Jump to content

[SIFRP] La Caduta di Casa Ashford


Luharion

Recommended Posts

Sala Grande di Castel Ashford

E' una normale sera di primavera a Castel Ashford e sia i nobili di Casa Ashford che il loro seguito sono riunti nella Sala Grande dove hanno appena terminato di consumare la cena: un corposo stufato di manzo, cacciagione fresca e pesci del Cockleswent. Intorno alla tavola rialzata sul fondo della sala siedono Lord Ashford ed i suoi figli Lewys e Lana, il fratello Sir Gareth e Maestro Samiel. Ad un tavolo più in basso leggermente separato da quello del seguito siedono, insieme al castellano Godric e a Rhialta, Sir Lyonel, il figlio Jonas, il vecchio Alfyrd e Benjen Flowers. I servitori hanno appena terminato di portare in tavola un vassoio con alcuni biscotti dolci con frutta secca, quando Lord Ashford, dopo alcuni colpi di tosse, si rivolge a tutti i presenti:

Bene... ora che lo stomaco è sazio possiamo parlare di cose importanti... quindi, dopo aver spaziato con lo sguardo sulla sala, fa un cenno ai servitori di andarsene e prosegue: Sir Lyonel venite qui anche voi... e portare vostro figlio... gli altri possono andare.

I colpi di tosse riprendono, ma ormai la vostra attenzione è tutta su ciò che il vecchio Lord sta per rivelarvi.

@TUTTI

Spoiler:  

- Scrivete sempre il nome del vostro personaggio come titolo del post

- Inserite nel primo post la descrizione del personaggio

- Agite, parlate e pensate nel colore che più vi aggrada

- Qualsiasi questione scrivetela in spoiler @DM

- Divertitevi! (spero :) )

@Maestro Samiel

Spoiler:  

Hai una vaga idea di cosa Lord Ashford potrebbe parlare considerando che oggi è arrivato un corvo da Alto Giardino e che negli ultimi giorni sono arrivati diverse notizie riguardanti la contesa fra Casa Oldflowers e Casa Leygood

@Sir Gareth

Spoiler:  

Questa sembra avere tutto l'aspetto di una riunione di famiglia... e anche questa volta Benjen ne è stato lasciato fuori. Ma questa volta non te ne starai zitto!

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 128
  • Created
  • Last Reply

Sir Gareth è un uomo abbastanza alto e robusto, che porta inequivocabili i segni di una vita da soldato. Il sangue degli Andali che scorre nelle vene di casa Ashford traspare dai suoi occhi verde chiaro, ma i suoi capelli, un tempo castani, sono ora più radi e grigi e sempre rasati con cura. Porta barba e baffi anch'essi sempre corti e ben curati.

Preferisce gli abiti semplici, purchè di buon tessuto e accessori di ottimo cuoio. Porta sempre una spilla d'oro raffigurante il sole degli Ashford.

In questa occasione, indossa una lunga tunica di morbida lana bianca decorata con piccoli soli, casacca rossa di velluto, stivali di pelle scamosciata e cinta di cuoio.

Perdonami fratello, non credi che sarebbe saggio far rimanere anche Benjen? Dopotutto anche lui è un membro di casa Ashford, per quanto non ne porti il nome...

Spoiler:  
Intendo iniziare un intrigo, il cui obiettivo e imporre a Lord Ashford la presenza di Benjen quale membro a tutti gli effetti della casata. La mia disposizione iniziale è Affezionato, la tecnica Convincere, in ogni caso mi aspetto di dover affrontare uno scontro abbastanza complesso.
Link to comment
Share on other sites

Sir Lyonel Greenleaf

Mi alzo alla richiesta del lord e faccio cenno a Jonas di seguirmi dopo essermi sistemato brevemente la spada al fianco ma subito mi fermo quando Sir Gareth prende parola e lancio un'occhiata al lord per valutarne la reazione.

Descrizione

Spoiler:  
Sir Lyonel ha passato i 40 ma il fisico è ancora vigoroso. Alto poco meno di 1 m e 80 (178cm), pesa oltre 80 kg (86 kg) e solo di recente ha incominciato ad essere leggermente sovrappeso, rendendolo un pò meno agile di quando era più giovane, purtroppo. Gli occhi sono di un verde intenso, attenti, mentre i capelli, un tempo di un omogeneo castano scuro, ora sono brizzolati come la corta barba. Di costituzione robusta, la mascella forte e il naso largo e piatto, rimane un uomo di piacevole aspetto, per la sua età. Ha una piccola cicatrice sulla guancia sinistra, una linea vecchia e quasi invisibile tra le rughe ormai, e cerca sempre di essere curato e in ordine, come si conviene ad un cavaliere. Indossa solitamente abiti sui toni del marrone sormontati da una sovra tunica di pregio color verde, come il suo stemma araldico. Al fianco porta sempre la sua spada di eccezionale fattura, regalo inestimabile di lord Ashford.
Link to comment
Share on other sites

Lana Ashford

Appena suo padre inizia a parlare smette di mangiare il biscotto che aveva in mano e lo appoggia sul tavolo, ha un leggero brivido quando sente il padre chiamare il giovane Jonas, cerca quindi di incrociare lo sguardo del figlio di Sir Lyonel, per poi scostarlo rapidamente per l'imbarazzo nel caso ci riesca.

Spoiler:  
Ragazza sui 16 anni magra e di bell'aspetto. Ha capelli lunghi e castani divisi su due codini laterali e lo sfarzoso vestito rosa con decorazioni variopinte che indossa dimostra la sua maturità e la sua consapevolezza del rango a cui appartiene facendo di lei una apparenza da giovane donna

post-15435-14347051674784_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Descrizione

Spoiler:  
Benjen Flowers è un diciannovenne alto quasi un metro e ottanta, dal fisico atletico ben proporzionato. Ha gli occhi di un verde chiaro e i capelli castani e lisci tirati all'indietro, ben curati, una barba rada da giovane gli copre il mento: la somiglianza con suo padre è evidente, tanto che molti dicono essere la sua copia ringiovanita.

Come Sir Gareth non ama portare abiti troppo appariscenti o dai colori troppo accesi. Indossa un'anonima tunica di lana chiara, dei pantaloni di cuoio e degli stivali leggeri adatti al clima dell'altopiano. Dalla sua cintura in cuoio pendono una spada lunga e un pugnale, messi più che altro per bellezza.

"Però Jonas lo fa rimanere... e non è neanche sangue del suo sangue."

Mi alzo con riluttanza dalla sedia quando il Lord di Ashford dice agli altri di andarsene, poi, quando sento la richiesta di mio padre mi fermo, aspettando con apprensione la risposta. Sovrappensiero lancio un occhiata a Lana, giusto per vedere cosa sta facendo. "Non stara ancora guardando quello là?"

Link to comment
Share on other sites

Il gesto di mio padre mi coglie già alzato a metà. Completo il movimento e sistemo la spada che pende al fianco, prima di fare per scostare la sedia per accodarmi a lui. Le parole di Sir Gareth, però, mi bloccano sul posto.

Non un'altra volta, per i Sette Inferi...

Penso, mentre con un rapido sguardo cerco gli occhi di mio padre per vedere cosa fare. Con la coda dell'occhio colgo un leggero movimento da parte di Lana ma, subito, riporto l'attenzione sul lord mentre un leggero imbarazzo si fa strada nel mio animo.

Descrizione

Spoiler:  
Dall'alto del suo metro e novanta, Jonas svetta sui presenti nella sala. La sua robusta corporatura, con le ampie spalle ed i muscoli delineati dalle lunghe ore di allenamento, risulta appena tratteggiata dalla sovra tunica di color verde, uniforme a quella del padre, che ricopre i pratici abiti dai toni neutri. Le maniche, rivoltate al gomito, lasciano comunque vedere i robusti avambracci. Il volto è dominato da naso, largo e piatto quasi quanto quello si Sir Lyonel, e dai profondi occhi grigi. Porta i capelli neri a media lunghezza, mentre una barba corta gli incornicia le forti linee della mascella. Porta al fianco la spada, dono del padre, sulla cui elsa poggia sovente la mano per comodità.
Link to comment
Share on other sites

Non ora, Gareth! tuona Lord Ashford alle parole del fratello Per il tuo bastardo ho già in mente dei piani ma ne discuteremo dopo. Ci sono cose più importanti di cui parlare ora: cose che non riguardano altri se non chi ho chiamato. O hai intenzione di prendere il mio posto come Lord di questa casa?

Quindi lancia un'occhiata verso la sala, notando che parte del seguito ancora non era uscito dalla stanza e che gli occhi di tutti sono ora puntati su di lui.

Leggermente imbarazzato si rivolge quindi a Benjen, ma senza guardarlo Avrò bisogno di parlare anche con te dopo, ragazzo... quindi non allontanarti troppo...

@Sir Gareth

Spoiler:  

OFF: Apprezzo l'inizio vigoroso con l'immediato tentativo di intrigo, ma preferisco che aspetti che Lord Ashford abbia parlato e mostrato quella che ha in mente, dopo di che giocheremo l'intrigo. :)

Link to comment
Share on other sites

Certo, mio Lord. dico con malcelato disappunto.

Prima di uscire dalla sala passo lo sguardo sul gruppo che sarebbe dovuto rimanere, il gruppo dal quale ero appena stato escluso. Incrociando lo sguardo di mio padre gli lancio una triste occhiata come per dirgli "C'era da immaginarselo...".

Fatto ciò mi accodo alla servitù che esce dalla sala.

Link to comment
Share on other sites

Osservo in silenzio lo scambio fra il Lord e suo fratello minore, seguendo l'esempio di mio padre. Quando la questione viene infine appianata, seguendo con uno sguardo dispiaciuto Benjen e la servitù uscire, mi porto al fianco di Sir Lyonel, in attesa di sentire ciò che Lord Ashford ha da dirci.

Link to comment
Share on other sites

Sono vagamente distratta dalla presenza del giovane Jonas quando il lord alza la voce facendomi sobbalzare per la sorpresa.

Osservo mio padre mentre rimprovera Sir Gareth, per poi passare lo sguardo sul povero Benjen. Un poco di compassione sorge spontanea vedendolo uscire "sconfitto" nell'onore, ma in fondo mio padre è il Lord, e i suoi ordini non si discutono...

Torno quindi a osservare la situazione, incuriosita da ciò che mio padre vuole dire...

Link to comment
Share on other sites

Maestro Samiel

Osservo il mio signore in silenzio e alle sue parole forti cerco di calmarlo

Mio Signore, per la sua salute le conviene parlare con toni meno accesi, potrebbe risentirne.

Osservo poi gli intrighi nascosti in mezzo a parole non dette tenendo in bocca la mia pipa spenta ed al momento sosiro assaporando l'aroma del mio tabacco alle mele...

... dove andreo a finire in tutto questo ...

@DESCRIZIONE

Spoiler:  
Maestro Samiel porta spesso abiti vaporosi,come tuniche. Apprezza i colori forti, come il rosso o il verde. Non fa mistero della sua eta' avanzata, come dimostrano i suoi radi capelli che rasa costantemente e la sua barba bianca, che fissa con della cera (per intenderci la barba rigida delle pitture sumere). Tiene sempre una pipa in bocca sia che sia accesa che spenta e non fa mistero oramai della sua fastidiosa abitudine. Al primo impatto potrebbe sembrare un po' sempliciotto e superficiale, ma come ha dimostrato piu' volte non bisogna farsi ingannare dalle apparenze...

@TUTTI

Spoiler:  
Scusatemi per il ritardo, ma avevo la presentazione finale del progetto di ricerca e sono stato letteralmente assorbito. Da oggi sono operativo.
Link to comment
Share on other sites

Eh va bene... va bene... dice Lord Ashford a Maestro Samiel abbandonandosi sul suo trono.

Dopo essersi accertato che tutto il seguito sia uscito, il Lord estrare tre lettere da una tasca dei suoi vestiti e le appoggia sul tavolo.

Queste sono arrivate nei giorni scorsi e ci riguardano tutti, nel bene e nel male. Lasciatemi esporre tutta la situazione prima di parlare perché è abbastanza complicata. Poi potrete fare tutte le obiezioni che vorrete.

Quindi ne prende una e, volgendola verso di voi, mostra il simbolo impresso sul sigillo: una rosa.

Questa arriva da Alto Giardino e in realtà è l'ultima di una lunga serie... Sapete bene che Lord Tyrell ha una piccola rosellina non ancora sbocciata che si chiama Margaery che quest'anno compirà il suo trediceso anno ed il Lord Protettore del Sud ha deciso che è tempo che si faccia un suo seguito di donnicciole pronte a tessere, parlottare e spettegolare tutte insieme... appoggia quindi la lettera sul tavolo sbuffando. Per farla corta Mace Tyrell ha richiesto la presenza di Lana a corte perché abbia l'onore di far parte del seguito della figlia... Lancia quindi uno sguardo verso Lana, poi verso Lewys Ovviamente solo fino a quando non troveremo un marito adatto...

Riporta quindi la mano sulle lettere e ne estrae quella più in basso.

E questo ci porta ad un'altra questione... Ancora una volta mostra a tutti la lettera. Questa arriva da Leygood. Sarei ben felice di mandarvi tutti ad Alto Giardino per tenere sott'occhio la mia unica figlia, ma i banditi ai nostri confini si stanno facendo più audaci e la situazione va risolta in fretta. Come se non bastasse e a queste parole afferra la terza lettera Lord Meadows, che al momento è impossibilitato ad affrontare la questione, ci chiede di effettuare una mediazione fra i Leygood e gli Oldflowers sulla questione del bosco di confine... Non che sia propenso ad eseguire gli ordini di un ragazzino, ma è a capo di un'importante Casa dell'Altopiano, ha ottime relazione con i Baratheon e sarebbe un ottimo partito per un matrimonio; penso quindi sia meglio tenersi in buoni rapporti. Inoltre la questione ci riguarda direttamente e non possiamo tirarci indietro senza subire una smacco di fronte a tutti, anche perché Burton Leygood sta diventando insofferente ed inizia ad ammassare truppe. Se esplodesse una guerra ne saremo considerati responsabili.

Quindi Lord Ashford sbatte le lettere sul tavolo e lancia a tutti un'occhiata inquisitoria.

Questa è la situazione dice dopo un attimo di silenzio Ora ecco quali saranno i vostri compiti:

Lewys; tu e Sir Lyonel dovrete prepararvi per andare dai Leygood. Preparatevi una piccola scorta di rappresentanza e cercate di capire perché questo maledetto bosco interessa così tanto agli Oldflowers e perché siamo finiti in questa tana di scorpioni.

Gareth, a te il compito di organizzare un contigente per liberarci definitivamente dei banditi. Ser Meryn Goldacorn ha dato la disponibilità sua e dei suoi uomini per darti una mano, quindi andrai e Leygood e prenderai contatto con lui. Voglio i nostri boschi liberi da qualunque criminale nel più breve tempo possibile. Ser Meryn ha indicazioni su dove potrebbero nascondersi i briganti, quindi non voglio iniziative personali.

Lana, tu invece dovrai andare ad Alto Giardino a queste parole il Lord sospira. Avrei voluto farti accompagnare da tuo fratello o da tuo zio, ma come vedi la situazione attuale me lo impedisce. Godric, il castellano, verrà con te per darti tutto l'aiuto possibile per quanto riguarda gli intrighi di corte e quant'altro. Avrei voluto che anche Rhialta venisse con te, ma qualcuno si deve occupare di tua sorella. In compenso è tempo che il giovane Greenleaf dimostri cosa ha imparato nei suoi anni di peregrinare insieme a Ser Meryn e così dicendo si rivolge bonariamente a Jonas Ragazzo, ti affido la mia unica figlia. Mostrati all'altezza di tuo padre.

Detto questo afferra un biscotto dal vassoio al centro della tavola.

Ho parlato abbastanza dice avvicinandosi il dolce alla bocca Immagino che ora vorrete tempestarmi di domande...

Link to comment
Share on other sites

@tutti

Spoiler:  
Perdonate anche il mio ritardo, troppissimo lavoro come al solito!

Vedendo la piega che prende la discussione, lì per lì decido di restare seduto al mio posto, come sempre in disparte all'angolo della tavola, addentando una mela con aria assente, ma ben attento a percepire ogni parola e ogni significato recondito. Come al solito, ci sono alterchi per quanto riguarda la gestione dei ruoli e su chi ha maggior titolo rispetto agli altri... velleità che ben poco mi riguardano, ma al tempo stesso sono sempre incuriosito da queste piccole lotte di potere.

Tuttavia, nel momento in cui Lord Ashford pare perdere definitivamente la pazienza, decido che non vale la pena farlo alterare ulteriormente, così mi alzo e saluto educatamente: - Con permesso, mio Lord -.

In effetti non mi aspetto neanche che qualcuno si accorga di me, ma va bene così, passare inosservato e farsi sottovalutare è sempre stata una delle mie strategie. Così, con passo calmo e sicuro, mi avvio verso la porta per lasciare il salone, addentando di nuovo la mela.

@Descrizione

Spoiler:  
a parte le armi, ovviamente post-13818-14347051679508_thumb.jpg
Link to comment
Share on other sites

@Alfyrd e Benjen

Spoiler:  

Come uscite dalla Sala Grande ed entrate nella Sala Comune, Godric, il castellano, si avvicina a voi.

Non allontanatevi troppo per favore. Lord Ashford ci vuole parlare non appena avrà finito la riunione di famiglia.

Ci sono dei cambiamenti in vista... commenta con un sorriso stanco.

Link to comment
Share on other sites

Oh no! inizio a pensare Ancora con questi pretendenti e matrimoni! Non voglio finire a dover stare all'ombra di qualche vecchio uomo...

Ascolto tutto il discorso di mio padre mentre le lamentele nascono sempre più numerose: Andare accanto a una donna viziata? lasciare la mia casa e i miei fratelli e le sorelle??? decisamente non mi va!!

Però l'ultima frase del lord cambia decisamente le carte in tavola

Jonas verrà con me??? mi accompagnerà???????? ooooooooooh...

In quel momento un leggero e impercettibile senso di agitazione inizia a vedersi nel mio modo di fare ma cerco di tenerlo a freno e nascosto al meglio delle mie possibilità

Caro Padre, mi rattrista molto dover lasciare la casa e i miei fratelli e le mie sorelle... rimane un poco in silenzio cercando di capire dall'espressione del Lord cosa pensa, poi prosegue... Ma se questo è ciò che desiderate lo farò per il bene della famiglia... Inoltre sono convinta che con l'aiuto del castellano Godric e di Jonas Greenleaf non avrò alcun problema...

Spoiler:  
P.s. mi piacerebbe avere un'idea delle relazioni che ci sono fra i vari pg, cioè io cosa penso degli altri? lo decido io? so cosa gli altri pensano di me?
Link to comment
Share on other sites

Sir Lyonel Greenleaf

Come comandate, mio lord.

Chinando leggermente il capo nella sua direzione. Lancio quindi una rapida occhiata a Lana e poi una più lunga e penetrante a Jonas, promessa di una futura chiacchierata.

Poi torno a rivolgere la mia attenzione al lord

Dovremo partire il prima possibile o avete deciso una data precisa, milord?

Link to comment
Share on other sites

Quasi mi strozzo con il vino quando sento mio fratello programmare con leggerezza il disastro di casa Ashford...

Scusatemi Sir Lyonel...

Fratello, vorrei parlare con te in privato... Con il tuo permesso, ti aspetterò nella sala del sole, non c'è altro che noi due dobbiamo discutere qui.

@DM

Spoiler:  
Mi sono preso la libertà di inventare una sala del palazzo che immagino come una sala con tavolo ovale, dove oltre al blasone originale degli Ashford, siano riunite le reliquie ed i ricordi della nostra casata. C'è una stanza libera vicino alla biblioteca, se non va bene scegli tu una sala dove possa incontrare mio fratello lontano da orecchie indiscrete

Mi alzo dalla sedia e dopo aver guardato tutti, mi accomiato con un leggero inchino.

Uscito dalla sala chiamo uno degli attendenti delle cucine:

Accendi il fuoco nella sala del sole, accendi anche le candele e porta del vino e due bicchieri

Poi senza attendere risposta mi dirigo alla biblioteca per raccogliere le mappe della zona di Leygood, in modo da studiarle mentre attendo che Lord Ashford mi raggiunga.

... E' impazzito, devo farlo ragionare!

Link to comment
Share on other sites

Un lungo brivido percorre la mia schiena, misto di eccitazione ed intimidazione di fronte al compito che Lord Ashford vuole assegnarmi. La lunga e penetrante occhiata di mio padre non fa che peggiorare la situazione.

... da solo, a proteggere Lana e Godric nella città più pericolosa dell'intero Altipiano... bèh, poteva andare peggio... potevo finire ad accompagnare Sir Gareth...

Come desiderate, mio lord. - faccio eco a mio padre - Prego che i Sette mi aiutino ad essere all'altezza dell'onore che mi fate. - dico a Lord Ashford, inchinandomi verso di lui.

Raddrizzandomi, lancio un'occhiata attorno, cercando di osservare le reazioni degli altri presenti nella stanza. E quando dovremo partire per Alto Giardino, mio signore?

@Mithril

Spoiler:  
La stanza che intendi è il Solarium del castello, la stanza in cui i lord normalmente ricevono ospiti e personaggi importanti.
Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...