knives

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    1.268
  • Registrato

  • Ultima attività

6 ti seguono

Informazioni su knives

  • Rango
    Eroe
  • Compleanno 29/05/1992

Informazioni Profilo

  • Località
    rieti
  • GdR preferiti
    d&d,cyberpunk

Visitatori recenti del profilo

545 visualizzazioni del profilo
  1. DnD 3e

    Shaària Karimnikov Guardo i soldati avanzare in ranghi seguiti dalla coltre nera e dalla nave volante che sovrasta ogni cosa. Il mio sguardo diventa duro, lasciando trapelare tutta la mia ira. "Amici miei io vado. Se sono comuni soldati e reclute posso fermarli senza troppi problemi." Rifletto sul mio ordine è sui membri che sono stati soggiogato dalla somma sacerdotessa "Cerchiamo di non uccidere i soldati, loro sono innocenti. Almeno spero." Corro più veloce che posso per arrivare dinanzi all'esercito, e quando sono li faccio risplendere al massimo la mia luce illuminando tutta l'oscurità e la pioggia che cade incessante. Allungo il braccio davanti a me aprendo la mano e con la voce più alta che posso urlo all'esercito " Non osate andare oltre confratelli. State perseguendo una falsa via. Fermatevi prima che il nostro sacro Dio vi punisca" . Mentre parlo tengo lo sguardo fisso sulla nave volante in lontananza. Il cuore comincia a battermi forte. Sento la pressione della situazione soffocarmi, ma la mia sacra fede mi dona la forza di andare avanti. @Master
  2. DnD 3e

    Shaària Karimnikov "Dakronas prepara i tuoi uomini. Noi proveremo a fermarli più lontano possibile dalla cittadella." esco dalla bottega pronta a dirigermi verso il confine nord, e mentre cammino il mio corpo comincia ad emanare un aura di luce che illumina la notte fonda e si rifrange sulla pioggia che cade incessante. Prego mentre cammino a passo svelto, invocando la sacra benedizione del mio Dio, ma soprattutto per le povere anime del mio ordine che hanno perso la retta via.Il mio pensiero va soprattutto a tutte le persone ingannato e soprusate dalla somma sacerdotessa che si è millantatanto come nostra guida per tutto questo tempo. @Master
  3. DnD 3e

    Shaària Karimnikov "Lo speriamo anche noi, ma se dovesse esserci la prima ed unica priorita sono i cittadini di Bavalkar. Noi faremo tutto quello che è in nostro potere per fermarli, ma se non dovessimo riuscire raduna tutti e scappate." mi poggio anche io sullo schienale della sedia rimanendo un po in silenzio mentre rimango con lo sguardo fisso sulla mappa che si trova sul tavolino immersa nei miei mille pensieri.
  4. DnD 3e

    Shaària Karimnikov Atterro nella città di Bavalkar e appena anche i miei amici divendono nuovamente corporei dico loro ''Non sappiamo quanto ci metteranno per arrivare qui. Dobbiamo dire a Dakronas di aumentare la velocità di spostamento dei civili. Io ora andrò alla chiesa, ho una cosa fare. Ci reincontreremo nella bottega di Dakronas tra qualche ora. e mi raccomando non abbassate mai la guardia. Non sappiamo che cosa potrebbe succedere.'' mi volto e mi incammino a passo svelto verso la chiesa coprendomi quanto più posso la testa dalla continua pioggia. Arrivata li entro e mi chiudo in preghiera, concentrandomi e meditanto, preparandomi al mio prossimo scontro e probabilmente alla prova più ardua che la vita ha messo sul mio cammino. ''Mio sacro Dio, veglia sulla gente di queste terre. Consacro a te questa sacra casa di preghiera.'' @Master
  5. DnD 3e

    Shaària Karimnikov Guardo il cielo oscurarsi mentre passa la gigantesca nave volante che reca sopra le parti del mio vecchio tempio, luogo dove sono cresciuta e dove ho conosciuto la vera natura della luce e del mio Dio. Un sentimento che non ho mai provato pervade il mio corpo e comincio a sentire il desiderio di dover annientare la somma sacerdotessa che fino ad ora ha mentito a me e a tutti quelli che hanno trovato la speranza in Pelor, e probabilmente molti di questi ancora la considerano una guida seguendola. Io ancora piena di fede ed amore mi sento in dovere di dover liberare tutti, anche se questo vuol dire andare contro uno dei miei più grandi credo, la redenzione ed il perdono. Quello che sta succedendo in queste terre mi sta cambiando e segnando per il resto della mia vita, ma la mia fede sa benissimo che tutto questo è un disegno maggiore disegnato dal mio sacro Dio. Guardo la nave allontanarsi e senza pensarci rispondo ai miei amici mentre in mezzo alla folla il mio corpo riprende delle sembianze aeriformi. " Si Katherine è sicuramente lei. Sembra strano ma la percepisco dentro la nave. Non abbiamo tempo di pensate se ci possano individuare, non conosciamo i poteri della nave ne di quello che si trova li sopra ne tantomeno quanto sia veloce.Probabilmente è tutto diverso da quando io ero parte di loro. Partiamo velocemente, se dovessero individuarci tu puoi trasportarlo direttamente a Bavalkar?.'' la trasformazione in aria si completa sorprendendo molte delle persone intorno a me, che probabilmente oggi hanno visto mile stranezze, e mi preparo a partire a gran velocità seguita dai miei amici. Mentro sfreccio tra le nubi cercando di non farmi vedere e di superare, aggirando, la nave volante dico ai miei compagni "Scusate amici miei per tutto questo. Ho una richiesta da farvi." il mio cuore si stringe mentre pronunciò la mia richiesta "Se dovessimo scontrarsi con la sacerdotessa sappiate che ha poteri uguali se non superiori a quelli di Zaratras, e forse ha cose che addirittura non conosco. Se le cose dovessero andare male voi fuggite e lasciatemi lì sarò io a rimediare dovesse costarmi la vita, e mi raccomando non abbandonate la gente di queste terre. Contano su di noi. Siamo la loro ultima speranza." @Master
  6. DnD 3e

    Shaària Karimnikov "Ottimo, a quanto pare non hanno perso tempo. Vediamo di fare in tempo anche noi a Farenos. arrivati nelle campagne preparo i miei compagni al viaggio verso la metropoli e con una preghiera infondo in loro la benevolenza del vento che ci guiderà. Piano piano i nostri corpi divengono fatti di aria e cominciamo ad essere trasportati d'un vento magico che va sempre più veloce. Appena prima di partire guardo gli altri gli dico "Come sempre venderemo e doneremo ciò che abbiamo trovato, poi io mi dirigerò alla cattedrale. Ho alcune cose da fare." finio di parlare sfreccia ad alta velocità in cielo nella direzione della metropoli. @Master
  7. DnD 3e

    Shaària Karimnikov Finisco di mangiare le prelibatezze che la giada splendente ci offre guardando le persone che cominciano a riempire la locanda e sentendo un senso di colpa per ciò che si sta abbattendo sulla loro cittadella. "ragazzi vado a riposare. Ci vediamo domani mattina per le 7 qui sotto ok?" saluto tutti e seguo Domarael per la scala che porta alle camere e dopo aver dato la buona notte anche al nostro amico alato, in forma umana, entro nella mia stanza. Mi tolgo l'armaturae lo zaino e poggio lo scudo a forma di sole accanto al letto e mentre pulisco i pezzi della mia corazza penso a tutto quello che sta succedendo e al prossimo incontro che avrò con la somma sacerdotessa che fino a poco tempo fa era il mio esempio ed ora era mia nemica. O almeno così sembra. I dubbi sono molti nella mia testa, e durante la notte rimango sveglia volgendo mille preghiere al mio dio, cercando una risposta o aspettandomi che tutto questo arrivi presto al termine. Guardo Katherine che dorme nel letto accanto a me , poi sposto lo sguardo sulla parete davanti a me dietro alla quale si trova la stanza dove sono Escanor e Domarael e comincio ad avere sensi di colpa per dover coinvolgere anche loro in queste faccende. Mi alzò molto presto, porgo una preghiera al sole, anche se non si vede a causa delle nubi nere e della pioggia, e dopo aver reindossato tutto il mio equipaggiamento vado al piano inferiore aspettando gli altri che scendano. Saluto l'oste e i dipendenti della giada splendente e mi siedo al tavolo che mi indicano rimanendo in silenzio e continuando a pregare per il bene e la pace di tutti.
  8. DnD 3e

    Shaària Karimnikov ascolto le parole di Dakronas e appena lo vedo preoccupato cerco di rincuorarlo "Sicuramente ha avuto dei contrattempi imprevisti. Sarà qui molto presto. Allora noi ci ritiriamo alla locanda, riposare mo qui per la notte e domattina presto partiremo." mi giro verso i miei compagni e gli faccio un cenno con la testa "Saremo di ritorno quanto prima mio caro amico. E finalmente potremo fine anche a questo ennesimo problema. Grazie della tua disponibilità e che Pelor vegliare su di te." mi congedo dal cacciatore e mi dirigo alla locanda, comprendonio la testa con lo scudo per evitare di arrivare completamente bagnata. Durante il tragitto penso al nostro imminente incontro con il mio ordine e a come sarà incontrare quella che fino a pochi giorni fa ritenevo la mia più grande ispirazione.
  9. DnD 3e

    Shaària Karimnikov ''Anche per noi è un piacere rivederti amico. Abbiamo avuto soliti e spiacevoli incontri ma alla fine abbiamo risolto un altro problema. Ora meglio concentrarsi sulla difesa di Bavalkar. Tra poco meno di quattro giorni, da come ci ha detto Drefiuxen, saranno qui e ci troveranno pronti. Noi cercheremo un approccio frontale e diplomatico, cercando di evitare scontri che coinvolgano la città e la gente. Voi intervenite solo in caso di un assalto diretto al centro della cittadella. Non voglio che ci siano perdite superflue a causa di un mio problema.'' guardo la mappa della zona su cui si era soffermato il cacciatore e poi tracciando una linea da un capo all'altro con il dito continuo il mio discorso ''Da quello che so il tempio è qui, quindi loro arriveranno da questa direzione a meno che non usino mezzi magici, che comunque escluderei visto che si sta mobilitando un plotone intero. Almeno credo. Noi saremo assenti da domani mattina presto alla sera, dobbiamo recarci a Farenos per ultimare le nostre preparazioni. Nel frattempo tu ed Adamor riferite quello che ti ho detto alle guardi. Mi raccomando intervenite solo se siete costretti.'' mi fermo un attimo e rifletto, mi guardo attorno e poi fissando Dakronas riprendo a parlare ''Ma Adamor è tornato? ora che ci penso avrei creduto di trovarlo qui con te.'' rimango davanti al tavolino con la mappa, aspettando una risposta, e la studio al meglio per avere chiara la situazione sulle distanze di queste terre, pronta a preparare più piano per affrontare questa prossima minaccia.
  10. DnD 3e

    Shaària Karimnikov Dopo aver lasciato la mano del cavaliere del cielo ascolto le sue ultime parole e mi giro per seguirlo con lo sguardo. Lo vedo allontanarsi e prendere il volo nel mezzo della tempesta, come se per lui fosse tempo sereno, e quando ormai è lontano all'orizzonte dico ai miei compagni "Ora si mette davvero male. Non avevamo le forze ora per affrontarlo e ho pensato che patteggiare e prendere tempo fosse la cosa migliore. Andiamo a sentire Dakronas e vediamo se Adamor ha fatto ritorno. Poi domattina presto partiremo per Farenos, ho bisogno di far visita ad un tempio, e da li ci prepareremo a ricevere il mio ordine. Cosa ne dite? " mi volto verso la cittadella e comincio ad incamminarmi, coprendomi la testa con lo scudo, mentre aspetto una risposta dei miei compagni. Avanzo qualche metro e poi guardando Katherine, con il volto un pò rosso, gli dico "Quel cavaliere aveva dei modi un pò troppo strani nei tuoi confronti, troppo gentile ed espansivi direi." @Master
  11. DnD 3e

    Shaària Karimnikov mi faccio avanti mettendomi sotto al cavaliere e alzando lo sguardo per arrivare ad incrociare il suo gli dico "Cavaliere cosa ti fa pensare che noi cederemo alla tua richiesta se fino ad ora non abbiamo ceduto a quelle dei tuoi compagni d'armi?" faccio un cenno quasi impercettibile ad Escanor per fargli capire che non deve tirare fuori l'amuleto che abbiamo sottratto a Zaratras mentre continuo a parlare "Se siete davvero un ordine cavalleresco e di parola allora dateci del tempo per riflettere, una settimana a partire da oggi. Allo scadere di questa data verremo a darvi l'oggetto che vi abbiamo sottratto." cerco di mantenere la calma e di non far trapelare la mia preoccupazione. Faccio un sorriso gentile al cavaliere e con aria sicura continuo "Diciamo che prendiamo una sorta di garanzia sulla vostra parola. E poi un cavaliere come voi non vorrà di certo negare una richiesta a delle fanciulle no? Noi non interferiremo con voi a meno che non siate voi a venire a darci problemi. Se tra una settimana la cittadella di Bavalkar non avrà avuto altri guai noi spariremo da queste terre e voi avrete il vostro amato oggetto. " allungo la mano destra verso l'imponente figura davanti a me e mantengo fissa lo sguardo verso di lui aspettando una risposta "accetti cavaliere? Dai a noi la tua parola di vero uomo?" @Master
  12. DnD 3e

    Shaária Karimnikov "Rarazzi i simboli di prima sono uguali a quelli delle rovine." mi giro verso i miei compagni e con aria dubbiosa gli dico "Sono stati posti da qualcuno diverso da Zaratras, e sembra che servissero per contenerlo qui dentro." Ripenso alle ultime parole del mago e dopo una breve pausa continuo "Sembra che qualcuno ci abbia preceduto in ogni nostra mossa, o che le nostre azioni siano guidate. Ho paura che i misteri di queste terre siano molto più intrigato di quello che pensiamo." il mio volto si fa più cupo ripensando anche all'imminente minaccia che sta per abbattersi su Bavalkar "Non sappiamo più chi sia amico o nemico. Dobbiamo prestare la massima attenzione ad ogni cosa." Aspetto che Katherine finisca di prendere tutto quello che ha trovato nella stanza e che ci porti via da questa catacombe.
  13. DnD 3e

    Shaària Karimnikov "Che Pelor possa salvare la tua anima." finito lo scontro il mio corpo assume nuovamente delle sembianze terrene e la mia aura si esaurisce ritornando alla sua normale luminosità. Anche la magia che avevo infuso nei miei compagni svanisce lasciando tutti un po spossati, e aspettando che Katherine esamini la stanza gli dico "Vedi se trovi indizi utili o qualcosa di interessante qui.Poi portaci via di qui " mi guardo intorno e poi continuo "Se qualcosa è rimasto sano ovviamente." Faccio un giro per la catacomba vessata dallo scontro con Zaratras e cerco di capire qualcosa sui simboli apparsi sulle pareti. @Master
  14. DnD 3e

    Shaária Karimnikov "Per te sta finendo il tempo mago. Noi distruggeremo ogni male e riportare mo la pace." punto la mano contro il mago e scagliò su di lui una lancia di energia sacra dando manforte ai miei compagni. Mi giro velocemente e corro verso Escanor e poggiando la mano su di lui curo ogni suo male infondendo in lui parte della mia energia vitale. "Amico mio. Va e punisce questo eretico. La volontà del mio Dio ti guiderà. " @Master
  15. DnD 3e

    Shaària Karimnikov ''Le tue azioni saranno epurate dalle radiose fiamme del mio Dio.'' alzo il braccio al cielo, chiudo il pugno , e la mia luce comincia a prendere la forma di un turbine di splendente. Punto il braccio contro il mago e mentre recito una sacra preghiere si creano due turbini di fiamme intorno a lui. Mentre vedo che il nemico è distratto prendo una posizione vantagiosa, batto sul mio scudo a forma di sole, e creo un ondata di energia positiva che si dirama tutta intorno a me, collidendo contro il nemico e curando le ferite riportate in battaglia dai miei amici. @Master