Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Personaggi di Classe #3 - Patrono Ultraterreno: La Fame Folle

Oggi lo chef ci consiglia un Warlock che trae i suoi poteri dal cannibalismo, buon appetito!

Read more...

Recensione: Emerald City, ambientazione e avventura per Mutants&Masterminds

Recensione: Emerald City, ambientazione e avventura per Mutants&Masterminds

Read more...

Waterdeep: il Furto dei Dragoni. Remix - Parte 1C: Fazioni dei Personaggi

Proseguiamo nel remix proposto da The Alexandrian dell'avventura Waterdeep: Il Furto dei Dragoni, finendo di parlare delle fazioni presenti a Waterdeep.

Read more...

In arrivo la Guida di Van Richten a Ravenloft, la Guida Omnicomprensiva di Xanathar e lo Schermo del Dungeon Master Reincarnato

Sono stati annunciati ufficialmente dalla WotC tre nuove localizzazioni italiane di prodotti per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

I Mondi del Design #13: Le Quattro Fasi della Magia - Parte 3

Lew Pulsipher ci propone una serie di domande circa la diffusione della magia nel mondo di gioco, offrendo spunti di riflessione sui quali costruire campagne e ambientazioni più interessanti. 

Read more...

Anteprima Manuale del Giocatore #3 - Pagina della Razza Tiefling


SilentWolf
 Share

Recommended Posts


La faccia di questa tiefling è abbastanza ributtante, ma il resto del disegno mi piace.

Apprezzo in particolare che abbiano evitato quelle corna-sopracciglia immonde che in 4e sembravano obbligatorie (e che detestavo) in favore di corna più personalizzabili.

Quello a cui si riferiva Mad Master comunque non credo fosse l'aspetto, ma la caratterizzazione, che è rimasta quella da "aspetto diaboliko ma kuore d'oro, tutti ci odiano perké siamo maledetti" della 4e, che, personalmente, mi sembra scritta per lo stesso target a cui è diretto il reboot di Devil May Cry.

Link to comment
Share on other sites

Non ricordo da nessuna parte che i Tiefling in 4E avessero questo "kuore d'oro"... al contrario, viene detto abbastanza chiaramente che la maggior parte dei Tiefling è bastarda forte, e la maggior parte dei png tiefling sono malvagi. Poi ovviamente essendo una razza base puoi giocarla buona e non dubito che la caratterizzazione base fosse "sono buono, ma tutti mi schifano perchè sembro un demone, adesso mi taglio con la lametta" o la variante stoica "ho corna, coda e tratti diabolici, tutti mi schifano, mai io vado avanti comunque e farò ciò che è giusto", ma non mi pare che sia l'unica intrerpetazione che hanno dato al tiefling (al contrario, da manuale mi pare che siano molto bastardi).

Ma magari ricordo male io.

Link to comment
Share on other sites

Oh, io parlo per impressioni, probabile che mi sbagli :)

Ad ogni modo, il tiefling "da PG" (che è quello di cui stiamo parlando, visto che parliamo di PHB, e non di DMG o MM) me lo ricordo molto come caratterizzato nel senso di "tu PG sei buono (perché generlamente i PG lo sono), ma hai un'eredità malvagia che ti tenta...ma tu resisterai, perché sei buono. Anche se tutti ti odiano. Cioè, che fico, sei tipo Batman, ma più emo"

Comunque, ripeto, parlo delle impressioni che mi aveva lasciato la lettura del PHB all'epoca in cui uscì, e probabilmente ci si confonde pure un po' di warlock.

Link to comment
Share on other sites

La faccia di questa tiefling è abbastanza ributtante, ma il resto del disegno mi piace.

Apprezzo in particolare che abbiano evitato quelle corna-sopracciglia immonde che in 4e sembravano obbligatorie (e che detestavo) in favore di corna più personalizzabili.

Concordo al 200%, soprattutto sulla faccia orripilante... la prima cosa a cui mi ha fatto pensare è stata Moira Orfei! :suicide:

Link to comment
Share on other sites

"tu PG sei buono (perché generlamente i PG lo sono), ma hai un'eredità malvagia che ti tenta...ma tu resisterai, perché sei buono. Anche se tutti ti odiano. Cioè, che fico, sei tipo Batman, ma più emo"

Mi sembra che sia il primo punto dei motivi per cui probabilmente vuoi giocare un tiefling: perchè sei un eroe con un'eredità maledetta. Che poi sia emo è da vedere, non tutti i tiefling sono così.

Infatti, la pagina dopo, nella sezione Come Interpretare in Tiefling, il manuale fa marcia indietro e spiega che a forza di essere schifati, molti tiefling hanno deciso che non valeva la pena provare a essere buoni e si sono trasformati in una manica di s*****i.

Aggiunge poi che in realtà i tiefling sono cinici (credono più in se stessi che nelle divinità e in altre c*****e), ma che se qualcuno riesce a fidarsi di loro, loro ripagheranno quella fiducia, e saranno compagni fidati.

Se qualcuno se lo chiede, si, mi sono appena riletto il paragrafo in questione :D

Link to comment
Share on other sites

Molto bella anche questa, anche se quella del nano è superiore soprattutto per la presenza dello sfondo.

Concordo.

Immagine molto bella, ma quella della nana era decisamente superiore. Sarà anche per il fatto che questa volta lo sfondo è un po' troppo sfumato e confuso. Ci sarebbe stato qualcosa di un po' più caratteristico.

Lo stile comunque mi piace un sacco.

Si conferma, infatti, uno stile realistico, meno cartoonesco, più coinvolgente, più concreto.

Ecco... Si son tenuti quelli della 4e, che non mi piacciono proprio... :cry:

Da cultore di Planescape, quei cosi mi son sempre parsi insipidi e stereotipati, privi del fascino degli originali...

in realtà c'è una significativa differenza con i Warlock di D&D 4a: il fatto he questa volta si sia scelto di enfatizzare notevolmente l'aspetto interiore, emotivo, personale, antropologico e "umano" della condizione dei Tiefling.

Questo non significa fare un PG EMO. Conviene non svalutare il ruolo dell'introspezione dei PG descrivendola banalmente come una cosa "emo". Cercare di capire il significato intimo delle cose che si giocano non è una cosa emo, a meno che non si voglia descrivere come emo qualunque cosa non sia solamente appariscente o esteriore. ;-)

Mentre in D&D 4a si era preferito dare forte peso alla storia dei Tiefling, la leggenda dell'antica stirpe dall'origine demoniaca, andando a raccontare nei minimi dettagli quale fosse la sua storia, con D&D 5a sembra invece si stia puntando decisamente sulla drammaticità della loro condiuzione intima, personale.

Dall'immagine postata qui sopra:

"To be greeted with stares and whispers, to suffer violence and insult on the street, to see mistrust and fear in every eye: this is the lot of the tiefling. And to twist the knife, tieflings know that this is because a pact struck generations ago infused the essence of Asmodeus - overlord of the Nine Hells - into their bloodline. Their appereance and their nature are not their fault but the result of an ancient sin, for which they and their children and their children's children will always be held accountable."

Traduco:

"Essere accolti da sguardi preoccupati e sussurri, soffrire violenze e insulti per le strade, vedere sfiducia e paura in ogni sguardo: questo è il destino del Tiefling. E per girare il coltello nella piaga, i Tiefling sanno che questo accade perchè un patto stipulato generazioni fa infuse l'essenza di Asmodeus - signore supremo dei Nove Inferni - nella loro linea di sangue. Il loro aspetto e la loro natura non sono una loro colpa, ma il risultato di un antico peccato, per il quale loro, i loro figli e i figli dei loro figlio dovranno per sempre scontare."

La differenza è significativa.

Il concetto potrebbe anche essere lo stesso, ma ciò che cambia è il MODO in cui viene presentato. D&D 4a preferì concentrarsi sull'esteriorità della loro razza, non solo l'estetica, ma soprattutto la storia, un descrittore della condizione esterna alla specifica storia e personalità del PG.

In D&D 5a, invece, si sceglie di enfatizzare iln problema interno, intimo.

Il peccato originale non è importante per la storia in sè (che, per quello che sappiamo, nemmeno viene raccontata), quanto per l'impatto drammatico che ha sulla condizione intima del Tiefling: egli è un reietto, costretto a sentirsi rifiutato, osteggiato, temuto, odiato solo per il fatto di essere nato, a causa di una colpa che non è nemmeno sua.

L'accento viene posto sulla drammaticità dell'esistenza del Tiefling, si spinge a far riflettere il giocatore sul cosa significa interpretare una Razza che è da tutti temuta.

E allora diventa significativo mostrare il dramma interiore, piuttosto che il dramma esteriore, far capire che essere figli di un demone non è una passaeggiata, perchè il mondo esterno reagisce a questa condizione innaturale e la condanna.

In un Gdr in cui uno dei 3 Pilastri fondamentali è l'Interazione sociale, insomma, diventa importante riflettere sul modo in cui il flavour e il background della razza impattano sulla situazione sociale. Il mondo fantastico di D&D 5a è vivo e reagisce alla presenza dei PG.

Direi che c'è una notevole differenza. ^ ^

Link to comment
Share on other sites

Vorrei aggiungere che è stata presentata anche la seconda pagina dei tiefling dove sono riportante (non complete credo) le caratteristiche della razza:

BsSaUIVCQAAG5En.jpg

Inoltre c'è un dettaglio sulla musica e sulla magia dei bardi:

BsSJcF-CMAAeBxw.jpg:large

Link to comment
Share on other sites

Molto evocativa la descrizione della magia del Bardo. Gli da un connotato mistico e, allo stesso tempo, lascia spazio a una grande libertà interpretativa del modo in cui può prendere forma questa "magia".

riguardo, invece, alla seconda parte del Tiefling: si conferma la mia deduzione. Questa volta hanno deciso di puntare totalmente sull'aspetto intimo e sociale. Lo si nota in particolare nel riquadro "Mutual Mistrust". Finalmente un esempio di razza non necessariamente malvagia che viene bistrattata dal mondo.

Mi piace, poi, anche il passaggio nel quale viene sostanzialmente detto che i Tiefling fanno fatica a fidarsi degli altri, ma, nel momento in cui scoprono che una persona è degna di fiducia, diverranno nei confronti di quest'ultima gli amici più sinceri per il resto della loro vita.

Ottima idea.

Link to comment
Share on other sites

Quelli originali in cosa si differenziavano?

Non mi sembra di essere troppo ot, nel caso cancello il post ^^

Quelli originali erano i discendenti di un qualche tipo di esterno malvagio (fiend, immondo, come veniva chiamato in Planescape)... Non erano tutti uguali, umani cornuti con la coda e gli occhi infuocati, ma avevano tutte le possibili gamme di strani tratti fisici e caratteriali, tipo zampe da capra, coda da topo, corna, lingua da serpe, occhi da lucertola o da bestia, scaglie, pelo, tratti somatici deformi, eccetera...

In 3.5 li avevano resi un po' meno variegati e senza Planescape avevano perso molto del loro fascino, ma in Pathfinder li hanno ravvivati riportandoli all'antico splendore con anche più varietà di prima, dando un peso anche al tipo di antenato immondo che ogni singolo tiefling ha...

In 4e hanno uniformato il loro aspetto e le loro origini (patto diabolico invece che discendenza immonda), togliendo loro quasi qualsiasi legame con la razza variegata, tormentata e reietta che erano stati in passato... In pratica sono un'altra cosa, con lo stesso nome ma quasi completamente differente, anche come background e personalizzazione... E Next ha ripreso questo tipo di razza, sfortunatamente per me e per gli altri appassionati della mitica ambientazione planare...

E se hanno fatto questo ai tiefling, probabilmente una sorte simile capiterà alla loro controparte celestiale: gli aasimar...

Quello a cui si riferiva Mad Master comunque non credo fosse l'aspetto, ma la caratterizzazione, che è rimasta quella da "aspetto diaboliko ma kuore d'oro, tutti ci odiano perké siamo maledetti" della 4e, che, personalmente, mi sembra scritta per lo stesso target a cui è diretto il reboot di Devil May Cry.

Il punto lo hai centrato, praticamente, ma mettici pure ANCHE l'aspetto...

Link to comment
Share on other sites

Ad ogni modo, il tiefling "da PG" (che è quello di cui stiamo parlando, visto che parliamo di PHB, e non di DMG o MM) me lo ricordo molto come caratterizzato nel senso di "tu PG sei buono (perché generlamente i PG lo sono), ma hai un'eredità malvagia che ti tenta...ma tu resisterai, perché sei buono. Anche se tutti ti odiano. Cioè, che fico, sei tipo Batman, ma più emo"

D&D funziona molto bene con gli stereotipi

Elfo dei boschi: sono un indiano con le orecchie a punta che abbraccia gli alberi

Alto elfo: sono un arrogante bastardo consapevole che tutto ciò che c'è di bello della vita è stato creato dal mio popolo

nano: sono uno scontroso rompiballe che deve ricordare a tutti che non ci son più le mezze stagioni e che disprezza gli elfi mollaccioni

mezz'orco: A come atrocità, doppia T come terremoto e traggedia,I come ir' di Dio, L come laco ti sancue e A come adesso vengo e ti sfascio le corna!

Quindi ci vuole anche er batman :lol:

Link to comment
Share on other sites

Ad ogni modo, il tiefling "da PG" (che è quello di cui stiamo parlando, visto che parliamo di PHB, e non di DMG o MM) me lo ricordo molto come caratterizzato nel senso di "tu PG sei buono (perché generlamente i PG lo sono), ma hai un'eredità malvagia che ti tenta...ma tu resisterai, perché sei buono. Anche se tutti ti odiano. Cioè, che fico, sei tipo Batman, ma più emo".

mezz'orco: A come atrocità, doppia T come terremoto e traggedia,I come ir' di Dio, L come laco ti sancue e A come adesso vengo e ti sfascio le corna!

Quindi ci vuole anche er batman lol_mini.gif

Vi rendete conto che, volendo, questa descrizione (il grassetto) starebbe bene pure ad un mezzorco?

Solo che nessuno si è mai sognato di interpretare un mezzorco come "emo"... perchè per i tiefling è diverso?

Link to comment
Share on other sites

Perchè il tiefling è emo, è goth, è mod, mentre il mezzorco è un punkrokker!

Mai definizione fu più azzeccata.

Al mezzorco foffesega che gli altri lo trovino brutto e mostruoso. Sa che è superiore a quei mingherlini umani e gli basta questo.

Il tiefling è invece quel pg che ripete ogni due per tre nelle sessioni " ma quanto sono figo e tormentato, tu non puoi capire" (John Snow).

Link to comment
Share on other sites

Non mi sembra un grande dramma, la parte di fuffa non ha alcun impatto sulle meccaniche quindi basta ripensarla per adattarla al proprio mondo ed è fatta, le meccaniche ci descrivono una razza carismatica ed intelligente che è in linea con i modificatori della seconda edizione, unita ad una resistenza al fuoco che trova riscontro in quasi tutti gli immondi di 3° ed e delle capacità magiche tutto sommato coerenti con il l'idea di demoniaco, nulla di troppo legato a un patto ne di collegato in particolare ai diavoli.

Mi sembra che si siano tenuti abbastanza sul generico per le capacità così da potersi adattare a varie idee di razza toccata dal male, sia esso un patto diabolico, un antenato immondo, una maledizione o una lenta corruzione dovuta a pratiche depravate o cosa volete per la vostra ambientazione.

Questo approccio alle razze trova il mio pieno favore, e per ora sembra limitato alle razze meno iconiche visto che elfi e nani del play test sono molto standardizzati

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.