Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

E' uscito Baldur's Gate: Descent into Avernus!

A partire da ieri, 17 Settembre 2019, è disponibile in tutti i negozi Baldur's Gate: Descent into Avernus, il nuovo supplemento d'avventura in inglese per la 5e ambientato nella celebre città di Baldur's Gate, presso i Forgotten Realms, e all'interno del primo livello dei Nove Inferni, conosciuto con il nome di Avernus. In questo nuovo manuale è possibile trovare un'avventura per PG di livello 1-13, informazioni sulla città di Baldur's Gate e sull'Avernus, le regole per giocare i patti col diavolo, le meccaniche dedicate ai veicoli - in particolar modo quelle riguardanti le Macchine da Guerra Infernali (Infernal War Machines) che potranno essere usate per partecipare a infernali gare automobilistiche in stile Mad Max -, nuovi mostri e altro ancora. Il prezzo del manuale è 49,95 dollari.
La Asmodee Italia non ha ancora rivelato nulla riguardo l'uscita della versione tradotta in lingua italiana.
Per maggiori informazioni su Baldur's Gate: Descent Into Avernus potete leggere l'articolo che abbiamo dedicato al suo annuncio ufficiale da parte della WotC.
Qui di seguito, invece, potete trovare le anteprime rilasciate dalla WotC in questi mesi:
❚ Le Statistiche della Macchina da Guerra Infernale (Infernal War Machine)
❚ La mappa dell'Avernus e altre immagini
❚ Il Sommario e l'inizio del Capitolo 1

Read more...

PF2: Una nuova Ascendenza e un'avventura introduttiva gratuita

Nell'ultima anteprima per la Lost Omens Character Guide è stata rivelata una nuova ascendenza: i lucertoloidi

I Lucertoloidi sono di taglia Media, con 8 pf e una velocità 7,5 metri. Hanno degli aumenti di caratteristica a Forza, Saggezza e un potenziamento libero, ma un abbassamento di caratteristica all'Intelligenza. I loro artigli affilati conferiscono loro un bonus agli attacchi senz'armi e possono trattenere il fiato sott'acqua per un lungo periodo di tempo. Come nelle altre anteprime possiamo anche scoprire uno dei loro talenti di ascendenza.

La Paizo ha anche reso disponibile un'avventura introduttiva scaricabile gratuitamente per Pathfinder 2E, intitolata Torment and Legacy

Come ci dice lo sviluppatore dell'avventura, Stephen Radney-MacFarland:
Questa breve avventura è stata pensata per permettere ad un GM di presentare il gioco ai neofiti, mostrando le nuove regole in maniera veloce e divertente. Questa avventura può essere svolta con quattro giocatori in un'ora, il che vi fornisce sufficiente tempo per esporre le regole basilari del gioco ai partecipanti prima di lanciarvi all'avventura. Potete anche gestire quest'avventura con fino a sei giocatori, ma in tal caso ci vorrà un po' di più per completarla".
Il PDF gratuito di 21 pagine include l'avventura, sei personaggi pre-generati di 1° livello ed un comodo foglietto di riferimento alle regole. Viene indicato come sia necessario un Core Rulebook di PF2 per giocare (assieme ai soliti dadi, mappe, miniature ecc) ma è incluso anche un link alla SRD di PF2.
Read more...

Ed Greenwood ci spiega le origine di Mirt il Prestasoldi

Articolo di Ed Greenwood del 18 Agosto
Nell'estate del 1965, in una piccola casetta in una zona secondario dell'elegante quartiere newyorkese di Don Mills, un ragazzo alto e magro, dal carattere timido e schivo siede nella penombra del salotto di casa, scribacchiando parole con una matita su un foglio di carta.
Su TUTTO il foglio di carta: quando lo ha riempito orizzontalmente lo ruota di 90 gradi e scrive di traverso sopra le altre parole. Dopo di che si sposta sui margini, di modo da evitare fino all'ultimo di doverlo girare. Non perché sia povero o abbia mancanza di carta, ma perché è stato allevato da zie e nonne cresciute attraverso due guerre mondiali e una depressione, quindi sa bene che nulla va sprecato. E sta scrivendo su dei sacchetti di carta della spesa aperti e appiattiti col ferro da stiro per la stessa ragione. Avrà accesso a della vera carta e a quel macigno della macchina da scrivere Underwood Eight del padre in futuro.

Per ora è pervaso dalla creatività, mentre scrive su un vecchio, ansimante, grasso - e solitamente con la parte frontale di qualsiasi cosa stia indossando piena di macchie di cibo e vino - mercante con dei vecchi stivali da pescatore (ovvero un imbroglione) e strozzino, Mirt. Un tempo un capitano mercenario, detto Mirt lo Spietato, ma ora non più. E prima ancora un gioviale avventuriero che ha girato il mondo con il suo fido amico Durnan, prima che i due facessero fortuna nel Sottomonte e Durnan avesse il buon senso di ritirarsi a vita agiata, sposare la sua vecchia fiamma e comprare il Portale Sbadigliante.
Mirt ha avuto meno...buon senso. Quindi la sua parte del bottino è stata spesa festeggiando e mettendo in piedi la sua compagnia di mercenari, fino che il "Vecchio Lupo" è diventato troppo vecchio per assaporare la vittoria e quasi troppo vecchio per sopravvivere, dovendosi quindi ritirare e iniziare il suo lavoro attuale.
Ed è così che l'ho incontrato per la prima volta, mettendo assieme il suo personaggio combinando il Falstaff di Shakespeare, Glencannon l'ingegnere navale ubriaco di Guy Gilpatrick e il Nicholas van Rijn di Poul Anderson (uno dei momenti più belli della mia vita è stato l'aver incontrato Poul, poco prima della sua morte, e ringraziarlo di persona; per mia somma felicità ne è stato felice e mi ha incoraggiato entusiasticamente). Mi immaginavo Mirt come una persona ormai non più tanto giovane da riuscire a battere o a fuggire dai suoi nemici, dovendo quindi essere più furbo. Il che implicava che una classica storia di Mirt finiva con quest'ultimo che fuggiva da una cittadina un passo avanti avanti alle autorità, ai vecchi rivali e ai nuovi nemici che si era fatto durante la storia.
Il che implicava che si doveva muovere verso sud da porto a porto lungo una costa, la quale entro la fine di quell'anno avrei saputo essere la Costa della Spada, parte di un continente che l'anno seguente avrei chiamato Faerûn, in un mondo che noi appartenenti al mondo reale conosciamo come "I Reami Dimenticati".
Da Fireshear, dove appare nella prima storia, fino al sud, Mirt mi ha mostrato la Costa della Spada e ha portato in vita i Reami. In storie che non sono mai state pubblicate.

Sì certo, c'è una "prima" storia dei Reami, intitolata “One Comes, Unheralded, To Zirta,” che è stata distribuita per la prima volta ad un banchetto presso una delle prime Gencon, ed è stata in seguito pubblicata "ufficialmente", ma si tratta di una storia su cui sono ritornato spesso, per sistemarla ed allargarla e, quando sono migliorato come scrittore, per tagliare quei pezzi che andavano eliminati per poi diventare delle storie a parte, in modo da riportare un po' di coerenza e da focalizzare ciò che rimaneva. Quindi è stata ed è la prima storia dei Reami, ma la versione attualmente in stampa discende dall'originale. Nelle storie dei Reami Mirt è uscito da quella storia entrando in una carovana diretto verso l'interno della Costa della Spada, per poi cominciare il suo giro di truffe e raggiri tra i porti diretto verso sud.
Quando giunse a Waterdeep sapevo di essere arrivato a casa. Questa era la città in cui volevo vivere, che volevo davvero esplorare e l'ho fatto. Eventualmente essa (e il Sottomonte) divennero il centro della prima avventura nei Reami con D&D, mentre Shadowdale sarebbe stata la seconda; la prima era il gruppo originale, la Compagnia dei Folli Avventurieri, che cominciarono a conquistare il mondo nel 1978, mentre la seconda è stata la prima di molte mini-campagne che ho svolto presso varie librerie pubbliche dove lavoravo, seguita poi poco dopo da campagne ambientate nel Cormyr e in altri luoghi come Scornubel, Battledale, Highdale.
E i Reami iniziarono così a diventare sempre più profondi e ricchi con queste campagne, perché non ero più solo io che scrivevo storie per mio piacere, ma avevo giocatori che volevano che i loro personaggi avessero dei lavori e potessero comprare dei terreni, che volevano sapere quali vini e birre stavano bevendo o scoprire le ricette dei cibi che i loro personaggi immaginari stavano mangiando. Volevano esplorare ogni singolo negozio e carro, per scoprire cosa contenevano al loro interno. Da dove venivano i prodotti, perché costavano così tanto, come funzionava l'economia?
E le storie e i pettegolezzi locali? Come sarebbe stato vivere in questo punto tutto il tempo?
E se per questo come funziona la vita quotidiana dei mostri? In cosa sono differenti dagli umani?
Dato che Ed era curioso quanto i suoi giocatori di scoprire il suo mondo immaginario, si è messo a scrivere le risposte ad ogni possibile domanda, iniziando a stratificare i mille dettagli che fanno impazzare alcuni giocatori e che sono tanto amati da altri. Dopo circa 50 anni che ho iniziato a lavorare sui Reami sono ancora impegnato a rifinirlo ogni giorno, sia ufficialmente che non, dato che le domande dei giocatori non smettono mai di arrivare e ora non devono più aspettare di incontrarmi alle convention per porle, visto che possono usare e-mail, Twitter e Facebook per contattarmi.
Quindi eccomi qui, quattro ore prima che io debba partire e viaggiare per un centinaio di miglia per subire un intervento al cuore, a rispondere loro.
Perché amo fare questo.

Ed è questo che sono i Reami: una dichiarazione di affetto a tutti gli amici che ho fatto in questi anni di gioco e di scrittura, e alla loro immaginazione.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/ed-greenwood-the-origins-of-mirt-the-moneylender.666767/
Read more...

Ecco la vera copertina di Eberron Rising from the Last War

Qualche tempo fa vi avevamo segnalato il fatto che la copertina fin ora mostrata di Eberron: Rising from the Last War, in uscita il 19 Novembre 2019 (potete trovare qui e qui maggiori informazioni sul supplemento), non era quella definitiva. Jeremy Crawford della WotC, infatti, aveva scelto di avvisare subito tutti del fatto che si trattava di una immagine segnaposto, vista la preoccupazione che si era diffusa presso molti giocatori sulla qualità di quella prima immagine.
La WotC, dunque, in questi giorni ha deciso di mostrare la copertina definitiva di Eberron: Rising from the Last War, che potrete vedere in fondo a questo articolo assieme all'illustrazione da cui è stata tratta (come al solito, per ingrandire le immagini cliccate su di esse).
In un video dedicato al nuovo supplemento su Eberron, Jeremy Crawford e Greg Tito della WotC hanno inoltre fatto le seguenti dichiarazioni sulla copertina del manuale, precisando ulteriormente che l'immagine precedentemente usata, tratta da una illustrazione di Ben Oliver, era in realtà pensata per un uso interno al manuale:
Tito: Abbiamo deciso di cambiare questa copertina, in ogni caso. Avremo una copertina differente per questo manuale... Abbiamo avuto la rara occasione di cambiarla, perchè i file (della copertina, NdTraduttore) non erano ancora stati inviati allo stampatore.
Crawford: Questo è corretto. Quando il manuale è stato annunciato eravamo ancora a una settimana dall'invio del manuale alla stampa. Abbiamo avuto una finestra di tempo per sostituire la copertina, il che era qualcosa su cui avevamo iniziato a discutere già da un po' di tempo quando ormai l'annuncio era imminente.
Tito: Ma, una volta annunciato (il manuale, NdTraduttore), abbiamo ricevuto anche molto feedback da parte dei giocatori che indicava che essi volevano una copertina differente e quel feedback ci ha galvanizzati...dunque l'abbiamo cambiata con questa copertina disegnata da Wesley Burt.
L'illustrazione della nuova copertina era già nel manuale ed è stata spostata in copertina, mentre quella usata in precedenza (di Ben Oliver) è stata riutilizzata come immagine iniziale per il Capitolo 1 (quello dedicato alla creazione del personaggio).
Ecco qui di seguito la nuova copertina e l'immagine da cui è stata tratta:


Fonte: https://www.enworld.org/threads/new-cover-for-eberron-rising-from-the-last-war.667346/
Read more...

Un nuovo AP per Starfinder

Il Destino del Quinto (Fate of the Fifth) è la prima parte dell'Adventure Path Attacco dello Sciame (Attack of the Swarm) della Paizo. La minaccia interstellare insettoide nota come lo Sciame è spinta unicamente dal desiderio di consumare ed espandersi. Ma quando colpisce il pacifico sistema di Suskillon il suo comportamento pare indicare una motivazione ulteriore rispetto alla semplice distruzione. Riusciranno gli eroi a sopravvivere all'invasione e a scoprire la ragione dietro l'attacco dello Sciame al loro sistema natio? O anche Suskillon cadrà come molti altri sistemi in passato?
Suskillon ha bisogno di voi!

Mentre il sempre famelico Sciame sta per abbattersi su un altro sistema stellare, gli eroi sono parte dell'apparato difensivo. Devono combattere contro orde di nemici e salvare i civili, tra cui un sacerdote shirren di Hylax, il cui tempio sembra essere di particolare interesse per gli invasori. Gli eroi dovranno sopravvivere all'assalto dello Sciame usando l'astuzia e facendo affidamento gli uni sugli altri.
Questo volume degli Adventure Path per Starfinder da inizio all'AP Attacco dello Sciame e include:
Il Destino del Quinto, un'avventura di Starfinder per personaggi di 1° livello; di Patrick Brennan. Una guida per i giocatori a questo AP, tra cui due temi militari e un elenco di equipaggiamento utile; di Patrick Brennan. Un'analisi della forza praticamente inarrestabile nota come lo Sciame; di Lacy Pellazar. Un elenco di creature aliene, tra cui uno sciame mutaforma di nanobot e varie creature dello Sciame; di Patrick Brennan, James Case e Adrian Ng. Statistiche e planimetrie per un veicolo da diporto di lusso, oltre ad uno scorcio del bucolico mondo di Suskillon prima dell'invasione; di Patrick Brennan. Suonate la Ritirata

Assieme ad una manciata di sopravvissuti all'invasione dello Sciame come passeggeri, gli eroi viaggiano fino ad un vicino mondo colonizzato in cerca di salvezza. Nella sovrappopolata metropoli di Nuova Grakka, i membri di un movimento che reputa che lo Sciame sia una punizione per i peccati del sistema stanno interferendo con gli sforzi dei militari di accogliere i rifugiati. Gli eroi devono fermare questi fanatici e ripulire una serie di caverne sotto la città, in modo che possano fornire rifugio e protezione contro un eventuale attacco dello Sciame al pianeta. Nel fare ciò scoprono degli indizi che potrebbero fare luce su un antico mistero shirren!
Questo volume degli Adventure Path per Starfinder prosegue l'AP Attacco dello Sciame e include:
L'Ultimo Rifugio (The Last Refuge) un'avventura di Starfinder per personaggi di 3° livello; di Mara Lynn Butler. Una storiografia della fuga della popolazione shirren dallo Sciame nei primi periodi dopo l'Intervallo; di Lacy Pellazar. Un elenco di astronavi biomeccaniche; di Tracy Barnett. Una raccolta di creature aliene, tra cui un predatore da imboscata acquatico e varie nuove creature dello Sciame; di Anthony Bono, Mara Lynn Butler e Owen K.C. Stephens. Statistiche e planimetrie per un veicolo militare da infiltrazione; di Tracy Barnett; oltre ad uno sguardo ad un mondo colonizzato coperto da oceani poco profondi; di Mara Lynn Butler. Link agli articoli originali:
https://www.enworld.org/threads/attack-of-the-swarm-new-starfinder-ap.666907/
https://paizo.com/products/btq01zo2?Starfinder-Adventure-Path-20-The-Last-Refuge
Read more...
lamadimorte

DnD 3e Il Cammino del Bene [Atto Secondo, L'Ascesa del Re]

Recommended Posts

Venite portati all'interno della lussuosa villa del sindaco e qui, dopo essere passati per il corridoio che conoscete ormai bene, venite portati fino alla sala dei ricevimenti, dove intorno ad un tavolo imbandito a cena, pieno di cibi prelibati e bevande pregiate, si trovano Adamor,Dakronas,il sindaco e una umanoide che suscita subito gioia in Shaària e stupore negli altri membri del gruppo. Insieme alle autorità della cittadella si trova un umanoide alto circa due metri e sessanta a torso nudo, con un fisico scolpito, che ha un braccio completamente tatuato con litanie sacre e preghiere e presenta anche la figura di un sole splendente stampata su di un pettorale. Sulla gambe scende una veste color oro e bianco che è piena di raffigurazioni clericali simili a quelle che presenta la chierica di Pelor. La scosa che suscita interesse in Escanor e Katherine è la razza della persona li presente, infatti questa ha una testa da leone, con la criniera dorata e splendente, ed una coda da felino che esce dal retro della tunica che copre gli copre le gambe. Dietro la schiena legate ad una cintura color rubino tiene uno scudo ed una mazza di dimensioni letteralmente non umane. Come entrate nella stanza Regaltd, che vi ha accompagnato sin qui, chiude la porta dietro di voi e vi invita ad andare avati e di sedervi. Il sindaco prende subito la parola ''Signori sapevo che sareste tornarti. Prego sedetevi, so che avete molto da raccontarci sugli ultimi avvenimenti e su quello che avete scoperto.''rimane un secondo in silenzio ed il suo volto si incupisce ''pur troppo sono certo che non siano belle notizie.ma con voi qui non c'è da temere.'' poi alza un braccio ed indica l'umanoide mostruoso accanto a lui e continua ''lui è Drefiuxen, campione e difensore della somma sacerdotessa dell'ordine di Pelor. E' venuto sin qui solo per voi.'' il sindaco fa un cenno al felinide e gli cede la parola. Questo esordisce con voce ruggente ma suadente, facendo un inchino dopo essersi presentato di persona ''salve campioni del bene. Sono qui per ordine della somma sacerdotessa di Pelor per sapere degli avvenimenti che stanno attanagliando le terre circostanti. Ma ora esponete pure quello che avete da dire a queste buone persone, le nostre faccende possono attendere qualche minuto.'' il grosso leone dorato si siede su una sedia in maniera scomoda viste le sue dimensioni ed aspetta che voi parliate di quello che avete visto nella torre. ora che il leone umanoide vi ha rivolto lo sgurado riuscite a distinguere una sua particolarità, ovvero che ha un occhio color oro e l'altro completamente nero. Doamarael si presenta alla coorte nella stanza e con fare molto delicato si dirige verso una sedia vicino ad una finestra e guarda di fuori la notte che avanza e la pioggia che continua a cadere costante nelle terre della cittadella. Adamor ed il cacciatore sono fissi con lo sgurado a voi aspettando che gli diate informazioni su tutto quello che sta accadendo in questi luoghi. Ora tutta l'attenzione dei presenti e sul vostro gruppo.

@Shaària

Spoiler

Tu conosci molto bene Drefiuxen. Lui ti ha raccolto quando sei stata lasciata al tempio del dio del sole ed è stato il tuo maestro e tuo amico. grazie a lui sei stata addestrata alle arti clericali e della guerra e sempre lui ti ha permesso di entrare a far parte del sacro ordine delle sacerdotesse di Pelor. Sei piena di gioia per questa visione dato che non lo vedi da molto tempo, ma allo stesso tempo ti incupisce il pensiero che sia qui. Infatti sai che lui viene mobilitato dalla somma sacerdotessa solo in caso di necessità o pericolo imminente,alla portata al di fuori dei comuni mortali.


@tutti

Spoiler

riprendiamo da qui
il link della discussione precedente è questo, in caso dobbiate rileggere o rivedere cose vecchie

http://www.dragonslair.it/forums/topic/44685-il-cammino-del-bene/?page=40#comment-1260209

 

@immagine Drefiuxen

Spoiler

images.jpg

 

Edited by lamadimorte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shaària Karimnikov

trattengo l'enorme gioia che ho ne vedere il mio maestro ed amico e l voglia di andare li ed abbracciarlo fortissimo.Faccio semplicemente il solito saluto reverenziale tipico del nostro ordine e mi accingo a sedermi in una sedia intorno al tavolo. Poi rimango in silenzio con gli occhi verso una delle persone che più amo al mondo piena di domande e dubbi sulla sua presenza. ''E' così tanto tempo che non lo vedo....sono così felce. Spero solo che non sia qui per ordine della somma sacerdotessa. Se così foss evuol dire che qui le faccende si fanno sempre più complicate.'' rimango ferma cercando di nascondere la fatica della nostra ultima impresa e lascio parlare i miei compagni, ma guardando Drefiuxen mi esce un lieve sorrisetto come se fossi una piccola bambina che rivede suo padre dopo tanto tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Escanor Rhitta

Entrato nella stanza la prima cosa che noto è l'imponente creatura felina che troneggia tra tutti, che saluto avvicinandomi a lui, sorridendo e chinando leggermente il capo: "Onorato di conoscervi Drefiuxen. è sempre un piacere incontrare gli amici dei miei compagni." poi scostando lo sguardo incrocio gli occhi del sindaco e delle altre nostre conoscenze per salutare anche loro: "Ben rivisti anche voi!" Dopodichè mi siedo a mia volta e parlo a tutti i presenti: "Abbiamo fatto ritorno come avevamo promesso, è stato una dura prova, ma abbiamo scoperto altre cose che, come avete immaginato portano guai"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Katherine Sophieor 

Entrando nella stanza saluto tutti chinando la testa, mentre mi avvio verso il mio posto a tavola. "Non so come sia possibile, ma ogni volta che succede qualcosa in queste terre ci sono di mezzo i Castein, a quanto pare anche con il drago che stavamo cercando. In quella terra, la pianura dello zodiaco, i Castein avevano eretto una torre magica in cui all'interno celavano segreti, che stava cercando anche il drago, purtroppo non abbiamo ancora carpito cosa nascondevano ma abbiamo trovato molti indizi sul fatto che stanno tornando e non sembra con buone intenzioni, per i loro loschi scopi avevano intrappolato anche un entità celestiale da cui assorbivano energia, questo problema si sta facendo sempre più grande dobbiamo prepararci a tutto" 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alle parole della giovane stregona rimangono tutti in silenzio quando Adamor con decisione prende la parola ''Non avevamo dubbi su questo. Abbiamo anche rinvenuto una cripta fuori Bavalkar, non troppo distante e li abbiamo avuto una dolorosa rivelazione. Dogartar, il chierico della nostra cittadella, era immischiato in questo affari. Sembra che sia stato lui a risvegliare la bestia che voi avete ucciso nel bosco, e sempre lui stava studiando qualcosa di strano sulla necromanzia. Inoltre abbiamo li trovato degli indizzi sul casato dei Castein.'' guarda velocemente il cacciatore che si alza in piedi dal suo posto a sedere vicino al sindaco e questo tirando fuori un diario antico lo porge alla giovane ricercatrice per poi continuare ''Dogartar ha ingannato tutti noi, ed ha creato un piccolo culti di pazzi che lo hanno aiutato nelle sue ricerche. Quelle persone poi sono rimaste nella cripta, anche dopo la morte. Ci siamo occupati noi di loro ed abbiamo scoperto che quel maledetto faceva tutto questo usando il nome del vostro ordine clericale per arrivare ai segreti dei Castein.''  Dakronas fa una breve pausa, beve un sorso di vino, e dopo aver poggiato il calice in argento conitnua ''I non morti in quella cripta lo chiamavano l'araldo demoniaco. Sembra che lui fosse uno dei tanti eredi bastardi dei Castein e che si sia preso la briga di mettersi nei loro affari ormai deceduti secoli fa. Se poi può esservi di aiuto, in quel luogo oscuro abbiamo trovato anche pentacoli di evocazione con dentro creature di altri mondi intrappolate. Non sono stati un gran problema per noi, ma credo che l'informazione vi sia utile.Inoltre di quel maledetto non si è trovata nessuna traccia'' quando il cacciatore finisce di parlare tutti nella stanza rimangono per qualche istante in silenzio, e dopo poco Adamor riprende la parola ''Anche un drago ora ci doveva essere in mezzo?!?! Cosa vorrà quel mostro dai Castein, spero solo che non sia loro alleato.'' il capo delle guardie viene interrotto dal felinide che esclama con la sua voce tonante ''Quel drago era Truhkertarisk. Un vecchio abitante di questo mondo che da secoli cerca la vita eterna con l'ausilio della necromanzia. Sperò solo che non sia alleato con Dogartar e che non sia arrivato al suo obiettivo ultimo. Sennò sarebbe davvero un problema.'' i presenti si incupiscono alle parole del leone umanoide e rimangono nuovamente in silenzio.

Edited by lamadimorte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Katherine Sophieor 

"Cosa Dogartar era il chierico di questa città?! sapevo che qualcosa non andava con lui era l'unico che non avevamo trovato nella spedizione nel bosco" poi dopo una breve pausa per rifocillarmi continuo "avete trovato altro di interessante oltre alla cripta, poi esattamente dove si trova casomai volessimo andare a dare un occhiata"   

Share this post


Link to post
Share on other sites

Escanor Rhitta

Rimango in silenzio sentendo parlare Adamor, Dakronas e Drefiuxen e una volta tornato il silenzio prendo parola: "Mi spiace contraddirvi ma loro non sono più un pericolo, nè il vecchio drago, ne Dogartar. Sospettavamo c' entrasse qualcosa in questa faccenda, la misteriosa scomparsa del suo corpo ci ha fatto sorgere il dubbio, infatti lo abbiamo trovato "Vivo e vegeto" proprio dentro la torre, e lo abbiamo affrontato giunti negli antri più remoti dell'edificio, dove si è unito allo scontro proprio Truhkertarisk. Fortunatamente abbiamo avuto la meglio, ma è stato un durissimo scontro, e fortunatamente non erano alleati."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shaària Karimnikov

Rimango in ascolto delle parole dei presenti e quando sento parlare del chierico della città e del drago intervengo ''Come dice il mio amico non saranno più un problema quei due. Io stessa ho ucciso il drago nero ed Escanor ha sconfitto Dogartar in duello. Il vero problema è che nella torre si trovavano le tombe della regina e dei suoi protettori. Almeno da quello che siamo riusciti a scoprire dagli epitaffi che erano lì.'' guardo il mio vecchio mentore e continuo ''Ormai ci siamo presi l'onere di salvare queste terre e di redimere il male che si cela dietro le ombre di quel casato. Andremo fino in fondo e risolveremo tutto. Porteremo nuovamente la luce su queste terre.''  il mio sgurado si fa fiero e pieno di determinazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

''Avete sconfitto entrambi?'' esordiscono insieme Adamor e Dakronas. Poi il sindaco prende nuovamente la parola ''Allora i nostri problemi sono ancora lì fuori'' il suo sguardo si fa largo dalla finestra che da sulla cittadella ''Sono felice che vi siate proposti di difendere la nostra gente. Vi metterò a disposizione qualsiasi mezzo io posseggo per aiutarvi.  Ahimè non posso fare altro.'' guarda poi il capo delle guardie ed il cacciatore ''Loro potranno aiutarvi. Non sono avventurieri forti come voi ma sela sanno cavare bene.'' il sindaco si interrompe e si mette a sedere su di una poltrona davanti al camino con un calice di vino in mano, mentre pensieroso guarda le fiamme ardere.
Adamor vi guarda con occhi pieni di gratitudine '' Come ha detto il sindaco io sarò qui ad aiutarvi per qualsiasi cosa. E credo che lo stesso valga anche per Dakronas.'' il cacciatore annuisce silenziosamente con un cenno del capo ''Se non avete altro da dire, direi che potete andare a riposarvi. Vi vedo molto provati e malconci.'' poi si rivolge al grosso felinide seduto in bilico sulla piccola sediola per umani ''Lei signore sarà nostro ospite quanto vuole. E' un onore averla qui a Bavalkar.'' il leone dorato si alza in piedi e con un sorriso ringrazia il capo delle guardi e replica ''Ringrazio molto per la vostra ospitalità e per la vostra benevolenza, ma preferisco la legiadria della natura a luoghi di  pietra. Sensa offesa ovviamente. Poi nel tragitto avrò il tempo per fare due chiacchiere con questi tre giovani.Sono certo che non mancherà occasione in questi giorni per approfittare della vostra cordialità'' questo finito di parlare aspetta una vostra risposta e si avvia verso la porta d'uscita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Escanor Rhitta

"Molto bene allora, appena avremmo deciso il da farsi verremo ad avvisarvi delle nostre intenzioni. Se ci verranno in mente altre domande da porvi non esiteremo tornare qui." Dico al sindaco e massaggiandomi una spalla, dove ero stato ferito in combattimento, riprendo a parlare rivolgendomi a tutti: "Si, forse è il caso che andiamo a riposarci, abbiamo decisamente bisogno di ristabilirci." poi voltandomi verso il felino, sorridendo proseguo: "Così effettivamente potremmo conoscervi meglio." .Terminato di parlare mi congedo dagli altri e mi accingo a lasciare la stanza segendo il campione del sole, aspettando che prima passino le mie compagne.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shaària Karimnikov

aspetto che finisca la conversazione e quando tutti hanno esposto i fatti sui recenti avvenimenti mi alzo e con un gesto cordiale saluto tutti i presenti ''Se questo è tutto noi possiamo andare. Ci ristabiliremo e poi faremo una veloce fisita a Farenos. Nel frattempo cercheremo altre informazioni e la nostra piccola kate potra esaminare affondo quel diario. Appena avremo tempo, se ci direte dove si trova la cripta che avete esplorato e ripulito, ci recheremo anche li per vedere se possiamo trovare altro di interessante.'' finito di parlare,e dopo aver sentito le ultime cose che hanno da dire i presenti, mi dirigo verso la porta accettando il gesto di cavalleria del mio compagno per far passare me e Katherine. Sull'uscio della porta volgo un altro cordiale e distinto saluto a tutti i pesenti e mi avvio fuori dalla magnificente casa. ''Perchè Drefiuxen è qui? Cosa avrà da dirci? Spero che non sia niente di strano''

Share this post


Link to post
Share on other sites

Katherine Sophieor

"Bene allora torneremo appena ci saremo ripresi" poi avviandomi verso l'uscita prendo il diario da sopra il tavolo "vi dispiace se lo prendo per esaminarlo, magari c'è qualcosa di utile" poi prendo il libro e inizio a sfogliarlo aspettanto che tutti siano pronti per andare 

Share this post


Link to post
Share on other sites

finite di parlarle nella stanza dei ricevimenti e vi avviate verso l'uscita dopo il solito giro di saluti. Adamor rimane li con il sindaco e Dakronas per decidere come sistemare i sistemi di sicurezza per la popolazione di Bavalkar in caso di pericoli. ''A domani allora , e grazie ancora per il vostro grande aiuto. Tutta la popolazione vene è riconoscente.'' dice il capo delle guardie mentre il sindaco gli da manforte con un cenno della testa.
venite accompagnati nuovamente da Regaltd fuori dalla magnificente casa del capo città, seguiti dall'imponente figura dell'uomo felino. Il consigliere, come giungete alla porta che da sul giardino vi porge degli oggetti in legno sulla cui sommità si trova una tela ben ricamata ''Prego signori questo servirà per proteggervi dalla pioggia mentre vi dirigete verso la vostra dimora.''
Vi allontanate dalla casa del sindaco per andare verso la locanda che è stata adibità ormai a vostro luogo di riposo. Andate avanti per qualche metro nelle strade di lastricato di Bavalkar quando , mentre passate per un vicolo che sembra essere deserto, il felinide esordisce mentre si guarda intorno non curante della pioggia che pagna la sua dorata criniera ''Questo mi semra un luogo tranquillo ed isolato per poter parlare.'' volge subito lo sguardo al vostro gruppo tenendo sotto occhio specialmente la sua discepola ''La somma sacerdotessa vuole che voi smettiate di indacare su queste faccende. Non ritiene che sia necessaria la vostra presenza qui.'' mentre parla il volto del grosso leone sembra essere abbastanza turbato. ''Shaària, il tuo operato è stato giudicato non consono ai termini del nostro ordine, e la somma sacerdotessa in persona ha mobilitato il consiglio per il tuo giudizio.Io sono qui per prelevarti e portarti da loro.'' e l'espressione del campione dell'ordine di Pelor diventa sempre più cupa e malinconica. ''Queste sono le direttive ed il compito che mi sono state assegnate dalla somma sacerdotessa come diretto servitore di della nostra guida.''  il felinide sempre più cupo allunga una sua mano e la poggia sulla testa della piccola chierica di Pelor ''Ma da amico e mentore non eseguirò questi ordini. Scappa finchè sei in tempo. Ultimamente l'ordine non è più lo stesso e la politica della somma sacerdotessa è molto cambiata. Sta succedendo qualcosa di strano negli ultimi tempi. Quella che ritenevamo la nostra guida ha istituito un ordine inquisitorio con leggi molto dure e severe. E chi non rispetta questi ordini viene messo alla pena di morte.'' sposta la mano dalla testa della sua discepola e continua ''L'altro ieri un intero villaggio è stato dato alle fiamme, pare che la popolazione sia stata giudicata come eretica perchè difendevano bambini votati al male sin dalla nascita. Ma la cosa mi sa molto strana. Il nostro ordine era devoto alla pace,al bene e alla redenzione e non a queste barbare meccaniche legali. '' la pioggia continua a cadere sul volto del gigante leone dorato delineando ancor di più la sua malinconia nel parlare di questi fatti ''Qualcosa sta cambiando in questo mondo. E non è niente di buono. La sacerdotessa vuole te ora Shaària, ti ha bandita come eretica dell'ordine.''  passa un occhiata ad Escanor e Katherine ''E vuole che anche voi due veniate portati via e rinchiusi. Io sono riuscito a venire qui all'insaputa della somma sacerdotessa e del consiglio. Il loro scopo è di venire qui tra una settimana precisa e di prelevarvi. Ed ho paura che ci andrà di mezzo anche questa cittadela. Sono interessati oltre che a voi agli avvenimenti di queste terre e la cosa  fa ancora più timore pensando a quello che avete raccontato prima. Il sindaco e gli altri due sono già a conoscenza dell'arrivo dell'ordine e della forza inquisitoria.'' il leone termina il suo discorso aspettando una vostra risposta ''Se tenete davvero a questa gente fuggite e lasciate stare queste faccende. Penserò io a rimediare al resto.''

Edited by lamadimorte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Escanor Rhitta

Rimango Sorpreso dalle parole che il dorato leone rivolge a noi, e man mano che continua a parlare le mie sopracciglia si corrugano involontariamente facendo trasparire il mio disappunto che si trasforma in rabbia appena saputo dell'ennesimo villaggio dato alle fiamme, Quando vedo però l'espressione triste con cui dice tutto ciò provo empatia nei suoi confronti immaginando cosa possa provare lui in questo momento. Dopo un momento di silenzio, spezzato solo dal cadere della pioggia sulla città, comincio a parlare, attento nel non farmi sentire da eventuali passanti: "La sicurezza di questa gente è prioritaria, faremo tutto ciò che è in nostro potere per impedire che vengano stroncate altre vite innocenti e bruciati altri villaggi, a maggior ragione se il pretesto del massacro è la nostra ricerca. Inoltre per quanto tu possa essere potente non possiamo lasciare che la responsabilità cada tutta sulle tue spalle, ti trovi tra l'incudine e il martello, soffrirai più di tutti noi, e riconoscendoti come valido e sincero alleato non vogliamo vederti soffrire." Dico voltandomi un momento verso Shaària, sorridendole lievemente: "Fatto sta che anche il cambio repentino di comportamento da parte della somma sacerdotessa è molto strano, perchè è interessata poi a queste terre anche lei? Non vorrei che sia immischiata con i Castein.... " faccio poi una piccola pausa: "Comunquesia ci hai detto che saranno qui non prima di una settimana, quindi abbiamo ancora tempo per indagare ulteriormente ed organizzarci. Una buona stella guida i nostri passi, non dobbiamo temere." Termino il mio discorso con un volto sicuro e una voce fiera, sollevando un pugno all'altezza del petto, per riinfiammare il morale delle mie compagne e del prode felino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shaària Karimnikov

Ogni muscolo del mio corpo si irrigidisce mentre sento parlare il mio mentore, e quando sento che sono stata nominata eretica dell'ordine a cui ho dato la vita un peso enorme si posiziona sul mio stomaco. Aspetto che Drefiuxen ed Escanor finiscano di parlare e poi cercando di trovare la forza e le parole dico ''La somma sacerdotessa non avrebbe mai fatto una cosa del genere. E neanche l'ordine. Deve esserle successo qualcosa, e visti gli avvenimenti sono sicura che tutte queste vicende siano collegate tra loro.'' il mio sguardo si fa deciso e guardo dritto negli occhi il mio maestro, e solo con un'occhiata riusciamo a scambiarci la stessa sensazione che entrambi proviamo ''Sono felice che tu sia qui Drefiuxen, ma io ho giurato a questa gente e a queste terre che le avrei protette e che avrei estirpato il male che la attanaglia. Se stanno venendo qui io difenderò Bavalkar ed il suo popolo, anche se questo vuol dire andare contro il mio stesso ordine. Io opero nel nome del signore del sole, e solo lui potrà giudicare il mio operato nel momento della mia fine.'' mi giro verso i miei compangni di avventura e continuo '' Se voi siete con me direi che una settimana è più che sufficente per prepararci. Se invece volete andare via non vi preoccupate vi capirò.'' senza aspettare altro mi dirigo verso la locanda ''Drefiuxen so che tu farai la cosa giusta al momento del bisogno, io mi fido di te...''

Share this post


Link to post
Share on other sites

Katherine Sophieor 

Smetto di leggere il diario non appena mi accorgo che ci stiamo dirigendo in un vicolo isolato "Dove stiamo andando non mi sembra la strada per la locanda, cosa sta succedendo" ma appena ci fermiamo e Drefuxien inizia a parlare capisco il perché della deviazione "Esattamente da quanto tempo la sacerdotessa ha iniziato a comportarsi in questo modo strano? come voi anche io sono sicura che ci sono di mezzo i Castein" poi girandomi verso la mia amica "tranquilla Shaària noi ti aiuteremo qualunque sia la tua scelta" poi aspettando di riandare verso le locanda continuo a leggere il diario cercando informazioni inerenti a questa notizia che abbiamo appena appreso 

@master

Spoiler

cerco nel diario qualche informazione su questa news 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Drefiuxen rimane fermo davanti a voi mentre la pioggia scende incessante. Si passa una mano sulla folta criniera, e dopo aver ascoltato le vostre parole risponde ''Sapevo che avreste fatto così e che avreste scelto questa via. La forza inquisitoria sarà qui tra sette giorni precisi, dovrebbero arrivare durante la mattina. Io posso ancora indagare nell'ordine, dall'interno, e poi verrò a riferirvi. Anche io voglio venire a capo di questa faccenda e sarò dalla vostra parte. Ci vedremo qui tra sei giorni precisi, arriverò alle dieci della mattina così avremo un giorno per ultimare il da farsì. Ma mi raccomando nel frattempo non siate impulsivi, e tenete al sicuro la gente di questa cittadella.'' il leone dorato si gira spicca un salto sovrumano e salendo sul tetto di una casa si prepara ad andare via, ma prima lancia uno sgurado alla sua discepola ''Sei diventata forte Shaària. Sono fiero di te e della tua rettitudine.'' dopo aver salutato tutti con un gesto della mano scompare all'orizzonte dopo aver evocato una porta di luce e fiamme.
Vi incamminate tutti verso la locanda, pieni di dubbi e con ancora la fatica della vostra ultima impresa. Arrivate davanti alla porta della struttura  e venite ormai accolti dalla gente come veri cittadini di Bavalkar. COme entrate per andare a parlare con l'oste Escanor viene fermato dalla cameriera dell'altra volta che con un gesto timido e gentile gli mostra una tavola già imbandita a cena con sopra le chiavi delle vostre stanza ''Il sindaco ha già dato le direttive per voi. E' tutto pronto. Le stanze sono le stesse dell'altra volta. Se hai...ehm volevo dire avete bisogno di qualcosa non esitate pure a chiamarmi.'' dopo aver finito di parlare rimane un secondo a fissare con occhi persi il paladino ma questa si risveglia dal suo stallo quando il locandiere la chiama per servire altri tavoli. La vita nella cittadella sembra molto più serena da quando avete risolto il problema della bestia nel bosco, e sembra che la voce che abbiate sconfitto un drago sia già trapelata fin qui visto le varie persone che vi indicano parlando della vostra recentissima impresa. L'aria della festa nella stanza però è per voi molto più flebile e smorzata a causa dell'ultima nefasta notizia.

@Khaterine

Spoiler

non comprendi niente nel libro. Infatti sono raffigurati solo disegni sconnessi e frasi o singole parole sparse qua e la in varie lingue. Inoltre vista la vecchiaia del libro molte cose sono poco leggibili o rovinate. Alla fine di questo però riesci a scorgere una sorta di diario di poche pagine che comincia con :
''Phaneager, giorno 1 ''  e proseguendo velocemente a sfogliare le pagine vedi che questo titolo si sussegue per altri 8 giorni oltre al primo che hai trovato.

 

Edited by lamadimorte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Escanor Rhitta

Entrato in locanda l'aria festosa smuove un pò il mio animo pensieroso, incupito dalla situazione che si è venuta a creare con l'ordine di Pelor, e l'accoglienza dei cittadini mi rallegra, facendomi godere queste ore di meritato riposo. Non appena la giovane cameriera d'improvviso ci ferma, sorrido lei e la ascolto parlare, quando ha terminato, prima che possa correre via prendo parola: "Ti ringrazio per la vostra ospitalità, ne siamo riconoscenti. E non esiterò a chiamarti, permettimi però di sapere il tuo nome." Quando poi la ragazza torna al suo lavoro continuo con le mie compagne: "Ragazze salgo un attimo in stanza, mi preparo velocemente per scendere e torno qui. Ci vediamo più tardi." E una volta presa la chiave della mia stanza mi avvio di sopra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shaària Karimnikov

entro in locanda dove l'ambiente è allegro e festoso ma il mio umore è tutt'altro che gioioso. Molte delle cose per cui ho combatutto sono cambiate e gli avvenimenti che si susseguono sono sempre più pesanti. Saluto con un gesto della mano ed un sorriso le persone che ci guardano e l'oste che ci riserva un'ottima ospitalità. Supero Escanor che si ferma parlare con la cameriera e mi dirigo verso il tavolo per prendere la chiave della mia stanza ''Vado a darmi una sistemata ragazzi. Sono stremata. Ci vediamo tra un'oretta qui sotto così potremo decidere il da farsi per questi giorni.''  mi rivolgo poi a katherine ''Se non sali subito ti lascio la porta aperta ok?'' detto questo salgo al piano superiore per andare nella mia camera.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Katherine Sophieor 

Seguo i miei compagni ma non so esattamente dove essendo ormai completamente presa dal diario "Phaneager, cosa potrà mai essere" poi una volta che Shaària mi parla mi distraggo un secondo dalla lettura del diario e mi accorgo che siamo arrivati alla locanda, poi rivolgendomi alla mia amica "scusa ero distratta puoi ripetere, però già che siamo qui prendi la chiave e andiamo disopra" poi prima di reimmergermi nella lettura mi giro verso Domarael "tu segui Escanor, vedi se puoi stare in stanza con lui" 

@master

Spoiler

conoscenze bardiche +10 su il phaneager, e decifrare scritture +20 su quello che trovo ne diario 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.