Jump to content

Il grande dramma dei livelli


Acul

Recommended Posts

Probabilmente il discorso è già stato toccato, e sicuramente sui manuali d&d e quant'altro ci sono consigli validi, ma volevo sentire un po' quale fosse la vostra opinione riguardo alla frequenza di level up dei PG

Livellare è sempre una figata, c'è poco da fare, e regolarsi su quanto spesso conceder questo divertimento ai giocatori è sempre complesso.

Io per esempio in d&d 4th mi regolo più o meno così

1-6 fra le due e le quattro sessioni

6-10 più o meno cinque

10-15 almeno 7

E poi più o meno mi appiattisco sui 10 incontri attorno al tavolo

Qual'è la vostra opinione al riguardo? Più o meno come vi regolate? Anche che giochiate in 3rd vorrei conoscere il vostro modo di fare, perchè se devo dirla tutta il mio non è che mi soddisfi un gran che :P ho sempre paura di annoiare i giocatori sia perchè non si livella mai sia perchè si livella troppo spesso :cry: secondo voi qual'è il modo più bilanciato? Sto per iniziare una nuova campagna e vorrei affilare per bene gli artigli :evil:

Grazie tante colleghi di DL :)

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 7
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

io utilizzando i punti esperienza non ho tanti problemi, capita che una sessione passa senza far niente di importante oppure che in un'altra sterminano nemici e completano missioni con facilità, salgono di livello quando hanno abbastanza punti e quindi capita in maniera irregolare

Link to comment
Share on other sites

sto per cominciare una sessione (di D&D quarta edizione) eliminando totalmente i punti esperienza per i combattimenti, e regalando solo esperienza per la storia (parecchia esperienza). mi stavo giusto chiedendo la stessa cosa, ovvero quanto far passare prima di farli salire di livello.

eliminando completamente l'esperienza degli incontri, e non alterando l'esperienza "finale" in base a questi, mi ritrovo con PG che tecnicamente dovrebbero evitare di essere dei cacciatori di XP, e se saranno in grado di evitare uno scontro lo eviteranno (invece di dire, ma và! son quattro goblin, facciamoli secchi che si guadagna xp e loot..), oltre a permettere ai giocatori di concentrarsi più su talenti/poteri da ruolo, visto che mi adatto alla loro potenza effettiva e posso prendere creature di livello più basso senza che questo allunghi drasticamente il livellaggio..

penso che la tabella che hai incluso dovrebbe andare bene anche per me... ora farò un po' di prove e si guarderà come riuscirò a risolvere la cosa, sperando che i pg non si lamentino di non crescere abbastanza..

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

Io ho da tempo smesso di contare i px precisi in DnD. Sapendo che in un livello ci vanno piu` o meno un tot di incontri (ma chiamiamole scene, giusto per far capire che parlo di momenti importanti in generale) cerco di costruire le avventure in base a questa scansione e faccio passare di livello alla conclusione - al naturale raggiungimento di un obiettivo.

Link to comment
Share on other sites

Io non uso più i punti esperienza in nessun modo. I PG avanzano quando ritengo che abbiano avuto tutto il possibile dal livello corrente, sotto vari aspetti.

Considerando che al 90% gioco a Pathfinder, in cui dal punto di vista meccanico ogni livello, grosso modo, offre qualcosa di nuovo ad ogni classe, e che il mio gruppo dal vivo non ha una gran familiarità col regolamento, c'è anche un aspetto di "far conoscenza col proprio PG" e impararne bene l'uso prima di mettere altra carne al fuoco.

Tra l'altro, senza punti esperienza, non c'è più la smania di ammazzare quel tot di mostri necessario a salire di livello, perché virtualmente potrebbero uccidere anche cento Vermi Purpurei senza salire. Anzi, caso mai la tendenza diventa (come nella realtà) quella di evitare ogni rischio superfluo. Anche problemi tipo "il GS 20 ucciso da un gruppo di 1° grazie a particolari condizioni della situazione o semplice fortuna esagerata" sfumano. Forse addirittura diventano utili strumenti per la parte ruolistica.

Link to comment
Share on other sites

Io mi regolo per archi narrativi.

Solitamente quando concludono un segmento di storia salgono di livello, il tempo che ci vuole è mediamente tra le 3 e le 6 sessioni circa fino al 7 livello.

Salendo aumenta la complessità di quello che devono fare e quindi si allunga il tempo tra un livello e il successivo.

Se i giocatori si dovessero dare per 2 mesi alle side quest immagino mi regolerei caso per caso.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Probabilmente il discorso è già stato toccato, e sicuramente sui manuali d&d e quant'altro ci sono consigli validi, ma volevo sentire un po' quale fosse la vostra opinione riguardo alla frequenza di level up dei PG

Mai usati i px in vita mia. I pg salgono di livello quando lo decido io, in un momento che mi è congeniale alla storia o nel momento in cui decido che hanno bisogno di qualcosa in più. E' una delle meccaniche che esistono solo in astratto.

Livellare è sempre una figata, c'è poco da fare, e regolarsi su quanto spesso conceder questo divertimento ai giocatori è sempre complesso.

Mai avuto difficoltà.

ho sempre paura di annoiare i giocatori sia perchè non si livella mai sia perchè si livella troppo spesso

Se la preoccupazione dei tuoi giocatori e il loro divertimeno o meno dipendono dalla velocitàò con cui livellano, il problema non è il livellamento.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...