Jump to content

Acul

Circolo degli Antichi
  • Posts

    841
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Acul last won the day on April 25 2011

Acul had the most liked content!

About Acul

  • Birthday 06/18/1991

Profile Information

  • Location
    roma
  • GdR preferiti
    dimensioni
  • Occupazione
    S.S. Studente Svogliato
  • Interessi
    Karate, Musica, Poesia, Vela, Lo Specchio Nello Specchio Michael Ende, Blender 3d
  • Biografia
    Learning To Fly-- per me domani è semplicemente oggi, dopo che il sole è tramontato e poi risorto-

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

Acul's Achievements

Campione

Campione (8/15)

  • First Post
  • Collaborator
  • Posting Machine Rare
  • Conversation Starter
  • Week One Done

Recent Badges

57

Reputation

  1. Idea un po' troll: Il più grande punto debole del nemico finale della battaglia sono le canzoni dello zecchino d'oro, i giocatori ne devono cantare una mantenendo un'espressione seria per potarlo ad ¼ dei suoi max HP, e gli rimuovono tutti gli slot incantesimo di livello superiore al 4. Idea un po' meno troll: Il nemico finale ha sacrificato la propria umanità per ottenere poteri profani, eppure i PG potrebbero scoprire che il suono della ninna nanna che gli cantava la madre quando era bambino è capace di fargli riacquistare la propria umanità, facendogli dunque perdere i poteri e la voglia di combattere
  2. Per tutti gli amanti del fantasy, sappiamo benissimo quando è difficile inventarsi nomi coerenti per luoghi e persone inventate. E sappiamo quanto è facile cascare ne trito e barbaro inglese. La città di "Newport" o "Oldox" e mille altri nometti poco originali. Ma poi se provassimo con l'italiano sembrerebbe stranamente artificioso... Voi come vi regolate sul tema? Inventate tutto di sana pianta? Ve ne fregate e optate per l'inglese? Io per esempio ora sto per masterare una campagna fantasy in ambientazione piuttosto nordica, e ho buttato del tempo oggi su google translator a prendere un po' di parole a caso dal finlandese, appuntandomele su un foglio di carta così da poterne estrarre nomi e suoni che abbiano tutti una certa coerenza voi questa cosa la fate mai? che ne pensate? suggerimenti?
  3. idea breve che mi è venuta in testa guardando le mondagne umbre: Le montagne che circondano una certa regione sono in realtà gli scheletri di mostri titanici sui quali ha via via attecchito la flora. (La cosa si può scoprire solo dall'interno) Perchè un gruppo così grande di bestioni è andato a morire nello stesso punto? Perchè con uno studio archeologico (è questa la scienza dei fossili? Paleologico forse?) appare che siano morti tutti contemporaneamente? Come mai esplorando le caverne (che sono lo scheletro) sembra impossibile trovare i resti dei teschi? Quale potere insondabile celano i teschi di questi antichi titani è perchè un gruppo di efferati criminali sta cercando di carpirlo? ps: giuro sulla firenze-roma ci sta un gruppo di montagne che sembra un gigantesco stegosauro, o per i più raffinati sembra proprio un Lairon XD
  4. Questo dismorfismo è talmente intenso che i membri dei due sessi non hanno alcuna coscienza di essere appartenenti alla stessa razza, ed è dunque in atto una sanguinosa guerra sotto gli stendardi del carro di marte e lo specchio di venere, la guerra ha gli stessi connotati delle guerre sante cieco odio fomentato da abili predicatori, nel nome del giusto e del sacro. La continuità della specie è portata avanti da una setta religiosa estremamente criptica, che prende ogni generazione in sacrificio elementi delle due razze, allo scopo di garantire la riproduzione, e rimpinguando le fila delle due fazioni. Infatti questa setta è asservita ad un dio sanguinario, i suoi accoliti hanno lavorato segretamente per generazioni affinchè si instaurasse questo equilibrio di morte e rinascita in un odio razziale interminabile, per saziare la fame inestinguibile della terribile divintà col sangue di uomini e donne che lottano senza ragione alcuna
  5. potrebbe essere divertente mescolare un po' i pg, nel senso: Ogni giocatore prende in mano la scheda di un'altro (per esempio le anime dei pg cambiano corpo finchè sono nella stanza) e quindi i personaggi devono consigliare quello che ha il comando del generico corpo, per far funzionare le abilità alternativamente, più standard, prendi per ogni pg una singola abilità / potere / incantesimo / qualsiasi altra cosa che vuoi che sia al centro dell'azione. Scelte le abilità (una per pg) cerchi di inventare un modo per cui esser debbano essere usate in concomitanza o successione, ed infine pensi ad un modo per far sì che siano i pg a scoprire quali sono le abilità necessarie e quale l'ordine per esempio con un party mago / guerriero / ladro / chierico le abilità potrebbero essere "hypnotic gaze" / "distracting strike" / "second story work" / "radiance of the dawn" a quel punto devi dicedere come debbano essere usate dalla compagnia, per esempio la stanza è coperta da un'oscurità magica tale che il chierico deve mantenersi in preghiera costantemente per avere la luce dunque non può combattere, il mago deve usare il potere su un bassorilievo a forma di volto senziente, mentre il guerriero deve impedire al mostro di ammazzare mago e chierico che sono completamente presi (il quale non si farà fermare dal soldato a meno che egli non usi distracting strike), mentre il ladro intanto deve arrampicarsi per sfilare dal centro del soffitto la chiave di volta, la pietra magica che tiene la stanza in piedi, la chiave di volta può esser tolta solo se il gigante volto di pietra recita tre parole di potere, ed esattamente mentre l'ultima parola viene pronunciata hai scelto una abilità per personaggio ed hai inventato un contesto che li "obbliga" ad esercitare ognuno il proprio ruolo contemporaneamente
  6. Nascosto nelle profondità della Foresta Argentata si trova l'antico santuario dedicato alla preservazione del ciclo della vita. Il santuario si trova nella foresta, ma non si trova in un posto esatto, non si potrebbe tracciare la mappa della sua posizione, è sempre stato protetto magicamente, diventando introvabile per chi avesse cattive intenzioni, e "presentandosi" spontaneamente a chi ritenuto degno, in particolare il gruppo della Foglia della Vita: druidi, sacerdoti ed accoliti votati alla sua cura periodica ed ad officiare i rituali della Vita ogni solstizio d'estate ed inverno. versioni alternative del continuo Improvvisamente esso sembra esser diventato inaccessibile a chiunque. Nessuno della Foglia della Vita riesce più a raggiungerlo, e tantomeno chiunque altro abbia tentato. // Da secoli esso è diventato inaccessibile, eppure molti continuano invano a cercarlo, alcuni consci dell'immenso potere racchiusovi, altri come luogo di pellegrinaggio spirituale // Da quando il santuario è sparito si è bloccato il ciclo di reincarnazione, dunque i morti restano morti, ma non vi sono più nascite, e chiunque fosse stato concepito prima della sparizione nascerà senza anima (rubato da PoE, ma vabbè ) versioni alternative del finale Gli avventurieri devono quindi trovare il colpevole dell'aver "rubato" il santuario, e quindi riaprirlo al mondo // Il santuario si è chiuso per conto suo perchè non c'è più nel mondo nessuno degno, e gli avventurieri dovranno trovare il nuovo "prescelto" l'unica anima pura al mondo che potrà accedere al santuario e riguadagnarne la benevolenza
  7. un uomo solitario, sconosciuto, è arrivato in città indossando delle vesti con le effigi di una stirpe ormai estinta, genti violente e dotate di una magia sconosciuta agli uomini. Delirante grida con voce strozzata Per l'umanità è ormai la fine, giunge la Rinascita, sorgeranno gli antichi padroni dalle ceneri di questa lorda civiltà, mondando nel sangue le nostre anime vanagloriose detto questo, senza quasi batter ciglio decapita una persona, con grida estatiche. Presto le autorità lo arrestano, imprigionandolo in una cella ben robusta, dopo aver verificato che non avesse poteri magici di sorta. Meno di tre giorni dopo l'uomo è sparito, le barre d'acciaio piegate come fossero melassa. Il fuggiasco si porta dietro una scia di sangue e violenza, ma ancora nessuno è riuscito a catturarlo, a capire se è solo un pazzo o davvero un futuro più oscuro si affaccia alle porte
  8. Questo equilibrio idilliaco e simbiotico fra borghesia - mostri - avventurieri viene improvvisamente rotto quando un'orda barbarica di orchi legale-buoni (la loro fede identifica nel sapone Satana, e nella civiltà il Male) si rifiuta di accettare questo compromesso, comandata dal paladino Ugh-knot (sozzo, barbuto, ignudo e armato di clava) decide di convertire al Bene e alla Verità le anime dannate che risiedono nelle città , che vanno purificate col Fuoco della Fede i benpensanti di città non potranno far altro che tornare dai loro psicopatici amici, troveranno forse un'altra soluzione o soccomberanno sotto il vento mortale dell'alitosi orchesca?
  9. Grazie in ritardissimo per la fama!

  10. Cit. "vorrei un mondo con principesse da salvare e draghi da montare, o meglio con draghi da salvare e principesse da montare" Dopo la prematura morte del re e la regina è ora la giovanissima principessa ad indossare la corona. E in soli due anni del suo regno si respira un'atmosfera tetra nel suo regno: la gente sparisce senza lasciare traccia, i militari spadroneggiano sui civili ed è in atto il reclutamento coatto, loschi figuri si aggirano impuniti mentre commercio ed arti sono in declino, le chiese sono ormai governate da uomini avidi e corrotti, senza un briciolo di bontà in loro nonostante le vesti bianche. Sembra il regno si stia preparando alla guerra, e sopratutto la (rigorosamente sexy) principessina cavalca un nobile drago d'argento, che è evidentemente prigioniero della dama. I giocatori sono avvicinati da un chierico buono, completamente spogliato dei suoi averi e della sua carica, che li implora di liberare il drago, e di salvare la principessa da questo sentiero che la sta portando verso l'abisso.
  11. ermmm penso sia off topic, ma non capisco bene i tuoi calcoli. Secondo i MIEI calcoli (che sono ovviamente meglio dei tuoi XD ) risulta che dal momento che questa stazione è esattamente un anello questo stesso non ha bisogno di orbitare, d'altronde la gravità è simmetrica e attira l'anello in modo uguale e contrario da tutte le parti, quindi quello sta in una specie di equilibrio (instabile direi) senza bisogno di ruotare attorno al proprio asse. Certo che basta un proverbiale soffio di vento a mandare l'equilibrio a quel paese e l'anello si disallinea e si schianta al suolo (ma confidiamo che abbiano messo dei bei motori laser-plasma per garantire che l'assetto rimanga stabile). Ad ogni modo (visto che nel mio modello non si gira) la gravità c'è eccome, è più o meno quella terreste (a seconda dell'altitudine) e diretta verso la parete interna dell'anello. Non ho idea però di che tipo di tensioni si troverebbe a sopportare questo povero anello. Se invece l'anello gira su se stesso sicuramente le tensioni strutturali si alleggeriscono, la gravità svanisce, ma non so bene cosa succede alla sua posizione nello spazio, se rimane in equilibrio (ha più momento angolare quindi è più stabile) oppure no. Dici che ho preso una cantonata immane oppure secondo te questa cosa funziona? PS. giusto per rimanere in topic aggiungo una briciola di creatività. I più recenti studi hanno scoperto che l'intera catena dell'Himalaya è in realtà cava: tutte le montagne hanno uno strato di rocce spesso circa un metro, sotto c'è una struttura metallica pressoché impenetrabile, non più spessa di un paio di cm. Al di là di questo strato c'è una densità media paragonabile a quella dell'aria, forse l'acqua. Alienologi e spiritici si stanno affannando alla ricerca di cosa si celi oltre, i primi dicono un'intera civiltà i secondi giurano che lì si recano le anime dei defunti dopo la morte...
  12. non importa il setting, ma l'idea di riferimento è la guerra fredda, e le olimpiadi. I due più grandi imperi del mondo sono da sempre in conflitto. Dopo aver soggiogato tutte le altre nazioni si spartiscono equamente il mondo, ma non c'è spazio per una pace. Resta solo quest'ultima colossale guerra, ma i politicanti non osano far sfidare i due eserciti: è uno stallo che dura ormai da generazioni, senza trovare soluzione se non in piccole scaramucce di confine che fungono solo da sfogo a tensioni ben più profonde. In realtà c'è una battaglia usata per mostrare i denti, per affrontarsi faccia a faccia e mostrare chi è più forte: i Giochi. Organizzati periodicamente in un'area puramente neutrale, i due imperi si confrontano in esibizioni e sfide, da una parte esaltando la folla (panem et circenses, non fargli pensare ai problemi veri alla gente) dall'altra permettendo agi arrugginiti ingranaggi della diplomazia di scivolare con più facilità, grazie alla minaccia insita in ogni piccolo vantaggio. I giochi sono una faccenda seria, perchè mostrano esplicitamente la potenza dell'esercito, e uno spostamento abbastanza ampio dall'equilibrio delle vittorie nei giochi potrebbe significare lo scoppiare definitivo della guerra che probabilmente distruggerà il mondo. Ma sotto a questa situazione tesa si cela anche di peggio: i giochi sono tenuti in suolo neutrale, e gli organizzatori sfruttano la massa di presone che si presenta per partecipare o assistere per portare avanti terribili esperimenti immorali, atti a svelare l'orribile segreto che ha permesso alla piccola nazione di rimanere libera. Di facciata i Giochi hanno lo scopo di ridurre le distanze fra i due popoli, ma in realtà vengono messi nella folla attaccabrighe allo scopo di fomentare l'odio verso il "nemico". I giochi consistono in sfide più o meno vicine all'aspetto bellico, con dimostrazioni di tecnica/abilità/tenacia/forza/astuzia/tecnologia/strategia e chi più ne ha più ne metta.
  13. In un piccolo paesino sperduto (una città del far west? un villaggio nel deserto protetto da drago della regione? un avamposto commerciale su un pianeta al limite del quadrante?) arriva un viaggiatore. Sta male, barcolla, tossisce, sembra malato o ferito, in punto di morte. Generosamente gli abitanti lo accolgono, fornendogli riparo e possibilmente cure. Tre giorni dopo un passante raggiunge il villaggio, che non è più abitato: sono tutti morti, ed i cadaveri trucidati sono sparpagliati ovunque. Una coppia di orme di passi trascinati faticosamente avanza lungo la strada in direzione del prossimo villaggio... (non è la più originale delle idee, ma mi piace questo thread, cerchiamo di dargli un po' di spianta )
  14. io preparerei semplicemente dei "bigliettini" da dare alla tigre sognante, che rivelano le cose che vede. Visto che e' un'avventura onirica potrebbero anche esser semplici disegni o poche frasi. Roba semplice, in modo che lui non debba farti troppe domande. non ti devi alzare, non devi separare il gruppo, devi solo dargleli nell'ordine giusto XD immaginando questa avventura divisa in "istanze"/"fasi di gioco", magari una continua transizione fra sogni diversi, aggiungi per ognuna una visione segreta per la tigre: un micro quiz / un puzzle / un mostro invisibile agli altri / un dettaglio narrativo che da spunti ruolistici aggiuntivi. Se riesci ad inventare un puzzle basato sui colori potrebbe essere divertente. roba che ad ogni caso puoi scrivere/descrivere/disegnare in un paio di frasi per scena, possibilmente in biglietti tipo un A4 diviso in quarti, ne prepari non piu' di otto, massimissimo 10, e li dai al giocatore di volta in volta
  15. Lo so che e' una risposta da pezzente, ma: importa davvero? A conti fatti le due build sono quasi indifferenti, un punto di CA e' un 5% in piu' o in meno su un diro di D20 Se il team non ha qualcuno con un buon punteggio di forza potrebbe esser "vulnerabile", ed il master potrebbe facilmente metterli alle corde con una robusta porta da buttare giu' in un momento delicato Se vuoi avere opzioni migliori per il combattimento a distanza non vale la pena esser tank, il tuo punteggio in cos diventa specato se non ci prendi un po' di botte, ed il tuo ruolo di "io li tengo fermi mentre voi li menate" viene a mancare. Combattere a distanza implica almeno in parte non fare il tank, perche' sono due ruoli che non sinergizzano un gran che, perche' da una parte vuoi stare in seconda linea e dall'altra vuoi proteggere i tuoi alleati smorzando la carica nemica. In particolare avessi nella squadra un tank basato sulla destrezza, quando voglio mettere il party in difficolta' trovrei piu' facilmente il modo di isolarlo e scavalcarlo con i miei mostri, quando invece un tank basato sulla forza ha una capacita' maggiore di tenere la posizione ed impedire ai nemici di sorpassarlo, in particolare perche' e' capace di usare azioni quali Grapple e Shove, puo' spingere via gli avversari o afferrarli, esse infatti posso essere schivate sia con forza che con destrezza, ma effettuate SOLO con la forza. In quanto master io di solito dico sempre ai miei giocatore "fate il pg che vi gusta, non quello che serve alla squadra". Team tutti tank, no problem, team tutti elfi ranger, alla grande! Quindi lungi da me dire che una delle due scelte e' MEGLIO dell'altra. Un tank basato sulla destrezza puo' funzionare senza problemi, come hai mostrato tu; ma allo stesso modo manca di fornire alla squadra un pg con elevato punteggio di forza, ed in generale copre un ruolo leggermente diverso, visto che non e' il classico nano incacchiato che disegna una x a terra e non si sposta da li' cascasse il mondo. L'ottimizzazione riguardo alle due possibili scelte dipende FORTEMENTE dal tipo di campagna e dalla sinergia con i compagni, perche' sulla carta sono praticamente equivalenti
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.