Jump to content

La grande scacchiera (2)


Athanatos
 Share

Recommended Posts

la grande scacchiera parte 1

La grande scacchiera

Cominciate ad uscire dalla stanza, ripercorrendo all'indietro la strada tra le camere dei dormitori ed il santuario. All'improvviso Jamster si blocca, toccandosi il medaglione che ora gli pende dal collo.

Sento qualcosa... qualcosa di potente e oscuro che si sta avvicinando.

Nessuno degli altri sembra aver percepito la stessa cosa, ma tutti si fanno preoccupati, la voce di Jamster sembra più convincente e carismatica del solito, nessuno dei suoi alleati sembra dubitare che il paladino di Ardis abbia ragione.

Spoiler

@1701E Abbiamo finito una discussione, continuiamo in questa. Mi sembra un momento perfetto per una conclusione del primo topic di gioco. I tuoi eroi hanno trovato l'artefatto, ma ancora la parte più difficile è davanti a loro... riusciranno a sconfiggere i non-morti che infestano la Molavia? 

 

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 767
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Spoiler

E vai, tdg 2...credo sia un record in una campagna in solitaria :-)

Osservo interessato la direzione dalla quale sta venendo Jamster, conscio di conoscere bene chi sia che si sta avvicinando.

Per il momento, però, non intervengo.

Link to comment
Share on other sites

Spoiler

In realtà mi pare di averne visto una un pbf in solitario, una volta, che era arrivata al quarto. 

Nulla succede per alcuni secondi, quindi ricominciano ad avanzare, tuttavia, arrivati al corridoi, la strada viene bloccata da una squadra di soldati orchi, pienamente armati e molto arrabbiati.

L'orco col gruppo cerca di farli spostare, ma quello che pare il capitano della guarnigione non gli risponde neanche, urla verso gli avventurieri indicando Jamster con una spada e dei giavellotti vengono lanciati all'interno.

L'orco viene ferito, Glan schiva il colpo e Hagref lo accusa, il resto del gruppo rimane dietro.

Gli orchi urlano furiosi, inneggiando alla battaglia, soltanto il capitano resta impassibile a fissare Jamster, dietro di loro, un'ombra di un'altro umanoide si nasconde.

Spoiler

Tocca a te, dimmi che se fai qualcosa, altrimenti faccio proseguire la battaglia velocemente.

 

Link to comment
Share on other sites

Studio attentamente il capitano degli orchi per capire se è posseduto/controllato o cosa. Se sì (come penso) lo faccio sapere al mio Orco (come fosse un altro ricordo di sogno), ordinando di urlarlo a tutti. Comunque il mio orco carica la figura ammantata di tenebre con l'ordine di trascinarla nella mischia.

Link to comment
Share on other sites

L'orco urla all'inganno in comune e orchesco, poi si lancia avanti nel tentativo di raggiungere l'uomo nascosto, tuttavia viene fermato e trucidato dagli orchi che bloccano il percorso, che apparentemente non gli credono.

Glan e Hagref riescono ad arrivare in fondo al tunnel, qui cominciano ad uccidere orchi, ma subiscono ferite di rimando, Tewan e Qiren mirano a quello dominato mentre Jamster ispira i suoi compagni all'azione con un incantesimo.

Ma è proprio adesso che la figura fa la sua comparsa. Prima raggiunge in forma incorporea il paladino alle spalle, poi si trasforma nel vampiro che tutti conoscete.

Tu! Urla Jamster nel riconoscerlo. 

Quell'altro non gli risponde, sembra agire senza emozioni, non ti sembra comportarsi come ti ricordi.

Link to comment
Share on other sites

Lascio che lo scontro vada avanti e osservo il potere della nuova reliquia di Jamster contro i non morti, nel frattempo uso la mia percezione per studiare meglio il vampiro, cercando di cogliere indizi di un suo controllo mentale da parte - sospetto - del suo religioso alleato.

Già che ci sono, però, lancio silenziosamente un incantesimo per riequilibrare un po' lo scontro

Spoiler

Tento di dispellare il controllo mentale sul boss orco

 

Edited by 1701E
Link to comment
Share on other sites

Il vampiro tenta di aggredire Jamster, provando a strappargli via la collana, il paladino lo schiva e contrattacca. Non appena infilza la spada nel vampiro, una luce illumina la lama ed incendia la ferita di una luce sacra.

La creatura immonda si allontana di un passo accusando il colpo. Allora avevo percepito correttamente. Dice con una voce incredibilmente profonda e possente, una voce che non riconosci come sua.

Il gioiello di Manespor si è svegliato... sarà mio! Allunga le mani verso Jamster, ma invece di aggredirlo, sprigiona un'oscurità che avvolge tutta la stanza, la luce viene completamente bloccata ed ora solo la tua visione della magia ti permette di distinguere qualcosa. Tuttavia tutta la sala è ricoperta di energia magica e non ci capisci nulla.

Senti anche rumori di battaglia e senti lamenti di sofferenza, stritolamenti ed urli.

Spoiler

Non ti sembra semplicemente dominato, il vampiro sembra contenere un potere molto più forte di quanto dovrebbe, una forza magica che anche tu non puoi sottovalutare.

 

Link to comment
Share on other sites

Me*da, questa non me l'aspettavo! Commento tra me e me, piuttosto irritato dal dover cambiare i miei piani. Decido quindi di intervenire più attivamente nello scontro, rendendomi visibile (con l'aspetto di Malia) mentre richiamo una parola di potere per annullare l'oscurità magica e, se riesco, spezzare il controllo sul vampiro.

Spoiler

Dissolvere superiore e si va di ignoranza

 

Link to comment
Share on other sites

Nonostante tutto il tuo potere, l'oscurità è generata da una forza troppo grande e al momento non riesci a spezzarla, ci sei andato vicinissimo a far crollare la trama che la sorreggeva ma nonostante tutto hai fallito. Allo stesso tempo percepisci che un'altro incantesimo si è attivato, ora comprendi che i tentacoli neri cercano di stritolare gli avventurieri.

Nell'oscurità, odi queste parole. La tua magia immonda non ha potere qui! Questo è un luogo sacro e tu verrai spezzato! Poi odi un'esplosione di energia sacra ed un'urlo che proviene dalla voce del vampiro, infine percepisci una parola arcana di una potenza enorme, una parola che evoca la morte stessa e le ordina di portarsi via la vita di qualcuno. 

Seguito da questa parola, riesci a sentire soltanto dire. Come è possibile? Non puoi essere ancora vivo! Pronunciato dalla voce oscura che occupa il corpo del vampiro.

Link to comment
Share on other sites

Nel momento esatto in cui percepisco la magia dei tentacoli colpire i miei compagni lascio che l'anello che indosso liberi il proprio potere, contrastando l'incantesimo.

Al contempo, vista la situazione, concentro le residue energie per tentare nuovamente di spezzare questa magica oscurità.

Spoiler

Quando percepisco i tentacoli dispello con l'anello, quindi riprovo a dispellare le tenebre

 

Link to comment
Share on other sites

Senti che riesci a spezzare i tentacoli, tuttavia l'oscurità continua a resisterti.

Nel mentre odi un'altro colpo andato a segno della spada di Jamster, ricolma di potere divino e della benedizione del gioiello di Manespor. Il vampiro urla di dolore, usando la voce del veri proprietario di quel corpo, poi senti la voce oscura che si lamenta, anch'essa soffre con il corpo, forse troppo fragile per manifestare a pieno il suo vero potere.

Poi lo percepisci sparire. Il potere enorme che era entrato nella stanza di prepotenza la lascia con ancora più rapidità.

Gli orchi dall'altra parte della sala sembrano confusi e spaventati, senti rumori di passi che fuggono, grida di battaglia che si spengono e la voce tranquillizzata di Jamster che esclama. è finita! è scomparso! Usciamo da questo buio, presto!

Link to comment
Share on other sites

Appena la situazione si calma e il gruppo si appresta verso l'esterno, riesci a capire che gli orchi che non sono morti sono fuggiti. Gli avventurieri riprendono la loro corsa verso l'esterno, arrivando al punto da cui sono entrati ed iniziando ad attraversare la breccia. 

Fuori, in lontananza, i migliori sentieri della montagna sembrano essere stracolmi di centinaia di figure umanoidi, probabilmente non morti, che si stanno dirigendo da ogni direzione verso la fortezza.

Venite con me. Dice Jamster. La luce di Manespor ci proteggerà.

Link to comment
Share on other sites

Il gruppo avanza verso il ruscello, ben presto si trovano incontro decine di scheletri, Jamster si fa avanti e usa il potere della fede per scacciarli, alcuni di essi vengono disintegrati sul posto, bruciati da una luce proveniente dal gioiello, tuttavia gli altri continuano ad avanzare e il gruppo si trova costretto a combattere ancora.

Noti che le loro capacità in combattimento sembrano migliorate, ma le loro risorse cominciano a farsi carenti. Sconfitto questo gruppo di scheletri ritornano a dove hanno affrontato i troll e devono fronteggiare dieci zombi. Anche qui hanno la meglio ma sono sempre più deboli.

Lungo la discesa del fiume vengono aggrediti da goul, Qiren finisce le frecce, Tewan sembra a corto di potere magico e Glan comincia ad accusare le ferite. Tuttavia continuano ad avanzare, sempre più faticando nella discesa, mentre tutto intorno a loro si continua a sentire l'avanzata di creature delle tenebre.

Raggiunto il villaggio degli orchi lo trovano abbandonato, il ponte è stato tagliato e le tende smontate. Tuttavia non vogliono darsi per vinti e decidono di guadare il fiume e scalare per risalire dall'altra parte.

La scalata si rivela una corsa contro il tempo contro altri zombi e scheletri che si avvicinano, Tewan stava quasi per cadere in braccio all'orda di creature mostruose ma Hagref lo riprende la volo e anche stavolta si salvano.

Stremati, ormai senza più forze, senza aver mangiato per tutto il giorno e con il sole del pomeriggio sulla via dello spegnimento, raggiungono una grotta vuota e ci si infilano dentro. Prima di entrare Qiren si assicura di coprire al meglio che può le tracce del loro passaggio, piazzando poi una trappola rudimentale all'ingresso della caverna.

Qui cominciano a mangiare ciò che resta dei loro viveri, consapevoli che dovranno rischiare di andare a caccia nonostante i pericoli dei non morti d'ora in poi.

Di notte sarà ancora peggio. Dice Tewan. Non possiamo avanzare ancora, dobbiamo riposare.

Sperando che non ci raggiungano qui. Fa Jamster. La visione dell'orco era vera, i non morti sono giunti ad orde, richiamati dal risveglio del gioiello... e quella creatura...

Hagref sputa per terra. Vampiro maledetto, quante volte dovremo ancora farlo a pezzi prima che impari la lezione!

No. Risponde Jamster. Non era lui... qualcosa di più forte si era impossessato di quel corpo. Forse quello che si fa chiamare re della Molavia, il lich maledetto. Credo fosse lui che abbiamo affrontato in quella grotta e che ha chiamato a sé tutte le sue armate.

Ma è morto! Dice Glan, improvvisamente estasiato. Lo hai ucciso! La guerra è finita!

Non è così facile uccidere un lich! Risponde Tewan. Anche se fosse morto insieme al corpo di quel vampiro, la sua non vita non terminerà finché la fonte del suo potere non sarà distrutta, il suo filatterio, l'oggetto che custodisce la sua anima.

I discorsi si fanno meno tetri, cominciano a parlare della battaglia e delle meraviglie che sembra aver fatto il gioiello, Jamster ammette di aver sopravvalutato il suo potere, sperava che tutti i non morti che hanno incontrato si sarebbero polverizzati, lo sente che anche l'artefatto ha perso molte energie dopo averlo protetto dalla magia mortale del lich, il suo potere non è infinito e va studiato con cautela.

Infine studiano dei turni di guardia, facendo in modo che Tewan riposi completamente ed assegnando il compito di fare la guardia agli altri.

Spoiler

Che fai, anche tu hai bisogno di andare a nanna... te la senti di lasciarli soli per otto ore:evil:.

 

Link to comment
Share on other sites

Ascolto per un po' i loro discorsi, studiando con attenzione il gioiello per capire come esso interagisca con Jamster e se - effettivamente - il suo potere abbia subito un indebolimento.

Fatto ciò faccio un ultimo giro nei dintorni, invisibile, in cerca di possibili pericoli o altro. Infine mi vado a riposare, consapevole che da domani il mio lavoro sarà ancora più complesso.

Spoiler

Prima studio il gioiello, poi Faccio un giro. Se trovo qualche non morto debole lo polverizzo. Se trovo una creatura potente (anche più di una), viva o morta, la pongo sotto charme sui mostri e le ordino di proteggere la grotta.

 

Mi ricordi gli altri due oggetti sacri che avevo scoperto cosa sono e dove sono? Per caso so anche di qualche arma mistica da paladino? Tipo Sacro Vendicatore?

 

Link to comment
Share on other sites

Riconosci sul gioiello un'energia che ha bisogno di tempo per essere ricaricata, Jamster la ha portata al limite nello scontro con il lich e per tutto il resto della giornata il potere fornitogli è molto inferiore al potenziale quando è carico.

Passi parecchio tempo a distruggere non morti minori che attraversano i dintorni, tuttavia non trovi esseri molto possenti quindi concludi la tua opera e vai a dormire.

Al tuo ritorno alla grotta, scopri che qualcosa è avvenuto durante la tua assenza, Tewan è a terra, completamente immobile, il resto degli avventurieri sembra molto silenzioso ed indebolito, Hagref è furioso mentre Qiren sembra quasi non riuscire a reggersi in piedi.

Spoiler

Ti ridico gli artefatti di cui avevi letto:

La prima cosa che scopri è l'esistenza di un artefatto chiamato lo scettro di Pelor, esso era lo strumento di massimo potere, l'arma che ogni supremo inquisitore possedeva ed usava per esercitare il suo potere sull'organizzazione. Lo scettro di Pelor non viene descritta come un'arma dotata di magie particolari, invece trovi solo scritti vaghi ed esagerati, che narrano di come squarciava le nubi, devastava interi eserciti e purificava qualsiasi cosa toccasse.

Non sai a quante di queste leggende puoi credere, ma sicuramente era uno scettro di potere enorme. Tuttavia questo scettro fu perduto durante un sacco della cattedrale dove aveva sede l'inquisizione. Notizie più recenti, di un libro di esplorazioni, sembrano portare notizie di qualcuno che ha visto il nuovo sovrano della Molavia impugnare un bastone identico allo scettro di Pelor, da cui viene l'ipotesi che l'artefatto sia stato maledetto dai non morti.

Infine trovi la descrizione di un'altro artefatto, questo era noto come il cuore del sole, era una sfera grande come due mani che, una volta aperta, emetteva una luce tanto potente da accecare chiunque tuttavia il suo portatore poteva decidere chi sarebbe stato immune alla luce della sfera. Ovviamente questa luce era ancora più pericolosa contro i non morti, per questo era tenuto in un tempio sui monti della notte che faceva da guardia alle creature catturate, purtroppo quel tempio è stato uno dei primi ad essere aggrediti e del cuore non se ne è avuta più traccia.

Non hai trovato nessuna arma specifica nelle tue ricerche.

bind con Naberius: 1d20+15 = 14+15 = 39 superato.

 

Link to comment
Share on other sites

Sbuffo tra me e me vedendo la situazione, cercando di capire se l'halfing sia ancora vivo o no.

Visto il malpartito del gruppo, comunque, sono costretto a forzare una scelta che avrei ritardato volentieri: dopo essermi allontanato prendo l'aspetto di un vecchio mago umano, dai capelli canuti ed il fisico esile. La pelle è intervallata da piccole scaglie d'argento, stesso colore degli occhi.

Mi allontano un po' dalla grotta, cercando qualche non morto vagante. Che li trovi o meno lancio una palla di fuoco, così da fare un po' di trambusto prima di avanzare claudicando verso la grotta.

Mentre cammino brontolo in continuazione, lamentandomi del clima, dei non morti e di una non meglio identificata "vecchia bisbetica"

Spoiler

Che pazienza sti ragazzini...

 

Link to comment
Share on other sites

Ti sinceri delle condizioni di Tewan, pare che non c'è nulla che si può fare per lui ormai.

Scendendo nella tua forma prescelta noti che stamattina il numero di non morti in circolazione è molto minori di ieri, quindi ti trovi costretto a lanciare la tua magia a vuoto. Fatto questo, li raggiungi che questi ti vengono incontro con armi in pugno.

Appena ti vedono smettono di essere aggressivi, ma non infoderano le armi. Chi sei? Domanda Jamster, senza avvicinarsi. Cosa ci fai in queste montagne maledette!

Spoiler

Ho fatto decidere ai dadi se avrebbero subito problemi stanotte, il povero Tewan fu sorteggiato per morire. Sinceramente era il mio preferito tra i compagni di Jamster.

Link to comment
Share on other sites

Bah, non morti e ragazzini... Commento, ignorando bellamente le loro armi, anche se sono pronto ad evitarle al bisogno non è certo voi che cerco...o no?

L'ultima frase la dico grattandomi la barba, osservandoli con attenzione come se mi stessi concentrando su un incantesimo che - in realtà - non ho bisogno di lanciare.

Sei un po' arrogante ad andare in giro con quell'affare al collo, sai? Aggiungo poi vuoi anche piazzare su di voi una grossa freccia? Sta fermo...

Richiamo il potere della Polla per tentare di mascherare la spaventosa aura dell'Artefatto, quindi commento Ora ho una domanda facile facile per voi. Se  mi date la risposta giusta non vi trasformerò in larve senza guscio: dov'è Jala?

Spoiler

Aura magica per mascherare quella del gioiello

 

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.