Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Curse of Strahd: la Beadle & Grimm pubblicherà la Legendary Edition

Se la Revamped Edition recentemente annunciata dalla WotC non dovesse bastarvi, potrebbe essere vostro interesse sapere che la Beadle & Grimms ha deciso di pubblicare la Legendary Edition di Curse of Strahd, l'Avventura dark fantasy per D&D 5e ambientata a Ravenloft (qui potete trovare la recensione pubblicata su DL'). Per chi tra voi non lo sapesse, le Legendary Edition della Beadle & Grimm sono versioni extra-lusso delle avventure pubblicate dalla WotC per D&D, contenenti oltre all'avventura tutta una serie di accessori pensati per rendere l'esperienza dei giocatori più immersiva e divertente.
Al costo di 359 dollari, dunque, all'interno della Legendary Edition di Curse of Strahd potrete trovare:
l'Avventura per D&D 5e Curse of Strahd suddivisa in libri più piccoli, in modo da aiutare DM e giocatori a orientarsi più facilmente nel suo ampio contenuto. Come aggiunta, sono stati inseriti alcuni PG pre-generati per i giocatori e una serie di incontri di combattimento bonus. 17 mappe per il combattimento che coprono ogni angolo di Castle Ravenloft, la dimora di Strahd. Una mappa dell'intera Barovia disegnata su tela. 60 Carte di Scontro, che permetteranno ai giocatori di farsi un'idea dei PNG e dei mostri che si troveranno di fronte grazie alle loro illustrazioni. Una serie di supporti di gioco per i giocatori, quali lettere, atti relativi a misteriose proprietà, note scritte dal proprio "gentile" ospite, monete del Regno di Barovia, ecc., utili per dare ai vostri giocatori elementi concreti con cui sentirsi più immersi nella campagna. Uno Schermo del DM con illustrazioni originali sul fronte e le informazioni utili a gestire la campagna sul retro. Una serie di pupazzi per le dita, con cui divertirsi a interpretare i mostri e i PNG dell'Avventura. La Legendary Edition di Curse of Strahd uscirà a Novembre 2020.
Grazie a @Muso per la segnalazione.


Fonte: https://www.enworld.org/threads/beadle-grimms-legendary-edition-curse-of-strahd.673629/
Link alla pagina ufficiale di Beadle & Grimm: https://beadleandgrimms.com/legendary/curse-of-strahd
Read more...
By aza

D&D 3a Edizione compie 20 anni!

Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
Read more...

Fuga dall'Abisso è uscito in lingua italiana

A partire da ieri, 30 Luglio 2020, l'Avventura Fuga dall'Abisso per D&D 5e è finalmente uscita in lingua italiana. Pensata per PG di livello 1-15, quest'avventura è ambientata nel Sottosuolo dei Forgotten Realms ed è caratterizzata dalla presenza dei mostruosi Signori dei Demoni.
Qui di seguito potrete trovare la descrizione ufficiale dell'Avventura, la copertina del manuale e la recensione da noi pubblicata su DL'.
Fuga dall'Abisso
Dungeons & Dragons è un gioco per veri eroi che amano vivere intense e adrenaliniche avventure, e Fuga dall’Abisso è il manuale giusto per chi sente il bisogno di passare la serata a salvare il mondo!
A causa di un piccolo errore di calcolo, l'arcimago drow Gromph Baenre, di Menzoberranzan, si pente di aver iniziato la sua carriera arcana…
Che cosa succede quando i cancelli dell’Underdark si aprono per far entrare i demoni dell’Abisso? Una quantità di orrori inimmaginabile si riversa nel sottosuolo, creature d’ombra che rendono ancora più claustrofobici i cunicoli di pietra…i personaggi saranno in grado di sopravvivere alla follia?
Dedicata agli amanti dei dungeons labirintici, Fuga dall’Abisso è un’avventura adatta a personaggi dal livello dal 1° al 15°, che dovranno riuscire a sopravvivere e a tornare in superficie prima di abbandonarsi alla disperazione, ma non solo: dovranno fermare una catastrofe imminente, che potrebbe distruggere non solo le antiche città naniche, duergar e drow, ma raggiungere persino i Reami Dimenticati!
Avranno molte scelte importanti da compiere, e la possibilità di unirsi a molti compagni di viaggio. Un’esperienza di gioco tra le più appassionanti e tra le più riuscite della saga di “Furia dei Demoni”.
Lingua: italiano
Formato: Copertina rigida
Prezzo: 49,99 euro
Articoli di Dragons' Lair:
❚ Recensione di Fuori dall'Abisso

Link alla pagina ufficiale del sito Asmodee Italia: https://www.asmodee.it/news.php?id=722
Read more...
By senhull

Intervista a Keith Baker riguardo Exploring Eberron

Questo è il link all’evento andato in onda ieri.
Qui sotto trovate una breve sintesi per chi non avesse voglia/tempo di guardarsi tutta la registrazione.
Exploring Eberron
Il libro sarà pubblicato su DMs Guild sia come PDF sia in un'edizione cartacea su copertina rigida (ad oggi ancora senza data ufficiale), ma Keith ha detto più volte in tutto lo stream che ciò potrebbe avvenire in qualsiasi momento. Stanno aspettando che le copie stampate ottengano il via libera poiché credo che il precedente processo di stampa fosse disallineato/con errori. Quindi dita incrociate per questo fine settimana e Keith ha ribadito che è ciò che spera. Il prezzo del libro non è stato menzionato nello stream. Si tratta di 248 pagine e ci saranno più parole che in Rising from the Last War.
Il libro mira a coprire temi che sono stati ignorati o solo brevemente menzionati nei precedenti libri canonici, tra i quali la cosmologia planare, gli oceani e i regni dei mostri (goblinoidi in primis).
C'è un intero capitolo dedicato alla cosmologia planare, che include una mappa splendidamente illustrata dei piani e ogni piano avrà tra 4-6 pagine che descrivono in dettaglio i concetti (per esempio come funziona Fernia, e quindi far passare il messaggio che non è solo il piano di fuoco). L’obiettivo è quello di permettere ai DM di predisporre con serenità e completezza tutto quel che necessario per sviluppare un'avventura planare, nonché definire come i piani potrebbero influenzare un'avventura anche se di viaggi planari non ne vuoi sentir parlare: praticamente come funzionano le zone di manifestazione. C'è anche una grande sezione dedicata ai goblinoidi Dhakaan in cui probabilmente verranno dati molti dettagli sulla storia del loro impero e di ciò che ci si deve aspettare esplorando le loro rovine.
Sottoclassi
Ci sono sei nuove sottoclassi. Due di loro sono "solo" per personaggi di razza goblinoide, anche se non è detto che siano vincoli razziali, ma trattandosi di Dhakaan…
Adepto della Forgia (Artefice) (Goblinoide)
Keith descrive questa classe come la tradizione di artefice Dhakaan (OT: su questo potrei aprire una bella discussione…), ed è una sorta di spin-off della sottoclasse del Battle Smith da Rising from the Last War. Laddove il Battle Smith si concentra sul costrutto/famiglio, l’Adepto della Forgia cercherà di creare un'arma perfetta e quindi migliorarla. Usa l'idea che i Dhakaani siano, per tradizione marziale, principalmente dediti alla forgiatura di armi e armature, quindi l’Adepto della Forgia è un esperto nella creazione di armi e armature e cerca di creare "l'arma perfetta". Questa è un'altra sottoclasse di artefici melee. Ovviamente l’arma perfetta ha anche un nome specifico in goblin che non vedo l’ora di leggere!
Collegio dei Cantori Funebri (Bardo) (Goblinoide)
Basandosi sul fatto che i Dhakaani tendenzialmente non amano la magia arcana e divina, molti dei loro leader spirituali erano Bardi (clan Kech Volaar, in primis). Lo descriverei come una sorta di comandante del campo di battaglia che ispira costantemente le truppe. Keith lo descrive dicendo "sto interpretando il mio ruolo attraverso i miei compagni, non ho bisogno di combattere; sto guidando gli altri". Sembra una sorta di sottoclasse.
Maverick (Artefice)
Questa sottoclasse si rifà all'infusione dell’artefice della 3.5 " Spell Storing Item” (Accumulatore di incantesimi). Keith la spiega così: "Farò la cosa di cui abbiamo bisogno, datemi un minuto". L'artefice è in grado di immagazzinare incantesimi negli oggetti (cura ferite portatili? Torrette fulminanti? Mine fireball?). Il Maverick è in grado di scegliere incantesimi destinati ad altre classi anche se in misura limitata, e con il consueto incremento man mano che si sale di livello. Sono anche in grado di cambiare i cantrip con un breve riposo.
Via dell’Arma Vivente (Monaco)
Questo attinge ad alcune classi di prestigio descritte nei manuali Eberron 3.5 come il Quori Nightmare e il Were-touch Master, e si concentra sul trasformare il tuo corpo in un'arma. Sebbene non siano bloccati dal punto di vista razziale, esistono apparentemente "percorsi" diversi che si amalgamano bene con razze come Forgiati, Morfici o Cangianti.
Circolo della Forgia (Druido) (Questo potrebbe essere razzialmente vincolato ai forgiati)
Parte di questa classe è in realtà frutto di una discussione che chi ha giocato ad Eberron un druido forgiato (in qualsiasi edizione) si sarà PER FORZA posto: "Ma un forgiato si trasforma in un animale in carne e ossa o in un Animale forgiato/costrutto? ". La risposta ufficiale è sempre stata quella di trasformarsi in un animale in carne e ossa. Questa sottoclasse ora ti consente di trasformarti in un animale forgiato (OT: ma quanto bella è questa idea…???). Apparentemente è simile al Cerchio della Luna in quanto è un druido guidato da una forma selvaggia, ma si concentra maggiormente sull'essere un costrutto. Todd ha anche menzionato cose come "Adamantine Hide", "Skin of Steel", "Elemental Fury", ma queste non sono state ampliate durante i discorsi, accendendo in me un interesse ancora più forte…
Dominio della Mente (Chierico)
Questa sembra essere la cosa più vicina ai poteri psionici, direi che è assolutamente perfetto per i Kalashtar visto che sfrutta per bene i poteri psionici, ma che devono essere per forza di allineamento buono. Si ottengono quindi incantesimi come Comando, Confusione, Dominare Persone e Telecinesi. Quando lanci un incantesimo che infligge danno radiante, puoi invece fargli infliggere danno psichico, quindi cose come la fiamma sacra ora possono avere il flavour di un'esplosione mentale.
Sottorazze
Rune Bound / Rune Born / Ruin Blood (?)
C'è una sottorazza (accennata, ma potrei aver inteso male) che il libro aggiunge, questa è la sottorazza di Rune Bound per il Nano e si rivolge ai Nani delle Rocche di Mror e più specificamente a coloro che giocano lo stregone. Mentre i nani “standard” combattono senza sosta contro i Daelkyr, il Rune Bound Dwarf nasce con un simbionte dentro di sé e con la capacità di usarlo. Il nano (figherrimo) sulla copertina di Exploring Eberron è uno di questi.
Marchi del Drago
Gli oggetti Focus dei Marchi del Drago hanno una nuova sezione, con molte più opzioni da esplorare.
I marchi del drago sono stati ampliati per includere ora i Marchi Siberys (finalmente!!!). Questa non è un talento, né un'aggiunta di sottorazza, un Marchio Siberys può essere acquisito solo tramite il DM che permette ad un giocatore di ottenerne uno, e dovrebbe richiedere una grande ragione narrativa dietro a tale concessione. Keith li definisce Doni Soprannaturali.
La classificazione è: se hai un marchio del drago (talento di Rising from the Last War) potete migliorarlo a Marchio Superiore. Se non avete un marchio e lo ottieni, ora avete un Marchio Siberys. Questo è stato fatto per provare a combinare i le due opzioni, semplificando. In definitiva, se non si desidera utilizzare i marchi Siberys, dipende dal DM.
Oggetti magici
C'è un bel pacchetto di nuovi oggetti magici.
Oggetti simbiotici come
Crawling Gauntlet (Guanto strisciante?) Hungry Weapon (Arma Affamata) Coat of Many Eyes (Manto dei molti occhi) Tongue Worm (Verme lingua?) Wandering Eye (occhio errante) Sono stati inseriti oggetti focus dei Marchi del Drago, per risolvere il problema di chi possiede il marchio ma non è un incantatore e quindi avrebbe delle difficoltà oggettive a lanciare il proprio incantesimo. Questi elementi dovrebbero risolverlo.
Varie ed Eventuali
Si parla poi di:
Oggetti magici Dhakaani Armi magiche d’assedio Altre cose C'è un capitolo chiamato Friends & Foes (Amici e Nemici), che dovrebbe contenere blocchi di statistiche sia per gli amici che per i nemici. Parte di questo capitolo parla di Valaara, la Regina Strisciante, una delle Sei Piaghe Daelkyr (fra l’altro tra gli spoiler che trovate sul blog di Keith). Un altro Quori e poi altre informazioni sulle razze acquatiche.
Non ci sono nuove informazioni sul Marchio della Morte, ma viene trattata la storia di Erandis, nonché una sezione sul Sangue di Vol e le altre fedi. Keith chiarisce alcune informazioni contrastanti di diversi autori, e ha specificato che tutte le informazioni nel libro rappresentano la SUA visione e di come aveva originariamente creato Eberron.
Si discute poi sul flavour dei personaggi psionici.
Ci sono alcuni nuovi talenti.
C'è una sezione sull'Ultima Guerra, su come è stata effettivamente combattuta e sui metodi usati, questo probabilmente includerà le armi magiche d'assedio.
Read more...

Curse of Strahd: è in arrivo la Revamped Edition

La Wizards of the Coast ha annunciato l'uscita per il 20 Ottobre 2020 di Curse of Strahd Revamped, una boxed edition della già pubblicata Avventura per D&D 5e Curse of Strahd (di cui potete trovare qua la recensione pubblicata su DL') ambientata nel tenebroso semipiano di Ravenloft. Questa Boxed Set, in arrivo al prezzo di 99,99 dollari, conterrà all'interno di una scatola a forma di bara:
Una versione aggiornata dell'Avventura, che integrerà gli Errata e molto probabilmente una revisione delle sezioni dedicate ai Vistani (come già preannunciato qualche tempo fa). Un breve manuale dei mostri chiamato Creatures of Horror (Creature dell'Orrore). Un poster contenente su un lato la mappa di Barovia e sull'altro quella di Castle Ravenloft. Un mazzo dei tarocchi e un opuscolo di 8 pagine. Una dozzina di "cartoline" da Barovia. Uno Schermo del DM IL sito IGN ha pubblicato un video in cui, insieme a Chris Perkins, viene mostrato il contenuto di questa boxed edtion:

Fonte: https://www.enworld.org/threads/curse-of-strahd-revamped-boxed-collectors-edition.673545/

Link alla pagina ufficiale del prodotto: https://dnd.wizards.com/products/tabletop-games/rpg-products/curse-strahd-revamped
Read more...
AndreaP

Capitolo 2 - Dark Despair (Parte 1)

Recommended Posts

Topic di Gioco del II capitolo della campagna Gathering Darkness di WFRP 

Il topic di servizio lo trovate qui
Il topic di gioco del primo capitolo lo trovate qui

 

 

Angelstag 25 Jahdrung 2515 — Tramonto - Qualche nube

Guidati da Hans il gruppetto raggiunse lo Shaller Break per poi discenderlo: il torrente scorreva limpido e veloce. Il percorso era molto più semplice di quello seguito allìandata quando avevano percorso la cresta delle colline, e la primavera ancora incipiente, con la vegetazione non ancora ricca, facilitava l’orientarsi.

La guida tenne un passo veloce e faticoso, ed era quasi il tramonto quando raggiunsero il Sentiero dei Taglialegna uscendo finalmente dalla zona proibita della foresta. Presto davanti a loro si mostrò quello che doveva essere il villaggio di Todmoss

Un insieme di case circondate da una palizzata, il Todmoss, completamente immerso nei boschi, era costruito sulle rive del torrente che lo attraversava.
La porta della palizzata era aperta e non pareva essevi guardie a proteggerla: all’interno si vedevano gli abitanti muoversi.

Edited by AndreaP

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hans

Vedo i miei compagni seguire il mio passo. Cerco di mantenerlo sostenuto e alla vista del torrente alzo il braccio. 

Breve sosta. Prendiamo fiato e beviamo. Non sedetevi o sara' peggio. Appoggiatevi agli alberi e bevete.

Appoggio la zaino a terra e se ho delle gallette o qualcosa di secco come della carne secca ne taglio delle fette che distribuisco tra i compagni.

Ralf, niente cucina adesso, mangiamo in fretta e poi ripartiamo.

Controllo velocemente la cartina e la faccio vedere ai miei compagni.

Siamo qui, al torrente, più vicini di quanto pensassi. Adesso prendiamo il corso dello Shaller e arriveremo a Todmoos, se fortunati prima del tramonto.

Mangio velocemente guardandomi attorno e bevendo in modo nervoso ripensando al cavaliere

" … qui siamo al sicuro … o almeno spero … "

Quando penso sia sufficiente metto tutto via nello zaino. 

Su, riempiamo le borracce e andiamo. Manca poco e siamo tutti vivi. Voglio tornare e guardare le vostre brutte facce stanotte quindi adesso in spalla quegli zaini e muoviamoci! 

Mi rimetto in cammino con lo stesso passo sostenuto e al tramonto la vista del villaggio mi dona il sorriso. Rallento il passo avvisando i miei compagni.

Ci siamo … tutti vivi a Todmoss. Su, il primo giro lo offro io!

E comincio ad avvicinarmi al villaggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grugno

Le ferite erano ancora fresche, le braccia e le gambe indolenzite. Il nano seguiva il gruppo silenzioso, sopportando stoicamente lo stenuante ritmo di marcia imposto da Hans.

La guida procedeva ad ampie falcate, raggiunto il ruscello concesse alcuni istanti di pausa, piu' per finire di esorcizzare il terrore che li aveva assediati durante quei giorni che per vera necessita' di mangiare qualcosa.

Riparititi subito dopo arrivarono in vista del villaggio di Todmoss mentre il sole tramontava placidamente inondando il bosco e la strada di una calda sule rosso arancio.

Il villaggio era circondato da una palizzata ma non sembrava essere piantonata da nessuna milizia, all interno si potevano scorgere i movimenti degli abitanti intenti a terminare i propri affari prima di ritirarsi per la notte.

"Una palizzata senza un cancello chiuso ne un piantone di guardia...certa gente vive nell illusione che le tragedie accadano solo agli altri"

disse sarcastico mentre accanto alla guida si avvicinava all ingresso della recinsione

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Willebrod Brewster (umano studioso)

"Finalmente." esclamai sfinito ma contento non appena un barlume di civiltà apparì ai nostri sfiniti occhi e piedi.

"In effetti sembrano fin troppo incauti per abitare accanto ad una foresta infestata, letteralmente."  commentai alle ragionevoli parole del nano

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Magnus

Rimase dietro Hans, solo ogni tanto si fermava per stringere la benda posticcia attorno alla ferita. Era stata rimediata dalla stoffa più pulita che aveva dopo che ormai le bende erano troppo sporche per essere tenute.

Un altro paio di volte si era fermato a sostenere moralmente con lo sguardo Grugno e anche Will, che alla fine di tutto si era dimostrato più coraggioso di quanto avesse mai sostenuto di essere.

La vista del villaggio fu quindi una liberazione per tutti, la certezza di essere fuori dai pericoli oscuri e misteriosi della foresta... non però del tutto fuori pericolo visto il messaggio che portavano e la consapevolezza acquisita "Siamo noi a doverti offrire da bere per averci portato fuori da quel maledetto bosco."

 

Edited by Landar

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ralf Follyfoot

Alla vista della palizzata,un ampio sorriso appare sul mio volto.

La marcia era stata serrata e silenziosa; troppo concentrati ad avere le orecchie e gli occhi fissi sul nostro nemico, con la paura di doverlo affrontare per la terza volta, che giungemmo a Toodmos ben prima di quanto sperassi.

Seguo gli altri, sorridendo alle parole di Hans; la guida si era rivelata valida epreparata. Era stato fondamentale averla con noi. Lo stesso per gli altri,certo; ognuno aveva dato il suo apporto, e nella parte finale si erano manifestate le.qualità e le mancanze di ogni singolo elemento.

Rimaneva solo da decidere una cosa

Anticipo gli altri di qualche passo,voltandomi verso.di loro

"Non dimentichiamo una cosa che può sembrare secondaria. Diciamo tutto del nostro viaggio? O tralasciamo qualche...dettaglio,almeno per ora?" guardo un po uno,un po l'altro

Sembrava  una cosa da niente,ma non volevo passare per folle o tantomeno per qualcuno interessato al culto eretico,del quale avevamo avuto informazioni nella foresta.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Willebrod Brewster (umano studioso)

"Penso che sarebbe meglio tralasciare questi dettagli a tutti tranne che a mio cugino quando faremo rapporto." dissi pensandoci su un attimo. Se dovessimo dire la verità quasi sicuramente ci prenderebbero per folli e magari anche come individui pericolosi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Magnus

Si girò verso Will "E' al Culto di Verena che dovremo riferire, compreso quindi tuo cugino. Non vedo nemmeno un motivo per riferire anche la minima cosa a terzi." si avvicinò ad Hans e gli chiese la mappa che gli era stata affidata "Io ho il compito di riportare questa intatta. Lo farò e questo sarà sufficiente al Capitano Weill per capire che abbiamo trovato quel che cercavamo."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Willebrod Brewster (umano studioso)

"Intendevo dire di non esagerare con la birra stasera, che quella scioglie la lingua." dissi in tono vagamente divertito. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Angelstag 25 Jahdrung 2515 — Tramonto - Qualche nube

I compagni si avvicinarono  all’ingresso del villaggio. Era poco più di un’insieme di una dozzina di case con il torrente che gli scorreva in mezzo.

Quando superarono la porta videro che davanti alla casa che era posta non lontano due uomini, con più di 50 primavere, stavano bevendo appoggiati ad un tavolo posto di fronte all’ingresso.
Alla vista del gruppo che entrava i due si alzarono dicendo “Ehi voi! chi siete? dove andate?”
Al fianco portavano delle accette.

Anche altre villici, che erano nei pressi delle altre case o lungo il sentiero che percorreva il villaggio, si voltarono alle parole di questi.

@Grugno

Spoiler

Il nano vide che il villaggio doveva essere povero. La porta era costituita da un tratto delle mura, che la sera veniva riposto per chiudere l’ingresso, nulla più

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hans

Ascolto le parole dei miei compagni e annuisco a Magnus mentre gli porgo la mappa.

Da qui non ci vorra' molto per tornare a casa. Adesso pensiamo a riposare e a bere. Ovviamente bocche cucite.

Mi avvicino all'uomo che mi ha parlato.

Siamo viandanti e cerchiamo un posto per riposare. Possiamo pagare e non daremo nessun fastidio.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Magnus

"Di passaggio." aggiunse il ragazzo guardando gli uomini e altri abitanti voltarsi a squadrarli. L'accoglienza era piuttosto particolare, come se avessero appena scampato un pericolo o qualche cosa di grave fosse accaduta recentemente.
Si guardò attorno cercando di capire cosa potesse essere successo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Angelstag 25 Jahdrung 2515 — Tramonto - Qualche nube

L’uomo alle parole di Hans rispose sgarbatamente “Qui non abbiamo posto per la notte, andate a Kluftern: a passo svelto arriverete prima di mezzanotte”. Intorno la gente pareva intimorita dal gruppo e rientrava nelle proprie abitazioni, obbligando i bambini che giocavano a seguirli.

Solo una vecchia avanzò fra la gente: il suo volto era pesantemente segnato dal passare del tempo come anche il suo passo incerto, ma l’occhio era vivo. “Non vorrete mica fare attraversare loro il bosco di notte” disse alle due guardie

“Non badate a queste persone” aggiunse rivolta ai compagni con voce salda “la paura crea maleducazione. Voi siete stanchi e feriti, e aiuto ed un pasto caldo non si nega a mai a nessuno: seguitemi”
Quindi voltandosi si incamminò dire una parola verso il limite del villaggio nel punto dove il torrente scorreva. Li si intravvedeva tra gli alberi una piccola casetta isolata.

@Magnus

Spoiler

Magnus riconobbe la donna: era Agnetha Cranach, una vecchia guaritrice e levatrice. A volte era venuta a Eppiswald al capezzale di una gestante. I compagni gli avevano detto che la vecchia era esperta nell’uso delle piante e soprattutto una brava persona

@Hans

Spoiler

La guida nel suo girovagare nella regione aveva sentito parlare di una vecchia che a Toddmost curava la gente e faceva nascere i figli. Spesso si era chiesto se fosse in realtà  una praticante di arti magiche non permesse, tuttavia era ben voluta dalla gente del luogo che la rispettava molto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ralf Follyfoot

Mi guardo attorno,scrutando la gente e sorridendo soprattutto ai.bambini,anche se di contro gli sguardi degli abitanti erano perlopiù cupi e sospettosi.

Certo,da un parte era comprensibile; eravamo spuntati dalla foresta come perfetti sconosciuti, da un luogo che loro ritenevano proibito. Per cui,giusto così.

L'intervento dell'anziana era stato provvidenziale. Mi accodo a lei,sorridendo le

"Un pasto caldo non si rifiuta mai,grazie" 

Master

Spoiler

Perception e Sixth Sense (Talento) Int 45 al fine di avere qualche dettaglio in più sugli abitanti o sul luogo stesso

 

Edited by Karl_Franz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Willebrod Brewster (umano studioso)

L'accoglienza non è delle migliori. Ma che altro avremmo dovuto aspettarci da questo branco di zoticoni rurali talmente lontano dalla civiltà da farne difficilmente parte. Per fortuna c'è ancora fra di loro almeno un'anima buona e prodiga che ci difende e si offre di accoglierci nella sua umile casa.

"La ringrazio, molto obbligato." dico in tono grato, felice di potermi riparare dietro delle mura e sotto un tetto, seppur molto modesti, dopo diverse notti all'addiaccio circondato da pericoli e fenomeni paranormali.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hans

Sto per rispondere a male parole al villico quando una vecchia parla con saggezza e annuisco.

Grazie Signora, le prometto che disturberemo il meno possibile.

Mentre cammino controllo sempre attorno a me se qualcuno ci osserva.

AdG

Spoiler

Perception

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grugno

Stava per rispondere a tono a quei mentecatti poi si guardò e si trattenne dal farlo. Erano malconci e strapazzati, il sangue misto al sudore si era appiccicato alle loro vesti dando loro un aspetto...e probabilmente un odore, che di certo non invogliava all ospitalità.

fortunatamente una vecchia sembro' meno timorosa ed offri loro un riparo per la notte..

si incammino' squadrando la gente da capo a piedi per valutare quanto poveri e disperati fossero e fino s che punto avrebbero potuto spingersi con avventurieri che avrvano appeno proclamato davanti a tutti di avere moneta. Si avvicinò alla guardia cittadina borbottando a voce bassa.

@ Magnus

Spoiler

"Questa gente e' povera ed affdmata, teniamo gli occhi aperti, non vorrei che gli venisse la brillante idea di venire a vedere quanta moneta abbiamo"

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Magnus

"Signora Cranach." nominandola fece capire a tutti che la conosceva, in qualche modo questo per i compagni poteva risultare una garanzia. Chinò il capo in segno di ringraziamento "Grazie, grazie davvero per la gentilezza."
Si incamminò col resto del gruppo seguendo l'anziana signora e quando Grugno gli si accostò si abbassò per sentire cosa aveva da dire, la risposta non si fece attendere e continuando a camminare ingobbito annuì 

Spoiler

"Non rappresento la giustizia qui. Nonostante questo non permetterò che questi uomini decidano di sopravvivere con furti o sciacallaggio e sono certo non sia questa la loro idea." forse una certezza ingenua.

Si rizzò sulla schiena continuando a camminare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Angelstag 25 Jahdrung 2515 — Tramonto - Qualche nube

@Ralf

Spoiler

La gente guardava con timore e diffidenza gli amici. L’aria che si respirava era tesa: la vecchia invece pareva ignorare la situazione.

@Hans

Spoiler

Hans si guardò intorno: la gente continuava ad osservare dalle finestre il gruppo che si muoveva. 

“Ci conosciamo?” chiese la donna guardando Magnus “comunque sì, io sono Agneta Cranach. Ma preferisco mi chiamiate nonna come tutti mi chiamano qui.” Poi aggiunse “parleremo quando saremo a casa mia”

La casa di Agneta sorgeva in riva al torrente, con una veranda a palafitta che immergeva la base nell’acqua corrente.
La nonna li accolse nell’unica stanza che costituiva il capanno: oltre al focolare, ad un tavolaccio e a un giaciglio, quello che colpiva dell’interno della casa erano le numerose erbe appese ad essiccare, che donavano all’ambiente odori inconsueti.

Agenti preparò subito del latte caldo da offrire a tutti “E’ girata la notizia di un gruppo di uomini che ha osato entrare nella foresta proibita” disse mentre versava la calda bevanda “per la gente del villaggio eravate dei condannati, e ora vi vedono come dei morti che camminano”

Fu allora che la porta si aprì ed un uomo con i capelli grigi e abiti da cittadino entrò nella capanna. Stupito guardò gli amici. “Viktor, bentornato” disse Agneta “questi sono miei ospiti.
L’uomo entrò nella stanza zoppicando e chiudendo alle sue spalle la porta, per lasciare l’aria fredda della sera primaverile all’esterno. “Lui è Humfried, sta da me finché non si sarà rimesso in forze”

Edited by AndreaP

Share this post


Link to post
Share on other sites

Willebrod Brewster (umano studioso)

All'inaspettata entrata in scena del paziente in là con gli anni, risposi con un silenzioso cenno del capo in segno di saluto e poi tornare a rivolgere il mio sguardo verso Agneta: "Come vedete respiriamo e sanguiniamo, decisamente non siamo ancora spirati. E sono stati i goblin a conciarci così. Comunque il mio nome è Willebrod Brewster di Pfeildorf, studioso all'Università di Nuln." dissi in tono cristallino e senza esitazione.

Edited by Pyros88

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.