Jump to content

Mythrandir

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    2,902
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Mythrandir last won the day on June 10 2018

Mythrandir had the most liked content!

Community Reputation

288 Viverna

About Mythrandir

  • Rank
    Eroe
  • Birthday 12/12/1985

Contact Methods

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    St. John's, Newfoundland and Labrador, Canada
  • GdR preferiti
    D&D, NMdT, SW Saga
  • Occupazione
    PhD Student
  • Interessi
    Biology, Ethology, Primates, Politics, Fantasy, Ice hockey, Star Wars, Kung Fu, Dungeons & Dragons, Bikes, Sci-Fi
  • Biografia
    Biologist in training, seasoned globetrotter. Lifelong Fantasy lover, wheter it's books, movies, tv series or videogames.Nerd, and proud of it!

Recent Profile Visitors

9,411 profile views
  1. Grazie a te @Ian Morgenvelt! Anche per me c’è un po’ di rammarico per la scelta di chiudere questa avventura ma credo sia quella più onesta e corretta nei confronti di voi giocatori, oltre che di me stesso. Grazie dei complimenti: fa piacere sapere che ti sei divertito e la mia gestione del modulo trovava buon riscontro :) Un’ultima parola sulla mia scelta, che forse avrei dovuto scrivere prima. Mi rendo conto che prendere la decisione in maniera così unilaterale non sia la maniera migliore o più educata per decidere del destino di una cosa che condivido con altre due persone (forse tre). Normalmente, come successo in precedenza, avrei aperto l’argomento ad una discussione franca e libera con te e Karsh. Ma, se le altre volte che abbiamo perso giocatori parte di me era comunque disponibile a farsi convincere ad andare avanti, stavolta purtroppo devo guardare in faccia la realtà e porre altre parti della mia vita davanti al resto. Mi dispiace e spero che la decisione così “calata dall’alto” non sia troppo dura da digerire. Non sto lasciando il forum e, chissà, magari in futuro mi verrà nuovamente l’ispirazione per gestire una campagna PbF. Per ora, la vita reale ha bisogno delle mie attenzioni. A presto!
  2. Ciao a tutti. Scusate il ritardo nel farmi vivo, ma il ritorno alla vita “normale” in Canada è stato più tosto e impegnativo di quanto avessi previsto quando ho scritto il mio ultimo post, sia dal punto di vista professionale sia da quello personale. In queste settimane ho pensato a lungo a questa campagna, se avesse e abbia senso mantenerla attiva, come e con che presupposti cercare dei nuovi giocatori, quanto tempo ho e avrò da dedicarle nei mesi futuri, quanto ancora conosco le regole di 4e e quanta voglia di confrontarmi con esse io abbia ancora. Da quando ho preso in carico il masterare questa avventura dal DM originale, la quantità di tempo che ho da dedicare ai PbF è andata progressivamente scemando, prova ne sia il fatto che questo è l’ultimo che ancora mi vede coinvolto - per ovvi motivi. Onestamente, un futuro diminuire degli impegni lavorativi e non che affollano le mie giornate o, in alternativa, un cambiamento tale da consentirmi di avere più tempo libero da dedicare a questo PbF non credo sia in vista. Il mio dottorato si sta avviando verso le fasi conclusive (spero), con una potenziale fine entro il 2020: mi aspettano almeno 12 mesi estremamente impegnativi dal punto di vista professionale, per concludere, e poi diverse settimane se non mesi di ricerca di un lavoro. Nonostante questa avventura sia basata su un modulo pubblicato, non sono affatto sicuro di poter garantire il tempo per preparare gli incontri e sviluppare la storia, in queste condizioni. Non è solo lavoro, sia chiaro: da quando mi sono trasferito in Canada, ho trovato gruppi con cui giocare dal vivo in 5e. Al di là delle ovvietà sulle differenze a livello di coinvolgimento e meccaniche di gioco tra le due edizioni, personalmente mi sento molto più propenso a cercare di trovare e ritagliare del tempo per dedicarmi a una sessione di gioco dal vivo che per scrivere un post sul forum. Probabilmente suona piuttosto egoista ma è la pura, onesta verità. A queste considerazioni, devo aggiungere anche una certa insoddisfazione e saturazione verso i PbF. È un modo di giocare che mi piaceva e mi piace ancora ma è afflitto da problemi che, se in un primo momento mi sembravano poco importanti e superabili, con il passare degli anni e delle avventure naufragate sono diventati fastidiosi ed hanno diluito tutto l’interesse che avevo quando ho cominciato. Per questi motivi, e altri che mi sento di discutere su un forum pubblico, ho deciso di chiudere questa avventura. @Karsh e @Ian Morgenvelt grazie per essere stati delle rocce, attivi e presenti nonostante tutto e tutti. @Eru Iluvatar merita una menzione speciale per aver visto questa campagna quasi nella sua interezza ed avere, probabilmente, il PG più longevo dell’intera storia. A tutti gli altri giocatori che si sono avvicendati negli anni, grazie per aver partecipato. Spero vi siate divertiti e abbiate goduto di questa avventura, che credo sia l’ultima 4e ancora presente sul forum. Io mi sono divertito molto a masterarla. Buon role-play a tutti! Mythrandir
  3. Ok. Vista la mancanza di risposta da parte di Minsc, direi che andiamo in standby fino a Giugno. Nelle prossime settimane, comunque entro fine Maggio, valuterò se ha senso aprire un topic di reclutamento o meno.
  4. Eccomi! Scusate, sono appena (più o meno) sceso da un volo di 15 ore e vi scrivo dalla Nuova Zelanda. @Nilyn mi spiace molto che tu non possa continuare a giocare :( @Minsc sei ancora dei nostri? @Karsh e @Ian Morgenvelt vediamo se Minsc risponde, e poi valutiamo. Per me mese che è appena cominciato sarà piuttosto impegnativo, per cui potrei anche valutare uno standby fino a inizio Giugno. Cosa ne pensate di questa idea, in caso?
  5. Ohoh, guarda chi è tornato! - esclama il mago, in risposta alle parole di Krang, mentre si avvicina al vostro tavolo. Una nebbiolina azzurrognola avvolge il capo e le spalle del mago, che sbuffa fumo da una pipa dal lungo cannello. Beh, è un piacere vedervi tutti quanti d’un pezzo. Immagino non si possa dire lo stesso di quei maleodoranti duergar, eh? - commenta, osservando ciascuno di voi con una scintilla negli occhi. Grugno ne sarà felice, anche se da quando siamo tornati raramente si allontana più di tanto da Mishann. Poverina, nonostante le cure del tempio, è ancora convalescente. No, non ho ancora avuto tempo di andare dal drow, e sarei felice se mi accompagnaste. Brutta gente, quegli orecchi-a-punta lì. Meglio essere in gruppo, non vorrei si facesse venire strane idee vedendomi da solo... Lo sguardo penetrante del mago si ferma poi su Kalima. Non credo ci abbiano presentato, mia signora. Orrik, il cognome non ha importanza, mago itinerante, al vostro servizio.
  6. La lettera recapitata dal giovane halfling non è firmata. Le vostre azioni contro i duergar sono encomiabili. Mi trovo in una posizione di potere all’interno della malvagia organizzazione dietro alle azioni dei duergar, e desidero il vostro aiuto per sconfiggere i miei alleati. È da tempo che cerco una via d’uscita da quest organizzazione, e credo che voi possiate aiutarmi. Seguite la mappa che accompagna questa lettera, così da poterci incontrare in segreto. Mentre state rileggendo il messaggio, un volto familiare entra nella locanda: Orrik, il mago umano che aveva lasciato il gruppo per accompagnare diversi schiavi liberati dai duergar verso la Sala.
  7. Scusate l’assenza di questi giorni, è una settimana impegnativa tra scadenze lavorative e visite familiari :) Oggi o nel weekend procediamo. @Karsh ti rispondo qui: sì, si può, grazie d’avermelo ricordato. Se ci sono altre missioni in sospeso che non vedete menzionate mentre siete in città, ditemelo che le risolviamo prima di farvi uscire nuovamente.
  8. Alfhild Dopo un breve riposo, durante il quale gli ex-prigionieri si armano per il viaggio di ritorno alla Sala, vi lasciate la Rocca Cornuta ormai silenziosa alle spalle. Senza fatica, grazie alle abilità di navigazione di Girion, ripercorrete i vostri passi lungo il sentiero che porta alla fortezza dei duergar. Infine, dopo alcune ore, il cunicolo secondario che state seguendo si ricongiunge con il tunnel principale. Di lì a qualche ora, che fortunatamente procede senza intoppi, varcate la soglia della Sala delle Sette Colonne. La sensazione di sollievo fra i prigionieri è palpabile, e notate più d’uno di loro rilassarsi visibilmente e arrivare fin quasi alle lacrime alla vista di questo avamposto di civiltà. In capo ad alcune ore, l’amministrazione della Sala, non senza un generoso e ben piú entusiasta contributo degli halfling della Locanda Mezzaluna, ha preso in carico il gruppetto di prigionieri che avete liberato. La maggior parte viene alloggiata alla locanda, mentre alcuni vengono ospitati da alcune famiglie della Sala. Girion sembra soddisfatto, ma notate un’ombra sul suo volto quando, infine, vi sedete attorno ad un tavolo alla locanda Mezzaluna per un meritato pasto. Chiaramente, qualcosa turba l’animo del vostro amico elfo. *** Alcuni giorni passano, durante i quali vi riposate e recuperate le forze, mentre i gli ormai ex-prigionieri vengono lentamente rimandati a casa al seguito di alcuni mercanti in partenza dalla Sala. Bessa si rifiuta di lasciare la città sotterranea, comprensibilmente, e i Mezzaluna le affittano una camera a prezzo ridotto e a credito alla locanda. È qui che vi trovate, attorno ad un tavolo con un boccale di birra od un bicchiere di vino davanti, quando Rendill Mezzaluna, l’halfling salvato da Girion e dai suoi precedenti compagni, si avvicina con un’espressione incuriosita. In mano ha un pezzo di pergamena. Qualcuno… un coboldo, ha portato questa… per voi. Dice, porgendovi la missiva. Tutti
  9. Kalima Akira Dopo aver dato un’occhiata ai registri, assieme ad Akira ed agli schiavi vi dirigete verso l’armeria. Camminare lungo i corridoi della Rocca, ora silenziosi e disabitati, è un’esperienza surreale. Gli echi degli scontri che avete combattuto mentre vi facevate strada verso i prigionieri risuonano nella vostra mente. Quando attraversate la cucina, incontrate nuovamente gli schiavi che avete liberato in quell’area, che si aggiungono al gruppo eterogeneo che vi segue. Su richiesta degli schiavi appena liberati, vi fermate alcuni minuti, mentre loro fanno incetta di provviste e si concedono un veloce boccone prima di riprendere il cammino verso la libertà dalla Rocca. Alfhild Passate nuovamente lungo il ballatoio dove avete salvato Krang, e poi nella stanza dove avete incontrato Ilikan. Infine, dopo circa un quarto d’ora, arrivate all’armeria. Il tocco leggero di Krang è sufficiente ad aprire la pesante porta di legno rinforzata con bande di metallo. All’interno, scaffali su scaffali di armature di fattura e taglia nanica, scudi, elmi, rastrelliere d’armi, e cassapanche sono allineate lungo i muri. I prigionieri sgranano gli occhi a vedere tutte queste armi. I più prestanti, o più prudenti, si aggirano tra le rastrelliere, soppesando spade corte, balestre, accette e scudi. In una cassapanca, Akira trova il suo equipaggiamento. In maniera molto nanica, ogni oggetto ha una piccola etichetta scritta in caratteri runici, probabilmente ad indicare cosa sia l’oggetto in questione. L’intero insieme degli averi della wilder è ordinatamente riposto sopra i suoi vestiti, a loro volta piegati e poggiati sopra un fondo di indumenti duergar in spessa lana di capra. Tutti
  10. @Ian Morgenvelt purtroppo, sono scritti in Gergo delle Profondità, che usa l’alfabeto elfico (Rellanic) in 4e. Forse @Nilyn potrebbe leggerli, se ha successo in una prova di Intelligenza secca.
  11. Il Labirinto è la serie di cunicoli, gallerie, e caverne che si snoda sotto i Picchi del Tuono. Sia la Sala delle Sette Colonne, sia la Rocca Cornuta, ne fanno parte :)
  12. Gru osserva Kalima con interesse quando la donna gli si rivolge nel suo linguaggio. Mentre i due si osservano, la voce roca e aggressiva di Krang risuona nella fossa e il piccolo goblin trema di paura. Dop un istante di esitazione, si rivolge alla tiefling in lingue goblin.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.