Jump to content

Titolo cerca avventura


Pau_wolf
 Share

Recommended Posts

Le regole di questo topic sono semplici. Prendete un titolo. Scrivete una bozza di avventura. Oltre al titolo, troverete parole chiave come proteggere, uccidere, infiltrarsi... non è obbligatorio seguirle. Ma dite cosa devono fare i PG della vostra avventura. Se volete, proponete titoli nuovi

Incubo sul lago. Infiltrazione + recupero

La giungla dei sassi urlanti. Protezione

Lo specchio del diavolo. Infiltrazione + uccidere

Il ladro dalle cento forme. Protezione

Il guardiano dell'arco. Uccidere

cristallo del mare. Fuggire

Il principe ed il lupo. Fuggire + uccidere

La regina degli gnomi. Furto.

L'inizio del viaggio. Uccidere

L'addestratore di ragni. Infiltrazione

Il signore delle pozioni. Recupero

Frederick Saltafreccia. Infiltrazione + recupero

La fonte maledetta. Esplorare

Giganti contro zombi. Infiltrazione + fuggire

Il tranello del gatto. Protezione

Roliman e la peste. Protezione + uccidere

L'alchimista degli orrori. fuga + esplorazione

Il druido e la melma. Uccidere + protezione

Due spose insolite. Recupero

Il morbo del drago pazzo. Esplorazione

Un occhio di troppo. Furto (niente beholder xD)

Il monastero della tigre. Protezione

La testa del re. Protezione

L'orco danzante. Esplorare

L'antenato del mago. Infiltrazione

L'esercito degli sconfitti. Uccidere

Erano tre goblin. Uccidere

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


7 ore fa, Pau_wolf ha scritto:

Le regole di questo topic sono semplici. Prendete un titolo. Scrivete una bozza di avventura. Oltre al titolo, troverete parole chiave come proteggere, uccidere, infiltrarsi... non è obbligatorio seguirle. Ma dite cosa devono fare i PG della vostra avventura. Se volete, proponete titoli nuovi

Incubo sul lago. Infiltrazione + recupero
Un piccolo villaggio situato sulle rive di un lago palustre è satto conquistato dai lucertoloidi. Alcuni abitanti non sono riusciti a fuggire e sono ora destinati a venire usati come scorte di carne dai rettili antropomorfi. I PG si devono infiltrare nell'insediamento e liberare i prigionieri.

La giungla dei sassi urlanti. Protezione
I PG devono scortare un ricercatore che intende avventurarsi in una giungla composta da alberi pietrificati- Stranamente, su ogni pianta è dipinto un volto distorto in un silenzioso urlo.

Lo specchio del diavolo. Infiltrazione + uccidere
Uno specchio magico permette ad un potente immondi lì imprigionato di controllare chiunque si specchi nel piccolo oggetto. I PG devono raggiungere il piccolo e inospitale villaggio in cui si trova lo specchio e distruggerlo.

Il ladro dalle cento forme. Protezione
Tekranim Il-Sempre-Diverso è un temerario ladro doppelganger che adora annunciare i suoi colpi. I PG devono proteggere il rubino noto come Occhio del Sole, ma non sarà facile in quanto chiunque potrebbe rivelarsi il criminale sotto mentite spoglie.

Il guardiano dell'arco. Uccidere
Un antico arco magico è custodito all'interno di una grotta. Il guardiano del magico oggetto è disposto a cederlo ad una semplice condizione: ucciderlo.

Cristallo del mare. Fuggire
I PG hanno appena recuperato dal tempio il leggendario Cristallo del Mare, ma questo ha fatto scattare la trappola finale: l'intera struttura si sta lentamente inabissando!

Il principe ed il lupo. Fuggire + uccidere
Il giovane principe Harmenos ha bisogno di aiuto: nelle campagne del suo regno si aggira un lupo mannaro! Tutti gli avventurieri fino ad ora assunti sono stati uccisi dalla bestia. Durante la loro battura di caccia, i PG si trovano bracciati, con il licantropo che conosce alla perfezione i loro piani e le loro capacità. Stranamente, il mostro ha una cicatrice sulla mano destra proprio come il principe...

La regina degli gnomi. Furto.
La gemma incastonata nella corona della regina Rivnas che l'ultimo ingrediente che manca per completare una pozione in grado di curare l'epidemia che sta flagellando i regni ad est. La regina degli gnomi non è comunque intenzionata a cederla e i PG son così costretti ad usare metodi meno legali.

L'inizio del viaggio. Uccidere
I PG si apprestano a partire per la loro prima missione, ma in lontananza si sentono suonare i corni da guerra. Una grande banda di predoni si appresta ad attaccare il villaggio! I PG avranno il loro battesimo del sangue ancor prima di iniziare il loro viaggio.

L'addestratore di ragni. Infiltrazione
Il Grande Ragno è la più rinomata spia del regno, e i suoi "ragnetti" si muovono ovunque, rifornendo il loro padrone di preziose informazioni. Attualmente sotto ricatto, il re chiede ai PG di scoprire chi sia questa enigmatica figura.

Il signore delle pozioni. Recupero
Fildbarch, l'Alchimista Reale è disperso nella Foresta Grigia da ormai 3 giorni. I PG devono riuscire a riportare indietro l'esimio studioso.

Frederick Saltafreccia. Infiltrazione + recupero
Frederick Saltafreccia è un innocuo briccone di quartiere. Putroppo questa volta Fred ha fatto arrabbiare le persone sbagliate, e ora è loro prigioniero. L'esasperata moglie di Fred chiede ai PG di recuperare il marito.

La fonte maledetta. Esplorare
Un'antica mappa segna l'ubicazione della Fonte di Azenith. Leggenda vuole che le sue acque possano elargire benedizioni o maledizioni a chiunque le beva: l'effetto dipende dalla purezza e dagli ideali di chi se ne serve.

Giganti contro zombi. Infiltrazione + fuggire
La leggendaria Spada di Ahmek è dispersa da qaulche parte nella Landa Insanguinata. La Landa è diventata terreno di battaglia tra i gigandi della tribù Ulnath e il potente necromante Vishkan. I Pg devono raggiungere la Landa, non farsi coinvolgere nella guerra, recuperare la spada e fuggire.

Il tranello del gatto. Protezione
Il "Gatto" è un bardo giramondo e incallito donnaiolo che ha recentemente messo gli occhi sualla figlia del sindaco. Come ogni adolescente, la giovane fantastica principe azzurro e il vero amore, cosa che la rende una preda perfetta per questo don Giovanni spudorato. I PG hanno il compito di difendere la ragazza da questo famigerato seduttore.

Roliman e la peste. Protezione + uccidere
Il famoso guaritore Roliman ha trovato la cura per l'epidemia di peste che affligge il regno, ma lo stregone non morto Kaahsuv, creatore del morbo, non ha alcuna intenzione di lasciarlo fare. I PG devono proteggere Roliman e mettere fine una volta per tutte ai piani di Kaahsuv.

L'alchimista degli orrori. fuga + esplorazione
I PG hanno scoperto un laboratorio sotterraneo appartenuto ad un famoso alchimista del passato. Attratti dai segreti e dalle ricchezze ivi contenuti, decidono di esplorarlo, ma dovranno guardarsi dagli orrori in agguato tra le ombre.

Il druido e la melma. Uccidere + protezione
Un druido rinnegato ha creato un protoplasma in grado di consumare qualsiasi cosa e vuole scatenarlo contro la foresta e il circolo druidico che l'ha scacciato decenni addietro. I PG dovranno proteggere la foresta, i druidi e trovare il moso di sconfiggere la melma e colui che l'ha creata.

Due spose insolite. Recupero
Le due figlie gemelle del barone, promesse spose ai rampolli di due feudi confinanti, sono state rapite da una note coppia di combinaguai. Il compito dei PG è ritrovare le ragazza, ma come reagiranno quando scopriranno che il presunto rapimento è in realtà una fuga d'amore?

Il morbo del drago pazzo. Esplorazione
Durante i lavori di ampliamento del Forte Albagrigia, i soldati sono entrati in contatto con delle misteriose spore che trasformano la pelle in squame e fanno impazzire le persone, che iniziano a comportarsi come se fossero dei draghi. I PG devono esplorare le grotte sotto al forte e scoprire l'origine delle spore.

Un occhio di troppo. Furto (niente beholder xD)
L'Occhio di Kazam è un diadema magico che fornisce poteri divinatori. Un capobanda locale se ne è appropriato con mezzi ai limiti della legge, e ora il potente diadema è legalmente suo. I PG dovranno ricorrere a mezzi meno leciti per recuperarlo.

Il monastero della tigre. Protezione
Il monaco reietto Lao Feng ha deciso che i tempi sono maturi ed è tempo di reclamare vendetta contro i suoi ex-confratelli. Nel corso degli anni ha sviluppato un potere enorme, addirittura più devastatnte di quello del Gran Maestro del Monastero della Tigre. Deciso ad impossessarsi delle Sacre Pergamene di Shi Quan, Lao Feng attacca il Monastero ed inizia a farsi strada verso la camera delle Scritture. I PG, ospiti del Monastero da alcuni giorni, devono aiutare i monaci a proteggere i preziosi cimeli.

La testa del re. Protezione
Il più grande dei classici: il re ha ricevuto una lettera che ne prannuncia l'assassinio e i PG devono impedire che questo accada.

L'orco danzante. Esplorare
La taverna dell'Orco Danzante è dotata di una vastissima rete di cunicoli e passaggi segreti, risalenti al tempo in cui veniva usata come covo dai contrabbandieri. Che i criminali si siano lasciati indietro qualche tesoro?

L'antenato del mago. Infiltrazione
Il mago di corte ha preso in ostaggio tutto il castello! I PG devono infiltrarsi per scoprire cosa è successo. La verità è che il mago è stato posseduto dal malvagio spirito di un suo antenato.

L'esercito degli sconfitti. Uccidere
L'Esercito degli Sconfitti è una banda di predoni composta da disertori e soldati vigliacchi che hanno deciso che è più remunerativo prendersela coi contadini che agire da onorevoli militari. Purtroppo per loro il villaggio su cui hanno messo gli occhi è lo stesso dove alloggiano i PG.

Erano tre goblin. Uccidere
Tre goblin hanno iniziato ad assalire l'unica strada che porta in città. I piccoli banditi sono estremamente abili, organizzati e soprattutto letali. I PG però non saranno delle vittime tanto facili da sottomettere.

 

  • Like 5
Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, Lone Wolf ha scritto:

La giungla dei sassi urlanti. Protezione
I PG devono scortare un ricercatore che intende avventurarsi in una giungla composta da alberi pietrificati- Stranamente, su ogni pianta è dipinto un volto distorto in un silenzioso urlo.

Fico! ;)

12 ore fa, Lone Wolf ha scritto:

Il ladro dalle cento forme. Protezione
Tekranim Il-Sempre-Diverso è un temerario ladro doppelganger che adora annunciare i suoi colpi. I PG devono proteggere il rubino noto come Occhio del Sole, ma non sarà facile in quanto chiunque potrebbe rivelarsi il criminale sotto mentite spoglie.

Chiunque... compreso uno di loro.

12 ore fa, Lone Wolf ha scritto:

Il morbo del drago pazzo. Esplorazione
Durante i lavori di ampliamento del Forte Albagrigia, i soldati sono entrati in contatto con delle misteriose spore che trasformano la pelle in squame e fanno impazzire le persone, che iniziano a comportarsi come se fossero dei draghi. I PG devono esplorare le grotte sotto al forte e scoprire l'origine delle spore.

Bell'idea... molto meglio del classico "i draghi sono impazziti" a cui avevo pensato io.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Incubo sul lago: se viene immersa una persona morta nel lago, questa inizia a sognare indefinitamente. Si crea di fatto un altro semipiano collettivo in cui vengono replicati i luoghi che le persone hanno vissuto durante la loro vita, popolato dai loro ricordi più vividi. Il semipiano è accessibile solo da cadaveri immersi nell'acqua. Se i corpi si decompongono il ricordo diventa permanente.

Nel semipiano, la transizione da un "pacco" ricordi a un altro è confusionaria. Se due o più persone hanno visto lo stesso luogo, questo viene popolato da tutti i migliori o peggiori ricordi. 

Se un luogo è stato visto da più persone e il ricordo è abbastanza vivido, le persone o creature causa di quello shock emotivo iniziano ad apparire nel mondo reale. Se qui vengono ammazzate, ricompaiono poco dopo. Prima che questo fenomeno si concretizzi sono necessari quasi cento anni di immersione del gruppo. Cento anni fa, un signore locale aveva fatto apparire un demone in un castello rivale (che si trovava in una posizione strategica) combinando un massacro di castellani ma sapendo che un gruppo di eroi che vivevano lì lo avrebbe ammazzato subito. Aveva progettato tutto: in seguito ha assassinato gli eroi e buttati nel lago. Il demone ha iniziato a ricomparire nel castello, che è stato evacuato per sempre. 

Gli eroi non hanno solo creato un collettivo forte del castello e del demone, ma anche di un dungeon in cui avevano fatto una missione. Dungeon che era ubicato su quella che adesao è la piazza di una giovane città in espansione. Ogni volta che vengono sconfitti nel mondo reale, i mostri ricompaiono, essendo onirici. Per porre fine al fenomeno bisogna cambiare i ricordi degli avventurieri legati a quel luogo (dato che i corpi degli avventurieri si sono decomposti).

I personaggi devono morire, essere immersi nel lago, entrare nel collettivo, trovare un modo per cambiare il ricordo, e farsi resuscitare. Il modo per farlo è uno: ripulire il dungeon prima dell'avvento degli avventurieri e scomparire prima che questi arrivino (per non creare confusione nei loro ricordi).

Il problema è che nel lago ci hanno affogato anche un bambino schizofrenico che aveva visioni e allucinazioni ed entrando nel semipiano collettivo prima di arrivare al dungeon gli avventurieri si ritrovano in molti altri posti e fenomeni allucinati e non si capisce dove quale sia il dungeon da ripulire. Non sembra esserci alcun dungeon. 

Inoltre, appena ammazzati vengono a sapere in qualche modo che il chierico che aveva promesso di resuscitarli li ha venduti a dei signori di una città rivale, che per andare contro gli interessi della prima città non ha intenzione di resuscitarli. (Nota: se i pg muoiono, vanno in due luoghi diversi). L'unica speranza è che i contatti con la città da cui erano assoldati rintracciano il tradimento del chierico e li facciano resuscitare. Perché ciò avvenga devono quantomeno risolvere la missione. 

 

 

I personaggi sono pressati da tre cose:

- Non sapere se rimarranno in quel limbo per sempre, nella speranza che qualche eroe nella città rintracci il complotto del chierico. 

- Il dover risolvere per forza una missione difficile il cui risultato impatterà pochissimo sulle loro possibilità di essere resuscitati. Ma se non lo fanno le possibilità sono zero (es. la città che li ha assoldati aveva versato una caparra; se non risolvono la missione penseranno che i personaggi se la sono filata con la caparra; da definire bene).

- La confusione del nuovo pacco ricordi dell'altro presente al collettivo, che era uno schizofrenico e aveva visioni e allucinazioni 

 

(la risposta e no; è più Eternal Sunshine of the Spotless Mind che Inception)

 

Volevo farlo per tutti i titoli ma mi sa che balzo o festeggio il capodanno per "La testa del Re" XD magari ne posto qualche altro

45 minuti fa, Pau_wolf ha scritto:

Vi piace questo topic quindi?

Sì carino, solo i titoli sembrano i titoli dei B-movie anni '70 che danno su TeleCapri prima del loro core business

Edited by Lord Karsus
  • Like 1
  • Haha 4
Link to comment
Share on other sites

Amore draconico (titolo tratto da una canzone degli avantasia)

Una contadina del villaggio è assillata dallo stregone locale, innamorato di lei. Questo stregone ha usato charme su d lei x portarla a letto. Ma non ci sono prove che egli sia uno stregone. E nemmeno prove che abbia usato la magia su di lei. Alcuni indizi portano a pensare che sia un drago. Tipo la sua smania per l'oro o il fatto che si dice sia da secoli nel villaggio. O il fatto che addirittura il mago più potente del villaggio abbia paura di lui. Altri indizi lo accomunano ad un comune stregone che bluffa. La verità sta nel mezzo
 
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Propongo una variazione al topic: chi passa sviluppa un titolo e ne propone uno nuovo per il prossimo. Insomma una formula ben nota di gioco da forum.

 

Il 27/12/2017 alle 14:39, Pau_wolf ha scritto:

Lo specchio del diavolo. Infiltrazione + uccidere

Un nobile acquista da un mercante uno specchio che dovrebbe avere il potere di mostrare la verità. Il mercante non è altri che il Diavolo (sì, quello con la maiuscola) e quando l'uomo si guarda nello specchio scopre suo malgrado di non avere più un'anima, stermina la sua famiglia, diviene un tiranno e si chiude in una torre inespugnabile da cui governa le sue terre scrutando in ogni dove attraverso lo specchio e facendo rispettare i suoi ordini tramite diavoli e altre creature infernali.

I PG vengono assoldati da un esule per eliminare il tiranno, ma l'unico modo di giungere a lui non visti e superare le difese della torre è... attraverso lo specchio stesso, in un viaggio a metà tra un viaggio planare e un'avventura onirica, in un continuo andirivieni tra il piano materiale, il suo riflesso e gli inferi per giungere nella camera del tiranno e ucciderlo nel sonno.

La mia proposta di titolo è La Corona di Ferro. Recupero + Uccidere.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Il 27/12/2017 alle 14:39, Pau_wolf ha scritto:

Il principe ed il lupo. Fuggire + uccidere

Idea ispirata da un "fumetto" che ho visto su Youtube, che a sua volta mi ha fatto tornare in mente la scoiattolina innamorata di Semola ne "La spada nella roccia".

Nel "fumetto" summezionato, una rana dice ad una ragazza di essere un principe colpito da una maledizione, e le chiede di baciralo per spezzare la maledizione; la ragazza lo bacia, e lui effettivamente torna ad essere un principe; i due si avviano verso il castello di lui, dove si sposeranno, ma... piccolo sviluppo imprevisto: lui (non visto) si gira verso lo stagno e dice "Mi dispiace" sottovoce.
La vignetta successiva mostra una rana femmina che dice "Ma... tu eri già un principe per me". Devo ammettere che la scena è stata una discreta mazzata... era intesa come scenetta umoristica, ma mi ha lasciato con l'amaro in bocca (così come la reazione della scoiattolina nel cartone Disney).

Partendo da questi due spunti, sviluppiamo l'idea "Il principe e il lupo" (ma ignorando "fuggire+uccidere"):
Un re fà un torto ad un potente incantatore (o creatura soprannaturale con forti poteri magici); l'incatatore/creatura si vendica trasformando il figlio del re in un lupo, e abbandonandolo nella foresta; il re cerca invano di riavere suo figlio, ma senza successo; alcuni anni dopo, alla morte dell'incantatore/creatura, il re riesce a scoprire (grazie al mago di corte) dov'è il figlio, e incarica i pg di catturarlo e riportarlo alla reggia, dove il suddetto mago di corte lo farà tornare umano.

1° problema: catturare il principe/lupo senza fargli male; più facile a dirsi che a farsi, visto che il branco a cui si è unito intende sembra difenderlo, e il principe/lupo stesso sembra particolarmente aggressivo nei confronti dei pg... tutta colpa della maledizione, senza dubbio.

2° problema: una volta tornato normale, il principe è adirato, sia con i pg che con il padre.
Una volta diventato lupo, ha potuto assaporare una libertà che in veste di principe umano non ha mai avuto; peggio ancora, una volta accettato nel branco si è trovato una compagna con cui ha fatto dei cuccioli, da cui vuole tornare!

Cosa faranno i pg  a questo punto? Le opzioni sono 3:

  1. Ascoltare il principe, che li supplica di aiutarlo a tornare lupo, in modo che possa riunirsi alla propria famiglia? Se lo fanno, il re non li pagherà (anzi potrebbe pure mettere una taglia sulla loro testa!) e affiderà il compito di recuperare (per la 2° volta) il principe ad altri avventurieri.
  2. Ascoltare il re, che ora vuole che i pg sterminino quel branco di lupi per "eliminare tutti gli strascichi"? Se lo fanno, una volta che i pg saranno pagati e andati via, il principe ucciderà il padre, metterà una taglia sulla testa dei pg, e si alleerà con potenze oscure pur di riportare in vita la propria famiglia, trasformando quello che una volta era un regno prospero e pacifico in una landa demoniaca!
  3. Far diventare umani la compagna e i figli del principe? Se lo fanno, potrebbe reagire male sia il re ( che potrebbe non apprezzare di avere dei parenti così "selvatici"!), sia il principe (che tutto sommato stava meglio da lupo). Poi bisognerebbe vedere anche la reazione della (ex-)lupa e dei cuccioli (si troveranno bene nella nuova forma? Pur non apprezzandola la accetteranno per amore del principe? Chiederanno di tornare lupi?).

Ognuna delle 3 opzioni può essere quella giusta o quella sbagliata... dipende solo da come se la giostrano i pg.

 

22 ore fa, Brillacciaio ha scritto:

Propongo una variazione al topic: chi passa sviluppa un titolo e ne propone uno nuovo per il prossimo. Insomma una formula ben nota di gioco da forum.

Oh... idea carina, mi piace!

La mia proposta è: Il fiore di fuoco (esplorazione).

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Il fiore di Fuoco (Esplorazione)

Il duca è stato avvelenato con un potente veleno, nessuna cura convenzionale o magica è in grado di medicarlo, ma l'alchimista di corte ritiene che una rarissima pianta semi-leggendaria nota come il Fiore di Fuoco possa essere usata per curarlo, il problema è che si trova in una remota giungla ancora inesplorata.

I personaggi vengono ingaggiati dalla famiglia Ducale per cercare e trovare il rarissimo fiore, ma appena giunti sulle coste di questo territorio inesplorato sorgono vari problemi:

- Una piccola comunità di halfling in fuga dalla guerra nelle loro terre si è stabilita sulle rive di un fiume, ma deve difendersi dai continui attacchi della locale tribù di elfi selvaggi indigeni, che non mostrano pietà verso gli invasori che occupano la loro fonte sacra. Da che parte si schiereranno gli avventurieri?

- Dopo aver affrontato una banda di pirati i personaggi scoprono che i bucanieri erano in quelle terre remote per cercare il tesoro del grande pirata Barbargentea. Continueranno la ricerca del Fiore di Fuoco per salvare il duca oppure cambieranno obiettivo per cercare il favoleggiato tesori del pirata (tradendo così la fiducia della famiglia ducale)

- Il Fiore di Fuoco è custodito da una pacifica tribù di lucertoloidi, che abbraccia gli avventurieri a braccia aperte, credendoli emissari delle loro divinità, ma che non è disposta a lasciar toccare il Fiore sacro e lo difenderà con incrollabile fanatismo.

- Infine il Fiore di Fuoco è la pianta stessa alla base del veleno che ha avvelenato il duca. A preparare il veleno è stato il presunto morto fratello maggiore dell'attuale duca, che molti anni fa fu deposto e "ucciso" dal fratello minore. Dopo aver viaggiato per terre lontane ed esotiche ha trovato la pianta nascosta dai lucertoloidi e ne ha rubato una quantità sufficiente per preparare la sua vendetta e riprendere ciò che è suo di diritto. I personaggi lo uccideranno per ottenere la cura o si schiereranno dalla sua parte nel tentativo di reclamare il trono del ducato?

Rilancio con: Il XIV Congresso dei Maghi (intrigo)

Link to comment
Share on other sites

L'alchimista degli orrori. fuga + esplorazione

Fine XVII secolo. La piccola cittadina di Bittermock, nel Maine. Trecento anime in tutto (tutti miti e rispettosi puritani, ovviamente). Qui si è da poco trasferito uno strano forestiero. Le donne del posto nel loro consueto chiacchiericcio serale dicono che sia uno studioso europeo (c'è chi dice arrivi dal Galles, altri dalla Cornovaglia, altri ancora dalla Normandia). La routine del villaggio è stata scossa da questa novità, e tutti guardano con sospetto il nuovo venuto ed i suoi strani modi: parla in maniera molto affettata, usando parole difficili e che suonano antiquate (perfino per una realtà di quattro secoli fa!), è esageratamente cavalleresco e galante, ed ha cercato in ogni modo di farsi amico di padre Holmes, il prete che gestisce la chiesetta del paese.
Il sospetto si è fatto ancora più forte quando hanno cominciato a verificarsi strani fenomeni: tombe inspiegabilmente saccheggiate nel cuore della notte, animali uccisi e trovati orribilmente mutilati, strane luci e suoni che sembrano arrivare dalle profondità della foresta dietro alla collina su cui il nuovo venuto ha fatto costruire dai suoi due servi dalla pelle colorata e piena di tatuaggi, forse degli indiani, che si sono visti solamente in quel frangente, poi sono letteralmente scomparsi e nessuno li ha più visti.

I giocatori arrivano a Bittermock una sera, nel corso di un violento temporale. Possono essere lì per svariati motivi: potrebbero essere cacciatori di ritorno a Kitterly dopo un viaggio a nord per procurarsi pelli e pellicce; oppure potrebbero aver fatto affari con le tribù indiane, o ancora potrebbero essere gente più benestante di ritorno da una visita alle cittadine francesi nel Quebec o nell'Acadia. La loro carrozza spacca l'asse della ruota a poche miglia dal paesino, ed il cocchiere indica loro la piccola cittadina dove trovare riparo per la notte.
I locali accolgono i nuovi venuti con freddezza, ma lo spirito cristiano ha la meglio nei cuori dei sospettosi abitanti, che finiscono con il portare tutti alla locanda del posto (che di fatto è solamente una casa un po' più grande delle altre, ed offre quattro stanze libere al piano di sopra, un piatto di zuppa calda e corroborante (specie dopo il gelo della notte e la pioggia), un boccale di birra ed una fetta di torta di mele, il tutto ad un prezzo più che ragionevole (accettano anche di barattare il pernottamento con pellicce o altro equipaggiamento).
Al caldo del fuoco, i viandanti possono sentire gli altri avventori confabulare tra di loro, dicendo molte delle cose fin qui narrate sullo straniero europeo che abita in cima alla "vecchia collina". Spesso si fermano e fissanoi giocatori ed i loro compagni di viaggio, con aria tra il sospettoso e l'ostile.
Ad un certo punto tutti si zittiscono, ed entra un uomo estremamente elegante ed ordinato, alto, biondo e con gli occhi di colore diverso (uno azzurro ed uno castano scuro). Sembra che la pioggia non lo abbia neppure toccato: è lo straniero che abita sulla collina. I locali si zittiscono e fissano i loro boccali o i loro piatti. L'uomo non dà segno di accorgersi dell'ostilità che lo circonda, e si dimostra ben più cordiale degli altri cittadini, cerca di attaccare bottone con i nuovi arrivati, si offre di mandare i suoi servi a recuperare eventuali bagagli rimasti nella carrozza (cosa che avviene puntualmente in caso di risposta affermativa). Sembra molto interessato a ciò che accade nel mondo, si fa raccontare quanto più possibile delle vicessitudini dei viaggiatori ma resta molto vago su di sè e sulle sue origini.
Dopo che se ne sarà andato, uno degli abitanti andrà dai giocatori e consiglierà loro di stare lontani da quel tizio, è uno strano, se ne sta sempre chiuso nella sua casetta, come minimo è un criminale che è fuggito dall'Europa per scampare a chissà quale condanna dopo chissà quale crimine orrendo, forse è addirittura uno stregone in combutta col diavolo per chissà quale misterioso rituale satanico. Se i giocatori saranno stati a loro volta schivi e poco disponibili con l'uomo, questo potrebbe perfino apparire come una buona cosa agli abitanti di Bittermock, che saranno più cortesi con chi non ha "dato corda".

Uno ad uno, gli avventori se ne vanno alle loro case, ed anche i viaggiatori prima o poi si ritirano nelle stanze per riposare: viaggiare in carrozza non è molto comodo, le loro gambe sono doloranti ed un bel letto morbido è quello che ci vuole per recuperare e preparsi a ripartire: sono tutti convinti che l'indomani sarà possibile, con l'aiuto del fabbro locale, riparare la carrozza e riprendere il tragitto.

MA...

Al loro risveglio il giorno dopo, i giocatori si ritrovano con loro grande sorpresa sperduti nel fitto della foresta, in una radura in cima ad una collina: un masso piatto al centro della radura è macchiato di sangue rappreso, e su di esso giace il corpo esamine ed orribilmente mutilato del cocchiere. Eventuali viaggiatori che avevano accompagnato i PG sono scomparsi, ma i loro corpi straziati potranno essere incontrati più tardi nella foresta, legati agli alberi o sparsi (letteralmente) nel sottobosco. Neppure gli insetti osano avvicinarsi ai resti immondamente maciullati, e le espressioni di orrore che si intuiscono da ciò che rimane dei volti lascia trapelare indicibili terrori che hanno accompagnato gli ultimi minuti (perchè si spera che siano stati solo minuti) della loro vita.
Da questo punto in poi, è tutta una corsa per cercare di tornare alla civiltà, braccati da orrendi ibridi tra uomo e bestia - nei quali i giocatori potranno riconoscere anche le fattezze del cocchiere e degli eventuali compagni di viaggio di cui sopra, fino a ritrovarsi sulla "vecchia collina" dove dimora lo straniero. L'uomo è Cecco da Ascoli, mandato al rogo nel 1327 ma la cui anima è sopravvissuta grazie alle sue conoscenze di astrologia ed alchimia, e si è reincarnata in un corpo che l'eretico aveva costruito usando parti recuperate da cadaveri, e a cui aveva dato la vita - ma non l'anima - sfruttando le sue conoscenze. Da allora, egli continua a sperimentare per trovare un modo di stabilizzare i corpi morti e rianimati, creando immondi esseri privi di volontà ma utili come guardie del corpo e come assassini per recupeare "carne fresca" dalle vittime designate, e nel frattempo recupera parti per riparare il suo corpo in costante deterioramento. I giocatori a quanto pare sono i prossimi "pezzi di ricambio" prima che Cecco se ne vada da Bittermock, dove la sua presenza ha ormai destato troppi sospetti.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Il quattordicesimo consiglio dei maghi

La città di Blackrod è governata da un arcimago con un consigliere necromante ed un congresso di tre maghi minori. Quando un ghoul attenta alla vita dell'arcimago, il consigliere, uomo notoriamente assetato di potere, viene collegato all'attentato, anche grazie ad una pietra onice recante la sua firma, rinvenuta nella gola del ghoul. Il ghoul era palesemente troppo debole per attentare seriamente all'arcimago, ma allora chi è il vero attentatore? Quale il suo scopo? La questione verrà affrontata durante il quattordicesimo consiglio dei maghi. Il necromante nel frattempo è rinchiuso in una torre..

 

Il mio titolo:

La gemma che sapeva troppo. Cercare.

Edited by Pau_wolf
Link to comment
Share on other sites

Il 1/1/2018 alle 14:40, MattoMatteo ha scritto:

Il fiore di fuoco (esplorazione).

Un giovane Principe uccide un giovane Re di una terra vicina. 

In punto di morte il Re dice che il Proncipe morirà per il "fiore di fuoco". 

Il Principe manda i personaggi a cercare il fiore di fuoco dove dicono ce ne sia uno. 

In il Re chiamava sempre suo figlio "mio fiore". Di fuoco perché acceso dalla vendetta. Il figlio del Re uccide il Principe. 

 

 

Sentite farà pure cagare ma a me piace, ok? U.U XD

Link to comment
Share on other sites

Il 1/1/2018 alle 14:40, MattoMatteo ha scritto:

La mia proposta è: Il fiore di fuoco (esplorazione).

Non pienamente soddisfatto di quanto ho scritto prima mi è venuto in mente questo.

Gli avventurieri stanno passando una tranquilla serata in taverna, quando notano un personaggio sconosciuto che si avvicina loro e con aria di sufficienza commenta che se davvero vogliono bere qualcosa di "serio" devono smetterla con quello che hanno preso finora e provare il "Fiore di fuoco".
Quando i personaggi vanno dal locandiere chiedendo la bevanda questi li scongiurerà di non provarla, dicendo che è troppo potente e pericolosa, tutte cose che non faranno altro che alimentare la curiosità del pg medio; alla fine, sopraffatto dalle richieste degli avventurieri il locandiere alla fine li accontenterà.

I personaggi passano una piacevole serata a gustare questo robusto liquore, mentre la sera sfuma velocemente nei vapori dell'alcol, l'avventore misterioso fa loro compagnia.

Alla mattina quando si svegliano però hanno una brutta sorpresa. Non si trovano più in locanda ma in una foresta sconosciuta.
Come ci sono arrivati? Dove si trovano? Come faranno a tornare alle loro terre? Si trovano ancora sullo stesso mondo in cui si trovavano precedentemente? Che cos'era il Fiore di Fuoco? Chi era l'avventore sconosciuto? E perché ha fatto si che bevessero il Fiore di Fuoco?

  • Like 2
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Il 3/1/2018 alle 13:33, Pau_wolf ha scritto:

La gemma che sapeva troppo. Cercare.

Uno dei PG ha una visione molto vivida durante il sonno.

Una stanza spoglia ha come unico pezzo di mobilia una lampada che illumina oscillando piano un pezzo di ametista. La pietra sembra incrinata, e dall'interno sembra provenire uno stridio atroce, come di un'aragosta gettata nell'acqua bollente. Dal buio della stanza proviene una voce calda che rivolge alcune domande alla gemma, e sembra proprio che la gemma stia rispondendo!

Ma la cosa che meno riesce a spiegarsi, è che dagli stralci di conversazione udita, pare l'ametista stia parlando di altri due membri del gruppo, e di un vecchio fatto di cui nessuno era a conoscenza, un crimine commesso di nascosto durante un'avventura che potrebbe mettere in discussione l'esito positivo dell'avventura stessa e con esso la posizione di prestigio che i PG hanno acquisito nel frattempo...

Cosa, o chi, sarà la gemma? Perché sa quello che dice di sapere, e sarà vero? Come ha fatto il PG ad assistere allo strano interrogatorio e dove si sta svolgendo? E chi è l'uomo nell'ombra che sta cercando di arrivare a loro?

Prossimo titolo: Un sentiero di troppo. Investigare o Uccidere (o entrambi).

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Brillacciaio ha scritto:

Prossimo titolo: Un sentiero di troppo. Investigare o Uccidere (o entrambi).

Di ritorno da un'avventura, i PG si trovano di fronte ad un bivio lungo la strada. Nessuno ne ha memoria, e non è segnato sulle mappe.

Si orientano come possono, e imboccano una delle due strade. Dopo averla percorsa per qualche ora, si accorgono di aver preso la strada sbagliata.

Tornano nuovamente sui loro passi, e questa volta all'incrocio devono scegliere tra tre strade. Se anche decidono di tornare immediatamente indietro, si ritrovano nuovamente al bivio, ma con quattro strade.

Ogni volta che passano l'incrocio, avvertono una "presenza" via via più vicina. Nel tesoro che hanno raccolto dall'avventura precedente, è presente un oggetto che non deve assolutamente lasciare l'area.

 

Prossimo: Un'alba grigia (redimersi)

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Un'alba grigia

I pg verranno incaricati di aiutare un paladino decaduto a riconquistare il suo titolo. Dovranno aiutarlo ad assaltare un fortino gestito da non morti durante l'alba, il momento in cui sono più vulnerabili.

Tuttavia, il paladino ed i pg ignorano che i non morti si apprestano a terminare un rituale che offuscherà la zona circostante, rendendo l'aria grigia e nebbiosa, e lanceranno il loro assalto contro i villaggi vicini proprio all'alba. 

Prossimo titolo: il ritorno del Barone Greenhand (horror)

Edited by Pau_wolf
Link to comment
Share on other sites

Il 27/12/2017 alle 14:39, Pau_wolf ha scritto:

La giungla dei sassi urlanti. Protezione

I pg vengono contattati da una misteriosa donna velata, che gli chiede di proteggere il loro villaggio.
Una volta arrivati lì, scoprono che il villaggio è circondato da statue di pietra, che rappresentano guerrieri ed avventurieri di varie razze.
Il villaggio sembra abitato solo da donne, tutte velate come la loro datrice di lavoro.
I pg alla fine scoprono che le abitanti del villaggio sono tutte meduse; le loro antenate, secoli prima, erano state maledette a trasformarsi in questi mostri, e da allora hanno dovuto affrontare ogni genere di avventuriero votato al loro sterminio.
La buona notizia è che sono buone... e che, se riusciranno in un misterioso rituale alla prossima luna piena, torneranno umane!
La cattiva notizia è che un folto gruppo di avventurieri, pagati dal padre di una delle loro ultime vittime (un ricco viziato che pensava fosse divertente avere, appesa sulla parete di casa, la testa impagliata di una medusa bambina), si appresta ad assalire il villaggio e uccidere tutte le meduse.
Se il rituale non riesce, le povere meduse dovranno aspettare altri secoli affichè si ripresenti lo stesso allineamento astrale... non che questo sia un problema, visto che saranno uccise poco dopo il fallimento!

 

Il 9/1/2018 alle 15:43, Pau_wolf ha scritto:

Prossimo titolo: il ritorno del Barone Greenhand (horror)

Tutti nella contea conoscono la vecchia storia del Barone Greenhand.
Il Barone, che all'epoca era chiamato in modo ben diverso, era una persona molto buona e giusta, che si batteva per la pace e la felicità del suo popolo; ma la sua dedizione alla moglie e ai figli era ancora maggiore, dandogli la forza di tornare sempre dalle sue missioni.
Durante una di queste missioni il barone rimase ferito alla mano; apparentemente non era niente di grave, visto che la ferita era già guarita al suo ritorno a casa... ma la felicità non durò a lungo.
Prima la moglie, poi il figlio maggiore, infine la figlia minore, morirono tutti nel giro di pochi mesi... tutti apparentemente strangolati da una mano scagliosa e artigliata!
E' facile immaginare il dolore terribile del barone... che diverre orrore abietto nel momento in cui, ferendosi accidentalmente alla mano, scoprì sotto la pelle di quest'ultima delle scaglie verdi! Il mostro che aveva ucciso la sua famiglia era lui stesso, infettato da qualche strano morbo o maledizione, e incapace di ricordare le cose orribili che aveva fatto!
Il barone non perse tempo: presa un'accetta, si amputò la mano, gettandola poi nel fuoco.
Ma quella stessa notte anche il barone morì, strangolato da una mano scagliosa e artigliata!
Gli abitanti del villaggio seppellirono il barone accanto ai suoi cari, non ritenendolo veramente colpevole, e pregando perchè almeno nell'aldilà trovasse pace e conforto.
Sono passati già 37 anni da quel giorno infausto, e ora un'ombra è venuta a coprire il povero villaggio: ogni notte, una persona viene stragolata, con i segni di una mano scagliosa ed artigliata sul collo tumefatto!
Potranno i pg trovare un modo di fermare l'incubo?

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.