo se non avete nulla da dire o se siete troppo impegnati: basta che mi scriviate in privato per avvisarmi. 
      In questi giorni, mentre finisco Lady Blackbird con parte di voi, vorrei iniziare a fare il punto della situazione per organizzare i prossimi passi. Vorrei quindi che mi diceste se conosciate FATE e, nel caso, quanto lo conosciate: nel caso partiate da zero non dovrete preoccuparvi, ci penserò io a guidarvi nella creazione del PG (e, in ogni caso, il sistema è molto semplice). Potete intanto dare un'occhiata al regolamento, che trovate linkato in "Link Utili": useremo FATE condensato, che è una versione leggermente migliorata di FATE core (se conoscete il secondo conoscete il primo, di fatto).
      Prima di riflettere sui PG, però, dovremo creare l'ambientazione in cui verrà ambientata l'avventura. Per farlo useremo un metodo che ho creato pescando materiale da varie fonti: ognuno di voi dovrà proporre due "temi", che possono essere media vari (libri, film, canzoni...), veri e propri aspetti che vorreste approfondire (esempio: "Magia oscura e misteriosa" o "Mondo distrutto"), particolari luoghi o qualunque altra cosa che vorreste rendere un tratto caratteristico dell'ambientazione. Ognuno di voi avrà quindi 3 voti a sua disposizione e un veto, un voto che potrete usare per bloccare un tema proposto da un altro giocatore e che, ovviamente, non siete obbligati ad usare. I quattro temi con più voti saranno le caratteristiche principali dell'ambientazione, mentre gli altri saranno aspetti marginali e di minore importanza. Io raccoglieró il tutto e definirò quindi il mondo sulla base di quanto uscito.
      Passeremo quindi a creare i Volti, dei PNG che rappresentano un tema. Ogni tema avrà un Volto favorevole e un Volto contrario: ognuno di voi dovrà sceglierne uno e creare il corrispondente PNG. 
      Prima di iniziare a proporre i temi dovremo definire il genere della campagna (anche a grandi linee: nulla ci vieta di inserire degli elementi più fantasy in un'ambientazione fantascientifica, ad esempio): iniziate a discuterne tra di voi e vedremo cosa uscirà. L'unico "veto" che metto è sull'horror: non penso di essere in grado di narrare una vera e propria avventura di questo genere, al massimo potrei inserire alcuni elementi più inquietanti o gotici.
      Voti
      Cabala di potere: 2 Come nelle Fiabe: 4 Gli arcanisti sognano pecore elettriche: 2 I signori del crimine: 2 Il nemico alle porte: 1 Il tempo è denaro: 1 I liberatori: 3 La tua vita per la tua Nazione: 3 La grande mascherata: 4 La rottura del patto: 1 Venti di magia: 1 Veti
      Devils (and Angels) may cry Mondi che collassano
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.